nuovo impianto di riscaldamento e acqua sanitaria - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

nuovo impianto di riscaldamento e acqua sanitaria

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • nuovo impianto di riscaldamento e acqua sanitaria

    Buongiorno a tutti, sono nuovo del forum.
    vi presento il mio enigma... sto ristrutturando casa e devo decidere quale fonte di calore utilizzare. sono indeciso su quale sistema adottare, termocamino o termostufa. la casa è di 80mq divisa in due piani (40+40), con muri in sasso di 60cm, ma che coibenterò con una cotroparete, suppongo cartongesso e lana di roccia per isolare.
    sarei più propenso per il termocamino, per la sua estetica. ho visionato parecchi modelli, ma chiedevo vostri pareri per capirne di più.

  • #2
    Ciao, ma avresti solo termocamino per riscaldamento e acs? In estate come fai accendi termocamino???

    Metti un po di dati di dove vivi e di casa tua.
    Zona climatica E 2990 GG - superficie 97m² - T. di progetto ​-9° - PdC Panasonic Aquarea Gen. H 9kW split- Hybridcube 300l - VMC Zehnder ComfoAir 180 - Fotovoltaico 6,24 kWp QCells 260W inverter ABB PVI 6000

    Commenta


    • #3
      giusta osservazione... la mia idea era quella di utilizzare il termocamino in inverno, associato a scaldabagno a gas d'estate, il tutto appoggiandosi ad un boiler d'accumulo. la casa e nell'appennino emiliano, quindi soggetta a temperature fredde, con muri in sasso di 60cm che vorrei isolare dall'interno con contropareti in cartongesso e lana di roccia o simili. la maggior parte delle finestre sono a nord, finestre che devo cambiare con finestre isolate meglio. in previsione ho anche il rifacimento del tetto con relativa isolazione. quindi a fine lavori la casa dovrebbe venire isolata abbastanza bene. la formazione della pianta della casa è ad L, 40mq sotto e 40mq sopra con solaio morto nel sottotetto. si possono nominare marche e modelli?

      Commenta


      • #4
        se la fiamma a vista è un fattore imprescindibile, ok il tc, altrimenti punta ad altro.....
        inoltre è da valutare dove lo metti, cioè quanti mt2 è la stanza dove lo posizioni e come poi intendi gestirlo (che lavoro fai, che orari hai, quante persone, ecc ecc)
        col tempo non te ne pentirai.
        riscaldamento a biomassa e PDC
        Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

        Commenta


        • #5
          La legna è laboriosa e poco o nulla programmabile, se l'hai gratis ok, altrimenti punterei a pellet o combinata legna pellet, c'è la Klover mid, l'avevo presa in considerazione, poi avrei dovuto stoccare legna pellet.. ho quindi optato per altro. Se fai una ristrutturazione di quella portata avrai detrazioni ed obblighi di energia rinnovabile, no?
          Zona climatica E 2990 GG - superficie 97m² - T. di progetto ​-9° - PdC Panasonic Aquarea Gen. H 9kW split- Hybridcube 300l - VMC Zehnder ComfoAir 180 - Fotovoltaico 6,24 kWp QCells 260W inverter ABB PVI 6000

          Commenta


          • #6
            la legna non mi manca, però avrei la possibiltà di rifocillare il camino 3 volte al giorno, mattino-mezzodì-sera... riguardo obblighi e detrazioni non mi sono ancora informato. la stanza dove lo metterò è di circa 24mq con scala a vista che da al piano superiore... voi dite sia meglio una termostufa? il pellet è comodo, ma io sono per la legna

            Commenta


            • #7
              se lo metti in 24 mt2, stai bene attento al dimensionamento totale dell'impianto, perchè rischi veramente di mandare in sovratemperatura quella stanza per scaldare le altre
              riscaldamento a biomassa e PDC
              Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

              Commenta


              • #8
                accetto consigli dottore!

                Commenta


                • #9
                  che gas usi per l'acs? in quante persone ?
                  riscaldamento a biomassa e PDC
                  Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                  Commenta


                  • #10
                    Se vuoi fare un bel investimento puoi pensare a questo tipo di soluzione Termostufe Walltherm(R) con un rendimento altissimo di 93%, con questa macchina vai a fare poche cariche giornaliere, resa ottima, abbini un puffer adeguato al tuo impianto e magari per l'acqua calda pensa ad una pompa di calore così d'estate non serve che accendi caldaia o stufa....

                    Commenta


                    • #11
                      Termostufe Walltherm(R) con un rendimento altissimo di 93%
                      Ecco il link

                      Commenta


                      • #12
                        me l'ha appena fatta vedere mio padre! gran bella macchina, ma appena visto il prezzo
                        in quanto a gas devo fare nuovo l'impianto e per ora sono 2 persone, ma in futuro si pensa ad una famiglia di 4 persone... anche perchè di più non ce ne stanno

                        Commenta


                        • #13
                          ragazzi come stufe che marche consigliate? a parte walltherm

                          Commenta


                          • #14
                            Consiglio per nuovo impianto

                            Originariamente inviato da boris91 Visualizza il messaggio
                            ragazzi come stufe che marche consigliate? a parte walltherm
                            Buongiorno sono nuova del forum e scrivo per un consiglio per la mia abitazione.


                            Abito in campagna, in una villa di 220 metri quadrati. La struttura attualmente è riscaldata con un termocamino e per l’acqua calda utilizziamo in inverno quella prodotta attraverso il caminetto o un piccolo scaldabagno elettrico ed in estate quella di un pannello solare.


                            La villa consta di due zone, una di trulli con riscaldamento a pavimento e non sempre abitata ed una abitata composta da 3 camere, un’ampia cucina ed un salone molto ampio (circa 60 mq) dove è localizzato il caminetto. Il salone è la stanza più fredda in quanto per due lati è interamente chiuso da vetrate.


                            Sono alla ricerca di un termocamino policombustibile
                            • che mi garantisca ottime performances in termini di riscaldamento per l’intera superficie della villa
                            • che mi consenta di avere acqua calda in inverno per uso sanitario considerando che la mia famiglia è composta da 3 a 5 persone, anche integrandosi con scaldabagni già istallati
                            • che possa gestire in maniera autonoma le due strutture (trulli e resto della casa)
                            • che possa permettermi di cucinare (con forno incluso)



                            L’alternativa al termocamino policombustile sarebbe una caldaia policombustibile da posizionare fuori dall’abitazione. Ma temo che la distanza dal vano tecnico possa comportare importanti dispersioni di calore. Che mi consigliate? Grazie mille!!!!

                            Commenta


                            • #15
                              e tutto questo magari senza puffer che faccia da volano termico ??
                              riscaldamento a biomassa e PDC
                              Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                              Commenta


                              • #16
                                L'idea sarebbe di avere solo un termocamino policombustibile. Sarebbe sbagliato?

                                Commenta


                                • #17
                                  che faccia tutto quello che hai scritto.....
                                  e che innaffi anche il giardino ????
                                  Odddiooooooooooo, Rosvanna, una cosa sono i sogni e un'altra è la realtà....
                                  riscaldamento a biomassa e PDC
                                  Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Quindi mi sconsigli questa soluzione. Hai qualche consiglio sul da farsi? scusa l'ignoranza...

                                    Commenta


                                    • #19
                                      cosa i tendi per termocamino policombustibile ?
                                      Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Un termocamino con ante chiuse che possa essere alimentato non solo a legna (perché sarebbe molto vincolante per noi che non siamo sempre in casa ad alimentarlo) ma anche a nocciolino, sansa o altri combustibili. La verità è che non abbiamo un vano tecnico che andrebbe creato ex-novo mentre il termocamino c'è già ma andrebbe smantellato e ricreato ex novo. La domanda che ti faccio è se posizionando a circa 3 metri un eventuale vano tecnico ci sarebbe tanta dispersione di calore.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          una distanza di 3 metri è irrisoria. naturalmente i tubi vanno ben coiubentati..
                                          una caldaia è tutt'altra cosa che un semplice termocamino.. ricorda che se
                                          vuoi che faccia in parte quello che chiedi , devi dimensionare un accumulo indispensabilissimo
                                          se nn obbligatorio... in questo modo puoi fare un impianto che può darti qualcosa in più, ma non con
                                          termocamino..e senza accumulo oltretutto..
                                          Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Ciao Rosvanna,

                                            Originariamente inviato da Rosvanna Visualizza il messaggio
                                            La villa consta di due zone, una di trulli con riscaldamento a pavimento e non sempre abitata ed una abitata composta da 3 camere, un’ampia cucina ed un salone molto ampio (circa 60 mq) dove è localizzato il caminetto. Il salone è la stanza più fredda in quanto per due lati è interamente chiuso da vetrate.
                                            se parli di trulli presumo tu sia in puglia, mai pensato magari a delle pdc aria-aria che sopratutto raffrescano d'estate e scaldano al bisogno d'inverno, penso che in puglia serva di più raffrescare che riscaldare e continui magari a usare il tc attuale quei 3/4 giorni forse all'anno in cui può arrivare il freddo eccezionale

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Il problema per i trulli è che non sono abitati sempre e quindi ho bisogno di una soluzione che in caso di necessità sia in grado di riscaldare tutto. L'inverno che tra un po' sarà alle spalle è stato molto freddo e con il termocamino abbiamo sofferto, soprattutto al mattino, in quando il fuoco si spegneva a meno che uno di noi in famiglia non si svegliava per andare ad alimentarlo. Una situazione che dobbiamo risolvere. Il vecchio termocamino, che ha ormai oltre 20 anni, non basta. Oltre tutto non ha ante di chiusura e mangia la legna a gran velocità pur restando un'importantissima fonte di calore anche per il salone di circa 60 mq dove c'è solo un termosifone elettroventilato (spero si chiami così!) ed ha due lati chiusi a finestre. E d'inverno vicino al vetro la differenza di temperatura si sente tutta!

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Ciao Rosvanna,

                                                se i trulli non sono sempre abitati è una ragione in più per mettere sopratutto lì delle pdc aria-aria (degli split che scaldano anche), così quando serve scaldano velocemente, con radiante invece devi cominciare a scaldare almeno qualche giorno prima per cominciare ad avere qualche beneficio.
                                                Certo che se è un termocamino senza ante (ma è un termocamino aperto e scalda l'acqua del radiante/termosifoni/termovettore e produce acs ? ) devi trovare il sistema di chiuderlo perchè quando non è in funzione (ma anche quando va) è una grossa dispersione di calore che se ne va per il camino

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Mi sono informata per chiudere inserendo delle ante ma mi hanno sconsigliato di farlo per via di possibili problemi di fumo. Ma l'accumulo di cui parli riguarda solo l'acqua calda? Considerate che i trulli hanno già un impianto a pavimento e gli split come soluzione visiva non mi piacciono molto. Sono una struttura storica dove abbiamo scelto di creare un impianto a pavimento proprio per questa ragione

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Originariamente inviato da Rosvanna Visualizza il messaggio
                                                    Mi sono informata per chiudere inserendo delle ante ma mi hanno sconsigliato di farlo per via di possibili problemi di fumo.
                                                    stai pensando una soluzione alquanto arcana e controproducente.. pensare di fare tutto quello con un tc aperto è impensabile..
                                                    già un tc chiuso ha le rese di per se irrisorie, figurati senza ante.. non capisco poi quali siano i problemi di fumo.. gli avresti di più
                                                    con cammino aperto..
                                                    ci sono alternative ben più moderne che ti garantiscono una certa sicurezza.. sia per acs che per il riscaldamento..

                                                    un'alternativa è una caldaia e un accumulo (puffer) ben dimensionato che ti scalda casa, trulli e anche acs..
                                                    il tuo termostecnico cosa ti ha proposto come soluzione..?
                                                    Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      scusa.. ho riletto meglio e parlavi del tc attuale senza ante, che sarebbe da sostituire.. ok..
                                                      rimane il fatto che come detto sopra un tc ha rese irrisorie rispetto ad una caldaia, in termini
                                                      di consumo siamo al doppio di combustibile.. se con tc carichi 50 kg con una caldaia ne carichi
                                                      25.. giusto per un esempio grossolano.. se poi ti piace il tc per via della fiamma è altro discorso..
                                                      si trova la soluzione anche con questo.. es. tc da accendere in tutta comodità e caldaia che
                                                      mantenga il resto, tutto con accumulo naturalmente..
                                                      Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        ..... forse un semplice termocamino a triti è la migliore delle soluzioni, ben dimensionato ed installato!

                                                        Sul forum c'è un utente, l' amico Renatomeloni, che ne ha uno in casa da anni ed è molto soddisfatto !

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          certo scresan.. ma le rese tra un tc e una caldaia non hanno nulla a che vedere. inoltre bisogna vedere se ha la possibilità di installare la tramoggia all'esterno
                                                          altrimenti con certo tipo di biomassa non è proprio l'ideale.. odori e polvere..
                                                          certo se il tc è su una parete confinante la casa e l'esterno coperto sarebbe fattibile... sempre con un puffer naturalmente, altrimenti a nulla serve..
                                                          comfort e comodità se ne vanno a benedire.. tanto vale..
                                                          Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Originariamente inviato da Rosvanna Visualizza il messaggio
                                                            Il problema per i trulli è che non sono abitati sempre e quindi ho bisogno di una soluzione che in caso di necessità sia in grado di riscaldare tutto. L'inverno che tra un po' sarà alle spalle è stato molto freddo e con il termocamino abbiamo sofferto, soprattutto al mattino, in quando il fuoco si spegneva a meno che uno di noi in famiglia non si svegliava per andare ad alimentarlo. Una situazione che dobbiamo risolvere. Il vecchio termocamino, che ha ormai oltre 20 anni, non basta. Oltre tutto non ha ante di chiusura e mangia la legna a gran velocità pur restando un'importantissima fonte di calore anche per il salone di circa 60 mq dove c'è solo un termosifone elettroventilato (spero si chiami così!) ed ha due lati chiusi a finestre. E d'inverno vicino al vetro la differenza di temperatura si sente tutta!
                                                            Il fuoco o si alimenta o si spegne. Se si vuole una certa autonomia dall'alimentazione manuale, si deve ripensare tutto(anche perché hai poco spazio di manovra a meno tu non decida di rimanere cosi'). Non si riesce a fare convivere felicemente vecchie e nuove tecnologie e concezioni.
                                                            Fosse per me andrei di PDC (considerato il radiante)e lascerei il forno che usi per cucinare , solo a quello scopo.
                                                            [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X