annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

GDPR-Privacy e Disaster Recovery

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • GDPR-Privacy e Disaster Recovery

    Dato che sono le sanzioni che fanno muovere il deretano agli Italiani, e non una sana motivazione, chi è obbligato avrà già provveduto.
    Di certo non sarà stato facile, e visto il totale menefreghismo di chi verrebbe maggiormente tutelato, verrebbe voglia di mandare tutti a fanbagno.
    Mia moglie ha fatto una fatica della malora solo per far firmare la consegna della informativa clienti, insomma non frega nulla a nessuno.
    Dopo averci speso una cifra è una delizia, bisognerebbe che lo sapessero i cervelloni che hanno inventato sta omissis.
    D'altronde è sempre stata cosi, basta guardare quante app scaricate sui cellulari che spiano modificano diventano proprietari dei tuoi dati, che si ha la risposta, della serie chi se ne frega, robe da matt.

    Detto ciò mi addentro nel GDPR, e specificatamente nella parte Disaster Recovery, cioè la procedura di verifica sull'efficienza del sistema di backup.
    Procedura che deve specificare, in caso di blocco causato da qualsiasi evento, il modo di riattivare il tutto.
    Bè è semplice, basta dire come si fa il Backup… è no! qui sta l'inghippo perché questa procedura deve contenere anche come recuperi il tutto in caso d'incendio, non meno la disinfestazione in caso di una contaminazione ecc.
    Il problema sono proprio le ultime due procedure, come .azzo si fa ad aver un backup cartaceo lo sa solo il relatore, per quanto riguarda la mia metà se succedesse un incendio probabilmente non chiamerebbe neppure i pompieri, dato che una volta chiusa l'attività deve tenere un garage pieno di carta, sono quasi sicuro che se la spasserebbe come Nerone.
    Non parliamo poi della contaminazione, qui siamo davvero al top del top, non riesco neppure ad immaginare che .azzo vuol dire e come fare.
    Il bello è che c'è tanto di modello da compilare, dove va indicato la data, procedura di verifica, esito verifica, incaricato, e la frequenza… ciò vuol dire che devo fare delle prove, cioè dovrei Incendiare il garage per vedere se riesco poi a recuperare il cartaceo, e subito dopo con un contatore Geiger o similare, vedere se c'è contaminazione, e se c'è ???
    incredibile.
    Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
    Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

  • #2
    Noi metteremo un sano NAS e una procedura di backup su Cloud.
    Il disaster recovery è tutto lì. Se va a fuoco il mio locale si spera non vada a fuoco anche Google.
    Tanto le sanzioni sono sempre 2 o 4% del fatturato. Se mi va a fuoco tutto fatturato risultante zero. Sanzione 2% di zero.
    È una norma europea che i governi nazionali avrebbero dovuto completare, ma l'han fatto solo i primi della classe. Col cambio di governo da noi è entrata a far parte di quel cesto di gatte rognose da pelare per i nuovi arrivati.
    Ho fiducia in Salvini.. che altro fare?
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

    Commenta


    • #3
      Io invece ho la sensazione che il banco salti.

      Si certamente, il salvataggio in cloud c'è e fa parte dei backup, ma è il riferimento cartaceo e contaminazione che mi sconcerta, insomma se prenderà fuoco vorrà dire che con i backup lo si ristampa, c'aggia fa.
      Di certo serviranno 10 anni per ristampare il tutto, perché ne produciamo una quantità maggiore di quando i pc ancora non avevano preso le nostre vite.
      Sono andato a sbirciare un paio di GDPR e li si impiantano tutti, in pratica il cloud dalle nostre parti è obbligatorio, causa la posizione sismica…
      Visto che la "visuale" di questa nuova omissis verte alle grosse imprese, in un paese di piccole realtà, l'unica sarà chiedere un chiarimento al garante, provemo ciò.
      Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
      Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
      Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
      Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

      Commenta


      • #4
        Ecco che come da aspettativa sta arrivando la proroga, forse ma quasi sicuramente.
        Da tempo non mi pongo più la domanda "ma che c@zzo fanno" come logico che sia mi sono adeguato nei tempi previsti, non certo per convinzione ma per le sanzioni iperboliche, e come al solito ho buttato, molto denaro dalla finestra, qualcuno lo ha preso però.
        Sembra che ci sia una prologa di 8 mesi, per far si che l'adeguamento sia più morbido… @+*#°§, ma porca la miseria non potevano dirlo prima, ovvio che mi girano le b@lle, ho chiesto se era comunque obbligatorio adeguersi alla nuova legge privacy, visto che alla fine dell'anno mia moglie va in pensione, e altri tre conoscenti che fanno lo stesso lavoro...risposta, assolutamente si, da destra e manca.
        Ora che tutti o quasi si sono adeguati, senza capirci na mazza o almeno poco, visto che non è praticamente cambiato nulla sulla operatività in se, salta fuori questa proroga, zero controlli zero sanzioni.

        Ok, riuscirete a mungermi ancora per poco, poi mi tolgo dalle b@lle, però nel contempo, continuo con le mie particolari preghiere mattutine.
        Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
        Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
        Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
        Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

        Commenta


        • #5
          Le proroghe nel campo autonomo si fanno sempre all’ultimo secondo disponibile. È una legge che funziona da 30 anni (anche prima, ma io non c’ero).
          Lo fanno proprio per raccogliere il più possibile dai “gonzi” che cercano di adeguarsi (parlo per me, sia chiaro!) senza inimicarsi i “furbi” che sanno, aspettano e la svangano sempre.
          In questi campi i “cambiamenti” sono certamente solo propaganda.
          “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
          O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

          Commenta


          • #6
            Non posso che essere d'accordo.
            Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
            Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
            Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
            Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

            Commenta

            Attendi un attimo...
            X
            TOP100-SOLAR