Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  1
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 22 su 23

Discussione: Tipologia impianto di riscaldamento su appartamento in corso di costruzione

  1. #1
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Question Tipologia impianto di riscaldamento su appartamento in corso di costruzione



    Salve a tutti, sto cercando di scegliere la tipologia di impianto di riscaldamento da mettere nel mio appartamento di 110 mq (è una bifamiliare di 250 mq su tre piani ,internamente è totalmente grezza, esternamente è completamente finita, per mancanza di fondi purtroppo completerò solo il primo piano al momento).
    Il termotecnico mi ha informato che nel rispetto della normativa dovrò assolutamente fare il cappotto; purtroppo sono obbligato a farlo internamente pur sapendo che le stanze subiranno una diminuzione non indifferente di metratura! Ma non posso fare altrimenti, col cappotto esterno il lavoro che ne verrebbe fuori oltre ad essere oneroso sarebbe esteticamente un pugno in un occhio

    Per quanto riguarda l'impianto di riscaldamento la mia idea iniziale era di abbinare una caldaia a condensazione ad un termocamino a legna, ma il termotecnico mi ha detto che sarebbe uno spreco di energia perché il termocamino lavora ad alte temperature mentre la caldaia a condensazione lavora a 50,55 gradi.
    Secondo voi è corretta questa interpretazione?
    Mi ha proposto in alternativa l'utilizzo delle pompe aria acqua abbinate ai classici radiatori , è fattibile questa scelta? Dovrei sovradimensionare i radiatori? Che temperatura massima di mandata può raggiungere la pompa aria acqua?
    Vi chiedo inoltre quanto può costare una caldaia a condensazione (a spanne), in quanto il mio termotecnico mi sta facendo molta confusione, mi ha sparato 10.000 euro solo per la caldaia , costo che mi sembra un pelo eccessivo!! Voi che ne pensate?
    Scusate per le miliardi di domande ma sono veramente in alto mare e ho bisogno di riordinare le idee

    Preciso che mi trovo in provincia di Reggio Emilia nella bassa padana in zona climatica E.
    Grazie in anticipo per l'aiuto

  2. #2
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Cappotto esterno. Interno è gratis forse ? Perchè obbrobrio ?
    Caldaia condensazione 2000 te la cavi circa. Forse 10000 si riferiva ad impianto completo ma non credo , perchè sarebbe troppo anche per quello, anche se poi è tutto detraibile almeno al 50 %.
    I radiatori vanno dimensionati in base alla richiesta ed al tipo di isolamento fatto e, quindi, Eph involucro.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

  3. #3
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lucas2 Visualizza il messaggio
    Cappotto esterno. Interno è gratis forse ? Perchè obbrobrio ?
    Non ho mai scritto che a farlo internamente sarebbe gratis, ma dal momento che la casa è una villa singola con un unico ingresso non è possibile fare il cappotto esterno solo parzialmente, o lo fai per tutta la villa o non lo fai.
    Se anche facessi il cappotto esterno parzialmente dovrei farlo per tutti e tre i piani, costo assai notevole mentre con quello interno lo farei solamente nel piano che mi interessa.
    Per quanto riguarda l'impianto gli idraulici mi chiedono dai 20.000 in su ,compreso costo caldaia a condensazione che per l'idraulico è di circa 4000 euro al massimo. I 10.000 che mi ha tirato fuori il termotecnico come solo costo della caldaia mi sembravano assurdi, non so proprio come abbia fatto a dirmi una cosa del genere.
    Per quanto riguarda la detrazione la mia non è una ristrutturazione quindi non mi spetta alcuna detrazione .
    Per quanto riguarda i radiatori so che vanno dimensionati in base al risultato dei calcoli sulla prestazione energetica ma dipende anche da che generatore ci abbini, se ci abbini una pompa aria acqua devo sovradimensionarli, se ci abbini una caldaia a legna potrei tenerli anche delle dimensioni più contenute ,tanto l'acqua viaggerebbe a 70 gradi..per questo mi chiedevo quali sono le prestazioni delle pompe aria acqua, sia in termini di consumi sia di temperatura massima raggiungibile

  4. #4
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Marco1900 Visualizza il messaggio
    Non ho mai scritto che a farlo internamente sarebbe gratis, ma dal momento che la casa è una villa singola con un unico ingresso non è possibile fare il cappotto esterno solo parzialmente, o lo fai per tutta la villa o non lo fai.
    Se anche facessi il cappotto esterno parzialmente dovrei farlo per tutti e tre i piani, costo assai notevole mentre con quello interno lo farei solamente nel piano che mi interessa.
    Per quanto riguarda l'impianto gli idraulici mi chiedono dai 20.000 in su ,compreso costo caldaia a condensazione che per l'idraulico è di circa 4000 euro al massimo. I 10.000 che mi ha tirato fuori il termotecnico come solo costo della caldaia mi sembravano assurdi, non so proprio come abbia fatto a dirmi una cosa del genere.
    Per quanto riguarda la detrazione la mia non è una ristrutturazione quindi non mi spetta alcuna detrazione .
    Per quanto riguarda i radiatori so che vanno dimensionati in base al risultato dei calcoli sulla prestazione energetica ma dipende anche da che generatore ci abbini, se ci abbini una pompa aria acqua devo sovradimensionarli, se ci abbini una caldaia a legna potrei tenerli anche delle dimensioni più contenute ,tanto l'acqua viaggerebbe a 70 gradi..per questo mi chiedevo quali sono le prestazioni delle pompe aria acqua, sia in termini di consumi sia di temperatura massima raggiungibile
    Non è vero che non si possa fare solo per un piano. Si mette profilo di partenza sopra e si fa tranquillamente come già visto in svariate parti. Tanto poi lo dovrai fare anche sopra per cui è una cosa temporanea.
    Il cappotto interno non è efficiente come quello esterno e imho è un pessimo lavoro , da fare solo quando obbligati da vincoli su pareti esterne.
    Il dimensionamento dell'impianto radiante va fatto in base all'Eph ed al generatore. Lascia perdere la legna. Mentre per caldaia a condensazione a BT e PDC i calcoli sono simili per viaggiare sui 30-50 gradi circa.
    C'è la sezione dedicata alle pdc nel forum. Più o meno tutte raggiungono 55 o 60 gradi ma la differenza la fa il consumo. Rendono al meglio quando devono erogare 30-50 gradi.
    Poi 20K di impianto per un appartamento mi sembra assurdo. Sicuro non sia per tutto l'edificio ?
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

  5. #5
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Sapevo che il cappotto esterno era la soluzione migliore in termini di efficienza e che quello interno lascia il tempo che trova. Ma ribadisco che non posso farlo, tra il primo e il secondo piano ho una tettoia spiovente con tegole , il muratore mi ha detto che dovrei sventrare tutto e spostarla per seguire il profilo del cappotto,la facciata della casa ha le finestre montate su aperture fatte di mattone a vista che sporge rispetto al muro di 3 cm , se vado a fare un cappotto di 8 cm mi va a sovrastare il mattone a vista, esteticamente rovino veramente una casa intera . Essendo poi dei miei suoceri anche confrontandomi con loro non sono assolutamente d'accordo nel farlo. Non avrei comunque i fondi per farlo. Internamente invece mi hanno detto che ci starei dentro, anche se purtroppo so che potrebbe anche darmi dei problemi in futuro specialmente se mal posato .
    Per quanto riguarda l'impianto idraulico 20 k per tutta la casa?? Magari!!!! Ho chiamato 7 idraulici e tutti mi hanno detto che per fare solamente l'impianto nel primo piano di 110 mq circa servono dai 20 ai 27k!!! Compreso dentro al prezzo sanitari e raccorderie varie. Anche nel computo metrico fatto a spanne dall'architetto si parlava minimo di 15.000(e sarebbe già un miracolo per me).
    A te che prezzi fanno? Pure per me inizialmente sembrava una spesa assurda per un appartamento così esiguo, ma poi sentendo così tanti professionisti dirmi la stessa cosa mi sono convinto che da quel prezzo non si scappa

  6. #6
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Marco1900 Visualizza il messaggio
    Sapevo che il cappotto esterno era la soluzione migliore in termini di efficienza e che quello interno lascia il tempo che trova. Ma ribadisco che non posso farlo, tra il primo e il secondo piano ho una tettoia spiovente con tegole , il muratore mi ha detto che dovrei sventrare tutto e spostarla per seguire il profilo del cappotto,la facciata della casa ha le finestre montate su aperture fatte di mattone a vista che sporge rispetto al muro di 3 cm , se vado a fare un cappotto di 8 cm mi va a sovrastare il mattone a vista, esteticamente rovino veramente una casa intera . Essendo poi dei miei suoceri anche confrontandomi con loro non sono assolutamente d'accordo nel farlo. Non avrei comunque i fondi per farlo. Internamente invece mi hanno detto che ci starei dentro, anche se purtroppo so che potrebbe anche darmi dei problemi in futuro specialmente se mal posato .
    Per quanto riguarda l'impianto idraulico 20 k per tutta la casa?? Magari!!!! Ho chiamato 7 idraulici e tutti mi hanno detto che per fare solamente l'impianto nel primo piano di 110 mq circa servono dai 20 ai 27k!!! Compreso dentro al prezzo sanitari e raccorderie varie. Anche nel computo metrico fatto a spanne dall'architetto si parlava minimo di 15.000(e sarebbe già un miracolo per me).
    A te che prezzi fanno? Pure per me inizialmente sembrava una spesa assurda per un appartamento così esiguo, ma poi sentendo così tanti professionisti dirmi la stessa cosa mi sono convinto che da quel prezzo non si scappa
    Bisogna vedere cosa c'è nel preventivo, perchè se si aggiungono tutti gli scarichi, rubinetti, sanitari, piatto doccia, caldaia, canna fumaria , impianto riscaldamento, poi magari i bagni sono 2...le cose cambiano e può anche essere si arrivi a 20K.
    A parte questo, se è impossibile fare un cappotto esterno, allora il progetto è sbagliato in partenza. Magari è un progetto vecchio ? tipo scheletro realizzato 15 anni fa e poi rifinito pian piano ? Vabbè comunque un tettuccio esterno è sempre meno impattante rispetto ai ponti termici di un cappotto interno. Anche coprire gli imbotti in mattoni delle finestre non è un reato. Poi non so. Dove si trova l'abitazione , GG? Puoi mettere una foto delle finestre e dello spiovente ?
    Comunque non è che fare cappotto interno costi la metà dell'esterno, solo per il tuo piano. Anzi.
    Non so, sembra che il progetto sia stato fatto a pezzi ed in tempi distanti tra loro, senza tenere conto del risultato finale.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

  7. #7
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Assolutamente sì hai detto bene!!Infatti è una casa degli anni 88!!! Io ora attualmente vivo nella bifamiliare a fianco dove abitano i miei suoceri, la casa è la loro! Hanno lasciato la parte di bifamiliare a fianco tutta al grezzo internamente e hanno finito solamente la parte esterna della villa intera! Se vedi la casa da fuori sembra una villa completamente finita! Peccato che appena entri nella bifamiliare di destra ti ritrovi la sorpresa! È una categoria catastale F3 ,permesso di costruire scaduto ormai da 30 anni, per cui va riaperta una nuova pratica edilizia oggi! Pertanto, te la finisci con le regole odierne con tutti gli annessi e connessi! Obbligo fotovoltaico, 50% ACS da fonti rinnovabili, cappotto e bla bla bla. Oltretutto non essendo una ristrutturazione ma un completamento non beneficio neanche delle agevolazioni fiscali! Fantastico direi!
    Oggi faccio un paio di foto e le posto!

  8. #8
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Marco1900 Visualizza il messaggio
    Assolutamente sì hai detto bene!!Infatti è una casa degli anni 88!!! Io ora attualmente vivo nella bifamiliare a fianco dove abitano i miei suoceri, la casa è la loro! Hanno lasciato la parte di bifamiliare a fianco tutta al grezzo internamente e hanno finito solamente la parte esterna della villa intera! Se vedi la casa da fuori sembra una villa completamente finita! Peccato che appena entri nella bifamiliare di destra ti ritrovi la sorpresa! È una categoria catastale F3 ,permesso di costruire scaduto ormai da 30 anni, per cui va riaperta una nuova pratica edilizia oggi! Pertanto, te la finisci con le regole odierne con tutti gli annessi e connessi! Obbligo fotovoltaico, 50% ACS da fonti rinnovabili, cappotto e bla bla bla. Oltretutto non essendo una ristrutturazione ma un completamento non beneficio neanche delle agevolazioni fiscali! Fantastico direi!
    Oggi faccio un paio di foto e le posto!
    Capisco. Sicuro che non ci sia uno straccio di detrazione nel tuo caso ?
    Beh dai vediamo due foto giusto per capire di che si parla.
    Comunque, dipende da chi sgancia il grano. Cioè se la casa è tua fai quello che vuoi. Se la casa è di X e ci metti il grano tu e devi sottostare ai voleri di X, mhh, già è una cosa che non va granchè bene.
    Sicuro che non ti convenga andare in affitto o comprare un'altra casa più "sana" e nuova sotto tutti i punti di vista ?
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

  9. #9
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Se risulta in costruzione dall'88 e non hanno mai accatastato con tanto di progetto (le case in costruzione sono esenti da imposte) ha diritto all'iva al 4%a nessuna detrazione fiscale.

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  10. #10
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    IMG_20200226_183205.jpgIMG_20200226_183223.jpgIMG_20200226_183249.jpgIMG_20200226_183305.jpg

    Ecco a voi le foto! Attendo i vostri pareri!
    Per quanto riguarda la grana da sganciare ..ovviamente sarei io a doverla tirare fuori!!
    Sono stato già in affitto qualche anno fa e sicuramente mi converrebbe comprare una casa già pronta senza tutte queste magagne..il motivo per cui vorrei completare questa casa è puramente di tipo affettivo..per questo vorrei avere le idee più chiare possibili visto che non sarebbe una passeggiata e oltretutto il termotecnico che mi sta seguendo a volte per me non è per nulla chiaro e mi dà informazioni un po' frammentarie!

  11. #11
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Immaginavo il discorso affettivo. Beh la casa é bellina, piena di orpelli tipo come si faceva 30 anni fa senza badare ai ponti termici.
    Comunque ci sono più problemi:
    - la proprietà
    - tipo di investimento
    - spesa per riscaldamento
    - e tanto altro.

    In che città siete? Io comunque il cappotto esterno lo farei lo stesso. Al massimo modificherei le finestre. Mentre le tettoie le lascerei così, il ponte termico sarebbe ridotto e comunque un buon termotecnico ti deve dare sia le opzioni che i costi. Se non ti convince, cambialo. Anche un buon studio geometra ti dovrebbe poter aiutare. Cioè hai bisogno di una consulenza professionale.
    Quelle finestrelle alte e strette sono belle ma dal punto di vista termico una rogna. D'altro canto fare un lavoro che ti porta ad una classe d anziché b potrebbe rivelarsi un problema per eccessivi consumi cui potresti andare incontro nei prossimi 20 anni.
    Fossi in te mi farei prima una tabella con tutti i costi e poi raffrontare con altre soluzioni e vedere il rendimento sui 15/20 anni e trarne delle conclusioni. A volte anche il fattore sentimentale potrebbe creare problemi. Vabbeh questa è la sola mia opinione, speriamo intervengano altri.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

  12. #12
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Guarda...io per questioni affettive ho speso quasi 240mila euro per ristrutturare casa dei miei di 450 mq...
    Col senno di poi, mi ci compravo un villino indipendente qui nelle campagne del frusinate di 300 mq totali alla stessa cifra.
    Solo che era nuova, costruita secondo le ultime indicazioni e normative sul risparmio energetico e non mi sarei dannato l'anima appresso agli operai.
    Terra terra, per me fatti due conti e valuta l'acquisto di qualcosa di nuovo, gli affetti sono importanti quanto si vuole ma spesso sono quelli che ci fottono.
    Letteralmente.

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  13. #13
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Intanto grazie ad entrambi per i pareri!
    Rispondo un po' alle varie domande :
    Abito in una frazione in provincia di Reggio Emilia ma al confine con la Lombardia, quindi sono in piena Pianura Padana!
    La casa non è di mia proprietà, ma dei miei suoceri.
    Dovrei fare un mutuo ma la banca mi concede solamente l'80% della somma necessaria. Considerato che la casa non è mia non ho garanzie, per di più essendo una casa in categoria F3 e quindi in corso di costruzione, la banca eroga solo somme parziali di mutuo in base allo stato di avanzamento lavori, con svariate uscite del perito +notaio.
    Quindi, devo andare solo con finanziamento personale,ma anche questo te lo fanno massimo fino a 70.000 ma la rata mensile è abnorme e non riuscirei nemmeno a campare!
    Per il discorso cappotto esterno, non ho capito una cosa, se gli aggiungo dei pannelli da 10/14 cm vuol dire che devo spostare di 14 cm anche i telai delle finestre e i bancali ma questo discorso vale anche per la tettoia ,non posso lasciarla così,o per lo meno il muratore mi ha detto che dovrei assolutamente spostare anche quella! Se la lasciassi così viene uno scalino orribile :-(
    Il termotecnico è anche geometra! Ed è proprio per questo che l'ho scelto! Intanto per ammortizzare i costi e poi perché lui a casa sua ha proprio un impianto con pdc e fv da 6kw con casa coibentata e mi ha detto che spende sì e no 650 euro tra riscaldamento ed elettricità all'anno! Non mi sembra stupido o sprovveduto però ha fatto certe uscite che mi hanno proprio lasciato perplesso!
    Pensa che lo studio di architetti,tra l'altro molto rinomato nella mia zona, a cui mi ero rivolto prima di lui mi aveva addirittura detto che non dovevo fare il cappotto ,quindi non dovevo sottostare alle regole sull'efficientamento energetico di oggi!! Figurati , riapro un pdc di 30 anni fa oggi e finisco la casa con le regole di 30 anni fa!! Ma cosa stiamo dicendo?! Magari con la bombola a gas sotto il lavello intanto che ci sono no?! uno dei loro architetti mi ha addirittura detto "metti i termosifoni nelle nicchie dato che le hai già! " E io gli ho risposto che le nicchie andrebbero chiuse per evitare i ponti termici ...risposta sua " be ma non ti crea un gran ponte termico,potresti anche lasciarle così!" ..nessun altro geometra/architetto a cui mi sono rivolto per una consulenza mi ha mai detto una castroneria del genere, tutti,compreso il geometra/termotecnico che mi sta seguendo mi hanno detto di chiuderle assolutamente!

    Per quanto riguarda i consumi , i miei suoceri nella casa qui a fianco, per tutta la casa , scaldando poco e male( loro vivono principalmente nella cucina al piano terra) e ci saltano fuori con 1500/2000 euro di gas all'anno; la casa si sviluppa da piano terra a piano secondo con rampa di scale totalmente aperta fino alla soffitta grezza ,quindi con enorme dispersione di calore. Mettendo un cappotto interno sicuramente la situazione sarebbe già migliorativa rispetto a quella che vivo attualmente! Io e la mia compagna stiamo principalmente nella sala al piano di sopra, temperatura media della stanza 12/13 gradi con temperatura esterna anche a -3 gradi. Ci scaldiamo solo con camino a legna, di 30 anni fa oltrettutto, con relativo sbattimento per la gestione della legna!
    Sta di fatto che comunque riesco a portare la stanza intorno ai 20/21 gradi in un oretta e sottolineo che la sala i miei suoceri l'hanno lasciata aperta, non c'è nemmeno una porta, c'è un bellissimo arco in muratura che dà sul corridoio e sulla scala aperta!!!ho toppato con una semplice tenda ma lascio immaginare l'aria fresca che comunque in parte viene da fuori!!! Qui d'inverno si gela!e d'estate si crepa dal caldo!!!
    Nell'altra parte di casa sicuramente la sala speculare a questa avrà assolutamente una porta e con un buon impianto per noi sarebbe già come essere alle Bahamas rispetto a come stiamo vivendo ora con queste condizioni

    A livello economico se investo sul fv teoricamente dovrei saltarci fuori! Altrimenti via di legna con un camino ad aria! Tanto ormai sono abituato

    Non vorrei mai comunque acquistarne un altra nuova al di là di tutto, a costo di aspettare un po' per racimolare ancora qualche soldo da mettere da parte,siamo stati in affitto per poi tornare qui proprio per ragioni affettive e completare questa casa è una cosa che mi sta proprio a cuore, un altra casa per me non avrebbe alcun senso ,piuttosto rimarrei qui in questa parte di casa dove vivo attualmente
    Ultima modifica di Marco1900; 26-02-2020 a 23:08

  14. #14
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    - Visto così, è evidente che FORSE finanziariamente non siete ancora pronti per affrontare questo cammino.
    50 o 70 mila da una finanziaria significa interessi al 7-10 % e, dunque, per esempio, 50 mila al 9 % per 10 anni significa pagare una rata da 630 euro ed a fine finanziamento aver pagato 25 mila di interessi su 50 di capitale. Imho , lasciatelo fare a chi è alla canna del gas, premesso che sempre a mio parere questo genere di situazioni ( che vedo in qualche mio collega) non dovrebbero esistere. Piuttosto meglio l'affitto.
    - Ripeto, mettere soldi su una proprietà che non è tua ti conviene ? E' già successo al compagno della cugina di mio cugino ( storia vera, non è per dire) . Era tutto di proprietà dei suoceri di lui ( genitori di lei) , lui mette X mila euro per ristrutturare questo cascinale, poi un giorno dopo svariati anni di relazione e 1 o 2 di convivenza lei si sveglia, si invaghisce di un rappresentante che veniva al negozio di lei e tronca la relazione e sbatte il compagno letteralmente fuori di casa, provocando anche la furia dei genitori di lei. Morale, avvocati e risarcimento della famiglia di lei della cifra che lui ha messo nella casa. Ma questo solo perchè i genitori di lei avevano due dita di cervello ed avevano i soldi per pagare, e non erano 10.000 euro. Altreimenti lui era cornuto e pure mazziato.

    Questo dal lato finanziario.

    Dal lato tecnico.
    Il cappotto esterno è fattibile. Il problema principale sono le finestre, mentre invece il tettuccio non da nessun problema, se non che verrebbe accorciato di 10/15 cm. Si tratta evidentemente di spostare le tegole e la lattoneria, stop. Esteticamente risulterò più piccolo ma non ha senso demolirlo. Il muratore cerca di farti fare un lavoro inutile. Piuttosto si demolisce e si lascia senza tettuccio, ( scelta energetica migliore).
    Pdc + fv : costano mediamente almeno 20 mila per un appartamento. Se non rientri nel budget, meglio caldaietta a metano da 1000 o 2000 euro w via andare. Tanto le bollette le fa l'isolamento, più che il generatore.
    Non so se abbia ragione lo studio tecnico a cui ti sei rivolto, in ogni caso non isolare ti porterebbe a vivere al freddo e con bollette comunque salate, quindi non conviene non isolare, a prescindere. Le nicchie sono l'ultimo dei problemi nella tua situazione.
    Se hai scala interna, chiaramente questa va chiusa anche a costo di demolire gli archi in mattone.
    Per questo caso la tua configurazione ideale sarebbe: Cappotto (eventuale revisione finestre)+impianti con caldaietta a gas+ rivestimenti da 20 o 30 euro al metro posati e stop. Se hai problemi di budget a fare questo, fermati e rifletti.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

  15. #15
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi ripeto, gli affetti ti fottono, non c'é niente da fare [emoji23]

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  16. #16
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lucas2 Visualizza il messaggio
    Dal lato tecnico.
    Il cappotto esterno è fattibile. Il problema principale sono le finestre, mentre invece il tettuccio non da nessun problema, se non che verrebbe accorciato di 10/15 cm. Si tratta evidentemente di spostare le tegole e la lattoneria, stop. Esteticamente risulterò più piccolo ma non ha senso demolirlo. Il muratore cerca di farti fare un lavoro inutile. Piuttosto si demolisce e si lascia senza tettuccio, ( scelta energetica migliore).
    Pdc + fv : costano mediamente almeno 20 mila per un appartamento. Se non rientri nel budget, meglio caldaietta a metano da 1000 o 2000 euro w via andare. Tanto le bollette le fa l'isolamento, più che il generatore.
    Non so se abbia ragione lo studio tecnico a cui ti sei rivolto, in ogni caso non isolare ti porterebbe a vivere al freddo e con bollette comunque salate, quindi non conviene non isolare, a prescindere. Le nicchie sono l'ultimo dei problemi nella tua situazione.
    Se hai scala interna, chiaramente questa va chiusa anche a costo di demolire gli archi in mattone.
    Per questo caso la tua configurazione ideale sarebbe: Cappotto (eventuale revisione finestre)+impianti con caldaietta a gas+ rivestimenti da 20 o 30 euro al metro posati e stop. Se hai problemi di budget a fare questo, fermati e rifletti.
    Per il cappotto esterno ho capito cosa intendi per il tettuccio, effettivamente può essere una buona idea! E il muratore a questo punto mi ha proposto la scelta più costosa!
    Ma quanto costa al mq far il cappotto esterno?sono obbligato a farlo anche nell'ingresso centrale? O posso lasciarlo così? Per le finestre i bancali e i telai andrebbero spostati all'esterno e questo prevedo che abbia costi non indifferenti.

    Per quanto riguarda invece il costo del pdc+fv perché dici che costerebbe 20.000 per un appartamento? Enel mi pare monti 6 kW di fv a 7000 euro, una pdc quanto può costare?? 6000,7000 anche quella? Mi sembra che ci sia un po' di margine , o è l'installazione del tutto che butta su il prezzo così tanto?

    Per la scala interna non la chiuderò mai!! Mi è stato fatto anche il rendering dal termotecnico ma fa letteralmente schifo,sembra di stare in un loculo senza luce! L'unica era mettere il vetrocemento per tutta l'altezza ma è un costo spropositato, tolto che mi sembrerebbe una cosa moooolto pacchiana che non mi piace per nulla!
    È vero che dal punto di vista energetico sarebbe l'ideale ma la tromba di scale in una casa così, pensata in questo modo ai tempi, se chiusa perderebbe tutto il suo significato .

    L'idea di mettere la caldaietta però si scontra con la produzione ACS fatta con il 50% di FER , qua come la produco l'acqua? La caldaia a condensazione non è FER

  17. #17
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Marco1900 Visualizza il messaggio
    Per il cappotto esterno ho capito cosa intendi per il tettuccio, effettivamente può essere una buona idea! E il muratore a questo punto mi ha proposto la scelta più costosa!
    Ma quanto costa al mq far il cappotto esterno?sono obbligato a farlo anche nell'ingresso centrale? O posso lasciarlo così? Per le finestre i bancali e i telai andrebbero spostati all'esterno e questo prevedo che abbia costi non indifferenti.

    Per quanto riguarda invece il costo del pdc+fv perché dici che costerebbe 20.000 per un appartamento? Enel mi pare monti 6 kW di fv a 7000 euro, una pdc quanto può costare?? 6000,7000 anche quella? Mi sembra che ci sia un po' di margine , o è l'installazione del tutto che butta su il prezzo così tanto?

    Per la scala interna non la chiuderò mai!! Mi è stato fatto anche il rendering dal termotecnico ma fa letteralmente schifo,sembra di stare in un loculo senza luce! L'unica era mettere il vetrocemento per tutta l'altezza ma è un costo spropositato, tolto che mi sembrerebbe una cosa moooolto pacchiana che non mi piace per nulla!
    È vero che dal punto di vista energetico sarebbe l'ideale ma la tromba di scale in una casa così, pensata in questo modo ai tempi, se chiusa perderebbe tutto il suo significato .

    L'idea di mettere la caldaietta però si scontra con la produzione ACS fatta con il 50% di FER , qua come la produco l'acqua? La caldaia a condensazione non è FER
    Il tettuccio l'ho visto trattare uguale qui vicino a casa mia. Hanno posato il cappotto, e riposizionando tegole e lattoneria e fine.
    Finestre, dipende, deve valutare uno bravo. Per esempio quelle finestrelle strette fanno a pugni con qualsiasi cappotto interno o esterno. Io le chiuderei addirittura. Adesso poi c'è la tendenza ad usare controtelai in poliuretano monoblocco visto l'obbligo di isolare anche i cassonetti.
    Vabeh, fai che pdc+fv sia 15K , ma non credo meno. Dipende dai preventivi. Comunque c'è la sezione del forum dedicata con esperti.
    Per la scala hai scritto tu che avresti messo una porta tra salone e scala. Senza piantina non si capisce bene.
    Per il 50 % FER puoi optare per un solare termico più accumulo da integrare alla caldaietta in modo da ottemperare ma spendendo il meno possibile.
    Oppure optare pdc + fv ma costa di più.
    Non ci hai detto tante cose. Quanto hai di budget ? A quanto ammonta il totale dei lavori da fare? Perchè , ripeto , se sei già fuori budget facendo il minimo indispensabile non ha senso discuterne qui.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

  18. #18
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho sentito il termotecnico stasera e gli ho esposto innanzitutto le mie perplessità sul cappotto. Mi ha detto che col cappotto esterno ci sarebbero solo da spostare le tegole come mi hai detto tu Lucas, però non se ne parla di togliere le finestrelle, non sono d'accordo e anche il termotecnico ha detto che pur essendo una cosa logica dal punto di vista energetico si rovinerebbe completamente l'estetica di una casa nata per essere così com'è.
    Mi ha proposto quindi cappotto interno ben fatto e curato il più possibile, con poliuretano.
    Mi ha detto però che la caldaia a condensazione non adempie agli obblighi di legge circa i watt joule al m2 e sono per forza obbligato a mettere una pdc.
    Mi ha fatto una proposta nuova, che non avevo mai sentito, una pdc a gas metano, Robur k18, che pur essendo a gas adempie agli obblighi normativi in quanto è certificata.
    È da montare in abbinamento con termosifoni e potrei ottenere dal conto termico 6000 euro subito, a fronte di una spesa di circa 9000 euro per l'acquisto di questo pdc.
    È un alternativa sicuramente interessante per me. Ovvio non avrei il raffrescamento, mi dispiacerebbe inoltre utilizzare a vita ancora il gas e non l'energia prodotta dagli fv con una pdc aria acqua .. però al momento il male minore per me sembra questo.
    Per quanto riguarda la scala interna, mi sono spiegato male io , il salone dà su un corridoio come tutte le altre stanze del primo piano e il corridoio ovviamente è collegato alla rampa di scale, la sala è appunto la stanza più vicina alla rampa di scale e non ha una porta! Ma un arco in mattoni completamente aperto a cui ho aggiunto una tenda per non far uscire il caldo dato dal camino a legna! Nella parte di bifamiliare a fianco ovviamente al posto dell'arco metterei una porta in modo da isolare la sala e la cucina e non avere più tutti quegli spifferi

  19. #19
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ritiro la questione sul conto termico, confrontandomi qui sul forum un altro utente mi ha fatto notare che era impossibile ottenerlo dal momento che la casa è in F3..il bonus si applica solo per sostituzione di vecchia caldaia ..quindi il termotecnico mi ha dato un informazione errata...ora devo capire come muovermi e cosa scegliere a seconda dei costi

  20. #20
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Non ti sta consigliando molto bene questo termotecnico. Interpella anche qualcun altro.
    Inoltre il discorso dei Watt joule non ha nessun senso perchè sono unità diverse per la misura della stessa grandezza, ( e sarebbe il meno) . Non so , vedo molta nebbia.
    Cappotto interno con poliuretano è molto a rischio condensa. Se interno deve essere io lo farei in calcio silicato e controparetina con foratino sottile da 60 mm. Maggior peso ma anche impossibilità di muffa ma anche massa termica che in estate male non fa.
    La k18 è un ibrido ed a quanto pare usa molto il gas e molto poco l'elettricità. Vista la spesa, a mio parere, non ha senso. piuttosto metti pdc pura subito. Il FV non sei obbligato a metterlo subito ma magari fra qualche anno . Ti sto seguendo anche nell'altro Thread nella sezione pompe di calore.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

  21. #21
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lucas2 Visualizza il messaggio
    Non ti sta consigliando molto bene questo termotecnico. Interpella anche qualcun altro.
    Inoltre il discorso dei Watt joule non ha nessun senso perchè sono unità diverse per la misura della stessa grandezza, ( e sarebbe il meno) . Non so , vedo molta nebbia.
    Cappotto interno con poliuretano è molto a rischio condensa. Se interno deve essere io lo farei in calcio silicato e controparetina con foratino sottile da 60 mm. Maggior peso ma anche impossibilità di muffa ma anche massa termica che in estate male non fa.
    La k18 è un ibrido ed a quanto pare usa molto il gas e molto poco l'elettricità. Vista la spesa, a mio parere, non ha senso. piuttosto metti pdc pura subito. Il FV non sei obbligato a metterlo subito ma magari fra qualche anno . Ti sto seguendo anche nell'altro Thread nella sezione pompe di calore.
    Per il watt joule magari mi sono espresso male io, però ha utilizzato queste due parole per giustificare il fatto che non posso mettere una caldaia a condensazione ma devo mettere per forza pdc,altrimenti non rispetto la normativa. Tecnicamente però nel dettaglio non ho capito benissimo cosa intendesse.
    Per il cappotto mi aveva proposto di inserire forati da 8 cm però ridurrei lo spazio di quasi 20 cm che non è poco ,non so cosa ne venga fuori poi, sono molto incerto .
    Per quanto riguarda la k18 sono d'accordo con te che è una spesa comunque importante ( senza incentivi come invece mi aveva detto lui).. il problema è che la pdc elettrica succhia energia da vendere..per tanto non posso limitarmi a mettere il minimo di pannelli fv e questo aumenta il prezzo in modo considerevole

  22. #22
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Sará uno di quei termotecnici "marpioni" con le foto di camini demoliti nel cassetto?
    Occhio se così fosse, il gse ha bastonato parecchia gente

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk

  23. RAD
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Consiglio per tipologia impianto appartamento 140mq 2 piani
    Da davide19000 nel forum Pompe di Calore AEROTERMICHE
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 17-01-2020, 20:22
  2. Aiuto x per decisione tipologia impianto riscaldamento
    Da mcort nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 24-11-2019, 15:03
  3. Impianto di riscaldamento per nuovo appartamento
    Da info_searcher nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 15-05-2019, 20:46
  4. Help!!! Problema tipologia di impianto di riscaldamento per evitare salassi in bolletta
    Da Ca$h85 nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 57
    Ultimo messaggio: 18-11-2018, 18:54
  5. Fotovoltaico su fabbricato in corso di costruzione
    Da kekko81 nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 27-12-2011, 12:04

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •