Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  1
Pagina 2 di 2 primaprima 12
Visualizzazione dei risultati da 23 a 35 su 35

Discussione: Efficacia radiatori "aggiunti" alla canna di stufa a legna e limiti...

  1. #23
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito



    La stufa pare un modello semplice, dicono abbia la regolazione dell' aria, immagino una levetta sopra il cassetto cenere.

    La potenza va regolata con quella, insieme alla quantità di legna che viene inserita.

    Con quella lunghezza, il problema sarà l' eccessiva depressione della canna fumaria, che in qualche modo andrà regolata.

    Buon lavoro!

  2. #24
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Salve, per alcuni motivi e valutazioni in corso d'opera (necessarie), alla fine opterò per una tradizionalmente a norma canna coibentata.

    Una domanda pratica. La formula della sezione mi dà, per il mio sistema, un diametro di 11 centimetri, che poi diventano 13 virgola qualcosa per via dell'altitudine. La formula, però, non mi sembra tenga conto delle temperature più basse (che aumentano il ∆ pascal). Secondo voi, un 11 cm basterebbe ugualmente? (Cilindrico, 6 metri, doppiamente coibentato, perfettamente dritto, inox, per 10 Kw max)
    Mi semplificherebbe (e velocizzerebbe) il lavoro per il momento e potrei eventualmente correggere poi.
    Per curiosità, cosa accade se la canna ha una sezione troppo piccola, nella pratica? Ovvero, meno tiraggio, entro certi limiti, equivale a chiudere maggiormente la valvola dell'aria? Mi aspetterei che la legna bruci leggermente più lenta e si arrivi a 7-8 Kw effettivi.
    Il paragone che mi viene in mente è un carburatore di un motore endotermico con farfalla che al max si apre a ¾.
    Ovviamente, ripeto, entro certi limiti.

    Grazie.

  3. #25
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da 3.14 Visualizza il messaggio
    perfettamente dritto
    non andrebbe mai perfettamente dritto sopra il generatore
    andrebbe fatto così (meglio ancora con innesto inclinato):

    images.jpgcanne-fumarie-stufe-normativa-02-1.jpg
    alias Dott Nord Est

    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si
    qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

  4. #26
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Molto interessante!
    Pensavo che a partire dal generatore le curve apportassero rallentamenti del tiraggio.
    Perché è consigliabile quel disallineamento? (Che a me farebbe pure comodo, perché potrei spostare la stufa un metro circa a destra, dove dà meno intralcio)

    Sulla sezione della canna hai qualche consiglio, seguo la formula al 100% o posso azzardare 110 mm?
    A questo punto, il canale da fumo può avere sezione maggiore?

    Grazie e buon anno.

  5. #27
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    perchè è obbligatorio inserire uno scarico anticondensa, e perchè così la condensa non finisce dentro al generatore (oltre a facilitare la pulizia della canna stessa)
    alias Dott Nord Est

    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si
    qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

  6. #28
    TUTOR

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da 3.14 Visualizza il messaggio
    ..
    Pensavo che a partire dal generatore le curve apportassero rallentamenti del tiraggio.
    ....

    Sicuramente.

    Infatti servono dei tratti verticali prima di rallentare i fumi con delle curve (90° sono le peggiori, anche se ormai tutte le aziende le fanno arrotondate, come 2 da 45!)

    Sul sito della beza, trovi un ottimo sw gratuito per il dimensionamento della canna fumaria, anche se chiaramente utilizza variabili adattate ai loro prodotti, peraltro ottimi e facilmente recuperabili nei negozi di idraulica.

  7. #29
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho una stufa Felici in terracotta. Bellissima. Volevo farla restaurare: costa un botto ma sopratutto NON E' A NORMA!!
    Impianto FV 6Kwp LG 335 W N1C-A5 inverter Symo 6.0-3-M; ACS 300L 2 pannelli da 1 mq: zona climatica C; 1.355 gradi giorno

  8. #30
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ma queste "norme" .. :-D che senso hanno? un sovrano ha deciso così, per vendere più stufe e basta , e tutti devono adattarsi? mah...incomprensibile.... per esempio: situazione classica: camino aperto + stufa di fianco che si attacca alla canna fumaria del camino... è la situazione più comoda ed efficace: il caminetto per grigliare e la stufa per riscaldare... nessuno le accenderebbe mai assieme, non ha senso..ma no... per "le norme " è illegale :-D assurdo!

  9. #31
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BzzBzz Visualizza il messaggio
    ma queste "norme" .. :-D che senso hanno?
    per cercare di garantire la sicurezza

    un sovrano ha deciso così, per vendere più stufe e basta , e tutti devono adattarsi?
    una casa incendiata, una famiglia morta per il carbonio, o altri casi.... "costano" di più delle stufe vendute...

    mah...incomprensibile.... per esempio: situazione classica: camino aperto + stufa di fianco che si attacca alla canna fumaria del camino... è la situazione più comoda ed efficace: il caminetto per grigliare e la stufa per riscaldare... nessuno le accenderebbe mai assieme, non ha senso..ma no... per "le norme " è illegale :-D assurdo!
    sicuro che "nessuno" lo farebbe ?
    lo sai che se in una canna fumaria comune con un camino aperto capita la coincidenza di poca pressione, e funzionamento della stufa, può capitare che dal camino aperto esca monossido di carbonio ? (non ascolti mai la tv quando dicono incidente di qua, incidente di la, morti, per "malfunzionamento" ed emissione di monossido di carbonio ? sembra tu viva in un'altro mondo...)
    ti assumi tu la responsabilità per tutti ?

    a questo servono le norme.... appunto per normare o almeno cercare di farlo per evitare guai peggiori....

    CON LA SICUREZZA NON SI SCHERZA; REPUTO IL TUO POST E FAR PASSARE QUESTE TUE IDEE UNA COSA DISDICEVOLE
    Ultima modifica di GiuseppeRG; 27-09-2020 a 20:34
    alias Dott Nord Est

    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si
    qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

  10. #32
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    [no, no, non sono d'accordo:

    - il caso tipico è appunto quello del del nonno in campagna che ha il caminetto aperto e di fianco la cucina economica a legna condividendo la stessa canna fumaria: non li accende MAI insieme, anzi. nel 100% dei casi chiude il caminetto con un pannello removibile ( perchè aspierebbe calore) e lo riapre solo quando in quel camino vuole cucinare , quindi nei fatti non c'è mai condivisione di una canna fumaria per 2 fuochi, ma per le norme-imposte non si può


    - altro caso: spessissimo vecchie canne fumrie in cemento prefabbricato vanno benissimo per una stufa, e sarebbero anche a norma.... MA visto che sono state costruite prima di norme varie non hanno il timbrino che le certifica, così si è costretti ad intubare, con costosi e inutili lavori, quando, nel dubbio, basterebbe pulire la canna fumaria una volta in più


    - pulire la canna fumaria è appunto una cosa che chiunque può fare (a parte casi di tentto disagevole/pericoloso dove servono attrezzature particolari ecc) chiunque può farlo e si fa anche in fretta.... basterebbe pulire una volta in più, invece per norme varie nche lì bisogna pagar tasse per rivolgersi a personale che metta famoso timbrino


    -la sicurezza è importante, ma appunto basta pulire una volta in più , e un rilevatore/allarme di monossido costa 20 euro e se lo possono permettere tutti


    - causa "norme " ci si basa solo su dati teorici imprecisi: io per esempio ho appunto camino aperto, vorrei montare cucina economica di fianco perchè sono certo della sua resa in calore..."ma non si può" ........ vado invece da un qualsiasi installatore e mi proporrà di infilare nel camino un inserto a legna e di intubae ( costo altissimo) - e come decide questa scelta? semplicemente apre un catalogo di inserti, legge " questo inserto rende tot Kw" e in base a questo unico dato mi proponte quell'inserto.....quando in realtà un inserto infilato sotto una cappa di un camino ha una resa bassissssima... non fa caldo, consuma solo gran legna e basta ( ho reale esperienza di 2 case di amici...zero calore) - molti inserti sicuramente avranno bella efficienza, ma alcuni proprio no..... ci sono sicuramente mille altri fattori da tenere in conto, ma la maggior parte degli installatori di sicuro li ignora...danno la precedenza a quelle 2 norme e basta


    la sicurezza è insomma importantissima: ma una cosa è obbligare ad essere sommersi da burocrazia, un'altra è consigliare per bene. non si possono fare leggi da furbetto per incastrare l'utente, e poi addirittura accusarlo di essere lui il furbetto se non si adegua! la burocrazia è un macigno che spessissimo non risolve nulla

  11. #33
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    - il caso tipico è appunto quello del del nonno in campagna che ha il caminetto aperto e di fianco la cucina economica a legna condividendo la stessa canna fumaria: non li accende MAI insieme, anzi. nel 100% dei casi chiude il caminetto con un pannello removibile ( perchè aspierebbe calore) e lo riapre solo quando in quel camino vuole cucinare , quindi nei fatti non c'è mai condivisione di una canna fumaria per 2 fuochi, ma per le norme-imposte non si può
    no non si può, e giustamente
    ripeto, mai sentito parlare di monossido di carbonio? mi sa di no....


    - altro caso: spessissimo vecchie canne fumrie in cemento prefabbricato vanno benissimo per una stufa, e sarebbero anche a norma.... MA visto che sono state costruite prima di norme varie non hanno il timbrino che le certifica, così si è costretti ad intubare, con costosi e inutili lavori, quando, nel dubbio, basterebbe pulire la canna fumaria una volta in più
    mai visto canne fumarie in cemento c- causa "norme " ci si basa solhe incendiano la casa ?
    inoltre, mai viste vecchie canne fumarie in eternit ?



    - pulire la canna fumaria è appunto una cosa che chiunque può fare (a parte casi di tentto disagevole/pericoloso dove servono attrezzature particolari ecc) chiunque può farlo e si fa anche in fretta.... basterebbe pulire una volta in più, invece per norme varie nche lì bisogna pagar tasse per rivolgersi a personale che metta famoso timbrino
    come mai le canne fumarie si incendiano ? magari perchè non vengono pulite ?


    -la sicurezza è importante, ma appunto basta pulire una volta in più , e un rilevatore/allarme di monossido costa 20 euro e se lo possono permettere tutti
    garantisci tu perchè tutti la puliscano quando serve?
    garantisci tu se qualcuno muore per il monossido di carbonio?


    o su dati teorici imprecisi: io per esempio ho appunto camino aperto, vorrei montare cucina economica di fianco perchè sono certo della sua resa in calore..."ma non si può" ........

    no, il camino aperte deve essere chiuso e murato
    tu fai parte dei tanti che immettono in atmosfera quello che non si dovrebbe più fare

    vado invece da un qualsiasi installatore e mi proporrà di infilare nel camino un inserto a legna e di intubae ( costo altissimo) - e come decide questa scelta?
    infatti serve un tecnico, non l'idraulico di turno

    molti inserti sicuramente avranno bella efficienza, ma alcuni proprio no.....
    e tu non montarli

    ci sono sicuramente mille altri fattori da tenere in conto, ma la maggior parte degli installatori di sicuro li ignora...danno la precedenza a quelle 2 norme e basta

    la casa nuova la progetta il geometra o l'architetto, o il muratore ?


    la sicurezza è insomma importantissima: ma una cosa è obbligare ad essere sommersi da burocrazia, un'altra è consigliare per bene.

    esatto, però la sicurezza è il primo parametro

    non si possono fare leggi da furbetto per incastrare l'utente, e poi addirittura accusarlo di essere lui il furbetto se non si adegua! la burocrazia è un macigno che spessissimo non risolve nulla

    se non ti aggradano le norme, usa altri combustibili o scaldati con una coperta, no ?

    CON LA SICUREZZA NON SI SCHERZA; REPUTO IL TUO POST E FAR PASSARE QUESTE TUE IDEE UNA COSA DISDICEVOLE

    faq canna fumaria – Erregi – Energie alternative rinnovabili
    alias Dott Nord Est

    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si
    qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

  12. #34
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    nel mio discorso volevo solo sottolineare la netta differenza tra procedure per garantire "sicurezza nei fatti, nella realtà" e "norme per la sicurezza che servono alle assicurazioni e allo stato per avere entrate" , ma se non vuole ascoltare, amen, le auguro buona vita

    mi reputo pure un ambientalista le dirò, per rispondere alle sue infondate accuse su di me! non uso il camino aperto per riscaldarmi, perchè appunto ha una resa bassissima. ho polemizzato solo perchè dopo esser andato a chiedere a vari installatori l'unica risposta che mi hanno dato è stato il tentativo di vendermi un inserto legna + intubazione, lavoro molto costoso e senza nessuna garanzia di buona resa (e ho appunto esempi di case dove inserti vari hanno praticamente solo funzione estetica) saluti

  13. #35
    PROFESSIONAL

    User Info Menu

    Predefinito

    nel mio discorso volevo solo sottolineare la netta differenza tra procedure per garantire "sicurezza nei fatti, nella realtà" e "norme per la sicurezza che servono alle assicurazioni e allo stato per avere entrate" , ma se non vuole ascoltare, amen, le auguro buona vita
    le norme servono quando le persone non riescono ad "autogestirsi" da sole
    infatti, senza norme e sanzioni, molte persone userebbero pure i bidoni del colore per scaldari, e per canna fumaria userbebbero due grondaie attaccate con il fil di ferro
    pulizia ? mai se possibile.... (importante è risparmiare, fregandosene della sicurezza, delle emissioni, ecc ecc)
    diciamocela tutta....

    mi reputo pure un ambientalista le dirò, per rispondere alle sue infondate accuse su di me!
    ambientalista a cui stanno strette le norme..... capito
    nessuna accusa verso di te, ma contesto quando dici che le norme non servono perchè le persone fanno da sole quello che serve (che non è vero nella maniera più assoluta. Senza norme, ci sarebbe la giungla dove ogni persona fa quel che vuole, sicurezza o non sicurezza)

    ho polemizzato solo perchè dopo esser andato a chiedere a vari installatori l'unica risposta che mi hanno dato è stato il tentativo di vendermi un inserto legna + intubazione
    è colpa delle norme se alcuni venditori non sanno fare il loro lavoro?


    , lavoro molto costoso e senza nessuna garanzia di buona resa (e ho appunto esempi di case dove inserti vari hanno praticamente solo funzione estetica) saluti
    e cosa centra questo con le norme per la sicurezza ?
    Ultima modifica di GiuseppeRG; 28-09-2020 a 11:32
    alias Dott Nord Est

    la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si
    qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

Pagina 2 di 2 primaprima 12

Discussioni simili

  1. Scelta stufa a legna economica "Bruciatutto"
    Da milejo nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 02-05-2017, 18:32
  2. Consiglio acquisto stufa a legna "pulita"
    Da Pitagora52 nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 15-04-2015, 14:35
  3. Radiatori "alti" o "bassi"
    Da thegamer nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 19-03-2015, 17:15
  4. Risposte: 15
    Ultimo messaggio: 27-06-2014, 22:03
  5. Clollegare una canna fumaria di una stufa a legna alla canna fumaria di un camino
    Da otterdog nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 24-03-2010, 10:45

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •