adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Noleggio Impianto Fotovoltaico

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Noleggio Impianto Fotovoltaico

    Vuoi installare un'impianto fotovoltaico e non vuoi spendere molto?
    Hai un tetto di proprietà?
    vivi nel sud Italia?

    Ti offriamo la possibilità di noleggiare un'impianto fotovoltaico con canone a zero euro, noi ci mettiamo l'impianto e tu il tetto e divideremo i profitti al 50%

    Visita il sito laproducoio.it



    inoltre l'azienda seleziona professionisti della vendita in tutto il sud italia a cui affidare un progetto ambizioso e senza competitors che consiste nella apertura di agenzie i cui costi di gestione saranno a carico dell'azienda madre. Agli agenti che avranno sviluppato le migliori performance verrà riconosciuta una seria opportunità imprenditoriale
    Noleggio fotovoltaico a canone zero per informazioni laproducoio.it

  • #2
    Ciao, ci siamo gia confrontati.
    La proposta potrebbe essere interessante, ma per onestà dovreste corregere alcuni punti in Brochure:

    1) se uno consuma 4000 kwh come dite, NON puo pensare di AUTOCONSUMARE esattamnete 4000 come dite, cioè il 100% del proprio consumo..perchè buona parte del consumo lo si fa di sera a FV spento, o di giorno in inverno quando magari FV produce potenze prossime a zero...per cui pur avendo un FV da 10 kw si può ipotizzare di avere un Autocosnumo del 50% su un consumo annuo di 4000 kw. Il valore 4000*0,2 è dunque sovrastimato, perche 2000 andranno a quel prezzo e 2000 valorizzati a circa 0, 14, che è il valore di SSP del GSE

    2) Il resto che viene immesso, dite nella Brochure, viene pagato da GSE a 0,08...questo è proprio falso..nel 2013 è stato pagato circa 0,062, nel 2014 sarà leggermente MENO, nel 2015 forse simile al 2015..non esiste una TARIFA FISSA, ma si usa il PUN..quindi quando dite 3000*0,08=240 euro..in realta sono 3000*0,06=180 euro...però ricordatevi di dire al clinete che sono 180 euro da dichiarare al fisco, per cui se uno ha Irpef 33%, il NETTO tasse è 120 euro..molto lontano da 300 euro.

    Sulla Brochure dite che "dividerete" i kwh col cliente...al 50%...ma che significa? che fatturete al cliente finale il canone annuo secondo qiesta formula e cioè:
    Energia Contatore produzione*0,5*Valore GSE riconosciuto in fase di COnguaglio SSP (e non 0,08), al NETTO IPERF?
    Oppure avete una formula diversa? se si..quale?

    E poi, il valore nell'energia immessa viene calcolata da GSE a Maggo dell'anno SUCCESSIVO a quella in cui è immessa...ed erogata a Giugno...voi con che scadenze volete essere liquidati del Vs 50%?

    Nel caso in cui un venda l'abitazione...e quindi il nuovo acquirente si intesti contatore e Convenzione GSE..che succede? cercate un nuovo accordo con il nuovo acquirente? oppure chi ha il contratto con voi rimane vincolato a pagarvi il 50% dei kwh prodotti (non piu da lui ma dal nuovo proprietario)?

    Nel caso in cui con 10 kw sia Rivalutato il Valore Catastale dell'abitazione e quindi il costo annuo di IMU, lo scontate dall'utile globale e quindi pro-quota anche dal VS 50%?


    Saluti Marco
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

    Commenta


    • #3
      Concordo con le osservazioni di Marcober e aggiungo che se si riesce ad autoconsumare il 41% è un bel risultato. Attendiamo la replica comunque del proponente "Laproducoio" - Buona continuazione RemTechnology
      "E' meglio essere approssimativamente corretti che esattamente sbagliati"
      (v. 5.0 - Gennaio 2020) - RemTechnology 1999 - 2020 - ing.remtechnology@gmail.com
      Leggete il regolamento del Forum EnergeticAmbiente.it

      Commenta


      • #4
        Sarebbe interessante portare delle esperienze di qualche cliente attivo con questo sistema...che abbia almeno installato il suddetto impianto..

        Commenta


        • #5
          provo a fare l'avvocato del diavolo e un paio di conti
          14000kwh, 7000 del cliente e 7000 dell'installatore
          di quei 7000 considera un autoconsumo di 4000, ma sarebbe più giusto da dire che riduce i consumi di 4000kwh
          quindi il cliente paga 2000€ (ivati?) e risparmia 800€ + vende 3000kwh a 240€ da tassare...diciamo che anche solo col risparmio ci rientra alla grande!

          l'azienda incassa i 2000€, paga l'impianto costi vivi almeno 10.000, quindi netti 8.000€
          matura 11 Tee/anno, presumo sia esco quindi incassa tutti i 100€/Tee, 1100€/anno per 5 anni
          e poi vende la corrente, 7000kwh a non + di 500€
          in 5 anni rientra, ma poi incasserebbe solo 500 per la vendita...

          a vederla così conviene molto + al cliente che all'impresa...
          FV1 6,11 kwP su tettoia in lamellare, 45°Sud-Est, 11° tilt;26 S-Energy PA8-235,SOLAREDGE SE-6000 21/04/11
          FV2 2,94 kwP su tetto piano, 55° Sud-Ovest, 20° tilt, 12 CNPV 245P REC, P.one 3.0 OUTD-IT-TL 29/06/12
          FV3 19,60 kwP su tetto piano, 50° Sud-Est, 12° tilt, 80 CNPV 245P REC, Delta Solivia 20.0TL 26/06/12

          Commenta


          • #6
            Mi sono (un pò) informato sui TEE, sono i certificati bianchi attestanti risparmio energetico Titoli di Efficienza Energetica (TEE): Certificato bianco - Wikipedia

            Da quel che ho capito aziende "società operanti nel settore dei servizi energetici – ESCO" (https://www.mercatoelettrico.org/it/...saSonoTee.aspx) possono ottenerli a fronte di un risparmio energetico certificato e sono valutati 1 TEE= 1 TEP (Tonnellata Equivalente di Petrolio) di energia primaria, quindi per l'energia elettrica, contando le perdite di produzione per produrla 1 TEE = 1 tep(energia primaria) = 5.347,59 kWh per i consumi elettrici.

            Ma allora l'ipotetico utente che risparmia (ammesso di arrivarci) 4000 kWh/anno corrisponde a meno di 1 TEE. O mi sfugge qualcosa ?

            ciao
            Solare termico: 5mq piani, 500l serbatoio in polietilene con serpentina inox, a svuotamento autocostruito, da ottobre 2010.
            Solare fotovoltaico: 2.86 kW 13 x 220 W Conergy Power Plus, inverter Power One 3.0 Outd, azimut -45, tilt 22, qualche ombra, da maggio 2011.

            Commenta


            • #7
              per il FV c'è una procedura semplificata che tiene con di giusto 3 parametri: potenza, provincia e inclinazione. qui al sud sono 1,07TEE/kwp
              FV1 6,11 kwP su tettoia in lamellare, 45°Sud-Est, 11° tilt;26 S-Energy PA8-235,SOLAREDGE SE-6000 21/04/11
              FV2 2,94 kwP su tetto piano, 55° Sud-Ovest, 20° tilt, 12 CNPV 245P REC, P.one 3.0 OUTD-IT-TL 29/06/12
              FV3 19,60 kwP su tetto piano, 50° Sud-Est, 12° tilt, 80 CNPV 245P REC, Delta Solivia 20.0TL 26/06/12

              Commenta


              • #8
                Ok ho visto la procedura semplificata: http://www.autorita.energia.it/alleg.../scheda_7x.pdf
                Per 10 kWp, fascia solare 4 (quasi il massimo)

                Stima kWh/anno prodotti, energia = 17090 kWh
                Energia primaria risparmiata RSL = 3195 (millesimi di TEP)
                Risparmio netto integrale considerato RNI = 10735 (millesimi di TEP)
                Quindi i TEE dovrebbero corrispondere ai TEP di energia risparmiata, 10.735, arrotondati = 11 TEE.

                E' interessante questa cosa, valgono circa 100 € l'uno per 5 anni se ho capito bene, quindi per 1 kWp, con l'insolazione 4 sarebbero 550 € in tutto.
                Ma solo alcune compagnie possono ottenerli, non i privati direttamente, giusto ?

                ciao
                Solare termico: 5mq piani, 500l serbatoio in polietilene con serpentina inox, a svuotamento autocostruito, da ottobre 2010.
                Solare fotovoltaico: 2.86 kW 13 x 220 W Conergy Power Plus, inverter Power One 3.0 Outd, azimut -45, tilt 22, qualche ombra, da maggio 2011.

                Commenta


                • #9
                  no, i privati (ma anche gli installatori) devono rivolgersi alle ESCO...come impresa potrei accreditarmi anche io a fare l'ESCO (non l'escort ), ma non so che tempi ci vogliano...
                  FV1 6,11 kwP su tettoia in lamellare, 45°Sud-Est, 11° tilt;26 S-Energy PA8-235,SOLAREDGE SE-6000 21/04/11
                  FV2 2,94 kwP su tetto piano, 55° Sud-Ovest, 20° tilt, 12 CNPV 245P REC, P.one 3.0 OUTD-IT-TL 29/06/12
                  FV3 19,60 kwP su tetto piano, 50° Sud-Est, 12° tilt, 80 CNPV 245P REC, Delta Solivia 20.0TL 26/06/12

                  Commenta


                  • #10
                    per:
                    1) non sono cumulabili con etrazione fiscale.per cui se hai redito IRPEF meglio la detrazione 50%
                    2) vale solo sino a 20 kw e NON per le aziende industriali..solo civile e terziario.
                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da junp Visualizza il messaggio
                      e poi vende la corrente, 7000kwh a non + di 500€...
                      non avevo fatto i conti coi TEE..che hanno un buon valore vedo.

                      comuqnue non è che VENDE l'energia..ma FATTURA l'energia al proprietario dell'impinato..e dicono che gliela fatturano a 0,08 al kwh...sebbene sappiamo che poi al cliente il GSE hgli da oggi 0,05 e sono da tassare..per cui sui 7000 kwh della ditta, il cliente ci smena (0,8-0,3)*7000=350 euro
                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                      Commenta


                      • #12
                        Ci sono novità sull'iniziativa di Laproducoio ? C'è qualcuno che ha realizzato un impianto e ci può spiegare come funziona dal punto di vista economico?

                        Commenta


                        • #13
                          Vorrei provare a rispondere in maniera corretta.
                          Ovviamente correggetemi dove sbaglio.

                          Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                          Ciao, ci siamo gia confrontati.
                          La proposta potrebbe essere interessante, ma per onestà dovreste correggere alcuni punti in Brochure:

                          1) se uno consuma 4000 kwh come dite, NON puo pensare di AUTOCONSUMARE esattamnete 4000 come dite, cioè il 100% del proprio consumo..perchè buona parte del consumo lo si fa di sera a FV spento, o di giorno in inverno quando magari FV produce potenze prossime a zero...per cui pur avendo un FV da 10 kw si può ipotizzare di avere un Autocosnumo del 50% su un consumo annuo di 4000 kw. Il valore 4000*0,2 è dunque sovrastimato, perche 2000 andranno a quel prezzo e 2000 valorizzati a circa 0, 14, che è il valore di SSP del GSE

                          Hai perfettamente ragione. In genere un impianto fotovoltaico riesce ad abbattere circa il 70 % di ciò che si consuma in fascia F1 che, nella maggior parte dei casi, è il 30 % del consumo totale di un privato. Invece passiamo al 20 % di abbattimento in fascia F2 - F3, che invece incidono per il rimanente 70 % dei consumi di un privato.
                          Come sempre se sbaglio in qualcosa correggetemi.
                          In definitiva il 70 % del 30 è circa il 20 % del totale + il 20 % del 70 è circa il 14 % del totale, quindi, qualora non si andassero a modificare le proprie abitudini, potrebbe essere plausibile un abbattimento del 30 - 40 % sui propri consumi.
                          Ovvio che per piccole imprese che concentrano i consumi di giorno, quindi in fascia F1, aumenta sensibilmente la quota in autoconsumo.
                          La parte rimanente viene rimborsata a 14 - 15 centesimi (conteggiata miei consumi in bolletta - autoconsumo), la parte eccedente venduta al prezzo zonale. 8 centesimi è assolutamente indicativo, in passato si è avuto anche un aumento (bei tempi) 10 centesimi o più, ora, mi pare, sia sceso a 5 centesimi o anche meno. Dipende dalle zone. E' anche vero che, in un ottima lungimirante, inevitabilmente tenderà ad aumentare.
                          Correggetemi se sbaglio.

                          2) Il resto che viene immesso, dite nella Brochure, viene pagato da GSE a 0,08...questo è proprio falso..nel 2013 è stato pagato circa 0,062, nel 2014 sarà leggermente MENO, nel 2015 forse simile al 2015..non esiste una TARIFA FISSA, ma si usa il PUN..quindi quando dite 3000*0,08=240 euro..in realta sono 3000*0,06=180 euro...però ricordatevi di dire al clinete che sono 180 euro da dichiarare al fisco, per cui se uno ha Irpef 33%, il NETTO tasse è 120 euro..molto lontano da 300 euro.


                          Hai ragione per il prezzo di vendita, già detto prima. Non vorrei sbagliare, ho letto più volte il documento del GSE, con lo SSP va dichiarata la quota parte che va in vendita (8 ,6 ,5 centesimi in funzione dell'andamento del PUN e delle zone) e non la parte che viene rimborsata (prezzo di base, i 5 centesimi di cui prima, più alcune accise fino ad arrivare a circa 14 - 15 centesimi)


                          Sulla Brochure dite che "dividerete" i kwh col cliente...al 50%...ma che significa? che fatturete al cliente finale il canone annuo secondo qiesta formula e cioè:
                          Energia Contatore produzione*0,5*Valore GSE riconosciuto in fase di COnguaglio SSP (e non 0,08), al NETTO IPERF?
                          Oppure avete una formula diversa? se si..quale?

                          il 50 % della produzione che si evince dal contatore deve essere riconosciuta al prezzo di vendita (e non come conguaglio). In caso il cliente dovesse eccedere la sua quota (quindi va oltre il 50 % che gli spetta) la parte eccedente deve essere riconosciuta al prezzo fisso di 8 centesimi che cmq è un bel risparmio rispetto a quanto pagherebbe al proprio gestore.

                          E poi, il valore nell'energia immessa viene calcolata da GSE a Maggo dell'anno SUCCESSIVO a quella in cui è immessa...ed erogata a Giugno...voi con che scadenze volete essere liquidati del Vs 50%?

                          Liquidati quando il GSE paga il cliente. Il cliente incassa e riconosce la quota parte spettante. Se non incassa, nulla è dovuto.

                          Nel caso in cui un venda l'abitazione...e quindi il nuovo acquirente si intesti contatore e Convenzione GSE..che succede? cercate un nuovo accordo con il nuovo acquirente? oppure chi ha il contratto con voi rimane vincolato a pagarvi il 50% dei kwh prodotti (non piu da lui ma dal nuovo proprietario)?

                          Se il cliente pensa di dover vendere l'abitazione o rifare il tetto o cambiar casa, non dovrebbe proprio prendere in considerazione la possibilità di installare l'impianto.
                          Cmq qualora dovesse accadere il contratto dovrà passare al nuovo proprietario.


                          Nel caso in cui con 10 kw sia Rivalutato il Valore Catastale dell'abitazione e quindi il costo annuo di IMU, lo scontate dall'utile globale e quindi pro-quota anche dal VS 50%?

                          Bisogna tenere in considerazione che l'impianto non è di proprietà, ma a noleggio.

                          Saluti Marco

                          Commenta


                          • #14
                            Per correttezza nei confronti degli utenti del forum Vi chiedo di mostrare un facsimile di contratto se Vi è possibile, in modo che tutti possano esaminarlo. Grazie

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Bocalb Visualizza il messaggio
                              Per correttezza nei confronti degli utenti del forum Vi chiedo di mostrare un facsimile di contratto se Vi è possibile, in modo che tutti possano esaminarlo. Grazie
                              Per correttezza nei confronti dell'azienda devo esser certo che da parte sua ci sia interesse e ci siano le condizioni per poter eventualmente prendere in considerazione la possibilità di installare un impianto.
                              Per correttezza nei confronti degli utenti del forum, dovrebbe mostrare la sua carte d'identità, il suo C.F., il suo conto corrente dove si evince che ha la disponibilità richiesta, l'indirizzo di casa sua con foto allegata e coordinate in modo da valutare se il tetto è idoneo. Sarebbe opportuno, sempre per correttezza nei confronti del tempo che tutti le dedichiamo, allegare una visura dove si evince che lei è il proprietario...

                              Scherzi a parte, se è interessato mi contatti privatamente e, qualora ci siano le condizioni (si trova in una zona da noi coperta, è titolare dell'immobile, ci sono i mq richiesti e non sono presenti vincoli) sarò ben lieto di inviarle per email tutte le informazioni necessarie, compresa una copia del contratto.
                              Per tutti quelli interessati basterà chiamare il numero verde o inviare una richiesta compilando il format, saranno richiamati e sarà inviato loro tutto il materiale richiesto.

                              Commenta


                              • #16
                                Non importa se è noleggiato...IMU è sempre dovuta...quindi capisco che reta a carico del cliente.

                                Poi, l'energia non è venduta al PUN come dici..ma al MGP...tuttavia il GSE non ha mai dichiarato che MEDIA usa e NESSUNO ha mai capito da dove esce il Prezzo Mensile che usa nei conteggi SDP...viene comunicato a MAGGIO dell'anno dopo...significa che voi aspettate Maggio dell'anno dopo per chieder il pagamento della vs parte?

                                Dopo tutto, senza prezzo, come fareste i calcoli?

                                Infine..se il vs 50% rappresenta una vera ECCEDENZA per il cliente e non uno SCAMBIO, su tale Eccedenza si paga IRPef...per cui su vostro 50% il cliente ha una rimessa secca del 30%.

                                Ma..vedo abbastanza difficoltà a determinare il vero interesse alla proposta, che mi pare molto ingarbugliata...
                                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                Commenta


                                • #17
                                  [QUOTE=marcober;119635619]Non importa se è noleggiato...IMU è sempre dovuta...quindi capisco che reta a carico del cliente.

                                  Poi, l'energia non è venduta al PUN come dici..ma al MGP...tuttavia il GSE non ha mai dichiarato che MEDIA usa e NESSUNO ha mai capito da dove esce il Prezzo Mensile che usa nei conteggi SDP...viene comunicato a MAGGIO dell'anno dopo...significa che voi aspettate Maggio dell'anno dopo per chieder il pagamento della vs parte?

                                  Dopo tutto, senza prezzo, come fareste i calcoli?

                                  Infine..se il vs 50% rappresenta una vera ECCEDENZA per il cliente e non uno SCAMBIO, su tale Eccedenza si paga IRPef...per cui su vostro 50% il cliente ha una rimessa secca del 30%.

                                  Ma..vedo abbastanza difficoltà a determinare il vero interesse alla proposta, che mi pare molto ingarbugliata...[/QUOTE


                                  Per quanto riguarda il PUN, mi sono rifatto a quanto detto dall'utente, infatti ho cortesemente chiesto di correggermi qualora avessi sbagliato.
                                  Come sempre correggetemi se sbaglio, ma viene comunque fatturato al cliente il 50 % che cede all'azienda, quindi lui non ha alcun utile sul 50 % che non gli spetta.
                                  Per ulteriori informazioni dovrei interpellare chi si occupa della fatturazione per capire esattamente le dinamiche. Sarò ben lieto di metterla in contatto con chi si occupa della fatturazione per toglierle ogni dubbio.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Vorrei fare una domanda: tutti le perplessità che si evincono sono connesse in genere al fotovoltaico.
                                    A vostro avviso, la nostra proposta è maggiormente conveniente rispetto al classico acquisto?

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Visto che nemmeno tu che lo proponi sai come funziona....come puoi chiedere se conviene? E poi dovresti dirlo tu a noi e non noi a te. E poi, sul 50% che non gli spetta, ovvio che non ha alcun utile (salvo che non la scambi è che voi non gli chiediate di darvi anche il valore degli oneri resi sullo scambio relativi al vostro 50%), il problema è che ha una PERDITA perché lui su quello che prende e vi gira paga IRPEF di circa 30%. In generale siccome su un impianto il vantaggio viene condiviso fra utente e voi, è OVVIO che all'utente conviene meno che analogo impianto ove di tiene TUTTO lui...non ti pare?
                                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Certo, ma la differenza sostanziale è la seguente:
                                        compro un impianto da 5 kwp (9000 €) aggiungo manutenzione per 20 anni, un sopralluogo all'anno con pulitura pannelli (100 € anno) più due sostituzioni dell'inverter (2000 €). E non prendiamo in considerazione eventuali manutenzione straordinarie.

                                        La nostra proposta prevede, con un contributo di 2000 €, il 50 % di un impianto da 10 kwp, 20 anni di manutenzione ordinaria e straordinaria, un sopralluogo anno con pulitura dei pannelli. A noi deve essere riconosciuto il 100 % del ricavo della vendita del 50 % dell'energia prodotta dall'impianto, decurtate le spese sempre inerenti al 50 % dell'energia che ci spetta, qualora dovesse affrontarle il cliente.

                                        Ti chiedo: pensi sia maggiormente vantaggiosa la nostra proposta rispetto al classico canale d'acquisto?

                                        Su quel 50 % che ci spetta il cliente paga 200 € di IRPEF IMU aggiuntiva, spazzatura e rca auto? ok, ci deve x - 200 €.
                                        Speri di esser stato chiaro, e noto che ad esser gentili e disponibili si passa per stupidi.

                                        La mia domanda è: la nostra proposta è maggiormente vantaggiosa rispetto al canale classico di acquisto?

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Ora devo andare, come già accennato sono in fiera.Ci trovate nei prossimi dieci giorni all'ippodromo di S.Cosma e Damiano.
                                          Potete visitare il sito La produco io, chiamare il numero verde o compilare il format.
                                          Ciao a tutti.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Allora..Ribaltiamo i conti. 10 kW costano 10.000 euro fra materiali e montaggio. Se ne recuperate 5000 da TEE e 2000 dal cliente, dovete rientrare di 3000. 7000 kWh nel 2015 valgono circa 350 euro...ci vogliono 8,5 anni per rientrare solo delle spese..senza contare le manutenzioni, garanzie , pulizie...ora ...se tale periodo di rientro mi pare accettabile per utente finale...a mio parere non lo è per un'attività che deve remunerare il capitale investito. E se una cosa non sta in piedi...si rischia di dare 2000 euro a qualcuno che magari poi non paga i fornitori, e qualcuno gli può anche pignorare impianto....e se lo pignora, poi ci fa quel che vuole...sia come contratto, che come canone, se vuole lo smonta pure e se lo porta altrove.
                                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Forse non mi sono spiegato bene.Non ho chiesto di far i conti in tasca all azienda, ma di valutare se per il cliente é vantaggioso. É ovvio che l azienda ha il suo interesse.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Io faccio i conti in tasca all,azienda per far interessi dell'utente....che paga 2000 a fronte di che? Non è proprietario di nulla...ha solo in mano un contratto in cui si dice che negli anni a venire potrà beneficiare di un impianto. Bene...allora devo capire chi si intasca 2000 euro..che solidità ha....se ha un business che gli rende o se invece fa un bel buco...e poi io perdo i 2000 e poi un ufficiale giudiziario gli sequestra impianto? Se poi il mio interlocutore non ha nemmeno coraggio di pubblicare il contratto che mi propone, per me non è da prendere in considerazione....oh, io,parlo per me...ma se vado sul,sito di Enel, che sono comunque trapananti, leggo tutto le clausole che voglio...e invece la picopallo srl non lo pubblica? Se lo tenga!Poi sulla carta converrebbe...uno paga 2000 euro e rientrerebbe in 3 anni e poi risparmia come avesse un 5 kW a gratis....troppa,grazia no? È talmente interessante che...qualche sospetto viene.
                                                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Tecmac tu hai parlato di un conto corrente con la disponibilità richiesta: ma non è per caso che chiedete una domiciliazione bancaria del finanziamento dell'impianto a carico dell'utente con copertura da parte vostra delle rate mediante il ricavo della vendita dei kwh prodotti?
                                                  Altre ditte un po di tempo fa hanno provato questo meccanismo lasciando uno strascico di cause legali pendenti verso le finanziarie.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    "marcober
                                                    Io faccio i conti in tasca all,azienda per far interessi dell'utente....che paga 2000 a fronte di che? Non è proprietario di nulla...ha solo in mano un contratto in cui si dice che negli anni a venire potrà beneficiare di un impianto. Bene...allora devo capire chi si intasca 2000 euro..che solidità ha....se ha un business che gli rende o se invece fa un bel buco...e poi io perdo i 2000 e poi un ufficiale giudiziario gli sequestra impianto? Se poi il mio interlocutore non ha nemmeno coraggio di pubblicare il contratto che mi propone, per me non è da prendere in considerazione....oh, io,parlo per me...ma se vado sul,sito di Enel, che sono comunque trapananti, leggo tutto le clausole che voglio...e invece la picopallo srl non lo pubblica? Se lo tenga!Poi sulla carta converrebbe...uno paga 2000 euro e rientrerebbe in 3 anni e poi risparmia come avesse un 5 kW a gratis....troppa,grazia no? È talmente interessante che...qualche sospetto viene."

                                                    Quindi il problema è la possibilità che sia una truffa in quanto il prodotto è troppo conveniente.
                                                    Attenzione marcober a parlar male o fare illazioni di cose che non si conoscono, soprattutto pubblicamente. Si rischiano azioni legali.
                                                    Se si è interessati, si contatta l'azienda, si leggono tutti i documenti che verranno inviati (contratto compreso), si incontrano le persone, si conosce l'azienda e si decide se fare o meno l'impianto. E solo dopo, con fatti reali, si può parlare.

                                                    Bocalb, non viene chiesta nessuna domiciliazione ne scherzetti vari per mettere nel mezzo finanziarie.
                                                    Ma non sarebbe molto più semplice chiamare il numero verde, o mandare una richiesta di informazioni e farsi recapitare per email il contratto e tutto il materiale informativo e poi decidere se andare avanti o cestinare il tutto?

                                                    Siamo qui a fare solo ipotesi su ipotesi e rischiamo di superare il limite. Se si è interessati basta far richiesta e invieremo tutto il materiale, compreso il contratto.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Truffa è una parola che usi tu e te ne prendi la responsabilità legale! Io ho solo detto che davanti ad una proposta che , numeri alla mano, non sembra molto interessante per il proponente, il rischio che lo stesso non possa sostenere a lungo la proposta, per me, esiste...se ho sbagliato i conti, rifalli invece di minacciare incautamente.

                                                      Poi...se voglio noleggiare un Audi da 60 Mila euro sul sito dei proponenti trovo dettagli minuziosi su obblighi contrattuali miei e del proponente...e per conoscere i vs devo io telefonarvi? Ma scherziamo?

                                                      Poi..su quello che scrivete sul sito....tipo che GSE (a parte che voi scrivete che la comprerebbe l'Enel....e si commenta da solo) pagherebbe 8 cts al kWh....questo si che mi pare al limite del legale...perché induce il consumatore all'errore, pensando davero che Enel mi paga i Vs kW 8 cts. magari però sul contratto avete davero scritto che il cliente vi remunera la vs parte 8 cts e non "quello che il GSE pagherà di anno in anno, quale che sia il valore unitario erogato"... Per quello che in tanti abbiamo detto, meglio verificare sul contratto!

                                                      inoltre..sull'auto consumo la fate facile...ma intanto per mettere 10 kW bisogna passare in trifase...e chi paga i costi se il distributore li quantifica? Inoltre passando a trifase, l'immenso viene diviso per fasi mentre il consumo degli elettrodomestici monofase non viene suddiviso equamente ma in base alla fase usata...e se non si vuole rifare impianto di casa, sarà tutto sotto unica fase....ma allora sarà come avere un 3,3 kW che fa fronte all'autocosmumo...mente 6,6 kW sono come se fossero in pura immissione...e i conteggi del vs sito di 4000 kWh di autoconsumo per una famiglia tipo vanno su per il camino.
                                                      Ultima modifica di marcober; 11-08-2015, 16:17.
                                                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Per chi fosse interessato alla nostra proposta può visitare il sito aziendale, contattare il numero verde o compilare il format per richiedere informazioni.
                                                        Per chi non fosse convinto della nostra proposta, rispetto assoluto delle opinioni altrui, consiglio di investire diversamente il proprio tempo e di non portare avanti discussioni non costruttive.
                                                        Chi è interessato ci contatti.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Oggi ho appreso che una società svizzera con sede a Roma ha realizzato un impianto di 10 Kw in provincia di Salerno con il meccanismo di La produco io: l'impianto è a costo zero, metà della produzione viene data al cliente , con l'altra metà la società si ripaga dell'investimento.
                                                          Il tutto garantito per 20 anni!

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Svizzera...Salerno..passando da Roma...mi vengono già i brividi...
                                                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR