Welcome!

Benvenuto nel Forum EnergeticAmbiente! Siamo un insieme di persone che hanno a cuore il Pianeta Terra e che si prendono in qualche modo la responsabilità di proteggerlo dalla stupidità umana. Per poter scrivere o scaricare foto e documenti devi prima registrarti. Vedrai anche meno pubblicità. Basta 1 minuto, un nome inventato e una mail dove ricevere le notifiche delle risposte.

La registrazione è gratuita e puoi farla -QUI-

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

FIAT Seicento Elettra: La rinascita della mia Elettra - Restauro e conversione al Litio -

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #61
    ho partecipato alla discussione qualche anno addietro, complice un infortunio che mi tenne a casa per circa 3 mesi. Raccontai che ero possessore di una 600 elettra , appartenuta alla provincia di Varese e ritirata con neanche 2 mila chilometri, dopo circa 2 anni di uso venne fermata a causa dell'esaurimento delle batterie. Ma la mia rispetto a quella di Bonanno era nuova (se no col cavolo che riuscivo a convincere mia moglie ad acquistarla). Ho seguito (purtroppo poco) le Vostre vicissitudini per problemi di lavoro. E mi complimento con voi per il lavoro svolto nel frattempo. La 600 è ancora ferma e non ho il coraggio nè di venderla (come insiste mia moglie) nè di aggiornarla con il Litio (un pò per i costi e un pò per la paura che non riesca a farla andare con le mie forze) . Io come voi, ho provato le stesse emozioni (se non è proprio amore , sicuramente è affetto verso la mia Elettra) , la trovavo divertente e rilassante da guidare. Rispetto a Bonanno , Riccardo e forse a tutti, voi sono un dilettante. Sono purtroppo giunto ad un bivio : o la metto a posto o la dovrò vendere (sigh). Purtroppo ho bisogno di una seconda auto affidabile e sicura (ho una figlia di 20 anni). A costi, percorrenze e durata batterie e gestione delle batterie con BMS e colloquio con i restanti organi della BMS, a che conclusione siete arrivati?. Vi saluto tutti (p.s. Non sarò costante nella partecipazione e me ne scuso in anticipo). Grazie dell'attenzione

    Commenta


    • #62
      Bah... per me è una terza auto, anche se prima come percorrenza cittadina. Ma noi siamo in 4 patentati.

      Guai pochi, ma è necessario tanto lavoro e tanti controlli, specie se come me ti limiti al "minimo sindacale", cioè un BMS fatto in casa (forse migliore di tanti comprati però )

      Ad oggi 45000 km, una media di 175 Wh/km... se non hai fotovoltaico bisogna fare i conti con le tariffe elettriche in arrivo, che dovrebbero essere un po' più convenienti.

      Ma io tempo fa avevo stimato che servono almeno 50000 km per "andare a pari", si può rifare il calcolo ma l'ordine di grandezza è quello.

      Quindi... se fai pochi km/anno (meno di 10000) è probabile che prima di rientrare possa arrivare qualche guaio serio, parliamo comunque di un'elettronica che ha già 15 anni di età.
      Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
      Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

      Commenta


      • #63
        Un consiglio d'amico...vendila e dedica il tempo alla tua famiglia...


        ciao

        Fox
        16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

        alla tv -calcio +rally

        http://www.evalbum.com/2123

        Commenta


        • #64
          ahahaha fox cos'è sta ondata di amarezza?

          Effettivamente a ripensare oggi al lavoro fatto mi viene male. Diciamo che le alternative moderne e abbordabili ora ci sono...quindi dedicarsi ad una Elettra manifesta, più di qualche anno fa, una notevole turba mentale
          Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
          Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

          Commenta


          • #65
            Peccato con neanche 17.000 chilometri era praticamente nuova, provo a venderla.
            Bravi comunque per l'impegno profuso. Se non fosse arrivato Marchionne penso che avremmo visto una 600 elettra aggiornata, parlando con un tecnico di Elasis , il centro napoletano da dove era uscita , mi aveva detto che stava girando un prototipo con batterie Bollorè... Poi sappiamo come è andata.
            Comunque vada, vi seguo.

            Commenta


            • #66
              Il vano batterie

              Rieccomi dopo una lunga pausa... complici il freddo e le festivita Natalizie.

              Tornando alla mia conversione...

              vi ho lasciati con lo studio sulla disposizione delle mie celle all'interno del cassone centrale.
              In teoria non avrei dovuto avere particolari difficolta ma in pratica ho scoperto che le 72 celle non entravano nel cassone senza fare qualche modifica..

              IMG_6239.JPG

              Per prima cosa per guadagnare spazio ho dovuto praticare dei fori da 50mm ed eliminare le protuberanze di lamiera, secondariamente ho eliminato anche i convogliatori dell'aria posteriori ma questo purtroppo non è stato sufficente..

              IMG_6258.JPG

              così ho iniziato ad elaborare l'idea di "allungare" un pò la punta del cassone al fine di poter sfruttare tutto lo spazio disponibile sottoscocca.

              IMG_6271.JPG IMG_6257.JPG

              In questo modo, disponendo orizzontalmente ulteriori 3 celle avrei raggiunto le 72 unità. Restava solo da rimuovere la punta...

              IMG_6255.JPG
              Ogni cosa è passione...!!

              Commenta


              • #67
                Modifica del vano batterie

                Tolta la punta ho sistemato piu celle possibili dentro al cassone e realizzato infine un modellino 3D in scala del pezzo aggiuntivo che avrei dovuto realizzare..

                IMG_6285.JPG IMG_6288.JPG IMG_6272.JPG IMG_6282.JPG
                Ogni cosa è passione...!!

                Commenta


                • #68
                  Per la realizzazione della modifica ho reperito al brico un paio di fogli di lamiera da 0,6mm.

                  IMG_6289.JPG IMG_6290.JPG

                  Opportunemente tagliata secondo il modello ho proceduto alla sagomatura ottenendo così uno scatolato.

                  Mi restava solo stabilire con quale tecnica fissare questo nuovo pezzo al vecchio cassone... considerate che parliamo lamiera sottilissima.
                  Ogni cosa è passione...!!

                  Commenta


                  • #69
                    Non ti sei più fatto sentire x vedere la mia 600. non sei più interessato? tra i lettori c'é qualcuno a cui puó interessare? é praticamente nuova. Bonanno complimenti. Io aggiungerei a : ogni cosa é passone, anche " e pazienza"IMG_20161210_101649.jpgIMG_20161210_101625.jpgIMG_20161210_101504.jpgIMG_20161210_101439.jpgIMG_20161210_094536.jpg

                    Commenta


                    • #70
                      Per fissare tra loro le lamiere, dopo svariate valutazioni, ho deciso di utilizzare una saldatrice a punti... stabilito l'acquisto mi son dovuto scontrare con i prezzi improponibili dell'utensile tanto da valutarne l'autocostruzione..

                      così dopo qualche tutorial, il recupero del necessario ed una manciata di ore di lavoro ho realizzato la mia "puntarice fai da te"

                      IMG_6721.JPG

                      e dopo aver stabilito con esattezza lo spazio occupato dalle celle...

                      IMG_6942.JPG IMG_6941.JPG

                      ..ho proceduto alla saldatura e all'assemblaggio del nuovo pezzo sul cassone.

                      IMG_7046.JPG IMG_7051.JPG
                      Ogni cosa è passione...!!

                      Commenta


                      • #71
                        ...complimenti....
                        16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

                        alla tv -calcio +rally

                        http://www.evalbum.com/2123

                        Commenta


                        • #72
                          Complimenti anche da parte mia , non ti spaventa nulla! Ricordati di mettere degli isolanti in poliuterano per evitare che le batterie si possano muovere rompendo i punti di attacco dei poli o solo per evitare corti circuiti duranti i sobbalzi. Ricorda che la vecchia BMS controllava anche l'isolamento della scocca , staccando eventualmente i telerrutori . Non trascurare la ventilazione tra le batterie sia in trazione che in ricarica, come sappiamo tutti la vita delle batterie è vincolata anche a questo fattore. Io per sicurezza le ventole metterei tutte e 5 nell'unico cassone, a che sei in ballo.... .

                          Commenta


                          • #73
                            Grazie ragazzi.. [emoji5]
                            ...e grazie per gli ottimi consigli...

                            Peposuper per l'isolamento ho già provveduto [emoji6]



                            Per il resto .. Work in progress..


                            Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
                            Ogni cosa è passione...!!

                            Commenta


                            • #74
                              io invece le ventole le ho eliminate...le litio non scaldando in maniera apprezzabile per lo meno nella mia esperienza
                              Ambientalista, esperto di risparmio energetico, veicoli elettrici e energie rinnovabili.
                              Possessore di una rara FIAT Seicento Elettra: Eli!

                              Commenta


                              • #75
                                Io nel dubbio distribuirò tra le celle, all'interno del cassone, 4 sensori di temperatura ...


                                Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
                                Ogni cosa è passione...!!

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X
                                TOP100-SOLAR