Mi Piace! Mi Piace!:  8
NON mi piace! NON mi piace!:  1
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 20

Discussione: Casa nuova A3 , casa calda e senza aria.

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Casa nuova A3 , casa calda e senza aria.



    Salve, da poco ho comprato un appartamento nuovo 70 mq, con stanze piccole (14Mq), Classe energetica A3 , privo di VMC e condizionatori.
    Le mura perimetrali sono spesse 40 cm finite , composte da intonaco ,EPS (polistitorolo) e Siporex.
    D'inverno diciamo che il caldo mantiene ma, nonostante uno apra la mattina le fnestre, avverto mancanza d'aria e sento come se
    la mia pelle non respirasse. Va bene lo accetto

    Però d'estate è un lager autorizzato, mattina presto e sera apro finestre per cambiare e rinfrescare se le temperature esterne lo consentono.
    Se sono dentro casa e fuori ho 36 gradi non posso aprire le finestre , ma sudo in maniera dannata e soffocante. Da premettere sono un tipo che sopporta il caldo benissimo in quanto a mia moglie fa male l'aria condizionata. Allora di conseguenza qualche finestra a vasistas con serrande abbassate , dove batte il sole, ma non è che migliori di molto.
    Sembra di stare dentro una scatola di mozzarelle di polistirolo.

    Da quello che ho potuto vedere l'indice di sfasamento fa pietà, non dura nemmeno 12 ore e c'è poca massa nel muro perimetrale.
    La casa dei mieie suoceri,deglia anni 70, esposta piu al sole della mia, hanno 3-4 gradi in meno a me e senza cappotto. Questa estate Io 30 gradi loro 25 gradi.
    Dal foglio rilasciato per l'APE ci sono tre faccine: d'inverno faccina felice, d'estate faccine media (ne felice ne triste).

    Ora dico come si fa a classificare una casa A3 se poi stai male dentro. uno quello che risparmia di gas poi lo spende per i condizionatori o altro. Posso avvalermi in qualche modo ti tale problema?
    Cosa posso fare? mi viene voglia di vendermi casa.

    Grazie in anticipo per i vostri consigli

  2. #2
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Sono nella tua stessa condizione. Casa classe A2 ristrutturata da 1 anno, sfasamento muri perimetrali (eps grafite 10cm, 12 mattone 12 vermiculite 12 mattone)dai calcoli dell'architetetto lo sfasamento è di oltre 15 ore,nella realtà non le riscontro per nulla. Pur tendendo tutto il giorno chiuso arrivo tranquillamente a 29 gradi (fuori 31/32 non 40 gradi), casa dei miei genitori con solo insufflaggio di cellulosa tengono tranquillamente 27 gradi. Potrei migliorare l'isolamento del solaio sottotetto che ha solo 9 ore di sfasamento, recupererei qualche decimo non certamente due gradi. Questo eps grigio sulla facciata si scalda da bestia in estate da non riuscire ad appoggiare la mano sopra, secondo me fa penetrare molto caldo nei mattoni e intercapedine e quando il caldo arriva all'interno non me lo tolgo più, neanche aprendo le finestre la sera. Non voglio mettere in dubbio il calcolo da programma dello sfasamento, ma c'è qualcosa che non torna. Eppure il mio architetto dice che nessuno si è mai lamentato in estate avendo il mio stesso cappotto.
    Casa ind. 4 lati 35mq pt +100mq p1 - classe A2 - Eph 68 kWh/mq
    Zona E 2600 gg / T progetto - 8 (prov. TO)
    Pompa di calore Aquarea gen.H 9kW - PIT Hybridcube 343/19/0 DB
    VMC Wavin REK160L - Monosplit Fujitsu 12 serie KM - DualSplit Fujitsu 7+7

  3. #3
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Carletto00 Visualizza il messaggio
    Salve, da poco ho comprato un appartamento nuovo 70 mq, con stanze piccole (14Mq), Classe energetica A3 , privo di VMC e condizionatori.
    Le mura perimetrali sono spesse 40 cm finite , composte da intonaco ,EPS (polistitorolo) e Siporex.
    D'inverno diciamo che il caldo mantiene ma, nonostante uno apra la mattina le fnestre, avverto mancanza d'aria e sento come se
    la mia pelle non respirasse. Va bene lo accetto

    Però d'estate è un lager autorizzato, mattina presto e sera apro finestre per cambiare e rinfrescare se le temperature esterne lo consentono.
    Se sono dentro casa e fuori ho 36 gradi non posso aprire le finestre , ma sudo in maniera dannata e soffocante. Da premettere sono un tipo che sopporta il caldo benissimo in quanto a mia moglie fa male l'aria condizionata. Allora di conseguenza qualche finestra a vasistas con serrande abbassate , dove batte il sole, ma non è che migliori di molto.
    Sembra di stare dentro una scatola di mozzarelle di polistirolo.

    Da quello che ho potuto vedere l'indice di sfasamento fa pietà, non dura nemmeno 12 ore e c'è poca massa nel muro perimetrale.
    La casa dei mieie suoceri,deglia anni 70, esposta piu al sole della mia, hanno 3-4 gradi in meno a me e senza cappotto. Questa estate Io 30 gradi loro 25 gradi.
    Ciao Carletto,
    hai modo di misurare l umidità relativa di casa?
    le nuove costruzioni teoricamente sono ermetiche è quasi impensabile non prevedere un meccanismo di deumidifica o ricambio aria, probabilmente la tua sensazione è dovuta ad un tasso di umidità molto alto (per di più se di recente costruzione i muri devono ancora asciugarsi).

    altra possibile causa è una stratigrafia non adeguata, riesci a darci i singoli spessori dei vari materiali che compongono la stratigrafia della parete e del tetto?

    Polie
    Riscaldamento radiatori in alluminio e caldaia a condensazione cappotto 8 cm fibra di legno e 10 cm lana di vetro in intercapedine, tetto isolato all estradosso con 10 cm lana di vetro ad alta densità ed internamente con 4 cm fibra di legno. Pareti e soffitto interno rivestiti con 2 cm d argilla. Infissi in legno rovere triplo vetro. No vmc, No fotovoltaico...

  4. #4
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da erry121 Visualizza il messaggio
    Sono nella tua stessa condizione. Casa classe A2 ristrutturata da 1 anno, sfasamento muri perimetrali (eps grafite 10cm, 12 mattone 12 vermiculite 12 mattone)dai calcoli dell'architetetto lo sfasamento è di oltre 15 ore,nella realtà non le riscontro per nulla. Pur tendendo tutto il giorno chiuso arrivo tranquillamente a 29 gradi (fuori 31/32 non 40 gradi), casa dei miei genitori con solo insufflaggio di cellulosa tengono tranquillamente 27 gradi. Potrei migliorare l'isolamento del solaio sottotetto che ha solo 9 ore di sfasamento, recupererei qualche decimo non certamente due gradi. Questo eps grigio sulla facciata si scalda da bestia in estate da non riuscire ad appoggiare la mano sopra, secondo me fa penetrare molto caldo nei mattoni e intercapedine e quando il caldo arriva all'interno non me lo tolgo più, neanche aprendo le finestre la sera. Non voglio mettere in dubbio il calcolo da programma dello sfasamento, ma c'è qualcosa che non torna. Eppure il mio architetto dice che nessuno si è mai lamentato in estate avendo il mio stesso cappotto.
    Però in firma vedo che hai degli split, non hai provato a tenerli accesi al minimo in deumidificazione per buona parte della giornata? se hai il FV non dovresti spendere molto, inoltre dovresti raggiungere un buon comfort. Ovvio che una casa super isolata d'estate il caldo prima o poi entra..a quel punto non esce più! e qui la differenza rispetto ad una vecchia casa.. quindi devi raffrescare con sistemi interni..

    inoltre la VMC come la tieni? non è che ti porta in casa molta umidità?

  5. #5
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Senza VMC è impensabile vivere in una delle abitazioni "sottovuoto" che costruiscono oggigiorno.
    E' vero che molti costruttori eliminano la VMC dai progetti (secondo me solo per risparmiare) ma non se ne può fare a meno. Senti proprio la mancanza d'aria e in più l'umidità in casa rimane molto alta.

    Altro dettaglio: gli split sono fondamentali e devono essere usati, anche solo in funzione deumidificazione. Tutte le case si scaldano, anche quelle in classe A4. Se non vengono mai raffrescate inevitabilmente le temperature interne rimarranno alte dato che il caldo (come il freddo) è difficile che entri..ma una volta entrato non esce da solo.

    Inoltre, attenti a non fare confusione...la classe energetica misura il consumo energetico di un'abitazione, non quanto è calda/fresca la casa!

  6. #6
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da JacksonT Visualizza il messaggio

    Tutte le case si scaldano, anche quelle in classe A4. Se non vengono mai raffrescate inevitabilmente le temperature interne rimarranno alte dato che il caldo (come il freddo) è difficile che entri..ma una volta entrato non esce da solo.
    Eh gia', ci mette piu' tempo, ma quando il caldo passa passa.
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

  7. #7
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Scusate se rispondo ora, ma mi dava problemi a rispondere qui.
    Questa estate con idrometro (magari non eccellente) mi dava sui 32 % con dentro 27°-28° ed esterno di giorno sui 34°, anche se era grossomodo lo stesso a casa dei miei con 24°-25°e si stava bene.
    I muri sono asciutti non ci sono forati nel muro perimetrale. Il muro/cappotto è composto a Siporex e EPS polistirolo, per un tot di 40cm finiti, non ho visto all'esterno per l'intonaco pannelli gialli o azzurri, vedendo i bordi di una canna allarme che esce fuori sembrerebbe intonacato su EPS. Purtroppo non so le misure dei rispettivi materiali.
    Dentro l'abitazione non ci sono VMC, i cassonetti delle tapparelle sono esterni, non passa un filo d'aria.
    l'abitazione è un appartamento, i piani sono 3 e io sono al centro 2 piano

  8. #8
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Carletto00 Visualizza il messaggio
    Scusate se rispondo ora, ma mi dava problemi a rispondere qui.
    Questa estate con idrometro (magari non eccellente) mi dava sui 32 % con dentro 27°-28° ed esterno di giorno sui 34°, anche se era grossomodo lo stesso a casa dei miei con 24°-25°e si stava bene.
    I muri sono asciutti non ci sono forati nel muro perimetrale. Il muro/cappotto è composto a Siporex e EPS polistirolo, per un tot di 40cm finiti, non ho visto all'esterno per l'intonaco pannelli gialli o azzurri, vedendo i bordi di una canna allarme che esce fuori sembrerebbe intonacato su EPS. Purtroppo non so le misure dei rispettivi materiali.
    Dentro l'abitazione non ci sono VMC, i cassonetti delle tapparelle sono esterni, non passa un filo d'aria.
    l'abitazione è un appartamento, i piani sono 3 e io sono al centro 2 piano

    Come detto sopra, senza VMC si soffoca ed è pure normale.
    Vivere nel piano di mezzo poi è utile in inverno ma deleterio in estate, dipende anche com'è coibentato il piano sopra di te.

    Per quanto riguarda le T° ribadisco quanto scritto sopra: premesso che... 27-28° quando li avevi? Il 1° giugno o il 15 luglio? Durante un'ondata di caldo o in una singola giornata particolarmente bollente?
    In ogni caso, il caldo si accumula e non se ne va da solo se non raffreschi mai.

    Anch'io vivo in una casa in classe A3 (per quanto possa essere indicativa la classe energetica, cioè poco) e in estate se non raffresco arrivo a 27° interni dopo un paio di giorni di caldo intenso. Accendendo il deumidificatore per un paio d'ore la T° scende subito.
    Oltre ai muri, dovresti capire come sono gli infissi (porte/finestre) e gli altri possibili ponti termici dell'abitazione.

  9. #9
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Gli infiitti sono nuovi a taglio termico dentro legno fuori alluminio verniciato, non ci sono ponti termici nemmeno nei balconi, le pareti interne sono in cartongesso, cassonetti avvolgibili esterni e non interni.
    Si certo piu passano i gg e piu si scalda e non va via la temperatura, ma manca l'aria e si suda a stare fermi mai successo in vita mia. Di certo non apro e finestre quando fuori ho 36°-40°.
    Una cosa che ho notato che verso le 16:00 -17:00 del pm la temperatura saliva ancora di piu nonostante non ci fosse nessuno in casa e su quelle stanze il sole non battesse più dalle 13:00, come se accumulasse e poi rilasciasse nel pm dentro casa.
    A questo punto a parte vendermi casa perchè progettarle in questa maniera è da incoscenti, e ancor di più da chi approva queste cose in quanto aggravano la salute delle persone, cosa dovrei fare mettere split e /o vmc in tutte le stanze? Rifarmi in qualche modo con la ditta che ha fatto casa?

  10. #10
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Usa gli split. Se installi vmc e' sicuramente meglio. Ti rifai per cosa sul costruttore? Per averti venduto una casa isolata?
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

  11. #11
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da fedonis Visualizza il messaggio
    Usa gli split. Se installi vmc e' sicuramente meglio. Ti rifai per cosa sul costruttore? Per averti venduto una casa isolata?
    Intendi split e VMC insieme?

    Una casa isolata è una casa che arreca problematiche di salute. Venduta senza ricircolo di aria ancora peggio.
    Poi, isolare per inverni piu caldi ed estati roventi non ha logica , il clima sta cambiando, forse in Italia non se ne sono accorti.
    Se risparmio 600 euro di gas all'anno per poi spendere 400 euro di corrente in condizionatori, che bene non fanno, dove sta questo risparmio....La salute al primo posto.

  12. #12
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ho una A4 e ti assicuro non tornerei indietro. Comunque Jackson há sintetizzato benissimo. Quindi non spenderai 400 euro per raffrescare. Proprio perché hai casa isolata
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

  13. #13
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Carletto00 Visualizza il messaggio
    poi, isolare per inverni piu caldi ed estati roventi non ha logica , il clima sta cambiando...
    io ricordo che 50anni fa morivo di caldo per svariati mesi d'estate e in case non isolate...


    Quote Originariamente inviata da Carletto00 Visualizza il messaggio
    Se risparmio 600 euro di gas all'anno per poi spendere 400 euro di corrente in condizionatori
    ...
    mi sa che non hai ben presente i costi, in case mediamente grandi non isolate le spese per riscaldamento superano i 2000E, mentre per il condizionamento estivo si spende meno di 200E
    questo almeno dalle mie parti
    Ultima modifica di subitomauro; 02-10-2020 a 15:02

  14. #14
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Allora se vogliamo essere precisi i miei vicini 105 mq spendono intorno ai 1300-1450 annui, i miei in abitazione ( anni 70) di 120 mq ne hanno speso 1300 circa, il risparmio non so dove è.
    Cmq sia avere la metà delle stanze di 8-9 Mq d'estate non so voi , ma non è il massimo , di conseguenza occorre mettere condizionatori per ogni stanza cucina annessa.
    Una coppia di coinquilini al piano di sotto al mio, hanno messo i condizionatori in tutte le stanza, da maggio a settembre hanno speso in piu circa 320 euro .......avranno messo condizionatori che consumano una cifra? non so,di sicuro le bollette le ho viste e mi hanno fatto rifare i conti a me.
    Che dire viva il futuro e il risparmio energetico

  15. #15
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Guarda, io spendo pochissimo per mantenere casa. In casa abbiamo una temperatura costante tutto l'anno e si sta che e' un piacere. Quindi non saprei che altro dirti. Chiaro che hai bisogno di vmc e clima, usati in deumidificazione hai gia' risolto.
    Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

  16. #16
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    @carletto00
    mediamente grandi intendo dai 250 ai 350 m2
    sotto i 250 non è grande

  17. #17
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Diciamo che anche le pareti interne in cartongesso in estate non aiutano, soprattutto a far fronte a carichi interni

  18. #18
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Carletto00 Visualizza il messaggio
    Intendi split e VMC insieme?

    Una casa isolata è una casa che arreca problematiche di salute. Venduta senza ricircolo di aria ancora peggio.
    Poi, isolare per inverni piu caldi ed estati roventi non ha logica , il clima sta cambiando, forse in Italia non se ne sono accorti.
    Se risparmio 600 euro di gas all'anno per poi spendere 400 euro di corrente in condizionatori, che bene non fanno, dove sta questo risparmio....La salute al primo posto.
    Certo, VMC e split insieme.
    In casa ti manca l'aria proprio perchè è isolata e senza ricambio d'aria. Considera anche che le ultime estati sono state particolari a livello termico.

    Detto questo, una classe A3 senza VMC è abbastanza strana, se proprio vuoi puoi chiedere una perizia per valutare la classe energetica dell'abitazione

  19. #19
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Carletto00 Visualizza il messaggio

    Una casa isolata è una casa che arreca problematiche di salute. Venduta senza ricircolo di aria ancora peggio.
    Poi, isolare per inverni piu caldi ed estati roventi non ha logica , il clima sta cambiando, forse in Italia non se ne sono accorti.
    Se risparmio 600 euro di gas all'anno per poi spendere 400 euro di corrente in condizionatori, che bene non fanno, dove sta questo risparmio....La salute al primo posto.
    Credo che invece di millantare cause dovresti cercare di capire, perche sei tortalmente fuori strada e di molto...

    Le case molto isolate possono fare a meno del riscaldamento invernale in virtu del fatto che gli apporti attivi ( per esempio le persone stesse che abitano e che irradiano una potenza termica di circa 80 watt cad.) sono sufficienti addirittura a non richiedere riscaldamento.

    Viceversa in estate gli apporti attivi diventano passivi e il raffrescamento diventa obbligatorio...

    Naturalmente quello che stai ignorando è che se avessi una casa poco isolata dovresti raffreddare spendendo molta piu' energia rispetto ad una A3 come la tua, perche oltre al dissipare gli apporti passivi devi anxche eliminare il calore che passa dall'esterno all'interno ( che nella tua casa è minimo.. )

    Il raffronto con altre case non ha senso infatti altre persone potrebbero avere abitudini diverse ( come aprire le finestre di notte per dissipare energia termica.. cosa che non tutti possono fare ).

    Aggiungo che nella tua descrizione iniziale non ho capito cosa vuoi dire quando scrivi :

    "Allora di conseguenza qualche finestra a vasistas con serrande abbassate , dove batte il sole, ma non è che migliori di molto."..

    Sembra che hai scritto che , probabilmente allo scopo di far circolare aria, apri alcune finestre durante il giorno tenendo abbassate gli scuri... è cosi ?

    Saluti,
    F.
    Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
    Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

  20. #20
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Carletto00 Visualizza il messaggio

    Se risparmio 600 euro di gas all'anno per poi spendere 400 euro di corrente in condizionatori, che bene non fanno, dove sta questo risparmio....La salute al primo posto.
    Io raffreddo spendendo meno di 1 euro al gg una intera casa di 130 Mq. tenendo acceso per 12 ore un condizionatore da 7000 BTU in una stanza al primo piano... ed ho una casa in classe C..

    Se avesso una classe G spenderei 4-6volte di piu'...

    In una appartamento di 70 mq. in A3 basta mettere uno split molto piccolo in una stanza sola e tenendo le porte aperte si raffredda tutto il piano .

    Se si lascia cceso sempre consuma pochissimo in modulazione, non da fastidio perche mantiene appena la temperatura e non crea correnti fredde che danno fastidio.

    Sei fuori strada.. lo si vede da quello che scrivi.

    Questo è il forum giusto se vuoi imparare..



    F.
    Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
    Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

Discussioni simili

  1. Impianto in nuova casa..senza gas
    Da Zerogas nel forum VMC - Ventilazione Meccanica Controllata
    Risposte: 44
    Ultimo messaggio: 06-11-2019, 20:08
  2. Sto ristrutturando casa: CASA ELETTRICA, ma come faccio per l'Acqua Calda?
    Da roma.2000 nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 87
    Ultimo messaggio: 30-10-2018, 12:04
  3. PDC Aria-Aria per riscaladmento : problemi aria secca in casa ?
    Da VecchioGhisa nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 14-11-2016, 10:38
  4. Fusione calda in casa
    Da Franco52 nel forum Fusione Calda
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 02-04-2015, 23:15
  5. nuova tecnologia ad aria calda
    Da dm195 nel forum MOTORI A COMBUSTIONE ESTERNA
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 29-08-2013, 12:13

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •