E-book domotica
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  1
Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 23 a 44 su 54

Discussione: massetto impianto radiante a pavimento

  1. #23
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    Riprendo la discussione,c'e qualcuno che ha fatto un massetto in sabbia cemento fibrato.
    Oggi ho chiamato un posatore dicendomi che dalle nostre parti si usa molto di più.
    Prezzo fatto 12.5 al metro 3.5. 4 cm sopra il tubo.

  2. #24
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    È un pò meno efficiente ma funziona comunque. È solo una scelta in termini di costo prestazioni
    PDC Templari Kita M, Boiler TML Wp1V da 500lt, puffer separatore idraulico in mandata da 300lt, impianto doppia temperatura (radiante RDZ 165 mq + 11 fancoil idronici Innova usati sporadicamente) con 2 circolatori Magna3 2560 - VMC Paul Novus 450 con ricircolo e batteria di Post. Sistema di termoregolazione fatto da me, interfacce IO e sonde su bus rs485. Zona Climatica D gradi giorno 1.694

  3. #25
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, ci sono massetti che come risultato finale in termini di inerzia termica abbiano prestazioni uguali ad un sistema di riscaldamento a pavimento a secco di un paio di centimetri? Grazie

  4. #26
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao,parlando con chi fa il massetto ,questo mi ha consigliato l'autolivellante (la differenza di costo con un sabbia e cemento e di 3.5 a metro) in quanto per lui (e qui chi ce l'ha mi puo confermare) ha tempi brevi per arrivare in temperatura.
    E anche di variazione temperatura,rendendo piu gestibili i cambio di temperatura .
    Mentre un sabbia cemento avendo un'inerzia piu lunga il cambio temperatura sarebbe meno gestibile,soprattutto su una casa isolata e nelle mezze stagioni

  5. #27
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da ciop1 Visualizza il messaggio
    Ciao,parlando con chi fa il massetto ,questo mi ha consigliato l'autolivellante (la differenza di costo con un sabbia e cemento e di 3.5 a metro) in quanto per lui (e qui chi ce l'ha mi puo confermare) ha tempi brevi per arrivare in temperatura.
    E anche di variazione temperatura,rendendo piu gestibili i cambio di temperatura .
    Mentre un sabbia cemento avendo un'inerzia piu lunga il cambio temperatura sarebbe meno gestibile,soprattutto su una casa isolata e nelle mezze stagioni
    Confermo tutto in toto. Da aggiungere che un autolivellante buono ha anche maggiore resa e quindi minori costi di esercizio.
    PDC Templari Kita M, Boiler TML Wp1V da 500lt, puffer separatore idraulico in mandata da 300lt, impianto doppia temperatura (radiante RDZ 165 mq + 11 fancoil idronici Innova usati sporadicamente) con 2 circolatori Magna3 2560 - VMC Paul Novus 450 con ricircolo e batteria di Post. Sistema di termoregolazione fatto da me, interfacce IO e sonde su bus rs485. Zona Climatica D gradi giorno 1.694

  6. #28
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    A me l estate scorsa (luglio agosto) quando hanno fatto il massetto mi hanno detto che non potevano mettere l autolivellante perché era troppo caldo. Con quelle temperature solo quello a base sabbia

  7. #29
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Vi ringrazio delle risposte,volevo chiedevi un'altra cosa ,dovro fare il massetto in mansarda, e li non c'e l'impianto a pavimento.
    Mi hanno consigliato di mettere un nylon nel solaio prima del massetto per non rischiare di vedere dei cavilli fotocopia o crepi nel massetto finito.
    Ma se metto il nylon su tutto il solaio,non faccio una barriera che non lo lascia respirare ?

  8. #30
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Non deve respirare nulla, non ce n'è bisogno tra i solai. Io pure l'ho fatto mettere sotto l'autolivellante a base anidro per fare da barriere al vapore
    PDC Templari Kita M, Boiler TML Wp1V da 500lt, puffer separatore idraulico in mandata da 300lt, impianto doppia temperatura (radiante RDZ 165 mq + 11 fancoil idronici Innova usati sporadicamente) con 2 circolatori Magna3 2560 - VMC Paul Novus 450 con ricircolo e batteria di Post. Sistema di termoregolazione fatto da me, interfacce IO e sonde su bus rs485. Zona Climatica D gradi giorno 1.694

  9. #31
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok grazie tommy

  10. #32
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Qualcuno ha usato un autolivellante grigolin ar97 o ha infirmazione su questo prodotto?
    Ciao

  11. #33
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao. Io a fine mese dovrei mettere il grigolin. Tu alla fine lo hai installato?

  12. #34
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    io non lo conosco, ma ha una conducibilità termica di 1,40W/mK; perchè non andare sul Knauf FE80 che è sempre autolivellante con conducibilità di 1,90W/mK? non penso che il costo sia sostanzialmente diverso, ma la resa termica è il 30% superiore
    PDC Templari Kita M, Boiler TML Wp1V da 500lt, puffer separatore idraulico in mandata da 300lt, impianto doppia temperatura (radiante RDZ 165 mq + 11 fancoil idronici Innova usati sporadicamente) con 2 circolatori Magna3 2560 - VMC Paul Novus 450 con ricircolo e batteria di Post. Sistema di termoregolazione fatto da me, interfacce IO e sonde su bus rs485. Zona Climatica D gradi giorno 1.694

  13. #35
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Avevo il preventivo e fe80 mi facevano un 20% in più rispetto grigolin. Penso che anche se la resa è il 30% in meno (sulle carte dei dati tecnici) alla fine probabilmente ci vorrà solamente un po più di tempo per arrivare in temperatura e allo stesso modo ci vorrà un po più di tempo per raffreddarsi.

  14. #36
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    in parte è vero che c'è un maggior tempo (quindi meno comfort) e in parte avrai cmq maggiori dispersioni verso il basso e consumi (per via del maggior tempo). maggiore è la trasmittanza maggiore è la resa e quando si parla di resa si parla anche di consumi
    PDC Templari Kita M, Boiler TML Wp1V da 500lt, puffer separatore idraulico in mandata da 300lt, impianto doppia temperatura (radiante RDZ 165 mq + 11 fancoil idronici Innova usati sporadicamente) con 2 circolatori Magna3 2560 - VMC Paul Novus 450 con ricircolo e batteria di Post. Sistema di termoregolazione fatto da me, interfacce IO e sonde su bus rs485. Zona Climatica D gradi giorno 1.694

  15. #37
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma se le dispersioni sono le stesse (verso il basso) il maggior consumo è legato solamente al circolatore che deve far girare più volte il fluido. Il generatore dovrebbe consumare lo stesso in quanto un massetto con una resa più alta avrà una temperatura di ritorno al generatore più bassa. Un massetto con una resa più bassa avrà la temperatura del fluido di ritorno più alta e quindi meno energia per portarla alla t di mandata ma più tempo. È corretto il ragionamento? (Sempre a parità di dispersioni si intende)

  16. #38
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    purtroppo l'assunzione errata (a mio avviso) è "a parità di dispersioni" che non è vera. Se hai un hamburger dove il pezzo di panino di sotto disperde X e quello di sopra Y allora avrai che una certa quantità di calore passa attraverso X e un'altra verso Y. Se la parte di sopra non disperde più Y ma 80% di Y (perché la resa è inferiore) allora attraverso X passerà più o meno calore? forse vista cosi ti saprai dare la risposta
    PDC Templari Kita M, Boiler TML Wp1V da 500lt, puffer separatore idraulico in mandata da 300lt, impianto doppia temperatura (radiante RDZ 165 mq + 11 fancoil idronici Innova usati sporadicamente) con 2 circolatori Magna3 2560 - VMC Paul Novus 450 con ricircolo e batteria di Post. Sistema di termoregolazione fatto da me, interfacce IO e sonde su bus rs485. Zona Climatica D gradi giorno 1.694

  17. #39
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Sono ancora dell'idea che attraverso il pezzo di pane sotto la dispersione X sia uguale e quindi passi lo stesso calore sia che il pezzo di pane sopra disperda Y o 80% di Y. Il ripieno del panino è sul nastro del ristorante (mettiamo che siamo in un ristorante Mc-sushi ) e la carne dei panini che non vengono mangiati torni in cucina per essere poi riscaldata e ributtata sul nastro . A questo punto il cuoco accenderà il fornello per riportare la carne alla temperatura Z di mandata; la fiamma del fornello secondo me sarà proporzionale alla temperatura Z di mandata della carne sul nastro meno X (dispersione costante del pezzo di pane inferiore) e meno Y (dispersione del pezzo di pane superiore). Mi era venuta fame ma dopo tutti sti riscaldamenti della carne ora mi è venuto il disgusto

  18. #40
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    se sopra disperde meno calore parte di questo calore lo disperderai in più verso il basso semplicemente perché aumenti il tempo in cui l'impianto sta acceso per fornire (leggasi: lasciare passare) la stessa quantità di energia. A me sembra ovvio, però sentiamo pure i pareri degli altri.
    PDC Templari Kita M, Boiler TML Wp1V da 500lt, puffer separatore idraulico in mandata da 300lt, impianto doppia temperatura (radiante RDZ 165 mq + 11 fancoil idronici Innova usati sporadicamente) con 2 circolatori Magna3 2560 - VMC Paul Novus 450 con ricircolo e batteria di Post. Sistema di termoregolazione fatto da me, interfacce IO e sonde su bus rs485. Zona Climatica D gradi giorno 1.694

  19. #41
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Per i toscani vi consiglio hotmix o hotmixfluid è pari al paris ma lo paghi la metà è della bi.esse

  20. #42
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da R1ccard0 Visualizza il messaggio
    Per i toscani vi consiglio hotmix o hotmixfluid è pari al paris ma lo paghi la metà è della bi.esse
    Ho fatto fare i massetti da loro un anno fà.
    Se sono buoni o no non lo so, la casa è calda in inferno e fresca in estate [emoji3] ed ho speso sicuramente meno di altre soluzioni.
    L' Inerzia nel mio caso è accettabile (pensavo peggio per un pavimento) da tutto spendo dopo giorni ad acceso, in 24h sento già decisa differenza

  21. #43
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Anche io sono stati molto bravi in 6 ore mi hanno fatto 170mq su due piani costi molto inferiori a solito marchi famosi

  22. #44
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao,io non l'ho ancora messo sono in ritardo comunque mi chiedono 16 euro al metro gregolin

Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. massetto con dislivello e impianto radiante
    Da apache72 nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 04-06-2015, 15:11
  2. Crepe sul massetto radiante
    Da giangiman nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 29
    Ultimo messaggio: 07-09-2013, 08:52
  3. Massetto liquido per pavimento radiante..
    Da paulet80 nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 03-11-2008, 08:33

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •