Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 2 primaprima 12
Visualizzazione dei risultati da 23 a 42 su 42

Discussione: Violata la 2 legge della termodinamica ???

  1. #23
    Utente NON confermato

    User Info Menu

    Predefinito



    grazie carlo , davvero molto interessante .

  2. #24
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Carlo, si interessante il link, lo conoscevo già da .... Camillo
    Certo digerire la possibilità di avere uno stesso oggetto che si muova in uno spazio ma più tempi è dura.
    Io ero più terra terra anzi, so che andiamo verso l'inverno ma credo che un oggettino del genere renda bene l'idea.....
    Allegato 25925
    il ventilatore in questione si chiama air multiplier della dyson e sfrutta l'effetto Coanda. Se veramente (mi piacerebbe averne uno da testare ma il prezzo per me è decisamente out) è in grado di moltiplicare per 15 la quantità d'aria mossa dalla ventola principale.... bè non è così dissimile dalle prestazioni dell'oggetto in esame.
    P.S.
    Prendo per buono (con qualche dubbio) che quel x 15 si riferisca alla portata

  3. #25
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie a voi

    non credo che ci siano teorie alternative, un oggetto modifica il suo tempo (rispetto al tempo di riferimento) quando si muove in modo curvilineo o accellera.
    Personalmente sono convinto perchè ci sono innumerevoli evidenze che lo dimostrano a cominciare dalla comune ruota.

    La sperimentazione dell'effetto Coanda è elementare e può essere fatta con un semplice compressore d'aria che spinge su una superficie liscia e curva.

    Quando l'aria colpisce la superficie curva si crea un gradiente di pressione (temporale) che per ogni punto infinitesimo della circonferenza è determinabile da questa semplice formula.

    Per una sfera

    Pressione = densità del fluido x velocità al quadrato / raggio della sfera
    e cioè:

    P = d x V^2 / r

    Se si porta ad uno la densità e il raggio si ottiene

    P = V^2

    Il che è tanto assurdo quanto è vero.

    Mia considerazione:
    Dai fluidi in movimento (e forse anche da altre cose) è possibile ottenere energia gratuita se nel progetto si usano i principi descritti nella teoria dei Gradienti.

    Carlo

  4. #26
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Vado un pò OT..... non me ne vogliate
    Secondo la teoria da te esposta (il sito web è tuo?), se ho capito bene, sembrerebbe quasi che la nota formula v=s/t => s=vt applicata alle superfici curve non indichi solo una relazione fra variabili ma anche, fissato lo spazio, fra "luoghi temporali" e la velocità..... come se le "particelle" con cui l'oggetto viene a contatto, definita la velocità, dovendo, in ogni istante, trovarsi nella medesima regione di spazio fossero costrette a modulare il proprio tempo ...... mi riprometto di ragionarci su
    Fine OT

  5. #27
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    x Lupino

    magari.... io mi limito a fare il copia e incolla della corrispondenza che per un certo periodo ho avuto con l'autore della teoria.

    Per rispondere alla tua domanda ti riporto una parte del testo di una sua email anche se probabilmente non soddisferà la tua richiesta.

    -------
    Si parla sempre più frequentemente di universi paralleli permanenti e dotati di speciali proprietà in particolare in relazione al tempo.
    La mia ipotesi è che queste anomalie temporali non sono permanenti ma si verificano solo quando un oggetto, per sua forma o per suo movimento genera un Gradiente e di conseguenza le anomalie temporali persistono finché c'è movimento e poi terminano.

    Puoi immaginare le anomalie temporali come una serie di strati che avvolgono l'oggetto che genera o riceve il Gradiente.
    Se ti piace pensa ad una cipolla che avvolge l'oggetto.

    Ogni stato ha un suo specifico tempo e quindi le sue specifiche proprietà fisiche.
    In altre parole (e ad esempio) se fai ruotare in disco il materiale che è posto al centro è diverso da quello della sua periferia.
    La quantità della diversità dipende dal tipo di materiale con il quale è costruito il disco.
    Il materiale non modifica realmente le sue proprietà ma esse, rispetto ad un osservatore che è in un'altro tempo appaiono diverse.

    Se non è chiaro quanto ho appena descritto pensa al vetro che come sai è un fluido.
    Il vetro visto da un osservatore che ha il tempo rallentato appare liquido mentre ad un osservatore con tempo veloce apparirà un solido.

    Se connetti fra loro due strati che hanno tempi diversi i due tempi tendono a portarsi in equilibrio.
    Questo fatto è fondamentale ed aiuta a comprendere tutti i fenomeni fisici.

    Ad esempio l'energia elettrica si produce quando connetti con un materiale adatto due tempi diversi.
    Pensa al disco di Faraday oppure alle pompe a disco di Tesla.
    Se ti è più familiare puoi convertire il temine abituale di "differenza di potenziale" con il termine corretto di "differenza temporale".

    Il segreto, se così si può dire, della free energy è quindi in comunione da una parte ai potenziali temporali (di due strati) e dall'altro al comportamento dell'universo che a sua volta tende a portare ordine nel disordine che tu crei.
    Per un approfondimento ti consiglio di leggere le sezioni "Atomo" e "Gravitazione universale" della mia relazione.

    Se mi chiedi di descrivere una macchina ideale per produrre free energy io ti rispondo subito che le macchine sono infinite e dipendono dall'uso che ne vuoi fare.
    Ad esempio se vuoi produrre energia da una reazione chimica è sufficiente che modifichi il tempo della materia che vuoi usare.
    Il tempo lo modifichi facilmente per mezzo di onde che generano Gradienti; puoi usare delle semplici onde di pressione ultrasoniche o complesse onde elettromagnetiche perché il risultato non cambia.
    Devi ovviamente cercare quella frequenza che genera una pressione che sia efficace sul tipo di materiale.
    La potenza di queste onde di pressione non è importante mentre è importante che esse creino nel materiale dei Gradienti coerenti.
    Il Gradiente coerente per un'onda di pressione è perfettamente sinoidale.

    Quando su materiale applichi un'onda di pressione a Gradiente nel materiale coesistono tempi diversi e quindi la sua struttura di legame molecolare risulta indebolita, poi, in alcuni punti della superficie avviene con periodicità e quantità indeterminabile (ma statisticamente prevedibile) che alcune molecole si alterano innescando processi di qualsiasi ordine compreso la combustione o la trasmutazione.
    Usare l'acqua come combustibile non è quindi un'idea pazza tanto quanto invece dicono i guru della scienza dogmatica.
    L'energia richiesta per la separazione di H e O dipende quindi (e semplicemente) dal tempo in cui si trova l'acqua.
    Se cerchi di separare H e O quando sono nel tuo stesso tempo (.... ovviamente) spenderai un patrimonio.

    Se mi chiedi invece qual'è la macchina per la free energy più facile da costruire ti rispondo subito che è quella che sfrutta il movimento a Gradiente dei fluidi.

    Immagina di far cadere un sasso nel solito stagno (quello degli studenti per intenderci) e di valutare con occhio modesto e semplice quanta acqua muovi.
    Un sasso, ma anche un semplice dito, pongono in movimento centinaia e centinaia di litri d'acqua.

    Se invece di usare una semplice vasca a fondo piatto, ne usi una con fondo che ha la sagoma di un Gradiente, l'acqua con tua sorpresa salterà fuori dalla vasca.
    L'acqua (ma anche l'aria) accelera sulle superfici curve e quindi non ti resta da fare che un minimo di sperimentazione.

    ...... scusa dimenticavo di dirti che questo fenomeno è già noto come "Coanda"

  6. #28
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Il modo più efficiace per generare gradienti è quello di collegare il perno di un regolatore di watt ad una grossa molla a spirale.

    Quindi il regolatore di watt subisce potenti gradienti temporali in continuazione perché gira di moto circolare alternato.

    Sfruttare il su è giù del regolatore di watt per alimentare un generatore elettrico, potrebbe essere una idea interessante.

    Si sa che il regolatore piano piano si ferma perché ci sono gli attriti, ma frenare di proposito il su e giù rettilineo contribuisce anch'esso a frenare la rotazione del regolatore di watt ?
    Questa è una domanda a cui non so rispondere, e del resto la mia intelligenza non mi permette di avere una immaginazione cosi realistica.
    ------
    Comunque anche la molla a spirale degli antichi orologi meccanici subiscono gradienti temporali, non per questo l'antico orologio dava orario sbagliato.

  7. #29
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    X uforobot
    i Gradienti sono una cosa diversa da quello che tu immagini e non hanno nulla a vedere con molle o spirali.

    X tutti
    In questa pagina ci sono un sacco di esempi di formule facili e di uso pratico per valutare il rapporto fra velocità di un fluido e l'energia risultante.
    The Josef Hasslberger page: Technology

    Qui altri esperimenti
    "Vortex Oscillation Technology Ltd"
    Vi consiglio di guardare anche tutti i link della pagina, non a sinistra ma i link nei riquadri gialli.

    Carlo

  8. #30
    Utente NON confermato

    User Info Menu

    Predefinito

    ci voglio aggiungere questa carrellata di invenzioni free energy , alcune qui dietro a noi , prima o poi qualcuno dovrà dare delle spiegazioni , specilamente il ruotone di aldo costa in francia :

    A Machine To Die For The Quest For Free Energy - YouTube!

  9. #31
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti

    Una meravigliosa e sorprendente applicazione di fluidodinamica prevista dalla teoria dei Gradienti.
    Teoria dei Gradienti e delle Onde Portanti Base
    Selezionare dall'indice "Fluidodinamica"

    Un piccolo sforzo oscillante consente il galleggiamento e una notevole velocità di movimento.

    L'oscillazione genera un Gradiente temporale nell'acqua e l'acqua conseguentemente si trasforma in un liquido a densità diversa e quindi sostiene il peso del pilota.
    AquaSkipper | Inventist

    Carlo

  10. #32
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti

    Un'altra applicazione di fluidodinamica che sembra in grado di produrre energia in più.

    Nei video il mostro in azione
    ZED free energy device demonstration - YouTube
    early ZED free energy device model filmed my Mark Dansie - YouTube

    La pagina dell'invenzione
    HydroEnergy Revolution

    La discussione attiva e in corso in un forum (195 pagine)
    Hydro Differential pressure exchange over unity system.

    Vorrei far notare che nell'invenzione citata nel mio precedente messaggio il pilota riceve una controspinta dall'acqua.
    Non sono uno specialista ma a me appare come una cosa straordinaria.
    In questo film si vede che può essere mosso senza mani e saltare fuori dall'acqua.
    Aquaskipper Best Of - YouTube

    Carlo

  11. #33
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti
    Ho trovato un altro dispositivo in grado di dissociare e poi riassociare l'acqua e produrre direttamente calore.

    In questo link la descrizione e i test
    The Moller's Atomic Hydrogen Generator

    Questo dispositivo è ancora un'applicazione previsto della teoria dei Gradienti.

    Il filamento è riscaldato con una tensione che ha forma semi-sinusoidale e l'acqua in cui è immerso si sposta nel tempo continuamente per cui è facilmente dissociabile dalla temperatura dello stesso filamento.
    L'energia in eccesso è generata dalla ricomposizione dell'acqua nelle fasi dell'onda in cui essa ritorna la tempo del sistema.

    Se si usa una semionda il processo, in questo caso migliora, perche l'universo spinge per ricreare l'equilibrio originale con una controreazione di senso opposto.
    In questa pagina i test realizzati con diverse forme d'onda
    The MAHG project LogBook

    Spero di essere stato chiaro perchè ho estrapolato e sommato pezzi di email ricevuti dall'autore della teoria dei Gradienti.
    Se ci sono domande e la cosa interessa farò il possibile per rispondere con altre informazioni.

    Carlo

  12. #34
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Carlo65 Visualizza il messaggio
    Se si usa una semionda il processo, in questo caso migliora, perché l'universo spinge per ricreare l'equilibrio originale con una controreazione di senso opposto.
    Carlo
    In realtà l'universo spinge a ricreare l'equilibrio s1 dell'atomo di idrogeno neutro quando il livello energetico è MINORE di s1.

    Non mi pare che nell'esperimento di MAHG ci sia un lasso di tempo, (sia pure piccolissimo), dove il livello energetico è MINORE di s1.

    E' evidente che se il livello energetico fosse inferiore ad s1, la natura sarebbe disposta a fare qualsiasi cosa per rimuovere questa inferiorità e quindi prenderebbe energia dal vuoto quantistico pur di ripristinare l'equilibrio.

    Però non mi sembra che nel progetto MAHG ci sia questo ragionamento, quindi non ho capito l'ambaradam dei gradienti.

  13. #35
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Uforobot
    leggo sempre tutta la tua corrispondenza e con grande interesse.

    Ti riporto un insieme di parti differenti di corrispondenza con Guglielmo che ho modificato e assemblato per essere attinente all'argomento.
    Comunque ti invito a leggere anche il mio post precedente e il testo originale.

    Da qualche parte ho anche un metodo che descrive il meccanismo dei magneti e come interagire con i suoi flussi tramite una corrente.
    Se ti interessa lo cercherò, fammi sapere.

    Carlo

    ---------------
    Il concetto dei Gradienti è molto semplice:

    Si formano gradienti localizzati all'interno di un corpo qualsiasi tutte le volte che si applica una forza incrementale o decrementale.
    Si creano invece Gradienti distribuiti in un corpo quando è posto in rotazione.

    Il modo migliore e più redditizio lo si ottiene quando la forza è applicata modificando l'intensità secondo una curva sinoidale.
    La forza può essere di qualsiasi origine, meccanica, elettrica, elettromagnetica, e anche termica (come nel caso dell'invenzione MAHG).

    In un corpo sottoposto ai Gradienti si ha una variazione del tempo locale con la conseguenza di modificare le caratteristiche chimiche e fisiche del corpo stesso.

    Immagina un condensatore che ha come dielettrico dell'acqua purissima e di alimentare il condensatore con una tensione a frequenza variabile.
    Come saprai avviene che l'acqua, alle frequenze elevate, modifica la sua conducibilità consentendo la circolazione di corrente.

    Ci sono molte spiegazioni inerenti questo fenomeno di impedenza capacitiva e su tutti i libri di fisica-elettrotecnica troverai la teoria corrente, teoria che è però ovviamente assurda.

    In realtà l'acqua o qualsiasi dielettrico di qualsiasi natura modifica la sua struttura appena sottoposto ad un Gradiente per cui non solo conduce ma genera molti fenomeni di induzione e disaggregazione molecolare.

    La sonochimica è un esempio lampante del che cosa succede.

    Nel caso del condensatore il Gradiente è generato dalla variazione della tensione che alimenta le lamine.
    La verifica è relativamente semplice e consiste nella misura della conducibilità con presa all'interno o nel dintorno delle lamine.
    Un condensatore alimentato a tensione variabile produce anche induzione in un altro condensatore che è posto nelle sue vicinanze.

    Se costruisci un condensatore con 4 lamine, alimentandone due qualsiasi ottieni una tensione sull'altra coppia che è proporzionale a alle superfici.
    Ottieni lo stesso effetto anche ponendo due condensatori separati e sistemati in qualsiasi posizione all'interno dello stessa acqua (dielettrico)
    In questo caso la corrente che circola nel secondario è indipendente dal primario.
    In altre parole se poni un carico qualsiasi sul secondario il primario non modifica il suo assorbimento e quindi, almeno in apparenza, si produce più energia di quanto si spende
    ----------------------------

  14. #36
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho sentito dire che è possibile violare la seconda legge della termodinamica mediante il Ponte di Einstein Rosen

    http://it.wikipedia.org/wiki/Ponte_di_Einstein-Rosen

    Faccio copia incolla del pezzetto che interessa
    Dobbiamo inoltre pensare ad una mancanza di entropia avvenuta nei due sistemi spazio-temporali poiché andiamo a portare in un altro sistema della massa e quindi dell'energia che prima non c'era, sottraendola da un altro sistema con risultati non ancora prevedibili.

  15. #37
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    .......o, nel caso si consideri l'energia di un "sistema" composto da più particelle, col diavoletto di Maxwell

  16. #38
    Utente NON confermato

    User Info Menu

    Predefinito

    spiegazione molto semplice per capire se quello che dice solorzano forse sia vero , ma soltanto come lui stesso sotiene all'interno di un tunel !!! :
    Aereodinamica - I principi - YouTube

  17. #39
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ragazzi guardate questa notizia, so che non centra nulla con la discussione , però!
    Ecoinvenzioni: il frigorifero che funziona senza corrente

  18. #40
    Utente NON confermato

    User Info Menu

    Predefinito

    il sito ufficiale di solorzano : www.freeenergyworldwide.com/Pages/default.aspx

  19. #41
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Credo che può aiutarti a capire il principio teorico dietro il funzionamento del motor de aire questo mio thread aperto in questo forum:

    Una macchina ideale antikelvin compatibile con le altre leggi note della fisica

    Non conoscevo la macchina di questo Luis Solorzano, ma mi sembra che si fondi sulla stessa mia intuizione avuta indipendentemente.

  20. #42
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Non servono nanoimbuti per realizzare macchine antiKelvin. Cito un mio thread sull'argomento al punto #41 di questa conversazione.

Pagina 2 di 2 primaprima 12

Discussioni simili

  1. allegato A: ai sensi della legge....
    Da t-mauro nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 25-08-2012, 21:21
  2. Principi della termodinamica
    Da Gabrieleci nel forum Ai Confini della Scienza
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 14-01-2011, 18:43
  3. La Seconda Legge della Termodinamica
    Da MetS nel forum FISICA
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 23-10-2009, 15:01
  4. L'approvazione della legge
    Da DenisJ nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 96
    Ultimo messaggio: 18-02-2007, 23:02
  5. La Prima Legge della Termodinamica
    Da MetS nel forum FISICA
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 01-06-2006, 14:32

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •