templari energie rinnovabili
Mi Piace! Mi Piace!:  4
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  4
Visualizzazione dei risultati da 1 a 12 su 12

Discussione: Demolizione/Ricostruzione - Progetto termotecnico

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Demolizione/Ricostruzione - Progetto termotecnico



    Ciao a tutti

    Dopo demolizione è in corso la ricostruzione di una casa di campagna zona climatica E prov. di BO.
    Ora stanno posando il coperto in legno (+ lana roccia, areato, guaina, coppi).

    Totale 125 mq circa calpestabili divisi su p.t e 1p... struttura in cemento armato con muri in poroton da 30cm e cappotto da 15cm.
    Vespaio areato con igloo al p.t e nel solaio che separa dal 1p.

    Prevista pdc aria-acqua per acs, riscaldamento a pavimento e raffrescamento con ventilconvettori a parete + vmc (mi pare senza batteria x deumidifica).
    Previsto impianto fotovoltaico da 4,5/5kw, niente accumulo e niente pannello solare termico.
    Infissi pvc ancora da definire ma quelli che sto valutando mediamente hanno una trasmittanza Uw tra 1,1 e 1,3
    Previsti nei due bagni il termo arredo solo acqua... lavatrice, asciugatrice e cucina a induzione (non so ancora marche e modelli)
    Siamo in 2 persone + bimba in arrivo... normalmente da lun/ven siamo fuori dalla mattina fino alle 17
    Visto che la casa è stata acquistata e poi subito demolita non ho dati sui consumi in quell'abitazione in precedenza.

    APPARECCHI PROPOSTI (se serve posso allegare schemi termo tecnico):
    • PDC: Clivet Sphera Evo 4.1 (allego scheda tecnica), unità esterna + interna con serbatoio acs 250lt + kit accumulo inerziale 40lt.

    Nel serbatoio prevista resistenza integrativa x risc. da 2kw (penso servano in caso di guasto pdc per riuscire comunque a scaldare acqua?).
    • VENTILCONVETTORI (5 o 6): Sabiana Carisma Fly CVP-ECM-T-3-V
    • PANNELLI PAVIMENTO: Loex Home X17
    • VMC: Zehnder Comfo Air Q


    Primo dubbio
    Sono ignorante in materia quindi magari mi sono già risposto... ma non avevo mai sentito ne clivet ne sabiana.
    Quindi rimango un pò dubbioso sulla relativa bontà dei prodotti, affidabilità, assistenza in caso di problemi, parti di ricambio, ecc.

    Secondo dubbio
    il termotecnico dice che mi dovrebbero bastare 6kw monofase.
    Ovviamente dipenderà dalle varie abitudini, cercando di organizzarci per sfruttare il fotovoltaico.
    Poi immagino che quando la pdc sarà tirata, più induzione al lavoro... magari se attacco anche la lavatrice mi salta la corrente... corretto?
    Se sì, penso (e soprattutto spero) anche visti gli ultimi inverni, che siano pochi giorni all'anno in cui la pdc sia in difficoltà e si metta ad assorbire tantissimo...

    Invece, un'impiantista che mi ha fatto il preventivo sulla base dei progetti del termotecnico, asserisce che ci vorrebbe una trifase con almeno 10-12kw per stare tranquilli e aumentare di conseguenza il fv.
    A parte i costi immagino superiori della trifase, dovrei cambiare pdc perchè quella mi pare non la facciano... senza contare aumento costi anche per il fv...
    Se avesse ragione e facessi comunque mono 6kw poi sarei "bloccato" e non potrei avere più kv dal gestore elettrico...
    se avesse torto vado a spendere penso di più in corrente e sicuramente in impianti per nulla... e non so se mai ammortizzerò la spesa.

    Terzo dubbio
    Sui termo arredi solo acqua, leggendo in giro sembra che con sistemi a basse temp è come non averli, non mi scaldano i teli e li sentirei al tatto quasi freddi, è vero?
    E se facessi mettere in aggiunta la resistenza elettrica non so poi x i consumi, vedi secondo dubbio.

    Quarto dubbio
    Se volete vi allego qualche schema del termotecnico ma intanto pensate che possa essere una proposta di impianti sensata ed equilibrata?

    Grazie per l'aiuto e scusate il papiro
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  2. #2
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da fedetarab Visualizza il messaggio

    ... struttura in cemento armato con muri in poroton da 30cm e cappotto da 15cm.
    ...
    il termotecnico dice che mi dovrebbero bastare 6kw monofase.

    Invece, un'impiantista che mi ha fatto il preventivo sulla base dei progetti del termotecnico, asserisce che ci vorrebbe una trifase con almeno 10-12kw per stare tranquilli e aumentare di conseguenza il fv.
    All'impiantista che suggerisce una 12 kW trifase "per stare tranquilli" in una casa nuova come l'hai descritta è un truffatore o un incompetente totale... ti suggerisco di ascoltare il termotecnico e di non far mettere nemmeno un rubinetto ad un impiantista cosi.



    F.
    Ultima modifica di fcattaneo; 19-10-2020 a 05:53
    Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
    Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

  3. #3
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    @fedetarab
    dato che dal lun al ven non ci siete di giorno, nel WE andranno +o- contemporaneamente pdc+induzione+lavatrice+lavastoviglie+asciugatrice +phon+forno+ferro da stiro+idromassaggio+resistenza della pdc se serve+utenze-elettriche-varie
    per non esagerare non ho messo: saldatrice hobbistica, produzione birra hobbistica, sverniciatori, bruciaerba, tagliaerba, treadmill, ricarica auto elettrica...

    direi che devi far fare i turni ai tuoi utilizzatori elettrici...

  4. #4
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Intanto vi ringrazio per le risposte.
    Forse non avevo specificato bene, quando nel secondo dubbio parlo di 6kw monofase o 12kw trifase intendo come "contatore" del gestore elettrico.
    Il termotecnico sostiene che mi bastino 6kw per tutti gli impianti che ci sono mentre l'impiantista dice che ne servirebbero 10-12 di conseguenza per forza trifase.

    Rispondendo a subitomauro, lavastoviglie le possiamo programmare di giorno, già lo facciamo ora 2 o 3 volte la settimana... lavatrice possiamo programmarla che parta durante la settimana verso le 16...
    asciugatrice, induzione, forno, phon, quelli sì ok sera e week end... stirare non stiriamo e l'hobbistica varia (su cui comunque sono una capra) al massimo mi attacco nel capannone affianco di mio padre

    Da quello che ho capito questo tipo di impianti deve lavorare praticamente sempre, immagino se la casa è coibentata bene lavorerà quasi sempre "al minimo"??
    Mediamente quanto consumerà una pompa del genere... penso che nella maggior parte delle situazioni non dovrei avere problemi a fare una lavatrice e cuocermi un piatto di pasta senza far saltare la luce con 6kw di contatore?
    Poi immagino ci saranno alcuni momenti più freddi dell'anno in cui la pompa lavorerà di più e allora magari sarò più tirato con il resto degli apparati elettrici...
    sono tutte supposizioni da ignorante in materia eh

    ho allegato il depliant della macchina, pensate possa essere una cosa valida?
    parti di ricambio e assistenza dovrebbero essere facilmente reperibili?
    leggo che si possono impostare 2 set point diversi, può essere che con uno riesco ad avere t più alta nei termoarredo?
    oppure è meglio usare i due set point per altri scopi?
    questa macchina si interfaccia in qualche modo al fv oppure ognuno si gestisce per i fatti propri?

    allego anche lo schema dell'impianto (dove manca la parte fv), pensate sia stato fatto correttamente?
    Non capisco come mai in questo schema metta potenza elettrica assorbita della pdc a 3,8kw mentre nell'allegato del primo post i valori sono praticamente la metà.
    Forse questo è il picco massimo? forse è vedendo questo che l'impiantista ha pensato ci volessero almeno 10-12kw di contatore?
    oppure mediamente questa pdc consuma assorbe 3,8 kw

    scusate le mille domande ma la spesa tra tutta la casa è tanta, così come la paura che il risultato finale non sia soddisfacente
    Immagini Allegate Immagini Allegate
    File Allegati File Allegati

  5. #5
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    scusate, riuscite a dare qualche altra risposta ai miei mille dubbi?
    grazie

  6. #6
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da fedetarab Visualizza il messaggio

    Rispondendo a subitomauro, lavastoviglie le possiamo programmare di giorno, già lo facciamo ora 2 o 3 volte la settimana...
    in questo periodo di emergenza per me, siamo positivi al covid sia io che mia moglie, la lavastoviglie va due volte al giorno con il ciclo max a 70g e la lavatrice va una volta al giorno con ciclo a 90g...
    certo è una emergenza...

    comunque tutti quelli che qui hanno pdc e cottura a induzione hanno contatore da 6kW e vivono sereni

  7. #7
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    esatto come dici tu è un'emergenza, che può succedere certo ma si spera duri poco.
    in bocca al lupo di pronta guarigione!

  8. #8
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da fedetarab Visualizza il messaggio
    scusate, riuscite a dare qualche altra risposta ai miei mille dubbi?
    grazie
    Io ho il 5kW e mi basta; ( siamo in 4 con PDC, asciugatrice e anche 1 auto elettrica ).

    I contratti garantiscono il 10% in più sempre e il 25% in più per 3 minuti.... di conseguenza un 5 kW è in realtà un 5.5 che arriva a 6.2 x qualche minuto .

    Con un 6 kW monofase ci starai dentro molto largo.

    F.
    Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
    Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

  9. #9
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    quando riesco leggo più discussioni possibile anche se più leggo e più sono indeciso
    ho visto in un altro topic che subitomauro ha postato questo link con un elenco di oltre 900 pdc.
    possibile che non ci sia neanche una clivet? non dico il modello che mi hanno proposto ma neanche una proprio!
    va bene che con gas R32 ce ne sono poche... ma è proprio così poco considerata?

    Produktsuche

  10. #10
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ho lo letto in altri topic che con le pdc per ridurre al minimo gli on/off, oltre che cercare di dimensionare correttamente il tutto in fase di progettazione, viene consigliato di regolare la temperatura dell'acqua in mandata in base a quelle rilevate dalla sonda climatica esterna, giusto?
    e per cercare di far lavorare sempre la macchina anche al minimo, impostare su tutti i termostati ambiente una temperatura molto più alta di quella che ipoteticamente vorremmo (ad es. oltre i 25°), corretto?
    in modo da avere in ambiente la temperatura più confortevole possibile, con la temp dell'acqua più bassa e costante possibile...

    Ma allora mi chiedo, perchè ad es. il termotecnico mi ha messo nel progetto 5 termostati?
    2 al p.t (cucina/soggiorno e locale tecnico/lavanderia) e 3 al 1p (nelle 3 camere da letto).
    se tanto li devo "aggirare" in quel modo, non potrebbe bastare 1 al piano terra zona giorno e 1 al 1p zona notte?

    Però così facendo vado a uniformare la temperatura per tutti no?
    Se in una stanza volessi 20°, in una 21° e nell'altra 19° ? esempio eh..

    in quali casi può essere utile avere un termostato per ogni ambiente?

  11. #11
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    mi sono fatto mandare la relazione dal termotecnico...
    qualcuno mi può dare una spiegazione semplificata (per quanto possibile) per interpretare questi dati, in particolare la parte delle prestazioni termiche?
    e se rapportato all'impianto e schemi sopra riportati, pensate sia tutto equilibrato o se fareste qualcosa di diverso?


    zona climatica E gradi giorno 2210
    temp minima invernale aria esterna -5°, temp massima estiva aria esterna 33° (non è un pò poco?)
    superficie utile energetica dell'edificio 125mq (divisa a metà su due piani)
    coefficiente globale di scambio termico [W/m2K] 0,27

    prestazione termica utile per la climatiz invernale EPH 34,73 kWh/m2
    prestazione termica utile per la climatiz estiva EPC 9,35 kWh/m2

    prestazione energetica globale dell’edificio (Energia primaria)
    per riscaldamento EPH 42,54 kWh/m2
    per acqua sanitaria EPW 22,20 kWh/m2
    per raffrescamento EPC 5,93 kWh/m2
    per ventilazione EPV 3,54 kWh/m2
    Valore di progetto EPgl,tot 74,21 kWh/m2

    ci sono altri valori importanti che ho dimenticato?
    grazie

  12. #12
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    riuscite per favore a dirmi la vostra, perlomeno sugli ultimi due miei post?
    sabato dovrei vedere un altro impiantista per altro preventivo, così potrei avere le idee un pò più chiare...
    grazie

Discussioni simili

  1. Ristrutturazione con demolizione e ricostruzione in veneto. Quale impianto di riscaldamento?
    Da FABIO5 nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 31-07-2019, 14:10
  2. detrazioni per demolizione e ricostruzione
    Da hazzard77 nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 63
    Ultimo messaggio: 22-02-2018, 19:15
  3. Progetto Termotecnico con PDC - Consigli
    Da tosodj nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 53
    Ultimo messaggio: 31-10-2017, 10:09
  4. E se il termotecnico stende il progetto senza interpellarmi?
    Da luke74 nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 11-10-2011, 08:43
  5. Ristrutturazione con demolizione e ricostruzione
    Da fazer75 nel forum LEGGI e FINANZIAMENTI FER
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 17-12-2007, 20:46

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •