Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 3 su 3

Discussione: Extracorrenti

  1. #1
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito Extracorrenti



    Una ricerca dell'amico Eugenio:

    https://perplesso.wordpress.com/

  2. #2
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Interessante...parlano tutti di queste extracorrenti che si manifestano facendo "scintillare" due elettrodi...che sia vero? Ci vorrebbe un'esperto... perchè di solito con multimetri digitali è facile sbagliare

  3. #3
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Un saluto a voi...
    Le extracorrenti esistono da che esiste la corrente, tale fenomeno è assimilabile a ciò che succede nelle condutture di acqua quando si blocca istantaneamente il flusso, si innesca il colpo di ariete che se raggiunge livelli particolarmente elevati, arriva a rompere le condutture ( anche se poco redditizio, tale colpo di ariete viene sfruttato per pompare acqua ad un livello superiore tra due serbatoi ). In ambito elettrico invece, quando si interrompe il flusso elettrico, gli elettroni ancora in circolo nei conduttori invertono il senso di circolazione e proprio nel punto di rottura del circuito elettrico compiono una "acrobazia" e saltano determinando molteplici fenomeni elettro chimici ed elettromagnetici... ma tali fenomeni sono talmente rapidi che è difficilissimo poterli "imbrigliare" e sfruttare a livello energetico... lo stesso come succede per i fulmini atmosferici, che pur essendo di potenza strabiliante, di fatto inutili a fini pratici... almeno sino ad ora.
    Con il fenomeno delle extra correnti di apertura ( rocchetto di Rumkoff [?] e risonatore di Hertz)si è arrivati a realizzare i primi trasmettitori morse senza fili... la prima trasmissione via etere.

    f.sco

  4. RAD

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •