templari energie rinnovabili
Mi Piace! Mi Piace!:  20
NON mi piace! NON mi piace!:  1
Grazie! Grazie!:  14
Pagina 2 di 53 primaprima 123456789101112131415162252 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 23 a 44 su 1150

Discussione: Scaldabagno con pompa di calore

  1. #23
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    Economica e di marca scadente non c'e' , le fa' quasi tutte la Behr e quando ho messo il prezzo ebay e' Behr , quella che monta la termostatica del circuito di raffreddamento in quasi tutte le auto.... quindi.....

  2. #24
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    La mia situazione, non appena mi trasferisco a casa nuova, sarà la seguente: lavastoviglie collegata al rubinetto acqua calda, lavatrice a doppio attacco acqua calda e fredda, scaldabagno nuos evo split. A monte il nuos riceve acqua già stemperata da un pannello solare a circolazione naturale.
    Per il nuos pensavo di regolarmi cosi: P1 ore 06:00-45°C per le docce del mattino, P2 ore 18:00-50/55°C per lavatrice e lavastoviglie dopo le 19:00 (tariffa minore dell'energia). In pratica lo vorrei far funzionare di più nelle ore più calde della giornata, cercando di mantenere le mie abitudini quotidiane, cioè la doccia al mattino (altrimenti chi si sveglia?). Consigli?

  3. #25
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    @ganto: se non hai il FV direi che è la soluzione migliore, ovviamente settando la nuos sul solo funzionamento in PDC. Chiaramente saprai che le ore più fredde in assoluto della giornata vanno dalle 2-3 di notte alle 6 del mattino, ma le buone abitudini docciaiole del mattino sono un toccasana intoccabile per cominciare bene la giornata, quindi ubi maior... minor cessat! Ciao.
    FV 5,76 Kwp.Auto elettrica:Nissan Leaf 24 Kw.Acs:boiler PDC 300L,Cordivari,con solare termico a CF con 5 mq di pannelli piani,tilt:61,8°.Riscaldamento:8 pdc aria/aria di cui 6 inverter con COP fra 3,6 e 5,25, integrati da un termocamino Vulcano.Piano a induzione.1 auto a metano.Asciugatrice a PDC inverter.Vetrocamera Saint Gobain selettivi/basso-emissivi 4/12/4 con Argon

  4. #26
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Lucky ha centrato i problemi: niente FV (appartamento) e risveglio lento. La speranza è quella di avere l'accumulo non troppo freddo al mattino, in modo che la PDC non lavori troppo nelle condizioni più severe. In sostanza:
    - nelle ore calde scaldo di più l'accumulo, sfruttando il miglior COP dovuto alla maggiore T esterna;
    - al mattino spero di avere l'accumulo non troppo freddo in modo da far funzionare per poco tempo la PDC;
    - se la PDC funzionerà poco, magari non deve sbrinare e non interviene, o più realisticamente, interverrà poco la resistenza nelle mattine più fredde ed umide;
    - al mattino chiedo acqua meno calda, recuperando anche quì qualcosa in termini di COP;
    - il terrazzo dove installerò il nuos è esposto esattamente a sud;
    - Roma non fa la stupida "stamattina"....... :-)

  5. #27
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ho sperimentato con poco successo il metodo "Ganto" per le pdc aria-aria, in quanto riscaldando le camere di giorno (con miglior rendimento e a gratis col FV) dopo poche ore erano già fredde, ma naturalmente la dispersione è enorme, mentre per il boiler è minima.
    Occhio al vento nel terrazzo: si raffredda enormemente prima.
    Impianto: 18.80kw n.80 Schüco 235w - n.2 SMA Sunny Tripower 8000TL -Azimuth +29°/-151° Tilt 9° in funzione dal 23-08-2012 l mio impianto su rendimento-solare.eu
    In casa: stufa a legna autoprodotta + impianto tradizionale + n.2 pdc aria-aria Airwell 7000BTU classe A - misuratore di potenze istantanee Wattson Solar Plus - ACS: pdc aria-acqua Ariston Nuos Evo 110

  6. #28
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ragazzi, il regao di Natale è arrivato, il nuos funziona e anche bene. Appena installato con Testerna di 12 gradi e Tacqua di 15 gradi, ci ha messo 3 ore e 20 minuti a portare l'acqua a 55 gradi. Niente male, direi. L'assorbimento è passato da 350W all'inizio a 700W poco prima di spegnersi. Per ora ho impostato P1 alle 6 del mattino con T=45 gradi e P2 alle 17 con T=55 gradi.
    Vi farò sapere.
    Salutoni e buon anno

  7. #29
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie di questa prima recensione Ganto!!! Interessante il fatto che il consumo non è costante, ma anzi parte da 350 W per crescere con l'aumentare della temperatura dell'acqua. Mi chiedo due cose: la prima, se con temperature esterne di 6-7 gradi i consumi istantanei aumenteranno ancora e se fin dall'inizio, la seconda è quanti Kwh complessivi richiede per portare 110 litri d'acqua da 15 a 55 gradi? Facendo un calcolo a spanne dovrebbero essere circa 1,8 Kwh. Sarei curioso di fare un confronto con uno scaldabagno da 110 litri con resistenza. Comunque possiamo concludere che il nuos fa il suo dovere: circa 500 W di consumo medio per portare l'acqua a 55 gradi in poco più di tre ore. Dobbiamo ancora vedere però come si comporta il nuos quando la t esterna scende sotto i 7 gradi o addirittura sotto gli zero gradi. Grazie ancora Ganto! Ora attendiamo la recensione di stratos sul modello monoblocco!
    FV 5,76 Kwp.Auto elettrica:Nissan Leaf 24 Kw.Acs:boiler PDC 300L,Cordivari,con solare termico a CF con 5 mq di pannelli piani,tilt:61,8°.Riscaldamento:8 pdc aria/aria di cui 6 inverter con COP fra 3,6 e 5,25, integrati da un termocamino Vulcano.Piano a induzione.1 auto a metano.Asciugatrice a PDC inverter.Vetrocamera Saint Gobain selettivi/basso-emissivi 4/12/4 con Argon

  8. #30
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Qualche altra impressione: impostando P1 a 45° alle 6 del mattino e P2 a 55°C alle 17, se si consuma poca acqua calda la sera praticamente al mattino non si accende, mentre i giorni in cui si rimane a casa (es. sabato e domenica), giorni in cui si fanno le lavatrici (io ho la lavatrice a doppio attacco, la lavastoviglie non la considero, perchè anche se l'ho attaccata all'acs, consuma si e no 10 litri a lavaggio), sarebbe comodo avere l'acqua più calda durante la mattina. ERGO, ho pensato di spostare P1 alle 11 o alle 12 con T=55°C, tanto funziona di giorno con T esterna più alta che di notte. Tutto questo mantenendo P2 con T=55°C alle 17.
    Il 31 e l'1 sono rimasto a casa e l'ho usato "in manuale", cioè ho messo su GREEN con T=55°C dalle 9 del mattino e alle 11 avevo già 55°C. Poi l'ho rimesso sulla programmazione precedente; mi piacerebbe, però, trovare una programmazione che salvi capra e cavoli in modo automatico.
    Mi dispiace che l'Ariston non abbia messo un semplice temporizzatore che funzioni così: parti dalle xx:xx alle yy:yy e raggiungi tale temperatura. In questo modo si potrebbe far accendere alle 10 e spegnere alle 17 (ore calde del giorno).
    Vedremo, saluti e tanti auguri di buon anno a tutti

  9. #31
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    In effetti hai ragione, un semplice programma timer in aggiunta agli altri non sarebbe costato nulla, ma tant'è... Comunque mi viene da pensare che con l'impostazione per le 11 e poi per le 17 dovresti riuscire ad ottenere un risultato molto vicino a quello voluto, con il vantaggio di avere per certo l'acqua a 55 gradi. Aggiungo che per chi ha il FV questo significa Acs gratis tutto l'anno dato che il mio 5,76 Kwp almeno 4-500W dalle 9 alle 15 le produce sempre, eccezion fatta per giornate grigio fumo prossimo al nero... Grazie del tuo contributo Ganto, magari facessero tutti come te che dopo aver preso ed avuto consigli sul forum restituissero una piccola parte con la loro esperienza personale. Ciao P.S.: stratospheric... stiamo aspettando il tuo contributo quando puoi... È che io sono impaziente in quanto a me interessa il modello monoblocco...! Perdona l'impazienza...!
    FV 5,76 Kwp.Auto elettrica:Nissan Leaf 24 Kw.Acs:boiler PDC 300L,Cordivari,con solare termico a CF con 5 mq di pannelli piani,tilt:61,8°.Riscaldamento:8 pdc aria/aria di cui 6 inverter con COP fra 3,6 e 5,25, integrati da un termocamino Vulcano.Piano a induzione.1 auto a metano.Asciugatrice a PDC inverter.Vetrocamera Saint Gobain selettivi/basso-emissivi 4/12/4 con Argon

  10. #32
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, scusate x l'attesa, volevo completare la canalizzazione per fornire dati più precisi, il mio fornitore di tubi riapre il 7!! In serata prometto comunque un'accurata recensione, oggi tempo permettendo mi aspetta un'impegnativa potatura di alberi di 20metri che fanno ombra al FV!!
    Impianto: 18.80kw n.80 Schüco 235w - n.2 SMA Sunny Tripower 8000TL -Azimuth +29°/-151° Tilt 9° in funzione dal 23-08-2012 l mio impianto su rendimento-solare.eu
    In casa: stufa a legna autoprodotta + impianto tradizionale + n.2 pdc aria-aria Airwell 7000BTU classe A - misuratore di potenze istantanee Wattson Solar Plus - ACS: pdc aria-acqua Ariston Nuos Evo 110

  11. #33
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Attendiamo con trepidazione! Intanto buon lavoro!
    FV 5,76 Kwp.Auto elettrica:Nissan Leaf 24 Kw.Acs:boiler PDC 300L,Cordivari,con solare termico a CF con 5 mq di pannelli piani,tilt:61,8°.Riscaldamento:8 pdc aria/aria di cui 6 inverter con COP fra 3,6 e 5,25, integrati da un termocamino Vulcano.Piano a induzione.1 auto a metano.Asciugatrice a PDC inverter.Vetrocamera Saint Gobain selettivi/basso-emissivi 4/12/4 con Argon

  12. #34
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Purtroppo oggi non sono riuscito a fare un test valido, in quanto mi ero dimenticato di dire a mia madre di non usare l'acqua calda per lavare i piatti, quindi il riscaldamento da 10 a 55°C si è prolungato oltre il previsto. C'è un parametro impostabile di massimo funzionamento giornaliero, quindi si è fermata a 45°C, dopodichè ho fatto la doccia e la temperatura del boiler è calata di un solo grado, ma c'è la caldaia gas attiva!
    Insomma, è un po' incasinato e rimando a dati più precisi ulteriori test. Temperatura aria iniziale: 7°C al mattino. Comunque mi è parsa più lenta del previsto a riscaldare, ma ripeto ancora non ho completato la canalizzazione. Se Lucky hai bisogno puoi contattarmi in privato. A presto anche foto del collegamento. Ciao.
    Impianto: 18.80kw n.80 Schüco 235w - n.2 SMA Sunny Tripower 8000TL -Azimuth +29°/-151° Tilt 9° in funzione dal 23-08-2012 l mio impianto su rendimento-solare.eu
    In casa: stufa a legna autoprodotta + impianto tradizionale + n.2 pdc aria-aria Airwell 7000BTU classe A - misuratore di potenze istantanee Wattson Solar Plus - ACS: pdc aria-acqua Ariston Nuos Evo 110

  13. #35
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Attualmente non va bene. Non riesce a raggiungere la temperatura impostata in pompa di calore! Nelle istruzioni c'è scritto che devono passare 8 giorni da: prima accensione, cambiamento del parametro time W, mancanza di alimentazione. In ogni caso oggi completo la canalizzazione in modo da evacuare l'aria fredda.
    Impianto: 18.80kw n.80 Schüco 235w - n.2 SMA Sunny Tripower 8000TL -Azimuth +29°/-151° Tilt 9° in funzione dal 23-08-2012 l mio impianto su rendimento-solare.eu
    In casa: stufa a legna autoprodotta + impianto tradizionale + n.2 pdc aria-aria Airwell 7000BTU classe A - misuratore di potenze istantanee Wattson Solar Plus - ACS: pdc aria-acqua Ariston Nuos Evo 110

  14. #36
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho notato che impostando P1 con T=45°C alle 06:00 e P2=55°C alle 17:00, praticamente la mattina non si accende, ma dopo le docce quasi non rimane acqua calda. Se c'è bisogno di fare una lavatrice o una lavastoviglie (che sono attaccate all'acs) siamo in difficoltà. Ho modificato l'impostazione portando P1 a T=55°C alle 09:30. In questo modo la pdc dovrebbe accendersi tra le 07:30 e le 08:00 fino alle 09:30, orari in cui il sole già illumina il terrazzo (quando è bel tempo) cominciando ad aumentare la temperatura ambientale e quindi il rendimento della macchina. Quando è brutto tempo a Roma, di solito abbiamo venti meridionali che aumentando le temperature minime, compensano ampiamente la mancanza di sole dovuta alla nuvolosità. In questo modo a casa avremmo la possibilità di avviare i servizi anche durante la mattinata.
    Si va avanti per prove, tuttavia continuo a rimpiangere un semplice timer nella centralina (sigh, sob)!
    Appartamento di 100 mq, pentasplit Diakin, Ariston Nuos Evo Split 100 litri, pannello solare a circolazione naturale sul tetto condominiale, piano a induzione e forno elettrico in cucina. Lavatrice a doppio attacco, lavastoviglie collegata all'acs. Multimetro digitale ABB trifase montato su impianto monofase con la prima linea dedicate alla pdc, la seconda alla cucina e la terza a prese e luci insieme. Gas? No grazie.

  15. #37
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Buonasera a tutti,
    sto leggendo con estremo interesse gli interventi di questa discussione.
    Attualmente ho un impianto di riscaldamento centralizzato condominiale a gas e la produzione di ACS con boiler elettrico. Essendo al piano terra ritengo che sia impossibile pensare a soluzioni basate su FV e a forme di produzione di ACS su solare.
    Ho fissato un appuntamento con l'installatore per la prossima settimana per avere un preventivo per l'installazione di un Ariston Nuos Evo split 110. Ho letto gli interventi di Ganto e Stratospheric con estremo interesse ed avrei alcuni quesiti:
    La componente split la dovrei montare esternamente in una posizione molto prossima ad una camera da letto e volevo chiedere quale potesse essere l'inquinamento acustico generato dalla parte esterna. Finchè siamo d'inverno penso che non ci siano problemi, ma penso anche alle ore notturne d'estate, in cui la componente split potrebbe dare fastidio anche ai vicini.
    Mi sapete dare delle vostre impressioni su questo aspetto?

    A puro titolo di comparazione, se non erro, non ho trovato prodotti simili all'Ariston con una componente split e da poter installare come uno scaldabagno elettrico a parete. Tutti gli altri prodotti precedentemente citati o prevedono un'installazione a pavimento (cosa per me impossibile, l'installazione è nel bagno) oppure in locali dedicati.... Qualcuno mi sa citare qualche prodotto comparabile in termini di installazione all'Ariston Nuos Evo Split?

    Infine su Roma, vi siete affidati all'installatore consigliato da Ariston oppure avete individuato altro installatore di fiducia?

    Grazie
    Ultima modifica di trevor; 05-01-2013 a 00:23 Motivo: rettificato tipologia di impianto

  16. #38
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Trevor, il rumore della pompa di calore (pdc) è molto ridotto, paragonabile a quello di un frigorifero. E' veramente molto silenzioso. Per l'installazione, credo che la lunghezza massima della connessione tra la pdc e il boiler è di 8 metri, quindi hai un po di margine per posizionare i due elementi.
    L'alimentazione dell'apparecchio la devi dare da sotto il boiler e non alla macchina esterna, come si fa di solito con i condizionatori, il che vuol dire lo colleghi alla presa dalla quale alimenti l'attuale scaldabagno. L'apparecchio viene fornito di presa shuko (si scrive così?).
    Infine l'installatore: personalmente non ho scelto un installatore consigliato dal sito della Ariston, ho comprato il pacchetto Nuos + pentasplit da una ditta di Roma, che per la cronaca è a Montesacro, facendo tutto il necessario per accedere all'incentivo del 55% per riqualificazione energetica di casa. Anche tu puoi farlo entro giugno di quest'anno.
    Tanti auguri per la befana a tutti
    Appartamento di 100 mq, pentasplit Diakin, Ariston Nuos Evo Split 100 litri, pannello solare a circolazione naturale sul tetto condominiale, piano a induzione e forno elettrico in cucina. Lavatrice a doppio attacco, lavastoviglie collegata all'acs. Multimetro digitale ABB trifase montato su impianto monofase con la prima linea dedicate alla pdc, la seconda alla cucina e la terza a prese e luci insieme. Gas? No grazie.

  17. #39
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao ganto! Ci posteresti qualche foto del tuo impianto? M hai fatto nascere un'indecisione fra boiler con PDC integrata e boiler con PDC split. Ciao e grazie
    FV 5,76 Kwp.Auto elettrica:Nissan Leaf 24 Kw.Acs:boiler PDC 300L,Cordivari,con solare termico a CF con 5 mq di pannelli piani,tilt:61,8°.Riscaldamento:8 pdc aria/aria di cui 6 inverter con COP fra 3,6 e 5,25, integrati da un termocamino Vulcano.Piano a induzione.1 auto a metano.Asciugatrice a PDC inverter.Vetrocamera Saint Gobain selettivi/basso-emissivi 4/12/4 con Argon

  18. #40
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Ganto Visualizza il messaggio
    ****
    Grazie Ganto,
    ti ho risposto in privato per chiederti ulteriori informazioni sull'installatore.

    Buona Epifania a tutti!
    Ultima modifica di gymania; 08-01-2013 a 17:02

  19. #41
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ragazzi,
    vi posto le foto dell'installazione del mio Nuos Evo split. Come vedete, l'ho fatto installare nella nicchia della caldaia a gas, collegandolo con un gruppo di sicurezza della caleffi, tenuto su provvisoriamente da un pezzo di polistirolo che ora non c'è più, e con una pompa di ricircolo dell'acqua calda sanitaria.
    Normalmente la porta di alluminio è chiusa e devo dire che la macchina non ne soffre, perchè l'aerazione è più che sufficiente.
    Per la cronaca, poichè per due volte ho trovato la resistenza accesa perchè la pompa di calore non ce l'avrebbe fatta a raggiungere la temperatura impostata all'orario prestabilito, per ora ho messo su GREEN 24 ore su 24. Ora si accende quando vuole, tanto è talmente silenzioso che pure di notte dentro casa non si sente. Per ora vado così.
    Tanti saluti a tutti e buon rientro (sigh, sob, le vacanze sono già finite.....)
    24122012434.jpg24122012435.jpg24122012436.jpg24122012437.jpg
    Appartamento di 100 mq, pentasplit Diakin, Ariston Nuos Evo Split 100 litri, pannello solare a circolazione naturale sul tetto condominiale, piano a induzione e forno elettrico in cucina. Lavatrice a doppio attacco, lavastoviglie collegata all'acs. Multimetro digitale ABB trifase montato su impianto monofase con la prima linea dedicate alla pdc, la seconda alla cucina e la terza a prese e luci insieme. Gas? No grazie.

  20. #42
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie Ganto! Ottime foto! Però!!! Installazione al mm! È stato davvero bravo chi te l'ha realizzata. Due dubbi: mi viene da pensare che il ricambio d'aria a porte chiuse sia reso molto più faticoso per l'unità esterna che quindi si trovi a sforzare molto di più rispetto ad una situazione ideale. Hai pensato che si potrebbe creare una canalizzazione diretta fra il perimetro circolare della ventola e l'esterno? Isolando così in parte l'ambiente interno? Questo anche perché la temperatura all'interno comunque tende a saturarsi dopo un po' e questo spiegherebbe sia il fatto che attacca la resistenza, cosa che dovrebbe avvenire solo se tu ti trovassi in presenza di zero gradi ambiente o meno, sia la difficoltà a portare a temperatura l'acqua nel momento in cui tu l'hai programmata a causa di una dispersione anomala da parte del boiler che man mano che scalda si ritrova con una temperatura esterna sempre più saturata verso il basso. La riprova sta nel fatto che se tu non hai avuto temperature esterne prossime a zero nelle ore di funzionamento della macchina, la resistenza non avrebbe dovuto attaccare mai e poi mai in quanto la centralina della macchina sa che con t interna di 30 gradi e t esterna di 7 impiegherà 4 ore ad esempio per portare l'acqua a 50 gradi in sola PDC, per cui attacca e lo fa, poi magari per variabili esterne naturali ci impiegherà 1/2 ora in più o in meno, ma quello è. Se questo non avviene probabilmente è perché le condizioni in cui la macchina si trova a lavorare sono falsate in peggio rispetto a quelle di progettazione. Ecco perché ti suggerivo un bel canalone che espella l'aria in modo diretto all'esterno oppure meglio ancora lascia la porta aperta in inverno e mezze stagioni e vedi cosa succede, questa mi pare la prova più semplice da fare. Considera che Se quanto ho ipotizzato fosse anche in parte vero, anche in sola funzione green ti ritroveresti o che non riesce mai a portare l'acqua alla temperatura da te prefissata o che non staccherebbe quasi più, altro che 4-5 ore. Facci sapere. Ciao
    FV 5,76 Kwp.Auto elettrica:Nissan Leaf 24 Kw.Acs:boiler PDC 300L,Cordivari,con solare termico a CF con 5 mq di pannelli piani,tilt:61,8°.Riscaldamento:8 pdc aria/aria di cui 6 inverter con COP fra 3,6 e 5,25, integrati da un termocamino Vulcano.Piano a induzione.1 auto a metano.Asciugatrice a PDC inverter.Vetrocamera Saint Gobain selettivi/basso-emissivi 4/12/4 con Argon

  21. #43
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    L'installazione all'esterno chiusa dalla porta a persiana era necessaria, perchè non avrei avuto altro posto dove mettere il nuos. Detto questo, è vero, in effetti si crea un ricircolo d'aria che porta l'interno dello sgabuzzino a saturare verso il basso. Mi aiuta il fatto che la circolazione d'aria all'esterno della porta a persiana è buona, il terrazzo è esposto esattamente a sud e poi sono a Roma ovest, zona con clima piuttosto mite.
    L'ultima programmazione era P1 T=55°C 09:30, P2 T=55°C 17:00. Ieri, domenica, è successo che al mattino dopo le docce fatte prima delle 09:30 la macchina non ce l'avrebbe fatta a riportare T=55°C entro le 09:30 e quindi si è accesa anche la resistenza; ieri pomeriggio prima delle 17 lavatrice, che vi ricordo è attaccata all'acqua calda, ed è successo lo stesso.
    A questo punto, per evitare di far attaccare la resistenza l'ho messo su GREEN e quando c'è un calo di temperatura non irrilevante (lavatrice, lavastoviglie o doccia), si accende la pdc e recupera solo quei pochi gradi che mancano a 55. Ciò che spero è che in quell'oretta o due di funzionamento non debba sbrinare, anche se si deve accendere quando fa freddo.
    Si va avanti per prove, sperem
    P.S: Andando OT, ho controllato i consumi di tutti gli elettrodomestici di casa attraverso il contatore ACEA: credo di essere su un consumo giornaliero che va da 20 a 25 kWh. Il merito va al fatto che per ora siamo solo in 2, la casa mi sembra ben coibentata e le pdc e gli elettrodomestici che ho comprato sono tutti a basso consumo
    Appartamento di 100 mq, pentasplit Diakin, Ariston Nuos Evo Split 100 litri, pannello solare a circolazione naturale sul tetto condominiale, piano a induzione e forno elettrico in cucina. Lavatrice a doppio attacco, lavastoviglie collegata all'acs. Multimetro digitale ABB trifase montato su impianto monofase con la prima linea dedicate alla pdc, la seconda alla cucina e la terza a prese e luci insieme. Gas? No grazie.

  22. #44
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Anch'io ho messo su green. I consumi rilevati del monoblocco sono sotto i 250w. Forse conviene impostare il funzionamento della pdc fino a una temperatura inferiore ai 55°, e il resto con la resistenza, almeno in inverno. Dai miei test i tempi di riscaldamento sono maggiori rispetto a quelli indicati, infatti lo scaldacqua lavora quasi sempre, però ho notato che incide moltissimo il raffreddamento del boiler dovuto all'aprire il rubinetto dell'acqua calda, ad esempio anche solo per lavare i piatti. E' da verificare meglio questa cosa.
    Allego immagini della semplice canalizzazione (tubo alluminio estensibile da 13cm) (occhio, mi sono preso un bel mal di gola in quanto la stanza diventa una cella frigorifera!) e del collegamento con la valvola termostatica (gialla) (con la caldaia a gas disattivata).
    canalizz.jpgcolleg.jpg

    Test valvola termostatica Caleffi (per impianti solari)

    T° acqua fredda 10°C
    T° acqua calda 47°C
    impostata a 3 --> 38,5°C
    impostata a 4 --> 43,5°C
    Impianto: 18.80kw n.80 Schüco 235w - n.2 SMA Sunny Tripower 8000TL -Azimuth +29°/-151° Tilt 9° in funzione dal 23-08-2012 l mio impianto su rendimento-solare.eu
    In casa: stufa a legna autoprodotta + impianto tradizionale + n.2 pdc aria-aria Airwell 7000BTU classe A - misuratore di potenze istantanee Wattson Solar Plus - ACS: pdc aria-acqua Ariston Nuos Evo 110

Pagina 2 di 53 primaprima 123456789101112131415162252 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. pompa di calore fai da te
    Da marcomato nel forum Fai Da Te
    Risposte: 57
    Ultimo messaggio: 17-01-2012, 00:28
  2. Abbinamento caldaia a pellets e scaldabagno a pompa di calore Nuos
    Da mytom nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 09-01-2010, 21:08
  3. pompa di calore
    Da sabry74. nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 19-03-2008, 21:21
  4. pompa di calore
    Da kx18 nel forum GEOTERMICO
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 31-10-2007, 13:06

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •