impianto integrato pellet-gas con puffer di accumulo - Aiuto - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

impianto integrato pellet-gas con puffer di accumulo - Aiuto

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • impianto integrato pellet-gas con puffer di accumulo - Aiuto

    Buonasera a tutti, sono nuovo del forum.

    Devo ristrutturare casa. Devo rifare anche l'impianto di riscaldamento. Ho chiesto3-4 preventivi, ma ogni tecnico/idraulico contattato, mi ha dato pareri e idee diverse sull'impianto da realizzare.

    Vorrei quindi provare a chiedere qualche consiglio a voi per poi poter valutare i vari preventivi in modo + corretto, per la mia situazione/esigenza.

    Provincia di Varese 450 m di quota.
    Casa singola formata da 2 piani da 120 mq. isolata con cappotto e doppi vetri (serramenti nuovi).

    Questo è l'impianto che indicativamente vorrei realizzare.


    Locale tecnico con caldaia a condensazione da 34 KW che produce anche acqua sanitaria.
    Nella zona abitata una idrostufa da 28 KW.
    Elemeti radianti termosifoni in ghisa.

    I due sistemi anzichè con uno scambiatore vorrei collegali tramite un puffer (500 - 800 LT)
    Ho letto che ci sono puffer per produzione di acqua calda sanitaria istantanea (Serpentina che attraversa il puffer). Sono un sistema valido?

    Come ho detto vorrei collegare stufa a pellet e caldaia al puffer per riscaldamento con il quale produrre magari anche Acqua calda sanitaria.
    In estate userei solo la caldaia per produrre ACS.

    E' un ragionamento corretto?
    Come andrebbero collegati correttamente i vari elementi?

    Grazie a tutti per le eventuali risposte.

  • #2
    Perché spendere per una caldaia a condensazione con i termo in ghisa che vanno ad alte Temperature?
    caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

    Commenta


    • #3
      spero di alimentare la discussione, iniziando con alcuni punti di vista personali..
      se la casa da 120 mq. ben coibentata (hai la classe energetica o uno storico di consumi precedenti), credo che una caldaia a gas da 34 kW e
      una a pellet da 28 siano quasi eccessive..
      il puffer per una idrostufa non saprei sia l'ideale. diverso con caldaia a pellet, allora sarebbe necessario.
      cioè a questo punto, credo converrebbe fare acs col solo gas e riscaldamento con la stufa e separare con un semplice scambiatore a piastre..
      così a intuito.. ma è solo un parere personale.. vediamo cosa ne pensano i più esperti..

      scusa una domanda.. sono 120 mq totali o per piano..?

      ciao
      Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da ivanb Visualizza il messaggio
        Perché spendere per una caldaia a condensazione con i termo in ghisa ?
        giusto ivanb.. in effetti se non può cambiare i termo io personalmente opterei solo per una caldaia pellet con puffer
        dimensionato riscaldamento/acs.. e non lo prenderei pipe in tank ma con piastra esterna.. secondo me più
        performante e forse anche più economico..
        Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

        Commenta


        • #5
          grazie per le risposte.

          La caldaia a condensazione mi è stata proposta da tutte le aziende contattate.
          Credo che inoltre solo l'installazione di una caldaia a condensazione per sostituzione vecchia caldaia a gas possa usufruire delle detrazioni 65%.

          La casa ha 2 piani da 120 mq. serviti da un unico sistema di riscaldamento attraverso 2 collettori di distribuzione.

          Credo anch'io che se somma te risultano eccessive, però in teoria potrebbero una sostituire l'altra. In teoria (se fosse possibile) andrei per la quasi totalità a pellet e utilizzerei la caldaia a gas x emergenza o nel periodo estivo per la produzione di acs.

          Domanda da profano... un idrostufa non si comporta come una caldaia a pellet??

          Quello che scrive aldo55 è una soluzione che mi ha prospettato un impiantista. (scambiatore a piastra x riscaldamento e caldaia a gas, con un accumulo di 150 lt. per acs.)

          Altri invece mi hanno detto che comunque un accumulo sarebbe la soluzione migliore x sfruttare caldaia e idrostufa.

          Io non saprei, non sono un termotecnico e quindi mi risulta difficile orientarmi....

          Commenta


          • #6
            si ok.. credo che ormai le caldaie di nuova installazione debbano essere per legge a condensazione..
            sotto l'aspetto del risparmio, in questo caso non sarebbe proprio il massimo se non nulla rispetto ad una tradizionale.
            la caldaia a condensazione da il meglio con il ritorno impianto più basso possibile.. ottime sicuramente con riscaldamento
            a BT come il radiante..

            Domanda da profano... un idrostufa non si comporta come una caldaia a pellet??
            assolutamente no..! rese, consumi, gestione diverse.. monterei solo una idrostufa in caso non avessi
            posto per una caldaia a pellet.. ma a mio parere nulla a che vedere.. sarebbe come mettere un
            termocamino a legna con una caldaia a fiamma rovesciata.. certo i costi son diversi ma...

            è una soluzione che mi ha prospettato un impiantista. (scambiatore a piastra x riscaldamento e caldaia a gas, con un accumulo di 150 lt. per acs.)
            forse lìha proposto per sfruttare la condensazione con il puffer..
            Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

            Commenta


            • #7
              interessante capire perchè se a gas servono 34 kw mentre se a pellet servono 28 kw......
              riscaldamento a biomassa e PDC
              Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                interessante capire perchè se a gas servono 34 kw mentre se a pellet servono 28 kw......
                Perchè ho scelto un tipo di stufa a pellet.
                L'impiantista ha proposta la caldaia.

                (Un impiantista aveva proposto una 24 KW - una altro una 28 KW)

                Commenta


                • #9
                  Provo a postare 3 possibili schemi di collegamento: (fatti da me, quindi senza valvole pompe e altri accessori. che saranno inseriti dall'impiantista)

                  E forse anche non corretti da punto di vista termotecnico.....


                  Schema 1 senza accumulo collegamento con scambiatore
                  Schema 2 collegamento con accumulo
                  Schema 3 collegamento diretto per riscaldamento con accumulo alimentato da idro.
                  File allegati
                  Ultima modifica di sergior; 03-10-2016, 09:58.

                  Commenta


                  • #10
                    Allego schema 2
                    File allegati

                    Commenta


                    • #11
                      allego schema 3
                      File allegati

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da sergior Visualizza il messaggio
                        Perchè ho scelto un tipo di stufa a pellet.
                        L'impiantista ha proposta la caldaia.

                        (Un impiantista aveva proposto una 24 KW - una altro una 28 KW)
                        e cosa centra gas, pellet, legna o nucleare
                        i kw sempre kw rimangono.....
                        riscaldamento a biomassa e PDC
                        Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                        Commenta


                        • #13
                          sergior,mettere un puffer oltretutto Pipe, collegato a un generatore a pellet, ha senso solo se in previsione colleghi pannelli solari,contrariamente schema 1.
                          Inoltre vorrei capire il senso del collegamento della caldaia a gas al puffer. Ci sono discussioni recenti che ti potrebbero interessare su come collegare il puffer al pellet e produzione acs,ripeto ,sempre se in futuro si collega anche il solare termico.Per riassumerti le discussioni e per come la vedo io: puffer 2 serpentine collegate tra loro ed entrambi collegate al pellet,scambiatore esterno collegato al puffer per produzione acs e caldaia gas che lavora in piena autonomia.Un domani,fai sempre in tempo a collegarti con il solare alle stesse serpentine del riscaldamento,senza acquistare ulteriori boiler per acs.Ciao

                          Commenta


                          • #14
                            Non ho chiesto un aiuto sul dimensionamento dei componenti, ma sullo schema ottimale per collegarli.

                            Per il dimensionamento e schema esecutivo ci penserà poi chi realizzerà l'impianto.

                            Io volevo avere un'idea sul tipo di impianto ottimale per avere un minimo di conoscenza e non accettare a scatola chiusa quello che mi propone l'impiantista.
                            Anche perchè ho avuto 3 proposte di impianto diverse da 3 impiantisti contattati.

                            Grazie.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da sergior Visualizza il messaggio
                              (Un impiantista aveva proposto una 24 KW - una altro una 28 KW)
                              sergior, a prescindere dal fabbisogno energetico è normale che se a pellet ho una 28 kw a gas abbisogno di una 34,considerato l'uso che ne faccio.Ciao

                              Commenta


                              • #16
                                quindi la soluzione ottimale sarebbe la 1.


                                La 3 perchè non potrebbe funzionare?? A mio parere sembrerebbe la soluzione ottimale.

                                Ed eventualmente questa variante cosa comporterebbe?
                                File allegati

                                Commenta


                                • #17
                                  Quale pensi sia la % di utilizzo per riscaldamento gpl/pellet?
                                  Io l'idrostufa la attaccherei al puffer in diretta senza serpentini, quella a gas la attaccherei al serpentino in alto, così facendo però io andrei quasi solo a pellet (e a gas ogni morte di papa)

                                  Ovvero a me piace di più la 2 (ma io son falegname, non idraulico)
                                  Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                                  Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    leaza,una volta si diceva " morto un papa se ne fa un'altro" " ogni morte di papa " i tempi sono cambiati.....quindi.Premesso che a casa propria ognuno è padrone di installare o non installare quello che ritiene più opportuno.Fatta questa premessa e per come la vedo io,ripeto,per come la vedo io,il problema a sergior si pone solo perchè si ostina a voler abbinare un puffer a una idro stufa,puffer che non serve a nulla,non ha surplus di energia da immagazzinare e non penso che per avere acs deve tenere in temperatura 500/800 lt, considerato che vuole installare un pipe in tank.Altresì, mi ripeto affermando che, il discorso è valido solo in presenza di solare termico.
                                    Inoltre ,collegare una caldaia gas ad un puffer è..........una pessima trovata.Ciao

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Ok grazie erpupone.

                                      Quindi salvo smentite, l'impianto ottimale dovrebbe essere quallo con Idrostufa e caldaia separate dallo scambiatore.
                                      (è anche quello che mi costa di meno).

                                      Quale tra queste 2 soluzioni sarebbe la migliore?

                                      1) Idrostufa - scambiatore - caldaia - collettore
                                      1b) caldaia - scambiatore - idrostufa - collettore
                                      File allegati

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da sergior Visualizza il messaggio
                                        Quindi salvo smentite, l'impianto ottimale dovrebbe essere quallo con Idrostufa e caldaia separate dallo scambiatore.
                                        (è anche quello che mi costa di meno).
                                        Salvo smentite da parte di chi? Sei tu che devi decidere,poi ognuno dice la sua.Detto questo, lo scambiatore va posto lato pellet sempre,anche se il gas lo usi ogni morte di.....Ciao
                                        P.S. Il solare termico ti interessa ?

                                        Commenta


                                        • #21
                                          (ogni morte di papa è un espressione che ho sempre sentito dire)

                                          bè, un idrostufa a pellet immagino si comporti come una caldaia a pellet (meno efficiente ma il principio è quello) , meno accendi-spegni fa meglio è (come resa)
                                          dunque immagino che un puffer possa essere utile in tal senso, sovente sul forum si dice che il puffer col pellet non è indispensabile ma se c'è male non fa.

                                          Nessun surplus da stoccare: perchè? Nel senso che si accende solo "a bisogno"?

                                          Visto che l'idrostufa va in casa io (da ignorante in materia idrostufe) vorrei che mentre sono sul divano a leggere lei funzioni in continuo(con relativa fiamma e calore nel locale in cui l'ho installata) e se gira 4 ore di fila anche alla minima potenza magari un pò di surplus lo fa, da cui un puffer può tornare utile.

                                          Ovvio che attaccare il gas al puffer è una cavolata, ma se di fatto gira 15 ore all'anno costa poco come cavolata.
                                          Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                                          Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                                          Commenta


                                          • #22


                                            qualcun altro può darmi un parere?


                                            se può essere d'aiuto due soluzioni che mi hanno proposto sono:

                                            caldaia vaillant ecocompat VSC da 34 KW con accumulo acs da 150 lt.
                                            idrostufa diadema 28KW della nordica
                                            collegate con scambiatore

                                            caldaia Junker carapur confort da 28 KW
                                            idrostufa diadema 28KW della nordica
                                            puffer di accumulo riscaldamento da 500 lt.
                                            puffer ACS da 300 lt

                                            Commenta


                                            • #23
                                              opinione

                                              Mi permetto di scriverti dato che mi trovo anche io nella tua stessa condizione, cioè la scelta del miglior impianto.
                                              Premesso che la scelta finale è soltanto tua, io terrei in considerazione anche la possibilità dell'accumulo.
                                              Nello specifico se la idrostufa la accendi per molte ore al giorno ti converrebbe pensare all'accumule (anche se le idrostufe non sono famose per i rendimenti come possono essere i termocamini).
                                              Fai bene i conti di quanto trascorri in casa e per quanto tempo hai accesa la idrostufa.



                                              Originariamente inviato da sergior Visualizza il messaggio


                                              qualcun altro può darmi un parere?


                                              se può essere d'aiuto due soluzioni che mi hanno proposto sono:

                                              caldaia vaillant ecocompat VSC da 34 KW con accumulo acs da 150 lt.
                                              idrostufa diadema 28KW della nordica
                                              collegate con scambiatore

                                              caldaia Junker carapur confort da 28 KW
                                              idrostufa diadema 28KW della nordica
                                              puffer di accumulo riscaldamento da 500 lt.
                                              puffer ACS da 300 lt

                                              Commenta

                                              Attendi un attimo...
                                              X