Mi Piace! Mi Piace!:  1,645
NON mi piace! NON mi piace!:  71
Grazie! Grazie!:  421

Discussione: Ecobonus, sismabonus, risparmio energetico e FV con accumulo esame Decreto Rilancio

  1. #4137
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da stufodellenel Visualizza il messaggio
    Sarà gratis e pure con il guadagno del 10% a chi si terrà in pancia il credito ma tutti gli altri (95%) che vorranno cederlo alle banche o ancora peggio ai fornitori, mettano pure in conto di spendere tra il 10 e il 15% dell'importo lavori.
    Vedrai che dopo la sbornia iniziale almeno la metà di chi vorrebbe fare non farà niente e chi farà, si limiterà alle cose utili
    quindi secondo te l'impresa chiederà cmq un pagamento al committente? io credo che così rischino di perdere clienti
    avrebbe più senso per loro mettere tutto nel calderone e pubblicizzare il costo 0 per il cliente
    FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

  2. #4138
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da stufodellenel Visualizza il messaggio
    Sono le Esco quel tipo di soggetti, con loro non pensi a nulla. Però metti in conto un 5-10% di trattenute in più sul tuo bonus.
    Con le banche sarà peggio perché tra bolli, marche, tasse, diritti fissi e interessi si arriverà ad oltre il 10%. Con i provider che tipicamente operano nel settore (soggetti tipo Enel X o ENI) la trattenuta è anche superiore al 20%.

  3. #4139
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Garani Visualizza il messaggio
    Dietro casa mia c'è un tizio che si è fatto mettere un FV sul solo tetto a lui disponibile, ovvero a nord. Quindi non è assurdo.
    Quoto, fatto installazioni (e le progetto da anni), chiaramente il canino S - SO - SE sarebbe l’ideale ma dove non possibile installazioni miste o a nord (rarissime davvero) si possono fare a patto di mostrare al futuro proprietario che l’impianto renderà come un PV sito a Copenaghen, quindi o si accontenterà di quella energia prodotta oppure se ci fosse maggior spazio colma la perdita di efficienza con maggior superficie captante.

  4. #4140
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Comunque tra qualche giorno sapremo come si muoveranno le banche (almeno si spera): esempio, pensionato al minimo con unica villetta di proprietà che vuole fare interventi con superbonus per importo max 96.000 euro + fotov. con accumulo. Va dal tecnico di fiducia e si fare diagnosi energetica con ape pre intervento e descrizione dettagliata dei singoli lavori con computo metrico e riepilogo costi generali, e redige relazione da protocollare all'ufficio tecnico comunale se non sono richiesti altri documenti progettuali, tipo permesso a costruire: dà un acconto al tecnico (diciamo 500 euro) con promessa di nominarlo asseveratore e direttore dei lavori. A questo punto ha bisogno di anticipo di almeno 30% per iniziare lavori (primo SAL) e se non trova impresa disposta ad accollarsi onere di anticipo costi mediante sconto in fattura, deve per forza rivolgersi alla banca o altro intermediario finanziario: quali documenti e sopratutto quali garanzie gli verranno chiesti per l'anticipo della somma?

  5. #4141
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Pompe di calore ad alta temperature che vadano bene con i radiatori in ghisa ci sono??
    O è meglio optare per una ibrida e sei più sicuro??
    Casa degli anni 70 con isolamento di cellulosa espansa nel sottotetto, muri "normali" come da costruzione originale.
    Zona Reggio Emilia

    Grazie

  6. #4142
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    scusa, anche a non voler pestare sul cappotto come fanno molti altri, ma se devi intervenire sull'impianto di riscaldamento allora fai una valutazione anche sul dimensionamento dei radiatori e li cambi con prodotti che rendano il giusto a temperature non più alte di 45° così puoi mettere tutte le pdc che vuoi
    FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

  7. #4143
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Bocalb Visualizza il messaggio
    ZACKNAR, penso intatnto che i lavori che vuoi fare richiedono permesso di costruire e non Scia se pensi di aumentare volumetria con 20% in più dell'esistente come previsto dal piano casa: in tale ipotesi il comune dovrebbe rilasciare licenza per "nuova costruzione", che con il regime precedente al DL Semplificazioni non poteva accedere alle detrazioni fiscali. Invece se fai un semplice recupero del sottotetto facendolo abitabile e seguendo le prescrizioni urbanistiche del tuo comune senza variare la plano-volumetria ( ad esempio con apertura di abbaini in modo da rialzare in alcune zone le altezze del sottotetto) allora rientri nella ristrutturazione edilizia e puoi usufruire di tutte le detrazioni compreso il superbonus. Io penso che la modifica introdotta con il DL Semplificazioni serve proprio a chiarire i dubbi in merito alla possibilità di usufruire del superbonus anche in caso di ampliamenti con piano casa. Non dimentichiamo che gli stessi legislatori brancolano nel buio delle interpretazioni delle leggi e dei regolamenti attuativi nazionali, regionali , provinciali e comunali: nella prima stesura del DL superbonus erano escluse le superfici inclinate (cioè i tetti di copertura) mentre nella conversione in legge sono magicamente comparse; nel DM Requisiti tecnici compare pure il limite di spesa per i tetti ventilati.
    Grazie per la risposta,l' idea era proprio quella di rimanere in ristrutturazione e proprio gli abbaini erano il problema in quanto al momento il comune li considera ampliamento volumetrico e quindi non sono agevolabili,ritieni dunque che dopo il dl semplificazioni potrebbero rientrare senza configurarsi come ampliamento?Sarebbe veramente una buona cosa per me in quanto altrimenti sarei costretto a farli in un secondo momento con altra pratica in quanto è molto complicato inserirli in quella di riqualificazione pagandole a parte.

  8. #4144
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Another Visualizza il messaggio
    scusa, anche a non voler pestare sul cappotto come fanno molti altri, ma se devi intervenire sull'impianto di riscaldamento allora fai una valutazione anche sul dimensionamento dei radiatori e li cambi con prodotti che rendano il giusto a temperature non più alte di 45° così puoi mettere tutte le pdc che vuoi
    Purtoppo il cappotto è complicato perchè essendo in una bifamigliare ognuno con ingresso indipendente e civico ognuno il suo, il mio vicino non vuole fare il cappotto... per ora
    Giusta dritta grazie...
    ma da ignorante quali radiatori dovrei mettere?? fammi qualche esempio.....
    Premetto che quelli che ho in ghisa vanno bene......

  9. #4145
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Garani Visualizza il messaggio
    L'APE premia l'uso di combustibili verdi (biomassa ed elettricità). La classe non è sulla qualità dell'involucro, ma sull'inquinamento a base di inquinamento. E' una cazzata? Sono d'accordo con te. Però l'APE è così da anni.
    non'è una cazzata perchè incentiva ad usare energia rinnovabile che è la strada migliore. se uno riempie di pannelli fotovoltaici il tetto e le facciate del proprio edificio, non solo può usare tutta l'energia che vuole per scaldarsi, illuminarsi e magari far funzionare una sauna privata, ma potrebbe anche venderla al vicino di casa. Cioè un produttore-consumatore che oggi viene indicato come 'prosumer'.
    molto meglio che sigillare un edificio con un cappotto pesantissimo.
    Marco

  10. #4146
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da matte82 Visualizza il messaggio
    Purtoppo il cappotto è complicato perchè essendo in una bifamigliare ognuno con ingresso indipendente e civico ognuno il suo, il mio vicino non vuole fare il cappotto... per ora
    Il problema è superato. Con la conversione in legge puoi fare il cappotto solo sul tuo lato.

    ma da ignorante quali radiatori dovrei mettere?? fammi qualche esempio.....
    Puoi fare 3 tipi di interventi:
    1) rifai tutto l'impianto e lo trasformi a radiante a pavimento.
    - PRO: la PdC funziona meglio, con lo stesso impianto ti fai caldo e freddo
    - CONTRO: devi avere le altezze, sfondi tutto, le porte devono essere adeguate... insomma devi traslocare fuori casa per 1 mese buono.
    2) cambi i termosifoni in Ghisa con dei FanCoil
    - PRO: con lo stesso impianto ti fai caldo e freddo, la temperatura acqua può variare secondo il fabbisogno della casa (da bassa ad alta temperatura)
    - CONTRO: le ventole potrebbero darti fastidio, se ci fai anche freddo, devi prevedere un impianto di raccolta della condensa (qualcosa devi spaccare)
    3) cambi i termosifoni in Ghisa con quelli in Alluminio
    - PRO: meno inerzia termica, quindi più facile da usare con temperature di mandata più basse, praticamente non fai opere
    - CONTRO: non ci fai il freddo, meno inerzia termica (si raffreddano più velocemente), dovrai probabilmente mettere un numero maggiore di elementi se vuoi usarli a bassa temperatura

    Ovviamente puoi sempre tenerti i termosifoni in ghisa e usare la PdC ad Alta Temperatura, però tieni conto che oltre i 55 gradi è difficile che ci vadano senza ulteriore apporto termico da parte di una serpentina o il gas (le così dette PdC Ibride).

    Però, prima di pensare alla PdC, pensa al cappotto: appena hai capito cosa potrai fare, e il relativo impatto termico, il termo tecnico potrà lavorare sull'impianto più appropriato per le tue esigenze. Ancora perchè la PdC non ti fa fare da sola il salto di 2 classi, così non te lo fa fare il solo cappotto: per avere il 110% probabilmente dovrai farli lavorare insieme.

  11. #4147
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da itamarcus Visualizza il messaggio
    molto meglio che sigillare un edificio con un cappotto pesantissimo.
    Capisco il tuo punto di vista, ma se consumo meno, spreco meno. Per me viene prima il risparmio sul consumo, poi il resto farà la sua parte.

  12. #4148
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie per tutte le risposte... cappotto avevo letto che potevo farlo anche da solo ma la casa è faccia a vista non voglio litigare col vicino perchè diventerebbe una parte (mia) con cappotto liscio e l'altra parte faccia a vista....
    Per quanto riguarda radiatori:
    1) non posso non ho le altezze
    2) Fancoil buona idea ma non so come funzionano e se devo fare opere murarie impegnative per adattare il mio impianto...
    3) Alluminio è la cosa più semplice però passando dalla ghisa che resta calda all'alluminio che si raffredda subito...non so come sia la sensazione di confort in casa....
    4) pdc ibrida sei sicuro che impostando che a basse temperature si attiva la caldaia a condensazione non hai rischi di rimanere al freddo, per il resto fa la pompa di calore...

    Ovviamente alla pdc ci abbinerei fotovoltaico + batteria per poter superare le 2 classi, la mia casa dovrebbe essere in classe G o F al massimo.

  13. #4149
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Garani Visualizza il messaggio
    Capisco il tuo punto di vista, ma se consumo meno, spreco meno. Per me viene prima il risparmio sul consumo, poi il resto farà la sua parte.
    Concordo con te. Sicuramente dal punto di vista ambientale quello che dici è ineccepibile ma alla fine utilizzando l'aria come energia utilizzi energia rinnovabile (aria).
    Ma torno a bomba sulle 2 classi e sulla pdc.
    Supponiamo che il mio involucro perda 100kwh in un giorno (a 0c per esempjo) quindi ho bisogno di metterci 100kwhtermici al giorno.
    Se io metto una pdc con cop di 3 (anxhe qui usiamola come media anxhe se ovviamente cambierà se sono a Palermo o a cortina) a quel punto i miei 100kwh diventano 33kwh elettrici e 66 rinnovabili.
    Questo conto è giusto o sbagliato?
    In altre parole quale è l'efficienza della pdc che entra nel calcolo dell'ape?
    Perché se il tuo consumo di energia non rinnovabile si riduce di un terzo credo che le 2 classi vengano superate, no?

    Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk

  14. #4150
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Per me viene prima il risparmio sul consumo, poi il resto farà la sua parte.
    Concetto giustissimo, però a volte bisogna fare i conti con la realtà e con l'economia... Io per es. ho optato prima per impianti e infissi perchè il solo cappotto mi sarebbe costato più degli altri interventi...
    Magari adesso è arrivato il momento... Ogni cosa a suo tempo.


    Matte82: per come la vedo io, se non vuoi stravolgere abitazione, devi inserire una pompa di calore ibrida ma non è detto che questa ti faccia fare il salto di 2 classi...


    Perché se il tuo consumo di energia non rinnovabile si riduce di un terzo credo che le 2 classi vengano superate, no?
    Non è detto: dipende dalla base di partenza. Una cosa è partire da classe G, un'altra da classe C...
    Certo se poi alla PDC ci abbini FTV allora il risparmio aumenta (in quanto l'energia necessaria alla PDC verrà in parte dall'aria e in parte dal FTV) e il salto di 2 classi è sicuramente più abbordabile...

    saluti
    Villetta 160 mq zona climatica D in ristrutturazione (casa elettrica - NO GAS)
    Pavimento radiante: passo 10 (5 nei bagni) tutto in BT
    Raffrescamento tramite fancoil - Pompa di Calore: Mitsubishi Zubadan 11,2 kWt
    ACS: accumulo da 350l Viessmann Solarmax (adatto a Pompe di calore) + ST
    Fotovoltaico da 5,4 kWp Aleo + Solaredge con ottimizzatori dal 12/10/2016

  15. #4151
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Garani Visualizza il messaggio
    Capisco il tuo punto di vista, ma se consumo meno, spreco meno. Per me viene prima il risparmio sul consumo, poi il resto farà la sua parte.
    come filosofia di vita non fa una piega ma, guardando i dati, parliamo di piccole cose...
    considera che, in un giorno, il sole fa arrivare sulla terra tanta energia da poter alimentare tutto il pianeta per un anno intero...abbiamo a disposizione un quantità enorme di energia da canalizzare nella giusta direzione...
    se fai un analisi a lungo termine il fotovoltaico vince facile sul cappotto.
    ovviamente vale per edifici esistenti con tutta una serie di problemi che si portano dietro.
    per edifici nuovi o da ristrutturazione facile, è bene pensare fin da subito ad un buon isolamento, senza strafare però, come si prospettava una decina di anni fa...
    Ultima modifica di itamarcus; 03-08-2020 a 09:41
    Marco

  16. #4152
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da matador0975 Visualizza il messaggio
    Concordo con te. Sicuramente dal punto di vista ambientale quello che dici è ineccepibile ma alla fine utilizzando l'aria come energia utilizzi energia rinnovabile (aria).
    Ma torno a bomba sulle 2 classi e sulla pdc.
    Supponiamo che il mio involucro perda 100kwh in un giorno (a 0c per esempjo) quindi ho bisogno di metterci 100kwhtermici al giorno.
    Se io metto una pdc con cop di 3 (anxhe qui usiamola come media anxhe se ovviamente cambierà se sono a Palermo o a cortina) a quel punto i miei 100kwh diventano 33kwh elettrici e 66 rinnovabili.
    Questo conto è giusto o sbagliato?
    In altre parole quale è l'efficienza della pdc che entra nel calcolo dell'ape?
    Perché se il tuo consumo di energia non rinnovabile si riduce di un terzo credo che le 2 classi vengano superate, no?

    Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
    non capisco il tuo calcolo. 100kwt con COP 3 diventano 33kw elettrici che, a questo punto, possono essere rinnovabili se provengono dal fotovoltaico oppure sono semplicemente 'non rinnovabili' perchè provengono da centrali a carbone...
    nell'APE entrano in gioco altre grandezze che non'è possibile fare calcoli spannometrici...
    Marco

  17. #4153
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da matte82 Visualizza il messaggio
    Grazie per tutte le risposte... cappotto avevo letto che potevo farlo anche da solo ma la casa è faccia a vista non voglio litigare col vicino perchè diventerebbe una parte (mia) con cappotto liscio e l'altra parte faccia a vista....
    Risolvi incollando sul muro un finto "a vista" Ce ne sono di materie plastiche che possono facilmente essere incollate al cappotto. Insomma, fatti fare un progetto, un'idea. Non escludere subito la possibilità, prima confrontati con un professionista: magari c'è la soluzione.

    2) Fancoil buona idea ma non so come funzionano e se devo fare opere murarie impegnative per adattare il mio impianto...
    Parlane con arch.simo lui è forte sull'argomento

    3) Alluminio è la cosa più semplice però passando dalla ghisa che resta calda all'alluminio che si raffredda subito...non so come sia la sensazione di confort in casa....
    Dipende. Un po' è abitudine, un po' è il tipo di casa. Se la casa tende ad essere umida, forse la ghisa è meglio per le tue necessità. I termosifoni in alluminio invece usano l'effetto venturi per spostare aria al loro interno. Insomma, sono differenti filosofie, e poi a te deve piacere: non c'è cosa peggiore di spendere i soldi senza essere convinto.

    Ovviamente alla pdc ci abbinerei fotovoltaico + batteria per poter superare le 2 classi, la mia casa dovrebbe essere in classe G o F al massimo.
    Io però rimango dubbioso che con la sola PdC (ibrida o meno) superi le 2 classi energetiche.

  18. #4154
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Zacknar, il DL Semplificazioni dovrebbe aver ampliato il concetto di ristrutturazione anche agli interventi con aumento di volumetria: per demolizione e ricostruzione si può intendere anche un intervento parziale come il rifacimento del tetto di copertura.

  19. #4155
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da itamarcus Visualizza il messaggio
    non capisco il tuo calcolo. 100kwt con COP 3 diventano 33kw elettrici che, a questo punto, possono essere rinnovabili se provengono dal fotovoltaico oppure sono semplicemente 'non rinnovabili' perchè provengono da centrali a carbone...
    nell'APE entrano in gioco altre grandezze che non'è possibile fare calcoli spannometrici...
    il conto è dato dal fatto che la pdc non crea 66kwt per magia, li crea usando una fonte rinnovabile che è l'aria... quindi passi da 100kwt prodotti al 100% da fonti fossili a 100kwt prodotti al 33% da fonti miste. fonti miste perchè se consideri che nel mix energetico nazionale le rinnovabili incidono per il 40% significa che di quei 33kw di elettricità che compri 13kw sono prodotti con fonti rinnovabili, quindi passando a pdc usi 80% di fonti rinnovabili e 20% di fonti fossili. se poi ci metti il fv che ti da un ulteriore apporto di fonti rinnovabili questa percentuale si abbassa ancora.

  20. #4156
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Garani Visualizza il messaggio

    2) cambi i termosifoni in Ghisa con dei FanCoil
    - PRO: con lo stesso impianto ti fai caldo e freddo, la temperatura acqua può variare secondo il fabbisogno della casa (da bassa ad alta temperatura)
    - CONTRO: le ventole potrebbero darti fastidio, se ci fai anche freddo, devi prevedere un impianto di raccolta della condensa (qualcosa devi spaccare)
    per far andare in raffrescamento i FC va verificato che il sistema di distribuzione sia adeguato, ovvero tubi grandi e perfettamente isolati. Decisamente non scontato.

    Aggiungo

    4) radiante a soffitto
    - PRO: abbassi il soffitto quindi meno volume da riscaldare, non devi sventrare casa, ampia superficie radiante, hai vano tecnico per farci passare i tubi VMC, funziona sia in riscaldamento sia in raffrescamento (miglior impianto possibile) a bassa temperatura
    - CONTRO: in riscaldamento il confort non e' ottimale ma comunque migliore rispetto ai termosifoni, purtroppo non costa pochissimo, devi avere soffitti alti per fare il controsoffitto

  21. #4157
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da an-cic Visualizza il messaggio
    il conto è dato dal fatto che la pdc non crea 66kwt per magia, li crea usando una fonte rinnovabile che è l'aria... quindi passi da 100kwt prodotti al 100% da fonti fossili a 100kwt prodotti al 33% da fonti miste. fonti miste perchè se consideri che nel mix energetico nazionale le rinnovabili incidono per il 40% significa che di quei 33kw di elettricità che compri 13kw sono prodotti con fonti rinnovabili, quindi passando a pdc usi 80% di fonti rinnovabili e 20% di fonti fossili. se poi ci metti il fv che ti da un ulteriore apporto di fonti rinnovabili questa percentuale si abbassa ancora.
    si ma, se butti dentro i dati così, non ti fai l'APE. ti fai un idea di massima e poco più...
    Marco

  22. #4158
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da ligabue82 Visualizza il messaggio
    Non è detto: dipende dalla base di partenza. Una cosa è partire da classe G, un'altra da classe C...
    Certo se poi alla PDC ci abbini FTV allora il risparmio aumenta (in quanto l'energia necessaria alla PDC verrà in parte dall'aria e in parte dal FTV) e il salto di 2 classi è sicuramente più abbordabile...
    saluti
    chiaro, però scusatemi se dico cavolate ma è un annetto che mi sto introducendo in questo mondo (e mi sono accorto che l'ape che mi avevano fatto 2 anni fa era sbagliata) e quindi potrebbero sfuggirmi tante cose.
    Da quello che ho capito le classi (a,b,c,d,e,etc) non sono in valore assoluto, ma sono funzione dell'edificio di riferimento:
    sarò in classe b se sono uguale o di un 20% piu alto rispetto all'edificio standard
    sarò in classe a1 se sono uguale o di un 20% piu basso rispetto all'edificio standard.
    sarò in classe a2 se sono 20% piu basso rispetto all'edificio standard o di un 40% piu basso rispetto all'edificio standard.
    e cosi via ...
    quindi direi che se fai un diviso 3 scendi di 2 classi un po da tutte le parti.
    Ma la mia domanda è: scendi di un diviso 3?

Pagina 189 di 379 primaprima ... 89139169175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203209239289 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. DL RILANCIO - detrazioni 110% per fotovoltaico ed accumulo
    Da Caccamo nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 154
    Ultimo messaggio: 14-10-2020, 20:03
  2. Decreto crescita ecobonus 2019 e sconto del 50%. Questo sconosciuto!
    Da Winston79 nel forum Legislazione e Normativa Impianti
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 21-11-2019, 00:19
  3. Decreto crescita ecobonus 2019 e sconto del 50%. Nessuno ne parla?
    Da Winston79 nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 29-08-2019, 14:48
  4. Sismabonus ed Ecobonus, info sulla cessione del credito...
    Da floop nel forum LEGGI e FINANZIAMENTI FER
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 10-01-2018, 11:23

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •