Buongiorno a tutti,

Come scritto nel titolo, mi trovo nel dubbio di scelta tra PDC acs e Solare termico a circolazione forzata.
Mi sono documentato molto su vantaggi e svantaggi del solare termico ma non so niente o quasi sulle pompe di calore acs.
In allegato trovate la piantina della casa e il posizionamento dell’accumulo tanto che questo sia PDC o per solare.
Da certificazione energetica la mia casa dovrebbe consumare 35kwh m2 per riscaldamento e 20kwh m2 per acs, la realtà dei consumi inverte sostanzialmente i valori.
Come si può vedere dalla piantina il percorso dalla caldaia a metano a condensazione al bagno più usato supera i 12 metri, il tubo in polipropilene di acs esternamente ha diametro di 5,5cm e ci vogliono minuti prima che arrivi acs.
Indipendentemente dal sistema scelto, il solo posizionamento dell’accumulo come da piantina accorcerebbe a 5 metri la distanza tra fonte acs e servizi.
Mi trovo in zona climatica E circa 400mt slm, siamo in 3 e mediamente facciamo 2 docce al giorno e una vasca bella grande e piena per lavare e far divertire il bimbo ogni 2-3 giorni, temperatura acs da display caldaia 42°, il mio consumo di acs è di crica 300 litri giorno (non chiedetemi di riverificarlo purtroppo è questo e in gran parte legato allo spreco dovuto alla portata acs 12l min e alla lunghezza diametro tubi), prevedo che con l’installazione dell’accumulo quale che sia il consumo possa verosimilmente scendere almeno a 250litri se non addirittura a 200.
Non ho obblighi di un minimo di produzione da fonti rinnovabili visto che il titolo abitattivo è del 2011.
Tra 2 settimane mi installeranno fotovoltaico da 5,4kwp che dovrebbe produrre 6500kwh annui il mio consumo attuale è 4000-4400kwh annuo ne avanzano circa 2000.
Ero orientato e convinto del solare termico vuoi per esperienze precedenti che per forti incentivi attuali, ma grazie ad altra accesa discussione nella sezione solare termico sto valutando anche la PDC e quindi chiedo agli esperti.
Col solare termico (con predisposizione già fatta) per mettere bollitore da 300litri e 5m2 di collettori spendo circa 3000€ e ne recupero 2000 circa in 2 mesi grazie al conto termico e posso far si che quando il solare non ce la fa intervenga l’attuale caldaia.
Per la pdc acs sono orientato verso quelle monoblocco da almeno 250litri a seguire vi spiego perché e faccio alcune domande.
Monoblocco perché se non ho capito male è sufficiente l’idraulico per l’installazione e non è necessario anche il frigorista, correggetemi se sbaglio.
Monoblocco perché se il volume di aria che viene spostata a regime non è quello massimo indicato nelle schede tecniche cioè oltre 400mc ora ma un più basso 100-150mc ora, potrei sfruttare come da piantina le due aperture nel disimpegno (arancione in piantina), questo aspetto se realizzabile senza trovarsi vortici o correnti d’aria in casa rende per me l’intervento vantaggioso a prescindere dal tempo di rientro perché cosi mi realizzerei una parziale Ventilazione Meccanica (non del tutto) inContrallata e relativa diminuzione umidità in casa oltre a ricambio aria, se non ho preso un abbaglio.
In casa ho porte solo nelle camere e nei bagni, il disimpegno sotto cui passa lo smistamento di tutti i tubi del riscaldamento radiante ha sempre una temperatura superiore di almeno 1 grado rispetto al resto delle stanze.
Domanda fiscale: a quanto ho capito non posso fare conto termico per PDC perché non sostituisco apparecchio elettrico per acs, e credo di non poter fare neanche detrazione fiscale 65% perché non sostituisco la caldaia che mi serve comunque per riscaldamento (al limite potrei NON mettere valvola a 3 vie come invece farei per il solare cosi da eliminarne di fatto l’intervento della caldaia per acs, ma dovrei farlo asseverare e giù altri costi).
Il discorso FOLLE della Ventilazione Meccanica inControllata della PDC a questo punto in assenza di detrazione per me diventa rilevante.
Non ho ancora scelto modelli di pdc e consigli sono graditi.
Perdonate se ho scritto fesserie e ho usato impropriamente alcuni valori e termini, ma sono l’uomo della strada e cerco di capire e imparare, ma non sono tecnico e spero che dall’ordine di grandezza dei valori si capisca cosa intendevo.

Grazie.

piantina

Progetto con dettagli.jpg