Richiesta consigli su configurazione impianto con TC - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Richiesta consigli su configurazione impianto con TC

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Richiesta consigli su configurazione impianto con TC

    Buongiorno a tutti,
    sono fresco di iscrizione qui sul forum, anche se lo leggo da un pò. Sarei a richiedere le vostre opinioni sulla seguente configurazione:

    Villa monofamiliare su due piani, su circa 80mq per piano. Isolamento medio-basso. Zona climatica F (piccolo paese pedemontano nel Cuneese). Inizialmente abiterei solo il piano terra, con previsione in un futuro di "spostare" la zona notte al primo piano.

    La configurazione che ho in mente è la seguente:
    Termocamino+puffer che alimentano pavimento a pannelli radianti, e grazie al puffer in questione produzione di ACS.


    Vorrei sapere da qualche esperto, o da qualcuno che ha una configurazione simile:


    1- E' possibile sovradimensionare il sistema TC-puffer in modo che, in un eventuale futuro, possa alimentare anche il primo piano? (penserei di si, e che semplicemente fintantochè scaldo solo il pianterreno il puffer semplicemente "duri" di più tra la necessità di un accensione del TC e l'altra)

    2- Viste le molteplici possibilità, ho difficoltà a capire quale sia il modo migliore per produrre acs tra i vari disponibili (tank in tank, scambiatore a piastre che preleva dal puffer, bollitore a parte, etc) soprattutto in rapporto ai costi. Non ho un enorme disponibilità di denaro ma vorrei evitare di mettere in funzione un sistema a cui poi vanno rimesse le mani per troppa "tirchieria".

    3- Mi piacerebbe predisporre per installare collettori solari in un futuro, quindi suppongo che sia necessario che il puffer sia di tipo "a stratificazione" e che sia dotato della serpentina dedicata. Da qui la domanda, probabilmente molto stupida, se inizialmente i collettori non ci sono, una serpentina inutilizzata in un puffer crea problemi? può rovinarsi?


    Specifico che per eventuali puffer, bollitori, etc sono dotato di un locale caldaia molto ampio, e ben allocato (al centro dell'immobile all' incirca)


    grazie in anticipo per il tempo che vorrete dedicarmi


    Garlatlan

  • #2
    Ciao,
    io vivo in provincia di Vicenza, ho un'impianto simile al tuo.
    Ho installato un Thermocell 500L della Thermorossi come puffer e sono soddisfatto.
    Questo puffer è a stratificazione e permette di gestire contemporaneamente l'impianto di riscaldamento a pavimento, la caldaia a gas, la termostufa e i pannelli solari.
    L'ACS viene riscaldata nella parte superiore del puffer attraverso uno scambiatore a piastre, ciò mi permette di avere l' ACS a 45°C senza bisogno di fare alcun ciclo antilegionella in quanto il riscaldamento dell'acqua avviene istantaneamente.
    C'è un'altro scambiatore a piastre, posizionato nella parte bassa del puffer, per lo scambio di calore con i pannelli solari.
    Infine la caldaia a gas e la termostufa hanno due serpentine indipendenti e relative sonde.
    Questo puffer lo puoi immaginare come una specie di "batteria" di calorie per la tua casa e puoi scegliere tu come ricaricarlo attraverso la caldaia a gas e/o termostufa.
    Io riesco con il solare (2 pannelli) a garantirmi ACS da Aprile sino a Novembre, poi durante l'inverno vado praticamente a pellet con una termostufa da 17Kw, la caldaia a gas invece serve da ruota di scorta.....considera che riscaldo 120mq su due piani + ACS per 3 persone.
    Considera che con questo impianto, il solare termico contribuisce (anche se in minima parte nel mio caso) a integrazione del riscaldamento.

    Ciao

    Commenta


    • #3
      Ciao Federicorigon,

      innanzitutto grazie per le preziose informazioni. Dunque i circuiti termostufa->puffer e puffer->riscaldamento sono indipendenti perchè il calore dalla termostufa al puffer viene scambiato con una serpentina, ho capito bene? Suppongo siano rispettivamente il primo a vaso aperto e il secondo a vaso chiuso, dico bene?

      Commenta


      • #4
        Si funziona così, il calore della termostufa viene scambiato mediante serpentina.
        Per il discorso vaso aperto e vaso chiuso non so risponderti.

        Commenta


        • #5
          Nella mia configurazione sarei anche io obbligato ad utilizzare un puffer con serpentina per il TC come il buon Federicorigon, oppure potrei anche evitare la separazione dei circuiti buttando semplicemente nel puffer la mandata del TC e pescando, sempre direttamente dal puffer, con un altro circolatore la mandata per il pavimento? Quali sono i pro e i contro dell'avere i due circuiti separati oppure non separati?

          Commenta

          Attendi un attimo...
          X