Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 4 di 4 primaprima 1234
Visualizzazione dei risultati da 67 a 70 su 70

Discussione: Incendi in Italia

  1. #67
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    Non capisco perché i compiti per la tutela dell'ambiente e per il sociale sono sempre assegnati ai volontari ma forse è proprio per il fatto che non ci sono compensi in ballo che le cose funzionano meglio. quindi complimenti a tutti i volontari!!!

    Però anche per rispondere all'emergenza "incendi" sono necessari adeguati fondi economici, onestà e competenze nella gestione.
    Sono d'accordo che oltre la presenza di una sufficiente quantità di mezzi di soccorso è importante la presenza di bacini antincendio sul territorio ed in assenza di questo bisogna inventarsi qualcos'altro.


    Una mia difficoltà è avere certezze dell'esistenza e gravità di un incendio prima di segnalarlo poiché penso che dare un falso allarme potrebbe distogliere forze da altre emergenze quindi, non so se già previsto per legge, sarebbe da evitare l'accensione di fuochi anche per non indurre l'osservatore a sbagliare.

    Inoltre ho dovuto chiamare 4 volte per il fatto che non avevo certezza che la mia richiesta fosse stata presa in considerazione e che i dati forniti fossero sufficienti. Anche questo atteggiamento potrebbe essere negativo verso chi gestisce le emergenze quindi per tranquillizzare l'utente ed evitare l'intasamento del call center potrebbe essere utile assegnare un codice di segnalazione e comunicare dei tempi indicativi di intervento (come fanno i gestori telefonici per i guasti).

    Al fine di inviare personale e mezzi adeguati, organizzerei un breve questionario per individuare l'esatta collocazione e la gravità dell'incendio:
    - distanza dal punto avvistamento
    - vastità
    - vento
    - conformazione del territorio
    - presenza di abitazioni o persone
    - disponibilità a lasciare un recapito telefonico
    - ecc. ecc.

    La Protezione Civile dispone di una presenza capillare sul territorio, quindi anche l'ipotesi di un tempestivo sopralluogo di un tecnico potrebbe ottimizzare il successivo intervento dei mezzi antincendio.
    «Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo». Mahatma Gandhi

  2. #68
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao. sto facendo un ragionamento ma sono felice di ricevere qualsiasi opinione anche contraria, poichè è basato solo sulle mie riflessioni:
    gli stagionali della deforestazione ( mi limito a quella parte di brave persone che non appiccano incendi) lavorano tre mesi (il periodo estivo) e poi richiedono la disoccupazione fino all'anno successivo (o fino a un nuovo periodo di lavoro) o si dedicano ad altro. Secondo me invece dovrebbe cambiare radicalmente la visione della prevenzione degli incendi trasformandola in cura boschiva distribuita durante tutto il corso dell'anno. Insomma, magari assumere un numero minore (o anche molto minore) di persone che vadano a curare il bosco, fare rimboschimento, togliere il sottobosco secco,ecc. ma che lo facciano tutto l'anno e che, se si verificano più di un certo numero di incendi abbiano diminuzioni di paga (il metodo degli incentivi secondo me non è efficace perchè molti lo avvertirebbero come un "non necessario fare di più"). Inoltre, formerei queste persone con corsi ad esempio ogni tre/quattro anni, rendendo obbligatori per l'assunzione i corsi di pronto soccorso di primo e secondo intervento (in modo che sappiano comportarsi adeguatamente in caso di ustioni proprie o di terzi: troppo spesso noi volontari di primo intervento assistiamo a ustionati che si comportano al contrario di come dovrebbero), un corso formativo di base di prevenzione incendi ed eventuali corsi per la tutela dell'ambiente.

  3. #69
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    California, Boeing 747 sorvola le fiamme: è l'aereo antincendio più grande

    prossimamente da noi...

  4. #70
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

Pagina 4 di 4 primaprima 1234

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •