FIAT Seicento Elettra: La rinascita della mia Elettra - Restauro e conversione al Litio - - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

FIAT Seicento Elettra: La rinascita della mia Elettra - Restauro e conversione al Litio -

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • FIAT Seicento Elettra: La rinascita della mia Elettra - Restauro e conversione al Litio -

    Ciao a tutti amici,
    come molti di voi sono un appassionato di elettronica ed informatica con una discreta esperienza nel campo ed una buona manualità. Da anni inseguo il "sogno" di un veicolo elettrico ma l'ingente investimento economico necessario non mi ha mai permesso l'acquisto.
    L'idea di un veicolo "pulito" e silenzioso mi ha da sempre affascinato ed entusiasmato come un bambino, così un giorno decisi di costruire da solo qualcosa che il mercato ancora non offriva e animato da tanta passione realizzai una Mountaibike elettrica con motore brushless DA 800W e batterie LiFePo4 (40Km/h e 80Km di autonomia).
    La riuscita del progetto mi spinse a pensare di poter fare di più.. ovvero convertire un auto termica in elettrica ma poi scoprì con mia amara sorpresa che in Italia la normativa non prevedeva ciò, così sconfortato dall'alternativa burocratica dell'esportazione in Germania e reimportazione in Italia mi misi alla ricerca di una soluzione su internet e casualmente venni a conoscenza dell'esistenza della Fiat Seicento Elettra e del vostro fantastico forum.
    Per me fu una rivelazione.. sapere dell'esistenza di altri "pazzi" per l'elettrico e per lo più raggruppati in un forum mi rese nuovamente speranzoso e così dopo alcune valutazioni mi buttai alla ricerca della "mia" Elettra.
    Oggi, ad un anno dall'acquisto della Elettra e due dalla scoperta del forum ho deciso di creare un 3D dove poter condividere con tutti voi gioie e dolori di questa "pazzia" ... il restauro e la conversione al Litio della Seicento Elettra!

    P.s.
    Seguirò l'idea del buon Riccardo e del suo 3D sulla Storia di Eli.
    Ultima modifica di BonannoM; 23-04-2016, 05:02.
    Ogni cosa è passione...!!

  • #2
    Eccoti, finalmente!

    Beh che dire l'inizio assomiglia al mio, con la elettrificazione della mia Lambretta "Ecolà" nel 2010 scoprii che in Italia era impossibile di fatto omologare mezzi retrofittati.
    Ma quei pochi km fatti in elettrico mi avevano entusiasmato... e dopo alcune valutazioni, considerate le nostre esigenze familiari, rinunciai all'idea di comprare uno scooter elettrico.

    Poi scoprii questa sezione (frequentavo già il forum per il risparmio energetico)... e poi la fissa, lo studio... l'ottimismo premiato dall'acquisto di Eli... e tanto olio di gomito!

    Bene... lascio spazio a te... e ovviamente urgono foto, informazioni dettagliate sull'avanzamento lavori e tutto quello che vorrai raccontare.

    Infine....vabbe' io vi ho fregato il nome più ovvio, ma tutti voi dovreste dare un nomignolo alle vostre beneamate...

    A presto!
    I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
    https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

    Commenta


    • #3
      Grazie Riccardo,
      ti accontento subito..

      L'ACQUISTO
      Trovai la prima Elettra Van in vendita su Subito.it presso un officina di Bologna per la modica cifra di 1400€

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_7743.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 296.2 KB 
ID: 1955808

      non feci neanche in tempo a chiamarli che era stata gia venduta.. così le ricerche continuarono finchè non trovai una 4 posti in Sicilia.

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   AnnuncioSubito.it.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 55.6 KB 
ID: 1955807

      Presi contatti e impaziente fissai un appuntamento. Mandai mio cugino a vederla, lui vive in provincia di Palermo.
      L'auto era ferma da 5 anni con batterie totalmente scariche. Nessuna prova possibile..
      Dopo una carrellata di dettagliate foto scambiate su whatsapp contrattai il prezzo e "in fiducia" versai la cauzione per l'acquisto con l'accordo di risentirci una volta che avessi trovato la soluzione per il trasporto da Palermo a Milano.

      Con non poche fatiche riuscii a trovare un vettore per il trasporto e arrivò così anche il giorno dell'acquisto

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   LaPartenza.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 255.7 KB 
ID: 1955809Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_7999.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 382.9 KB 
ID: 1955810

      e la partenza per il Nord...

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IlCarico.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 26.7 KB 
ID: 1955811
      Ultima modifica di BonannoM; 23-04-2016, 16:59.
      Ogni cosa è passione...!!

      Commenta


      • #4
        che bei momenti..il viaggio sul carro attrezzi...

        Beh speriamo di vederla subito in strada, dalle foto sembra tenuta bene!
        I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
        https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

        Commenta


        • #5
          Beh, da vicino si notano un pò di sportellate e bolli qua e la nonchè un paio di botte sulla fiancata posteriore sx per non contare i danni causati dal trasportatore, per il resto è un pò opaca per cui passera sicuramente in carrozzeria per una rinfrescata.. e perchè no un bel lifting !!

          Conto di metterla su strada entro la fine di giugno.. 2016.

          ma torniamo a noi... un altro piccolo assaggio della storia...

          LA CONSEGNA

          a 15gg dalla partenza mi squillò il telefono e mi avvisarono dell'imminente consegna dell'auto...

          Era un giorno Maggio del 2015 ... all'ora concordata si presentò "il corriere" (emozione..)


          peccato che credeva avessi un officina meccanica e non aveva messo in conto di non trovare il carro attrezzi per lo scarico



          Così dovetti chiamare un carro attrezzi ... fortuna che ho qualche amico



          e finalmente la consegna a casa..

          Ogni cosa è passione...!!

          Commenta


          • #6
            LO STUDIO SULLA CONVERSIONE
            Durante quest'ultimo anno ho studiato, valutato e meditato su quali batterie scegliere per la conversione al Litio e insieme a tutti voi cercato un fornitore serio, economico e possibilmente Italiano … con scarsi risultati.
            Ho da subito escluso la possibilità di acquistare le batterie in oriente per l’insufficiente garanzia fornita, l’assenza di certificazioni e per gli enormi salassi di spedizioni e dogane… l’esiguo potere dell'Euro sul Dollaro mi ha ulteriormente convinto.
            Ho anche atteso e valutato le nuove celle al Titanio (celle che sulla carta offrono ottime performance ed una vita più longeva) ma il maggior numero di celle necessarie ed i maggiori costi per questa nuova tecnologia mi hanno portato ad escludere questa possibilità.

            La scelta finale è ricaduta sulle celle LiFeYPO4 della Winston da 60Ah.

            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Foto 04-02-16 19 05 05.jpg 
Visite: 2 
Dimensione: 37.3 KB 
ID: 1955833

            Ha giocato un ruolo fondamentale l'esperienza fatta da alcuni utenti del forum (Riccardo, Ponzo, Gugli etc ) ed il fornitore EvPower mi è sembrata fin da subito la scelta migliore ma prima di tutto era necessario verificare se la piccola funzionasse per cui iniziò a maturare in me l’idea dell’acquisto di un ponte idraulico (come quello delle autofficine) per lo smontaggio e la successiva ricarica singola delle vecchie batterie.

            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Ponte.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 59.1 KB 
ID: 1955834
            Richieste le schede tecniche al produttore del ponte ho valutato le opportune modifiche per via della maggiore larghezza posteriore del pacco batterie ed infine a causa della scarsa altezza disponibile nel mio box ho ripiegato per l’autocostruzione.
            Anche questa volta attingere alle informazioni del forum e ricevere i consigli di alcuni utenti è stato fondamentale.
            Ultima modifica di BonannoM; 24-04-2016, 19:05.
            Ogni cosa è passione...!!

            Commenta


            • #7
              LA COSTRUZIONE DEL PONTE
              Durante la progettazione puntai sulla sicurezza.. l’idea di lavorare con sopra la testa 1200Kg di ferro e batterie non mi entusiasmava per cui sovradimensionai un po’ tutto



              Il materiale necerssario è stato reperito presso un rivenditore di materiale edile, le rampe rosse prese su Amazon per sole 60€
              2 assi in abete da cm 400x25x3 per la base, 14 blocchetti in cemento disposti in due file da 7, 2 assi da cm 300x25x5 per la parte superiore.
              Il tutto ha un'altezza di 30cm, le rampe possono essere rimosse e comunque utilizzate per altri scopi.

              A questo punto mancava solo un argano per tirar su la bestia..

              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Foto 25-02-16 15 45 29.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 339.2 KB 
ID: 1955835

              primo test del ponte...

              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Foto 25-02-16 18 02 48.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 1.10 MB 
ID: 1955836Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Foto 25-02-16 18 18 42.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 1.03 MB 
ID: 1955837

              Test superato ma l'argano manuale non fa per me.. faticai parecchio per tirarla su così alla fine decisi di ordinare un nuovo argano elettrico con telecomando

              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   ArganoElettrico.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 34.2 KB 
ID: 1955838

              Spesa complessiva 290€
              Ultima modifica di BonannoM; 24-04-2016, 15:18.
              Ogni cosa è passione...!!

              Commenta


              • #8
                complimenti e buon lavoro, grande ingegno per il ponte .....semplice ma efficace , magari ti rubo l'idea per quando dovro sostituire il motore della "tt"
                ciao a presto
                www.fisicainvideo.it

                Commenta


                • #9
                  Cavoli bel lavoro! Però... a parte l'altezza del ponte, suggerisco di svuotarlo al centro per semplificare le operazioni.

                  Come puoi vedere qui:


                  valuta se riesci a rendere asportabili i mattoni centrali, ti aiuterà nell'accesso ai bulloni e negli spostamento delle batterie.
                  I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
                  https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                  Commenta


                  • #10
                    Grazie per i complimenti ragazzi...

                    Riccardo grazie per il suggerimento.. tentai di asportare i mattoni centrali ma poi preferii lasciar tutto cosi.. raggiungo bene i bulloni e mi sento più sicuro quando sto sotto.
                    Per quanto riguarda l'altezza delle rampe in effetti è appena sufficente, per il pacco centrale nessun problema ma per quello anteriore fui costretto a dividerlo in due..
                    Ultima modifica di BonannoM; 27-04-2016, 23:07.
                    Ogni cosa è passione...!!

                    Commenta


                    • #11
                      SMONTAGGIO BATTERIE
                      Per buttar giù il pacco batterie fui un pò meno ingegnoso di alcuni utenti.. e preferii acquistare qualcosa di "pronto"..

                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Sollevatore.jpg 
Visite: 2 
Dimensione: 62.0 KB 
ID: 1955861

                      questo bel sollevatore idraulico faceva proprio al caso mio, sottile, 500Kg di portata, altezza di sollevamento max perfetta per lo scopo e cosa più importante.. economico...

                      dovetti però crerare una struttura di supporto per il fragile pacco centrale...

                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Adattatore.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 80.3 KB 
ID: 1955865 Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   SollevatoreBatt.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 282.9 KB 
ID: 1955866 Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Smontaggio.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 274.0 KB 
ID: 1955867

                      e finalmente... giù il primo pacco batteria

                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Smontaggio2.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 295.6 KB 
ID: 1955868

                      Per il secondo (quello anteriore) fu un pò piu difficile ma lo stesso sollevatore privo della struttura per il pacco centrale fece egregiamente il suo sporco lavoro.
                      Ultima modifica di BonannoM; 27-04-2016, 23:03.
                      Ogni cosa è passione...!!

                      Commenta


                      • #12
                        beh che dire, le tue realizzazioni sono molto professionali, almeno rispetto alle mie.

                        Riguardo i mattoni centrali intendevo di sfuilarli DOPO aver posizionato l'auto, quando di fatto non servono più. Ma se riesci a lavorare bene anche così come non detto!
                        I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
                        https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                        Commenta


                        • #13
                          complimenti !
                          ottima attrezzatura, peccato che siamo troppo distanti ...perche ti avrei portato nel mio box....
                          invece devo ancora iniziare e al pensiero di tirar giu' il pacco ho gia un gran mal di testa...

                          ciao

                          stefano

                          Commenta


                          • #14
                            Grazie etr300,
                            leggendo qualche post relativo alla tua impresa credo che i complimenti vadano tutti a te... sono sicuro che a breve a Roma avremo un'altra 600 in circolazione!!

                            Tirar giù i pacchi è un bel lavoro ma dopo la prima volta vedrai che non ti sembrerà più difficile..

                            ..in bocca al lupo!!
                            Ogni cosa è passione...!!

                            Commenta


                            • #15
                              LA RICARICA
                              Ecco finalmente il pacco centrale della mia Seicento disteso nel mio box..

                              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   PaccoCentrale.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 311.2 KB 
ID: 1955902
                              tolti i coperchi l'amara scoperta .. la batteria migliore segnava 0.98V

                              così iniziò per me la disperata ricerca di 18 batterie in prestito o una soluzione per "rianimare" le vecchie ormai ferme dal almeno 5 anni e sicuramente solfatate.
                              Nei giormi seguenti tra articoli e studi in merito alla legenda della desolfatazione trovai casualmente al Lidl un caricabatterie insolitamente grande, digitale con programmi di ricarica specifici per batterie AGM e PbGel... forse avevo fatto centro!!

                              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   CBInteligente.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 316.2 KB 
ID: 1955903

                              Non potevo non investire queste 50€ e tentare la fortuna.. lo acquistai e corsi subito a casa per tentare la ricarica ma aimè la felicità non durò molto...
                              non avevo fatto i conti con "l'Inteligenza" del CB che non riconosceva la batteria ormai "morta"..

                              Per quella sera non toccai più nulla e andai a dormire..

                              Qualche giorno più tardi ebbi come un'illuminazione.. a casa da qualche parte dovevo avere un vecchio ed umile caricabatteria per auto, di quelli "ignoranti".. che non analizzano nulla, erogano corrente e stop..

                              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   CBIgnorante.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 244.7 KB 
ID: 1955905

                              Ed eccolo finalmente!! in tutta la sua bellezza... lo collegai in tutta fretta alla prima batteria

                              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Tudor.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 253.7 KB 
ID: 1955906

                              l'amperometro restò fermo sullo "0".. la batteria non assorbiva corrente.. ed in preda alla disperazione lo lasciai collegato pregando in qualche miracolo.

                              Tornato in box alcune ore più tardi con grande gioia scoprì che l'ago dell'amperometro si era alzato sui 3A circa.. qualcosa stava accadendo

                              scambiai subito il caricabatteria ignorante con quello inteligente che finalmente notò i 10.8Volt della batteria, ciò mi permise di selezionare il programma specifico ed iniziare il ciclo di carica...

                              Piano piano con lo stesso sistema ricaricai le 10 batterie che a riposo di assestarono quasi tutte sui 12.5V...
                              test successivi mi permisero di tirar fuori dalla peggiore delle batteria circa 15A così decisi di smontare anche il vano batterie anteriore per proseguire nell'impresa.. ed una volta rimontato tutto avrei potuto provare finalmente la mia Seicento ..
                              File allegati
                              Ultima modifica di BonannoM; 01-05-2016, 22:14.
                              Ogni cosa è passione...!!

                              Commenta


                              • #16
                                certe volte una bella spinta "ignorante" è quello che ci vuole ......
                                www.fisicainvideo.it

                                Commenta


                                • #17
                                  Complimenti per la tua avventura , aspetto con ansia il seguito di questa impresa ...
                                  Mi hai fatto venire voglia anche a me mi restaurare una auto elettrica , ma aspetto la conclusione della tua elettrica per trarne benefici spunti ...

                                  Ciao.
                                  Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                  Commenta


                                  • #18
                                    IL VARO
                                    Come accade per le grandi navi la Seicento si accingeva al battesimo della sua seconda vita...

                                    Ricaricate tutte le batterie rimontai i pacchi

                                    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   PaccoAnt.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 337.3 KB 
ID: 1955919 Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   RimontBatt.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 278.4 KB 
ID: 1955923

                                    e dopo aver installato una nuova batteria servizi portai la seicento giù dal ponte..

                                    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   LaProva.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 48.4 KB 
ID: 1955924

                                    Test Drive...



                                    Concluso con successo!!!
                                    Ultima modifica di BonannoM; 01-05-2016, 23:56.
                                    Ogni cosa è passione...!!

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Ma fammi capire Bonanno , in pratica hai rimontato le stesse batterie al piombo originali , hanno funzionato ?
                                      Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Vai Marcello! Il mio varo fu più memorabile ma ci ho sprecato quasi 1000 euro di "schfopiombo"...
                                        I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
                                        https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Zagami, esatto, ricaricare le vecchie batterie mi permise di risparmiare un bel po di soldi e lavoro... le rimontai solo per capire se tutto il resto funzionasse a dovere...

                                          Riccardo tu ed Eli siete stati la mia ispirazione... ;-)
                                          Ultima modifica di BonannoM; 02-05-2016, 22:26.
                                          Ogni cosa è passione...!!

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Bonanno, che pneumatici monta?CiaoFox
                                            16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

                                            alla tv -calcio +rally

                                            http://www.evalbum.com/2123

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Tonini,
                                              attualmente monta le 145/80 R13 "GT Elettric" se non erro ma presto avra 4 scarpette nuove Nokian WR D3
                                              165/70 R13 79T (4 stagioni).
                                              Ogni cosa è passione...!!

                                              Commenta


                                              • #24
                                                BATTERY MANAGEMENT SYSTEM

                                                Come già noto a molti di voi dopo la conversione al Litio di qualsiasi automezzo è opportuno che le celle vengano constantemente monitorate.. in carica e possibilmente anche in scarica.
                                                Le celle al Litio soffrono le scariche profonde come le cariche oltre il voltaggio limite (evento probabile in caso di sbilanciamento).
                                                Le soluzioni utilizzate da molti di voi sono state delle più disparate ed ingegnose ma a mio avviso espongono spesso a elevati rischi o limiti di utilizzo..
                                                Anche in questo caso non vi nascondo che le vostre esperienze mi sono state molto utili ai fini della scelta.

                                                Inizialmente mi son lasciato solleticare dalll'idea di costruire un BMS con Arduino come sta facendo il mitico GUGLI (che ammiro per l'ardua impresa...) ma avrei dovuto iniziare uno nuovo studio e ciò mi avrebbe portato via tanto tempo che non ho...
                                                inoltre l'autocostruzione può sembrare economica ma parecchie volte non lo è lasciando spazio nel migliore dei casi alle sole soddisfazioni personali ma non della tasca.

                                                Così come per il resto le decine di ricerche su internet si concentrarono su un sistema BMS pronto... e fu così che scoprii "Orion BMS” Orion Li-Ion Battery Management System | Affordable & Reliable EV Li-Ion BMS

                                                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Orion.jpg 
Visite: 2 
Dimensione: 20.5 KB 
ID: 1955949

                                                Questa piccola scatola promette di monitorare le singole celle in carica, in bilanciamento e scarica analizzando più volte a secondo parametri come il voltaggio totale, parziale delle singole celle nonchè la corrente erogata e quella rigenerata.
                                                Il sistema monitora anche la temperature del pacco batteria, ed è completamente configurabile da pc via usb inoltre si possono visualizzare tutti questi dati in realtime direttamente su un tablet o un cellulare mediante connessione Bluetooth o Wifi.

                                                Così, fatte tutte queste premesse, durante una recente vacanza in giro per l'Olanda, a Eindoven, trovai un rivenditore che ne aveva disponibile uno con 72 ingressi ... proprio quello che serviva a me!!
                                                e concordati gli accessori necessari per il mio progetto portai via questo gioiello...
                                                Ultima modifica di BonannoM; 04-05-2016, 22:10.
                                                Ogni cosa è passione...!!

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  se non siamo indiscreti...prezzo?

                                                  Aspettiamo report sul funzionamento!
                                                  I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
                                                  https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Riccardo,

                                                    per il report dovrete attendere ancora un pò di tempo ma non appena avrò i primi risultati non tarderò a pubblicarli...

                                                    il prezzo di acquisto è stato un tantino elevato (1870€ nel mio caso) ma considera che le componenti che completano il kit sono tante e fanno lievitare parecchio il prezzo... inoltre non avendo mai avuto esperienza diretta mi sono dovuto fidare cecamente del venditore il quale mi ha rifilato a caro prezzo alcune componenti di uso comune che avrei potuto reperire in un normale negozio di materiale elettrico o su internet.

                                                    Ah.. dimenticavo.. comprese nel prezzo ci sono 80€ di dazi doganali che il tipo diceva di aver sostenuto per l'importazione della merce.

                                                    Ecco le foto di alcune componenti..

                                                    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   AdattatoreCanUsb.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 285.5 KB 
ID: 1955965 Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   AdattatoreCanWiFi.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 272.5 KB 
ID: 1955966 Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   CaviConnCelle.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 282.5 KB 
ID: 1955967 Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   SensoreCorrente200A.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 213.8 KB 
ID: 1955968 Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Accessori.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 313.0 KB 
ID: 1955969
                                                    Ultima modifica di BonannoM; 06-05-2016, 20:15.
                                                    Ogni cosa è passione...!!

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      LE BATTERIE - L'ACQUISTO

                                                      Come già anticipato la scelta delle batterie cadde sulle Winston da 60Ah per i motivi già presi in esame, per cui ordinai:

                                                      74 Celle (2 di scorta)
                                                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Foto 04-02-16 19 05 05.jpg 
Visite: 2 
Dimensione: 37.3 KB 
ID: 1955998
                                                      74 Terminali di connessione in rame specifici per le celle Winston
                                                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   TerminaleDiConnessione.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 29.1 KB 
ID: 1955999
                                                      1 Caricabatterie 3.6V 20Ah specifico per LiFePO4
                                                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   pow4v20a3_z1.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 45.9 KB 
ID: 1956000
                                                      Il tutto per un importo totale di € 6990 trasporto compreso..

                                                      Trovare le celle non fu per nulla facile, sul sito di EvPower in vista delle nuove celle al Titanio la disponibilità delle LiFePO4 scarseggiò per parecchio tempo.. ma contattati via mail riuscirono a raggruppare un quantitativo sufficente per il mio progetto.
                                                      Presi anche un caricabatterie da 3.6V 20Ah da utilizzare per la prima ricarica inquanto il mio alimentatore da banco dispone di soli 5Ah e non ha una curva di carica idonea alle LiFePO4.

                                                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Alimentatore_5A.JPG 
Visite: 1 
Dimensione: 34.3 KB 
ID: 1956001

                                                      Effettuato il pagamento in 4gg arrivò il corriere e mi consegno le tanto attese celle...

                                                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   CassaBatterie1.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 248.7 KB 
ID: 1956002
                                                      Ultima modifica di BonannoM; 07-05-2016, 11:46.
                                                      Ogni cosa è passione...!!

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Ma quanto ti è venuto a costare questa trasformazione elettrico al LItio ?

                                                        Spero che farai dopo un resoconto globale delle spese affrontate .

                                                        Ciao.
                                                        Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          secondo me.....a spanne , quasi come una c-zero di seconda mano di 4 anni,
                                                          - ma qui le celle saranno nuove ,
                                                          - in pratica è quasi un restauro storico......
                                                          ma poi vuoi mettere la soddisfazione, di poter dire (l'ho rifatta da zero e l'ho rimessa in "vita" ha un che di "mistico")

                                                          anche io, con la "tt" se sommo,..... il costo, tutti gli interventi fatti, la conversione, la compravo nuova!, SI MA AL PIOMBO!!!! con 50 km di autonomia reale.
                                                          ora invece dai primi test di autonomia sono a 90km REALI con ancora minimo 2.5kwh nelle celle e senza ottimizzare o stando attenti,
                                                          su e giu in collina a tavoletta (50kmh), nel traffico sempre agile e scattante, e anche in 2 per 20km,

                                                          questo solo per dire . la soddisfazione non ha prezzo!
                                                          vai cosi BonannoM.
                                                          www.fisicainvideo.it

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Marcello hai la posta piena! Richiamami, ti mando un messaggio privato col numero di cellulare.
                                                            I miei articoli su risparmio energetico, veicoli elettrici, batterie e altro
                                                            https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X