E-book domotica
Mi Piace! Mi Piace!:  919
NON mi piace! NON mi piace!:  47
Grazie! Grazie!:  154
Pagina 187 di 191 primaprima ... 87137167173174175176177178179180181182183184185186187188189190191 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 4,093 a 4,114 su 4186

Discussione: Ecobonus, sismabonus, risparmio energetico e FV con accumulo esame Decreto Rilancio

  1. #4093
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da diezedi Visualizza il messaggio
    Già mi è sorta un altra domanda è possibile la cessione parziale del credito,magari su una sola o più voci del lavoro complessivo tipo per es il fotovoltaico lo potrei scaricare io,come capienza forse forse per quello ci stò?Intendo solo lavori con il 110%.
    Credo proprio di sì, anzi credo che si possa scegliere di combinare pagamento e sconto in fattura.
    Impianto FV 6Kwp LG 335 W N1C-A5 inverter Symo 6.0-3-M; ACS 300L 2 pannelli da 1 mq: zona climatica C; 1.355 gradi giorno

  2. #4094
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da sparrow Visualizza il messaggio
    Credo proprio di sì, anzi credo che si possa scegliere di combinare pagamento e sconto in fattura.
    Allora,TRA LE ALTRE COSE ,devo vedere se riesco a trovare un finanziamento che non mi faccia spendere troppo su 5 anni.
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  3. #4095
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Le banche è ovvio che sanno già tutto... Magari non la banca della provincia di borgo tre case, ma poste, ubi, intesa, unictedit etc. Etc. Si. Finché non è ufficiale non esce niente, così come finché non è ufficiale l'assicurazione dirà che non ne sa niente, così come finché non è ufficiale tutto enelx non parla del 110 sul sito. Tutto fa gola a tutti, non c'è nessun soggetto economico che non è interessato ad accaparrarsi più 110 possibile... Dovete solo capire la differenza che corre tra l'idraulico "fasso tutto mi" e soggetti nazionali. Tutto possiamo dire tranne che le cose vadano a rilento, seguono l'iter che devono seguire e non stanno sforando (già è una cosa inusuale). I giudizi diamoli sempre sulle cose certe, dalle mie parti si dice che le chiacchiere fanno le pulci

  4. #4096
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da sparrow Visualizza il messaggio
    Le banche restano abbottonatissime, a parte dichiarazioni di principio. Eppure ora i dati ci sono tutti e non credo che il Governo nel mettere in campo una nossa del genere non abbia consultato ABI anche per i passaggi di dettaglio.
    No, manca un dato fondamentale ovvero la tempistica entro la quale il credito d'imposta diventa liquido, ovvero compare nel cassetto fiscale e diventa spendibile o cedibile.
    Sappiamo che chi riceverà il credito, se in buona fede, anche in caso di sanzioni questo non potrà essere revocato, quindi il principio della certezza del credito l'abbiamo avuta. Ci manca la tempistica, fondamentale per la definizione del prodotto bancario e delle "trattenute" dei vari provider fortemente coinvolti (Enel, ENI, etc.).
    Recentemente, l'AdE ha stabilito che il credito di imposta, anch'esso cedibile, delle locazioni, compare nel cassetto fiscale nella stesso momento in cui viene registrato supportare dell'AdE. Mi aspetto identica prassi, ma vedremo.

  5. #4097
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti, vediamo se qualcuno condivide il mio dubbio, e se ha trovato spiegazione. Se si fanno i lavori trainanti, anche tutti i lavori previsti dall'ecobonus rientrano nella detrazione al 110%, come da tabella 1 della guida dell'ADE sul superbonus. Questa tabella riporta non le spese massime, bensì la detraibilità massima, con gli stessi valori previsti dal precedente regolamento sull'ecobonus.
    Quindi la domanda è: detraibilità massima secondo la percentuale di detrazione precedente (65% o 50% secondo applicabilità) oppure secondo la percentuale del 110%?

    Ancora più strano è che il superbonus prevede un massimale di spesa di 30k per impianto di riscaldamento, e questo è trainante per tutti gli interventi ecobonus, come da tabella 1, incluso anche l'impianto di riscaldamento, dove però si dice che è la detraibilità massima ad essere 30k! [emoji849]

    Tra le due opzioni ballano più di 18k (30k al 65% sono circa 46k, mentre al 110% sono circa 28k...)

    Che ne pensate?

    Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk

  6. #4098
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Io continuo a pensare che l'unica soluzione per dare certezza e garanzia al committente è un esame preliminare della documentazione da parte dell'ENEA con successivo visto di validazione con accettazione domanda e conferma della spettanza della detrazione da parte dell' ADE, e tutto questo prima dell'inizio dei lavori. Il tentativo di scaricare tutta la responsabilità del procedimento al tecnico asseveratore assicurato è demenziale e criminale: il problema è che tra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare, ed in questo caso c'è l'oceano della burocrazia cervellotica, astrusa e conflittuale che negli ultimi trenta anni a reso la materia urbanistica una selva inestricabile che ha prodotto una montagna di cavilli, sentenze, interpelli,controversie legali etc. Tanto per dire come stanno le cose: uno ha in corso licenza per realizzare mansarda in sottotetto con piano casa; è uscito il decreto semplificazioni che ha ricondotto tale intervento nell'ambito della ristrutturazione edilizia dando quindi la possibilità di accedere al superbonus anche in presenza di aumento plano-volumetrico. Presentata relazione integrativa al comune con calcoli di efficientamento energetico secondo legge superbonus, il comune chiede di ripresentare progetto non appena approvato il pua con individuazione delle zone soggette a rigenerazione urbana e per le quali sarà consentito una variazione di volumetria in ambito ristrutturazione. Se intanto si vuole procedere con il progetto approvato bisogna pagare per intero il costo di costruzione in quanto si tratta di nuova costruzione secondo previgente normativa e applicare il superbonus ad interventi non incidenti sulla parte di immobile di cui nel progetto approvato. Faremo ricorso al TAR proponendo azione risarcimento del danno contro il comune.

  7. #4099
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da sparrow Visualizza il messaggio
    Più ci penso più mi sembra complicato per il singolo sganciarsi dall'impresa "fassottuttomì"
    Sono le Esco quel tipo di soggetti, con loro non pensi a nulla. Però metti in conto un 5-10% di trattenute in più sul tuo bonus.
    Criptovalute, semplice guida per saperne di più
    GUIDA

  8. #4100
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Buongiorno,
    una cortesia, è possibile realizzare un impianto fotovoltaico in condominio (autorizzazione già richiesta) pagare l'impianto ed usufruire del 110% successivamente, ovvero, se verrà eseguito il cappotto con il miglioramento di 2 classi energetiche?
    Oppure va eseguito prima il trainante e successivamente il trainato?
    Grazie

  9. #4101
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Dopo 4100 messaggi ancora all'ABC?
    Siate educati leggetevi i thread o usate il motore di riceca avanzata.
    Impianto FV 6Kwp LG 335 W N1C-A5 inverter Symo 6.0-3-M; ACS 300L 2 pannelli da 1 mq: zona climatica C; 1.355 gradi giorno

  10. #4102
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Bocalb Visualizza il messaggio
    Io continuo a pensare che l'unica soluzione per dare certezza e garanzia al committente è un esame preliminare della documentazione da parte dell'ENEA con successivo visto di validazione con accettazione domanda e conferma della spettanza della detrazione da parte dell' ADE, e tutto questo prima dell'inizio dei lavori.
    Basta leggere la legge e si scoprirà un mondo!

  11. #4103
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma invece di fare terrorismo e speculazioni su io penso, io dico perché non siamo propositivi e vediamo a che punto siamo tutti?

    1) io ho l'azienda fotovoltaico e caldaia che si prenderebbe il mio credito ma ad un tasso del 25% quindi per ora aspetto le banche per avere più liquidità se possibile e poi scegliere tra piano A e piano B
    2) le aziende di finestre sono già attrezzate per la cessione al 50% ma un preventivo classico rispetto a quello con cessione del 50% varia tantissimo. più del 30% e quindi anche qui preferisci farmi fare il prezzo all'osso ed in caso pagare
    3) Obiettivo della settimana: passare in tutte le banche e chiedere a che punto sono ora. Almeno per avere un referente all'interno delle banche. Per ora ho Poste, Deutche banck, BNL, Unicredit. Avete altre banche informate?
    4) il mio asseveratore, uno dei miei asseveratori amici ha già stipulato una assicurazione per i 500000€ quindi loro si stanno organizzando
    5) Ho chiesto al mio commercialista info in merito al visto di conformità. Mi dovrebbe rispondere domani. Voi avete news in merito?
    6) Sul sito Enea c'è il nuovo software per abbozzare un'APE sulla propria abitazione e vedere la classe cosi da poter intanto giocare e vedere quali interventi possiamo fare

    Ad oggi, oltre ovviamente a leggere tutto quello che esce SOLO sui canali ufficiali, l'unica cosa che si può fare è attendere e prendere informazioni e farsi un quadro chiaro di cosa si vuole istallare. Ad esempio la mia idea è quella di procedere a step visto che non mi sembra ci sia nessuna legge che lo impedisce. La soluzione migliore sarebbe ad esempio fare interventi caldaia e pannelli e chiudere la pratica; poi fare finestre e chiudere pratica e poi per ultimo edilizia e tutto quello che ruota su edilizia (pavimento radiante e cappotto) e chiudere infine questa pratica.

    Vorrei informarmi in banca anche per sapere in quanto tempo liquidano l'importo se dovessi anticipare io anch eperchè per 30000/40000 posso anche anticipare am essendo questi lavori da circa 200000€ non posso rimanere scoperta più di tanto se devo saldare le varie aziende....

    Voi invece come avete intenzione di procedere? vi state muovendo oltre alle chiacchiere sul forum? avete informazioni da fonti dirette (Assicurazioni, caf, asseveratori)...mi sembra che si fanno tante chiacchiere da bar ma nulla di concreto......dai, siamo propositivi....lo stato non è cattivo e non siamo in uno stato comunista dove poi ci vengono a pescare uno per uno se facciamo tutto correttamente! :-) scherzo ovviamente....

  12. #4104
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da chiaralberto Visualizza il messaggio
    Voi invece come avete intenzione di procedere? vi state muovendo oltre alle chiacchiere sul forum? avete informazioni da fonti dirette (Assicurazioni, caf, asseveratori)...mi sembra che si fanno tante chiacchiere da bar ma nulla di concreto......dai, siamo propositivi....lo stato non è cattivo e non siamo in uno stato comunista dove poi ci vengono a pescare uno per uno se facciamo tutto correttamente! :-) scherzo ovviamente....
    Un paio di dritte da chi il cappotto l'ha fatto. Comincia prima con l'edilizia: il cappotto imporrà nuove misure che chiederanno adattamenti agli infissi e serramenti. Passa poi all'impianto di riscaldamento (quando rifai i pavimenti per il radiante o coibentazione, avrai tutto rotto, anche i vecchi corrugati dell'elettrico o le condutture acqua e gas. Ti troverai a dover metter mano anche a loro.

    Quindi a scaletta penserei a fare:
    - Cappotto (esterno)
    - Impianti e Climatizzazione (interno)
    - Infissi e FV (quel che rimane)

    Poi ogni ditta ha il suo metodo e priorità.

  13. #4105
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi sono astenuto dallo scrivere per un giorno e mezzo e vedo che tutti i dubbi continuano ad aleggiare sul trhead, tranne, va beh, il solito difensore d’ufficio per il quale dovremmo anche ringraziare chi aggiunge caos al caos, burocrazia alla burocrazia e soprattutto fa passare un provvedimento che complica ogni precedente disposizione in materia con lacci e lacciuoli di cui non si sentiva proprio l’esigenza.
    Tornando a noi, perché massimale 96000 e 136000 ? Perché la normativa di riferimento resta quella del 2013 e non mi sembra sia stata cambiata o aggiornata.
    Sono state invece cambiate le percentuali e definite nuovo modalità d’accesso alla detrazione.
    Fin quando qualcuno non dirà che i nuovi tetti di spesa , la loro sommatoria, saranno essi stessi i massimali complessivi degli interventi vale quello che era scritto prima, ovvero TUIR 2013 ed integrazioni successive.
    Su questo lo stesso Sole24ore è stato esplicito ed ha ipotizzato che il FV , solo lui, fosse a parte dal massimale complessivo e precedente, di 96000€.
    Qualcuno vorrebbe anche che ringraziassimo perché “qualcosa” è stato fatto, e no eh, prima esistevano norme chiare e per t u t t i, oggi esiste caos e blocco lavori e tripla burocrazia.
    Almeno non si chieda il ringraziamento e per favore togliamoci la mentalità del suddito, noi siamo lo Stato
    gli altri sono ( o meglio dovrebbero essere ) meri amministratori della cosa pubblica, non coloro che “ci fanno favori”.
    Se hanno deciso di regalare il 110% non è per fare un “favore” a nessuno ma per cercare di dimostrare d’essere capaci a far ripartire questo paese e guadagnare il lasciapassare per il rinnovo della loro poltrona perché beceramente di ciò si tratta .
    Se ciò dovesse procurare anche vantaggi al cittadino, ben venga, altrimenti il giudizio resterà quello che appare oggi: i N c a p a c i.
    Per tutte le vostre perplessità attendiamo chiarimenti anche se le “firme” annunciate pare siano come sempre annunci che non chiariscono molto.
    Comunque i condomini si possono muovere con tranquillità, due classi energetiche , PDC, FV ci stanno tranquillamente
    Per i privati molto è già chiarito , il resto lo faranno i tanti tecnici
    ampiamente retribuiti da interventi esclusivamente in “chiaro”e finalmente sapremo ......
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Aderite al Team di monitoraggio denominato EnergeticAmbiente su Pvoutput.org , così sapremo ogni giorno quanta energia pulita hanno prodotto gli amici del forum. Questo il link del Team ​https://pvoutput.org/listteam.jsp?tid=1115

  14. #4106
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da dolam Visualizza il messaggio
    Tornando a noi, perché massimale 96000 e 136000 ?
    CiaoDolam, a proposito di massimali...
    Secondo te per lavori già eseguiti in passato (passaggio da caldaia gas a caldaia a pellet e lavori di ristrutturazioni varie tra cui anche piccoli rinforzi antisismici) per i quali sto tuttora scontando del bonus, questi massimali andranno diminuiti di quanto già usufruito?
    Criptovalute, semplice guida per saperne di più
    GUIDA

  15. #4107
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da dolam Visualizza il messaggio
    Comunque i condomini si possono muovere con tranquillità, due classi energetiche , PDC, FV ci stanno tranquillamente
    Perché solo i condomini?per chi ha casa unifamiliare credo sia lo stesso.
    Passare da caldaia a pdc credo sia un diviso 3 dell' energia non rinnovabile. Con il fotovoltaico ancora di più.... almeno credo ...

    Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk

  16. #4108
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da dolam Visualizza il messaggio
    il resto lo faranno i tanti tecnici
    ampiamente retribuiti da interventi esclusivamente in “chiaro”e finalmente sapremo ......
    Ecco, io avrei cominciato da questo punto e qui mi sarei fermato. Le leggi sono mostri, a volte fatte bene, a volte fatte male. Questo governo le leggi tende a farle male (e c'è chi maliziosamente ha detto che lo fanno apposta). E l'obiettivo è sempre il prossimo turno elettorale.

    Ma tolto l'ovvio, se uno vuole usare le vecchie norme, le può usare. Se vuole usare le nuove norme, adesso ne conosce (quasi) tutti i limiti. Per l'edilizia ferma... beh beati voi che in questo periodo siete disposti a spendere i vostri risparmi, perchè se non v'è certezza del futuro che ti vuoi spendere? Semmai mi lascia interdetto che ci siano "aziende" dove preferiscono lavorare in nero piuttosto che accettare commesse per il 110%, a prescindere dalla cessione o meno del credito. C'è un problema di nero spaventoso lì fuori.
    Ultima modifica di Garani; 02-08-2020 a 09:32

  17. #4109
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Bocalb Visualizza il messaggio
    Io continuo a pensare che l'unica soluzione per dare certezza e garanzia al committente è un esame preliminare della documentazione da parte dell'ENEA con successivo visto di validazione con accettazione domanda e conferma della spettanza della detrazione da parte dell' ADE, e tutto questo prima dell'inizio dei lavori. Il tentativo di scaricare tutta la responsabilità del procedimento al tecnico asseveratore assicurato è demenziale e criminale: il problema è che tra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare, ed in questo caso c'è l'oceano della burocrazia cervellotica, astrusa e conflittuale che negli ultimi trenta anni a reso la materia urbanistica una selva inestricabile che ha prodotto una montagna di cavilli, sentenze, interpelli,controversie legali etc. Tanto per dire come stanno le cose: uno ha in corso licenza per realizzare mansarda in sottotetto con piano casa; è uscito il decreto semplificazioni che ha ricondotto tale intervento nell'ambito della ristrutturazione edilizia dando quindi la possibilità di accedere al superbonus anche in presenza di aumento plano-volumetrico. Presentata relazione integrativa al comune con calcoli di efficientamento energetico secondo legge superbonus, il comune chiede di ripresentare progetto non appena approvato il pua con individuazione delle zone soggette a rigenerazione urbana e per le quali sarà consentito una variazione di volumetria in ambito ristrutturazione. Se intanto si vuole procedere con il progetto approvato bisogna pagare per intero il costo di costruzione in quanto si tratta di nuova costruzione secondo previgente normativa e applicare il superbonus ad interventi non incidenti sulla parte di immobile di cui nel progetto approvato. Faremo ricorso al TAR proponendo azione risarcimento del danno contro il comune.
    Sono in una situazione similare ma non ho ancora aperto la Scia,l' idea era di riqualificare una bifamiliare e contestualmente recuperare un sottotetto a mansarda.Il progetto prevedeva di alzare tale sottotetto rimanendo nei limiti della ristrutturazione o manutenzione straordinaria,alzandolo di quel poco concesso per l adeguamento sismico ed energetico.Leggendo il dl semplificazioni parrebbe che sia possibile combinare il superbonus con gli ampliamenti ma a quanto ho letto solo in caso di demolizione e ricostruzione.Tu come lo interpreti invece a livello di recupero del sottotetto?potrei alzarmi di più sfruttando gli ampliamenti concessi dal comune senza perdere gli incentivi?

  18. #4110
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da dolam Visualizza il messaggio
    Mi sono astenuto dallo scrivere per un giorno e mezzo e vedo che tutti i dubbi continuano ad aleggiare sul trhead, tranne, va beh, il solito difensore d’ufficio per il quale dovremmo anche ringraziare chi aggiunge caos al caos, burocrazia alla burocrazia e soprattutto fa passare un provvedimento che complica ogni precedente disposizione in materia con lacci e lacciuoli di cui non si sentiva proprio l’esigenza.
    Tornando a noi, perché massimale 96000 e 136000 ? Perché la normativa di riferimento resta quella del 2013 e non mi sembra sia stata cambiata o aggiornata.
    Sono state invece cambiate le percentuali e definite nuovo modalità d’accesso alla detrazione.
    Fin quando qualcuno non dirà che i nuovi tetti di spesa , la loro sommatoria, saranno essi stessi i massimali complessivi degli interventi vale quello che era scritto prima, ovvero TUIR 2013 ed integrazioni successive.
    Su questo lo stesso Sole24ore è stato esplicito ed ha ipotizzato che il FV , solo lui, fosse a parte dal massimale complessivo e precedente, di 96000€.
    Qualcuno vorrebbe anche che ringraziassimo perché “qualcosa” è stato fatto, e no eh, prima esistevano norme chiare e per t u t t i, oggi esiste caos e blocco lavori e tripla burocrazia.
    Almeno non si chieda il ringraziamento e per favore togliamoci la mentalità del suddito, noi siamo lo Stato
    gli altri sono ( o meglio dovrebbero essere ) meri amministratori della cosa pubblica, non coloro che “ci fanno favori”.
    Se hanno deciso di regalare il 110% non è per fare un “favore” a nessuno ma per cercare di dimostrare d’essere capaci a far ripartire questo paese e guadagnare il lasciapassare per il rinnovo della loro poltrona perché beceramente di ciò si tratta .
    Se ciò dovesse procurare anche vantaggi al cittadino, ben venga, altrimenti il giudizio resterà quello che appare oggi: i N c a p a c i.
    Per tutte le vostre perplessità attendiamo chiarimenti anche se le “firme” annunciate pare siano come sempre annunci che non chiariscono molto.
    Comunque i condomini si possono muovere con tranquillità, due classi energetiche , PDC, FV ci stanno tranquillamente
    Per i privati molto è già chiarito , il resto lo faranno i tanti tecnici
    ampiamente retribuiti da interventi esclusivamente in “chiaro”e finalmente sapremo ......
    ma è chiaro , più la norma non è chiara e meno persone ne usufruiscono
    loro fanno le leggi e davanti a tutti dicono di avere fatto questo e quello ma poi ?

    meno parole e più fatti
    piuttosto meno fondi e % ma più chiare

    io sarei per un 70/75% di rimborso in 2/3 anni stile conto termico piuttosto che queste "buffonate" da 110% inutili

  19. #4111
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Scusate, mi sapete indicare dove trovo il software Enea per provare a simulare qualche intervento?
    Grazie mille

  20. #4112
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da alexsky Visualizza il messaggio
    io sarei per un 70/75% di rimborso in 2/3 anni stile conto termico piuttosto che queste "buffonate" da 110% inutili
    Facciamo finta che hai un progetto da 70k tra cappotto, impianto e PdC. Il 70% significa avere a disposizione 49k di detrazione da usufruire in 3 anni, ovvero 16k l'anno. Se hai capienza per 16k hai ttta la mia ammirazione, perchè probabilmente hai un salario da oltre 60mila l'anno. Non tutti hanno accesso a quelle disponibilità.

    Seppur propagandistico il 110%, serve a convincere sopratutto i condomini a fare i lavori. Molte di quelle costruzioni, oltre ad avere seri problemi di tenuta termica, magari ancora usano caldaie a gasolio che inquinano da morire, con vetri da pochi millimetri, spesso in aree molto popolari. Insomma, il 110% non sarà il massimo, ma la sua ratio ce l'ha.

  21. #4113
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Pasca1977 Visualizza il messaggio
    Scusate, mi sapete indicare dove trovo il software Enea per provare a simulare qualche intervento?
    Software di Diagnosi e Certifica

  22. #4114
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Garani Visualizza il messaggio
    Grazie mille gentilissimo, appena ho un attimo proverò a smanettare

Pagina 187 di 191 primaprima ... 87137167173174175176177178179180181182183184185186187188189190191 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. DL RILANCIO - detrazioni 110% per fotovoltaico ed accumulo
    Da Caccamo nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 62
    Ultimo messaggio: 25-07-2020, 06:35
  2. Decreto crescita ecobonus 2019 e sconto del 50%. Questo sconosciuto!
    Da Winston79 nel forum Legislazione e Normativa Impianti
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 21-11-2019, 00:19
  3. Decreto crescita ecobonus 2019 e sconto del 50%. Nessuno ne parla?
    Da Winston79 nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 29-08-2019, 14:48
  4. Sismabonus ed Ecobonus, info sulla cessione del credito...
    Da floop nel forum LEGGI e FINANZIAMENTI FER
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 10-01-2018, 11:23

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •