Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 8 di 32 primaprima 1234567891011121314151617181920212228 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 141 a 160 su 621

Discussione: Il ruolo della CO2 e degli altri gas serra

  1. #141

    Predefinito



    addio riscaldamento globale antropico.. addio..

    voi fate tutte le disamine che volete.. ma tanto i fatti saranno incontrovertibili..tanta gente ,spero, andrà a zappare la terra...

    L'EDIFICIO IPCC STA' PER SGRETOLARSI!!

    A QUANTO PARE IL PROSSIMO NUOVO RAPPORTO AR5 IN USCITA IL 27 SETTEMBRE ABBASSA LE STIME SUL RISCALDAMENTO GLOBALE.

    Ci sono già state fughe di questo documento di 31 pagine, riassunto delle 1.914 pagine di discussione scientifica, ma grazie a uno scienziato del clima, c'è stata questa fuga di notizie della parte centrale, cioè il nocciolo più importante del nuovo documento.

    La grande novità sarebbe che, per la prima volta da queste relazioni che hanno iniziato a venir fuori nel 1990, si affermerebbe che l'aumento di temperatura in base alle conseguenze che ci si attende alle emissioni antropiche di anidride carbonica sono inferiori alle vecchie stime dell'IPPC del vecchio AR del 2007.

    Questa notizia ha del sensazionale, perché indicano la possibilità molto reale che, nel corso delle prossime generazioni, l'effetto complessivo dei cambiamenti climatici sarà positivo per l'umanità e il pianeta.

    Molti esperti ritengono che il riscaldamento con meno di 2 gradi Celsius rispetto ai livelli preindustriali non provocherà alcun danno economico ed ecologico. Pertanto, il nuovo rapporto sta effettivamente dicendo (in base al centro della gamma di scenari di emissione dell'IPCC) che c'è una probabilità migliore del 50% che entro il 2083, i benefici del cambiamento climatico saranno ancora superiori ai danni.


    BREAKING: IPCC AR5 report to dial back climate sensitivity | Watts Up With That?
    ma non ci dovevamo preoccupare con la co2 a 400ppm?


    http://www.meteoweb.eu/2013/09/cambiamenti-climatici-gli-ultimi-dati-sono-inequivocabili-il-pianeta-si-sta-raffreddando/226261/



    P
    s.. il recupero die ghiacci non c'è stato.. aggiornate ilgrafichetto animato ( o cartone?) al 2013 và che è meglio

    https://fbcdn-sphotos-f-a.akamaihd.n...95895337_n.jpg

  2. #142

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mac-giver Visualizza il messaggio
    ma non ci dovevamo preoccupare con la co2 a 400ppm?
    Mentre ora che ci hai confidato che il tuo amicone (che non ho capito bene chi e cosa sia) che ha dato uno sguardo al rapporto IPCC s'è convinto non già che il riscaldamento globale non sia su base antropica (come tu hai sostenuto per mesi... basta? Tutto sepolto? Ora si ammette senza problemi che l'aumento di temperatura da CO2 è di origine antropica seppur meno grave del previsto?) nè che l'effetto serra non esiste o la CO2 fa bene alla pelle, ma che " l'aumento di temperatura in base alle conseguenze che ci si attende alle emissioni antropiche di anidride carbonica sono inferiori alle vecchie stime dell'IPPC del vecchio AR del 2007" allora non dovremmo più preoccuparci?
    E su che basi si fonda l'affermazione che i benefici sarebbero superiori ai danni? (e per chi poi?) E l'effetto della diminuita attività solare non ha influenza?

    Per completezza c'è da segnalare che il sunto di mc-giver "dimentica" di evidenziare il commento dello stesso articolista investigatore sulla dimensione della variazione di stima: "Admittedly, the change is small, and because of changing definitions, it is not easy to compare the two reports, but retreat it is" Cioè, traducendo liberamente: "A dire il vero la variazione è piccola e non è facile comparare i due reports a causa delle diverse definizioni, ma è un passo indietro".
    Quindi una piccola variazione per ora senza alcuna conferma, ma che basta per far tirare un sospirone di sollievo ai soliti dotati di mente aperta! Non serve più limitare le emissioni! "Andate ed emettete liberamente, l'IPCC ha ridotto le stime"! Splendido esempio di come si ragiona con la propria testa.... non c'è che dire!

    Comunque alla pubblicazione del rapporto vedremo se queste "fughe" saranno riflesso della realtà o semplici, per quanto astuti, escamotage per far circolare una notizia largamente esagerata o magari falsa, ma di fatto non smentibile per diversi giorni. Manca poco ormai no?

    Quote Originariamente inviata da mac-giver Visualizza il messaggio
    ... il recupero die ghiacci non c'è stato...
    Questa non l'ho proprio capita. Mi sono perso qualcosa o è la solita battuta demenziale? E che c'entra il grafico? Cosa dimostrerebbe la variazione del livello globale di ghiaccio marino al 9 settembre??
    Ultima modifica di BrightingEyes; 16-09-2013 a 23:23

  3. #143
    Mr.Hyde
    Ospite

    Predefinito

    inoltre tutte le informazioni scritte da mac giver sono parola per parola , lettera per lettera ...copiate ed incollate da discussioni su Facebook .... molto attendibili e scientifiche chiaramente .... alla faccia di chi ragiona con la propria cavesa .... complimentoni mac

  4. #144

    Predefinito

    hide.. ci sono tutti il link di riferimento di quello che ho postato.. i copia e incolla servono per evidenziare senza andarti a leggere i link.. e poi se ti interessa il sunto che hai letto,te ne vai ad approfondire sul link che ho messo.. come ha fatto bright..che giustamente mette in evidenza il colpo alla botte.. ma non capisce che è proprio quello il problema delle informazioni climatiche.. che se si urla ad inizio articolo che il riscaldamento non c'è più, nella chiusura bisogna dire che non c'è più ma non più più ma un poco meno..e che probabilmente forse non si è fermato più di tanto va b'è chi vivrà vedrà..

    il minimo di quest'anno non ha fatto impallidire nessuno, anzi.. goditi il vermetto rosso in verticale..

    guarda che bel minimo quest'anno..

    http://i.dailymail.co.uk/i/pix/2013/...03_640x366.jpg

    da:
    Global cooling: Arctic ice caps grows by 60% against global warming predictions | Mail Online



    poi la "minoranza" degli scienziati comincia a farsi sentire..

    Al Gore sued by over 30,000 Scientists for Global Warming fraud John Coleman - Constitutional Emergency
    http://edition.myjoyonline.com/pages/science/201309/112457.php

    "povero"All Gore.. te l'avevo detto che il tuo documentario diceva troppe boiate.. non ti sei regolato.. ecco le conseguenze..

    e questo è solo l'inizio..



    hide da google o da Fb, che differenza fa trovare i link? quello che hai trovato tu sul lago finto che manco era nell artico, da dove l'hai copiato?

    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    E che c'entra il grafico? Cosa dimostrerebbe la variazione del livello globale di ghiaccio marino al 9 settembre??
    significa che quest'anno la perdita di ghiaccio non c'è stata..il grafico è chiaro.. quello che ha messo hopi che ha copiato da un articolo di pasini, manca del dato 2013..così fa piu "scena".. quale recupero?.. quello di quest'anno..
    Ultima modifica di nll; 21-09-2013 a 06:19 Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

  5. #145
    Mr.Hyde
    Ospite

    Predefinito

    hide da google o da Fb, che differenza fa trovare i link? quello che hai trovato tu sul lago finto che manco era nell artico, da dove l'hai copiato?
    ciao caro mac , ho gia' riconosciuto il mio errore(cosa a te sconosciuta ed ignota)!! e sono spiacente per aver dato una falsa informazione grazie al bingo bongo di internet ...chiedo scusa a tutto il forum per aver dato una info non corretta al punto 4!!!
    per altro , non mi sembra di aver mai dato altre info non corrette.
    La mia testa ho dimostrato di utilizzarla (nei miei limiti chiaramente )... portando teorie personali che oggi vengono purtroppo ripetute da altri (vedi mio collega ) ...aime'
    Non sono un guru e nemmeno un fenomeno , quindi posso commettere errori come tutti del resto ... la teoria dell'acqua come gas serra l'avevo gia' elaborata nel lontano 2004 , la stessa teoria è stata fulminata da Hopi nel 2013(vai a rileggerti vecchi post)... e come vedi , visto che lui mi ha dato motivazioni scientifiche (per altro molto semplici) , io non ho battuto ciglio nel riconoscerlo...purtroppo questa teoria rimarra' nel bingo bongo di internet a vita!!!
    Con te purtroppo , non è cosi' , in quanto le motivazioni scientifiche non esistono . Di conseguenza rimango stazionario su quel che oggi si conosce realmente e che il mondo scientifico riconosce come tale. punto!!!

    P.S. MI SEMBRA COMUNQUE ASSURDO COPIARE DA DISCUSSIONI SU fb ,INFORMAZIONI , E RICONOSCERLE COME SCIENTIFICHE !!! SE POI PER TE è COSI' , TANTI AUGURI

    a proposito , la perdita di ghiaccio c'è stata eccome , solamente inferiore agli altri anni ... inferiore non significa che non c'è stata, e comunque ribadiamo che non si giudica l'effetto serra in 1 anno ...

    a...dimenticavo.... il giorno che verra' dimostrato scientificamente (e non da facebook o da pagliacci o pseudoscienziati) che no esiste l'effetto serra , saro' lieto di accogliere la novita' ...purtroppo per ora i dati scientifici sullo scioglimento dei ghiacci e delle temperature in aumento dicono altro...
    cordialita'

    Francy
    Ultima modifica di Mr.Hyde; 19-09-2013 a 23:25

  6. #146

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mac-giver Visualizza il messaggio
    h
    Al Gore sued by over 30,000 Scientists for Global Warming fraud John Coleman - Constitutional Emergency
    http://edition.myjoyonline.com/pages/science/201309/112457.php

    "povero"All Gore.. te l'avevo detto che il tuo documentario diceva troppe boiate.. non ti sei regolato.. ecco le conseguenze..

    e questo è solo l'inizio..
    chiedo ai moderatori....ma è possibile filtrare almeno questa spazzatura, dato che questa è una bufala che è girata nel 2009 e a cui cascano gli allocchi? Giusto per rimanere in tema thread e per dare dignità allo stesso.

  7. #147

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mac-giver Visualizza il messaggio
    significa che quest'anno la perdita di ghiaccio non c'è stata..il grafico è chiaro..
    Si, il grafico è chiaro. Il problema sta in chi interpreta, come al solito!
    Che significa che la "perdita non cè stata"? Se guardi il tuo gettonatissimo grafico del vermetto rosso vedrai che è perfettamente all'interno del trend degli ultimi anni, con le solite, normalissime, variazioni in più o in meno. Comunque sempre molto al di sotto delle medie dei decenni precedenti.
    Hai "interpretato" come perdita assente una normale variazione intorno alla media, che è sempre in calo!
    Simpatico tentativo, ma ovviamente scornato. :-)

  8. #148

    Predefinito

    Cercando di ritornare in thread e sperando di fare cosa gradita, vi inserisco un piccolo contributo riguardo le proprietà chimico-fisiche della CO2 e i motivi per cui è da considerarsi un gas serra importante.

    Quando si parla di riscaldamento globale ed effetto serra il riferimento principale è sempre all’anidride carbonica (biossido di carbonio), uno dei principali gas serra, perché le sue quantità in atmosfera sono decisamente più elevate rispetto agli altri gas opachi alla radiazione infrarossa, ad esclusione del vapore acqueo.
    Il motivo per cui questo gas è in grado di intrappolare la radiazione infrarossa e a riemetterla in tutte le direzioni è legato alla sua struttura molecolare lineare, con un atomo di carbonio “tenuto per mano” con dei doppi legami da due atomi di ossigeno
    L’energia molecolare può essere immagazzinata in varie forme che in ordine crescente di energia sono:
    - traslazionale
    - rotazionale
    - vibrazionale
    - elettronica
    Le transizioni emesse tra i livelli energetici delle molecole che compongono l’atmosfera definiscono le frequenze della radiazione, che sarà efficacemente assorbita ed emessa dall’atmosfera. Se non ci sono transizioni permesse corrispondenti all’energia di un fotone, questo passerà attraverso l’atmosfera. Per un gas lineare triatomico come il CO2 l’energia molecolare interessata è quella vibrazionale con due modi di stretching (simmetrico e asimmetrico) e uno di bending. Lo stretching non è altro che un allungamento o accorciamento del legame molecolare (simmetrico se entrambi i lati dei doppi legami vanno nella stessa direzione, asimmetrico se vanno in direzioni diverse), il bending è un piegamento del legame tra gli atomi.

    http://www.phy.davidson.edu/stuhome/.../vibration.JPG

    A questi moti vibrazionali se ne aggiungono alcuni di natura rotazionale, perché nella molecola si sviluppano temporanei momenti di dipolo durante le transizioni vibrazionali. Queste transizioni vibro-rotazionali rendono la molecola opaca a diverse frequenze ravvicinate originando una banda di assorbimento. La banda di assorbimento principale del gas è data dal moto di bending e corrisponde ai 14-15 micron, proprio in prossimità del picco di emissione della radiazione terrestre.

    http://www.wag.caltech.edu/home/jang...em/ir_img7.gif

    Questo spiega l’enorme importanza dell’anidride carbonica come gas serra e il motivo per cui da tempo gli scienziati si preoccupano per le emissioni di questo potente gas serra.

  9. #149
    Mr.Hyde
    Ospite

    Predefinito

    difatti non a caso gli effetti di cui parla Hopi vengono utilizzati in laboratorio di analisi per fornire informazioni utili sulla composizione qualitativa delle molecole ,dei gruppi funzionali e quindi di appartenenza delle sostanze , esempio chetoni, acidi ,aldeidi , alcheni ..etc etc , in pratica con uno spettrofotometro ad infrarosso si riesce a capire che sostanza chimica stiamo analizzando ,proprio grazie ai 4 effetti sopracitati . inoltre si riesce a determinarne anche la quantita' ,previa costruzione di rette di taratura in quella determinata banda infrarossa.Questa precisazione per far capire a chi non è nel campo ,a che livello di precisione si opera a livello scientifico ...altro che falsificazione e complotti , gli strumenti utilizzati in campo scientifico ,oramai possono rilevare concentrazioni di ppb ed anche meno.. Spettroscopia infrarossa - Wikipedia e http://it.wikipedia.org/wiki/Spettrometria_di_massa che rileva la massa degli ioni (non so' se mi spiego!!)
    Ultima modifica di Mr.Hyde; 22-09-2013 a 11:50

  10. #150
    Mr.Hyde
    Ospite

    Predefinito

    [Moderazione: cerchiamo di mantenere toni civili. Altrimenti dovrò chiudere la discussione]
    Ultima modifica di BrightingEyes; 22-09-2013 a 23:44

  11. #151

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mac-giver Visualizza il messaggio
    h le temperature sono la palo da 17 anni?
    le temperature al palo da 17 anni:

    Wood for Trees: Interactive Graphs

  12. #152

    Predefinito

    non hanno avuto aumenti significativi degni di nota e sono talmente piccoli che possono essere assimilati tranquillamente negli errori strumentali..accuratezza al millesimo di grado?

    cmq: questo mi sembra un approccio di buon senso..

    Dal fisico Shaviv un’ipotesi radicale per il Global Warming | ilBo

    per me:

    Dunque l’aumento della CO2 è ininfluente? “Se anche nell’atmosfera ce ne fosse il doppio il clima sarebbe più o meno lo stesso, o forse addirittura più fresco”. Come è possibile? “L’anidride carbonica non è diffusa uniformemente in tutta l’atmosfera, tende a concentrarsi soprattutto negli strati inferiori. Se anche all’improvviso la quantità raddoppiasse, l’effetto principale sarebbe che il diossido di carbonio si estenderebbe ad altezze maggiori, mentre la concentrazione negli strati bassi rimarrebbe più o meno uguale. E, dato che la CO2 assorbe il calore, ciò significherebbe che al suolo ne arriverebbe meno”.

    per voi:

    Questo comunque significa che l’aumento della CO2 sia privo di pericoli? “Niente affatto. Il problema vero però è nel mare, non nell’aria. La maggior parte del diossido di carbonio infatti è negli oceani. Ora la concentrazione di anidride carbonica tende ad inacidire l’acqua: è il motivo per cui ci piace l’acqua con le bollicine. Negli ultimi anni l’acidità degli oceani è passata da un Ph di 8,5 a uno di 8,3-4. Se il processo continuasse morirebbero tutti i pesci, e questo sì che sarebbe un problema”. Ad ogni modo è difficile accusare il fisico israeliano di connivenza con i grandi gruppi petroliferi e industriali: “Non sono affatto contro i protocolli di Kyoto. Si tratta anzi di una buona idea, perché ridurre l’anidride carbonica significa essenzialmente ridurre il consumo di energia e l’inquinamento. Ma è appunto questo il problema, non l’anidride carbonica in sé”. Almeno un punto quindi è certo: consumare meno energia e bruciare meno oli combustibili è sicuramente un bene.

    e mi potrebbe anche star bene.. ..

    poi per gli ipcc boys, se potete, leggetelo bene..la banda bassotti del clima..

    La truffa dei report IPCC allo 0,0084% | Climatemonitor

    La truffa dei report IPCC allo 0,0084%

    alcuni spunti:

    l’esistenza di una disciplina come la climatologia e la contemporanea non esistenza dei climatologi, intesi ovviamente nel senso classico del termine, cioè come coloro che sono esperti di climatologia. A tal riguardo è stato fatto il paragone con la figura del medico il quale, pur operando in un campo complesso quale quello della medicina, non si può dire che non esista; in effetti, ma a ben vedere nemmeno il medico esiste. A questo punto in molti penseranno che il discorso stia prendendo la via dell’assurdo, come si può affermare che i medici non esistono se tutti noi ne conosciamo parecchi e all’occorrenza li consultiamo, ammesso di non esserlo noi stessi, insomma comunque la si ponga vi verrebbe esclamare che non si può dire che i medici non esistono, eppure non esistono, hanno smesso di esistere molto tempo fa.

    I primi medici, se bravi, erano quegli individui nella cui mente era contenuto l’intero corpo delle scienze mediche, da soli stabilivano di che genere di male soffriva il paziente e sempre da soli erano capaci di cercare le erbe medicinali e prepararle per la somministrazione, questo era il medico. Oggigiorno la funzione del medico non è più assolta da un unico individuo, ma di una rete di individui composta da parecchie migliaia di persone che interagiscono tra di loro. Il corpo delle scienze mediche è talmente vasto che non può essere contenuto in un’unica mente, servono migliaia di menti, ciascuna specializzata in un piccolo ramo della disciplina, inoltre nessuna di queste migliaia di menti specializzate nei vari campi della medicina è capace di sintetizzare i farmaci da se, per questa parte ci sono altre migliaia di menti specializzate in chimica che eseguono queste sintesi, ciascuna per ogni tipo di farmaco, poi ci sono altre migliaia di individui che fungono da collegamento tra le migliaia di medici e le migliaia di chimici delle industrie farmaceutiche, insomma si è costituita un’intera rete di persone per continuare a fare il lavoro che prima era svolto da un singolo individuo. Dal punto di vista del paziente non è cambiato molto, si continua a far capo ad una sola persona, che al massimo ci manda dallo specialista, ma di solito tutto finisce con un individuo e per tradizione millenaria questo individuo è il medico, il nome è rimasto, e poco importa se in realtà quel medico non conosce tutta la medicina o non ha la più pallida idea di come si sintetizzi il farmaco che ci prescrive, e non importa se non ha nemmeno le competenze per accertarsi se all’interno di quelle pillole ci siano effettivamente le molecole che la casa farmaceutica dichiara, noi per tradizione millenaria consideriamo lui il medico. Anche se ora l’equivalente della figura del medico del passato è un’intera rete di individui, non avendo la nostra grammatica inventato dei termini nuovi per tenere conto di questi fatti, continuiamo semplicemente ad usare il termine vecchio, anche se ormai svuotato dell’originale significato.

    parte importante:

    Una volta formati i gruppi di lavoro (in maniera antimeritocratica, cioè niente meritocrazia ma rappresentatività geografica e di genere!), si procede in 3 stadi per la stesura finale dei report. Nel primo stadio ci lavorano sopra solamente gli esperti, non di clima ovviamente, ma delle singole discipline che confluiscono nei vari report. Tale fase dura circa 8 settimane, minimo 6, ma noi per i nostri conti consideriamo 8 piene. La seconda fase vede uniti per l’ulteriore revisione dei lavori scientifici, gli esperti e i rappresentanti governativi. La seconda fase prevede la durata minima di 8 settimane (e si, è proprio cosi! Quando la politica entra in scena la fase di correzione della politica sulla scienza può durare più della prima fase, mai di meno!). In fine la terza ed ultima fase, quella della preparazione dei famosi Summaries for Policy Makers e di ogni altro tipo di sintesi o relazione finale, partecipano solamente i rappresentanti governativi.

    Abbiamo detto che loro per la prima fase hanno a disposizione 8 settimane di tempo, supponiamo che siano dei draghi e che riescano a lavorare perfettamente lucidi e concentrati 7 giorni su 7 e per 10 ore di lavoro al giorno; in totale fanno 560 ore di lavoro, 33600 minuti. Come abbiamo visto nel precedente post, nel solo 2012 son stati prodotti circa 1800000 articoli scientifici, ma ora non dobbiamo tenere in considerazione gli articoli prodotti in un anno, perché mente che vuole sondare i segreti del clima deve analizzare tutti gli articoli riguardanti tutti gli esperimenti e tutte le considerazioni prodotte in ben oltre un secolo di lavori scientifici. Restando ottimisti diciamo che il nostro gruppo di esperti IPCC deve considerare e avere saldamente in testa le conoscenze racchiuse in una cifra molto ottimistica di 10 milioni di articoli scientifici, elaborati nel tempo. A questo punto dobbiamo fare delle scelte di logica, non possiamo immaginare di dividere i 10 milioni di articoli scientifici per i tanti componenti dell’IPCC, per il semplice fatto che tutte le conoscenze devono essere amalgamate ed elaborare assieme, in modo da preparare una versione unica e coerente, quindi gli articoli che andranno a comporre la bibliografia devono essere discussi all’interno dei gruppi, di conseguenza non ci resta che scegliere se considerare gli esperti in questione seri o cialtroni, nel senso che son seri se effettivamente analizzano la bibliografia e son cialtroni se decidono in un istante per alzata di mano se utilizzare o meno le considerazioni dei singoli lavori; fuor di dubbi consideriamo i componenti come seri. A questo punto attribuiamo un tempo minimo di 10 minuti per l’analisi e la discussione di ogni articolo (in realtà come molti sapranno a volte quando si discute seriamente un lavoro all’interno di un gruppo numeroso si può anche andare avanti per ore, ma i nostri esperti sono dei draghi non dimentichiamolo!). Ora dobbiamo considerare un altro problema, questi esperti dovranno pur scrivere qualcosa, e tra una stesura ed una correzione, almeno metà del tempo vola via, (e solo perché sono dei draghi, i normali esseri umani ci impiegherebbero di più); cosi facendo rimangono 16800 minuti per l’analisi degli articoli, che dividendoli per i 10 minuti ad articolo fanno la dignitosa cifra di 1680 articoli esaminati, ovviamente da dividere tra tutti i gruppi di lavoro. Il che significa che se nei report ne entrano di più vuol dire che i nostri esperti hanno fatto un pò i cialtroni mettendo i lavori in bibliografia senza discuterli con la dovuta attenzione, ma noi faremo finta che quella è la cifra giusta, perché loro son persone serie. A questo punto il calcolo che ci rimane da fare diventa semplice; degli ottimistici 10 milioni di lavori che dovrebbero essere analizzati compiutamente ne vengono analizzati solo 1680 che altro non sono che lo 0,0168 % dei lavori indispensabili per una completa analisi bibliografica, ed è anche una cifra veramente ottimistica. Ora forse a qualcuno verrà il leggerissimo dubbio che la presunta sicurezza prossima al 100% delle conclusione IPCC sulla bontà dell’ipotesi AGW è forse una cialtronata visto che ottimisticamente si basa al massimo sull’analisi dello 0,0168% della letteratura scientifica del settore, ma in realtà la situazione è ancora peggiore perché non abbiamo considerato dei punti essenziali.
    segue....


    La truffa dei report IPCC allo 0,0084% | Climatemonitor




  13. #153

    Predefinito

    Dal 2005 che seguo (per lavoro e per passione) il clima (e l'energia), ed usando i fondamenti di logica ed investigazione (cosa che manca quasi completamente a molti "scienziati"), ed essendo stato neutro sull'approccio ( né fanatico dell' AGW né scettico per partito preso) ho applicato diligentemente l'analisi logica ed investigativa, che mi ha portato a evidenziare sicuramente delle incongruenze dal lato "scetticismo" e talvolta teorie campate per aria, ma dall'altra una evidente e lampante fallimento nell'uso della logica nel "campo" pro-AGW, al di là del vero problema (eliminazione o forte riduzione della dipendenza dai combustibili fossili, per inquinamento ed oppressione sociale ed economica, che già solo questo dovrebbe far rivoltare chiunque sano di mente) l'IPCC ha prodotto un grandissimo danno, non solo dal punto di vista economico, ma dal punto di vista sociale, perché ha fortemente contribuito a distogliere l'attenzione dai veri problemi forzando soluzioni che non sono soluzioni, e soprattutto, quando l'incoerenza e falsità del Global Warming sarà evidente anche ai lemuri, il risultato sarà una profonda "sfiducia" e sospetto nelle organizzazioni internazionali scientifiche, e già mi immagino che se una reale emergenza (sanitaria o similare) fosse denunciata l'atteggiamento della gente e del basso strato operativo governativo sarà di non collaborazione o adempimento. Gridare al lupo quando il lupo si scopre che non c'era impedisce di salvarsi quando quello vero arriva. E questo, scusate, è un crimine contro l'umanità.
    *** Firma irregolare rimossa. ***

  14. #154

    Predefinito

    La tua analisi pecca di superficialità, come quelle che hai denunciato negli altri sostenitori delle opposte fazioni.

    Se leggi con maggiore attenzione, ci sono utenti che qui hanno usato cautela nell'attribuire le cause del GW, ciò nonostante, visti i tempi e l'inerzia di tutto quel che si pone a livello planetario, attendere che i segni del GW diventino evidenti oltre ogni dubbio, significa perdere ogni speranza di potervi porre rimedio, o quanto meno di poter significativamente rallentare l'irreparabile.

    Il tema specifico di questa discussione, comunque, è nel ruolo della CO2, quindi mi limiterei a questa considerazione, per non andare fuori tema.

    Comunque preferisco leggere e valutare quanto scritto dagli altri, quindi torno a fare lo spettatore di questa discussione.

    ••••••••••••

  15. #155
    Mr.Hyde
    Ospite

    Predefinito

    PER MAC GIVER ED ENERGIENUOVE ....

    il rapporto dell' IPCC deve ancora uscire ufficialmente , voi invece sapete gia' tutto, prima degli scienziati? LAVORAVATE CON LORO IN QUESTI ULTIMI 5 ANNI??

    e mi venite a parlare di IMPARZIALITA'???!!!!

    MA FATEMI IL FAVORE .... prima di parlare informatevi meglio ,senza guardare il bingo bongo di internet

  16. #156

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da energienuove Visualizza il messaggio
    ed usando i fondamenti di logica ed investigazione (cosa che manca quasi completamente a molti "scienziati"), ed essendo stato neutro sull'approccio ( né fanatico dell' AGW né scettico per partito presoho applicato diligentemente l'analisi logica ed investigativa
    Ma sei serio?

    che mi ha portato a evidenziare sicuramente delle incongruenze dal lato "scetticismo" e talvolta teorie campate per aria, ma dall'altra una evidente e lampante fallimento nell'uso della logica nel "campo" pro-AGW,
    fallimento dove? le tue tecniche di investigazione dovrebbero averti portato a dati a supporto....o dobbiamo crederti sulla parola?

    al di là del vero problema (eliminazione o forte riduzione della dipendenza dai combustibili fossili, per inquinamento ed oppressione sociale ed economica, che già solo questo dovrebbe far rivoltare chiunque sano di mente) l'IPCC ha prodotto un grandissimo danno, non solo dal punto di vista economico, ma dal punto di vista sociale
    ,

    dato che accetti l'idea di uscire dai combustibili fossili per inqinamento e oppressione sociale ed economica e dato che le politche climatiche sono per lo piu politiche per ridurre i combustibili fossili allora non capisco quale danno abbia compiuto l'IPCC. Noto una contraddizione di fondo...

    perché ha fortemente contribuito a distogliere l'attenzione dai veri problemi forzando soluzioni che non sono soluzioni,
    quali soluzioni avrebbe forzato?

    e soprattutto, quando l'incoerenza e falsità del Global Warming sarà evidente anche ai lemuri,
    quindi tu neghi persino il riscaldamento globale...alla faccia dell'imparzialità e dell'investigazione.

    Gridare al lupo quando il lupo si scopre che non c'era impedisce di salvarsi quando quello vero arriva. E questo, scusate, è un crimine contro l'umanità.
    e chi l'avrebbe scoperto? tu con le tue tecniche imparziali di investigazione? e la tua investigazione non ti ha portato a capire che questo thread parla del ruolo della CO2 e non di chiacchiere a caso da bar senza alcun riscontro scientifico? la solita tecnica del buttare la discussione della totale confusione per far si che chiunque legga non ci capisca piu nulla...ecco questa tecnica vi riesce sempre molto bene.

  17. #157

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da energienuove Visualizza il messaggio
    Gridare al lupo quando il lupo si scopre che non c'era impedisce di salvarsi quando quello vero arriva. E questo, scusate, è un crimine contro l'umanità.
    Questo discorso è un pò il ritornello di quanti cercano di opporsi alle politiche di controllo delle emissioni.
    E' un discorso capzioso e solo apparentemente logico, ed è molto, molto, strano che a proporlo siano persone che si professano logiche e non prevenute.
    Un problema, reale, evidente, innegabile persino al più ottuso dei complottisti ESISTE! E non è certo un dato secondario!
    Il problema è il veloce aumento della concentrazione di CO2 atmosferico IN ASSENZA di cause naturali che lo sostengano! Come dico da mesi e anni non ha alcuna importanza dibattere allo sfinimento su quale percentuale dell'evidente riscaldamento avvenuto a cavallo del 2000 sia da addebitare al sole e quanto all'uomo. Siamo talmente lontani dall'avere consolidati modelli climatici su base planetaria che in realtà non si è nemmeno del tutto sicuri che un surplus di CO2 non determini in realtà una nuova era glaciale!
    Certo, dibattere su quanto il mondo si è riscaldato, se questo riscaldamento si è davvero fermato per causa della minor attività solare o perchè era solo il precedente aumento ad essere provocato da una maggiore attività solare sono tutte attività dialettiche interessanti e del tutto interne alla sfera del ragionamento scientifico.
    Quello che è del tutto antiscientifico è adottare il processo logico dello struzzo e, assodato che a 400 ppm non c'è ancora stata l'inondazione marina o la tempesta di neve a luglio a Riccione decidere che sia tutta una immane sciocchezza, un complotto di migliaia di scienziati che intortano il mondo per portare a casa una pagnotta più pesante.
    A mio personalissimo parere si è probabilmente ecceduto nel clima di allarme e soprattutto nelle previsioni fosche con conseguenti esilaranti "decisioni" prese ai convegni come quella che si proponeva di "impedire" al pianeta Terra di far aumentare la temperatura oltre i 2 gradi centigradi! Obiettivamente sembrava di leggere un racconto di favole per bambini con il capo delle pulci che decide di obbligare la montagna ad abbassarsi!
    Questo deleterio clima di disfida fra i saggi proGW e i saggi antiGW alla fine è riusciito solo a radicalizzare una discussione fra parrocchie che ora si estrinseca in dotte analisi su percentuali di crescita e diminuzione dei ghiacci e dimensioni dei cerchi negli alberi.

    Ma il VERO problema è un semplicissimo problema di LOGICA! Elementare e innegabile! La CO2 è SICURAMENTE uno dei principali fattori nella determinazione del clima. E come l'articolo postato da mc-giver indica non ha effetti solo sul clima, ma anche su situazioni forse anche più gravi come l'acidità degli oceani. (Tra l'altro se ne era già parlato perchè nella grande estinzione provocata dalle siberian trap un fattore primario era proprio l'aumentata acidità degli oceani).
    Come si possa dire "la CO2 sale? Effregatene!" sulla base di previsioni sbagliate sui trend di riscaldamento o sulle mail dell'IPCC e pretendere di rappresentare il punto della ragione inparziale per me resta francamente un mistero!
    Addirittura ora c'è il complesso dell'al lupo al lupo?
    Il LUPO C'E'! ESISTE! E' una crescita di percentuali di CO2 rapidissima e dei cui effetti REALI nessuno può dirsi certo!
    Che facciamo? Aspettiamo che il lupo si sia mangiato nostro figlio oltre alle pecore?
    La domanda è sempre la stessa! In tutte le prove, controprove, discorsi fatti negli ultimi anni esiste la prova assoluta che quest'aumento di CO2 è totalmente innocuo?
    Se esiste... avete ragione voi. tante scuse.
    Se non esiste è facilissimo trarre le conclusioni. Anche rimanendo in ambito di assoluta imparzialità e scientificità!

    E per sovrappiù, in attesa di leggere il VERO rapporto IPCC con le VERE conclusioni (e non le voci di corridoio che entusiasmano le lepri marzoline...) segnalo che si possono leggere pacate ed articolate analisi già ora. http://www.greenreport.it/news/clima...cienza-stampa/
    Basta cercare e non fermarsi al primo link 'amico'.
    Ultima modifica di BrightingEyes; 27-09-2013 a 10:09

  18. #158

    Predefinito

    E' finalmente uscito in forma ufficiale il rapporto IPCC.

    Non mi pare che l'allarme per il lupo sia calato. Anzi.
    Tutti gli scienziati impegnati nel rapporto concordano ora sulla probabilità del 95%-100% di causa antropica non solo delle emissioni (cosa già accertata in realtà), ma proprio dei mutamenti climatici.
    Il rallentamento non viene per nulla negato, ma (come era prevedibilissimo) spiegato con diversi fattori e il rapporto mette in chiara evidenza che il riscaldamento in realtà continua e la frottola dei "17 anni di pausa" è appunto una frottola.
    Le previsioni per il fine secolo vanno dal più ottimistico 1,5 gradi di media in più a oltre 5. Stesse previsioni per lo scioglimento dei ghiacci e l'aumento di livello dei mari.
    Da nessuna parte si fa cenno alla sbandierata, da mcgiver, pretesa che l'aumento di temperatura sarebbe quasi "positivo".

    Se è un "crimine contro l'umanità" c'è da pensare che questi sono davvero dei criminali scafatissimi. A Al Capone gli fanno un baffo!

    Clima, nuovo rapporto dell'Ipcc: "Conferma del global warming" | ilBo
    Clima, le riflessioni del "Kyoto Club" sul nuovo rapporto dell'IPCC - Meteo Web

  19. #159
    Mr.Hyde
    Ospite

    Predefinito

    *** Testo rimosso. Non sono consentiti attacchi personali, limitati a ribattere le affermazioni scientifiche, o pseudo tali. Violazione art.1 del regolamento del forum. nll *** sono stati riportati esempi( sui medici ,su newton sugli aereomobili, sui bambini genio ,sulla presunta incompetenza di tutti gli scienziati e di tutto il mondo scientifico) che non solo non centrano una mazza con questa discussione , ma sono del tutto sbagliati!!! l'evoluzione nella chimica, nella fisica , nella medicina sono ben visibili e quasi sconcertanti per chi conosce l'argomento in modo profondo . invece per voi è tutto semplice ed anzi oggi sono piu' incompetenti di
    ieri ....
    *** Testo rimosso ***
    be
    ne, consiglio come al solito una ripassata degli eventi che ci hanno portato a questo livello di conoscenza scientifica , prima di dare dei d.e.f.i.c.i.en.t.i , a tutto il mondo scientifico .... i discorsi da circolo , meglio lasciarli di competenza al circolo stesso

    energienuove .... hai detto che è dal 2005 che segui queste vicende?? *** Testo rimosso *** personalmente seguo il discorso ambientale , dal lontano 1985 ....quando cerano 2 persone su 100.000 che pur facendo parte della razza umana pensavano che la stessa razza stava distruggendo il suo abitat senza alcun rispetto di cio' che lo circonda (la definizione è CIVILE!!! ) ... la civilta' di una comunita' si misura in base al rapporto che ha con l'ambiente circostante, e che gli ha dato LA CULLA DELLA VITA....purtroppo sono persone come voi che devastano la civilta' della razza umana a discapito di TUTTO E DI TUTTI.... il modo per cambiare è molto semplice ,studiare studiare ,e prendere visione della realta' che ci circonda ....

    *** Testo OT rimosso ***

    Cordiali Saluti
    Ultima modifica di nll; 28-09-2013 a 17:34

  20. #160

    Predefinito

    Chiedo scusa se mi infilo in una discussione dotta e infarcita di cifre estrapolate da talmente tante fonti che faccio un po' fatica a seguirla. Ho 55 anni, oramai 35 anni fa con entusiasmo ho frequentato una facoltà di scienze geologiche studiando parecchie materie che riguardavano gli argomenti di cui parlate . Ho vissuto per mesi su un ghiacciaio per studiarne i movimenti quando nessuno pensava che sarebbero scomparsi, ho studiato l'evoluzione attraverso i fossili. In due esami di paleontologia ho studiato fossili enormi e fossili così piccoli che si identificano solo sotto un microscopio. Leggendo alcuni interventi ho l'impressione che si cerchi di negare ciò che sulla terra è già avvenuto e che con molta evidenza e con una accelerazione spaventosa l'umanità sta provocando di nuovo.
    E' dimostrato da almeno 100 anni che la composizione della atmosfera terrestre è biologica. Nessuna altra causa avrebbe concentrato un tenore di ossigeno così elevato. Questo fatto è avvenuto a discapito della anidride carbonica e grazie al fatto che i prodotti della fotosintesi conseguenti hanno potuto essere catturati da trappole geologiche. Concause fondamentali sono state la grande disponibilità di acqua allo stato liquido e le alte temperature che hanno accelerato i processi, veicolato i nutrienti e permesso il confinamento delle masse.
    E' vero che la terra ha subito naturalmente più fasi di anaglaciale, glaciale e periglaciale ma sono sempre stati processi che nella loro rapidità sono rappresentati da decine di migliaia di anni.
    Oggi parliamo di un processo visibile con evidenza da chiunque non viva relegato in una turris eburnea al centro di una metropoli climatizzata . Se penso a una immersione di 10 anni fa su una barriera a nord di Tamatave con i coralli sbiancati dal caldo come fossero stati immersi nella conegrina o a certi nevai in cui mio padre mi faceva nascondere le bottiglie mentre salivamo che adesso sono solo erba , mi viene da dire " sul serio non vi accorgete di ciò che succede?" , " Per davvero vi basta un inverno un po' più freddo e pensate che tutto stia tornando come prima?"
    Guardando le cose con un po' di buon senso non vi viene da pensare che 7 miliardi di esseri umani che bruciano tutti i giorni quello che la terra aveva accumulato con fatica nelle " trappole " per milioni di anni non crei conseguenze ?

  21. RAD
Pagina 8 di 32 primaprima 1234567891011121314151617181920212228 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Ruolo del campo elettromagnetico nella fusione fredda
    Da BesselKn nel forum REAZIONI NUCLEARI a BASSA ENERGIA (Fusione Fredda)
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 09-01-2012, 10:06
  2. Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-09-2011, 21:24
  3. Consiglio nella valutazione degli ombreggiamenti e della scelta dei moduli
    Da Logan84 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 16-07-2010, 05:55
  4. Proroga del termine ultimo della presentazione della richiesta degli incentivi in Conto Energia
    Da nogero nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 26-05-2010, 17:47
  5. Ruolo dell'Idrogeno
    Da ElettroRik nel forum L.E.N.R. (Trasmutazioni Bassa Energia)
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 25-03-2006, 14:22

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •