Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 8 primaprima 12345678 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 23 a 44 su 156

Discussione: Rossi-Focardi; la spiegazione!!!

  1. #23
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Leggendo lostdog, capisco che I metalli abbiano una loro "liquidita'".
    Cioe anche materiali che ci appaiono solidi in realta si comportano come liquidi molto molto densi. E reagiscono alla cavitazione proprio in funzione di questa liquidita
    Ultima modifica di littleflower; 14-04-2011 a 21:41

  2. #24
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    questo struttura liquida dei metalli (che ha come conseguenza il fatto che siano buoni conduttori elettrici e di calore) li renderebbe piu o meno adatti a ricavare energia da interscambi dimensionali.
    A questo punto mi viene un dubbio, si parla del mercurio come elemento usato nei vimana per il volo antigravitazionale... che ci sia qualche nesso, visto che si tratta di un metallo estremamente liquido.....
    Ultima modifica di littleflower; 14-04-2011 a 21:48

  3. #25
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Brava littleflower, quanto hai appena descritto viene definito "Numero di Deborah" in reologia.

  4. #26

    Predefinito



    Uploaded with ImageShack.us

    Neutroni prodotti e misurati durante la prova dal vivo al politecnico di Torino.
    Reazioni piezonucleari indotte da cavitazione a seguito della frattura fragile di un blokketto di granito.

    Domani o al più tardi dopodomani (dipende in quanto tempo lo monteranno) andrà in onda un servizio con interviste e dimostrazione filmata su TG3 Leonardo.

  5. #27

    Predefinito

    Rispondo alla richiesta in mp di Lostdog (per il resto sono interessato e continuiamo in mp):

  6. #28
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    @ Losdog, hò letto i tuoi interventi a proposito del fabbro che batte il ferro con il martello ed il pezzo di ferro si scalda.La stessa
    cosa, avviene se prendi un piccolo tondino di ferro e cerchi di tranciarlo piegandolo e raddrizzandolo velocemente, nel punto di piegatura noterai che riscalda non di poco.Ciao"giopi-areand"

  7. #29
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da lostdog Visualizza il messaggio
    ...
    Rilancio con un'osservazione empirica:
    Qualunque fabbro sa bene che se colpisce ripetutamente un pezzo di ferro con un martello, questo pezzo di ferro si riscalda.
    Può esserci una relazione con quello di cui stiamo parlando?
    So bene che il pezzo di ferro del fabbro resta indubbiamente ferro, non c'è trasmutazione. Ma forse nessuno si è mai preso la briga di verificare se quel pezzo di ferro, trattato in quel modo brutale, produce anche qualche tipo di particella o radiazione...
    ...
    Quote Originariamente inviata da giopi-areand Visualizza il messaggio
    @ Losdog, hò letto i tuoi interventi a proposito del fabbro che batte il ferro con il martello ed il pezzo di ferro si scalda.La stessa
    cosa, avviene se prendi un piccolo tondino di ferro e cerchi di tranciarlo piegandolo e raddrizzandolo velocemente, nel punto di piegatura noterai che riscalda non di poco.Ciao"giopi-areand"
    Mi permetto di osservare che in questo caso il riscaldamento del materiale non ha nulla a che vedere con supposti effetti di cavitazione, ma è molto ben spiegato dalla fisica classica (leggasi termodinamica), non si tratta altro che del passaggio di energia cinetica dal martello o tramite veloce manipolazione alle molecole del materiale, le quali incrementano così la propria velocità media i.e. la propria temperatura.

  8. #30
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Faccio anche notare che, assoluta anomalia, le reazioni di fissione del ferro sono ENDOenergetiche e non esoenergetiche. Ciò nonostante avvengono.

    Per cui O il modello classico di energia di legame va rivisto e perfezionato, oppure c'è qualcosa di realmente nuovo.
    Come vi ho detto c'ero anche io e ciò ho visto mi ha oggettivamente impressionato (gli esperimenti fatti sono piuttosto convincenti). Un particolare che ho notato è che le reazioni di fissione del ferro mostrate sono 2, diverse a seconda del minerale di appartenenza.

    Il reticolo cristallino potrebbe avere la sua importanza.

  9. #31
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Curiose queste spiegazioni di tipo idrodinamico...
    Ieri ho preso contatto con il prof. Focardi di Bologna, che avevo conosciuto tanti anni fa. Mi ha inviato gentilmente copia dell'articolo sul Journal of Nuclear Physics (A New energy Source from nuclear fusion, 22 Marzo 2010) in cui viene descritta la reazione nucleare (idrogeno+nichel=rame).

    http://www.journal-of-nuclear-physic...ardi_paper.pdf

    Nessun bisogno di testate nel muro. L'articolo spiega (in termini a me poco accessibili, purtroppo) come superare la barriera di potenziale che impedisce la cattura di un protone da parte di un nucleo di nichel.

    L'idea, a detta di Focardi, era stata di Rossi, che stava cercando un fisico esperto (e Focardi forse era il massimo esperto in Italia) per realizzare la sua intuizione. Gli fu indicato il nome di Focardi e (nel 2004 quando già F. era in pensione) lo contattò e insieme misero a punto la teoria e le prime apparecchiature sperimentali. Ora stanno costruendo un reattore da 1 MW
    Il brevetto è a nome di Rossi.

    Però Focardi non me la racconta giusta. Quando lo incontrai negli anni '90 mi disse qualcosa del tipo: Fleischmann e Pons sbagliano. Io so come si deve fare...

  10. #32
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito Confusione!

    Ripeto che a mio parere in questo thread si sta facendo confusione su molte cose tra loro scorrelate.

    1) i fenomeni che avvengono nei solidi non hanno niente a che vedere con la cavitazione, che per definizione avviene nei liquidi che sono nelle condizioni locali di passare temporaneamente allo stato gassoso. Questa cosa non può succedere nei liquidi o nei solidi amorfi che hanno pressioni e temperatura di ebollizione molto diverse da quelle ambientali (metalli, vetri, solidi amorfi, etc.);

    2) il fatto che certi materiali si riscaldino se sottoposti a stress meccanico è una banale conseguenza del principio di conservazione di energia, non c'entrano neinte reazioni di qualsiasi natura (chimica, nucleare o LENR), tant'è che il calore che si ottiene è esattamente correlato all'energia meccanica applicata, e non milioni di volte questa come si avrebbe nel caso di reazioni nucleari...

    3) Il titolo di questo thread è forviante, ed inviterei i moderatori a cambiarlo perchè crea confusione! Rossi e Focardi ed i loro risultati non c'entrano niente con la teoria e gli esperimenti di Cardone et al. sulle reazioni piezonucleari. Sono due argomenti entrambi estremamente interessanti, ma non c'è nessuna correlazione tra i due!

  11. #33
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    endymion, nelle reazioni di sintesi e lisi (non fusione e fissione) piezonucleari da cavitazione il punto di partenza è il ferro.

  12. #34

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Vettore Visualizza il messaggio
    1) i fenomeni che avvengono nei solidi non hanno niente a che vedere con la cavitazione, che per definizione avviene nei liquidi che sono nelle condizioni locali di passare temporaneamente allo stato gassoso. Questa cosa non può succedere nei liquidi o nei solidi amorfi che hanno pressioni e temperatura di ebollizione molto diverse da quelle ambientali (metalli, vetri, solidi amorfi, etc.);
    Per definizione avviene nei liquidi, ma non è detto che la definizione sia completa.
    Ancora oggi si insegna ad evitare di produrre la cavitazione nei sistemi meccanici, pompe, iniettori, eliche etc...quindi ancora oggi è visto come un problema, qusto dimostra come la conoscenza di questo fenomeno sia ancora a livello preistorico..
    Si possono cavitare sia i gas che i solidi...è la definizione che non è completa.

    Quote Originariamente inviata da Vettore Visualizza il messaggio
    2) il fatto che certi materiali si riscaldino se sottoposti a stress meccanico è una banale conseguenza del principio di conservazione di energia, non c'entrano neinte reazioni di qualsiasi natura (chimica, nucleare o LENR), tant'è che il calore che si ottiene è esattamente correlato all'energia meccanica applicata, e non milioni di volte questa come si avrebbe nel caso di reazioni nucleari...
    Un'altra definizione giusta ma incompleta, non si conoscevano ancora le reazioni piezonucleari indotte da cavitazione...


    Quote Originariamente inviata da Vettore Visualizza il messaggio
    3) Il titolo di questo thread è forviante, ed inviterei i moderatori a cambiarlo perchè crea confusione! Rossi e Focardi ed i loro risultati non c'entrano niente con la teoria e gli esperimenti di Cardone et al. sulle reazioni piezonucleari. Sono due argomenti entrambi estremamente interessanti, ma non c'è nessuna correlazione tra i due!
    Assolutamente sbagliato, purtroppo non hai ben compreso quanto è stato spiegato dal prof. Cardone ieri durante la conferenza, non solo, basta che chiami Carpinteri o Manuello (Cardone non ha il cellulare) e ti fai spiegare da loro perchè il reattore Rossi-Focardi NON PRODUCE UN FENOMENO DI FUSIONE FREDDA MA UN FENOMENO PIEZONUCLEARE INDOTTO DA CAVITAZIONE...

    Chiamali così ti togli il dubbio...comunque domani ci sara un confronto tra Carpinteri, Del Giudice at all a Rainews 24, penso che se non sarà troppo diplomatico Carpinterì chiarirà definitivamente che la fusione fredda fino ad oggi perseguita altrò non è che una reazione piezonucleare indotta da cavitazione.
    Oggi il servizio su TG Leonardo alle 14:50.

  13. #35
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Armando ha filmato qualcuno gli interventi, mi piacerebbe vederli se è possibile, credo interessino un pò a tutti quelli che non sono potuti venire.
    E anche della documentazione sulle piezzonucleari, non ho trovato molto oltre a quello gia in rete.
    @Vettore, come avevi previsto, dopo l'esperimento di Rossi si è mosso tutto il treno che era legato all fenomeno, e come logico ognuno cerca di portare l'acqua a suo mulino, cercando di attribuirsi il merito e la teoria correlata, saltando sul vagone.
    Anche se ho il sopetto che si siano troveti diversi modi per ottenere lo stesso fenomeno, ma manchi ancora la comprensione intima di questo.
    Ciao

  14. #36
    Amministratore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti,
    mi ha segnalato poco fa Armando de Para che oggi alle 14,50 su Rai3 a TG Leonardo si parlerà di frattofusione e cavitazione con riscontro di emissione neutronica dalla semplice frattura.

    Lo segnalo per tutti gli interessati.
    Ciao
    Roy
    Comprogreen.it: soluzioni di alta ecologia che supportano il forum. Acquista in piena sicurezza!
    Essere realisti e fare l'impossibile

  15. #37
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Roy, la puntata è visibile anche in streaming dal sito rai:
    Rai.tv - Le dirette

  16. #38
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi permetto di osservare che in questo caso il riscaldamento del materiale non ha nulla a che vedere con supposti effetti di cavitazione, ma è molto ben spiegato dalla fisica classica (leggasi termodinamica), non si tratta altro che del passaggio di energia cinetica dal martello o tramite veloce manipolazione alle molecole del materiale, le quali incrementano così la propria velocità media i.e. la propria temperatura.
    2) il fatto che certi materiali si riscaldino se sottoposti a stress meccanico è una banale conseguenza del principio di conservazione di energia, non c'entrano neinte reazioni di qualsiasi natura (chimica, nucleare o LENR), tant'è che il calore che si ottiene è esattamente correlato all'energia meccanica applicata, e non milioni di volte questa come si avrebbe nel caso di reazioni nucleari...
    In relazione a questi interventi, vorrei chiarire che io non ho mai detto di essere un esperto, anzi il contesto dei miei interventi era semplicemente esporre delle intuizioni che ho avuto leggendo l'argomento cavitazione.
    In questo modo speravo che gli interventi successivi potessero essere chiarificatori circa i miei dubbi al riguardo.
    Non ho la minima intenzione di riscrivere la fisica classica che tutti conosciamo... Ma... Non potrebbe essere che i fenomeni subnucleari implicati nel funzionamento della fisica classica possano essere diversi da come ce li aspettiamo?
    E se la cavitazione dei solidi esistesse, e il risultato di questo fenomeno fosse, dal punto di vista energetico, esattamente quello che conosciamo dal punto di vista della fisica classica?

    P.S.
    Il martello del fabbro non ha ancora finito di incuriosirmi.
    Divertente che uno strumento così rozzo possa diventare anche strumento di ricerca della fisica subnucleare.
    Più avanti posterò un'altra osservazione, meno nota e più curiosa, che ad alcuni sembrerà quasi magica, riguardo l'uso pratico del martello.

    Probabilmente, qualcuno di voi vorrà sperimentare personalmente quello che finora ho scritto relativamente al martello, devo consigliare prudenza: è facile schiacciarsi le dita, o proiettare schegge verso gli occhi, e vi assicuro che in questo invece sono un esperto...

  17. #39
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    si parlerà di frattofusione e cavitazione con riscontro di emissione neutronica dalla semplice frattura.
    Ma allora la mia intuizione potrebbe anche essere vera...
    Qualcuno dei presenti ha la strumentazione necessaria per verificare l'emissione dei metalli sottoposti a martellatura?

    Lo so che ora mi immaginate grande e grosso, abbronzato, sudicio, sudato, irascibile e sempre intento a maneggiare grossi martelli e mazze... )

  18. #40
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zintolo Visualizza il messaggio
    endymion, nelle reazioni di sintesi e lisi (non fusione e fissione) piezonucleari da cavitazione il punto di partenza è il ferro.
    Grazie tante, questo è quanto è emerso lì... in ogni caso esistono anche altre reazioni illustrate oltre a quella di fissione (nucleolisi e fissione sono sinonimi) del ferro.

    Il problemino è che è una reazione non permessa, stante la nota curva energia di legame per nucleone.

  19. #41
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    endy, non sto parlando di sinonimi, ma della nomenclatura corretta relativa alle reazioni piezonucleari indotte da cavitazione. Ho scritto che il punto di partenza è il Ferro intendendo che il processo è inverso rispetto alla curva di energia di legame per nucleone: il Ferro è il punto di partenza e non di arrivo di queste "nuove" reazioni "non permesse".

  20. #42
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Usare una nomenclatura "corretta" o specifica sottintende che siamo di fronte ad un fenomeno diverso dalla fissione, ma questo non è stato esplicitamente detto. Ho capito cosa vuoi dire, ma c'ero anche io ieri là e hanno usato anche il termine fissione, oltre a nucleolisi (e nucleosintesi).

    http://staff.polito.it/alberto.carpi...Strain%20B.pdf

    Come vedi si parla di "piezonuclear FISSION" (quello è).

    D'altronde tu come la chiami una reazione del tipo:

    Fe -> 2Al + 2n ?

    E' una fissione. Per definizione.

    Il fenomeno globale sicuramente è nuovo in sè, ma la reazione illustrata è una fissione. La domanda è, qualora la reazione sia vera... COSA causa la fissione?
    Io ho dei dubbi su una teoria che coinvolga lo spazio tempo deformato per spiegare tutto questo, ma non ho le competenze per contestarla. Personalmente indagherei sui fononi e sul reticolo cristallino...

  21. #43
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Armando de Para Visualizza il messaggio
    Ancora oggi si insegna ad evitare di produrre la cavitazione nei sistemi meccanici, pompe, iniettori, eliche etc...quindi ancora oggi è visto come un problema, qusto dimostra come la conoscenza di questo fenomeno sia ancora a livello preistorico..
    Ti faccio notare che in tutti gli esempi che citi sono coinvolti liquidi, e non è che la difficoltà nell'eliminare la cavitazione stia nel fatto che non la si conosce, ma il motivo è che è intrinseca a certi meccanismi. La cavitazione è prodotta in tutti questi casi dall'abbassamento di pressione in certi punti del liquido: questo lo fa passare localmente dallo stato liquido a quello di vapore (per questi motivi la cavitazione dei solidi non può verificarsi). La cavitazione è solo questo, niente di più. Che poi le bolle implodano e provochino effetti esotici è un'altro paio di maniche, ma non è più cavitazione, e qualcosa che succede dopo...

    Un'altra definizione giusta ma incompleta, non si conoscevano ancora le reazioni piezonucleari indotte da cavitazione...
    Idem... Nei solidi puoi parlare di reazioni piezonucleari indotte da onde acustiche stazionarie, ma non da cavitazione.

    Assolutamente sbagliato, purtroppo non hai ben compreso quanto è stato spiegato dal prof. Cardone ieri durante la conferenza, non solo, basta che chiami Carpinteri o Manuello (Cardone non ha il cellulare) e ti fai spiegare da loro perchè il reattore Rossi-Focardi NON PRODUCE UN FENOMENO DI FUSIONE FREDDA MA UN FENOMENO PIEZONUCLEARE INDOTTO DA CAVITAZIONE...
    Questa è solo una supposizione di Cardone o del suo gruppo, che ovviamente (anche per questioni cronologiche) non è mai stata verificata e provata. Come dicono gli anglofoni "when all you have is a hammer every problem looks like a nail"... I sostenitori di qualsiasi teoria alternativa sostengono che la loro teoria può spiegare le reazioni che avvengono nell'E-Cat di Rossi! Non è una battuta, basta leggere i post sul suo blog, li trovi tutti: dalla Quantum Ring Theory alla teoria di Widom&Larsen, da quella di Mills e quelle di Santilli etc...

    Chiamali così ti togli il dubbio...
    Qui stiamo parlando di scienza, mica di letteratura: non basta una telefonata per stabilire la veridicità di un esperimento o di una teoria... Tra l'altro posso dire di conoscere abbastanza bene il lavoro del gruppo di Cardone: ho letto tutti gli articoli che hanno pubblicato su questo tema, e posso dirti che non è affatto ovvio o scontato che tutte le reazioni LENR si possano spiegare in termini di reazioni piezonucleari come dice Cardone, è soltanto una sua supposizione.

    Oggi il servizio su TG Leonardo alle 14:50.
    Me lo sono perso...

  22. #44
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito Breve Digressione

    Quote Originariamente inviata da littleflower Visualizza il messaggio
    questo struttura liquida dei metalli (che ha come conseguenza il fatto che siano buoni conduttori elettrici e di calore) li renderebbe piu o meno adatti a ricavare energia da interscambi dimensionali.
    A questo punto mi viene un dubbio, si parla del mercurio come elemento usato nei vimana per il volo antigravitazionale... che ci sia qualche nesso, visto che si tratta di un metallo estremamente liquido.....
    Visto che e' passata inosservata, forse leggermente OT, provo a rispondere io.
    Prendo buona l'equazione di endymion (che e' una fissione ! ) subito sopra.
    Fe -> 2Al + 2n ?
    E' una fissione. Per definizione.
    Se Fe -> 2 Al + 2n ... metti Fe in cima al Viimana e lo lanci verso il fondo dello stesso ma facendo in maniera che fissioni nel tragitto allora la massa di Fe iniziale e' <> dalla massa 2 Al finale (scappano 2 neutroni). Risultato: reazione e' differente da azione e si potrebbe ottenere una propulsione non anti, ma controgravitazionale. Cioe' un impulso (e non uno sbilanciamento di momento della quantita' di moto) dovuto appunto alla massa dei due neutroni.
    Che i Viimana si basassero su questo principio per ottenere la propulsione non possiamo certo dirlo con sicurezza, possiamo solo dire che non c'e' maniera di violare il principio di conservazione della quantita' di moto per ottenere una propulsione. Tantomeno schermare il potenziale gravitazionale, che sembra essere una radiazione di quadrupolo (ed in quanto tale non schermabile: Einstein).
    Sarebbe quindi una strada percorribile, fine della leggera digressione.

Pagina 2 di 8 primaprima 12345678 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Apparato Focardi-Rossi
    Da mgb2 nel forum Sistemi Idrogeno-Nikel
    Risposte: 1788
    Ultimo messaggio: 26-08-2015, 07:15
  2. Apparato Rossi - Focardi? Verita o bufala?
    Da milliwatt nel forum Sistemi Idrogeno-Nikel
    Risposte: 4980
    Ultimo messaggio: 25-05-2012, 11:38
  3. Mi serve una spiegazione...
    Da nottolotto nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 16
    Ultimo messaggio: 27-03-2011, 20:56
  4. Rossi Focardi - Catalizzatore d' Energia Riproduzione apparato
    Da alexej89 nel forum REAZIONI NUCLEARI a BASSA ENERGIA (Fusione Fredda)
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 24-01-2011, 11:58
  5. Progetti di impiego tecnologia Focardi - Rossi
    Da mcfab nel forum REAZIONI NUCLEARI a BASSA ENERGIA (Fusione Fredda)
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 22-01-2011, 22:06

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •