Valori teorici fumi pellet e legna - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Valori teorici fumi pellet e legna

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Valori teorici fumi pellet e legna

    ciao a tutti...
    oramai è da 2 anni che uso la Alpina 35 della Ecofaber + puffer da 800 litri.
    Mi chiedevo se era possibile sapere in linea teorica i valori ideali della temperatura fumi per la combustione di legna e pellet.
    Per teorici intendo che consentano di sprecare meno comburente possibile e mandare via troppo calore (con un tempo ragionevole per raggiungere la temperatura acqua desiderata... non ore e ore, ovvio). Ovviamente senza danneggiare l'impianto e forzare troppo.
    (per la legna prendo in considerazione quella che uso io che è molto secca e senza umidità, poi dipenderà dal tipo).

  • #2
    nessuno???

    Commenta


    • #3
      devono essere più bassi possibile, rispettando però che abbiano il giusto "tiraggio" e non condensino in canna fumaria.
      quindi, a spanne tra i 100 e 140° a pellet, e tra 140 e 180° a legna.
      logico, poi dipende da mille altri fattori..
      riscaldamento a biomassa e PDC
      Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

      Commenta


      • #4
        @ preve84,
        penso che dovresti aggiungere altre informazioni:
        - temperatura dell'aria ambiente caldaia
        - temperatura impostata della caldaia (e raggiunta in regima stabile)
        - temperatura dell'acqua di caldaia ( se diversa dalla precedente)
        - temperatura dei fumi in uscita dalla caldaia.

        In questo momento, la mia caldaia a pellet (con bruciatore acceso, in regime non stazionario)
        Ho temp. impostata/richiesta 75°C, temp.caldaia 52°C, temp. fumi 72°C,
        Assenza di condensa allo scarico fumi.
        Dino
        5.0kWp, Sirio-EVO-5000, 23 x 240Wp Ferrania, IV Conto, Lat: 44.13N, Lon: 08.25E.
        SolareTermico 4mq+ accumulatore 200l. Solarfocus, selezione ACS automatica da SolareTermico o CaldaiaPellets.

        Commenta


        • #5
          Dino, da quanto è accesa la caldaia? dove leggi T° fumi?
          riscaldamento a biomassa e PDC
          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

          Commenta


          • #6
            La caldaia è accesa da tempo, stà recuperando la domanda di energia.
            La temperatura acqua stà aumentando di circa 2°C/ora.

            La Caldaia è munita di sonda fumi nel condotto di uscita
            5.0kWp, Sirio-EVO-5000, 23 x 240Wp Ferrania, IV Conto, Lat: 44.13N, Lon: 08.25E.
            SolareTermico 4mq+ accumulatore 200l. Solarfocus, selezione ACS automatica da SolareTermico o CaldaiaPellets.

            Commenta


            • #7
              se i fumi sono a 72°:

              - o la sonda è sporca
              - o la sonda è in un posizionamento non giusto
              - o la caldaia non lavora assolutamente bene come combustione
              - o la sonda non legge giusto

              semplicemente perchè una caldaia a pellet non può avere fumi in uscita a 72° (ce li ha solo una caldaia di una ditta, che lavora in condensazione)
              tu che caldaia hai?
              riscaldamento a biomassa e PDC
              Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

              Commenta


              • #8
                Thermia, bruciatore Bequem-Biomatic 15kW
                La sonda è sicuramente sporca, considerando che non influisce sulla regolazione, non la pulisco.

                Ho ricontrollato, adesso caldaia 54°C e Fumi 74°C.

                Ho inserito un termometro nel condotto fumi a circa cm 30 dalla caldaia
                temperatura in zona periferica 100°C, al centro 120°C
                5.0kWp, Sirio-EVO-5000, 23 x 240Wp Ferrania, IV Conto, Lat: 44.13N, Lon: 08.25E.
                SolareTermico 4mq+ accumulatore 200l. Solarfocus, selezione ACS automatica da SolareTermico o CaldaiaPellets.

                Commenta


                • #9
                  DinoPaolo ma con quelle tenperature significa che la caldaia è spenta , si stà raffreddando.
                  I fumi quando la caldaia funzione a regime vanno da 100 a 145° nella mia caldaia come ha indicato in precedenza il Dott.
                  Caldaia Lazar Smartfire 22kw , sonda lambda,240 lt serbatoio pellet, modulo Econet300 , Puffer Galmet multiinox 600 lt, Collettori solari Ksg21.

                  Commenta


                  • #10
                    Temperatura per il mantenimento 73°.
                    In uscita i fumi con la legna vanno in un minuto a 180° con ventole a 20. A 215° faccio partire la modulazione con ventole a 17. Isteresi a 30.
                    La canna fumaria tira molto bene tutta nuova e coibentata doppia parete.
                    Per tenere a legna i fumi tra i 140° e i 180° devo mettere due pezzettini ?!?!?!
                    Più basse le ventole?
                    Ma riesce a raggiungere il mantenimento acqua puffer di 73°?

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da DinoPaolo Visualizza il messaggio
                      Ho inserito un termometro nel condotto fumi a circa cm 30 dalla caldaia
                      temperatura in zona periferica 100°C, al centro 120°C
                      appunto, come volevasi dimostrare....
                      se a 30 cm dalla caldaia i fumi sono ancora a 120°, in uscita caldaia son ben più alti...
                      non capisco dove leggi quindi i 72°
                      riscaldamento a biomassa e PDC
                      Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                      Commenta


                      • #12
                        Tra i due punti di misura ci sono circa 30cm. La caldaia ha un suo display per la visualizzazione della temperatura (74°C)
                        Ma evidentemente una o entrambe le sonde non forniscono una misura precisa, è inutile procedere con la discussione.
                        Alla prima occasione, pulisco e ricontrollo.
                        5.0kWp, Sirio-EVO-5000, 23 x 240Wp Ferrania, IV Conto, Lat: 44.13N, Lon: 08.25E.
                        SolareTermico 4mq+ accumulatore 200l. Solarfocus, selezione ACS automatica da SolareTermico o CaldaiaPellets.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da preve84 Visualizza il messaggio
                          Temperatura per il mantenimento 73°.
                          In uscita i fumi con la legna vanno in un minuto a 180° con ventole a 20. A 215° faccio partire la modulazione con ventole a 17. Isteresi a 30.
                          La canna fumaria tira molto bene tutta nuova e coibentata doppia parete.
                          Per tenere a legna i fumi tra i 140° e i 180° devo mettere due pezzettini ?!?!?!
                          Più basse le ventole?
                          Ma riesce a raggiungere il mantenimento acqua puffer di 73°?
                          Aggiungo anche un altro dato. Se metto da pannello frontale (quindi in funzione normale) le ventole a 20 i fumi salgono andando volentieri sui 200°, se metto a 19 scendono subito stazionando sui 160°. Per "1" solo?

                          Commenta


                          • #14
                            .... hai una regolazione senza encoder!

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da scresan Visualizza il messaggio
                              .... hai una regolazione senza encoder!
                              che sarebbe?

                              Commenta


                              • #16
                                ... il sistema elettronico che regola la potenza della ventola.

                                Se è presente un encoder (un sistema che legge l' esatta velocità della ventola) la regolazione da parte dell' elettronica potrebbe essere piu' lineare, ovvero ad ogni valore impostato corrisponderebbe un numero quasi esatto di giri della ventola.

                                Commenta


                                • #17
                                  Ok.
                                  A parte ciò... sono troppo alti i fumi che ho?

                                  Commenta


                                  • #18
                                    ... metti a 19, sui 160 gradi sono normali per caldaie di quel tipo.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da scresan Visualizza il messaggio
                                      ... metti a 19, sui 160 gradi sono normali per caldaie di quel tipo.
                                      ok.
                                      E la f22 (temperatura per la modulazione) devo cambiarla? L'ho già abbassata a 200° con ventole a 17.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        .... se la caldaia è in grado di "riscaldare" a dovere l' acqua per il tuo impianto, anche se abbassi la "potenza" .... non è mica un problema !!! lavorerà qualche ora in piu al giorno, invece che passarle in mantenimento!

                                        L' importante è non esagerare con le T dei fumi, dato che aumenti le perdite. Ora dai 140 ai 160 gradi è l' ottimale, ma fino a 200 è accettabile, dato che dipende anche dalla tipologia di caldaia.

                                        Quindi quando conosci i valori setta tutto quello che puoi per ottenerli.

                                        E' chiaro che se la T fumi in cui interviene il mantenimento è troppo bassa, rispetto a quella di piena potenza .... come risultato otterrai continui funzionamento in mantenimento.

                                        Grossomodo la T fumi di mantenimento è una specie di protezione per evitare danni alla caldaia, senza mandarla in allarme o spegnimento, ovvero quella T dovresti raggiungerla solo a caldaia da pulire (tubi fumi sporchi), o T dell' acqua raggiunta....

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da scresan Visualizza il messaggio
                                          .... se la caldaia è in grado di "riscaldare" a dovere l' acqua per il tuo impianto, anche se abbassi la "potenza" .... non è mica un problema !!! lavorerà qualche ora in piu al giorno, invece che passarle in mantenimento!

                                          L' importante è non esagerare con le T dei fumi, dato che aumenti le perdite. Ora dai 140 ai 160 gradi è l' ottimale, ma fino a 200 è accettabile, dato che dipende anche dalla tipologia di caldaia.

                                          Quindi quando conosci i valori setta tutto quello che puoi per ottenerli.

                                          E' chiaro che se la T fumi in cui interviene il mantenimento è troppo bassa, rispetto a quella di piena potenza .... come risultato otterrai continui funzionamento in mantenimento.

                                          Grossomodo la T fumi di mantenimento è una specie di protezione per evitare danni alla caldaia, senza mandarla in allarme o spegnimento, ovvero quella T dovresti raggiungerla solo a caldaia da pulire (tubi fumi sporchi), o T dell' acqua raggiunta....
                                          In effetti abbassando le ventole ho già notato che porta l'acqua alla T di mantenimento più lentamente, di conseguenza va meno in mantenimento. Spesso mi trovavo con i termosifoni accesi e la caldaia in mantenimento. La f22 la raggiunge comunque (caricando anche meno), va in modulazione un paio di minuti (isteresi a 30) e poi riparte. In pratica è un continuo andare e uscire dalla modulazione.

                                          Commenta

                                          Attendi un attimo...
                                          X