Impianto riscaldamento Baita e acqua sanitaria - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Impianto riscaldamento Baita e acqua sanitaria

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Impianto riscaldamento Baita e acqua sanitaria

    Ciao a tutti!
    Sono nuovo del forum, ho esplorato i passati argomenti ma non ho trovato risposta, provo ad aprire una nuova discussione qui. Sto acquistando una piccola baita in montagna (45m2 totali) divisi in tre ambienti non collegati tra loro (per passare da uno all'altro bisogna passare per l'esterno) e con corrente elettrica a 12v (da pannelli). Vorrei riscaldarli con una unica stufa ma ho dei dubbi:
    1- se compro una stufa ad aria canalizzata riesco ad alimentare le ventole per l'aria con l'impianto a 12V?
    2 - potrei azzardare l'acquisto di una termostufa per sia acqua sanitaria che riscaldamento (magari creando un piccolo impianto a termosifoni) sempre con i 12V? o devo arrendermi a un boiler a legna in aggiunta?
    3 - potrei usufruire qualcuno dei tanti incentivi per il risparmio energetico per il sistema di riscaldamento che ora è con camino aperto e stufa economica (contestualmente isolerei il tetto e cambierei gli infissi)?
    Grazie a tutti per le risposte!
    Giancarlo

  • #2
    1- se compro una stufa ad aria canalizzata riesco ad alimentare le ventole per l'aria con l'impianto a 12V?
    direi che dei tuoi quesiti questo è il più semplice a cui rispondere, ventole che funzionano a 12V sul mercato ne trovi tante anche di dimensioni generose (12cm ed oltre)
    2 - potrei azzardare l'acquisto di una termostufa per sia acqua sanitaria che riscaldamento (magari creando un piccolo impianto a termosifoni) sempre con i 12V? o devo arrendermi a un boiler a legna in aggiunta?
    puoi provarci, verifica una termostufa a basso potenziale (anche visti i tuoi 45m quadri) tipo max 6/8kw resi all'acqua, a cui dovrai legare una pompa a 12V (di norma usata per gli acquari, ma basta che valuti la portata) ma credo sia abbastanza improbabile che riesca ad alimentare lo scambiatore per l'ACS
    3 - potrei usufruire qualcuno dei tanti incentivi per il risparmio energetico per il sistema di riscaldamento che ora è con camino aperto e stufa economica (contestualmente isolerei il tetto e cambierei gli infissi)?
    direi proprio di no, mentre per tetto ed infissi puoi avvalerti dello sgravio IRPEF in 10 anni
    iscrivetevi al mio gruppo Termocucina, termostufa, camino e caldaia a legna o pellet https://www.facebook.com/groups/549068158997746/

    Commenta


    • #3
      Per gli ambienti riscaldati da stufe a legna (camino e cucina economica) puoi usufruire del superbonus. Quindi potresti fare cappotto (esterno o interno), tetto isolato, infissi e piccolo fotovoltaico (se non hai rigidi vincoli di tutela paesaggistica o simili). Se arriva la corrente elettrica puoi mettere una PDC per l'acqua calda sanitaria tipo Ariston Nuos. E anche colonnina di ricarica per quando avrai un'auto elettrica. Tutto questo al 110%. Trova un tecnico della zona in gamba!

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Piada Visualizza il messaggio
        Per gli ambienti riscaldati da stufe a legna (camino e cucina economica) puoi usufruire del superbonus. Quindi potresti fare cappotto (esterno o interno), tetto isolato, infissi e piccolo fotovoltaico (se non hai rigidi vincoli di tutela paesaggistica o simili). Se arriva la corrente elettrica puoi mettere una PDC per l'acqua calda sanitaria tipo Ariston Nuos. E anche colonnina di ricarica per quando avrai un'auto elettrica. Tutto questo al 110%. Trova un tecnico della zona in gamba!
        ti devi esser perso la riga in cui ti diceva che dispone soltanto della 12V
        iscrivetevi al mio gruppo Termocucina, termostufa, camino e caldaia a legna o pellet https://www.facebook.com/groups/549068158997746/

        Commenta


        • #5
          hummmm.....curiosità....
          uno chiede semplicemente se con 12 v funziona qualcosa (e deve rifare il tetto e gli infissi), e qualcun'altro consiglia cappotto, rifare il tetto, cambiare gli infissi, montare il FV, montare un boiler PDC, una colonna per la ricarica e pure di comprarsi l'auto elettrica.....

          mi sfugge qualcosa ?

          P.S.: se il sottotetto non è abitabile, o non diretto con ambiente abitato, non rientra nel 110.... tanto per specificare oltre....

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da GiuseppeRG Visualizza il messaggio
            hummmm.....curiosità....
            uno chiede semplicemente se con 12 v funziona qualcosa (e deve rifare il tetto e gli infissi), e qualcun'altro consiglia cappotto, rifare il tetto, cambiare gli infissi, montare il FV, montare un boiler PDC, una colonna per la ricarica e pure di comprarsi l'auto elettrica.....

            mi sfugge qualcosa ?

            P.S.: se il sottotetto non è abitabile, o non diretto con ambiente abitato, non rientra nel 110.... tanto per specificare oltre....
            CORRETTO, la smania da 110 sta prendendo un po' la mano... ma con il sottotetto che deve avere almeno un'altezza media sopra i 150cm vai troppo sul tecnico
            iscrivetevi al mio gruppo Termocucina, termostufa, camino e caldaia a legna o pellet https://www.facebook.com/groups/549068158997746/

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da amaxgraph Visualizza il messaggio
              la smania da 110 sta prendendo un po' la mano...
              esatto...
              mi chiedo come mai PIADA che consiglia di ricavare un'albergo dalla baitina di montagna di giancarlopio, non abbia sostituito il suo cominetto con una centrale ultima generazione al plutonio arricchito, non si sia fatto il parcheggio per l'atronave, e pure invitato poi ET per il caffè....
              hai proprio ragione, il 110 ha preso molto più di una mano...... secondo me ha preso anche la "ragione" di molti....

              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   ScreenShot001.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 76.8 KB 
ID: 1975694

              Commenta


              • #8
                "3 - potrei usufruire qualcuno dei tanti incentivi per il risparmio energetico per il sistema di riscaldamento che ora è con camino aperto e stufa economica (contestualmente isolerei il tetto e cambierei gli infissi)?"
                credo che tu possa usare una stufa a pellet , ci sono anche con produzione di acqua calda per termosifoni ed usufruire anche delle detrazioni previste 50 o 65% a seconda della relazione del tecnico al quale dovresti rivolgerti comunque per la
                certificazione , addirittura potresti sfruttare il bonus energia di GSE che ti rimborsa entro 90gg dall'installazione.
                Inoltre visto che parli di FV e che i consumi di una pompa di circolazione sono molto esigui puoi anche mettere un inverter 12/24V -220V che alimenti solo la stufa o trovarne una che funziona a 12V (sicuramente ci saranno)
                Comunque pompe di circolazione a 12V si trovano , e anche pannelli fotovoltaici a tensioni molto più alte di 12V , a 24-30-40 e anche 60V, insomma tutto dipende dal progetto che intendi realizzare e dal budget che destini all'operazione ma il tuo obbiettivo di riscaldamento e produzione di ACS è facilmente raggiungibile, tecnicamente, importante è capire se hai una esposizione buona per i pannelli FV, se li puoi mettere liberamente, quanti ne potresti mettere , quanta batteria ti occorrerebbe.

                C'è da fare un pò di conti sull'operazione e infine ma forse prima di tutto, ti ricordo che oggi è possibile avere allacci di energia elettrica anche per 0.5-1-1,5-2-2,5-3 kW da rete pubblica e diciamo che 1KW da ENEL ti costerebbe poco meno di 50 euro l'anno di canone fisso , perciò valuta bene se da quelle parti sarebbe possibile avere un allaccio da rete pubblica.
                5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Aderite al Team di monitoraggio denominato EnergeticAmbiente su Pvoutput.org , così sapremo ogni giorno quanta energia pulita hanno prodotto gli amici del forum. Questo il link del Team ​https://pvoutput.org/listteam.jsp?tid=1115

                Commenta


                • #9
                  Chiedeva di quali incentivi per il risparmio energetico potrebbe usufruire e gli ho dato dei suggerimenti. Il fatto che adesso abbia solo i 12V non vuol dire necessariamente che non sia possibile allacciare la baita alla rete elettrica, questo non lo sappiamo. Non sappiamo se è in mezzo a un bosco o se ha un armadio ENEL a 100 metri....
                  In ogni caso non mi sembra di avergli suggerito interventi folli, visto che ha intenzione di acquistare una baita e ristrutturarla.
                  Circa la "smania" da 110, certo che c'è. E' un'occasione straordinaria e dato che interessa anche le seconde case secondo me gli converrebbe cercare di capire se ne potrebbe usufruire.

                  Commenta


                  • #10
                    c'è un "purtroppo" però...... che questo 110% alla fine sarà adatto forse (e dico forse) a non più del 5/10% di chi pensava di farlo......
                    purtroppo io dietro ci vedo tanta retorica politica, nulla più.... (mio modesto parere)
                    infinite complicazioni, burocrazia folle, e mille altri paletti......
                    era molto più semplice utilizzare quello che c'era (detrazioni, CT2.0, ecc), magari aumentadone le % o diminuendo gli anni di recupero
                    ma come sempre.... siamo in Italia...... evvai !!!!!

                    ritornando alla discussione, proprio perchè "non lo sappiamo" è inutile consigliare cose "ipotetiche" (tipo colonnina auto, auto elettrica, ecc ecc)......
                    si crea solo confusione aggiuntiva, che già ce n'è tanta......

                    poi, come sempre dico, libertà per tutti di scrivere

                    P.S.: purtroppo è la "moda" degli ultimi tempi qui, quella di dire di tutto fuorchè quello inerente alla discussione.....

                    Commenta


                    • #11
                      Mi scuso se sono andato fuori tema ma mi trovo in una situazione simile a giancarlopio e gli ho suggerito di prendere in considerazione anche questa opportunità, come sto facendo io. Da un anno in realtà ho fatto la connessione alla rete elettrica, se può farlo anche lui gli converrebbe.
                      Adesso sto valutando la fattibilità di alcuni interventi, proprio grazie al superbonus. Avrei comunque dovuto rifare tetto e infissi nel giro di uno o due anni, quindi il superbonus casca a fagiolo e mi sta facendo riflettere se fare anche altri interventi incentivati che altrimenti non avrei fatto (cappotto interno, mettere una pdc per acqua calda sanitaria... e anche la colonnina di ricarica per quando diventerò ricco e avrò una Model Y...).
                      Sono d'accordo sul fatto che poteva essere pensato e implementato meglio e che molti aspetti dovranno ancora essere chiariti.
                      In ogni caso sembra che valga anche per abitazioni alimentate da stufe a legna, quindi secondo me farebbe bene a considerare anche questa opzione. Come detto in precedenza è fondamentale avere un tecnico della zona bravo e aggiornato.

                      Commenta


                      • #12
                        Piada, concordo al 100% che per il 110 SERVE ASSOLUTAMENTE un tecnico esperto e che si assume la responsabilità di tutto.
                        Per i discorsi generici sul 110 c'è la discussione specifica qui: Ecobonus, sismabonus, risparmio energetico e FV con accumulo esame Decreto Rilancio

                        Commenta


                        • #13
                          Grazie a TUTTI!
                          Ora mi sono fatto un'idea. Con calma analizzerò tutto.
                          Giancarlo

                          Commenta

                          Attendi un attimo...
                          X