Alternativa al GPL: termostufa idro policombustibile ? - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Alternativa al GPL: termostufa idro policombustibile ?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Alternativa al GPL: termostufa idro policombustibile ?

    Salve a tutti, mi sono appena iscritto al forum.
    Mi sono trasferito di recente in un bilocale in campagna, zona climatica D, (40 mq + cortile, giardino e cantina, classe G) attualmente servito da serbatoio gpl interrato, caldaia e impianto termoidraulico.
    Uso quindi il gpl lasciatomi dai precedenti proprietari (non ho firmato nessun contratto di fornitura) per riscaldamento, cucina e acqua calda.
    Vorrei far rimuovere il serbatoio gpl e sto valutando le possibili alternative.
    Queste le soluzioni a cui ho pensato:

    __________________________________________________ __________________________________________________ ________________
    1)
    RISCALDAMENTO, CUCINA E ACS
    -metano: la zona è servita dalla rete, ma non so di preciso il costo dell'allacciamento (chiederò un preventivo). I vicini hanno già fatto l' allacciamento e penso quindi che la spesa sia contenuta. Dovrei poi solo adattare la caldaia e il piano cottura cambiando gli ugelli e sarei a posto, credo.
    Ciò che non mi convince è la possibile fluttuazione del prezzo e la presenza di spese fisse in bolletta anche in assenza di consumi.

    2)
    RISCALDAMENTO:
    - termostufa
    -- a legna: in zona c'è abbondanza ma penso non faccia per me (odore di bruciato in casa, fatica nel trasporto). Potrei però valutarla per una termostufa a policombustibile
    -- a pellet: ho letto che non è facile trovarne di buona qualità e il prezzo è sempre aumentato. Mi sembra comunque preferibile alla legna per i motivi sopra esposti.
    -- policombustibile: data l'abbondanza di frantoi, il nocciolino potrebbe essere conveiente... pensavo ad una combinata nocciolino-pellet-legna ma i modelli visti online sono solo nocciolino-pellet (e altre biomasse, comunque legna esclusa).

    CUCINA: fornelli elettrici

    ACS: scaldabagno elettrico

    3)
    RISCALDAMENTO, ACS:
    - termostufa idro:
    Richiede l'installazione di altro, per avere acqua calda?
    In estate si può scegliere di scaldare solo l' acs senza riscaldare i termosifoni, giusto?

    CUCINA: fornelli elettrici
    __________________________________________________ __________________________________________________ ________________


    Cosa mi consigliate ?
    I miei consumi sono piuttosto bassi, nella precedente abitazione in cui avevo il metano erano di 130 mc/anno (per riscaldamento, cucina e acs).

  • #2
    energet.87, per 40 mt di casa,valuterei in impiantino fotovoltaico,pompa calore,piano induzione e lascerei il gpl per evenienza,guarda che l'allaccio al metano non te la regalano,quindi quello che devi spendere per l'allaccio,per la stufa ecc. ti paghi il fotovoltaico e per 30 anni stai a posto.Lo sai che hai il 50% d'incentivo? lo sai che con con poco più di 6000 euro installi 4 kw di fotovoltaico? Losai che in inverno stai caldo e in estate stai fresco? ecc.ecc. informati.Ciao

    Commenta


    • #3
      Più di 6000 € ogni 30 anni (che mi sembrano parecchi, come vita media dei p.f. mi risultano 20)... Più aumento potenza contatore, manutenzione... Ehm, sono graditi pareri disinteressati.

      Commenta


      • #4
        diciamo che 40 mt sono veramente pochi da scaldare....
        se la priorità è vedere la fiamma in casa, ok idrostufa (riscaldamento e acs; se siete più di due persone, lascia perdere lo scaldabagno elettrico), altrimenti il metano è una buona soluzione.
        oppure sufetta ad aria e piccolo boiler in PDC per acs (la soluzione più economica)
        riscaldamento a biomassa e PDC
        Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da energeticambiente87 Visualizza il messaggio
          Ehm, sono graditi pareri disinteressati.
          Perchè pensi che io venda fotovoltaico? Ciao

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da energeticambiente87 Visualizza il messaggio
            che mi sembrano parecchi, come vita media dei p.f. mi risultano 20)...
            https://www.fotovoltaiconorditalia.it/idee/durata-impianto-fotovoltaico
            N
            on penso di aver scritto una cretinata

            Commenta


            • #7
              infatti la soluzione consigliata da DR nord est è la migliore per quei mt piccola stufetta ad aria e boiler in PDC
              non serve neanche discuterne

              http://www.venditastufepellet.it
              SINERJI, stufe a pellet, termocamini, caldaie
              AGENTE SOLARFOCUS CAMPANIA

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da sinerjigrottaminarda Visualizza il messaggio
                non serve neanche discuterne
                amen,la stufetta ad aria come l'alimentiamo? cosa si intende per stufetta ad aria ? che tipo d'impianto deve fare con questa "stufetta ad aria ".Se vuole mettere il metano va a metano e festa finita non spende altro ,solo l'allaccio ,quindi qualche migliaio di euro (forse 2 o qualcosa di più ) ,con quattro soldi si riscalda,purtroppo l'utente si preoccupa dei costi fissi in bolletta del metano, magari prima di preoccuparsi, farà bene ad informarsi,vedrà che le preoccupazioni verranno meno.Io rimango della mia idea,se ha spazio.....fotovoltaico.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                  diciamo che 40 mt sono veramente pochi da scaldare....
                  se la priorità è vedere la fiamma in casa, ok idrostufa (riscaldamento e acs; se siete più di due persone, lascia perdere lo scaldabagno elettrico), altrimenti il metano è una buona soluzione.
                  oppure sufetta ad aria e piccolo boiler in PDC per acs (la soluzione più economica)
                  Saremmo max in due persone.
                  Sul boiler in pdc:
                  - ho letto che non è conveniente se usato per la sola acqua calda...
                  - Quanto è ingombrante rispetto al boiler elettrico ? Non avrei molto spazio.

                  Per il riscaldamento, mi è stato suggerito il kaldò da 7 kw, un ventilconvettore a pellet. Lo conoscete ?
                  La stufa idro a pellet mi è stata sconsigliata perchè non sarebbe conveniente dato lo scarso volume da riscaldare.

                  Commenta


                  • #10
                    @ erpupone: pensando al metano, dovrei aggiungere anche i costi della manutenzione della caldaia (minimo 100 €/anno) che prima non avevo considerato.
                    Per il fotovoltaico non ho spazio.

                    Commenta


                    • #11
                      energica,100 euro non mi sembra sia una cifra da capogiro,considerato la manutenzione giornaliera che devi fare per un generatore a pellet (pulizia) oltretutto non mi sembra costi poco il 7 kw stiamo sui 1700 eurini,poi ti devi preoccupare di comprare il pellet,lo devi caricare nella stufa,lo devi immagazzinare,poi in quel generatore devi mettere anche un certo tipo di pellet con il suo costo ecc.ecc,ma queste cose non le metti in conto? Ti preoccupi solo dei cento euro o qualche euro di costi fisso del metano, penso che con il gas non hai di questi problemi....tu sai quello che vuoi,ciao
                      P.S. sai come dicono a Roma; vuoi fare le nozze coi fichi secchi

                      Commenta


                      • #12
                        Ciao energeticambiente87,

                        Originariamente inviato da energeticambiente87 Visualizza il messaggio
                        Saremmo max in due persone.
                        Sul boiler in pdc:
                        - ho letto che non è conveniente se usato per la sola acqua calda...
                        - Quanto è ingombrante rispetto al boiler elettrico ? Non avrei molto spazio.

                        Per il riscaldamento, mi è stato suggerito il kaldò da 7 kw, un ventilconvettore a pellet.
                        per il boiler pdc guarda quelli murali della ariston nuos da 80 fino 200 litri, per il ventilconvettore a pellet non penso avrai problemi, come una qualsiasi stufa a pellet di quella potenza

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da erpupone Visualizza il messaggio
                          energica,100 euro non mi sembra sia una cifra da capogiro,considerato la manutenzione giornaliera che devi fare per un generatore a pellet (pulizia) oltretutto non mi sembra costi poco il 7 kw stiamo sui 1700 eurini,poi ti devi preoccupare di comprare il pellet,lo devi caricare nella stufa,lo devi immagazzinare,poi in quel generatore devi mettere anche un certo tipo di pellet con il suo costo ecc.ecc,ma queste cose non le metti in conto? Ti preoccupi solo dei cento euro o qualche euro di costi fisso del metano, penso che con il gas non hai di questi problemi....tu sai quello che vuoi,ciao
                          P.S. sai come dicono a Roma; vuoi fare le nozze coi fichi secchi
                          Cioè prima mi dai dello spendaccione e poi del taccagno ?

                          ? ? ?
                          "...tu sei ricco
                          e ti tirano le pietre,
                          non sei ricco
                          e ti tirano le pietre..."
                          ? ? ?

                          Scherzi a parte, è chiaro che il metano è più comodo, ma per consumi bassi come i miei forse non è la soluzione più conveniente, anche perchè dovrei chiedere l'allacciamento.
                          La pulizia della stufa a pellet non mi pare debba essere giornaliera... Quello che mi convince meno è forse la difficoltà nel trovarlo di buona qualità e il trend in costante aumento del suo costo. Per questo pensavo a soluzioni policombustibile (adatte anche al nocciolino di oliva, o altro).

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Lore_ Visualizza il messaggio
                            Ciao energeticambiente87,



                            per il boiler pdc guarda quelli murali della ariston nuos da 80 fino 200 litri, per il ventilconvettore a pellet non penso avrai problemi, come una qualsiasi stufa a pellet di quella potenza
                            Ciao Lore,
                            nella scheda tecnica di quello da 80 litri (mi pare sia il più piccolo) c'è scritto che il locale di installazione deve essere di almeno 20 metri cubi, quindi in bagno non ci sarebbe spazio. Riuscirei invece a farci stare un boiler elettrico da 30 o 50 litri.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da erpupone Visualizza il messaggio

                              energet.87, per 40 mt di casa,valuterei in impiantino fotovoltaico,pompa calore,piano induzione e lascerei il gpl per evenienza,
                              Perche il fotovoltaico??'

                              Il fotovoltaico non'e' obbligatorio abbinarlo con una PDC per renderla conveniente.. soprattutto se deve sostituire il GPL come combustibile.

                              Scritto come lo hai scritto tu il suggerimento da perfetto diventa confuso.


                              La soluzione migliore in questo caso è una PDC che faccia ACS + riscaldamento e il piano ad induzione come fornello.

                              Una soluzione altrettanto buona ma piu' economica sarebbe uno split in PDC che faccia caldo/freddo ( ad aria ) e una PDC tipo Nuos per la ACS.. e naturalmente induzione per i fornelli.

                              Non metterei metano e/o stufe a legna... non vale proprio la pena x 40 Mq. e inoltre si avrebbe comunque il problema della produzione ACS.

                              Il FV... ottima cosa se vorrai risparmiare ancora di piu'.. magari in futuro. ma featuires non assolutamente necessaria.



                              F.
                              Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
                              Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da fcattaneo Visualizza il messaggio
                                Scritto come lo hai scritto tu il suggerimento da perfetto diventa confuso.
                                Un appunto che ti potevi benissimo risparmiare,penso che solo per te è "confuso",la prossima volta gli scrivo anche la .........marca delle pentole per l'induzione, ciao

                                Commenta


                                • #17
                                  Sono l'ultimo arrivato e non voglio certamente passare per rompi c... ma... Si la legna pesa, occupa spazio e richiede costante presenza... ma ritengo che sia la soluzione più economica in assoluto. Il pellet trova indubbiamente posto più facilmente, non obbliga a restare sempre presenti ma costa di più... e non è solamente una questione di prezzo del sacco (che comunque è ampliamente discutibile, perchè un pellet che costa molto poco si trova e gli unici effetti collaterali sono pulizie più frequenti e qualche falso avviamento se la stufa è schizzinosa). Fotovoltaico e pompe di calore... valide ma solo se si punta ad un investimento a LUNGO termine ed un uso perfettamente bilanciato (usare casa per il we... non è certo un buon modo per rientrare dei soldi investiti). Bombolone... costo gpl apparentemente più alto rispetto la fornitura da rete... ma siamo sicuri che i costi fissi della rete non superino di gran lunga il costo della materia prima?).
                                  Ovvio... io non sono nessuno, ma li ho passati tutti questi sistemi e sulle mie tasche questo è ciò che è emerso.
                                  No alle dipendenze energetiche!

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da fix Visualizza il messaggio
                                    Sono l'ultimo arrivato e non voglio certamente passare per rompi c... ma... Si la legna pesa, occupa spazio e richiede costante presenza... ma ritengo che sia la soluzione più economica in assoluto. Il pellet trova indubbiamente posto più facilmente, non obbliga a restare sempre presenti ma costa di più... e non è solamente una questione di prezzo del sacco (che comunque è ampliamente discutibile, perchè un pellet che costa molto poco si trova e gli unici effetti collaterali sono pulizie più frequenti e qualche falso avviamento se la stufa è schizzinosa). Fotovoltaico e pompe di calore... valide ma solo se si punta ad un investimento a LUNGO termine ed un uso perfettamente bilanciato (usare casa per il we... non è certo un buon modo per rientrare dei soldi investiti). Bombolone... costo gpl apparentemente più alto rispetto la fornitura da rete... ma siamo sicuri che i costi fissi della rete non superino di gran lunga il costo della materia prima?).Ovvio... io non sono nessuno, ma li ho passati tutti questi sistemi e sulle mie tasche questo è ciò che è emerso.
                                    Ciao fix, grazie del contributo alla discussione. Riguardo alla legna mi preoccupano l'odore di bruciato in casa e il rischio di emissioni nocive (creosoto). Quanto costa la manutenzione della stufa e della canna fumaria ? Quale può essere il consumo annuo di Gpl per una persona? Facendo l'equivalenza tra metano e gpl (a partire dal mio consumo di metano nella casa precedente) mi risulta un valore molto basso rispetto a quello che ho letto in giro...

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Salve,sono un novellino dunque io ho un problema simile, ma non uguale, insomma io sto ristrutturando casa circa 180 mq su due piani, non ho la possibilità d'avere il metano dunque dovrei optare per il GPL , evevo intenzione di istallare una termostufa policombustibile,qualcuno sa consigliarmi un modello. grazie

                                      Commenta


                                      • #20
                                        di che zona sei e che combustibili trovi nella tua zona ?
                                        l'acs primaverile ed estiva con cosa pensi di farla ?
                                        riscaldamento a biomassa e PDC
                                        Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Buona sera, io abito a Palermo e come combustibile pensavo agli scarti dell'ulivo dunque nocciolino sansa e quando possibile legna .Acs con solare termico

                                          Commenta

                                          Attendi un attimo...
                                          X