Termocamino Carinci 190 con idrokit 3 - Malfunzionamento impianto? - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Termocamino Carinci 190 con idrokit 3 - Malfunzionamento impianto?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Termocamino Carinci 190 con idrokit 3 - Malfunzionamento impianto?

    Salve a tutti, ho letto molti vs post su questo tipo ti termocamino e non mi trovo proprio con le impostazioni consigliate da voi. Siccome sono molto argomentate, ritengo abbiate molta esperienza, pertanto mi rivolgo a voi, cercando di capire come sarebbe meglio impostare il mio, se possibile.
    Casa isolata, primi anni 90 in muratura, su due livelli, il piano terra è di circa 130 mq, ma ne scaldo circa 55/60, così come la superficie del primo piano con il vecchi impianto esistente, tubi in rame e termosifoni in alluminio, 3 al piano terra, oltre a un termoconvettore, e 6 al piano primo; 40/45 mq al piano terra sempre con termosifoni tradizionali in alluminio, ma per arrivarci, dato che la casa era finita, sono passato all'esterno sottoterra con multistrato del tipo coibentato per circa 15 metri, da qui raggiunge 2 termosifoni da una centralina e uno scaldasalviette. Zona climatica D.
    Per raggiungere bene questi termosifoni più lontani, ho dovuto impostare la velocità della pompa 2 sul massimo possibile, cioè 3.
    Ad ora ho impostato su velocità pari a 3 anche la pompa 1.
    Ho provato i settaggi consigliati su più forum ovvero pompa 1 partenza 59, isteresi 4 e pompa 1 partenza 65, isteresi 5. Ma il camino raggiunti i 65 gradi, scende troppo facilmente di temperatura e ci mette molto a risalire fino a 65. Facendo molti on/off ma con tempo di off molto lungo, soprattutto in prima accensione. Legna di un paio di anni, soprattutto di quercia, mischiata con legna di quercia di un anno e qualche ulivo e albero da frutta, tutta tenuta all'aperto, accensione dall'alto.
    Ho rimesso i valori di fabbrica, ossia pompa 1 e 2 partenza 53 e isteresi 2, ho. notato che il termo, ovviamente appena partito bene fa rimanere in circolazione l'impianto ma prprio ora sto notando che latemperatura si attesta tra 60 e 64.
    La canna è coibentat con lana di roccia e basta, devo ancora realizzare una controfodera, e i tubi di collegamento con l'idrokit e il vaso sono coibentati ma all'esterno.
    Termo collegato con caldaia a condensazione, che tendo a non utilizzare per riscaldamento.
    Con le impostazioni di fabbrica il termocamino scalda, me mi rendo conto che non stia lavorando in maniera ottimale.
    Chiedo se possiate darmi qualche consiglio su prove da eseguire per ottimizzarlo al meglio.
    Grazie mille.

  • #2
    ciao GiulianoSc prima di collocare il tc hai pensato a coibentarlo ? ho anch'io un Carinci ma l'ho coibentato .... io sono soddisfatto per come sta funzionando a casa mia anche se la perfezione non l'ho ancora raggiunta ... penso che per capire se il tuo impianto non funziona bene o no dovresti mettere piu informazioni oltre a quelle messe su l abitazione mq ,m3,coibentaz si o no, coibentazione tubature mandate e ritorno , temp ottenuta allinterno dell'abitazione al piano terra e piano superiore..

    Commenta


    • #3
      secondo me non centra nulla mettere a 3 la velicità dei circolatori anche se i termos8foni sono a 15 mt di distanza.. l'importante è che l'altezza non superi la prevalenza del circolatore stesso.. un pr9blema potrebbw essere proprio quello..
      poi naturalmente bisogna vedere la regolazione dell'aria comburente e la pezzatura e la quantità di legna caricata.. ma su questo può darti consigli bravo666, possessore di un carinci anche lui..

      edit

      ambeh, se come dice l'utente, il tc non è coibentato, altro discorso..
      Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

      Commenta

      Attendi un attimo...
      X