Mi Piace! Mi Piace!:  13
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  2
Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 22 su 45

Discussione: Energia del moto ondoso

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Energia del moto ondoso



    Ciao vorrei sapere quali sono i vantaggi e gli svantaggi nell'utilizzo di questa energia?? Ho letto che sullo Stretto di Messina, se fosse creato un impianto, potrebbe alimentare l'intera città di Messina, produce cosi tanta energia?? Ma ho letto anche che potrebbe creare erosione costiera è vero?

  2. #2
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Dove le hai lette queste notizie?
    Se fornisci la fonte la studio, e poi ti dico.

    Saluti.

    M
    In God we trust
    ...
    all others have to provide data.

    Adotta un Contadino! https://www.youtube.com/watch?v=UEpFpYgFZ6Y

  3. #3

  4. #4
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Beh, secondo me l'articolista aveva dello spazio da riempire e l'ha riempito con quello che ha trovato: generalità, robavecchia e fuffa.

    Bisognerebbe sapere a quale "studio dell' ENEA" si riferisce, ne fa tanti di studi l' ENEA ...

    Saluti.

    M
    In God we trust
    ...
    all others have to provide data.

    Adotta un Contadino! https://www.youtube.com/watch?v=UEpFpYgFZ6Y

  5. #5
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok quindi col moto ondoso nelle condizioni migliori, non si potrebbe dare energia ad una intera città di 13 mila abitanti?

  6. #6

  7. #7
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Di codesto studio ho capito che la potenzialità c'è; da qui a fare una macchina efficiente c'è di mezzo il mare.
    Lo studio è del 2012, sei a conoscenza di macchine in funzione, e delle loro prestazioni?
    Io -in precedenti incarnazioni- ho seguito un po' ISWEC, PEWEC e REWEC.
    PEWEC è ridicolo e basta.
    REWEC è stato realizzato a Civitavecchia, certamente ha un rendimento infimo se mai ce l'ha, impossibile per me accedere a info, vuoi provarci tu?
    Di ISWEC, in particolare, ho chiesto informazioni al contatto del progetto, che non mi ha risposto.
    Se vuoi indagare, il link al contatto (Professoressa Mattiazzo) lo trovi in ENEA: sistema PEWEC low cost per produrre elettricità dal moto ondoso.

    Facci sapere.

    M
    In God we trust
    ...
    all others have to provide data.

    Adotta un Contadino! https://www.youtube.com/watch?v=UEpFpYgFZ6Y

  8. #8
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Purtroppo no per questo chiedevo qui, comunque pure altri giornali hanno scritto la stessa cosa, potrebbe produrre molta energia.

  9. #9
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Oh sì che potrebbe produrre molta energia, se funzionasse.
    I giornali, mi son fatto l'idea che spesso scrivono a vanvera, specie le edizioni online, però chissà, magari stavolta ci hanno preso, non resta che aspettare che qualche sistema maremotore entri in produzione.

    Però, alla Professoressa Mattiazzo le potresti anche scrivere, penso che abbia plonkato me perché mi son fatto individuare come scettico, magari se la allisci un po' qualcosa ti dice. Facilmente però avrà da dire solo chiacchiere, sennò sai "i giornali" come soffiavano nella tromba: "ISWEC ha prodotto tot chilowattoraaaa!"
    O Kobold, o Pelamis ... no, Pelamis no, è stato rottamato ... Kobold invece è scomparso dal radar ... allora
    H24 (H24 la nuova macchina che rende fruibile l'energia del mare) ... nemmeno quella mi sa ... kribbio eppure qualcosa ci sarà che funziona, l'osmosi per esempio (Nuovo impianto norvegese) l'osmosi deve funzionare, è roba scientifica, eh?

    Saluti.

    M
    In God we trust
    ...
    all others have to provide data.

    Adotta un Contadino! https://www.youtube.com/watch?v=UEpFpYgFZ6Y

  10. #10
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Più che altro in questo caso non si parla di moto ondoso , che è poco, ma di correnti marine .

    In poche parole i fondo al mare dello stretto di Messina vi sono delle forti correnti marine persistente tutto l'anno, come due fiumi che vanno in senso inverso poichè si scontrano il mare ionico e tirreno .

    Credo che si possa sfruttare , non saprei in che quantità , ma comporterebbe un parziale blocco della circolazione delle correnti marine .

    Se questo possa arrecare dei danni alle coste non saprei , sono cose da valutare .

    Sul moto ondoso è vero che si può ricavare solo poca energia ed il costo non sarebbe proporzionato ai benefici prodotti .
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

  11. #11
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Si potrebbe fare un impianto che sfrutta tutte e due sia il moto ondoso che le correnti marine, comunque vedremo se ne parla da anni.

  12. #12
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Mosley, a questo "filone" di possibili generatori hai già provato a dare un occhiata.... https://www.scientific.net/AST.75.208.pdf
    A volte l'uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi si rialzerà e continuerà per la sua strada (Churchill).
    Colui che chiede è uno stupido per cinque minuti. Colui che non chiede è uno stolto per sempre. (p. cinese)

  13. #13
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Di tutte le chiacchiere non ne ho capito una mazza, ma che da un flusso di 45 m2/ora in un tubo di 100 mm di diametro ricavano 0,05 W secondo me è segnaccio, hai voglia a ottimizzare.
    Altro segnaccio, il near future:
    "On the basis of analytic results for the output characteristics, a helical-type generator with the optimized configuration of the helical wall will be constructed and tested in the near future" (pag. 210); era il 2010 ... il near future è passato da mo', notizie?

    Sempre pronto a ricredermi, quando ne vedo uno funzionare.

    M
    In God we trust
    ...
    all others have to provide data.

    Adotta un Contadino! https://www.youtube.com/watch?v=UEpFpYgFZ6Y

  14. #14
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  15. #15
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    diezedi,
    dal tuo link:

    "ENEA e RSE hanno calcolato che se si riuscisse a sfruttarla si otterrebbero 80 mila miliardi di KWh"

    Sai, io mi son fatto l'idea che chi non scrive le Unità di Misura secondo le regole del Sistema Internazionale, di solito ciurla nel manico.
    Le hanno inventate apposta per non fare casino! Hanno inventato addirittura i multipli, per non confondersi con gli zeri ...

    Poi, l'ambiguità a me mi mette malissimo:
    "Il primo impianto pilota è già attivo a Ravenna, collegato alla nostra piattaforma PC80 e integrato con un impianto fotovoltaico. [...] Questa prima versione è arrivata a produrre il 105% della sua potenza nominale di 50 KW ..."

    Tu riesci a capire, da questa proposizione, quanta energia ha prodotto l'impianto in un tempo dato? Perché, magari non c'entra, ma anche Kitegen aveva raggiunto una bella potenza, peccato che era per pochi secondi ogni morte di papa; una volta appurato quanta energia ha prodotto codesto impianto integrato, sei in grado di distinguere -in base a quanto riportato nell'articolo- tra quella fornita da ISWEC, e quella fornita dall' impianto fotovoltaico?

    "a differenza del sole e del vento, il mare non si ferma mai", ma che, davero-davero? Nemmeno di notte? Forse nelle canzoni di Lucio Dalla è così, ma in realtà,
    "Con le pinne, fucile ed occhiali
    Quando il mare è una tavola blu ..."
    "Calma piatta", "oggi il mare è un olio" ... mai sentite queste espressioni?


    Saluti.

    M

    ------------------------
    ma poi, guarda con che cura hanno scritto gli "Highlights del Progetto": il mare Adritico! Ekkekkazzo! Un po' di rispetto per chi legge!
    Ultima modifica di Mosley; 15-02-2020 a 12:50
    In God we trust
    ...
    all others have to provide data.

    Adotta un Contadino! https://www.youtube.com/watch?v=UEpFpYgFZ6Y

  16. #16
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Molto interessante quel link.

  17. #17
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Secondo me quelle piattaforme anche quelle in disuso dovrebbero essere usate per produrre idrogeno anche il saliscendi delle maree potrebbe tornare utile.
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  18. #18
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da diezedi Visualizza il messaggio
    ... anche il saliscendi delle maree potrebbe tornare utile.
    Mediamente la marea in Adriatico è intorno mezzo metro tra minimo e massimo, e di cicli di marea ce n'è un paio al giorno.

    L'Energia è data da Forza per Spostamento, e codeste piattaforme in disuso va già bene che non collàssino sotto il loro peso proprio, aggiungi quello delle cozze che ci crescono su, poi prova a farle reagire come Vincolo ad una Forza tale da produrre Potenze significative, e vedi cosa succede ...
    In God we trust
    ...
    all others have to provide data.

    Adotta un Contadino! https://www.youtube.com/watch?v=UEpFpYgFZ6Y

  19. #19
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Perche non dovrebbero fare da "vincolo" ma da supporto a sistemi con galleggianti che assecondano il livello del mare.Sara si uno sforzo ma non credo cosi immane,dici che le hanno costruite appositamente per autodistruggersi?Spero almeno che recuperino le passatoie in fibra di vetro,a me paiono " eterne".
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  20. #20
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Non ho capito secondo te che movimento devono fare questi galleggianti.
    se non esercitano una Forza contro qualcosa, c'è solo il Movimento ...
    se il Movimento glielo fai fare verticale, e se la Forza è un minimo significativa, il galleggiante salendo spianta la piattaforma dal fondo, e scendendo la accartoccia ...
    Se invece al gallegiante il Movimento glielo fai fare orizzontale (ma la marea sale e scende ...), le zampe della piattaforma si piegano ...

    dici che le hanno costruite appositamente per autodistruggersi?
    Chi lo sa in base a quali calcoli sono state dimensionate ... ci sono anche calcoli di opportunità, eh! magari nella concessione c'era anche obbligo di rimozione, ma se la tirano abbastanza in lungo, e quelle crollano da sé ... e cmq di sicuro non sono calcolate per resistere ad altro che ai carichi di progetto, prima di attaccarci qualcosa vorrei una verifica da parte di un ingegnere.

    Saluti.

    M
    Ultima modifica di Mosley; 15-02-2020 a 21:37
    In God we trust
    ...
    all others have to provide data.

    Adotta un Contadino! https://www.youtube.com/watch?v=UEpFpYgFZ6Y

  21. #21
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Scusa ma il galleggiante dovrebbe servire appunto a galleggiare e il suo spostamento che tramite catene/leve/carrucole/ ingranaggi/multi/ demoltiplicatori trasforma il suo movimento in energia .Non so e non sono un ingegnere ma non ci vedo cosi tanto sforzo.In caso di mareggiate li sollevi.
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  22. #22
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da diezedi Visualizza il messaggio
    Scusa ma il galleggiante dovrebbe servire appunto a galleggiare e il suo spostamento che tramite catene/leve/carrucole/ ingranaggi/multi/ demoltiplicatori trasforma il suo movimento in energia .Non so e non sono un ingegnere ma non ci vedo cosi tanto sforzo.In caso di mareggiate li sollevi.
    Ochei, va bene, perfetto.
    Poi quando ne ricavano qualicosa faccia sapere mi raccomando.

    Saluti.

    M
    Ultima modifica di Mosley; 16-02-2020 a 17:34
    In God we trust
    ...
    all others have to provide data.

    Adotta un Contadino! https://www.youtube.com/watch?v=UEpFpYgFZ6Y

  23. RAD
Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 21-05-2019, 09:18
  2. Sfruttamento del moto ondoso
    Da amir nel forum Maremotrice e Moto Ondoso
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 10-01-2019, 13:06
  3. energia ed acqua dolce dal moto ondoso
    Da HAMMURABY nel forum Maremotrice e Moto Ondoso
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 08-05-2013, 13:04
  4. Energia proveniente dallo sfruttamento del moto ondoso
    Da tipli nel forum Discussioni sui MASSIMI SISTEMI del mondo ENERGETICO
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 25-09-2008, 08:34
  5. Produzione energia dal moto ondoso
    Da blackbombay nel forum Maremotrice e Moto Ondoso
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 07-04-2008, 22:08

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •