adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

consiglio su riscatto di un'eredità immobiliare

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • consiglio su riscatto di un'eredità immobiliare

    Salve a tutti , leggo con una certa regolarità ,ma fino ad oggi non ho mai avuto occasione di pubblicare qualcosa.
    Adesso, credo proprio sia arrivato il momento di chiedere delucidazioni, visto che sto per ricevere un appartamento in eredità.
    L'abitazione ,diciamo pure che deve essere smantellata e rifatta completamente, salvo i muri perimetrali.
    Si trova a Roma ed è al pian terreno rialzato (2 gradini da 10 cm) di una villetta trifamiliare, a pianta rettangolare divisa sull'asse verticale da un corridoio.
    E' stata costruita da mio nonno tra il 1970 ed il 1973 con tecnica mista di muri "maestri" perimetrali e pilastri con trave a sostegno della sezione centrale del rettangolo che misura 15 x 10 metri circa. Il trave è disposto dividere in due i lati corti del rettangolo. I lati lunghi sono esposti a nord est e sud ovest e lati corti sud-sudest e nord-nordovest.
    Cortina esterna che ricopre mattoni pieni posati in pianta da 30cm di lunghezza per 25 di larghezza e 12 di altezza.
    Al di sotto del pavimento si trova il locale garage grande quanto la pianta dello stabile stesso e quindi dell'appartamento che dovrei ereditare.
    Il solaio che divide i due ambienti è costituito da travetti di cemento.
    Al di sopra due appartamenti ,entrambi abitati, uno di mia proprietà.
    I Soffitti sono alti circa 310cm, per un totale di circa 140 mq calpestabili.
    La mia intenzione è quella di studiare una profonda ristrutturazione in vista di una futura suddivisione dell'intera villetta in BI-familiare,qualora l'ultimo appartamento non in mio possesso venisse messo in vendita.
    La casa ha l'allaccio del gas e possibilità di canna fumaria (anche se non amo i camini) e si riscalda con una caldaia installata nel 2008 che alimenta un impianto a termosifoni in ghisa posti nel sotto finestra delle stanze. Ho possibilità di installare un impianto fotovoltaico al di sopra del terrazzo dell'appartamento al secondo piano che espone a lato sud-sudest.

    Secondo voi , posso rientrare su una cifra approssimata di 800 euro il metro quadro per il solo appartamento?

    Quanto mi potrebbe costare sbancare il perimetro per evitare il contatto con la terra?

    Sto valutando se economicamente possa essere un buon acquisto.
    Non voglio dover spendere troppo, per un appartamento che possa valere molto meno della somma di acquisto piu' ristrutturazione.
    Grazie a chi eventualmente vorrà condividere con me il suo parere.

  • #2
    Se erediti non devi acquistare, non capisco.
    Per il resto tutto dipende dalle tue disponibilità.
    In generale conviene investire finanziariamente e non in immobili.
    Se invece vuoi stare tranquillo, eredita ma senza ristrutturare. pagherai solo l'Imu seconda casa ma non avrai scocciatori al piano di sotto.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

    Commenta


    • #3
      Lucas, ha ereditato un appartamento di 3 di cui é composta l'abitazione, probabilmente é giá proprietario di un secondo di questi e confida nella messa in vendita del terzo, che non é suo.
      O almeno, io dallo scritto ho dedotto ciò

      Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
      Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

      Commenta


      • #4
        Non è molto chiaro. In questi casi BISOGNA essere chiari e mettere cifre.
        In linea di massima, se servono 140 mq *2 = 280 mq di casa ( ovvero accorpare due appartamenti su tre, a quanto pare) è un conto. Altrimenti come investimento a mio parere non sono un buon investimento.
        E' una questione di cifre. Se a quanto pare volesse acquistare il terzo appartamento a 800 al metro sono 112k € + ristrutturazione direi totale o quasi dei tre piani. Ovvero 50/100 mila a piano a seconda di quello che vuoi fare. Va a finire che è un investimento di 250/400 mila € in base a quello che vuoi fare. E che non frutta nulla di interessi se non IMU da pagare etc etc. Bisogna vedere che utilizzo deve avere.
        Poi questa sarebbe la sezione "risparmio-energetico-ed-efficienza-energetica".
        Ma, quella richiesta, parrebbe essere una consulenza finanziaria/personale.
        ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da Lucas2 Visualizza il messaggio
          Non è molto chiaro. In questi casi BISOGNA essere chiari e mettere cifre.
          In linea di massima, se servono 140 mq *2 = 280 mq di casa ( ovvero accorpare due appartamenti su tre, a quanto pare) è un conto. Altrimenti come investimento a mio parere non sono un buon investimento.
          E' una questione di cifre. Se a quanto pare volesse acquistare il terzo appartamento a 800 al metro sono 112k € + ristrutturazione direi totale o quasi dei tre piani. Ovvero 50/100 mila a piano a seconda di quello che vuoi fare. Va a finire che è un investimento di 250/400 mila € in base a quello che vuoi fare. E che non frutta nulla di interessi se non IMU da pagare etc etc. Bisogna vedere che utilizzo deve avere.
          Poi questa sarebbe la sezione "risparmio-energetico-ed-efficienza-energetica".
          Ma, quella richiesta, parrebbe essere una consulenza finanziaria/personale.
          Hai ragione non sono stato molto chiaro.
          L'appartamento è per 2/3 di mia proprietà e dovrei rilevare,eventualmente la terza ed ultima parte.
          Il secondo appartamento è mio e l'ultimo (il terzo) di un parente. Sul quale ho la priorità nell'eventualità dovesse vendere.
          L'idea iniziale era quella di realizzare un immobile bifamiliare, un'ala di mia proprietà ed l'altra dei miei genitori.
          Le spese di adeguamento energetico sono legate alla fattibilità del progetto stesso.
          Inoltre,come tutti i progetti di risparmio energetico, il fattore finanziario è rilevante.
          Vedrò in seguito,se realizzare il terzo piano con un tetto in legno vista la presenza di un terrazzo.

          Commenta


          • #6
            Qui siamo nella sezione risparmio energetico di un forum dedicato ad tutte altre tematiche. Non credo ci siano sezioni di consulenza finanziaria. Tu di questo hai bisogno, non del forum di "Energetica e Ambiente". Che e' tutta altra cosa.
            Come dicono a Roma, c'entra "come i cavoli a merenda".
            Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

            Commenta


            • #7
              In effetti con energia e ambiente, per ora, non c'azzecca granché. Ho spostato la discussione al bar.
              Domotica: schemi e collegamenti
              e-book Domotica come fare per... guida rapida

              Commenta


              • #8
                Ok, adesso è un pò più chiaro.
                Beh riguardo alla riqualificazione energetica, fai dei preventivi per cappotto termico oppure calcolati da solo la superficie da coprire col cappotto e moltiplica per circa 60-70 €/mq che è il costo spannometrico di un cappotto. Poi serramenti e riqualificazione tetto.
                Somma tutte queste cifre al costo dell'appartamento e dell'1/3 che vuoi acquistare dell'altro e ti risulta più o meno la spesa di base per quello che vuoi fare. Poi c'è tutto il resto. calcola deetrazione 65 % per il cappotto e 50% serramenti. Generatore ci pensi in base all'eventuale riqualificazione energetica.
                Poi ci sarà tutto il resto. Quello devi valutarlo tu.
                ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR