Se 500€ vi sembran pochi... - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Se 500€ vi sembran pochi...

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Se 500€ vi sembran pochi...

    Pongo alla vostra attenzione una situazione particolare, ovviamente già discussa e ridiscussa con le parti interessate, ma ci vedo poco chiaro.
    Come immaginabile quando si chiude una attività salta fuori di tutto, insomma sembra che in effetti non finisca mai.
    Ora oltre al quasi irrisolvibile problema della conservazione dati, per tale aprirò un altra discussione, c'è il problema assicurazione.
    Semplice, si dirà… invece no! Mille anni fa è stata stipulata una assicurazione "obbligatoria" a copertura di eventuali errori nelle dichiarazioni e tutte le balle affini, chissà il perché questa scade tutti gli anni il 30/12, belin sembrava solo una cosa stupida oppure una svista, ora però la si paga cara.
    Alla cessazione di questa polizza seguirà una utile assicurazione per i 10 anni a venire contro eventuali grane postume, ok semplice pago il doppio della tariffa annuale e sono a posto per 10 anni, si però il giorno 31/12/2018 resta scoperto, oppure pago la tariffa annuale per un giorno e poi il giorno 01/01/2019 pago la postuma.
    Ebbene questo scherzetto mi costerà 500€ in più.. se vi sembrano pochi, lascate perdere.
    Ora potrei far partire la postuma il giorno 01/01/2019, cosi risparmio 500 cucuzze, però non riesco ad immaginare cosa potrebbe succedere essere scoperti il giorno 31/12/2018... questo giorno ovviamente non è lavorativo indi mai si potrà verificare un invio telematico sbagliato, voi se riuscite a pensare male, ditemelo.
    Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
    Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

  • #2
    Scusa non ho capito il problema …
    Il giorno 31/12 è lavorativo , tutti gli uffici sono aperti , semmai è il giorno 01/01 ad essere chiuso .

    Domanda come mai non hanno messo come data il 31/12/2018 , di che assicurazione si tratta ?

    In ogni caso che io sappia qualsiasi assicurazione si va a pagarla 1-2 giorni prima cioè il 28-29-30 / 12/2018 e viene rinnovata per una altro anno sempre alla scadenza annuale del 30/12/2019 .

    Parlo della assicurazione auto naturalmente e di altre assicurazioni per esempio per la casa .

    Perché dovresti pagare 500 euro per un giorno ?
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

    Commenta


    • #3
      Cerco di spiegare meglio, cerco èh!
      Il perché l'assicurazione è stata fatta in quel modo è incomprensibile, è stato un errore che si trascina da mooolti anni, non c'è nulla da fare scade il 30/12 di ogni anno e si rinnova per l'anno seguente fino al 30/12, ma il problema non è il perché, ormai c'aggia fa, ma la partenza della assicurazione cosi detta postuma, che parte invece dal 01/01/2019, ora cosa può succedere il 31/12/2018?
      In teoria nulla, visto che non ci sarà proprio più nulla da fare, il problema non dovrebbe sussistere ma il diavolo si sa, fa le pentole e non i coperchi per tanto mi servono altri pareri, lo so che è un discorso "specialistico" ma discuterne con più soggetti è meglio.
      Mettiamo che ci sia un errore nella contabilità di un cliente, indi multa assicurata, ovviamente verrà notificato e farà riferimento dalla data della contabilità che non è certamente stata fatta il 31/12, ma allora cosa potrebbe succedere ancora è la domanda.

      L'assicurazione in discussione copre tutte gli errori di contabilità che possono creare danno economico al cliente, questa responsabilità viene protratta per i dieci anni a venire dopo l'ultima, indi ultima contabilità anno 2018 per l'anno 2017 più dieci anni.
      Per tanto è utile avere le spalle coperta anche per tale periodo, ecco che si fa la assicurazione postuma, che costa in un solo versamento anticipato il doppio dell'ultima tariffa, che essendo di 500€ fanno 1.000€, però ho sempre scoperto il giorno 31/12/2018.
      Se trovo perché il mondo mi cascasse addosso proprio quel giorno li, spenderei più volentieri questi 500€... se invece sono solo pippe mentali, evitare di pagare un anno per un giorno cioè 500€, mi farebbe ancor più piacere, tè capì!
      Ok, potrei sentirmi dire, vuoi stare tranquillo sgancia la grana e non romper più i maroni… posso essere d'accordo, ma solo se 500€ vi sembrano pochi.
      Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
      Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
      Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
      Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

      Commenta


      • #4
        Ripeto io non ne capisco nulla di assicurazioni , ma se avessi una assicurazione di tal genere con l'auto o con il lavoro , semplicemente quel giorno terrei chiuso l'ufficio o l'auto in garage e non pagherei 500 euro per un giorno .

        E' giusto sentire magari altri pareri , magari quello del pluricompetente sanitario pensioni inps astronautico , che da un po che non si sente , e magari quello del del pluring esterofilo … a cui in questo caso particolare mi affido … ne avete facoltà .
        Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

        Commenta


        • #5
          Resto in trepidante attesa.
          Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
          Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
          Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
          Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

          Commenta


          • #6
            Se con pluricompetente intendi me, tranquillo! Mi astengo in quanto non ne so granchè e non sarei utile a nulla. Di solito non mi pongo comunque come "competente", ma come pronto a smentire i sedicenti ""competetenti"" che intervengono a far danni!
            In questo caso il tuo primo intervento è sensato ed utile quanto un salvagente nel Gobi. L'assicurazione si paga 2o3 giorni prima! Mannaggia e noi che non ci avevamo pensato!
            Vince1948 ha un problema. Tra la copertura dell'assicurazione precedente e quella che andrà a stipulare c'è una "finestra" di un giorno.
            Ma, trattandosi di assicurazione professionale per i danni cagionati con l'attività contabile... COME vengono conteggiati quei danni e in quale data???
            La domanda non è affatto peregrina. Solo che credo non possa essere risolta dagli utenti del forum!
            Nel mio caso, visto che ho e conosco quel genere di assicurazioni, potrei dire "io non LAVORO il 31-12 e risolvo il problema"!
            Ma appunto nel mio caso la prestazione oggetto di denuncia all'assicurazione è precisa! "il dott TaldeiTali mi ha inciso quest'ascesso il giorno tale!".
            Nel caso di un commercialista che data si applica a un dato contabile? Quando è stata emessa la ricevuta? Quando è stata registrata? Quando si chiude la contabilità dell'anno?

            Boh! E' un problema legale, non da utenti del forum (e certamente NON da pensionati della PA che nemmeno sanno di che tipo di assicurazione stiamo parlando!)

            Così, a pelle, direi che il rischio è davvero marginale. Ma secondo me serve un professionista del settore per essere sicuri!
            “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
              Nel mio caso, visto che ho e conosco quel genere di assicurazioni, potrei dire "io non LAVORO il 31-12 e risolvo il problema"!
              !
              Infatti avevo anche io ipotizzato questa soluzione .

              Se posso dire la mia , tanto da incompetente non rischio nulla , solo opinione , dico che per semplice calcolo matematico vince non rischia nulla per 1 giorno di scopertura assicurativa .

              Il poche parole se sei assicurato 364 giorni l'anno il rischio è solo 1/365 del rischio complessivo , 0.0027 , o 0.27% , molto basso .

              In ogni caso una assicurazione stipulata 01/01/2018 con scadenza 30/12/2018 presenta un evidente errore contabile o svista , che qualsiasi giudice smonterebbe nei riguardi della assicurazione obbligandola a pagare e coprire danni sino al 31/12 … , in quanto l'assicurazione viene intesa per anno solare anche se bisestile , non per giorni .

              In poche parole se per un giorno io dovessi sborsare 500 euro alla assicurazione, piuttosto pago un avvocato per farmi ragione nei confronti della assicurazione .
              Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

              Commenta


              • #8
                ... E semmai nel Gobi mi porto anche le pinne! Hai visto mai?
                “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                Commenta


                • #9
                  Sono d'accordo, l'ho anche scritto che sarebbe stato un discorso per specialisti del settore, ovviamente non molto indicato per il forum.
                  Preciso che le risposte non prevedono una responsabilità... indi va bene tutto.
                  Naturalmente la cosa è stata precedentemente dibattuta, ovviamente con gli specialisti, ma "vedendoci" poco chiaro ho pensato, magari in forum c'è qualcuno che ne sa, cosi riesco a confrontare le soluzioni, che da parte degli specialisti mi farebbero buttare 500€.
                  Il perché è motivato con la sola parolina "si sa mai"... si sa mai de che?
                  Per finire il discorso, dato che la mia padrona non si sente sicura, sgancio moneta e mi metto in tasca la fetta del salame, nel contempo sento un bruciore appena sotto l'osso sacro.
                  ---------
                  Come si faccia poi a smentire i sedicenti competenti, da incompetente non lo so, so però che per smentire un incompetente ci vuole un competente, questo si.
                  E' errato fare il calcolo come è stato fatto, mi spiego: l'assicurazione inizia e finisce il giorno 30/12 perché stipulata il giorno 30/12, non ho scritto che scade in quel giorno e inizia dal giorni 01/01, quella che inizierà dal giorno 01/01 sarà un altra tipologia di assicurazione, sono due cose distinte.
                  La data di pagamento poi non c'azzecca nulla, posso pagare anche un mese prima non certo qualche giorno dopo, perché essendo a scadenza e tacito rinnovo annuale, si delinea come una cessazione, indi sarei scoperto.
                  Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
                  Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
                  Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
                  Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

                  Commenta


                  • #10
                    Non credo che per smentire chi si immagina competente serva per forza un competente. Non è necessario un astronomo per capire che un terrapiattista è un povero scemo che si beve favole irreali, ma dolci al suo orecchio. Comunque anche quando i competenti certi cercano di chiarire qualcosa agli incompetenti certissimi c'è sempre chi si immagina di poter sminuire la competenza altrui. Caso vaccini docet.
                    Relativamente al tema a me parrebbe ovvio che una eventuale azione di rivalsa da parte di un cliente insoddisfatto ben difficilmente punterebbe sulla data del 31/12. Se solo ha un avvocato furbo credo farebbe di tutto per evitare di dare un appiglio alla assicurazione del professionista per poter dire "ah! Non è coperto, non paghiamo! Rivaletevi su si lui!". Quindi ritengo il pericolo davvero minimo. Ma ovviamente è un parere senza alcuna reale rilevanza!
                    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da vince1948 Visualizza il messaggio
                      : l'assicurazione inizia e finisce il giorno 30/12 perché stipulata il giorno 30/12, non ho scritto che scade in quel giorno e inizia dal giorni 01/01, quella che inizierà dal giorno 01/01 sarà un altra tipologia di assicurazione, sono due cose distinte.
                      .
                      Se non ti spieghi bene , nemmeno uno competente ti può consigliare .

                      Questo non lo avevi detto , comunque se sei scoperto per un solo giorno , non lavorare quel giorno , oppure la nuova assicurazione la fai partire sempre dalla data precedente .

                      Il discorso dell'avvocato era se per ipotesi l'assicurazione fosse stata fatta erroneamente dal 01/01/xxxx al 30/12/xxxx , mi sembra logico .
                      Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da vince1948 Visualizza il messaggio
                        l'assicurazione inizia e finisce il giorno 30/12 perché stipulata il giorno 30/12, non ho scritto che scade in quel giorno e inizia dal giorni 01/01, quella che inizierà dal giorno 01/01 sarà un altra tipologia di assicurazione, sono due cose distinte.
                        Io per stare tranquillo, seppure sia trascurabile la possibilita' di qualche evento, immagino che li spenderei questi 500 euro.(come ti hanno gia' detto, "hai visto mai…")
                        [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                        Commenta


                        • #13
                          Errore .Annullata
                          Ultima modifica di experimentator; 16-09-2018, 03:56. Motivo: scritta per errore
                          Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                          Commenta


                          • #14
                            Una assicurazione contabile che mi tenga scoperto il giorno 31/12 da possibili danni contabili che 'io' possa cagionare al cliente è impensabile !
                            Caso strano il 31/12 è la data ufficiale 'tipica' di chiusura dei bilanci. Ovvero determino il reddito aziendale ed applicherò la relativa tassazione.
                            Tenere scoperta proprio quella data in una assicurazione per 'rischio da danni contabili' è come non averla.
                            Questi i miei 10 cets
                            Regolamento: https://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

                            Commenta


                            • #15
                              Non sono un contabile per tanto non è difficile che mi sbagli, e magari ho bisogno di tante parole per spiegare... però la situazione a me sembra chiara, ho una assicurazione che inizia e finisce il 30/12 di ogni anno, un errore che si trascina da una infinità d'anni, ma in effetti non c'è nulla di troppo strano, l'anno è coperto.
                              Ora devo fare una assicurazione per gli anni a venire, che non può partire dal 31/12/18, perché in tale data l'attività è ancora attiva… ma partirà dal 01/01/19, quando l'attività sarà cessata, però coprire la giornata del 31/12/2018 mi costa tanto quanto un anno, cioè 500€, a me sembra chiaro come esporlo diversamente non so.
                              A questo punto si tratta di capire cosa potrebbe succedere risparmiando questi 500€ a copertura di un solo giorno il 31/12/2018, tutto qui.
                              -----
                              Elisabetta è quasi cosi, la giornata del 31/12 in se non conta, potrei essere in ferie… la chiusura dei bilanci, a fine anno, non è possibile siano fatti effettivamente in quella giornata, perché non hai tutta la documentazione a disposizione, es, le banche ti manderanno a fine gennaio del 2018 gli estratti conto del 2017 ecc. se ti va bene.
                              Diciamo che quella data è lo spartiacque fra una contabilità ed un altra, nel senso che tutto, fatture spese ecc. di quell'anno si fermano li, cioè ad esempio, fanno parte del 2017, ma andranno operativamente conteggiate nel 2018... di conseguenza il bilancio 2017 vero e proprio, lo si fa dopo la chiusura della contabilità, che può avvenire anche ad anno inoltrato, dipende dalla quantità di dati da inserire, mia moglie di solito se la sbroglia in Giugno/luglio, ovviamente non dopo la data di chiusura, che viene determinata dallo stato, quest'anno credo sia il 31/10/2018.

                              Per esser "fiscali" in effetti, la contabilità non finisce mai, al limite si può intervenire su di essa anche 4 anni dopo, ma qui andiamo sul complicato.
                              Comunque sia ripeto, è impossibile che ci sia un bilancio definitivo nella giornata del il 31/12/2017 dello stesso anno, ma uscirà più avanti "alla" giornata del 31/12/2017 ma nel 2018 inoltrato… per questo sto cercando il senso della copertura per quel cavolo del 31/12/2018.
                              Quando ho installato il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, ho dovuto risolvere problemi che prima non avevo.:cry:
                              Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
                              Caldaia a basamento Immergas NCX 25 Sirio Vip 1990 - rendimento 94,4%.:shocked:
                              Meglio un amico sbronzo che un parente §tronzo.

                              Commenta


                              • #16
                                Alla fine dipende da te. Le valutazioni sono ovviamente personali. Ripeto. Io pagherei. Ma non conosco i rischi legati a quel giorno specifico. Io comunque la vedo come Elisabetta.
                                [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                Commenta


                                • #17
                                  Behh per dormire sonni tranquilli e non pensarci più , converrebbe pagare l'assicurazione indubbiamente .
                                  Piuttosto chiederei alla assicurazione se è possibile per esempio farla per 3 mesi per coprire il giorno del 31/12 e pagare di meno .
                                  Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                  Commenta


                                  • #18
                                    stai ragionando da povero, non stai ragionando da imprenditore, eppure nel messaggio di esordio c'è già insita la risposta
                                    Originariamente inviato da vince1948 Visualizza il messaggio
                                    Come immaginabile quando si chiude una attività salta fuori di tutto, insomma sembra che in effetti non finisca mai.
                                    Ora oltre al quasi irrisolvibile problema della conservazione dati, per tale aprirò un altra discussione, c'è il problema assicurazione.
                                    Semplice, si dirà… invece no! Mille anni fa è stata stipulata una assicurazione "obbligatoria" a copertura di eventuali errori nelle dichiarazioni e
                                    Ebbene questo scherzetto mi costerà 500€ in più.. se vi sembrano pochi, lascate perdere
                                    qui nascono le due visioni
                                    un povero vede questi 500,00 euro come il pagamento per un giorno di copertura
                                    un imprenditore lo vede come copertura globale da aggiungere alla quota esposta
                                    è evidente che la polizza non la cominciasti 1.000 anni fa, ma nemmeno tre, facciamo un'ipotesi : "20 anni"
                                    l'imprenditore dice :
                                    fino ad ora ho pagato 500,00 euro real time all'anno
                                    per il futuro devo pagare una seconda assicurazione il cui costo ha due componenti
                                    una componente di 500,00 euro, per intendersi (500/20) 25,00 euro per ogni anno trascorso per coprire il passato e 1.000,00 euro per coprire il futuro
                                    tutto sommato mi sembra ragionevole,
                                    sui 1.500,00 euro faccio il ragionamento

                                    altro è dire che 20 anni or sono avresto dovuto leggere il contratto prima di firmalo, ma critica un'azione di 20 anni fa è ozioso

                                    ovviamente io ho ipotizzato 20 per costruire un ragionamento, potrebbe essere un numero diverso
                                    -----+++++-----
                                    anzi, ho riflettuto dopo aver inviato il messaggio, è ancora diverso ed aggiungo dopo questa considerazione leggermente diversa
                                    gli errori contabili vanno in prescrizione per cui è ancora meglio
                                    se non vado errato dopo 10 anni, mi corregga chi ne sa di più
                                    per cui la seconda assicurazione non ti coprirà fino alla tua morte ma fino alla tua prescrizione giacchè dopo non serve a nulla
                                    per cui vuol dire che i mille euro servono per 10 anni, ma 1.000 / 10 = 100, cento euro all'anno
                                    ma i 500,00 euro ti coprono verso errori passati non oggi palesi che ovviamente anno la profondità di 10 anni, per cui 500 /10 = 50
                                    immaginiamo pure che il "10" che ho ipotizzato sia errato, comunque il ratio è sempre 2:1. in pratica la copertura determinata da 500,00 euro vale come quella determinata dai 1.000,00 euro
                                    ma allora se parli di quantità dovresti criticare i mille euro, non i 500

                                    così ragiona un imprenditore !
                                    ognuno deve prendersi le sue responsabilità, ma non deve mai dimenticare che "sue" è sottolineato
                                    " Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato " ( Dalai Lama )

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Il discorso però è se io chiudo l'attività il 30/12 e non il 31/12 perché dovrei pagare una assicurazione annuale per un giorno ?

                                      In poche parole se io fossi l'imprenditore chiuderei la partita iva il 30/12 , il 31 io non ho lavorato e quindi non emetto fatture ecc...

                                      Ad ogni modo chi ha soldi paghi , io non so le necessità degli altri ognuno si regola come vuole .
                                      Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                      Commenta

                                      Attendi un attimo...
                                      X