annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pensiamo a un nuovo LockDown

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da JO GREEN Visualizza il messaggio
    non avendoli subito ce le siamo cavati BENE con enoxaparina e betametasone (più facilmente prescrivibili dal medico di famiglia e reperibili in farmacia)..
    Ecco, è importante capire i diversi ambiti in cui si muovono i "presidi terapeutici".
    Giustissimi l'uso dell'eparina che si è dimostrata efficace nel ridurre il rischio di problemi di microcoagulazione diffusa (che probabilmente è stata causa di molte morti). Giusto anche l'utilizzo degli steroidei per intervenire sull'altro grande rischio collegato. L'infiammazione.
    Ma deve essere chiaro che questi NON sono una "terapia" vera e propria per l'infezione da Covid19! Sono importantissimi farmaci che AIUTANO un organismo che già si difende sa sè!
    I monoclonali invece sono la prima, vera forma di TERAPIA che va a colpire direttamente l'infezione. Aiutando la risposta immunitaria, che, segnalo a chi non lo sapesse, in una ridotta percentuale di casi NON C'E' NEMMENO!
    Questi sono i casi, potenzialmente mortali, in cui i monoclonali sono l'unico presidio disponibile. Oltre al vaccino, ovvio.
    Ultima modifica di BrightingEyes; 15-01-2021, 11:43.
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
    O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

    Commenta


    • Grazie delle info BE.
      Speriamo allora di riuscire ad essere VELOCI a somministrare i monoclonali a chi ne ha bisogno.
      Oggi siamo già messi meglio rispetto a 2 mesi fa: con i test rapidi riusciamo ad avere una diagnosi veloce (ti avessero ascoltato prima!).

      Speriamo di vedere presto linee guida CHIARE con l’iter che porta alla somministrazione:
      criteri di eleggibilità del paziente
      CHI valuta e autorizza l’uso del farmaco (MGG, USCA, reparti covid, pronto soccorso)
      somministrazione (domiciliare o ospedaliera)
      reperibilità (farmacia con ricetta MMG, farmacia ospedaliera).
      FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

      Commenta


      • Forse più che parlare io cito quanto scritto nell' articolo con data 29/12/2020 .

        https://www.ilgiornale.it/news/crona...d-1912569.html

        Gli anticorpi monoclonali (o MAb, dall'inglese Monoclonal Antibodies) sono particolari tipi di anticorpi, quindi molecole, che hanno il compito di riconoscere gli invasori (in particolare i patogeni come batteri e virus), per permettere al nostro organismo di neutralizzarli.
        Questo significa sia in fase iniziale che avanzata della malattia , solo che come detto nella fase avanzata il virus ha fatto danni e tutto dipende se il paziente riesce a superare la fase critica , ma gli anticorpi comunque neutralizzano il virus evitando ulteriore infiammazione .

        Come funzionano. "Gli anticorpi monoclonali sono farmaci prodotti in laboratorio con speciali procedimenti, simili agli anticorpi naturali da noi prodotti, appositamente disegnati per riconoscere e neutralizzare il coronavirus. Infatti, essi si legano alla proteina spike, considerata come la chiave di ingresso del virus nelle cellule impedendo per tale motivo il diffondersi del virus tra le cellule e quindi la sua replicazione. In sintesi, si possono definire degli immuno-farmaci in grado di bloccare efficacemente l'infezione virale", ha spiegato in esclusiva per ilgiornale.it Renato Bernardini, Professore ordinario di farmacologia all'Università di Catania e membro del Consiglio Superiore di Sanità.

        "È un ulteriore strumento nell'armamentario dei farmaci definiti anticorpi monoclonali", afferma Bernardini - L'anticorpo monoclonale inglese sarebbe dotato della capacità di garantire immunità immediata contro il virus Sars-Cov-2 conferita per il significativo periodo di sei-dodici mesi. Questo anticorpo sarebbe in grado di revertire la malattia anche in pazienti ospedalizzati. i risultati definitivi di questa immunoterapia dovrebbero essere resi noti intorno a marzo-aprile 2021".
        "È un ulteriore strumento nell'armamentario dei farmaci definiti anticorpi monoclonali", afferma Bernardini - L'anticorpo monoclonale inglese sarebbe dotato della capacità di garantire immunità immediata contro il virus Sars-Cov-2 conferita per il significativo periodo di sei-dodici mesi. Questo anticorpo sarebbe in grado di revertire la malattia anche in pazienti ospedalizzati. i risultati definitivi di questa immunoterapia dovrebbero essere resi noti intorno a marzo-aprile 2021".
        "L'anticorpo monoclonale che abbiamo selezionato come frutto della ricerca di laboratorio condotta nei mesi scorsi dal MAD (Monoclonal Antibody Discovery) Lab, è stato prodotto da Menarini Biotech di Pomezia e siamo adesso davvero a un passo dall'avvio delle prove cliniche, previsto per i primi di gennaio". A spiegarlo all'Ansa è Andrea Paolini, direttore generale di Fondazione Toscana Life Sciences, polo di eccellenza scientifica. "La fase 1, che verificherà la sicurezza della terapia - precisa - sarà svolta su persone sane e condotta dall'Istituto Spallanzani di Roma e dal Centro di Ricerche Cliniche di Verona".

        Insomma, il 2021 sta portando tante frecce al nostro arco: la strada è ancora lunga, in salita e tortuosa ma si vedono, nitidamente, più luci in fondo al tunnel.

        In poche parole da quello che capisco io ,essendo in fase sperimentale , si preferisce usarlo in pazienti non troppo gravi, in fase iniziale della malattia , per far si che si abbia una guarigione certa ed il farmaco risulta efficace e sia di sicuro approvato .
        Questo non toglie che il farmaco sia efficace ed possa essere utile anche per i casi di pazienti più gravi a cui potrebbe anche salvare la vita , anche se la guarigione sarebbe più lunga di quanto previsto .

        Commenta


        • Si, Expy. Tutto preciso e comprensibile.
          Tutto ciò NON toglie che i monoclonali per ora NON possono assolutamente essere proposti come alternativa fattibile al vaccino!
          Se non vuoi fare il vaccino non farlo! Aspetta pure i monoclonali! Ma in LD! TUO!
          Come ho già più volte sottolineato è, come da un anno a questa parte, la fascia over70 il vero "punto cruciale" della situazione!
          Se, per assurdo, potessimo applicare la pandemia solo alle persone under70 questa malattia sarebbe stata assimiliabile a una influenza molto brutta. Quindi una malattia respiratoria che in un numero basso, ma comunque non trascurabile, di casi presenta complicazioni, strascichi a lungo termine e in casi anche più rari addirittura pericolo di morte.
          Nulla comunque che potesse giustificare misure di emergenza nazionale con limitazione delle libertà personali al punto attuale.
          Questo ormai è assolutamente INNEGABILE. I dati scientifici epidemiologici sono su milioni di casi e le percentuali di gravità e letalità ormai accertate.
          Fino ad oggi però si è scelta in Occidente una strada più ETICA che SCIENTIFICA per affrontare il problema. Stravolgendo le costituzioni per calpestare decine di diritti teoricamente "garantiti" in nome dell'assoluta emergenza, ma contemporaneamente pretendendo che altri diritti siano invece più "elevati" e non stravolgibili nemmeno dall'emergenza epidemica!
          Io sono sempre stato molto scettico e critico su questa impostazione. Ma mi rendo anche conto che chi governa deve equilibrare diverse esigenze e anche l'apporto elettorale delle fasce a rischio è un fattore che deve essere messo in conto. Esattamente come la "salute" e l'"economia", che dopo i risibili tentativi di anteporre l'una o l'altra a seconda delle inclinazioni ideologiche o di convenienza sono ORA di fatto in assoluto equilibrio! Infatti le richieste pressanti di "un nuovo LD come a marzo" che provengono da Crisanti e dal resto della sua claque segregazionista sono di fatto ignorate e l'unica prospettiva che resta è quella delle zone rosso-arancio. Che di fatto sono un tentativo di "contrattazione equilibrata" fra esigenze economiche e di salute di stato.
          Ritengo però che questa impostazione NON SARA' più totalmente accettabile quando il vaccino sarà disponibile in dosi adeguate.
          Se davvero a marzo ogni ultra80enne avrà la possibilità di essere già vaccinato a me sembra del tutto OVVIO che molte prospettive DEVONO cambiare!
          Chi ha ricevuto l'offerta del vaccino e l'ha rifiutata firma di fatto una dichiarazione di manleva per il resto della cittadinanza! E' come il paziente ricoverato che firma per uscire, manlevando così i medici da ogni responsabilità!
          Chi rifiuta il vaccino nelle fasce a rischio ha solo DUE strade! O si mette LUI in LD rigido isolandosi dal mondo O si assume in toto ogni responsabilità!
          Per chiarire... vedo sempre più difficile anche mantenere l'accondiscendenza della gente su molte misure ora date per scontate. A partire dalle stesse mascherine portate ovunque!
          Questo è un RISCHIO! Perchè si rischia davvero un rimbalzo ideologico pericoloso!
          Quindi vedo con molto favore l'iniziativa della UE per la "patente di vaccinazione". Solo in questo modo si possono responsabilizzare le persone SENZA pensare a impossibili obblighi generalizzati che scatenerebbero, a mio parere, una forte reazione che inevitabilmente poi si estenderebbe anche a particolari meno "discutibili", come appunto mascherine, distanziamento, precauzioni in genere!

          Per finire ho trovato un parere, secondo me molto ben informato e strutturato, seppure esagerato in alcune conclusioni, che fa ben capire la riflessione in corso sulla stagione della "Costituzione sospesa, ma solo per i giovani" che stiamo attraversando!

          https://www.rivistaianus.it/forum/co...30_Negroni.pdf

          P.S. Comunque per chi volesse approfondire le ENORMI prospettive terapeutiche che la tecnica ad mRNA apre:
          https://ilbolive.unipd.it/it/news/rn...vid19-non-solo
          Ultima modifica di BrightingEyes; 16-01-2021, 13:22.
          “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
          O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

          Commenta


          • Leggo dal profilo fb di bassetti

            Finalmente anche in Italia potremo sperimentare gli anticorpi monoclonali per la cura del Covid nelle fasi precoci della malattia. Aifa ha autorizzato la sperimentazione: una possibilità in più per la gestione del Covid. Un Grazie sincero al neopresidente Giorgio Palu’ che ha permesso tutto questo. Un cambio di passo da parte di Aifa che ci voleva.

            Commenta


            • oggi sono stato ad un funerale, è morto a 92 anni, fin qui pur nel dispiacere ci sta
              fino a fine novembre stava bene, viveva da solo con tranquillità per sua precisa scelta, poi in pochi giorni è crollato decisamenti per problemi all'intestino, è stato ricoverato che NON AVEVA TRACCE DEL C. DI VIRUS DI MODA, successivamente poco prima che morisse lo hanno trovato positivo
              lo stato voleva incenerirlo ma i figli si sono opposti con la massima decisione (hanno fatto bene) per cui DEVE venire sepolto in una bara

              fin qui, direte, che cosa C. ce lo raccontia fare ?

              a questo punto è entrata in scena l'odiosa burocrazia itagliana
              dato che negli ultimissimi giorni di vita anche se (purtroppo) l'esito era irrevocabile comunque già prima per la malattia diagnosticata con precisione lo hanno trovato positivo per cui è stato vietato che sia sepolto con la moglie morta da circa due anni
              gli odiosi hanno detto alla famiglia che verrà depositato in un'area ove possono permanere gli appestati ma ....... dicono ..... tra 10 anni ( DIECI ANNI !) se la famiglia ne faràrichiesta potrà essere rimosso da lì ed essere seppelitto con sua moglie

              MI VERGOGNO PROFONDAMENTE DI ESSERE itagliano !!!
              questi stanno biecamente approfittando di un virus per rincogl..rci
              RIBELLIAMOCI !


              non solo, dato che è morto positivo genererà un +1 nella lista che sapete
              RIVERGOGNA !

              Commenta


              • La burocrazia itagliana e' parente strettissima degli itagliani che la mettono in atto(spesso con l'intima soddisfazione di sentirsi coloro che decidono). Di cosa ti stupisci? Di una nazione di ignoranti? Pensi che in germania o in francia o in svezia le cose sian diverse? Beh, se fosse e' una mera fagiolata.
                Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                Commenta


                • Originariamente inviato da B_N_ Visualizza il messaggio
                  o

                  a questo punto è entrata in scena l'odiosa burocrazia itagliana
                  dato che negli ultimissimi giorni di vita anche se (purtroppo) l'esito era irrevocabile comunque già prima per la malattia diagnosticata con precisione lo hanno trovato positivo per cui è stato vietato che sia sepolto con la moglie morta da circa due anni
                  gli odiosi hanno detto alla famiglia che verrà depositato in un'area ove possono permanere gli appestati ma ....... dicono ..... tra 10 anni ( DIECI ANNI !) se la famiglia ne faràrichiesta potrà essere rimosso da lì ed essere seppelitto con sua moglie

                  !
                  In effetti non si capisce del perchè di questa imposizione ...
                  Una volta morto , non credo il morto sia più contagioso , morto e sepolto dentro una bara chiusa e sigillata .


                  Commenta


                  • Costa molto meno e sopratutto nei grandi centri non hai il problema di reperimento loculi e spazi.
                    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                    Commenta


                    • Concentriamoci sulle notizie finalmente super-positive! Fra poche settimane, se si decidono a consegnarci questi benedetti vaccini, forse potremo dimenticare i problemi relativi a feretri e sepolture!

                      Vaccino Covid, Israele: calo di contagi dopo la prima dose | Notizie.it

                      La notizia è di importanza fondamentale, se sarà confermata!
                      Una sensibilità così grande ed immediata ad una percentuale di vaccinati ancora in prima dose sarebbe davvero la pietra tombale su tutte le menate prudenziali sul "vaccino che protegge ma non garantisce la non contagiosità" e spalancherebbe le porte a quella "patente di immunità" che è la vera porta di uscita dall'emergenza!
                      “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                      O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da BrightingEyes Visualizza il messaggio
                        Concentriamoci sulle notizie finalmente super-positive! Fra poche settimane, se si decidono a consegnarci questi benedetti vaccini, forse potremo dimenticare i problemi relativi a feretri e sepolture!

                        Vaccino Covid, Israele: calo di contagi dopo la prima dose | Notizie.it

                        La notizia è di importanza fondamentale, se sarà confermata!
                        Una sensibilità così grande ed immediata ad una percentuale di vaccinati ancora in prima dose sarebbe davvero la pietra tombale su tutte le menate prudenziali sul "vaccino che protegge ma non garantisce la non contagiosità" e spalancherebbe le porte a quella "patente di immunità" che è la vera porta di uscita dall'emergenza!
                        guarda, monitoro i dati su israele da 2 settimane in modo di trovare questa notizia.
                        Sinceramente mi sembra ancora presto
                        https://www.google.com/search?q=covi...active&ssui=on

                        ma se tra una settimana il trend è questo stappo la bottiglia e me metto a ballare nudo in mezzo alla strada ... :-D

                        Commenta


                        • Si, in molti pensano sia ancora presto. Secondo alcuni la copertura vaccinale degli anziani comincia ad essere importante. Vero, ma altri dicono (per me giustamente) che se il problema riguardasse solo gli anziani vedremmo una flessione dei casi ospedalieri, non tanto dei contagi!
                          Di sicuro stanno ormai passando agli over45, quindi a breve vedremo dati certi. Serve una settimana dopo la seconda iniezione per avere la copertura totale.
                          “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                          O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                          Commenta


                          • Relativamente alla iper-pubblicizzata notizia dei 23 decessi da vaccino in Norvegia in realtà l’articolo originale si guarda bene dal riferirli al vaccino. Anzi mette in chiaro che si tratta in tutti i casi di persone molto anziane e tutte con gravissimi problemi di salute preesistenti. In pratica persone ad altissimo rischio Covid che si è cercato di proteggere tramite il vaccino.
                            Correttamente l’articolo originale mette in evidenza che ogni settimana in Norvegia muoiono circa 400 persone in quelle condizioni, quindi il fatto che ci siano 23 decessi è più da annoverare come decessi CON vaccino che non PER vaccino. In pratica non c’è alcuna prova reale che quei decessi siano da imputare al vaccino, anche se, sempre correttamente,gli scienziati avanzano l’ipotesi che anche una banale reazione febbrile al vaccino avrebbe potuto sbilanciare situazioni già molto compromesse.
                            La conclusione al momento è che dovrà essere il medico curante a valutare per il singolo caso se sia meno rischioso tenere il paziente isolato o sottoporlo a vaccinazione.

                            Se la storia preoccupa qualcuno segnalo che lo stesso articolo non riporta alcuna reazione grave a persone anche anziane, ma senza gravi patologie preesistenti. Così come nessuna reazione grave è stata segnalata fra i 2 milioni di israeliani gia vaccinati.
                            Ci sono invece numerose (sempre relativamente ai numeri altissimi) segnalazioni di reazioni blande, perlopiu allergiche, dolore localizzato, febbre e pochissime reazioni di media gravità come paralisi di Bell o fenomeni di anafilassi.
                            In sostanza si conferma che al momento è esclusa qualsiasi ipotesi di obbligatorietà del vaccino. A parte poche categorie professionalmente obbligate e le persone ad alto rischio.

                            “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non è affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell
                            O sant’asinità, sant’ignoranza, santa stolticia e pia divozione, qual sola puoi far l’anime sí buone, ch’uman ingegno e studio non l’avanza. Giordano Bruno

                            Commenta


                            • Sto monitorando anche io Israele ma i dati sembrano piuttosto altalenanti...
                              Il grafico aggiornato a ieri (circa 5.000 nuovi contagi) , oggi quasi 10.000.
                              Probabilmente è presto per vedere i risultati.
                              You do not have permission to view this gallery.
                              This gallery has 1 photos.
                              FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                              Commenta


                              • Israel Coronavirus update with statistics and graphs: total and new cases, deaths per day, mortality and recovery rates, current active cases, recoveries, trends and timeline.
                                FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X
                                TOP100-SOLAR