Consigli su impianto TC + puffer + condensazione - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consigli su impianto TC + puffer + condensazione

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consigli su impianto TC + puffer + condensazione

    Ciao a tutti,
    eccomi nuovamente in discussione con voi per cercare di fare al meglio il mio impianto di casa, casa che sto ultimando...
    Vi posto lo schema di quello che ho in testa e ditemi se può andare bene o se sicuramente manca qualcosa :-)
    ho dei dubbi solamente sulla pompa che sta sul collettore dell'impianto a pavimento... chi la attiva? mi direte il termostato a bracciale..si ok ma dove lo posiziono?
    Lo scambiatore a piastre lo metto perchè non voglio che l'acqua tecnica giri nel pavimento ... almeno tengo l'impianto pulito...
    per ora ho fatto solo la parte destra del circuito...devo solo fare gli allacci sul TC e montare le relative valvole di sicurezza su di esso...


    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   doc07068020160908204837_100000bd_1.jpeg 
Visite: 1 
Dimensione: 145.2 KB 
ID: 1984409

  • #2
    mancano:
    - vaso espansione acs
    - miscelatrice acs
    - valvola 6 bar
    - miscelatrice BT
    - pompa attivata da "termostato a bracciale" ? e che roba è ?
    - scambiatore su pavimento inutile
    - manca termostato di minima su puffer
    - tc vaso aperto o chiuso? perchè mancano molti componenti in entrambi i casi
    - ecc ecc.....
    riscaldamento a biomassa e PDC
    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

    Commenta


    • #3
      tc, pellet o legna ?
      puffer 500 lt., potrebbe andar bene se a pellet ma con la legna e acs istantanea potrebbero essere molto pochi.. col radiante poi..
      valvola miscelatrice per il radiante ?
      il circolatore dovrebbe attivarlo il TA (termostato ambiente) o centralina climatica (molto meglio)..

      scusa cosa sarebbe quello indicato con "separatore idraulico" in quella posizione..?

      ops.. già risposto da Dott..
      Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

      Commenta


      • #4
        Ciao dott!
        Vado secondo il tuo ordine di mancanze...
        -vaso di espansione acs...pensavo non servisse in quanto è un passaggio all'interno di una serpentina quindi istantaneo. mi sbaglio?
        - la miscelatrice ACS pensavo di mettere il gruppo termostatico-miscelatrice prima di portare ACS in caldaia a metano, questo per far si che se ACS è 40/45° va diretta all'impianto, altrimenti devia all'interno della caldaia a metano e la porta a T ottimale.
        -Valvola 6 bar non so dove si mette
        -Miscelatrice BT . . .non so cosa sia
        - termostato a bracciale sarebbe il termostato che si posizione sul tubo con quella molla...
        - scambiatore a piastre inutile? Io preferirei evitare di far girare acqua tecnica quindi sporca all'interno delle tubazioni del pavimento...
        -termostato di minima su puffer delucidami...
        Termocamino vaso chiuso, manca valvola di sicurezza scarico termico su TC e valvola 3 bar

        Commenta


        • #5
          dado....
          quello schema è completamente da rifare con le giuste accortezze e componenti.
          riscaldamento a biomassa e PDC
          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

          Commenta


          • #6
            Aldo ciao,
            termocamino a legna, la valvola miscelatrice forse intendi anticondensa...
            il separatore idraulico almeno si chiama così penso ora ti mostro il mio collettore...
            File allegati

            Commenta


            • #7
              e cosa ti serve un separatore idraulico quando hai un puffer che funge da compensatore?
              riscaldamento a biomassa e PDC
              Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

              Commenta


              • #8
                per annullare la pompa della caldaia a metano dato che non voglio che integri il puffer ma la vorrei direttamente al collettore

                Commenta


                • #9
                  beh, allora la piastra va sulla caldaia a gas, non dove l'hai messa tu
                  così facendo non scaldi il puffer e separi a norma i due generatori
                  riscaldamento a biomassa e PDC
                  Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                  Commenta


                  • #10
                    allora ormai ho il cervello bollito non ci capisco più nulla...
                    come faresti tu questo impianto? tenendo conto che il collettore l'ho già acquistato?

                    Commenta


                    • #11
                      come lo farei io?
                      in primis sento il cliente, le sue esigenze, aspettative, possibilità, budget, ecc ecc
                      poi dimensiono e faccio schema
                      semplicemente procedo sempre così
                      le cose fatte a caso portano solo casini, problemi e soldi buttati

                      P.S.: perchè mai hai preso quel collettore se manco sai che impianto devi fare ?
                      riscaldamento a biomassa e PDC
                      Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                      Commenta


                      • #12
                        forse intendi compensatore idraulico che sarebbe quello a destra del collettore che hai postato..
                        per valvola miscelatrice intendo quella che va sul ramo radiante, che manda l'acqua nell'impianto
                        esempio a 35°.. ma non so se è già corredata sullo stesso collettore.
                        Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                        Commenta


                        • #13
                          Si esatto compensatore idraulico... confermo che il collettore ha già la miscelatrice...

                          Commenta


                          • #14
                            se il collettore è esattamente quello in foto, dove sta la miscelatrice?
                            riscaldamento a biomassa e PDC
                            Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                            Commenta


                            • #15
                              Dado..pure io non vedo la miscelatrice..e non avevo mai visto un disgiuntore dove il primario è al centro e il secondarioagli estremi, di solito è diviso fra parte calda alta e fredda in basso e non in calda centrale e fredda agli estremi..magari funziona lo stesso, eh..non dico di no.
                              Siccome non vedo miscelatrice , non vorrei che la T venisse "regolata" facendo variare le velocita pompa secondario..che se ha una portata piu elevata del primario di fatto miscela la T col suo ritorno...ma una regolazione della T in quel modo mi pare un po "avventurosa".

                              In ogni caso ti manca un pompa nello schema..quella che spinge acqua dallo scambiatore al disgiuntore..che NON è messo in serie come da tuo disegno ma in parallelo per cui la sua pompa del secondario non puo muovere acqua piu a monte del disgiuntore..ergo avresti 3 pompe in funzione contro 2 che ti servirebbero.

                              MAGARI esistono dei gruppi scambiatori con pompa a controllo elettronico che possono regolare la T sul secondario..cioè che possono regolare il flusso del primario affinche appunto sul secondario ci sia la T obiettivo (scorrevole in climatica).
                              S eesiste potresti usare quello invece di scambiatore classico+pompa+disgiuntore+pompa+miscelatrice.

                              Comuqnue concordo con DNE..ci si affida ad un professionista e poi si verifica sul forum qualche dubbio..ma progettarsi un impianto da solo, senza (lo si vede dal disegno e da quello che dici) alcuna esperienza..porta a fare di certo errori.
                              I professionisti che ci sono qui non ti faranno mai la pappa pronta.....e chi invece è solo appassionato, come me, non è affidabile , se non su qualche risposta di contorno...

                              Infine..i puffer che metti in schema MI PARE sia diviso in 2 zone...una alta per acs e una bassa per riscaldamento..secondo me la parte alta andrebbe caricata mediante uan deviatrice e non "perturbata" dal prelevo per riscaldamento..che farei dalla zona alta della parte bassa, dove mi pare sia prevista dal costruttore...altrimenti temo che il funzionamento ottimale per acs sia compromesso, e la caldaia a gas debba spesso integrare anche se hai TC acceso...
                              Ultima modifica di marcober; 09-09-2016, 09:27.
                              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                              Commenta


                              • #16
                                Dado,
                                hai postato uno schema pieno di dimenticanze/errori, da quanto scrivi sembra che tu non sia del mestiere. Ti consiglio di lasciar perdere il fai da te e di rivolgerti ad un progettista termotecnico che saprà indicarti e dimensionarti tutti i componenti cuciti su misura per la tua abitazione.
                                Stai realizzando un impianto articolato con combustibile solido, gas, accumulo, integrazioni varie: lascia perdere il fai da te nell'impiantistica.
                                R.

                                Commenta


                                • #17
                                  mi sembra che la miscelatrice ci sia.. ho ingrandito l'immagine e "sembra" che sia posta tra mandata e ritorno in prossimità del collettore.
                                  sembra anche si noti una manopola di regolazione.. poi non saprei, magari è un'impressione ottica dell'immagine..
                                  che dado non sia del mestiere sembra indubbio.. coglierei il suggerimento Ricky o se non altro farsi seguire da persona competente sul
                                  da farsi.. per sicurezza se non altro.. il fai da te è bello, ma fino a un certo punto..
                                  Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                                  Commenta


                                  • #18
                                    curioso però quell'aggeggio....
                                    se funge da separatore, la miscelatrice deve stare in uscita verso il riscaldamento (deve lavorare su pompa che "tira"), non in entrata dal generatore (e che quindi lavora su pompa che "spinge")
                                    boh..... mi domando perchè dado lo abbia preso prima ancora di sapere come deve fare l'impianto....
                                    riscaldamento a biomassa e PDC
                                    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                    Commenta


                                    • #19
                                      sapere di che marca sia. così si potrebbe guardare la scheda tecnica e il funzionamento di quel compensatore e di tutto l'insieme.
                                      magari la componentistica e l'assemblaggio sono fatti in modo per funzionare bene comunque...
                                      Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                                      Commenta


                                      • #20
                                        La marca é comisa... Scusate se non ho più risposto ma non ho più avuto tempo... Cmq non è che voglio fare da solo... Chi mi ha venduto l'impianto a pavimento quindi anche il collettore così composto mi seguirà anche nel fase di progettazione... Io cercavo solo di immaginare quello che poteva essere l'impianto finito senza voler male a nessuno, e magari riuscire a carpire qualche nozione che potrebbe sfuggire al termotecnico che progettare l'impianto... Anche se nella sua testa sa già cosa fare...
                                        File allegati
                                        Ultima modifica di Dadodany; 09-09-2016, 21:40.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          ah ok Dado.. meglio così.. un impianto serio deve essere montato da persona seria e competente.. la curiosità e la voglia di capire, essendo anche una
                                          materia molto affascinante, è del tutto giustificata.. siamo un pò tutti così noi utilizzatori e vorremmo capire oltre le nostre capacità.
                                          ora per curiosità vedo se riesco a trovare in rete il prodotto, sperando che il tuo idraulico faccia davvero un ottimo lavoro..
                                          Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                                          Commenta


                                          • #22
                                            COMTHERM - GRUPPO DI REGOLAZIONE A BASSA TEMPERATURA A PUNTO FISSO CON USCITA PER ALTA TEMPERATURA




                                            Invia questa pagina ad un amico
                                            Richiedi maggiori informazioni su questo prodotto

                                            Gruppo termico compatto da incasso, per la circolazione e la regolazione a punto fisso della temperatura di mandata negli impiati di riscaldamento a pavimento, dotato di uscite per alimentazione corpi scaldanti in alta temperatura (scaldasalviette/radiatori), composto da:

                                            • corpo collettore/separatore idraulico in ottone nichelato
                                            • gruppo di iniezione a valvola con attuatore termostatico con sonda a capillare
                                            • elettrocircolatore elettronico 60-25 (m.c.a. 6,0 con 1 m3/h) con interasse 130 mm
                                            • valvole a sfera di intercettazione mandata e ritorno impianto Ø 3/4”
                                            • termometri per il controllo della temperatura di mandata e ritorno impianto
                                            • termostato di sicurezza
                                            • valvola di by-pass differenziale per circuito primario
                                            • collettori in ottone Ø 1” con flussometri di regolazione, vitoni termostatizzabili, gruppi di sfiato automatico e scarico
                                            • valvola a sfera Ø 1” di intercettazione circuito secondario, per riempimento impianto
                                            • valvola di ritegno integrata per circuito primario
                                            • cablaggi elettrici
                                            • Armadietto da incasso in acciaio zincato con sportello verniciato

                                            Disgiuntore idrico di serie: permette all’impianto di autobilanciarsi garantendo una curva prevalenza/portata ottimale senza alcun intervento da parte dell’installatore. Tale irrinunciabile accorgimento idraulico evita qualsiasi effetto di disturbo dovuto all’influenza, in termini di prevalenza residua, della pompa di rete con il circolatore a bordo dell’unità.


                                            questo è quanto scrive il produttore.. a voi esperti le conclusioni..
                                            Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                                            Commenta


                                            • #23
                                              sembrerebbe che "regoli" (a punto fisso!!!) la T della mandata del SECONDARIO..mediante la regolazione del FLUSSO del Primario..cioe se sente caldo, strozza il primario.
                                              fantastico..cois se una pdc che ha bisogno sempre di flusso abbondante, per caso manda caldo, lei STROZZA, e la pdc va in protezione.
                                              Tutto per risaprmiare 200 euro di climatica?
                                              Se tutto è progettato con stesso "stile"..nutro dubbi...
                                              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                              Commenta


                                              • #24
                                                non essendo un tecnico non saprei il suo funzionamento.. quello che all'inizio si pensava fosse un compensatore idraulico è, come diceva sopra Dado, in effetti un
                                                separatore idraulico, che gestisce AT e BT. se non ho capito male, è dotato di testine termostatizzabili per la regolazione dei settori..
                                                il resto è per me arabo.. quello che intuisco è che Dado si è complicato un pò la vita con questo collettore, che oltretutto, credo non costi neanche poco..
                                                speriamo che il tecnico sappia bene il da farsi e penso che Dado si aspetti un consiglio dai più esperti.. pro e contro..
                                                Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originariamente inviato da aldo55 Visualizza il messaggio
                                                  quello che all'inizio si pensava fosse un compensatore idraulico è, come diceva sopra Dado, in effetti un
                                                  separatore idraulico, ..
                                                  sono 2 sinonimi...
                                                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    ah ok.. chiedo scusa..
                                                    credevo avessero diversa conformazione.. che uno compensasse e l'altro separasse in qualche modo due flussi..
                                                    si impara sempre qualcosa.. grazie della dritta..
                                                    Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                                                    Commenta

                                                    Attendi un attimo...
                                                    X