Grazie! Grazie!:  16
Pagina 5 di 13 primaprima 12345678910111213 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 252

Discussione: dal metano al pellet la grande svolta

  1. #81
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Certo ti posso dare tutti i dettagli che vuoi! Fai conto che io sono arrivato all' acquisto proprio al limite del periodo, l' ho preso a Luglio mentre il periodo migliore dovrebbe essere da Aprile a Giugno. Credo che il costo possa variare di anno in anno, quindi verso Aprile - Maggio io partirò a farmi fare i preventivi e con l' impianto funzionante non dovrebbe essere un problema farsi spedire qualche sacco da provare.......

  2. #82
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Bene amici, avete aperto un altro bell' argomento, legato a tutti i discorsi fatti fino' ora: il pellet!!

    Direi che se trovate pellet certificato A1, immagino quello utilizzato per le certificazioni delle emissioni della caldaia ricordate che:

    1- si puo' utilizzare solo pellet della classe per ora migliore DIN Plus A1, secondo la norma UNI EN ISO 17225-2.
    2- in molte regioni del nord ormai diventa obbligatorio farlo per qualsiasi tipologia di caldaia (vedi lombardia che lo impone con un regolamento specifico, obbligo dal 1-10-2018 su tutti i generatori!!)
    3- chiaramente ancora piu' preciso è quanto viene stabilito dal Conto termico che di fatto obbliga a giustificare con documenti la tipologia di pellet usato, altrimenti si rischia la restituzione del contributo + penali e rogne a non finire (vedi gse vs fotovoltaico!!)

    Per avere certezza che la certificazione stampata sui sacchi sia reale, e non farlocca, il pellet deve seguire una certificazione che prevede una filiera precisa, dal produttore al distributore.

    Le aziende iscritte, che si autocertificano di solito costituendo un ente terzo, ma da loro sostenuto con una quota a qle di pellet (o altro sistema di autofinanziamento, ormai una procedura comune su moltissimi prodotti ) sono regolarmente presenti dentro degli elenchi pubblicati dall' ente:

    PER I CONSUMATORI -

    ENplus Italia


    produttori

    Produttori certificati -

    ENplus Italia


    distributori

    Distributori certificati -

    ENplus Italia
    .

    Sia chiaro che siamo in italia, e le scritte ed i marchietti sui sacchetti contano molto poco...... servono nomi e cognomi sui documenti fiscali per rendere certificabile e disponibile agli organi di controllo la filiera prevista dalla norma.

    In poche parole quando vi chiederanno la documentazione (e ve lo chiederanno !) servono fatture con produttore e distributore scritto nero su bianco, non le foto dei bancali!

    Dato che il mercato vuole che il prezzo venga stabilito dalla domanda e dall' offerta, vista la domanda del grosso del nord italia quasi tutta sul din plus A1 da ottobre del 2018 in poi, e prevedibile che il prezzo si muoverà un pochino in alto.

    Quindi se avete posto in garage..... a marzo del prossimo anno iniziate a comprare din plus A1 e stivarlo al posto dell' auto, potrebbe essere un ottimo investimento per i prossimi 12-24 mesi!

    Preso dal regolamento GSE del conto termico:

    "Il pellet utilizzato deve essere certificato da un organismo di certificazione accreditato che ne certifichi la conformità alla nuova norma UNI EN ISO 17225-2.
    Nel caso delle caldaie potrà essere utilizzato solo pellet appartenente alla classe di qualità per cui il generatore è stato certificato, oppure pellet appartenente a classi di miglior qualità rispetto a quella indicata."
    "
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  3. #83
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao Lore al di là delle convinzioni il tuo approccio penso possa contribuire ad aiutare chi legge e si troverà a fare una scelta; da parte mia non mi fido più dei gestori, non mi piace chi crea bollette assurde con l'unico obiettivo di non farti capire nulla;una volte nelle tlc c'era l'incumbent telecom poi sono nati gli altri omnitel infostrada wind fastweb ecc e le tariffe sono scese e di molto , sono persuaso che più persone andranno sul pellet o ancora meglio sulla legna e più dovranno porsi qualche problema; pe risparmiare ancora di più comprerò meglio il pellet da 4,20 a 3,60 non mi sembra male; fose come dici tu è solo un fatto psicologico ma non ho vincoli, non debbo disdire nulla non ho contratti se non per il gas dei fornelli che eliminerò con piano di induzione appena l'enel porta il contatore del fotovoltaico già installato; ti faccio una domanda se posso tu con cosa ti scaldi? hai valutato delle alternative al metano e le hai scartate tutte?

  4. #84
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao stilton,

    io vado a legna con una caldaia austriaca, installata ancora quando il Dott Nord Est non si era "convertito" alle austriache e additava quelli come me, che avevano speso soldi inutilmente per una austriaca. Pensa ora le vende anche lui (costretto se non voleva chiudere baracca dal mercato e dalle sempre più restringenti normative), ma il mercato è in continuo movimento visto le restrizioni ambientali nella pianura padana e le nuove indicazione di orientamento della Strategia energetica nazionale (SEN).
    Ah io la legna non la pago, anzi no, mi costa qualche litro di miscela e dell'ottima attività fisica all'aperto. Sicuramente dovessi smettere con la legna non passerei sicuramente a pellet visti i prezzi del pellet rispetto al metano.

    Scusa però, hai chiesto preventivi assurdi per cogenerazione, pdc, fv e alla fine hai speso, per me ripeto, inutilmente per un impianto a pellet, e non hai chiesto a nessuno cosa aveva il tuo vecchio impianto che non andava senza neppure farti fare un preventivo per il metano.
    Certo se vai da uno che vende impianti a pellet, mai ti dirà che con quelle a metano spendi meno come investimento e praticamente uguale come gestione.
    Sai in questo forum, molti scrivono prima di cambiare tutto per poter vedere se è migliorabile quello che hanno, perchè tante volte sono piccole cose, cattive abitudini, gestioni errate legate magari alla non conoscenza del ns impianto che ci fanno spendere cifre folli inutilmente. Poi se uno ha le cifre da spendere per un impianto che è convinto gli dia la sicurezza e risparmio che cercava, ben venga, da una bella mano a far girare l'economia.

    Comunque sempre occhio al pellet che si compra se non si vogliono avere problemi.
    solarfocus elegance 24 ventola intasata

  5. #85
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao matteocorna77,

    Quote Originariamente inviata da matteocorna77 Visualizza il messaggio
    Anche io come te quest' anno sono passato al pellet e come te alla Solarfocus Pellet Top 35kW, sebbene arrivando da una situazione diversa dalla tua. Dopo il primo periodo di funzione del nuovo impianto mi ritengo molto soddisfatto dell' acquisto e di tutta la nuova gestione del mio impianto.
    infatti tu hai fatto il contrario rispetto a stilton, casa trifamigliare di 340 mq con circa, mi sembra, 75 mq di radiante sei passato da caldaia a legna da 30 kW a caldaia a pellet da 35 kW

  6. #86
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lore_ Visualizza il messaggio


    infatti tu hai fatto il contrario rispetto a stilton, casa trifamigliare di 340 mq con circa, mi sembra, 75 mq di radiante sei passato da caldaia a legna da 30 kW a caldaia a pellet da 35 kW
    certo, perchè come SEMPRE DICO, ogni impianto è a sè...
    è come un vestito, va TAGLIATO SU MISURA....
    peccato che questo da qualcuno debba essere ancora capito....
    per fortuna c'è il forum che permette a tutti gli utenti, anche privati, di raccontare le loro esperienze senza nessuna costrizione
    WWWW il forum !!!!!
    http://www.erregisas.org/wp-content/...2044703798.jpg
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  7. #87
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Buongiorno a tutti,vedo che sono stato tirato in ballo direttamente e non,io posso dire che per esperienza personale ho avuto prima di installare una solarfocus elegance 24, una caldaia baxi a condensazione ed un termocamino della klover,poi grazie al forum ed in particolare a Giuseppe Dott.NE il quale ho avuto il piacere di conoscere personalmente a Verona 2 anni fa a progetto fuoco. I suoi consigli sia li,che in seguito sul forum,sono stati per me preziosi,ho trovato persone competenti che mi hanno, non dico rivoluzionato l'impianto ma sistemato come avrebbe dovuto essere,oggi ho questa caldaia a pellet e di supporto il termocamino, ho venduto felicemente la caldaia a condensazione,che per abitazioni standar sino ai 100 mq.potrebbe anche andare bene(mia opinione),ma per tanti mq.da scaldare i conti cambiano eccome se cambiano. Certo ho avuto un problema sulla ventola,ma anche sulla condensazione per un motivo o per l'altro erano intervenuti,penso e concludo dicendo che sono macchine e come tali possono avere TUTTE a volte dei problemi. Io e concludo veramente,da quando ho installato questo sistema,ho risolto i miei problemi, la casa è calda molto calda,22/24 e la gestisco con l'app a seconda della presenza o meno di figli,moglie ecc presenti o meno in vari orari della giornata.Un caro saluto a tutto il forum e in particolare a Giuseppe.

  8. #88
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    stilton.... vuoi vedere che viene fuori che la maggior parte di chi ti critica e ti consiglia che DOVEVI andare a metano, poi alla fine non va a metano ma ad altro ?!?!?!?
    attendiamo le risposte degli altri utenti che ti hanno criticato, vediamo con cosa si scaldano loro......
    Io vado a metano, 700 Smc all'anno, 500 €.
    Villetta a schiera su 3 piani degli anni 80, a cui ho fatto un "cappottino" (perchè sull'esistente è complicato far bene le cose).

    Visto che ti adegui ai tempi, non hai mai pensato di commerciare anche nell'accumulo elettrico per FTV?
    Ormai è il futuro, più delle biomasse.
    Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
    attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

  9. #89
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lore_ Visualizza il messaggio
    Ciao matteocorna77,



    infatti tu hai fatto il contrario rispetto a stilton, casa trifamigliare di 340 mq con circa, mi sembra, 75 mq di radiante sei passato da caldaia a legna da 30 kW a caldaia a pellet da 35 kW
    Ciao Lore_ il mio post voleva solo essere di aiuto a Stilton sul prezzo da lui pagato per il pellet, anche io sono alle prime armi ma sono convinto che acquistandolo nel periodo corretto e facendo qualche preventivo si possa trovare davvero a prezzi "interessanti".

  10. #90
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito


    Note di Moderazione:


    Buongiorno. Invito gli utenti a rispettare il regolamento altrimenti arrivano le infrazioni.

    La moderazione non è in grado di controllare post scritti e poi modificati dagli utenti entro i tempi previsti dal regolamento, ma se vengono segnalati immediatamente rimane traccia all' interno della sezione dei moderatori che decideranno come agire, anche con infrazioni pesanti.

    Enegeticamebiente è un forum di "utenti" appassionati, anche occasionali, che spesso descrivono le loro "avventure e disavventure" in questo caso sugli impianti di riscaldamento a biomassa.

    Tutti hanno diritto di scrivere liberamente e con educazione le loro esperienze, aspettative e convinzioni, piu' o meno tecniche.

    Solo la moderazione decide quali siano i post "accettabili" o meno, non gli utenti stessi.

    Il discorso della pubblicità è molto "delicato" in quanto i supporter possono promuovere i loro prodotti e impianti nell' apposita sezione, ovvero nella vetrina commerciale.

    Il motivo di tale sezione è evidente, in quanto il forum non "certifica" la qualità o bontà, ne altro dei prodotti venduti, commercializzati o impianti di nessun Supporter.

    Distinguere le discussioni che in qualche modo producano "pubblicità positiva o negativa" nei confronti dei Supporter sul forum è "prioritario" e spesso la moderazione, in questa sezione del forum, si trova costretta a confrontarsi continuamente per discussioni qualche volta border-line.

    In conclusione se le discussioni rimangono nel tecnico, tipologia di caldaia, confronti fra combustibili, fra tipologie di impianti, esperienze e costi di gestione e problematiche riscontrate, esperienze personali di comuni utenti o conduttori degli impianti, è preferibile se non raccomandabile evitare attentamente di menzionare chi ha fatto, costruito e realizzato l' impianto, in quanto la discussione viene subito trasformata in "pubblicità positiva o negativa " nei confronti del prodotto, dell' installatore e-o venditore.

    Vi ringrazio anticipatamente.

    Mod.Scresan



  11. #91
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    stilton dopo 90 post, a parte il lodare e difendere il tuo impianto, non ci hai ancora detto nulla a riguardo ... è la terza o quarta volta che te lo chiedo ...
    puoi per cortesia dirci che cosa ti è stato installato, adeguato, sostituito ecc... e il prezzo ???

    trovo davvero assurdo che Ad ora vi sia SOLO l’ipotesi data Lore !!!

    Hai fatto la svolta? Facci capire !!!

    fino ad ora a parte dire che non ti piacciono le bollette del metano, lodare dott. Paladino nord est e che sei soddisfatto del tuo impianto ... non è ancora stato detto nulla di tecnico ... considerando che interviene anche quello che te l’ha venduto e/o installato è molto strano.

    Dato che la discussione a detta tua voleva essere di aiuto a chi dovrà decidere cosa installare ... al momento è d’aiuto solo al supporter che te l’ha venduta e questo è palese ...

    Grazie
    Ultima modifica di eroyka; 25-11-2017 a 11:53

  12. #92
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lore_ Visualizza il messaggio
    Ciao stilton,

    non so se hai presente il foglio di excel del Dott con il confronto dei combustibili, ma a parità di impianto ottimale sia pellet che metano, il costo del kW termico per scaldare casa è praticamente uguale, si gioca sul fatto di riuscire a trovare buon pellet A1 a poco prezzo, ma lo stesso discorso vale anche con il metano.

    Questo partendo sempre dal fatto che la casa richiede un tot di calorie per avere una certa temperatura e che le fornisci con impianto a metano fatto bene o a pellet fatto bene, cambia poco visti anche i prezzi del metano che negli ultimi anni è andato calando e anche grazie alle offerte che si trovano nel mercato libero (ma bisogna stare attenti anche lì!).
    Si può anche considerando il fatto che una caldaia a condensazione e gestione in climatica su i 6 mesi di riscaldamento almeno per 5 mesi sfrutti anche la condensazione, perchè in questo mese di utilizzo, immagino con gestione climatica e non on/off come prima non credo hai mai superato i 50/55° di mandata al riscaldamento anche con i termosifoni e quindi hai anche questo vantaggio che si bilancia al fatto che puoi trovare delle ottime offerte di pellet sopratutto nelle zone del Dott Nord Est, ( che deve essere "abbastanza" vicino a te), ma questo vale anche per il metano.

    Uno dei problemi è trovare l'installatore/termotecnico giusto, perchè in pochi si sono aggiornati e sono rimasti a quando si metteva il gasolio con caldaie esagerate, perchè una volta il gasolio costava una miseria.
    Altro grosso problema di tipo più "psicologico" per la gente è che nelle fatture del metano ti mettono troppi dettagli, e vedi voci e numeri che ti scandalizzano ogni volta, ma se ricevessi una fattura del metano con solo una voce di 0,70 euro al mc e basta, la cosa sarebbe diversa sempre psicologicamente parlando.

    questo è il confronto tra combustibili considerando solo il potere calorico del combustibile impiegato senza considerare le rese dell'impianto, che nella realtà possono essere molto significative, visto il tuo impianto vecchio.

    Allegato 63577

    questo considerando 0,70 il prezzo al smc del metano (maggior tutela) e il pellet a 4,2 euro al sacco da 15 kg, vedi che il pellet ti fa risparmiare un 18,2 % rispetto al metano.

    in questo caso con la migliore offerta del metano a 0,56 al smc e 4 euro al sacco il pellet a1 certificato

    Allegato 63578

    la differenza si riduce a un 5 %, sicuramente sempre meno del metano, ma questo senza considerare le rese ragionevolmente un pò più basse della caldaia a pellet rispetto al metano, quindi alla fine quello che conta per molti è quello che ti costa un impianto e un altro
    Ciao Lore_ ho visto ora la tabella comparativa e secondo me le cifre inserite non sono proprio corrette, mi spiego meglio.
    Nella prima porti a confronto il prezzo del metano pagato da Stilton ed il prezzo del pellet da lui pagato quest' anno, fino a qui tutto ok, nella seconda tabella confronti il prezzo migliore sul mercato del metano ed un ipotetico prezzo del pellet a 4 € al sacco. Secondo me avresti dovuto prendere il miglior prezzo del pellet che Stilton poteva trovare sul mercato, cosa molto difficile da dire ma credo che quest' anno si poteva prendere pellet provvisto di tutte le certificazioni e specifiche a 3,5 € al sacco.
    Naturalmente spostando i rapporti con quel prezzo il tutto cambia, se poi Stilton non ha vincoli di acquisto di pellet certificato, vincoli regionali o dovuti al C.T., allora il prezzo potrebbe ulteriormente scendere. Io ad esempio ho comprato a Luglio, quindi già fuori dal periodo di acquisto consigliato, pellet provvisto di tutte le certifiche richieste dal C.T. 2.0 a 3,6 € al sacco, una quantità di poco superiore a quella acquistata da Stilton. Se poi, meglio ancora, lui ha la possibilità di acquistare e stoccare direttamente pellet dalla autobotte, credo che i prezzi si abbassino ulteriormente.

    Ciao Matteo

  13. #93
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da stilton Visualizza il messaggio
    buonasera mi sento prima di tutto in dovere di ringraziare questo forum che mi ha guidato in una scelta non facile per chi si trova a dover scaldare 800Mq di casa degli anni '60( effettivi circa 500Mq)ho passato mesi a leggere di tutto per farmi un'idea e la scelta è caduta su una caldaia austriaca( non so se posso fare il nome) con 2 puffer da 1.000 litri e ormai da 1 mese scaldo la mia casa con una Caldaia solo Pellet da 35KW!!!; isolamento minimo ( solo 12 cm sul tetto) no cappotto e vecchi serramenti;unica cosa fatto il lavaggio dei radiatori penso di consumare tra i 6 e gli 8 bancali massimo, ma non allarmatevi se pensate che spendevo 6.000€ di metano l'anno per stare a 18° ed oggi ne spenderò 2.000€/2.500€ per mantenermi sui 21° sono felicissimo della scelta; ma la mia domanda è basta una caldaia da 35kw per scaldare 500Mq??forse no ci deve essere il progetto dietro e un ottimo installatore. pensate che avevo una caldaia a metano da 56kw...a chi si trova in una condizione come la mia dico non aspettate un secondo passate subito al pellet( comprato pfeifer a 4,20 a sacco fantastico sulla mia app vedo dopo un mese cenere in serbatoio al 12%)grazie al forum ed a chi lo gestisce
    Ciao Stilton, sai quanti smc in totale ( da ottobre ad aprile circa) consumavi in metano?? Così possiamo fare una stima energetica di quanti pellet più o meno consumerai...

    Secondo me, se posso fare una stima molto grossolana in base al tuo dato di 1507 smc in gennaio ( circa 15000 kwh) e 77 sacchi in novembre ( circa 5000kwh) starai sui 50000 kWh anno quindi ( ho cercato di estrapolare gli altri mesi in base a questi due che hai valori precisi di consumo). ... Quindi 50000/4,5 = 11000 kg di pellet circa ( 11 bancali)

    Il prossimo anno prenditi in tempo e risparmierei molto sul pellet ( 4,20 è caretto) io un buon A1 di abete sto sui 3,90 consegnato .... Se hai spazio ti converrebbe quasi ordinare un bilico così da tirare sul prezzo ancora si piu

    Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
    caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

  14. #94
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    pellet A1 comprato a maggio a 3.39, ho riportato più volte in passato le fatture direttamente

    ivanb, nel caso di stilton non si può fare il confronto TOT metano uguale a TOT pellet, perchè l'intervento fatto nella sua abitazione ha riguardato un sistema e una gestione del calore diversi di prima con il metano.
    quindi, i costi si abbasseranno sia per il discorso pellet più economico del metano, sia per minori consumi dati dalla gestione completamente diversa.
    http://www.erregisas.org/wp-content/...2044703798.jpg
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  15. #95
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio

    nel caso di stilton non si può fare il confronto TOT metano uguale a TOT pellet, perchè l'intervento fatto nella sua abitazione ha riguardato un sistema e una gestione del calore diversi di prima con il metano.
    Bene si inizia a capire il vero motivo per cui ci sarà questa "riduzione" dei consumi, che evidentemente è discorso diverso da quello del tipo di combustibile utilizzato.

    Per il costo kWh/combustibile utilizzato è stato ampiamente dibattuto.

    Mi piacerebbe sapere per quale motivo questo tipo di gestione "diversa" non sia disponibile nelle caldaie a condensazione?

  16. #96
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao matteocorna77,

    credevo di essere stato abbastanza chiaro nella premessa prima dei 2 conteggi, ma mi sa che tra il pensare e lo scrivere non mi è riuscito troppo bene:
    come vedi ho messo anche il rendimento della caldaia a 100 % cosa impossibile per una caldaia a pellet e molto più probabile se non anche meglio per almeno 5 mesi su 6 di riscaldamento per una caldaia a condensazione correttamente configurata, impostata e gestita.
    Poi ho messo il prezzo di 4 euro come media nazionale (anche se forse come media nazionale è troppo basso) di un pellet A1 certificato, perchè mentre quel prezzo del metano lo possono avere tutti quelli raggiunti dal metano, per il pellet il discorso cambia e anche di molto in base alla zona, se hai il fornitore sotto casa che ti porta il pellet a prezzo stracciato ben per te, ma non tutti hanno queste "fortune".
    Questo perchè volevo fare un raffronto il più possibile equo, poi come vedi lo scritto prima di quelle tabelle che il prezzo varia molto da zona a zona.
    Non sarei poi tanto sicuro che sia così conveniente neppure acquistarlo con autobotte, perchè a parte che devi avere un locale apposito per stoccarlo, ma poi da quello che so le aziende sono poche che fanno il servizio e il trasporto è particolarmente costoso, sopratutto se sei distante dal fornitore perchè è un camion particolare adibito solo a quello.

    Diciamo che per adesso con pellet a quel prezzo dire che sta spendendo meno di un pari impianto a metano (pari come corretto dimensionamento e gestione) direi che non è corretto, se poi, me lo auguro, riesce a trovare pellet A1 certificato a prezzo più basso la situazione migliorerà.

    Fa piacere l'intervento del Dott Nord Est, che dice

    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    l'intervento fatto nella sua abitazione ha riguardato un sistema e una gestione del calore diversi di prima con il metano.
    quindi, i costi si abbasseranno sia per il discorso pellet più economico del metano, sia per minori consumi dati dalla gestione completamente diversa.
    sarebbe molto interessante sapere da stilton se gli è stato spiegato e quindi sa quale è l'incidenza maggiore del risparmio rispetto a prima tra prezzo del pellet/metano e sistema e gestione completamente diversa.
    Stilton sarebbe molto interessante e utile agli utenti del forum appunto come è cambiata la gestione rispetto a prima

  17. #97
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da scresan Visualizza il messaggio
    .

    Mi piacerebbe sapere per quale motivo questo tipo di gestione "diversa" non sia disponibile nelle caldaie a condensazione?
    se stilton mi autorizza a farlo, nessun problema a spiegarlo
    devi chiedere a lui prima
    http://www.erregisas.org/wp-content/...2044703798.jpg
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  18. #98
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Certo nessun problema se può aiutare

  19. #99
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    bene, partendo dal presupposto che ogni impianto ha una storia a se e che quello che va bene per tizio non va bene per caio, iniziamo per gradi.
    parliamo di una casa di circa 800 mt2, di cui circa 500 riscaldati (il restante garage, cantine, ecc ecc)
    casa anni '80, senza cappotto come si usava all'epoca
    riscaldamento a termosifoni
    caldaia a metano di 56 kw diretta + 2 boiler + solare termico che a volte basta, a volte non basta, a volte sovraproduce (dipende dalla presenza di persone)
    la casa è adibita anche, oltre che per i proprietari, anche a B&B
    quindi, magari oggi si devono scaldare 200 mt2, dopo un'ora arriva un cliente quindi altri 80 mt2, oppure altri 200, ecc ecc
    quindi nessuna possibilità di sapere quanti mt si scaldano oggi, o domani o dopodomani
    acs per 5/9/12 persone, ecc ecc a seconda del caso
    volontà del cliente di staccarsi dal metano (scelte ideologiche che ha già spiegato, oltre a costi esorbitanti di metano durante l'anno, circa 6.000 restando al "freddo")
    zona E, pedemontana vicentina (sotto i monti)

    quindi, ci troviamo di fronte a casa non isolata (e che non si vuole procedere a isolare con cappotto visti i preventivi avuti....con molti zeri....), con altalene improvvise di mt scaldati, con esigenza di farlo in velocità (se un cliente arriva e trova freddo non torna più), impianto ad alta T°.
    risultato? caldaia a gas di 56 kw per far fronte a questi picchi improvvisi (che però stenta in qualsiasi caso a starci dietro; ad alta T°, immaginiamo se fosse a bassa per condensare....utopia), che fa continui on/off sia per riscaldare che per acs

    fine prima parte......
    Ultima modifica di Dott Nord Est; 25-11-2017 a 19:00
    http://www.erregisas.org/wp-content/...2044703798.jpg
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  20. #100
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Dott

    Quote Originariamente inviata da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
    la casa è adibita anche, oltre che per i proprietari, anche a B&B
    quindi, magari oggi si devono scaldare 200 mt2, dopo un'ora arriva un cliente quindi altri 80 mt2, oppure altri 200, ecc ecc
    quindi nessuna possibilità di sapere quanti mt si scaldano oggi, o domani o dopodomani
    acs per 5/9/12 persone, ecc ecc a seconda del caso
    .....
    con altalene improvvise di mt scaldati, con esigenza di farlo in velocità (se un cliente arriva e trova freddo non torna più), impianto ad alta T°.
    risultato? caldaia a gas di 56 kw per far fronte a questi picchi improvvisi (che però stenta in qualsiasi caso a starci dietro; ad alta T°, immaginiamo se fosse a bassa per condensare....utopia), che fa continui on/off sia per riscaldare che per acs

    fine prima parte......
    grazie del contributo, questa è una bella novità che non avevo pensato: B&B quindi, e le stanze di quanti mq sono ?

    Non aggiungo altro perchè vedo ... fine prima parte... e aspetto la seconda.

    Grazie ancora

  21. RAD
Pagina 5 di 13 primaprima 12345678910111213 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Sostituzione vecchia caldaia a metano, metano a condensazione o pellet ?
    Da toninon nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 09-09-2013, 10:58
  2. ACCUMULO ENERGIA: la SVOLTA
    Da Spaziozero nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 25-05-2013, 18:28
  3. Potenza per termostufa pellet (grande confusione)
    Da m&m_1986 nel forum BIOMASSE
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 30-01-2012, 09:20
  4. Nanosolar e la svolta del fotovoltaico
    Da jumpjack nel forum FOTOVOLTAICO
    Risposte: 33
    Ultimo messaggio: 19-01-2008, 18:23
  5. VERSO LA SVOLTA
    Da STEA nel forum FOTOVOLTAICO
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 24-08-2007, 20:12

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •