aiuto scelta componenti - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

aiuto scelta componenti

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • aiuto scelta componenti

    Buon giorno a tutti!!!!!!
    avrei bisogno di un vostro consiglio per scegliere i componenti da inserire nella mia nuova casa in cui andrà una caldaia a pellet. premetto che ho già fatto da solo l'impianto della mia casa da single per cui me la so cavare abbastanza bene.

    per ora ho scelto i seguenti componenti:

    caldaia red compact 18 easy cleaner
    puffer cordivari 1000 litri con serpentina acs

    mi manca da scegliere :

    -defangatore : non ho capito se è necessario.
    -dimensione della canna fumaria da intubare per una altezza di 9 metri con 3 metri di canale fumi
    -ho visto il funzionamento di un kit miscelatore e centralina climatica vorrei sceglierne uno adatto alla mia abitazione
    -circolatore a giri variabili a causa inserimento valvole termostatiche. Sto vedendo quelle della grundfos ma non so bene su che base scegliere. ci sono anche gruppi all in one ma non ne ho mai visto nessuno in funzione. Inoltre mi ricordo che una volta si usava mettere un termo senza la valvola termostatica ma mi viene il pensiero sia un modo di procedere errato perché farebbe girare la pompa a vuoto

    Per ultimo una domanda più tecnica. per ragioni di spazio pensavo di spostare i due vasi di espansione sulla parte opposta rispetto a quella del puffer. è corretto?

    che ne dite?

  • #2
    Ciao,
    - defangatore: buona prassi utilizzare quelli con magnete specialmente in presenza di pompe a inverter. Trattamento dell'acqua secondo norma: http://www.caleffi.com/sites/default...ts/0850113.pdf
    - canna fumaria secondo UNI 10683, v. anche costruttore del generatore
    - sui depliant dei produttori dei kit di miscelazione sono indicate le prevalenze disponibili. Dovresti avere il progetto del calcolo delle perdite di carico del tuo impianto
    - la soluzione di tenere un radiatore senza valvola termostatica era un palliativo, un modo rapido per evitare problemi di eccessiva prevalenza sulle valvole senza utilizzare calcoli e valvole apposite per il controllo del deltap. Oggi con le termostatiche l'abbinamento ideale è pompa a giri variabili e regolatore di deltap


    - vasi espansione: la norma chiede di avere un vaso a servizio di ogni generatore, vaso NON intercettabile (a meno di non usare gli appositi rubinetti a tre vie). Il volume di espansione può essere ripartito su più vasi. Occhio quindi a spostare il vaso a valle del puffer.
    - meglio rivolgersi ad un termotecnico per un progetto
    R.

    Commenta


    • #3
      -ok
      -il problema è che ascoltado pareri di termotecnici diversi ognuno spara il diametro della canna a casaggio (mia impressione). passano da un 120 a un 150. per cui non so come calcolarlo visto che nemmeno loro lo sanno.
      - nell'impianto che vado a sostituire la pompa a gir fissi è una 25/60 ma quando chiesi consigli mi dissero che era opportuno sovradimensionare la pompa in quanto la casa è di 30 anni fa e i progetti il vecchio proprietario non li aveva più. aveva visto le pompe della grundfos ma non capisco quale modello può corrispondere a quanto dici tu. leggo comunque che la riduzione arriva comunque al 20% della velocità massima per cui se tutte si chiudessero il problema potrebbe porsi o sbaglio?
      - supponendo che la prevalenza sia giusta come dicevo sopra a me interesserebbe capire che cosa scegliere come modello. cene sono una infinità di centraline climatiche e di regolatori di miscelazione. una buona accoppiata quale sarebbe?

      - non intercettabile cosa intendi?

      Commenta


      • #4
        I dispositivi di sicurezza, protezione, controllo ed i vasi di espansione devono essere collegati direttamente al dispositivo che "proteggono" senza mettere in mezzo valvole di intercettazione. Se, come mi sembra, vuoi mettere un unico vaso oltre il puffer, vaso che dovrebbe gestire l'espansione dell'acqua contenuta anche nel generatore, non ci dovrebbero essere intercettazioni su tutta la tubazione dal generatore fino al vaso. Per tale motivo la norma ti consente di ripartire il volume di espansione su più vasi, ed uno lo metti senza intercettazioni vicino al generatore.
        Ho visto che ti stai facendo aiutare anche su un altro forum, anche lì ti hanno consigliato la consultazione di un termotecnico per i calcoli e la scelta dei dispositivi adatti. Occhio al faidate negli impianti.
        R.

        Commenta


        • #5
          ok sui vasi saranno senza intercettazioni come già avevo immaginato.
          per il esto cosa mi consigli?

          Commenta


          • #6
            Io ho la red 24 easy clean che dovrebbe essere praticamente uguale alla tua come uscita fumi, da 100mm . Io ho messo canna tutta da 100mm doppia parete compresa canale da fumo, alta circa 8 metri con mezzo metro che sborda dal tetto. Io non andrei più su di diametro, la temperatura fumi non è elevatissima e con canna più larga i fumi rallenterebbero troppo secondo me. Canne larghe vanno bene per generatori a legna.

            Io come circolatore ho un wilo yonos pico a giri variabili. Avendo termostatiche dappertutto preferisco tenere il termo del bagno sempre aperto, perche se chiudono tutte secondo me un po' il circolatore sforza e allola li si che gira a vuoto.
            caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

            Commenta


            • #7
              Ahh ricordati mettere un apertura sul canale da fumo subito dopo l'uscita dalla caldaia, oltre che alla base della canna fumaria
              caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da ivanb Visualizza il messaggio

                Io come circolatore ho un wilo yonos pico a giri variabili. Avendo termostatiche dappertutto preferisco tenere il termo del bagno sempre aperto, perche se chiudono tutte secondo me un po' il circolatore sforza e allola li si che gira a vuoto.
                però non capisco che senso abbia mettere le termostatiche per risparmiare se poi un termo lo lasci libero.
                per apertura intendi lo scarico condensa?

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da fantasy72 Visualizza il messaggio
                  che senso abbia mettere le termostatiche per risparmiare se poi un termo lo lasci libero.
                  per apertura intendi lo scarico condensa?
                  Bisogna anche "scegliere" il termo da lasciare libero in base al tuo impianto. Teoricamente, al termo che è più vicino al termostato ambiente non servirebbe la termostatica perche quando chiude il termostato la temperatura è raggiunta e termosifone è come se chiudese con la valvola.

                  Io ho fatto la scelta di lasciare aperto quello del bagno perchè il termostato c'è l'ho in posizione particolare ed anche perche cosi in bagno non ci sono mai meno di 22-24 gradi e la ragazza è contenta


                  per apertura intendo una T di ispezione nel canale da fumo.
                  caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

                  Commenta


                  • #10
                    ma che
                    io sappia con le termostatiche non c'è bisogno di nessun cronotermostato

                    Commenta


                    • #11
                      Senza crono il circolatore girerebbe h24 , vabbè che consumano poco quello nuovi ma un crono costa 20€ Inoltre il circolatore che gira sempre ti creerebbe un rimescolamento continuo del puffer con partenze caldaia più frequenti
                      caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

                      Commenta


                      • #12
                        mi prendi in contropiede nel senso che mi era parso di capire che il circolatore andasse al minimo o si spegnesse nel caso delle termostatiche chiuse mentre invece non è cosi. tra le altre cose questi miglioramenti mi sono stati suggeriti da un termotecnico per cui son doppiamente perplesso. lui non farà il lavoro per motivi vari ma mi ha suggerito lui queste aggiunte.

                        Commenta


                        • #13
                          Si va al minimo quando chiudono. Comunque che problema c'è? Intanto dato che devi ancora fare l impianto predisponi il cavo per il crono ( un semplice cavetto bipolare anche di sezione esigua) e in caso stai poco a metterlo . Secondo me non ti pentirai
                          caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

                          Commenta


                          • #14
                            nessun problema devo solo capire cosa sto facendo. il posto c'è ma non mi pare ottimale. l'impianto c'è già io devo solo allacciare la caldaia al puffer e quest'ultimo all'impianto più montare la canna. sto leggendo in giro ma leggo pareri contrastanti tra chi lo metto e chi dice che non serve. stessa per la valvola da non mettere in uno o due termosifoni.

                            Commenta


                            • #15
                              Ho letto adesso che vuoi mettere miscelatrice climatica, non lo avevo letto. In quel caso il termostato allora non serve perché l l'impianto dovrà girare h24
                              caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

                              Commenta


                              • #16
                                Sulle termostatiche con climatica invece nn ho esperienza. Ma direi che lasciarne una aperta sarebbe una buona idea, anche perché tanto passerebbe acqua a temperature abbastanza basse e gli sprechi sarebbero minini
                                caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

                                Commenta


                                • #17
                                  se non ti offendi aspetto parere dei luminari del forum giusto per stare tranquilli. meglio chiedere che sbagliare.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Ahh bè sì certo, non mi offendo, il mio è una semplice opinione da utente di caldaia a pellett e fai bene a prenderlo come tale è ragionare con la tua testa io faccio cosi
                                    caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Io anche e ti ringrazio della comprensione.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da fantasy72 Visualizza il messaggio
                                        ... mi era parso di capire che il circolatore andasse al minimo o si spegnesse nel caso delle termostatiche chiuse mentre invece non è cosi...
                                        Le termostatiche puramente meccaniche oppure le motorizzate stand-alone non comunicano con la caldaia (o la pompa), semplicemente modulano il passaggio di acqua al radiatore in funzione della temperatura ambiente che legge il sensore incorporato. Per fermare la pompa ci vuole un altro dispositivo elettrico, tipo il cronotermostato.
                                        Ma se vuoi differenziare la temperatura stanza per stanza ed avere il bagno molto caldo, la soluzione è l'uso delle termostatiche ad onde radio: moduli la portata ai radiatori e mantieni attiva la pompa finchè tutti gli ambienti non siano soddisfatti termicamente. Rimane comunque necessario gestire la variazione di deltap con opportuni accorgimenti tecnici (pompe a giri variabili+by pass differenziali o regolatori di deltap per evitare di lasciare senza termostatica un radiatore).
                                        R.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio
                                          Per fermare la pompa ci vuole un altro dispositivo elettrico, tipo il cronotermostato.
                                          ciao. come dicevo il crono però mi impedisce di differenziare la temperatura in quanto se la stanza in cui si trova è calda ma il resto freddo la pompa rimane spenta. a questo punto lavorando con logica de puffer forse meglio un bypass differenziale dato che le onde radio dubito attraversino due piani. il bypass va fatto sul collettore se non ricordo male. solo non ho capito cosa sarebbe il regolatore di deltap. io to vedendo le stratos pico e le grundofs Alpha 2 ma non leggo di deltap.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            termostati wireless hanno sempre dato problemi
                                            riscaldamento a biomassa e PDC
                                            Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Se hai un solo crono, solitamente nell'ambiente "medio", ovviamente lui diventa prioritario su tutto il resto, cioè se raggiunge il set impostato fa spegnere la pompa (caldaia), anche se altri ambienti non hanno raggiunto la temperatura desiderata. Ecco perchè ho scritto che per avere temperature anche molto diverse nei vari ambienti, la soluzione più performante sono le onde radio.
                                              Ovviamente ci sono soluzioni intermedie.
                                              Il discorso del by-pass differenziale è una questione di idraulica: se hai valvole che modulano la portata (termostatiche, onde radio, elettrotermiche...), queste variano la resistenza dell'impianto (cioè il deltap), che va gestito con opportune soluzioni idrauliche, appunto con pompe a giri variabili + by-pass differenziali o regolatori di deltap.
                                              Guarda qui:

                                              Per l'attraversamento di più piani con le onde radio, i vari costruttori mettono a disposizione ripetitori appositi.
                                              Qui info sul regolatore di deltap:

                                              Non sono aspetti banali, ti consiglio davvero di rivolgerti ad un progettista termotecnico.
                                              R.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio
                                                Non sono aspetti banali, ti consiglio davvero di rivolgerti ad un progettista termotecnico.
                                                R.
                                                scusa ho omesso un particolare importante che riguarda dove vivo e spiega molte cose. io sono all'estero e qui i costi sono abnormi per fare come dici tu. ho provato a contattare un tecnico oltralpe ma peggio ancora. nel caso vedrò come fare.
                                                passando ad altri aspetti ho visionato diverse centraline climatiche e ne sto cercando una ce faccia al caso mio con sonda esterna e interna in modo che in casi particolari io possa adeguare la mandata se questa risultasse insufficiente. ce ne sono tantissimi ed è difficile scegliere

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  fantasy, TUTTE le centraline climatiche lavorano con sonda interna e sonda esterna.
                                                  altrimenti non farebbero una curva climatica
                                                  riscaldamento a biomassa e PDC
                                                  Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    ma dallo schema di scelta esbe non vedo quello che dici. tu che cosa mi consigli? io vorrei poterla controllare dal sopra senza wireless ne caso per esempio decidessi di fare delle regolazioni.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      O semplicemente senza inserire componenti in più come i regolatori di delta P, lasci senza termostatica un termo e in quel termo regoli il detentore perché gli passi il giusto flusso di acqua per la temperatura desiderata nella stanza. Semplifichi l impianto, non sforzi mai il corcolatore e hai la temperatura desiderata
                                                      caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Originariamente inviato da ivanb Visualizza il messaggio
                                                        , lasci senza termostatica un termo e in quel termo regoli il detentore perché gli passi il giusto flusso di acqua per la temperatura desiderata nella stanza
                                                        è una idea che stavo considerando anche se il risparmio sarebbe attenuato. vedrò dopo aver considerato tutti i fattori. intanto ho scritto alla sorel per le loro centraline perché mi balenava una idea. mi chiedevo se fosse possibile comandare accensione e spegnimento del puffer in base a due sonde messe in alto e in basso nel puffer in quanto la caldaia questo lavoro non lo fa. sarebbe interessante visto che le loro centraline possono comandare accensione e spegnimeno della caldaia

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Le centraline della Sorel distribuite dalla Rossato hanno un nuovo sistema di gestione. Hanno anche sistema con TA dedicato. Per avere un amico gestione ottimale della climatica devi usare il loro TA. Devi solo capire se la tua caldaia ha un contatto dedicato per il fermo e la partenza caldaia. Solitamente utilizzano il sistema a differenziale per gestire questi tipi di impianto.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Originariamente inviato da FaGa86 Visualizza il messaggio
                                                            Devi solo capire se la tua caldaia ha un contatto dedicato per il fermo e la partenza caldaia. Solitamente utilizzano il sistema a differenziale per gestire questi tipi di impianto.
                                                            TA uguale termostato ambiente? se si allora si lo so che ce n'è uno dedicato. per quanto riguarda il puffer invece ho scritto loro per saperlo perché non si capisce se può lavorare in quel modo.
                                                            Bella domanda : non ho idea se abbia questa possibilità. Magari il Dr Nord est lo sa ,vediamo cosa dice.

                                                            comunque a me il dubbio più grande rimane solo e sempre la canna fumaria come dimensionamento. ne ho sentite di tutti i colori e dalla Red non mi hanno nemmeno risposto. eppure dovrebbero avere uno standard di partenza a seconda dell'altezza della canna fumaria. Poi ovvio ci son altri fattori da considerare ma almeno sarebbe una base da cui partire. Invece da quei pochi installatori che ho sentito qui e quando sono venuto in Italia vanno tutti ad occhio.
                                                            Niente male vero?
                                                            Ultima modifica di fantasy72; 10-11-2016, 14:54.

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X