nuovo impianto per acs e risaldamento - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

nuovo impianto per acs e risaldamento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • nuovo impianto per acs e risaldamento

    Abito in una casa ad un piano zona climatica E,coibentata con cappotto da 10cm.(eps e lana di roccia lato a sud)di mq.160 circa,infissi di legno con coefficente trasmittanza termica di 1.85 e permeabilità all'aria classe4,pavimento solaio coibentato con 10cm di xps..Ora riscaldo e produco acs con caldaia a gasolio ed impianto a termosifoni una parte in ghisa e una parte in alluminio,vorrei cambiare tutto e se possibile svincolarmi dai combustibili fossili(piano ad induzione per la cucina al posto delle attuali bombole gas anche)).Mi piacerebbe avere un vostro parere su quale impianto fare e come farlo.Grazie.
    pdc Kita s+ monoblocco sw 13.10.001: fv 6kwmoduli rec inverter zcs,zona clim. E 120mq.cappotto e termosifoni.

  • #2
    in primis dipende che strada prendere.....

    - pellet
    - legna
    - elettrico

    con la caldaia a gasolio, se zona non metanizzata, puoi anche aderire al conto termico 2.0
    riscaldamento a biomassa e PDC
    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

    Commenta


    • #3
      Le soluzioni nel tuo caso sono pompa di calore o biomassa. Nel primo caso, io più che le chiacchere consiglio sempre e solo un buon termotecnico che stabilisca quale sia il tuo vero fabbisogno energetico....perchè se sbagli resti al freddo (motivo per cui tutta l'industria del riscaldamento si è buttata su sistemi ibridi). Nel secondo bisogna capire un attimo qual'è il combustibile per te più congeniale e quali siano i tuoi consumi, in modo magari da capire quale sia l'investimento migliore da fare.
      Quot homines tot sententiae

      Commenta


      • #4
        Legna no, pellet si,pompe di calore anche.Ora consumo circa 2000lt di gasolio per riscaldamento e acs.Il metano è a circa 150mt da me e mi avevano chiesto €3000 per l'allaccio più o meno,ma se posso vorrei non usare combustibili non rinnovabili per essere un pò più GREEN(sì lo sò che è una goccia nel mare ma d'altronde anche il mare è fatto di gocce)
        pdc Kita s+ monoblocco sw 13.10.001: fv 6kwmoduli rec inverter zcs,zona clim. E 120mq.cappotto e termosifoni.

        Commenta


        • #5
          2000 lt di gasolio corrispondono a circa 45/50 ql di pellet, quindi un costo di circa 1.100 euro.
          ora quanto spendi invece ?

          poi, altra cosa...
          ti sei fatto un budget mentale su cui vuoi stare di spesa?
          riscaldamento a biomassa e PDC
          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da want Visualizza il messaggio
            Legna no, pellet si,pompe di calore anche.Ora consumo circa 2000lt di gasolio per riscaldamento e acs.Il metano è a circa 150mt da me e mi avevano chiesto €3000 per l'allaccio più o meno,ma se posso vorrei non usare combustibili non rinnovabili per essere un pò più GREEN(sì lo sò che è una goccia nel mare ma d'altronde anche il mare è fatto di gocce)
            Io ho tutto elettrico, riscaldamento, acs , insomma tutto, quindi niente fossile o biomassa. A differenza tua ho il radiante e non termosifoni. A me sembri ben isolato. Penso che una soluzione a Pdc non presenti particolari problemi. Ma un termotecnico ti puo' fare i calcoli e capire quale sia il migliore attagliamento.
            [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

            Commenta


            • #7
              Spendo sui €2600,per quanto riguarda il budget devo vedere le offerte non ho idea dei costi(a parte che le austriache costano un botto altro non sò).....ma esistono marchi di caldaie a pellet con prezzi più umani delle varie Solarfokus,Okofen,Froling,Eta......ecc.Capisco che le Ferrari vanno bene ma anche una Renault funziona,certo non possiamo paragonarle su tutto ma anche il mio Kangoo mi porta in giro in maniera decorosa....poi se le suddette caldaie hanno dei plus talmente superiori da surclassare tutti gli altri se ne può parlare.Marchi italiani validi ci sono? Grazie.
              pdc Kita s+ monoblocco sw 13.10.001: fv 6kwmoduli rec inverter zcs,zona clim. E 120mq.cappotto e termosifoni.

              Commenta


              • #8
                sono due fasce di prodotti completamente diverse, che non possono essere paragonate
                come giustamente dici c'è la ferrari e il kangoo, e mai chi è abituato alla ferrari si comprerà il kangoo e mai chi si compra il kangoo comprerà mai una ferrari.
                cmnq ci sono anche marchi italiani validi; certo, i confronti non possono essere fatti con la fascia di prezzo superiore, ma sono ugualmente oneste.
                riscaldamento a biomassa e PDC
                Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                Commenta


                • #9
                  Scusate ma come è possibile che consumi il nostro amico 2000 litri di gasolio con 160 mq e la coibentazione che ha descritto ?

                  Con una caldaia a gasolio con rendimento al 90% sono 18.000 Kw anno cioè come ha detto giustamente il Dott. 4,5 tonnellate di pellet , mi pare troppo .

                  want, la caldaia che ho in firma è un esempio di un prodotto di qualità (componenti made in Germany o Svizzera) che secondo me ha poco da invidiare alle austriache e che costa con climatica, controllo remoto via web, sonmda lambda, pulizia automatica completa circa 3000 euro iva esclusa.
                  Io ce l'ho da due anni e sono molto soddisfatto.
                  Caldaia Lazar Smartfire 22kw , sonda lambda,240 lt serbatoio pellet, modulo Econet300 , Puffer Galmet multiinox 600 lt, Collettori solari Ksg21.

                  Commenta


                  • #10
                    solare termico supersolar. dopo due anni nessun risparmio.

                    Sono sempre stato convinto che le energie rinnovabili possono contribuire al risparmio a ridurre l'inquinamento, ma la serietà delle aziende è fondamentale!! Mi è stato installato l'impianto solare termico da circa due anni, ho il riscaldamento a pavimento, ma in due anni il consumo di gas non si è ridotto di un solo metro cubo. Continuo a credere nelle energie rinnovabili ma t'invito a valutare bene lazienda a cui ti rivolgi.Sto facendo dei preventivi per il fotovoltaico e di sicuro non mi rivolgerò alla supersolar.
                    P.S.: chiedo scusa per l'errata registrazione del nome, è Vincenzo e non Vioncenzo. Proverò a modificarlo.

                    Commenta


                    • #11
                      vincenzo, il tuo obbiettivo era integrare sul riscaldamento? con che tipo di solare? in che zona? con che casa ?
                      perchè se il tuo obbiettivo era quello..... mi sa tanto che hai sbagliato la scelta iniziale sulla tipologia.....
                      consigliato da qualcuno?
                      riscaldamento a biomassa e PDC
                      Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                      Commenta


                      • #12
                        Io mi scuso ma sono fermamente convinto che ognuno debba fare il proprio lavoro, nel migliore dei modi, onestamente e che abbia il dovere di essere PREPARATO al meglio sempre. il secondo punto e la semplicità nell'onestà d'intenti. amiamo tutti la natura ma il primo obiettivo è RISPARMIARE!!
                        fotovoltaico, termico solare, pompa di calore ecc.ecc., non è il mio lavoro mi proponi un impianto descrivendomi i vantaggi di cui godrò. decido se si o no ma tu devi avere l' onestà di farmi raggiungere gli obiettivi prefissi al momento del contratto!! Ho il riscaldamento a pavimento in una bifamiliare su tre livelli di circa 180 mq.; due adulti e due bambini. La supersolar mi aveva assicurato un risparmio del 60/ 70 % e in due anni il consumo non è calato di un solo metro cubo. Ora voglio fare un fotovoltaico che copra anche le esigenze dei mie suoceri (altra metà della bifamiliare) con predisposizione dell'impianto esistente (tubi dal tetto al giardino). Abito nella bassa bolognese tra Bologna e Ferrara. Dici che posso fidarmi ancora di qualcuno?

                        Commenta


                        • #13
                          non hai risposto....
                          cosa ti hanno proposto/installato?
                          solare piano, sottovuoto, quanto, come, ecc ecc....
                          sicuramente il tuo "non risparmio" dipende da scelte o proposte sbagliate, per questo ti chiedo info, in modo da spiegare a chi legge cosa "non si deve fare"
                          riscaldamento a biomassa e PDC
                          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Vioncenzo Barone Visualizza il messaggio
                            La supersolar mi aveva assicurato un risparmio del 60/ 70 % e in due anni il consumo non è calato di un solo metro cubo. Ora voglio fare un fotovoltaico che copra anche le esigenze dei mie suoceri (altra metà della bifamiliare)
                            Io penso che tu abbia installato due pannelli per fare acs e non per integrare il riscaldamento. Non mi risulta che supersolar proponga integrazione al riscaldamento.
                            [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                            Commenta


                            • #15
                              appunto,
                              se si vuole integrare sul riscaldamento servono ben altri prodotti solari, non certo quelle che vincenzo ha messo....
                              riscaldamento a biomassa e PDC
                              Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                                appunto,
                                se si vuole integrare sul riscaldamento servono ben altri prodotti solari, non certo quelle che vincenzo ha messo....
                                Da quel che leggo, a me pare che abbia messo un paio di pannelli per fare acs nel periodo estivo.( ripeto mi pare)
                                Io ho 7.2 metri quadri di pannelli, che mi assicurano acs da meta marzo a ottobre piu' o meno (calcolo a spanne) e preriscaldano(danno una mano ma non di più) acqua per la pdc. Se lui ha un paio di pannelli ed un puffer collegato, ovviamente il consumo di metano calera' semplicemente nel periodo estivo, dove la caldaia sara' chiamata ad accendersi per acs molto meno. Come giustamente osservi te...Di che impianto stiamo parlando?
                                [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                Commenta


                                • #17
                                  esatto, finchè non mette dati completi, non si capisce nulla.....
                                  riscaldamento a biomassa e PDC
                                  Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Vincenzo, il mondo del fotovoltaico e quello del termico sono simili, ma hanno una grossissima differenza:

                                    1- nel termico si va a sensazioni a impressioni, i consumi sono relativi a molti parametri e non esiste, se non in pochissimi casi, un sistema per "misurare e quantificare" quanto viene prodotto e consumato. Un ottimo impianto puo' dare la sensazione che consumi troppo ad una persona che tiene la casa 24 ore al giorno sopra i 22 gradi, mentre è ottimo per un' altra che a pari condizioni ha bisogno di 18 gradi e solo alla sera dopo le 20.

                                    2- nel fotovoltaico tutto viene misurato, al decimo di kwh. Produzioni, consumi, picchi di produzione, storico, blackout......

                                    Nel fotovoltaico non troverai una azienda che ti dice "ti garantisco che ce l'ho lungo!!" piu' degli altri perchè sono la migliore del mercato, ma quanto produce in un anno l' impianto, quanti kwh a pannello, a mq installato, quanto in totale e con garanzie per le aziende serie vanno dai 10 ai 25 anni, nonostante qualche furbacchione come dappertutto.

                                    In conclusione il termico è un' altro mondo rispetto al fotovoltaico, si passa dalle impressioni ai dati certi!.... te ne renderai conto da solo!

                                    Commenta


                                    • #19
                                      un pò dissento...
                                      in quanto anche nel fotovoltaico la produzione dipende dal sole... (a volte c'è, a volte non c'è... Quindi, i dati che si danno sono sempre la media di quella zona e di quel periodo, che può cmnq variare)
                                      inoltre, anche il termico (a meno che non parliamo di circolazione naturale) è controllato dalle centraline dove si vedono le produzioni

                                      di certo non c'è mai nulla, se non..... ma questo è un'altro discorso.
                                      riscaldamento a biomassa e PDC
                                      Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Impressione fino ad un certo punto...Se riporto che io acs da marzo ad ottobre la ho gratis, e' un fatto, non una impressione.
                                        [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                        Commenta


                                        • #21
                                          "preriscaldano(danno una mano ma non di più) acqua per la pdc"... questi non sono numeri, ma impressioni!

                                          Quando diventerà obbligatorio come nel fotovoltaico, misurare quanto corrisponde a "danno una mano" tutti questi discorsi, spariranno di colpo e ci confronteremo con i numeri, numeri che tutti noi abbiamo visto uscire dal portafoglio al momento dell' acquisto dei vari impianti.

                                          Ora si va a fiducia, fra un po' si andrà a dati certi.

                                          Nel fotovoltaico è sempre stato così, il contatore dei kwh prodotti è la normalità! ed andare in tribunale a rispondere è un attimo! e tutti "pesano" le parole o quanto scritto sui depliant.... "un altro mondo!"


                                          Commenta


                                          • #22
                                            scresan.... mi sembra strano che tu, così attento alle nuove tecnologie, non conosca che qualsiasi nuova centralina solare ha i conta kw incorporato.....
                                            riscaldamento a biomassa e PDC
                                            Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                            Commenta


                                            • #23
                                              .... si lo so dato che ho la deltasol E da 8-9 anni con il suo contacalorie..... ma puoi fargli misurare quello che vuoi!!!!

                                              Intendevo obbligo per tutti i nuovi impianti termici, solare, caldaie, pdc etc di un contatore "omologato", come nel fotovoltaico!

                                              Così è facile discutere di come funziona quell' impianto o quella caldaia, senza bisogno di esperti o ingegneri termotecnici!

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da scresan Visualizza il messaggio
                                                "preriscaldano(danno una mano ma non di più) acqua per la pdc"... questi non sono numeri, ma impressioni!
                                                Ora si va a fiducia, fra un po' si andrà a dati certi.

                                                A me pare che tu stia dando delle opinioni campate per aria... Ma non hai idea di come sia costituito il mio impianto e neanche come funzioni. Se ho un contatore dedicato o meno. Diciamo che questo tuo intervento e' sicuramente una semplice impressione...
                                                [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Fedonis non metterla sul personale!

                                                  Torniamo ai fatti. Quando dico che ogni kwh che si muove in un impianto fotovoltaico viene misurato epesato è corretto oppure no?

                                                  Quando dico che i kwh che si "muovono " dentro un impianto termico sono una specie di valutazione in cosa sbaglio?

                                                  Se affermo che appena saranno resi obbligatori dei contacalorie certificati (come i contatori elettrici) le "impressioni" che un impianto solare termico apporti dell' energia al riscaldamento nella stagione fredda diventeranno numeri incontrovertibili..... dove sbaglio?

                                                  Se l' utente del forum che sostiene che ha dei consumi di gas uguali a prima che installasse il solare termico, ci avesse detto che in un anno i suoi pannelli solari hanno prodotto solo 10 kwh a mq installato avremmo potuto discutere se l' impianto era ben fatto oppure no.....

                                                  Spero di aver reso l' idea ed il senso del mio intervento!

                                                  Anch'io 8-9 anni fa ho installato il solare termico ed ho messo 7,5 mq..... quindi "capisco" le tue rese!

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    No no Scresan, niente di personale. Ma permetterai che ti faccia notare che, sei entrato nel discorso, fornendo delle risposte che, francamente paiono ignorare del tutto il tentativo (da parte mia) di contestualizzare una affermazione di un utente, non contento del suo impianto. Se nel merito della affermazioni generali, non hai detto nulla di fuori posto, devi ammettere che di fatto non hai detto nulla. Tornando nel merito, e dialettando, l'utente afferma di non avere risparmiato neanche un metro cubo di gas. Trascuriamo il fatto che stiamo ipotizzando(non abbiamo dati in merito l'impianto), i casi sono due. O il suo impianto per qualche ragione non funziona, o semplicemente e' un piccolo impianto per produzione acs. Ovviamente nel periodo invernale, in particolare se esposto non felicemente, praticamente non produce nulla o quasi. (quindi il gas lo consuma regolarmente)
                                                    Cosa che pero' non si dovrebbe verificare nel periodo estivo. Dovrebbe avere acs gratis e di conseguenza risparmiare qualche metro cubo di gas.
                                                    Quindi i conti non tornano a meno che il suo impianto abbia qualche avaria.
                                                    In merito la mia affermazione , che tu hai definito come "impressione" era appunto un tentativo di contestualizzazione. Ti faccio un esempio: Se il pannello di controllo, il 15 febbraio, mi dice che l'acqua tecnica si e' innalzata di tre gradi ed ha immesso 9kwh, concedimi che sta "dando una mano alla Pdc" e non sta facendo integrazione, o quanto meno e' un apprto minimo. Anche perché con poco piu' di 7 metri quadri di pannelli, non potrebbe fare altro. Non e' neanche impressione il fatto che, come gia detto, da marzo a ottobre, la pdc non interviene per produzione acs. In sintesi e per concludere, ho semplicemente cercato di dare una "collocazione" ad una affermazione.
                                                    Ultima modifica di fedonis; 25-02-2017, 19:04.
                                                    [SIZE=3][FONT=book antiqua]Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.[/FONT][/SIZE]

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Originariamente inviato da Lucamax Visualizza il messaggio
                                                      Scusate ma come è possibile che consumi il nostro amico 2000 litri di gasolio con 160 mq e la coibentazione che ha descritto ?

                                                      Con una caldaia a gasolio con rendimento al 90% sono 18.000 Kw anno cioè come ha detto giustamente il Dott. 4,5 tonnellate di pellet , mi pare troppo .

                                                      want, la caldaia che ho in firma è un esempio di un prodotto di qualità (componenti made in Germany o Svizzera) che secondo me ha poco da invidiare alle austriache e che costa con climatica, controllo remoto via web, sonmda lambda, pulizia automatica completa circa 3000 euro iva esclusa.
                                                      Io ce l'ho da due anni e sono molto soddisfatto.

                                                      Quel consumo era riferito a prima del cappotto,ora da inizio accensione riscaldamento ho consumato circa 700 litri di gasolio con il cappotto.
                                                      pdc Kita s+ monoblocco sw 13.10.001: fv 6kwmoduli rec inverter zcs,zona clim. E 120mq.cappotto e termosifoni.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Scusate sono nuovo del forum ma perchè in una discussione iniziata da me si inseriscono altri e portano la discussione ad altri lidi......che ognuno apra una discussione per quello che gli interessa..o..no?
                                                        pdc Kita s+ monoblocco sw 13.10.001: fv 6kwmoduli rec inverter zcs,zona clim. E 120mq.cappotto e termosifoni.

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da want Visualizza il messaggio
                                                          Quel consumo era riferito a prima del cappotto,ora da inizio accensione riscaldamento ho consumato circa 700 litri di gasolio con il cappotto.
                                                          avendo quel dato, puoi farti da solo il confronto
                                                          ecco un semplice foglio di calcolo: dossier | Erregi - Energie alternative rinnovabili
                                                          riscaldamento a biomassa e PDC
                                                          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                                          Commenta

                                                          Attendi un attimo...
                                                          X