Stufa a legna ghisa e acciaio - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Stufa a legna ghisa e acciaio

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Stufa a legna ghisa e acciaio

    Quanto tempo impiega una stufa a legna in ghisa a riscaldare l'ambiente?Ed una in acciaio?

  • #2
    mi pare che ghisa abbia calore specifico 0,13 e acciaio 0,12..differenze penso nemmeno percepibili...e comunque quella che scalda prima si raffredda prima..
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

    Commenta


    • #3
      Ciao mhw,

      troppo generica come domanda, dipende da tante cose: potenza stufa, tipologia ambiente, tipologia costruttiva stufa e via dicendo.

      Commenta


      • #4
        Grazie ma piu che altro da quanto sembra quella in acciaio dovrebbe emanare calore dopo 5 minuti dall'accensione,mentre quella in ghisa dopo 20-30 minuti perchè prima riscalda le pareti della stufa e dopo l'ambiente circostante.E' cosi?Se con la stufa in acciaio arriva direttamente il calore,con quella in ghisa dopo quanto tempo?

        Commenta


        • #5
          come detto il calore specifico è analogo..per cui si scalda prima la piu LEGGERA
          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

          Commenta


          • #6
            Mettiamo di essere in una stanza di 30 mq,se accendete quella in acciaio dovreste avvertire il calore dopo 5 minuti giusto?E con quella in ghisa?

            Commenta


            • #7
              beh... se come ha detto su marcober, le differenze sono impercettibili, metti 5 minuti e 1/2..
              poi naturalmente dipende da quanto carichi e sopratutto dalla pezzatura e umidità della legna.
              non si capisce il senso delle domande..
              Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

              Commenta


              • #8
                Cioè scusate a parità di carico,potenza,quella in ghisa riscalda l'ambiente dopo mezz'ora?Uno avverte il calore dopo mezz'ora dall'accensione?

                Commenta


                • #9
                  Ciao a Tutti....

                  @mhv

                  A parità di potenza, la differenza sta nella massa metallica da scaldare!!
                  Però, come ti ha già spiegato Marcober, quella che ti fa sentire caldo per prima, per prima si raffredderà....

                  Saluti
                  Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

                  Commenta


                  • #10
                    D'accordo ma io cerco una semplice risposta Dopo quanti minuti si sente il calore da una stufa in acciaio ed una in ghisa?

                    Commenta


                    • #11
                      A questa domanda può risponderti solo il produttore di ogni stufa, perché dipende da come sono costruite. Vedi se trovi queste info nelle schede tecniche!!

                      Saluti
                      Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

                      Commenta


                      • #12
                        dipende da come l'accendi , con che legna etcc... io con la mia in ghisa ad occhio un quarto d'ora ci vuole per che inizi ad irraggiare calore, ma per che vada proprio a regime piu o meno il doppio. Poi per portare l'ambiente in temperatura sono altri discorsi.

                        La " velocita " a scaldarsi dipende molto anche da come tira il camino, o se hai legna un po verde e non prende bene, se vuoi fare un accensione dall alto o dal basso, etcc...
                        caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

                        Commenta


                        • #13
                          Secondo me l'unica differenza è sulla durata : quella in ghisa è eterna , quella in acciaio (cioè ferraccio con qualche altro elemento) dopo qualche anno ti si fora.....
                          AUTO BANNATO

                          Commenta


                          • #14
                            Se prendi come riferimento i termosifoni . ...quelli in ghisa devono lavorare a temp. maggiore per scaldare uguale....inerzia molto maggiore...molto più pesanti....
                            Faccio il contadino....ma... Www.attoripersbaglio.it :dev::dev:
                            cosa ne pensate?...https://www.energeticambiente.it/agr...ansgenico.html

                            Commenta


                            • #15
                              Giuggiolo....quello che dici però non ha alcuna base scientifica. La ghisa non è più isolante dell'acciaio, per cui non hai alcuna necessità di portarli a T superiore , a parità di kW emessi....solo che la ghisa probabilmente è più spessa /termo piu pesante) e quindi si scalda più lentamente dei termi in acciaio o alluminio, dando magari la sensazione che serva T superiore..ma è solo una sensazione del transitorio , cioè quando parti da freddo....effetto che poi si inverte quando spegni bruciatore.
                              Morale..a parita di ore di mandata e di T di mandata, e a parita di SUPERFICIE DI EMISSIONE , erogano alla casa la STESSA quantità di energia
                              Ultima modifica di marcober; 17-11-2016, 08:01.
                              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                              Commenta


                              • #16
                                Giuggiolo ma cosa scrivi : io ho radiatori ghisa e mando a 40-45° , si scaldano in 15' e rimangono tiepide 1 ora , se mandassi a T di 70° e il termostato staca a 20° mi troverei 22° in casa perchè rimarrebbero caldi per 4/4 ore ,l'inerzia non c'entra niente con l'energia emessa...
                                io rimango dell'idea che i radiatori li posso fare di qualunque cosa , anche di plastica , se mando X energia , X energia si trasferirà all'aria, cambiano solo i tempi... vedi stufe in ceramica stube : 8 ore per scaldarle , 8 ore per freddarsi all'incirca....
                                AUTO BANNATO

                                Commenta


                                • #17
                                  In teoria dovrebbe essere cosi:la ghisa essendo un metallo piu pesante,robusto ci mette da 15 a 30 minuti ad emanare calore,affinchè uno lo avverta nella stanza,mentre con l'acciaio forse 5 minuti.Anche perchè prima tende a scaldare le pareti della stufa quella in ghisa e poi lo propaga nella stanza.E' vero che da spenta manda un pò di calore,ma è anche da considerare quei 15 minuti o ancora peggio 30 minuti di consumo legna solo per scaldare la stufa quando si accende....
                                  Ultima modifica di mhw; 17-11-2016, 08:49.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    perchè secondo te , se la ghisa ci mette 30' a scaldarsi dopo a freddarsi ci mette 1' ?!?!?
                                    Però la domanda era stata fatta su una stufa , e la stufa per quello che conosco non ha l'esterno a contatto col fuoco , attorno al braciere non c'e' sempre del refrattario , di una stufa non idro ?
                                    AUTO BANNATO

                                    Commenta


                                    • #19
                                      @mhw

                                      Stai facendo confusione!!!
                                      Il peso specifico della ghisa è pressochè uguale a quello dell'acciaio, quello che cambia e la massa complessiva del metallo o, per capirci meglio, lo spessore delle lastre con cui viene costruita la stufa. La quantità di energia fornita/resa è la stessa, cambiano i tempi di risposta e stop, non c'è nessuno spreco!!


                                      Qui trovi spiegazioni su come funziona una stufa a legna.


                                      Saluti
                                      Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Bravo renato . è un problema costruttivo , la guisa si fà per fusione e non si può certo fare di 1mm. sarebbe troppo fragile e poi anche quella che si dice in ghisa , ma quanta ghisa c'è ? sbaglio o ci sono solo parti e il resto è in lamiera ? altrimenti peserebbero tutte 1 tonnellata almeno
                                        AUTO BANNATO

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                                          è un problema costruttivo...
                                          Quindi di costi.
                                          Quelle in acciaio sono più semplici ed economiche da costruire, quelle tutte in ghisa invece vengono fatte a fusione in varie sezioni e poi assemblate.
                                          Chiaramente il costo e il peso sono superiori...... ma anche la qualità e la durabilità però!!!

                                          Saluti
                                          Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Ma ce ne sono completamente in ghisa ? io ho visto qualche Warm Morning (mi sembra si scriva così) nelle mie zone , andavano quelle 30-40 anni fà , ma avevano il blocco superiore e inferiore in ghisa , ma il resto era in lamiera con mattone refrattario interno.
                                            AUTO BANNATO

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Ciao spider61,

                                              mi sembra che le jotul siano completamente in ghisa

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Certo che ci sono Spider!!

                                                Guarda questa ad esempio:

                                                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   stufa-in-ghisa-diana.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 46.7 KB 
ID: 1958375
                                                Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Grazie allora ci vuole una casa dove entri il muletto o sono assemblate sul posto ?
                                                  AUTO BANNATO

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Ciao spider61,

                                                    diciamo che come peso sono più o meno lì in quanto le stufe solo in acciaio, solitamente quelle di qualità, hanno anche il focolare in refrattario, perchè se lavorano ad alte T il problema dell'acciaio è che si deforma se non è di un certo spessore, mentre la ghisa no.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Ma no, non serve il muletto!!

                                                      Quella che ho postato pesa "appena" 153 kg ma può essere facilmente smontata a pezzi per il trasporto e riassemblata in loco. Comunque anche quelle in acciaio con refrattario e rivestimento in maiolica, non è che siano proprio delle piume, eh!!

                                                      C'è di peggio però: il mio TC ad esempio pesa 480 kg...li si che ho dovuto chiamare la gru..... Per non parlare poi di alcune "bestie" di caldaie.....

                                                      Saluti
                                                      Se il destino è contro di noi, peggio per lui.​

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Ciao renatomeloni,

                                                        infatti ci sono caldaie a fiamma assiale austriache/tedesche con acciai di 1 cm di spessore e siamo sui 1000 kg

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da mhw Visualizza il messaggio
                                                          In teoria dovrebbe essere cosi:la ghisa essendo un metallo piu pesante,robusto ci mette da 15 a 30 minuti ad emanare calore,affinchè uno lo avverta nella stanza,mentre con l'acciaio forse 5 minuti.Anche perchè prima tende a scaldare le pareti della stufa quella in ghisa e poi lo propaga nella stanza.E' vero che da spenta manda un pò di calore,ma è anche da considerare quei 15 minuti o ancora peggio 30 minuti di consumo legna solo per scaldare la stufa quando si accende....
                                                          e allora "tè capì nà got"

                                                          Il calore che LA MASSA della stufa richiede all'inizio di viene RIDATA alla fine... devi scaldare dalle 18 alle 20? allora fari fuoco dalle 17.30 alle 19.30...che ti cambia come CONSUMO?

                                                          poi..se la stufa in Acciaio ha DENTRO un rivestimento di MATTONE REFRATTARIO è assai probabile che allora questa in acciaio scaldi DOPO rispetto a quella in ghisa (se è a contatto diretto fiamma come penso)..per cui sarà probabilmente l'INVERSO di quel che dici..perche il efrattario ha ELEVATO CALORE SPECIFICO per cui assorbe lentamente MA POI cede lentamente (solo che cede anche verso al canna e i passeri e questo secondo me abbassa la resa..che credo che sai il motivo per cui i ns nonni usavano quelle in ghisa , penso senza refrattario)
                                                          Ultima modifica di marcober; 17-11-2016, 11:15.
                                                          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Originariamente inviato da mhw Visualizza il messaggio
                                                            Dopo quanti minuti si sente il calore da una stufa in acciaio ed una in ghisa?
                                                            Scusami,hai fatto una domanda che non può avere una risposta su questo forum.Prima di tutto bisogna confrontare due oggetti uguali almeno nello spessore,bisogna che stiano a contatto con la stessa fonte di calore e che sviluppi la stessa potenza ,poi non si è capito per calore che cosa intendi,deve essere quantificato.Scusami fai una semplice prova,prendi due corpi dello stesso spessore,ghisa e acciaio,li poggi sopra un fornello del gas acceso,all'esterno,al centro poggi un termometro d'arrosto ,misuri la temperatura che vuoi 40-50-60-100 e calcoli il tempo impiegato,questo su di un fornello a gas a induzione ancora meglio.Raggiunta la temperatura decisa, spegni, dopo 5/10/15 minuti, misuri di nuovo la temperatura,in questo modo vedi anche la capacità di accumulo del calore.Comunque in rete si trovano tabelle inerenti sia la conducibilità del calore sia il peso specifico dei metalli.Ciao

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X