templari energie rinnovabili
Mi Piace! Mi Piace!:  9
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  1
Pagina 1 di 5 12345 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 22 su 91

Discussione: Fattibilità passaggio da caldaia tradizionale a pdc

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Fattibilità passaggio da caldaia tradizionale a pdc



    Buongiorno a tutti, sono un nuovo utente, sono affascinato dalla tecnologia delle pompe di calore e vi chiedo un consiglio indicativo sulla fattibilità di installazione in casa mia.
    Abito in provincia di Milano e da poco più di un anno vivo in una casa singola degli anni 50 ristrutturata nei primi anni 90 sicuramente in classe G. La metratura è di circa 120mq su due livelli. Le mura non sono isolate ed i serramenti sono in legno a doppio vetro. Per quanto riguarda riscaldamento ed ACS ho una caldaia a basamento Immergas Ares 25 del 1991 ed uno scaldabagno a gas a camera aperta.
    I consumi di gas in un anno sono stati di 3100m3, 2900 circa da ottobre ad aprile, una fucilata in termini economici.
    Facendo dei calcoli a livello amatoriale il volume di casa da riscaldare è di 279m3, i radiatori sono in ghisa ed erogano una potenza totale di 13.460W.
    Sicuramente installando una caldaia a condensazione avrei già un risparmio rispetto a quella attuale.
    Il mio desiderio però sarebbe quello di eliminare completamente il gas, mettendo piano cottura ad induzione e pompa di calore di buon livello per risc. ed ACS.
    Ho a disposizione un locale tecnico per un eventuale puffer e lo spazio in cortile per una pdc monoblocco.
    Il mio dubbio è sul vantaggio economico che potrei avere, nella mia situazione, con la pdc rispetto alla caldaia a condensazione.
    Potrei eventualmente pensare anche di installare un fotovoltaico, avendo il tetto esposto a sud.
    Ringrazio anticipatamente chi avrà pazienza di darmi qualche consiglio e scusate se mi sono dilungato troppo.

  2. #2
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    i termosifoni erogano quella potenza a che temperatura? Dt50, cioè 70°C?

  3. #3
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Io penserei a isolare prima...

    è abbastanza inutile immettere calore se se ne va subito

  4. #4
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Anche io penserei prima a isolare, a meno che tu sappia che hai una caldaia con un rendimento pessimo.

    Oppure ibrida.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  5. #5
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lus79 Visualizza il messaggio
    Buongiorno a tutti, sono un nuovo utente, sono affascinato dalla tecnologia delle pompe di calore e vi chiedo un consiglio indicativo sulla fattibilità di installazione in casa mia.
    Abito in provincia di Milano e da poco più di un anno vivo in una casa singola degli anni 50 ristrutturata nei primi anni 90 sicuramente in classe G. La metratura è di circa 120mq su due livelli. Le mura non sono isolate ed i serramenti sono in legno a doppio vetro. .
    Come sono fatte le mura? la stratigrafia?
    LG Therma V Split R32 9kW + ECO COMBI1 500lt su impianto a termosifoni
    Fotovoltaico 4.76 Kwp (Vitovolt M340 + HUAWEI SUN 2000L – 4,6 KTL)

  6. #6
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Francy, si delta T 50, il calcolo l'ho fatto sulla base della scheda tecnica dei miei raditori.
    Tieni presente che durante la stagione ho tenuto la temperatura di mandata sempre sui 55° massimo 60°, riuscendo a tenere una temperatura ambiente sui 20/21 gradi al piano terreno durante il funzionamento(9-10 ore al giorno).
    Sulle caldaie ibride ho sentito in giro pareri contrastanti, in oltre non mi permetterebbe di staccarmi completamente dal gas.
    Per quanto riguarda il cappotto ci avevo pensato ma diventa un intervento troppo impegnativo sia dal lato pratico che economico.
    Certo potrei cercare di sfruttare il bonus 110, anche se devo ancora capire bene come muovermi.
    Per ora mi interessava capire se aveva un senso pensare ad una pompa di calore.

  7. #7
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Onestamente per le mura non saprei entrare nel dettaglio, so solo che la facciata che volge a nord è con camera d'aria.

  8. #8
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Se anche il resto delle pareti ha camera d'aria potresti pensare all'insufflaggio, intervento economico ma efficace, specialmente se lo spazio da riempire è importante.

    Comunque hai una caldaia che ha 30 anni, è lecito pensare che sia un cesso in termini di rendimenti no?
    LG Therma V Split R32 9kW + ECO COMBI1 500lt su impianto a termosifoni
    Fotovoltaico 4.76 Kwp (Vitovolt M340 + HUAWEI SUN 2000L – 4,6 KTL)

  9. #9
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Si Raffaele, la caldaia ha senz'altro dei rendimenti scadenti, è la prima cosa da sostituire.

    Quote Originariamente inviata da raffaelem Visualizza il messaggio
    Se anche il resto delle pareti ha camera d'aria potresti pensare all'insufflaggio, intervento economico ma efficace, specialmente se lo spazio da riempire è importante.

    Comunque hai una caldaia che ha 30 anni, è lecito pensare che sia un cesso in termini di rendimenti no?

  10. #10
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Sulle ibride hai sentito pareri contrastanti da chi non ce l’ha. Staccarsi dal gas ha senso quando lo si può fare, e tu per me non lo puoi fare.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  11. #11
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quindi voi come mi consigliate di procedere? Io pensavo di consultare un termotecnico per farmi fare una diagnosi energetica e valutare insieme cosa sia più conveniente fare. In ottica anche di un eventuale bonus 110

  12. #12
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    hai un sottotetto accessibile da poter isolare?

  13. #13
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lus79 Visualizza il messaggio
    Quindi voi come mi consigliate di procedere?
    Io quel che dovevo dire te l’ho detto....
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  14. #14
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Riassumendo ti è stato consigliato di:

    isolare in intercapedine se possibile, efficace e economico (rispetto al cappotto)
    isolare le dispersioni verso il tetto in qualche modo, dipende come è fatto (considera che le dispersioni verso il tetto sono importanti)

    pensare a una pdc ibrida con caldaia perche se fosse solo pdc dovrebbe essere troppo grossa, mentre la ibrida fa entrare in funzione la caldaia quando la pdc fatica.

    ps
    il metano non crea allergie...e la corrente non te la regalano

  15. #15
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lus79 Visualizza il messaggio
    Quindi voi come mi consigliate di procedere? Io pensavo di consultare un termotecnico per farmi fare una diagnosi energetica e valutare insieme cosa sia più conveniente fare. In ottica anche di un eventuale bonus 110
    Ecco, la diagnosi è un ottimo inizio.
    Azzardando un fabbisogno da casa colabrodo di 170kWh/m² dovresti avere bisogno di una PDC da 9kW, questo da non prendere come oro colato ma solo come ordine di grandezza nel caso peggiore.

    Ammesso che tu non possa intervenire sull'isolamento e considerando che comunque devi sostituire la vecchissima caldaia... io ho casa in classe G, uso PDC e ci sono altri casi qui sul forum di gente che la usa anche dalle tue parti (senza caldaia a supporto).

    @subitomauro neanche la PDC crea allergie

    PS chiedi a Sergio quanto gas consuma in un anno (per tua informazione) visto che sei orientato su una ibrida
    Ultima modifica di raffaelem; 14-09-2020 a 06:00
    LG Therma V Split R32 9kW + ECO COMBI1 500lt su impianto a termosifoni
    Fotovoltaico 4.76 Kwp (Vitovolt M340 + HUAWEI SUN 2000L – 4,6 KTL)

  16. #16
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito Fattibilità passaggio da caldaia tradizionale a pdc

    Zzo c’entra quanto consumo io.... io mica consumavo 3000 mc di gas.....

    9 kW..... maddai.... con consumi come quelli una 9 kW fa ridere.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  17. #17
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quel che consumi tu non è per l'OP ma per Mauro che cita una ibrida ovunque, anche a Lecce, e serve a fargli capire quanto incide l'intervento della caldaia (anche se avete case diverse)

    Se ti fa ridere una 9kW mi fa piacere, di questi tempi poi...
    Ma fai due moltiplicazioni con i 170kW/m² che ho ipotizzato e i dati climatici di Milano e vedi cosa viene fuori.

    questo da non prendere come oro colato ma solo come ordine di grandezza
    PS dimenticavo, se hai le palle girate evita di rispondere ad muzzum ogni volta che scrivo un post che non leggi bene
    Ultima modifica di raffaelem; 14-09-2020 a 14:04
    LG Therma V Split R32 9kW + ECO COMBI1 500lt su impianto a termosifoni
    Fotovoltaico 4.76 Kwp (Vitovolt M340 + HUAWEI SUN 2000L – 4,6 KTL)

  18. #18
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito Fattibilità passaggio da caldaia tradizionale a pdc

    Non è nemmeno ottone colato.

    Non so come fai i conti tu, io so che a me una 8 kW non basta quando fa freddo, e non ho il fabbisogno di chi ha scritto.

    Una 9 kW non gli basterà mai con 3000 mc di gas di fabbisogno.

    Anziché fare l’offeso esplicita i calcoli semmai, oppure sii cauto. Le scelte delle persone possono dipendere da quel che scrivi, e tu non sei un esperto, sei un normale utente.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  19. #19
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    ricordiamoci che
    -170kwh/mq/anno sono praticamente lo standard per abitazioni costruite dagli anni '80 ai primi anni 2000. chiaramente parlo di case con molti lati liberi, indipendenti o quasi. chiaramente un'appartamento che confina con ambienti riscaldati sopra, sotto e su due lati è un'altra cosa.
    questo fino al 2006, anno nel quale sono iniziati gli obblighi di trasmittanza delle singole strutture, prima (dal '90) bastava soddisfare un valore complessivo che supera i 170 sopra descritti. chiaramente in epoche precedenti questi valori potevano essere anche doppi (300-400kwh/mq sono facilmente raggiungibili senza isolamento in parete, tetto e senza vetrocamere e guarnizioni)
    -sergio&teresa: se tu non avessi la caldaia, evitando di abbassare la mandata di notte, la pdc ti basterebbe ugualmente. chiaramente in quei periodi dell'anno non andrebbe in modo particolarmente efficiente ma staresti al caldo, no? comunque avevi consumi di gas pari a metà rispetto a Lus79 se non sbaglio.
    -lus79 non ha senso una pdc in queste condizioni, ammesso sia possibile installarla. o isoli + pdc, o metti un'ibrida (da vedere se ha senso comunque, date le temperature di mandata che ti servono) o una caldaia nuova (che permette comunque di risparmiare un 20%).
    secondo me dipende tanto dalle possibilità che hai di isolare: sottotetto e intercapedine se disponibili costano poco da isolare, e sono da prendere seriamente in considerazione.

  20. #20
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ricordo che nel "mio" thread scrivesti (su mia richiesta) i m³ che usavi e che era una quota ridicola rispetto alla PDC. Quando mi libero magari ricerco il post.

    Lui consuma 3000m³ con una caldaia che ha 30 anni e che a quanto dice è lecito definire un cesso.

    I calcoli sono i soliti, 170kWh/m² x 120m² di abitazione fanno poco più di 20mila kWh, il resto lo sai.

    Altra strada, ipotizzando un buon 20% di risparmio con una caldaia nuova di zecca (che gli rende il 95%), scenderebbe da 3000m³ a 2400m³, che sono circa 21900kWh.

    In entrambi i casi PCI=9.6, GG 2400, tprog -2° (so che è -5° Milano ma so pure che i dati sono vecchi come il cucco)

    Nel primo caso esce una 8.35kW nel secondo 9.11kW, come ordine di grandezza mi sembra verosimile una 9kW più che una 12kW.

    Vedi se può andar bene come piombo colato.
    LG Therma V Split R32 9kW + ECO COMBI1 500lt su impianto a termosifoni
    Fotovoltaico 4.76 Kwp (Vitovolt M340 + HUAWEI SUN 2000L – 4,6 KTL)

  21. #21
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Buonasera gente,
    non era certo mia intenzione farvi litigare, comunque grazie a tutti per i consigli. Se l' isolamento è la cosa migliore in partenza cercherò di muovermi in quella direzione, magari cercando di combinare qualcosa con il bonus 110.
    Avrei bisogno anche di un chiarimento, guardando vari video su you tube sulle PDC, dove si trova chi dice una cosa e chi ne dice un' altra, mi sono imbattuto in un certo Ing. che parla di termopompe professionali. Onestamente non capisco cosa intenda, per come la vedo io ci sono pompe di calore di alta qualità ed altre di bassa qualità. Non capisco la discriminante "Termopompe professionali", qualcuno me la sa spiegare, ammesso che non sia una trovata commerciale? Tra l'altro questo Ing. sostiene anche che le pompe on-off siano addirittura meglio di quelle ad inverter. Io non ho senz'altro le conoscenze tecniche per giudicare però mi pare strano.
    Ho visto anche dei video di Soluzionigreen, loro mi sembrano più affidabili. Voi che ne pensate?

  22. #22
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da francy.1095 Visualizza il messaggio
    -sergio&teresa: se tu non avessi la caldaia, evitando di abbassare la mandata di notte, la pdc ti basterebbe ugualmente. chiaramente in quei periodi dell'anno non andrebbe in modo particolarmente efficiente ma staresti al caldo, no? comunque avevi consumi di gas pari a metà rispetto a Lus79 se non sbaglio.
    Non sbagli, ma è un'enormità, ho una casa più grande della sua e soprattutto posso lavorare con T di mandata gestibili per gran parte del tempo da una pdc. Cosa che per lus non è affatto scontata. Io ho la casa dei miei suoceri qui di fianco, consumi paragonabili ai suoi, mai e poi mai potrebbero mettere una pdc. Tenessi acceso di notte la pdc soffrirebbe comunque in quei giorni (pochi che sono ce ne sono quasi ogni inverno) in cui la mandata va tenuta almeno a 45°. Che peraltro non mi va di tenere mentre sono sotto le coperte.

    Non mi arrogo chissà quale esperienza, ma a uno che conteggia 9 kW senza manco dire A QUALE T DI MANDATA io dico che non serve nascondersi dietro il "non è oro colato*, o fai l'orefice di mestiere oppure USI CAUTELA. Se nei giorni freddi i suoi termi hanno bisogno di 60° (cosa probabilissima con quei consumi) col cavolo che ci arrivi con una 9 kW.

    Lus, sul forum quei siti vengono regolarmente commentati, non servono termopippe professionali (che poi vuol dire robe che costano un occhio della testa con la resa di qualcosa che costa un quarto o un terzo), lascia perdere il marketing e cercati un termotecnico che ti aiuti a capire come isolare al meglio. Allora si che si può parlare di pdc.
    Ultima modifica di sergio&teresa; 15-09-2020 a 00:06

Pagina 1 di 5 12345 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Caldaia tradizionale + termostufa
    Da kicco78 nel forum BIOMASSE
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 26-11-2013, 18:39
  2. Termocamino, o caldaia tradizionale?
    Da Mercuriosino nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 04-08-2013, 11:09
  3. Proposta di impianto caldaia gasolio+caldaia legna tradizionale
    Da multitrade nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 20-02-2013, 09:04
  4. caldaia a condensazione o tradizionale ?
    Da Sivota2 nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 31-01-2008, 17:21
  5. Caldaia a condensazione contro caldaia tradizionale
    Da anitos nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 23-11-2007, 20:16

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •