annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Brevetti su territorio italiano....

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Brevetti su territorio italiano....

    Un rapido sguardo a questo sito http://www.ufficiobrevetti.it/ permetterà a chiunque di accedere alle informazioni riguardanti i brevetti di tipo italiano, europeo e internazionale. Sulla base della legge del 1 Gennaio 2006 ,vi sono novità circa le spese da sostenere da quanti hanno idee ,intuizioni o costruzioni di dispositivi particolari di loro assoluta creazione.



    E per chi,come il sottoscritto,fosse spiantato o quasi ........ ----> http://www.ufficiobrevetti.it/faq/brevetti...gevolazioni.htm wink.gif

    Edited by OggettoVolanteIdentificato - 3/2/2006, 01:52

  • #2
    purtroppo i brevetti costano troppo e se li fai solo italiani ti salvaguadi l'idea solo quì, non sapendo neanche se il tuo progetto sarà originale o già presentato in altre 10 nazioni da altri 10 come te, gli europei sono un po più completi ed interessanti ma costano intorno ai 5000 euro se fai tutto il mondo, devi vendere la casa (se l'hai) altrimenti diventi solo un pollo da spennare,da chi di mestiere cerca idee da copiare per le grandi industrie.... peccato! enzo.

    Commenta


    • #3
      CITAZIONE (mariomaggi @ 3/2/2006, 12:02)
      MetS, posso cancellare questo tuo post (ti do nome e cognome e indirizzo, anzi, li sai gia'). Cancello anche i miei due ovvamente, e la risposta che darai.

      Ciao
      Mario

      Il mio l'ho gia' tolto, puoi fare altrettanto con i tuoi.
      Ma io non mi riferivo al 3D.
      C'e' qualcuno che si diverte a cancellare i miei post sul Tagboard.

      Ciao
      MetS

      PS Cancella anche questo



      Mario
      Ma cosa avete spostato?
      C'erano una decina di messaggi, adesso ce ne sono giusto due piu' i nostri di commenti.
      Cosi' non e' la stessa cosa.
      Io stesso avevo messo dei link di riferimento ed il sito dove riportava la notizia.

      Ciao
      MetS

      Commenta


      • #4
        Riporto una serie di informazioni,ottenute da contatto e-mail con l'ufficio brevetti. ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------'In merito alla sua gentile richiesta, le fornisco indicazioni relative in merito al costo del deposito di una domanda di brevetto che comunque può variare in base alla complessità dello stesso e molto dipende anche dal numero dei disegni e dalle pagine della descrizione.
        In media il costo per il deposito di una domanda di brevetto in Italia è di circa 1.700,00 Euro e comprende la relazione tecnica, i disegni e le rivendicazioni, oltre che l'analisi dell'invenzione ed il deposito della domanda. Il costo può aumentare se l'oggetto da brevettare è particolarmente complesso o richiede una lunga descrizione.
        Dal 1 Gennaio 2006 sono state abolite in Italia le tasse di mantenimento in vita (annualit&agrave per i brevetti, per cui dopo il deposito non ci saranno ulteriori spese di mantenimento.
        Dal deposito della domanda di brevetto italiano ha a disposizione 12 mesi di tempo per potere presentare domanda di brevetto estero o internazionale, avvalendosi della precedente data di priorità, ovvero precedendo fino a quella data eventuali soggetti che avessero in quel periodo depositato una domanda di brevetto uguale alla sua. Questo periodo puo' esserle utile per valutare l'impatto commerciale del suo brevetto o trovare possibili finanziatori.
        Se lo preferisce è comunque possibile depositare fin da subito una domanda di brevetto europeo o internazionale (PCT), che certamente hanno un valore maggiore sia dal punto di vista dell'estensione in più stati sia per il fatto che questi brevetti vengono concessi solo a seguito di un esame approfondito della novità e dell'attività inventiva. Il costo di questi depositi è però più alto rispetto a quello italiano e per un deposito iniziale, non preceduto da una domanda di brevetto italiano, occorre preventivare dai 5.000 ai 6.500 Euro a seconda del tipo di brevetto e degli stati che interessano. Anche tale cifra, come nel caso della domanda di brevetto italiano, può aumentare se il brevetto è particolarmente complesso o richiede una descrizione lunga.
        Se invece vuole procedere a depositare una domanda di brevetto europeo come estensione di una domanda di brevetto italiano il costo è di circa 3.600 Euro, se non si rendono necessari interventi rilevanti sul testo originario. Il costo aumenta a circa 4.500 Euro se invece vuole depositare una domanda di brevetto internazionale (PCT) come estensione di una domanda di brevetto italiana.
        Se deposita un brevetto italiano, l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi non esegue alcuna ricerca di novità che, se vuole, può farla privatamente. Essa risulta in genere piuttosto complessa e se ne possono fare di diversi tipi a diversi costi. Quella che solitamente consigliamo e' una ricerca internazionale che fornisce dei risultati molto attendibili con estratti e disegni in lingua inglese ed ha un costo di circa 700,00 Euro o di circa 1400,00 se vuole ottenere insieme alla ricerca anche un parere sulla brevettabilità.'-------------------------------------------------------------------------------------------------------------Questo in linea di massima.Per ulteriori chiarimenti,l'Ufficio Brevetti si è dimostrato ampiamente disponibile a chi si trovasse in difficoltà progettuali, tecniche o per le procedure legali e burocratiche,la cortesia dimostrata è stata notevole e fruttuosa,soprattutto per il sottoscritto.

        Edited by OggettoVolanteIdentificato - 8/2/2006, 03:05

        Commenta


        • #5
          CITAZIONE (OggettoVolanteIdentificato @ 8/2/2006, 03:04)
          Riporto una serie di informazioni,ottenute da contatto e-mail con l'ufficio brevetti.

          Ciao OVI,
          come sempre, quello che scrivi è corretto.
          Volevo fare solo un paio di precisazioni.
          _ La distinzione che fanno tra brevetto lungo o corto ha la soglia di 20 pag. su protocollo uso bollo ed interlinea 4 (mi pare). Il delta costo è di circa 250 Euro (vado a memoria)
          _ Il costo dei brevetti di nuove specialità chimiche o addirittura di scoperte derivanti da manipolazioni genetiche su piante è decisamente più alto, ma questo credo che a nessuno di noi interessa.
          _ Il costo del brevetto europeo, indicato in 5-6.000 euro, dipende dallo stato e và moltiplicato per il numero degli stati.
          _ Estensioni dal brevetto italiano, alla fine vengo a costar più o meno uguale per le necessità di adeguamento che nascono quasi sempre.
          _ A tutte le cifre indicate occorre aggiungere l'IVA.
          _ Non conviene richiedere ricerca di anteriorità, non in Italia almeno.
          _ Infine, come pensavo, la notizia della abolizione delle tasse per il deposito dei brevetti alla fine si riduce alla cancellazione dei diritti di mantenimento annuale dopo il 4° anno. Che è veramente poca cosa. Brevettare costa sempre uguale. mad.gif
          Saluto tutti,
          Hike smile.gif

          Edited by hike - 8/2/2006, 12:59

          Commenta


          • #6
            Perchè parli di spese dal 4° anno? La legge menziona chiaramente che,effettuato il deposito del brevetto,nulla più è dovuto. L'Avv.ssa dell'Ufficio brevetti cosi' si è espressa: '... omissis.......... per cui dopo il deposito non ci saranno ulteriori spese di mantenimento'------------- da cio' che si legge, intuisco che si paga solo il deposito degli atti,e nulla più. Se conosci qualcosa di specifico a riguardo,ben venga,anche perchè la legge è uscita solo poche settimane fa,e non vorrei si generassero dubbi. Ciaoooo

            Commenta


            • #7
              Ciao OVI.
              Tu stesso scrivi nel post precedente che:
              CITAZIONE
              Dal 1 Gennaio 2006 sono state abolite in Italia le tasse di mantenimento in vita (annualit&agrave per i brevetti, per cui dopo il deposito non ci saranno ulteriori spese di mantenimento.

              Quelle cui fai riferimento sono i costi che l'inventore deve annualmente per il mantenimento in vita del brevetto, ma solo dopo il 4° anno dalla data del deposito. La norma intende (a questo punto intendeva) che se esiste la volontà di tenere in vita un brevetto dopo un certo periodo, significa che il proprietario lucra sulla sua idea. Quindi và tassato. In poche parole l'ufficio brevetti diventa (diventava) un tuo socio occulto per quota fissa.
              Evidentemente questo balzello è stato cancellato.
              Personalmente non conosco il contenuto del DPEF e non sono mai arrivato a pagare i diritti di mantenimento in vita. I quali comunque non erano alti.
              Spero di essere stato chiaro ed aver fugato i dubbi.
              Ciao, Hike smile.gif

              Commenta

              Attendi un attimo...
              X
              TOP100-SOLAR