Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 6 su 6

Discussione: Solare termico : disillusione o sopravvalutazione ?

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Solare termico : disillusione o sopravvalutazione ?



    Buongiorno a tutti,
    Ho montato un impianto solare termico con 2 pannelli (la ditta si chiama CMG) esposti bene a sud con inclinazione ( non so dirvi esattamenti di quanti gradi, ma superiore a 30°, sicuramente). Si tratta di un impianto a circolazione naturale con un serbatoio coibentato di 300 litri.
    Clicckando sul NATURALE – CMG Solari vi fate un'idea. Ho esattamente lo stesso impianto, ma con 2 pannelli ed il serbatoio credo più grande di quello che si vede in foto e comunque da 300 litri.
    Vi espongo i miei dubbi:
    La valvola miscelatrice funziona cosi: più la sia avvita meno acqua calda si immette, più la si svita (allenta) più acqua calda, si immette nel sistema; la valvola è posizionata a metà corsa su suggerimento dell'impiantista.
    Ora quello che noto è che in una giornata di pieno sole, senza neanche una nuvoletta, in questo periodo dell'anno (aprile -maggio; in effetti le mie constatazioni risalgono ad aprile quando si stava ben chiusi in casa per il COVID) già verso le 9 incominciavo ad avere acqua calda.
    Al tramonto del sole, diciamo dalle 18,col calare del sole, iniziava una rapida caduta della temperatura dell'acqua che diventava veramente poco calda, direi tiepida dalle 21 in poi. L'aspetto su cui mi interrogo è su quello che constatavo la mattina seguente.
    Alle 7 del mattino l'acqua è fredda e devo accendere la mia bellissima caldaia a gas metano, per prendere una doccia. Sia chiaro che non ho utilizzato nell'arco della giornata 300 litri...
    Mi chiedo ma funziona cosi il solare termico o il mio ha un problemino ? Un mio amico mi dice di controllare se c'e' abbastanza glicole nell'impianto. Il tecnico che ha montato il solare termico, mi dice che il glicole ha una funzione di antigelo e che le prestazioni del solare termico sono quelle e che non dipendono dal glicole.
    La domanda è sono io che mi ero immaginato che in una giornata di pieno sole i 300 litri si scaldavano e rimanevano caldi almeno per 24 h? qual è la verità?
    Le altre note dolenti vengono dalla connessione con la caldaia.
    In fase di ristrutturazione l'idraulico ha portato un tubo dedicato cioè diretto che arriva alla caldaia, poi ha costruito un sistema a "T" con due chiavi di arresto. La chiave di arresto di destra chiude l'arrivo di acqua dal solare termico, la chiave di arresto di sinistra chiude la caldaia (passatemi il termine).
    Quella che vedete sullo sfondo è una pompa di ricircolo che è stata installata (prima del solare termico) per permettere di spillare acqua calda più rapidamente quando si apre il rubinetto riducendo il tempo di attesa. Può giocare un ruolo negativo in questa faccenda?
    La prima constatazione è che in piena produzione di acqua calda con il solare termico ( tipo ore 12 di giornata soleggiata) se tutte e due le chiavi sono aperte, aprendo il rubinetto dell'acqua calda in casa, si nota una accensione della fiammella della caldaia con consumo di gas. Si capisce quindi che la caldaia non "capisce" che c'e' già abbastanza acqua calda dal solare termico e che se ne può stare buona, no si accende. Il tecnico della ARISTON mi ha detto che si sarebbe impegnato ad ordinare una sonda termica da montare a livello del tubo di arrivo della mandata che proviene dal terrazzo e quindi dal solare termico ( tubo a destra delle foto ,che si vede be isolato).
    Questa sonda dovrebbe essere capace di comunicare con l'hardware della caldaia e di inibire la accesione della stessa, se si rileva una temperatura a livello dell'arrivo dell'acqua del solare termico sufficientemente elevata. Altrimenti se la T dell'acqua in arrivo dal solare termico è bassa, la caldaia GIUSTAMENTE, si accende e riscalda l'acqua.
    Per ora non ho avuto notizie dal tecnico ARISTON (ho una caldaia a condensazione B CLASS ONE). Voi che ne pensate? E' la strada giusta ?
    Secondo voi si dovrebbe montare una chiave di non ritorno a livello del tubo di arrivo del solare termico ?
    Per il momento avendo aperte tutte e due le chiavi, sostanzialmente uso gas anche quando il solare produce, visto che il sistema non sa inibire l'accensione della caldaia , anche quando l'acqua calda sanitaria arriva bollente...
    Vi allego la foto del circuito.
    Grazie mille in anticipo a chi mi dice che ne pensa !
    Saluti
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  2. #2
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Il glicole non c'entra nulla. O hai dispersione fortissima dall'accumulo sul tetto o hai quella pompa di ricircolo che continua a spillare via calore per nulla dall'accumulo, disperdendo tutto nelle pareti. Prova a spegnerla.

    Remotare una sonda vicino all'accumulo per inibire l'accensione della caldaia va bene, anche se non ho capito se hai una miscelatrice o no (mi auguro di si)
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  3. #3
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Si ho una valvola miscelatrice sul terrazzo.
    la pompa di ricircolo e’ stata montata perche ( casa molto grande) senza di essa c’e’ un tempo di latenza troppo lungo tra quando si apre acqua calda in casa e “arrivo”della stessa superiore ad 1 minuto. La pompa di ricircolo ha un timer che ne limita il funzionamento in alcune ore della giornata ( mattina e sera) per evitare questo discomfort.
    Provero a spegnerla.
    visto che ne parlo ti chiedo se a tuo avviso questa pompa aumenta consumo di gas o no. L’elettricista mi dice di no.
    La sonda la metteresti su in terrazza vicino impianto o sul tubo mostrato in foto vicino alla caldaia?
    puo essere utile una valvola di non ritorno a livello del tubo del solare termico mostrato in foto. L’impiantista dice che c’e’ n’e’ gia’ una in terrazza a livello dell’ impianto.
    Volevo condividere altra perplessita, la caldaia ha due serbatoi interni di 20 litri, che probabilmente si riempiono quando arriva acqua dal solare termico. Potrebbero fungere da fonte di dispersione? Svuotandosi e ri-riempiendosi di continuo?
    che tu sappia si potrebbero escludere( tipo chiudere). Il tecnico ariston dice di no e che per lui non hanno effetto di dispersione.
    detto che non credo ci sia dispersione in terrazzo a livello dell’impianto, ci sono tre possibilita per me:
    - la pompa di ricircolo
    - i serbatoi di riserva interni alla caldaia (2*20 litri)
    - il solare termico non e’ granche
    grazie mille!

  4. #4
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Non capisco perché la miscelatrice sul tetto, dovrebbe stare a valle di una deviatrice che decide se mandare dal solare alla caldaia oppure mandarla direttamente ai rubinetti (e se scotta troppo va miscelata).

    Il ricircolo è sempre fonte di dispersioni, e certo che può anche causare consumo di gas se ad un certo punto l’acqua che circola diventa fredda e va scaldata. Poi va capito se l’accumulo sul tetto non è adeguatamente isolato.

    Per me i due accumulini della caldaia non c’entrano, o quantomeno non sono la causa principale.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

  5. #5
    Ho un pezzo di cuore nel forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Non capisco come dovrebbe funzionare quest'impianto se non verificando ogni volta che voglio aprire il rubinetto la temperatura dell'accumulo ed aprire o chiudere le valvole in quella T per usare o il solare o la caldaia.
    Senza senso...
    Ormai è estate per cui puoi chiudere la valvola dalla caldaia e vedere come va.
    Ferma il ricircolo.
    Fotovoltaico 4,52kWp da 52 pannelli Kyocera KC87T su inverter Fronius IG15+IG20
    Solare acs forzato con 2 pannelli piani Ebner e bollitore 300lt.
    Bassa Bresciana, 2008.

  6. #6
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Penso sia normale, la notte ancora rinfresca parecchio ed il sistema disperde molto (serbatoio 3cm poliuretano e pannello 1,5cm lana roccia con 4 di dietro)...
    Riscaldamento radiatori in alluminio e caldaia a condensazione cappotto 8 cm fibra di legno e 10 cm lana di vetro in intercapedine, tetto isolato all estradosso con 10 cm lana di vetro ad alta densità ed internamente con 4 cm fibra di legno. Pareti e soffitto interno rivestiti con 2 cm d argilla. Infissi in legno rovere triplo vetro. No vmc, No fotovoltaico...

Discussioni simili

  1. Risposte: 23
    Ultimo messaggio: 17-03-2018, 15:46
  2. Solare termico + pdc o solare termico + caldaia a condensazione?
    Da topsilva nel forum POMPE DI CALORE Geotermiche
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 05-09-2013, 10:33
  3. Solare Termico mai così conveniente grazie a Templari e al Conto Energia Termico.
    Da Templari energie nel forum Vetrina COMMERCIALE RINNOVABILI
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 14-08-2013, 10:48
  4. Risposte: 273
    Ultimo messaggio: 08-04-2013, 22:37
  5. Risposte: 35
    Ultimo messaggio: 28-02-2013, 14:39

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •