Quali sono le caratteristiche di pregio O i difetti di un termocamino a acqua? - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Quali sono le caratteristiche di pregio O i difetti di un termocamino a acqua?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Quali sono le caratteristiche di pregio O i difetti di un termocamino a acqua?

    L'argomento è ormai trito e ritrito... ma non sono riuscito a trovare risposte chiare e coincise sull'argomento.Quali sono le caratteristiche di pregio o i difetti di un termocamino a acqua?Faccio riferimento a materiali, coibentazione, rendimenti, forma?Qual'è il vantaggio o svantaggio di avere parti in refrattario?Meglio in ghisa?Secondo voi come dovrebbe essere un "Termocamino ideale"?Citate pure Marche e modelli e le loro peculiarità...Grazie a tutti...

  • #2
    bruo, sarebbero risposte infinite......
    come si può rispondere a una domanda posta così ????
    riscaldamento a biomassa e PDC
    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

    Commenta


    • #3
      Non credo siano risposte infinite, per quanto riguarda i materiali ci saranno pregi e difetti: il refrattario può schiantarsi o negli anni quasi sempre si schianta... Per quanto riguarda la coibentazione ci sono delle macchine che escono già coibentate di fabbrica tipo helios Iwood credo. E buona norma coibentare la macchina o è una pratica indispensabile? Ci sono delle caldaie con spessori delle lamiere e materiali differenti, negli anni potrebbero deformarsi? Sfogliando il forum ho visto che i topic sono infiniti, e leggendo qua e là più o meno ci si fa un idea credo più o meno giusta. La mia intenzione era quella di creare una sorta di decalogo base con delle semplici considerazioni che possano tornare utili a tutti.

      Commenta


      • #4
        secondo me dovresti iniziare con domande precise...
        infatti vedi che nessuno ti ha risposto.

        è come dire: è meglio audi, bmw o mercedes? o è meglio bionda, mora o rossa?
        sono gusti personali... a certi livelli sono tutte ottime cose o persone.

        tu stesso hai detto "i topic sono infiniti", quindi le risposte possono essere infinite.
        Ultima modifica di Dott Nord Est; 19-03-2016, 11:52.
        riscaldamento a biomassa e PDC
        Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

        Commenta


        • #5
          Bruo82 la risposta è per certi versi semplice .
          Guarda quale termocamino ha il migliore rendimento e quello che ha la garanzia più lunga .
          Il primo , sempre che sia veritiero, indica la migliore ingegnerizzazione del generatore di calore.
          Il secondo indica la fiducia che ha il fabbricante nel suo prodotto.

          E ovvio che quanto sopra è solo un punto di partenza e che si può discutere poi all'infinito.
          Caldaia Lazar Smartfire 22kw , sonda lambda,240 lt serbatoio pellet, modulo Econet300 , Puffer Galmet multiinox 600 lt, Collettori solari Ksg21.

          Commenta


          • #6
            Grazie Lucamax per la risposta,la tua considerazione non fa una piega. Ho visto che alcuni predispongono parti in refrattario altri no. Secondo voi è meglio con o senza refrattario?

            Commenta


            • #7
              ma sicuramente devi TU selezionale qualcuno e da li partire confrontandoli
              ci sono cirxa 50 produttori se non di più e indicare pregi e difetti di ognuno ce ne vorrebbe di tempo
              parti comunque dal concetto che l'impianto fa il 70% del lavoro quindi se opti per un termocamino il consiglio spazio permettendo di abbinarci un puffer soprattutto se vai a legna e poi iniziare a valutare i vari produttori

              http://www.venditastufepellet.it
              SINERJI, stufe a pellet, termocamini, caldaie
              AGENTE SOLARFOCUS CAMPANIA

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Bruo82 Visualizza il messaggio
                Grazie Lucamax per la risposta,la tua considerazione non fa una piega. Ho visto che alcuni predispongono parti in refrattario altri no. Secondo voi è meglio con o senza refrattario?
                In genere il refrattario non da problemi...ma anche qui...un problema ci può essere comunque...è sempre un prodotto che può presentare difetti nel tempo...in qualsiasi caso non parliamo di oro colato...se si rompe un mattone lo si cambia con una spesa modesta......concordo sul fatto che dovresti leggerti le schede tecniche...vedere i rendimenti (che ad onor del vero a parità di potenza sono similari tra molti camini anche diversi tra di loro)...e vedere quello che ti offre di più ad un prezzo ragionevole

                Commenta


                • #9
                  Ciao bruo 82.
                  di che zona sei? che consumo ha la tua casa da riscaldare?
                  Scusa se te lo chiedo e se sembrano domande fuori luogo rispetto alle risposte che cerchi.
                  Per esperienza personale ti consiglio di valutare bene una caldaia a legna piuttosto del termocamino. Questo perchè ovviamente il termocamino ti costringe a portare legna e togliere la cenere in casa che sporca e non è sempre agevole (anche perché ne brucia molta), un po' di fumo in ambiente durante le cariche capita...il rendimento non è mai elevato (e questo se compri la legna è un costo in più), se devi accenderlo anche in estate per la produzione di acs...con la casa magari già ben calda...
                  Certo che con un'unica spesa hai l'estetica ed il "calore" romantico del camino...ma valuta bene purtroppo ho conosciuto diversi pentiti.
                  Non voglio assolutamente criminalizzare la categoria di apparecchi ma se posso dare un consiglio ti dico di valutare bene una bella caldaia a legna e un buon impianto ed eventualmente un accogliente camino da accendere più per estetica o in emergenza o nelle mezze stagioni in casa.
                  Ciao a tutti.

                  Commenta

                  Attendi un attimo...
                  X