templari energie rinnovabili
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 14 su 14

Discussione: Consiglio PDC

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Consiglio PDC



    Buongiorno a tutti,
    sono Cristian e tra meno di un mese dovrei entrare nella nuova casa.

    La casa è del 1993, classe energetica F e consumo stimato da APE di 4300 m3 di metano. E' disposta su due livelli, più taverna per un totale di 190 m2. Termosifoni in ghisa e caldaia normale (non a condensazione) del 1993 da 26 kw, che è tra le prime cose da sostituire.
    Vivo in una zona climatica E e siamo in 2 persone per adesso.

    Mi rendo conto che senza altri dati, potrebbe essere un discorso inutile, però dopo aver letto parecchi topic nel forum volevo chiedere un consiglio dato dalle vostre esperienze:

    1) Dovessi decidere per una PDC ibrida, cosa consigliereste? Eventualmente anche per produzione di ACS
    2) E' fattibile secondo voi scaldare solo tramite PDC?

    Attualmente vivo in un bilocale in classe G e consumo (dati rilevati dalla bolletta) per riscaldamento e ACS 1110 m3. Cerchiamo di tenere la temperatura sui 19 gradi quando non siamo in casa e 21 quando siamo presenti, ma a volte per raggiungere i 21 gradi, la caldaia fatica (caldaia non a condensazione)

    Grazie a chi mi risponderà

    Saluti

  2. #2
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Se non hai in programma una ristrutturazione che metta mano all’isolamento, secondo me con pdc pura ti fai solo del male.

    Di ibride io conosco solo la mia, sulle altre non so dirti.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  3. #3
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie per la risposta. A parte isolare maggiormente il tetto, non ho valutato altre strade.
    Sarei più intenzionato a mettere un FV, che "giustifica" la mia attenzione sulle PDC.
    Una "mia idea" di impianto ce l'ho, ma non voglio essere presuntuoso, ma vorrei riuscire un poco a capire quello che il tecnico mi dirà al momento di cominciare a togliere la caldaia.
    Come ti trovi con la caldaia ibrida? Perché sulla carta a me sembra una bella idea, ma le opinioni, anche di tecnici, non sono positive.
    Grazie

  4. #4
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Non so quali tecnici hai sentito. Se parliamo di una casa con radiante in classe A-B-C è chiaro che anche io ne parlo male.... se parliamo di una casa che consuma 4300 mc di metano per 190 mq parlerei male di chi ti dice di mettere una pdc....

    Io con la ibrida non ho problemi.... certo che se gli inverni rimangono primavere da qui in avanti, il gas mi servirà sempre meno.... ma tieni conto che io quando andavo solo a gas stavo su 1000-1200 mc all'anno, diciamo 1400-1600 se non avessi avuto il solare termico, per 135 mq di casa.

    Con le pdc attuali potrei anche andare a pdc pura, ma con la ibrida non ho avuto patemi d'animo con il dimensionamento corretto, i mille timori di "ce la farà quando arriverà la neve".... tutte le paturnie che giustamente uno si fa quando non conosce bene un prodotto e in casa ha i termosifoni che se fa freddo non possono andare a 35° come un radiante.... così ho deciso di tenere il gas come backup.

    Tu che in proporzione hai consumi direi tripli rispetto ai miei secondo me non puoi che fare altrettanto.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  5. #5
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Direi che con quella classe energetica, una pdc pura è da escludersi , FV o meno, che con quei consumi, sarebbe ininfluente. Peraltro secondo me pure una soluzione ibrida non è detto abbatta in manierà cosi ecclatante i consumi, almeno non da giustificare la maggior spesa. Nel tuo caso, valuterei seriamente i vantaggi del nuovo incentivo del 110% e penserei ad un capotto termico.
    Ultima modifica di Daniel1980; 25-05-2020 a 15:21
    Quot homines tot sententiae

  6. #6
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Cristian90 Visualizza il messaggio
    ...
    Come ti trovi con la caldaia ibrida? Perché sulla carta a me sembra una bella idea, ma le opinioni, anche di tecnici, non sono positive.
    Grazie
    Non ho dubbi, su internet si trovano perfino 'tecnici' che consigliano delle fantomatiche PDC professioANALI , quindi non mi stupisco che ci siano personaggi che sconsigliano le ibride, pur in case che consumano 4300 mc. di metano anno.

    In rapporto all'investimento il meglio che tu possa fare e' dotarti di una ibrida, poi a ruota, isolare bene il sottotetto.
    Il FV e' una bella cosa e sempre utile ed inoltre non costa molto.

    Naturalmente capppotto ed infissi sono sempre consigliabili ma stanno sotto come rapporto investimento/risparmio energetico.

    F.
    Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
    Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

  7. #7
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Vi ringrazio per le risposte, il dato di consumo annuo di metano l'ho ricavato dall'APE, ieri confrontando i consumi in bolletta (consumo annuo) dei miei genitori e mio suocero, entrambi in classe G e tipi di casa diverse, ok, però 4300mc per quanto può essere grande la casa, mi sembrano tanti. Non so se quanto riportato in APE è dovuto ad un risultato "dovuto" e non dal reale utilizzo... però purtroppo è l'unico dato che ho.
    Riguardo ai tecnici, purtroppo di persona non ne conosco e non potendo ancora entrare in casa ho potuto solo leggere e sentire opinioni. Ripeto sulla carta a mio avviso la caldaia ibrida è ottima, il filmato di qualche installatore in rete invece era di tutt'altra idea. Secondo lui era molto difficile gestire casa solo con la PDC e far lavorare la caldaia in caso di necessità, ma entrambe lavoravano sempre insieme, ed inoltre se fosse stato necessario staccare completamente la caldaia per far funzionare solo la PDC ciò non sarebbe possibile.
    Non voglio assolutamente creare nessun vespaio, sia chiaro, riporto solo quanto ho letto. Per me usare solo la caldaia perché così deve essere va bene, spendere qualcosa in più in un'ottica di FV per una ibrida e poi vedere che funziona come una tradizionale... mi darebbe fastidio.
    Sul fatto di fare il cappotto, valuterò il dafarsi.

  8. #8
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Se hai l'APE calcolato bene sarebbe utile vedere il valore di EPh,nd che rappresenta quanta Energia termica abbisogna (kWh/mq) per tenete 20° dentro casa.
    Comunque il tuo problema è che hai una casa colabrodo dal punto di vista termico e io penserei ad investire soprattutto per migliorare questo aspetto. Inutile produrre elettricità con un FV se poi la butti per tenere pieno un secchio bucato.

  9. #9
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mania2 Visualizza il messaggio
    Se hai l'APE calcolato bene sarebbe utile vedere il valore di EPh,nd che rappresenta quanta Energia termica abbisogna (kWh/mq) per tenete 20° dentro casa.
    Comunque il tuo problema è che hai una casa colabrodo dal punto di vista termico e io penserei ad investire soprattutto per migliorare questo aspetto. Inutile produrre elettricità con un FV se poi la butti per tenere pieno un secchio bucato.
    Ho un Eph di 156,91 Kwh/m2 anno. In che modo posso tenere utile questo dato? Grazie

  10. #10
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    dovresti vedere quanti gradi giorno ha il tuo comune
    http://www.portalsole.it/archivio/dpr412-93_allA_tabellagradigiorno.pdf

    poi calcoliamo di quanta energia e potenza necessiti

  11. #11
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mania2 Visualizza il messaggio
    dovresti vedere quanti gradi giorno ha il tuo comune
    http://www.portalsole.it/archivio/dpr412-93_allA_tabellagradigiorno.pdf

    poi calcoliamo di quanta energia e potenza necessiti
    Grazie per il link, 2623 gradi giorno. Mi spieghi che calcolo fai per la potenza?

  12. #12
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Potenza PDC = Eph x mq x DeltaT° / GG/ ore = 156.91 x 190 x (20- (-2)) / 2623 / 20 = 12.50 kW termici
    assumendo una T° media nel giorno più freddo pari a -2 C°
    Per coprire le perdite di calore di casa tua, tenendo una T° di 20°C, nel giorno più freddo dovresti produrre 12.50 kW termici per 20 ore (4 ore sono destinate agli sbrinamenti e produzione ACS).
    Se i dati di partenza fossero esatti, si tratterebbe di una PDC piuttosto grossa.
    Ma non ha senso riscaldare tenendo le finestre aperte.

  13. #13
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mania2 Visualizza il messaggio
    Potenza PDC = Eph x mq x DeltaT° / GG/ ore = 156.91 x 190 x (20- (-2)) / 2623 / 20 = 12.50 kW termici
    assumendo una T° media nel giorno più freddo pari a -2 C°
    Per coprire le perdite di calore di casa tua, tenendo una T° di 20°C, nel giorno più freddo dovresti produrre 12.50 kW termici per 20 ore (4 ore sono destinate agli sbrinamenti e produzione ACS).
    Se i dati di partenza fossero esatti, si tratterebbe di una PDC piuttosto grossa.
    Ma non ha senso riscaldare tenendo le finestre aperte.
    Grazie per il calcolo, lo terrò presente

  14. #14
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Cristian90 Visualizza il messaggio
    Ripeto sulla carta a mio avviso la caldaia ibrida è ottima, il filmato di qualche installatore in rete invece era di tutt'altra idea. Secondo lui era molto difficile gestire casa solo con la PDC e far lavorare la caldaia in caso di necessità, ma entrambe lavoravano sempre insieme, ed inoltre se fosse stato necessario staccare completamente la caldaia per far funzionare solo la PDC ciò non sarebbe possibile.
    Non voglio assolutamente creare nessun vespaio, sia chiaro, riporto solo quanto ho letto.
    Si ma non preoccuparti, mica devi giustificarti di qualcosa.... ti stai informando ed è giusto che tu senta campane diverse.

    La possibilità di lavoro della sola pdc dipende esclusivamente da T di mandata e potenza termica richiesta e T esterna. L'inverno non è tutto uguale, nella tua zona la stagione del riscaldamento parte il 15 Ottobre e finisce il 15 Aprile.... hai voglia di quante situazioni diverse ci sono in termini di fabbisogno..... ovvio che non farai mai 12 kW (assumendo corretto il calcolo di mania2) con la sola pdc..... ma di 12 kW avrai bisogno per una decina di giorni in tutto..... e vabbè in quella decina di giorni funzionerà solo la caldaia..... per il resto andranno o in contemporanea o anche la sola pdc per gran parte delle ore del giorno, più calde.... con meno fabbisogno.

    Come ti ho detto la mia lavora quasi sempre solo in pdc.... consumo un 100naio di mc di gas all'anno.... acs inclusa..... quindi se può lavorare solo in pdc stai tranquillo che lo fa.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

Discussioni simili

  1. Consiglio tecnico puffer solo cilindrico oppure................chiedo consiglio agli esperti.
    Da corel3168 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 29
    Ultimo messaggio: 27-01-2012, 03:14
  2. Consiglio capitolato e consiglio in generale su come riconoscere una casa a basso consumo energetico
    Da massi987 nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 23-06-2010, 11:07

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •