templari energie rinnovabili
Mi Piace! Mi Piace!:  3
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 2 primaprima 12
Visualizzazione dei risultati da 23 a 39 su 39

Discussione: Consiglio impianto CASA NUOVA

  1. #23
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    Ciao Fede,

    intervengo solo per portarti alcune mie esperienze che si accomunano con quello che vuoi realizzare. Casa su 3 piani, non a cappotto, ma ben coibentata con radiante a pavimento.

    Piano interrato: io ho un open space da 70 metri q. circa, da due lati libero e due lati interrato, In questo piano, anche se spengo il riscaldamento, perdo massimo 1,5 gradi dalla sera alla mattina, quindi, se isoli bene, il fatto che il piano sia interrato, non vuol dire che diventi quello più freddo, anzi, considera che la casa non è soggetta a correnti di vento, magari di tramontana come da me.

    Il piano che invece disperde di più e il terzo e ultimo, quindi? Curare al massimo la coibentazione del tetto.

    Il reffrescamento si può fare anche con il radiante che già hai in progetto, puoi informarti anche su questo forum in quanto ci sono persone che usano questo sistema. Se solo il confort del raffrescamento e vicino a quanto ti da il radiante a pavimento, non esitare, io, purtroppo, non ti posso aiutare in quanto da me, per adesso, non ho l'esigenza di raffrescare in estate.

    ciao.
    84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

  2. #24
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ah, quindi potrei capire che i pannelli solari possono essere superflui come costo per ammortizzare la bolletta elettrica visto e considerato l'energia che impiegherebbe la sola PDC per ACS e quindi non mi causerebbe un grosso balzo, invece mettere i pannelli mi costerebbe 4500 euro quindi se ho capito bene non conviene giusto?

  3. #25
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Maverickone Visualizza il messaggio
    Ciao Fede,

    intervengo solo per portarti alcune mie esperienze che si accomunano con quello che vuoi realizzare. Casa su 3 piani, non a cappotto, ma ben coibentata con radiante a pavimento.

    Piano interrato: io ho un open space da 70 metri q. circa, da due lati libero e due lati interrato, In questo piano, anche se spengo il riscaldamento, perdo massimo 1,5 gradi dalla sera alla mattina, quindi, se isoli bene, il fatto che il piano sia interrato, non vuol dire che diventi quello più freddo, anzi, considera che la casa non è soggetta a correnti di vento, magari di tramontana come da me.

    Il piano che invece disperde di più e il terzo e ultimo, quindi? Curare al massimo la coibentazione del tetto.

    Il reffrescamento si può fare anche con il radiante che già hai in progetto, puoi informarti anche su questo forum in quanto ci sono persone che usano questo sistema. Se solo il confort del raffrescamento e vicino a quanto ti da il radiante a pavimento, non esitare, io, purtroppo, non ti posso aiutare in quanto da me, per adesso, non ho l'esigenza di raffrescare in estate.

    ciao.
    Grazie per la tua considerazione, quello che hai detto è vero in effetti come vento arriva solo dal un lato (pozzo luce e i 2 lati interni sono molto più al riparo)... stamattina ho chiamato il muratore e mi ha detto che cappotto esterno non ne vuole fare perché vuole isolare con intercapedine con 2 pareti di forati e all'interno un poliestere di 5 cm. per il raffreddamento a pavimento ne ho sentito parlare ma sinceramente non mi convince nel senso che dovrei deumidificare ma a parte questo io non so se effettivamente faccia caldo d'estate magari potrei anche sfruttare la PDC con i fancoil (se non metto la caldaia)e metterne anche solo 2 anzichè 5 come mi ha preventivato la prima azienda. la cosa certa è che è una zona umida e fa freddo in inverno, detto dai condomini del piano superiore.

  4. #26
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Fede8889 Visualizza il messaggio
    ah, quindi potrei capire che i pannelli solari possono essere superflui come costo per ammortizzare la bolletta elettrica visto e considerato l'energia che impiegherebbe la sola PDC per ACS e quindi non mi causerebbe un grosso balzo, invece mettere i pannelli mi costerebbe 4500 euro quindi se ho capito bene non conviene giusto?
    esattamente...
    LG Therma V Split R32 9kW + ECO COMBI1 500lt su impianto a termosifoni
    Fotovoltaico 4.5 Kwp (Vitovolt 300 M325 + HUAWEI SUN 2000L – 4,6 KTL)

  5. #27
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    grazie per la delucidazione, siete molto disponibili... Cercherò di farmi fare un altro preventivo se riesco a farmi fare un sopralluogo e valutare un altro punto di vista

  6. #28
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Io, se ritornassi indietro, farei cappotto esterno, senza ombra di dubbio, con le tramezzature, sei soggetto a ponti termici e probabilità di muffe, certo, per il muratore abituato a vecchi sistemi, è più semplice la soluzione proposta da lui.

    Mettiamola così, digli che sei disposto a accogliere il suo suggerimento, a patto, per iscritto, che lo pagherai solo dopo aver fatto fare una indagine termografica sulle dispersioni e su eventuali ponti termici che dovrà correggere lui, oppure rimedi tu, ma detrai il costo dalle sue prestazioni.

    Facci sapere cosa ti risponderà!!!
    84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

  7. #29
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Per il raffrescamento, se monti la PDC e il radiante, non hai bisogno dei fancoil, hai già tutto, l'importante e avere la mandata sopra il punto di rugiada, questo per evitare umidità. Al limite, dovresti acquistare un deumidificatore portatile.

    Comunque, cerca nel forum chi usa già tale soluzione, io non ho esperienza diretta e non posso aiutarti.
    84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

  8. #30
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Fede se hai già deciso per impianto a pavimento mi raccomando metti la pdc in diretta sull'impianto.
    A quel punto un puffer pit per l'acqua sanitaria e sei a posto.
    Sistema semplice ed economico e non spendere altri soldi per solare termico o altro.

    Per l'estate io metterei un semplice split per deumidificare che potrai usarlo anche nelle mezze stagioni.
    Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  9. #31
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Maverickone Visualizza il messaggio
    Io, se ritornassi indietro, farei cappotto esterno, senza ombra di dubbio, con le tramezzature, sei soggetto a ponti termici e probabilità di muffe, certo, per il muratore abituato a vecchi sistemi, è più semplice la soluzione proposta da lui.

    Mettiamola così, digli che sei disposto a accogliere il suo suggerimento, a patto, per iscritto, che lo pagherai solo dopo aver fatto fare una indagine termografica sulle dispersioni e su eventuali ponti termici che dovrà correggere lui, oppure rimedi tu, ma detrai il costo dalle sue prestazioni.

    Facci sapere cosa ti risponderà!!!
    Lui mi ha detto che esiste un modo per evitare i ponti termici, ma in ogni caso se insisto per farmi fare il cappotto non ci dovrebbero essere problemi anche perché la casa è mia e alla fine decido io. Certo che di questo passo passo non so quando inizieremo..è tutto fermo e doveva terminare un altro lavoro di 20 giorni, quindi ho tutto il tempo per riflettere sulle cose giuste da fare, grazie dei consigli.

  10. #32
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da max.c Visualizza il messaggio
    Fede se hai già deciso per impianto a pavimento mi raccomando metti la pdc in diretta sull'impianto.
    A quel punto un puffer pit per l'acqua sanitaria e sei a posto.
    Sistema semplice ed economico e non spendere altri soldi per solare termico o altro.

    Per l'estate io metterei un semplice split per deumidificare che potrai usarlo anche nelle mezze stagioni.
    Stamattina, visto la mole di lavoro che è diminuita per tutti sono riuscito a farmi fare un altro sopralluogo e mi è stato riferito dal tecnico proprio questo: meglio fare un impianto a pavimento con PDC che regola tutto in maniera più semplice. Massimo inserire un boiler da 300L per ACS... Gli ho domandato dei pannelli e me li ha sconsigliati dicendomi che secondo lui sarebbe un investimento sprecato perché intanto ci sono 4 piani da scavalcare e dovrebbe considerare la dispersione, e inoltre secondo lui lo sfrutterei solo d'estate o comunque pochi mesi l'anno e investire questi soldi solo per ACS me lo sconsiglia! Se eventualmente un giorno avessi la possibilità di investire su un FV per abbassare i consumi della bolletta, in futuro sarebbe una scelta migliore. Per quanto riguarda il raffrescamento guardando la casa mi ha confermato che sicuramente non dovrebbe far tanto caldo considerando anche l'esposizione della casa al sole ed ai venti, non mi consiglia dunque il raffreddamento a pavimento perché sarebbe uno spreco ed anche sarebbe oneroso quindi in caso mi ha detto di mettere solo 2 fancoil (e non 5 come l'altro ingegnere) nelle zone strategiche uno grande zona giorno (visto che sarebbe open space) e un altro più piccolo in camera da letto e sono a posto.

    adesso aspetto che faccia un preventivo e me lo manda.

    mi farà anche il preventivo con la caldaia ma anche lui mi ha consigliato la PDC per vari motivi primo su tutti la migliore efficienza e resa dell'impianto con meno costi fissi al mese.
    quindi mi farà 2 preventivi e poi valuto.

  11. #33
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Ti stai avvicinando alla soluzione migliore e a persone più competenti sopratutto
    LG Therma V Split R32 9kW + ECO COMBI1 500lt su impianto a termosifoni
    Fotovoltaico 4.5 Kwp (Vitovolt 300 M325 + HUAWEI SUN 2000L – 4,6 KTL)

  12. #34
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Domanda sciocca, senza incentivi e senza fotovoltaico, non conviene mettere una caldaietta da 1500 euro? Magari predispone il locale tecnico e lascia eventuali passaggi per quello che gli puà venire in mente. Su una casa nuova i consumi sono bassi, non arriva a 500 euro all'anno secondo me. Con 10.000 euro che risparmia si scalda 20 anni!
    Leggo di 4000 euro per il solare termico! Boh mi pare assurdo, non li recuperi mai quei soldi! Lascia il passaggio dei tubi e magari a fine casa fai il conto termico e li aggiungi!
    Magari tra qualche anno esci dal regime dei minimi ed installi la pompa di calore al 50%

  13. #35
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma 10mila euro li ha tirati fuori lui e non si sa nemmeno di che tipo di impianto si parla... una PDC monoblocco da 7kW (che potrebbe essere quella di cui ha bisogno visto che isolerà) la prendi tra i 2500-3000€ se non vai su marche blasonate, aggiungi un boiler o PIT che saranno al massimo altri 1000€ e l'installazione. Fanno 5000€ al massimo.

    Con la PDC niente di detrazione visto che è una prima installazione e se andrà a sostituire la caldaia per la PDC in futuro poi non è detto che trovi ancora gli incentivi ed avrà comunque "buttato" 1500€.

    Il solare termico non lo deve proprio guardare, ma questo lo ha già capito.
    LG Therma V Split R32 9kW + ECO COMBI1 500lt su impianto a termosifoni
    Fotovoltaico 4.5 Kwp (Vitovolt 300 M325 + HUAWEI SUN 2000L – 4,6 KTL)

  14. #36
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da raffaelem Visualizza il messaggio
    Ma 10mila euro li ha tirati fuori lui e non si sa nemmeno di che tipo di impianto si parla... una PDC monoblocco da 7kW (che potrebbe essere quella di cui ha bisogno visto che isolerà) la prendi tra i 2500-3000€ se non vai su marche blasonate, aggiungi un boiler o PIT che saranno al massimo altri 1000€ e l'installazione. Fanno 5000€ al massimo.

    Con la PDC niente di detrazione visto che è una prima installazione e se andrà a sostituire la caldaia per la PDC in futuro poi non è detto che trovi ancora gli incentivi ed avrà comunque "buttato" 1500€.

    Il solare termico non lo deve proprio guardare, ma questo lo ha già capito.
    Magari buttato no perchè comunque l'ha usato, al costo ci va messo l'allaccio al gas che non ho proprio idea a quanto ammonti ... A parità di spesa, con casa nuova e coibentata non c'è storia. Diverso se l'elettrico costasse 3 o 4 volte tanto.

  15. #37
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    buona sera ragazzi, la mia intenzione è comunque capire bene come muovermi e non buttare soldi al vento, ma certamente guardo anche l'efficienza.
    Vediamo che differenza c'è tra caldaia e impianto con chiller, poi se è troppa sceglierò la caldaia. Se effettivamente ci arrivo come costi valuterò invece la pompa di calore in visione del fatto che faccio un investimento su un sistema unico e magari con qualche possibilità di investire in futuro sul FV. se decidessi sulla caldaia dovrò fare comunque allaccio del metano e pagare 2 bollette.
    Posso anche decidere di risparmiare oggi, ma se poi me ne dovessi pentire non avrebbe senso ricambiare sistema di generazione e poi chiudere l'allaccio del metano.

    Comunque dipende tutto di quanto sta la differenza e se ne vale la pena.
    per i pannelli ho deciso di scartarli a priori

  16. #38
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Fede, ma se posso di quale zona della Sicilia?
    FV 4,14 KWp. 18 pannelli Winaico WSP-230P6 - 1 stringa Inverter Kaco 4000Xi - Tilt 15° - Azimut 0° Attivo dal 20/01/2011
    Produzione ACS con pompa di calore Termodinamica Energy Panel TB 300E.

  17. #39
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao ragazzi, mi aggiungo a questa discussione perché l'ho trovata molto interessante! Domanda: ma Fede8889 come mai può scegliere tra caldaia e pdc? Un immobile accatastato in F3 equivale appunto ad una nuova costruzione , da quello che mi é stato detto le caldaie a condensazione non permettono di rispettare le normative sul risparmio energetico ...ripeto, da quello che mi era stato detto...( Ma chi mi conosce sul forum sa che il mio "termotecnico" ne spara una dietro l'altra ,infatti , a breve, sarà anche il mio ex termotecnico...
    Chiedo questo perché a me era stato detto che l'unica caldaia che potevo installare era una caldaia a legna o al massimo una pdc ibrida, ma mai una caldaia a condensazione e basta

Pagina 2 di 2 primaprima 12

Discussioni simili

  1. Consiglio PDC per casa nuova
    Da Gamete nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 42
    Ultimo messaggio: 15-05-2020, 06:22
  2. Consiglio riscaldamento/raffreddamento casa legno nuova
    Da tocci nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 28-04-2018, 15:15
  3. Acquisto nuova casa e consiglio su impianto da realizzare
    Da nucleone nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 05-10-2017, 14:32
  4. Consiglio riscaldamento nuova casa
    Da pasqua nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 18-11-2009, 20:29
  5. consiglio per casa nuova costruzione
    Da mainac2 nel forum Solare TERMICO
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 21-10-2009, 07:31

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •