detrazione canna fumaria interna e lavori in muratura - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

detrazione canna fumaria interna e lavori in muratura

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • detrazione canna fumaria interna e lavori in muratura

    Buon giorno,
    finalmente inizio i lavori per far si che la mia canna fumaria non abbia mille curva ma sia installata nel miglior modo possibile. Per fare questo dovrò fare ampliare dal muratore la nicchia dentro cui stava la canna e poi installare i tubi mancanti perchè sia tutto a posto. siccome tra muratore e tecnico il costo non sarà proprio basso vorrei poter scaricare i costi sostenuti ma mi sono perso nella giungla dei decreti. I due che mi faranno il lavoro nicchiano per cui cerco di capire da solo. Potreste darmi una mano? che passi devo seguire?
    esempio devo mandare comunicazione all'asl e inizio lavori al comune oppure no?e via discorrendo
    vi ringrazio in anticipo
    Gabry40

    ps: dimenticavo che oltre alla canna farò installare valvola anticondensa (mai stata messa perche inutile secondo il tecnico) e miscelatore per impianto di riscaldamento. posso scaricare anche questi?

  • #2
    la modifica esterna della canna fumaria, devi comunicarla al comune, se questo lo richiede.
    chi ti monta la canna fumaria deve farlo con materiale certificato, e poi certificare lui stesso il lavoro eseguito.
    pagamento tramite bonifico bancario, e poi il tutto in detrazione tramite il commercialista.
    riscaldamento a biomassa e PDC
    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

    Commenta


    • #3
      Comunque vada per essere messo in detrazione come "ristrutturazione" hai bisogno del supporto documentale della "denuncia" al comune nel tuo caso specifico credo basta una CIL per compilare la quale non avresti neanche bisogno strettamente di un tecnico ( la CIL è nata per semplificare la vita all'utente finale a livello legislativo, all'atto pratico il modulo da compilare è abbastanza complicato quindi io ti consiglio sempre il supporto di un tecnico ).
      Ovviamente dico la CIL perchè se ho ben capito l'aggiusto è all'interno della abitazione, senza modificare la parte finale della canna fumaria.
      Tutte le spese di ristrutturazione fatturate e pagate con bonifico indicando alla banca che trattasi di "ristrutturazione" ( devi dichiararlo allo sportello perchè la banca opera una trattenuta sul bonifico dell'8% in conto tasse dell'impresa esecutrice e del tecnico ).
      Anche il tecnico è detraibile sempre pagato con bonifico.
      Hai un tecnico comunque la comunicazione all'asl spetta a lui, ad esempio io che faccio il tecnico la compilo la faccio firmare e la faccio spedire a mezzo raccomandata.

      Commenta


      • #4
        allora se non ho capito male:
        1.compilare cil al comune
        2.avvertire asl ..
        3.certificazione da parte del tecnico....dico bene?

        per il bonifico: io ho una banca online in questo caso cosa dovrei fare?
        infine posso detrarre anche il miscelatore e la valvola anticondensa?

        Commenta


        • #5
          Non so aiutarti specificamente sulle modalità del bonifico online, credo ci sia un codice, da spuntare o aggiungere.
          Praticamente l'ordine sarebbe questo che mi sta dicendo, il tecnico inteso come geometra,architetto,ingegnere non ti deve certificare niente alla fine del processo edilizio.

          Quando fai il contratto con l'impresa edile in genere essa si impegna a realizzare l'opera a "regola d'arte" e nell'esecuzione puoi scegliere di farti seguire da un tecnico che "diriga i lavori" ma ti torno a ripetere con la CIL parli di edilizia libera, quindi in linea del tutto teorica potresti anche fare a meno del tecnico.
          Se tu vuoi cautelarti ulteriormente ti rivolgi al tecnico per la CIL e gli chiedi di dirigere le operazioni.

          Tengo a precisare che l'impresa comunque deve emettere regolare fattura, che dovrai conservare e consegnare al commercialista in fase di dichiarazione dei redditi.

          Commenta


          • #6
            quindi solo comunicazione all'asl e cil al comune piu bonifico bancario e nessuna certiificazione.
            ancora una cosa: le opere murarie sono fatte dal muratore. vale lo stesso procedimento o sono incluse nel tutto?

            Commenta


            • #7
              le opere murarie si detraggono tranquillamente, basta che siano pagate con bonifico e regolarmente fatturate.
              intendiamoci, l'operaio a giornata o come si diceva una vita fa "in economia" non lo puoi prendere, te lo deve fatturare.

              Commenta


              • #8
                sono due ditte diverse quelle del muratore e del tecnico. cambia quialcosa?
                ps: grazie per le delucidazioni sei molto gentile

                Commenta


                • #9
                  No non cambia niente, due fatture diverse collegate al numero di protocollo della CIL, nessun problema.
                  Ma figurati.. oltre a essere il mio lavoro è anche la mia passione!

                  Commenta


                  • #10
                    infine sul bonifico ho visto che lo devo fare fisicamente anche se con email ma cosa devo scrivere sulla causale?

                    Commenta


                    • #11
                      c'è una dicitura proprio, per questo ti consigliavo di passare in banca. Mi cogli in fallo su questo aspetto specifico, so che bisogna adottare quella determinata dicitura per consentire la ritenuta d'acconto sulle tasse, ma non so indicarti specificamente come.

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da ferdux Visualizza il messaggio
                        c'è una dicitura proprio, per questo ti consigliavo di passare in banca. Mi cogli in fallo su questo aspetto specifico, so che bisogna adottare quella determinata dicitura per consentire la ritenuta d'acconto sulle tasse, ma non so indicarti specificamente come.
                        ok grazie farò cosi

                        Commenta


                        • #13
                          per il conto termico si fa bonifico normale con apposita dicitura
                          per la detrazione si fa bonifico così detto "parlante" (che ha un canale apposito)
                          riscaldamento a biomassa e PDC
                          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                            per la detrazione si fa bonifico così detto "parlante" (che ha un canale apposito)
                            ossia?
                            comunque a detta del tecnico lui non deve fare nessuna comunicazione nè all'asl ne al comune essendo lavori all'interno della casa.
                            il muratore invece deve fare comunicazione per l'iva al 10% ma non sa altro. oggi provo con la caf e speriamo mi chiariscano le idee

                            Commenta


                            • #15
                              ossia bonifico specifico per la detrazione
                              l'apertura di una posizione al comune ti serve per avere l'iva agevolata, non la detrazione.
                              riscaldamento a biomassa e PDC
                              Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                                ossia bonifico specifico per la detrazione
                                l'apertura di una posizione al comune ti serve per avere l'iva agevolata, non la detrazione.
                                grazie dott nord est. come vedi seguo i consigli che mi hai dato mesi or sono. oggi vado al caf per avere la certezza di non commettere errori ma a quanto ho letto quindi la comunicazione al comune per l'iva agevolata ecc, la comunicazione all'asl e all'ispettorato del lavoro le devo fare per forza specie all'asl perchè sono due ditte e non una. una rogna anche perchè chiedono di nominare un Coordinatore in fase di Esecuziovediamo cosa ne viene fuori. certo che per pochi euri te la fanno sudare eh?

                                Commenta


                                • #17
                                  alla fine non si riesce ad uscirne. il comune dice che c'è bisogno di una cila , il tenico e il muratore non lo sanno e l'architetto dice che non c'è bisogno di nulla o al massimo della semplice cil che però leggendo in giro deve essere presentata in caso di:
                                  • opere temporanee, destinata ad essere immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni;
                                  • opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, compresa la realizzazione di intercapedini interamente interrate e non accessibili, vasche di raccolta delle acque, ecc;
                                  • pannelli solari, fotovoltaici, a servizio degli edifici;
                                  • aree ludiche senza fini di lucro ed elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici.
                                  Inoltre non sono riuscito a sapere con certezza se l'installazione della valvola anticondensa del e miscelatore per impianto di riscaldamento possono essere dedotti dalle tasse


                                  mi sa che rinuncio. piuttosto di trovarmi ad avere guai per un risparmio che seppur consistente non giustifica il rischio

                                  Ultima modifica di gabry40; 01-08-2016, 17:00.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    tecnicamente quello che devi fare non ha bisogno di niente, come ti confermano anche i colleghi, il fatto è che comunque vada devi essere in possesso di un titolo abilitativo quale esso. Infatti il titolo è un documento che l'agenzia delle entrate potrebbe chiederti in fase di controllo successivo della pratica di ristrutturazione ai fini irpef.
                                    Il tuo intervento al fine irpef potrebbe essere paragonato a • interventi finalizzati al risparmio energetico nel paragrafo manutenzione straordinaria, oppure come precisano i geometri nel secondo link.

                                    Il tecnico ti farà da coordinatore,direttore dei lavori,progettista etc etc e a questo punto ti conviene la CILA



                                    http://www.geometri.cc/ristrutturazioni-tutti-gli-interventi-ammessi-alla-detrazione-50.html

                                    P
                                    .S. alla fine il tuo comune ti ha dato gia l'informazione che mancava, per chiederti la CILA loro considerano l'intervento della canna fumaria come "manutenzione straordinaria"
                                    Non ti devi abbattare, questa cosa per i tecnici (geometri-architetti-ingegneri) è del tutto normale perchè in italia è prevista una legge per ogni singolo aspetto di una cosa, ma poi tale legge è soggetta ad interpretazioni del tutto differenti tra di loro.
                                    Per me l'intervento è manutenzione ordinaria, in quanto recentemente il tar sta considerando le canne fumarie come parti complementari ad un impianto.
                                    Non mi dilungo oltre, potremmo discuterne per settimana
                                    Ultima modifica di ferdux; 01-08-2016, 20:55. Motivo: link

                                    Commenta

                                    Attendi un attimo...
                                    X