manutenzione impianti fotovoltaici
Mi Piace! Mi Piace!:  2
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 22 su 54

Discussione: Potenza attiva nominale. ??

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Potenza attiva nominale. ??



    Un saluto a tutto il forum per iniziare.
    Fino ad ora ho letto molto e scritto nulla perchè ho sempre trovato risposte adeguate ma stavolta ho bisogno di aiuto.

    Premessa: consumi sopra i 7000kWh, tetto a EST, ovviamente mi serve un impianto da 6kW ma con ma con 6kWp di campo
    fotovoltaico sarei comunque basso e addiritura, volendo montare dei G4 Q.Cells da, minimo, 255w dovrei fermarmi a 23 moduli
    per non superare i 6kWp.
    E da quì sorge la domanda. L'unica certezza che ho trovato e che, per motivi "tecnici" e quindi poco interpretabili, non si può
    immettere in rete, in monofase, correnti superiori ai 6kW dopodiche, però, abbiamo il nostro generatore fotovoltaico che, da una
    parte ha i nostri moduli con una potenza xkWp anche superiori a 6kW in CC scelta da noi e dall'altra abbiamo un inverter che la
    convertirà in CA la immetterà in rete ma dichiarando, almeno per i modelli che ho controllato, un potenza massima in uscita di 6kW.
    E' sufficiente che sia l'inverter a non superare i 6kW o anche la potenza del campo fotovoltaico non deve superare i 6kWp?
    Chiedendo in giro a progettisti, installatori, etc, quasi tutti mi anno risposto che i moduli non devono superare i 6kWp ma io sinceramente
    non ne vedo il senso, vero è anche che non sempre le normative hanno un senso. E' un problema "tecnico" e lo capisco ma proprio per
    questo non dovrebbe essere a "libera interpretazione". Io in rete ho trovato un opuscolo di FAQ di GAUDI dove tra l'altro leggo:

    "In fase di registrazione di un impianto fotovoltaico su GAUDÌ viene richiesto di indicare, in particolare, la “Potenza di
    Picco (kWp)” e la “Potenza attiva nominale (kW)” del gruppo di generazione.
    La “Potenza di Picco (kWp)” è la potenza nominale dei moduli/pannelli fotovoltaici.
    La “Potenza attiva nominale (kW)” è la potenza in uscita dall’inverter, anche tenuto conto di eventuali limitatori di potenza. Questa potenza
    può essere diversa dalla “Potenza di immissione in rete” richiesta al Gestore di Rete e da questi riportata nel preventivo di connessione."

    "Nella Richiesta di Connessione, devono essere indicati vari dati, tra cui il numero delle sezioni di impianto e la potenza nominale complessiva dei pannelli da installare. In particolare, tale potenza deve essere pari al minimo tra la somma delle potenze nominali degli inverter e la somma delle potenze di picco dei pannelli fotovoltaici.

    Per quanto sopra esposto, la “Potenza nominale dell’impianto” indicata nella domanda di connessione deve coincidere con la “Potenza Attiva Nominale” dell’impianto indicata in GAUDÌ. Tale potenza è sempre inferiore o uguale alla Potenza di Picco. Nel caso in esame, la validazione può essere stata rigettata per le seguenti motivazioni:
    • la potenza attiva nominale indicata in GAUDÌ è errata, mentre la potenza nominale dichiarata ad Enel è corretta, quindi occorre correggere il dato in GAUDÌ;
    • la potenza attiva nominale indicata in GAUDÌ è corretta, mentre la potenza nominale dichiarata ad Enel è errata, in quanto è stata dichiarata ad Enel la Potenza di Picco e non la potenza nominale corrispondente alla definizione di cui sopra, oppure è stato installato un numero di pannelli diverso rispetto al progetto. In questi casi occorre comunicare ad Enel Distribuzione la potenza corretta, con le modalità indicate dalla stessa Enel."


    Questo è il link all'opuscolo:
    http://www.terna.it/LinkClick.aspx?f...4950&mid=31151

    Qualcuno di voi a già affrontato il problema? Voi come la interpretate?
    A me sembra, anche da quello che leggo sulle faq di GAUDI che quello che conta sia la "potenza attiva nominale" che io interpreto come potenza massima in uscita dall'inverter
    e quindi slegata dalla potenza di picco del campo fotovoltaico. Grazie per ogni contributo che possa chiarire il problema.

  2. #2
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Nessuno si è trovato di fronte a un problema simile? Eppure se si installa un 6kW dovrebbe essere normale
    cercare di fare un campo fotovoltaico maggiore di 6kWp soprattutto a nord, nessuno l'ha fatto?

  3. #3
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Confermo che è possibile installare potenza di picco superiore ai 6 kw.
    Impianto con 27 pannelli 245 wp = 6615 wp - inverter power one 6 kw max in uscita.
    attivo da giugno 2012

  4. #4
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Shelby credo che con la nuova cei-021 sia stato definitivamente chiarito che la potenza nominale dell' impianto è pari a quella dell' inverter. La potenza dei pannelli era un valore molto importante con i CE, ovvero a seconda delle taglie di impianto venivano erogati gli incentivi.

    Finiti i CE è l' inverter che fa la potenza nominale dell' impianto.

    Credo poi che il tecnico installatore possa anche utilizzare inverter di potenza maggiore di quella di immissione se implementa dei sistemi per limitare comunque la stessa al valore dichiarato a terna. Ad esempio posso installare un impianto con 7 kwp di pannelli, inverter da 6 kw nominali, ed immissione di soli 3 kw in rete, implemetando dei sistemi di regolazione della potenza dell' inverter quando ho l' impianto a piena potenza ma consumi in casa nulli. In questo caso il sistema limita la potenza dell' inverter a 3 kw dichiarati......

    Ci sono poi altri aspetti da valutare. Ad esempio non credo che le agevolazioni economiche (costo gse, qualifica impianti seu, etc) siano possibili con un impianto dell' esempio, ovvero con inverter che ha potenza nominale superiore ai 3 kw, ma sistema di limitazione delle immissioni in rete per max 3 kw.

    La normativa si è complicata molto nel corso degli anni, e credo che gli stessi installatori spesso si trovano in difficoltà nel capire queli e quanti paletti esistano ed i relativi costi amministrativi.

    Spero che qualcuno di "preparato" possa chiarire meglio il tutto!

  5. #5
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie a tutti per le risposte. E' vero scresan, la normativa non è semplicissima e anche le varie definizioni non sono proprio di immediata comprensione
    però mi confermate quello che, leggendo le varie normative, sembra l'interpretazione più corretta e che a me sembrava anche la più logica, considerando
    anche che alcune aziende, non proprio le ultime arrivate, producono inverter che accettano potenze in ingresso lato CC maggiori di 6kWp ma specificano
    un uscita max in CA di 6kva, che senso avrebbe farlo se non fosse sfruttabile.
    Che poi un Ing. e un paio di installatori mi assicurino che io sbaglio e che non è possibile mi fà pensare che qualcuno, che invece dovrebbe, le normative
    non le legga proprio e quando registra gli impianti forse trova più semplice scrivere sempre lo stesso valore così non sbaglia. Grazie di nuovo, un saluto a
    tutti e ovviamente cambierò "esperti".

  6. #6
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Pensate che ho dovuto fare diversi adeguamenti alla delibera 243 anche per impianti con inverter P.One da 6kW di potenza massima ma con potenza FV appena superiore. Assurdo visto che con la nuova norma la potenza dell'impianto ritorna ad avere un significato logico.

  7. #7
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    idem per me...adeguato il mio 6.11kwp alla 243 (e ricordo ancora come in fase di preventivo volessero impormi la trifase...)
    siamo nel paese dei cachi...
    FV1 6,11 kwP su tettoia in lamellare, 45°Sud-Est, 11° tilt;26 S-Energy PA8-235,SOLAREDGE SE-6000 21/04/11
    FV2 2,94 kwP su tetto piano, 55° Sud-Ovest, 20° tilt, 12 CNPV 245P REC, P.one 3.0 OUTD-IT-TL 29/06/12
    FV3 19,60 kwP su tetto piano, 50° Sud-Est, 12° tilt, 80 CNPV 245P REC, Delta Solivia 20.0TL 26/06/12

  8. #8
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi pare che la risposta sia già stata data da chi mi ha preceduto, comunque la CEI 0-21 attualmente in vigore dice (definizione 3.47 potenza nominale)

    "Nel caso di generatori FV, la potenza attiva massima erogabile è limitata dalla potenza nominale dell’inverter, qualora questa sia minore della somma delle potenze STC dei moduli FV", quindi la potenza è la minore tra potenza dei moduli e potenza inverter.

    La versione precedente della CEI 0-21 definiva invece la potenza nominale come:
    "Per i generatori fotovoltaici, si intende la somma della potenza nominale dei moduli fotovoltaici, come definita dalle rispettive norme di prodotto"

    quindi fino a poco tempo fa la potenza nominale era quella dei moduli e stop, anche le altre norme ancora antecedenti facevano tutte riferimento alla potenza dei moduli, la cosa cambia solo con l'ultima versione della cei 0-21, pertanto è perfettamente normale che lo stesso impianto fatto per es. nel 2015 o nel 2012 abbia una diversa potenza nominale, perché è cambiata la definizione stessa di potenza nominale.

    In effetti si può discutere sull'opportunità di adeguare alla 243 impianti che quando sono stati fatti erano > 6kW e che adesso non lo sarebbero più, ma la cosa, pur se sensata, è opinabile perchè chi ha fatto 6,1 kW anni fa sapeva di essere > 6kw con quel che ne poteva conseguire...

    Sui nuovi allacci invece credo non ci siano più dubbi.

  9. #9
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Prima della CEI 0-21 la potenza nominale era data dalla somma delle potenze dei moduli solo ai fini dei decreti degli incentivi. Altra cosa invece la potenza nominale dell'impianto definita sulla base di altri criteri ben più tecnici e sensati, tra cui (mi propongo di fare una ricerca per essere più preciso) diversi documenti ufficiali di riferimento. Diversi impianti da poco più di 6kW sono nati proprio su queste basi, prima che la precedente CEI 0-21 ponesse la rigida interpretazione della potenza nominale FV, poi infatti eliminata.

  10. #10
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da daniele72 Visualizza il messaggio
    Prima della CEI 0-21 la potenza nominale era data dalla somma delle potenze dei moduli solo ai fini dei decreti degli incentivi.
    sarà, intanto però la CEI 82-25 (antecedente a qualsiasi conto energia), ovverlo la guida CEI alla realizzazione degli impianti fotovoltaici, parla di potenza nominale in questi termini:

    "potenza elettrica determinata dalla somma delle singole potenze nominali (o massime o di picco o di targa) di ciascun modulo costituente il generatore, misurate in Condizioni di Prova Standard (STC)"

    per la vecchia CEI 0-16 invece la definizione è ancora diversa: "Potenza apparente massima a cui un generatore o un trasformatore possono funzionare con continuità in condizioni specificate", che non è molto rigorosa ma che somiglia più alla potenza dell'inverter che a quella dei moduli... la nuova CEI 0-16 invece è analoga alla nuova CEI 0-21, ovvero minor potenza tra moduli e inverter

    Un altro ente per cui i moduli fanno la potenza nominale (forse ancora oggi malgrado le nuove CEI 0-21 e CEI 0-16, bho) sono le dogane, oppure qualcuno è mai riuscito a fare un impianto da 21 kW di moduli e con inverter da 20 saltando le dogane?

    Quello che era ed è possibile fare è invece chiedere a Enel una potenza in immissione diversa dalla potenza nominale, e a quel punto alcune considerazioni tecniche si riferiscono solo alla potenza in immissione.

  11. #11
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti,
    odio riportare a galla un thread vecchio, ma nemmeno mi sembrava il caso di aprirne uno nuovo, dato l'argomento molto simile. Sono settimane che cerco di trovare una quadra sulla questione potenza impianto fotovoltaico. Ho contattato sia e-distribuzione, sia Terna/Gaudì, sia il GSE, il CEI per infine confrontarmi con la gazzetta ufficiale. Questo quanto appreso:
    Risposta e-distribuzione:
    "le confermiamo che la potenza nominale dell'impianto è il valore minore tra la potenza dell'inverter e la potenza dei pannelli"
    Gaudì similmente mi ha detto al telefono la stessa cosa, ma che comunque i dati (potenza di picco e nominale totale) gli vengono passati da e-distribuzione in caso di iter semplificato.
    GSE è il tallone di Achille: nei loro calcoli tengono conto della potenza di picco. Addirittura mi hanno consigliato di comunicare una potenza di picco diversa dalla realtà per non pagare i loro oneri (?!?).
    Nel mio caso il problema è che avrò una potenza di picco di 3.3 kWp e l'inverter da 3 kW. Scelta effettuata per non pagare gli oneri GSE di 36.6 euro che invece a quanto pare dovrò pagare.
    I riferimenti normativi che ho trovato sono questi:

    DECRETO-LEGGE 24 giugno 2014, n. 91 art. 25.1
    Gli oneri sostenuti dal GSE per lo svolgimento delle attivita' di gestione, di verifica e di controllo, inerenti i meccanismi di incentivazione e di sostegno, sono a carico dei beneficiari delle medesime attivita', ivi incluse quelle in corso con esclusione degli impianti destinati all'autoconsumo entro i 3 kW.
    Fonte: *** NORMATTIVA ***
    Questo decreto è quello riportato nel contratto che si firma con il GSE per lo Scambio sul Posto.

    DECRETO 4 luglio 2019 art. 2.1 b
    potenza di un impianto fotovoltaico: e' la potenza elettrica dell'impianto, determinata dalla somma delle singole potenze nominali di ciascun modulo fotovoltaico facente parte del medesimo impianto, misurate alle condizioni nominali, come definite dalle pertinenti norme CEI;
    Fonte: https://www.gazzettaufficiale.it/att...Articolo=0#art

    CEI 0-21:2019-04
    3.53 Potenza nominale
    Potenza apparente massima a cui un generatore elettrico o un trasformatore possono funzionare con continuità in condizioni specificate (kVA).
    Per generatori tradizionali ed eolici, come potenza nominale può essere indicata la potenza attiva del gruppo di generazione a cosφ nominale (turbina, convertitore, ecc.) (kW).
    Nel caso di generatori FV, la potenza attiva massima erogabile è limitata dalla potenza nominale dell’inverter, qualora questa sia minore della somma delle potenze STC (Standard Test Condition) dei moduli FV.

    Fonte: https://www.ceinorme.it/doc/norme/01.../0-21_2019.pdf

    Il dubbio principale è sul DECRETO 4 luglio 2019 art. 2.1 b. La frase "come definite dalle pertinenti norme CEI" si riferisce solo "alle condizioni nominali" o anche "alle singole potenze nominali"? Anche se a mio avviso è indipendente, perchè le potenze nominali vanno comunque definite e stanno appunto nella CEI 0-21 dove si riporta esplicitamente il caso della limitazione inverter per impianti fotovoltaici.

    Dulcis in fundo ho trovato un documento del GSE in merito al decreto FER:
    Secondo la definizione di cui all’art.2.1.b del DM2019, la potenza di un impianto fotovoltaico è “la potenza elettrica dell’impianto, determinata dalla somma delle singole potenze nominali di ciascun modulo fotovoltaico facente parte del medesimo impianto, misurate alle condizioni nominali, come definite dalle pertinenti norme CEI”. Al riguardo, si precisa che:
    per gli impianti fotovoltaici, la potenza di un impianto è determinata dalla somma delle singole potenze nominali di ciascun modulo fotovoltaico facente parte del medesimo impianto, misurate alle condizioni nominali, come definite dalle pertinenti norme CEI; -per gli impianti per i quali la potenza è definita quale somma delle potenze nominali degli alternatori (ovvero, ove non presenti, dei generatori), l’eventuale utilizzo di gruppi depotenziati o interventi diregolazione e controllo effettuati sui motori primi e/o sugli alternatori non modificano il valore della potenza complessiva dell’impianto;

    Fonte: https://www.gse.it/documenti_site/Do...9-08-23%29.pdf

    Queste precisazioni non trovo da quale fonte vengano. Le hanno messe loro di spontanea volontà? Comunque non sono direttamente correlate allo scambio sul posto o alla definizione di potenza impianto che è quella usata nella legge.

    Secondo voi come si può procedere? Secondo me in parte la legge non è chiara e questo ha dato modo al GSE di interpretarla a loro vantaggio. Oltretutto la frase "impianti destinati all'autoconsumo entro i 3 kW" prima di tutto non usa l'unità di misura kWp che è la tipica per la potenza di picco ed inoltre io posso essere sfortunato ed avere esposizione nord, mettere un campo fotovoltaico da 4 kWp con inverter da 3 kW e usarlo per il normale autoconsumo. Già il fatto che si parla di "consumo" quello che conta è quello che esce dall'impianto, non quello che potenzialmente potrebbe fare...

    Ora sono arrivato ad un punto cieco. Non saprei più a chi rivolgermi per far valere i nostri diritti. Probabilmente c'è un sacco di gente con la mia configurazione o problema simile come per le limitazioni di potenza 6 kW o anche la 20 kW per i residenziali.

  12. #12
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    in questo forum ho visto che è sempre stato interpretato come la
    CEI 0-21:2019-04
    3.53 Potenza nominale
    *****
    Nel caso di generatori FV, la potenza attiva massima erogabile è limitata dalla potenza nominale dell’inverter, qualora questa sia minore della somma delle potenze STC (Standard Test Condition) dei moduli FV.
    Cioè è possibile realizzare un impianto da più di 3 kWp di pannelli ma con inverter da 3 kW e considerare quindi l'impianto da 3 kW nominali evitando così di pagare il contributo di 30 euro+iva al GSE.
    Spesso lo ho consigliato anche io ed ancora non mi fischiano le orecchie :-)
    Impianto fotovoltaico 2,94 kWp 23° -85 est 1° CE e 3 PDC Riello aria 13 kWt (assorbimento 2 da 1,1 kW ed una da 1,3 kW) dal 2007
    Caminetto aria Montegrappa CMP05 10,5 kWt, 4* dal 2011
    Caldaia a metano Riello Family 26K
    Zona Climatica D, GG 1532

  13. #13
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    gigisolar , non sò se è cosi semplice per GSE , io avrei voluto sostituire i miei 13 pannelli da 230 2990w con 9 da 335-345 arrivando a 3100-3150w compatibili con il 5% in + in caso di revamping, però succede che sforo i 3kw e molto probabile che a GSE non vada bene , per il CE (loro non stanno dietro al minore tra pannelli e inverter) 3kw limite per avere un certo CE e SSP senza gabella .... GSE non ti risponde in maniera chiara e quindi ho soprasseduto per adesso....
    La CEI 0-21 è una norma tecnica di come realizzare un impianto e non è legge , il GSE invece agisce a fronte di cosa è riportato in leggi e/o decreti , quindi possono non combaciare ciò che deve accettare il distrubutore , con ciò che è regolato fiscalmente da un decreto ministeriale o legge parlamentare.....

  14. #14
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Spider61 hai ragione nel dire che il gse agisce in base a cosa riportato nelle leggi, ma la legge te l'ho riportata e sembra fare proprio riferimento alle regole Cei. Leggi il mio messaggio precedente e vedrai che la legge non è chiarissima su come fare riferimento alla Cei, anche se dice di farci riferimento. Dopotutto si sta parlando di questioni tecniche in cui una legge difficilmente riesce ad entrare nel dettaglio.
    Comunque ad oggi il gse mi ha confermato che pagherò gli oneri anche se ho inverter da 3kW perché loro di basano sulla potenza di picco (prendendola dal portale GAUDI)

  15. #15
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    L'impianto deve essere a norma CEI e su questo non ci piove, ma come hai evidenziato te , il DM 2019 continua a riportare come potenza dell'impianto ai fini fiscali la somma dei pannelli (è questo è da sempre dal primo CE ) e quindi GSE che è un 'autorità statale , segue le leggi e non le norme tecniche , le norme tecniche le seguono gli installatori e distributori ..... non si tratta di interpretazione

    spero che mi smentiate.....

  16. #16
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Invece il dubbio è proprio sull'interpretazione della legge. Rileggila: potenza di un impianto fotovoltaico: e' la potenza elettrica dell'impianto, determinata dalla somma delle singole potenze nominali di ciascun modulo fotovoltaico facente parte del medesimo impianto, misurate alle condizioni nominali, come definite dalle pertinenti norme CEI;
    Ora, nelle leggi è specificato qual è la potenza nominale di moduli fotovoltaici? E quali sono le condizioni standard? No. Ebbene, come scritto nella legge, queste vanno prese dalle norme CEI. E guarda caso nelle norme CEI, per i moduli ftv, c'è specificato che va tenuto conto della limitazione dell'inverter. Su questo è il mio appunto. Ovviamente non sono un legale, ma ad onor di logica dovrebbe essere così...

  17. #17
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Aggiungo: "con esclusione degli impianti destinati all'autoconsumo entro i 3 kW". Se io ho esposizione sud-est, quindi non ottimale, il mio impianto non è equivalente ad uno esposto a sud da 3 kW? E non può essere quindi considerato per autoconsumo allo stesso modo?
    Faccio inoltre presente che l'unità di misura è il kW e non il kWp.

  18. #18
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Guarda noi possiamo interpretarla come vogliamo , ma non conta niente , come definite dalle pertinenti norme CEI potrebbe anche riferirsi solo alla ultima parte del discorso cioè alla misura della potenza nominale, secondo me c'è poco da fare , fino a che un solerte funzionario del MiSE non sostituisce quel somma delle singole potenze nominali di ciascun modulo fotovoltaico con il minimo tra somma dei pannelli e potenza nominale inverter , il GSE ha sempre il coltello dalla parte del manico , le leggi sono sempre arzigogolate e ribadisco una legge vale sempre + di una norma tecnica.... sicuramente è un rimasuglio dei CE quella definizione ma fino a quando un DM non la toglie ......

    Mi è venuto in mente anche un altra cosa , scrittami da un installatore che partecipa al forum , anche per l'Agenzia delle dogane , altro ente statale segue la regola dei pannelli , se metto 20,01kwp di pannelli su inverter da 20 o minore , diventi officina elettrica perchè superi i 20kw

  19. #19
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Scusate ma penso che state facendo un po' di confusione: la potenza nominale ai fini della connessione è una cosa, mentre quella nominale ai fini fiscali è altro. Le norme cei riguardano le caratteristiche elettriche delle apparecchiature per l'allacciamento sulla rete e dal punto di vista di E-distribuzione o altro gestore la potenza nominale che interessa è quella max che si può immettere. Invece è ovvio che per tutte le normative fiscali si faccia riferimento alla potenza nominale dell'impianto fotovoltaico che è quella dei moduli.

  20. #20
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Bocalb , quale confusione ? io ho scritto che per il distributore la potenza nominale dell'impianto è (dovrebbe essere visto che vanno a feudi) la definizione della CEI , per il GSE no prende cioè che è scritto nei DM

  21. #21
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Infatti la Cei e i DM sono due ambiti diversi: uno riguarda la normativa di settore mentre l'altro la regolamentazione legale e fiscale.

  22. #22
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma hai letto quello che ho scritto ? non mi sembra da come hai risposto prima ...... scrivendo che facevamo confusione

  23. RAD
Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Potenza al focolare, potenza nominale, potenza resa all'acqua...
    Da Gobbialberto nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 09-01-2014, 08:08
  2. Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 31-07-2012, 14:31
  3. Terna-Gaudi: valori Potenza di picco, Attiva Nominale, Efficiente Netta, Efficiente Lorda
    Da adriano.a nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 15
    Ultimo messaggio: 16-06-2012, 08:16
  4. potenza nominale su verbali Enel diversa da potenza nominale installata
    Da alexdelpiero1 nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 21-04-2012, 12:06
  5. coclea potenza attiva
    Da turbo turbina nel forum IDROELETTRICO
    Risposte: 52
    Ultimo messaggio: 25-07-2008, 13:50

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •