manutenzione impianti fotovoltaici
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 4 1234 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 77

Discussione: Finalmente in rete il mio impianto termofotovoltaico, i cosidetti pannelli " Ibridi "

  1. #1
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito Finalmente in rete il mio impianto termofotovoltaico, i cosidetti pannelli " Ibridi "



    Ciao a tutti finalmente ci siamo.
    Il giorno 23 agosto nel tardo pomeriggio hanno collegato alla rete elettrica il mio impianto TERMOFOTOVOLTAICO
    Visto l'interesse per questi nuovi pannelli ho deciso, tempo permettendo, di scrivere dati, impressioni e consigli su questa tipologia di pannelli fotovoltaici.
    Premetto subito che il mio impianto è decisamente complicato, questo perchè al momento di acquistare un impianto fotovoltaico tradizionale ho accettato un sfida ambiziosa, staccarmi dalla mia caldaia a gas sia per la produzione di acs, sia per il riscaldamento.
    Visto che siamo nella sezione fotovoltaico cercherò di trattare solo l'aspetto elettrico limitandomi al massimo su quello termico.
    Due falde:
    1) - 70° dal sud verso est con tilt di 15°, 6 pannelli da 230w tot. Kw1.38 inverter sirio 1500
    2) +20° dal sud verso ovest tilt 15°, 2 stringhe da 10 pannelli ciasc. per un totale di kw 4.60 inverter sirio 4000
    Questo il principio termico e di raffreddamento dei pannelli:
    stazione solare come un qualsiasi solare termico a c.f.
    centralina solare idem
    boiler accumulo idem
    aerotermo( per capirci quei ventoloni che usano nei capannoni in inverno per riscaldare ) sul tetto per dissipare il calore.
    Nel prossimo messaggio allego i primi dati
    Ciao a tutti

  2. #2
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da gioppino61 Visualizza il messaggio
    Visto che siamo nella sezione fotovoltaico cercherò di trattare solo l'aspetto elettrico limitandomi al massimo su quello termico.
    Ciao gioppino, complimenti per l'impianto termo-fotovoltaico, quella discussione iniziata a Gennaio sui moduli termo-fotovoltaici, è servita a chiarire le idee, ti vorrei fare osservare però, che per comprendere al meglio il tutto, non puoi non trattare entrambi i sistemi, termico e fotovoltaico, poichè sono strettamente legati tra di loro.
    Fai un po di foto di ogni stadio dell'impianto e relativa descrizione, sarà piu facile la comprensione.
    Ciao
    Ultima modifica di Antonio Albergo; 02-09-2010 a 17:34

  3. #3
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    foto foto foto foto
    Cagliari, pannello solare a circolazione naturale da 200 litri composto da due pannelli piani selettivi .
    impianto da 2.97 kWp 11 pannelli da 270 Beghelli inverter Beghelli 3000wp Azimut 30°sud-ovest 5° zona Cagliari attivato il 25/08/2010 avvio incentivazione 27/01/11
    http://www.rendimento-solare.eu/it/c...296/13577.html

  4. #4
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    dati dati dati (rendimento dei due sistemi, prezzo=

  5. #5
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Super complimenti!
    vogliamo dati, foto, magari staccarsi da gas!
    Kit sola ACS a Circolazione Naturale di produzione UE (Spagnola) 2 collettori piani SunSelect e Bollitore 192 lt Orient./Inclin: -23°/40°. Caldaia a Condensazione 24,7kw Termostufa 19,6 kw resi all'acqua, termosifoni ghisa e alluminio. Impianto fotovoltaico in regime di scambio sul posto da 2,990 kW policristallino con sistema di monitoraggio. Località: Botticino Mattina (prov. di Brescia - Lombardia - Italia) Orient./Inclin: -23°/12°

  6. #6
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da diegodi Visualizza il messaggio
    Super complimenti!
    vogliamo dati, foto, magari staccarsi da gas!
    Che entusiasmo!!! Grazie dei complimenti ma c'è ancora molto da lavorare....
    Foto, confesso che è la prima volta che provo ad allegare foto da qst sito, speriamo....
    Non ho fotografato , per ora, i vari boiler, pdc, ect... per ora provo a postare i pannelli, vi giro le foto preparate per l'enel, se riesco.
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  7. #7
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Bello, come dice qualcuno dati.... dati.... dati...
    In particolar modo sarebbe bello vedere il rendimento (termico) invernale, e in quello estivo capire quanto si guadagna in elettrico.....
    Saluti.

  8. #8
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    bene tentativo riuscito!
    Allego anche le ultime foto, la prox settimana proverò con gli impianti
    Dati: vi elenco le produzioni elettriche giorno per giorno
    23 agosto allacciamento 7 Kw
    24 agosto parto e lascio collegato l'impianto con raffreddamento base cioè solo con l'areatore e naturalmente i boiler per produzione di acs. 30 kw
    25 agosto 27 kw
    26 30 kw
    27 27 kw
    28 27 kw
    29 29 kw
    30 25 kw
    a casa era rimasta la mia famiglia, che mi aggiornava sulla produzione
    Parte termica: acs in abbondanza per tutti, lavastoviglie e lavatrice comprese.
    Rientro a casa e attivo l'ulteriore raffreddamento, scambiatore collegato alla p.d.c. in modalità raffrescamento.
    31 agosto 33 kw
    1 settembre 33 kw
    2 30 kw ( un paio di ore parz. nuvoloso )
    Evidente miglioramento della parte elettrica, parte termica in evidente calo con temp. massima nella parte alta del boiler a 40°

    Naturalmente sono dati abbastanza fini a se stesso.
    Vi posso però dare le mie impressioni.
    Innanzi tutto sono abbastanza critico con il mio impianto, che ho pensato elaborato e ideato personalmente, quindi sono alla ricerca della " perfezione ", conscio che sarà impossibile ottenerla ma sono fatto così.

    Quindi vi elenco le cose che a prima vista sono migliorabili.

    1) Scambiatore di calore o serpentina inserita nel boiler
    Qui chiedo aiuto a voi, se qualcuno possiede un impianto solare termico a c.f. mi dica.
    Il mio boiler con temperature del circuito solare prossime ai 50° impiega ore a scaldare l'acqua nella parte bassa a temperature di 35°
    Mi è venuto in mente quando ho visitato mesi fà un impianto del genere e ho notato che avevano risolto il problema mettendo un ulteriore scambiatore esterno al boiler, di quelli a piaste tipo il mio che uso con la pdc.
    Sono praticamente convinto ad installarlo anch'io, infatti se funziona ottengo molteplici risultati:
    in estate non ho bisogno di avere la temp. dei pann. a 50° per produrre acs anzi posso usare l'acqua dei 2 boiler di accumulo come raffredamento dei pannelli durante il giorno e durante la notte, tramite la funzione vacanze della mia centralina, raffreddarla per il giorno dopo facendola passare nei pannelli.
    In inverno recuperare al massimo il calore che mi viene fornito dal sole per integrazione riscaldamento a pavimento. dimenticavo in inverno il liquido che passa per i pannelli termofotov. confluisce nel pannello solare termico shcmv per avere una temperatura maggiore e conseguente utilizzo di integrazione.
    Ma se lo scambiatore attuale lavora così credo che i benefici siano molto limitati.

    2) Naturalmente mi ero premunito montando una resistenza elettrica ausiliaria nel boiler.
    Ancora una delusione! Il mio boiler, di cui dirò l'azienda produttrice solo in mp, non ha fori laterali per le connessioni ma solo nella parte bassa.
    Quindi l'unico posto dove installare la resistenza da 2 kw in mio possesso era nella flangia sul cielo del boiler stesso praticamente dentro la serpentina dell'acs.
    Pensavo fosse il posto ideale, invece essendo nel cielo del boiler ha pochissimo scambio termico e rende poco.
    Vedrò cosa fare

    3) La stringa da 6 pannelli sulla falda ad est credo si migliorabile.
    Guardando resa e picco massimo di qst falda, e confrontandola con quella a sud e poi utilizzando il simulatore scaricabile su qst. sito Simulare 8.4, noto un picco max intorno al 70% rispetto alla potenza nominale a differenza delle falde sud che arriva a circa 85%, attenzione il picco massimo di cui parlo non è il picco assoluto, per intenderci quello ottenibile in giornate limpide con pasaggio di nubi, ma quello che vedo per circa unaoretta con il sole allo zenith... o all'azimuth? beh ci siamo capiti alle 13.00.
    Ci stà che renda meno, est invece di sud, inverter da 1500 contro quello da 4000 che dichiara rese migliori, ma penso dipenda anche dalla potenza della stringa in relazione all'inveter e penso che con un pannello in più potrebbe migliorare la resa totale.

    Sono stremato da qst messaggione e vi saluto.
    Accetto volentieri consigli e critiche costruttive.
    Per quanto riguarda i costi ne parleremo un'altra volta.

    Ciao a tutti
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  9. #9
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, Giopps, sto ultimando il mio impiantino.......
    poi faremo a gara !!!!
    io pero' ho il vantaggio del raffrescamento con lo scambio in un pozzo .
    credo di fare 2 circuiti separati :
    1 riscaldamendo con accumulo
    2 raffreddamento con pozzo.
    vorrei ideare un deviatore per mettere in serie o in parallelo automaticamente i pannelli per la parte termica..... e sfruttare al meglio il sistema.
    ti terro' informato.
    ho visto che i pannelli sono marchiati " risun solar " cmq mi hanno fatto una buona impressione , e non solo a me , anche al mio ing.

  10. #10
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao, ti ringrazio per le info.
    alcune domande:
    - che resa % hanno i pannelli fv?
    -che potenza termica sviluppi in kw? penso sia notevole con tutti queli pannelli che scaldano
    - nella tua scelta hai considerato più la necessità di raffreddare i pannelli o riscaldare l'acs?
    - pensi di integrare il riscaldamento quest'inverno, sostituendo la pdc, nelle giornate serene?

  11. #11
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    complimenti gioppino61 ottimo resoconto
    Cagliari, pannello solare a circolazione naturale da 200 litri composto da due pannelli piani selettivi .
    impianto da 2.97 kWp 11 pannelli da 270 Beghelli inverter Beghelli 3000wp Azimut 30°sud-ovest 5° zona Cagliari attivato il 25/08/2010 avvio incentivazione 27/01/11
    http://www.rendimento-solare.eu/it/c...296/13577.html

  12. #12
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da gioppino61 Visualizza il messaggio
    Che entusiasmo!!!
    Bellissime foto! bellissimo impianto e che bella zone, anche le case molto belle complimenti.
    Kit sola ACS a Circolazione Naturale di produzione UE (Spagnola) 2 collettori piani SunSelect e Bollitore 192 lt Orient./Inclin: -23°/40°. Caldaia a Condensazione 24,7kw Termostufa 19,6 kw resi all'acqua, termosifoni ghisa e alluminio. Impianto fotovoltaico in regime di scambio sul posto da 2,990 kW policristallino con sistema di monitoraggio. Località: Botticino Mattina (prov. di Brescia - Lombardia - Italia) Orient./Inclin: -23°/12°

  13. #13
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da solenergy Visualizza il messaggio
    Ciao, Giopps, sto ultimando il mio impiantino.......
    poi faremo a gara !!!!
    io pero' ho il vantaggio del raffrescamento con lo scambio in un pozzo .
    credo di fare 2 circuiti separati :
    1 riscaldamendo con accumulo
    2 raffreddamento con pozzo.
    vorrei ideare un deviatore per mettere in serie o in parallelo automaticamente i pannelli per la parte termica..... e sfruttare al meglio il sistema.
    ti terro' informato.
    ho visto che i pannelli sono marchiati " risun solar " cmq mi hanno fatto una buona impressione , e non solo a me , anche al mio ing.
    Ciao ragazzo!!!
    Se posso permettermi di darti un consiglio.....
    Se ricordo bene tu vivi al sud, quindi estate calda e poco inverno
    Avessi avuto l'opportunità dell'acqua del pozzo forse me ne sarei fregato completamente del riscaldamento.
    Monta uno scambiatore potente del tipo a piastre e vai di acqua di pozzo.
    Vantaggi: temp. dei pannelli max 25° e super resa elettrica, quindi massimo ritorno economico.
    Per l'acs scaldabagno elettrico, o meglio boiler a pompa di calore, con timer per farlo funzionare nelle ore intorno a mezzogiorno così si alimenta con la " tua " elettricità.

    A presto

    P.s. oggi prodotti 29 kw ( pomeriggio parz. nuvoloso )

  14. #14
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ragazzi grazie dei complimenti!!!
    Li accetto volentieri anche perchè oltre ad averlo progettato e riprogettato per mesi me lo sono , in gran parte, installato da solo.

    Per Modenet:
    1) se per resa intendi l'efficienza del pann. la scheda tecnica dice 13,9.
    Se intendi qualcosa d'altro chiariscimi e se posso ti rispondo
    2) non lo sò. posso dirti che se non facevo funzionare nessun tipo di raffred. in luglio l'acqua avrebbe superato facilmente i 70°
    3) penso entrambe, ma sicuramente rende molto di + l'elettrico dal punto di vista economico
    4) quest'inverno, nelle mie intenzioni, vorrei integrare con i pann. fotovolt.+pann. termico shcmv + pdc soprattutto quando produco un pò di energia elettrica con il mio imp. fotovolt, quindi a costo zero.

    Ciao a tutti

  15. #15
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao gioppino, nella documentazione tecnica in tuo possesso, da qualche parte ci sarà la curva di risposta di efficienza al variare del delta T, che si riferisce al modulo come collettore solare termico, te lo chiedo perchè mi piacerebbe confrontarla con la curva che ho ricavato dal mio prototipo.

  16. #16
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Complimenti. Bel coraggio! Ti auguro che il risultato superi le tue aspettative.
    Impianto Parzialmente Integrato 2,925 kW; Orientamento -5° Sud - Tilt 15°.
    13 moduli SolarWord Sunmodule Plus Poly 225; Inverter SMA 3000 TL-20 + Sunny Beam - Latitudine 38°17'39"84 N Longitudine 15°59'4"92 E - Altitudine 321 m. - Locator (WWL) JM78XH - Provincia di Reggio Cal. - Impianto attivo dal 25 Agosto 2010. Ross56 su PVOutput

  17. #17
    Affezionato

    User Info Menu

    Predefinito

    complimenti per l'impianto
    impianto integrato :Turriaco (prov. GORIZIA)(Location: 45°48'48" North, 13°27'0" East, Elevation: 6 m a.s.l.)
    22 solon 220\3 per un totale di 4.95 kwp,orientamento SUD -15° inclinazione 18°
    inverter sma 5000 TL , sunny beam. Rendimento medio anno 2011=6599/4.95=1333,13

  18. #18
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Complimenti per l'impianto , molto interessante. Che tipo di pannelli usi e quele e' il produttore (forse e' gia' stato detto ma no lo riesco a trovare)

  19. #19
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da gioppino61 Visualizza il messaggio
    Ragazzi grazie dei complimenti!!!
    Li accetto volentieri anche perchè oltre ad averlo progettato e riprogettato per mesi me lo sono , in gran parte, installato da solo.

    Per Modenet:
    1) se per resa intendi l'efficienza del pann. la scheda tecnica dice 13,9.
    Se intendi qualcosa d'altro chiariscimi e se posso ti rispondo
    2) non lo sò. posso dirti che se non facevo funzionare nessun tipo di raffred. in luglio l'acqua avrebbe superato facilmente i 70°
    3) penso entrambe, ma sicuramente rende molto di + l'elettrico dal punto di vista economico
    4) quest'inverno, nelle mie intenzioni, vorrei integrare con i pann. fotovolt.+pann. termico shcmv + pdc soprattutto quando produco un pò di energia elettrica con il mio imp. fotovolt, quindi a costo zero.

    Ciao a tutti
    al punto 2 volevo sapere che potenza termica in kw sviluppano i pannelli (dovrebbe essere scritto sul catalogo)
    inoltre... su che prezzo siamo?

  20. #20
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da gioppino61 Visualizza il messaggio
    Ciao ragazzo!!!
    Se posso permettermi di darti un consiglio.....
    Se ricordo bene tu vivi al sud, quindi estate calda e poco inverno
    Avessi avuto l'opportunità dell'acqua del pozzo forse me ne sarei fregato completamente del riscaldamento.
    Monta uno scambiatore potente del tipo a piastre e vai di acqua di pozzo.
    Vantaggi: temp. dei pannelli max 25° e super resa elettrica, quindi massimo ritorno economico.
    Per l'acs scaldabagno elettrico, o meglio boiler a pompa di calore, con timer per farlo funzionare nelle ore intorno a mezzogiorno così si alimenta con la " tua " elettricità.

    A presto

    P.s. oggi prodotti 29 kw ( pomeriggio parz. nuvoloso )
    Visto che ho scoperto (dall'etichetta storta....) che i collettori di gioppino (e probabilmente anche quelli di solenergy) sono i miei, potrei dare un consiglio. In linea di massima la configurazione migliore è di associare i pannelli ad una pompa di calore. Intanto questo permette di prelevare calore anche d'inverno e di notte : se io faccio circolare il MEG (o PEG) a, diciamo -5 °C e fuori ho raduianza zero e 0 °C, io trasferisco del calore comunque, calore che sarà disponibile al condensatore della PdC, a spese di un COP scarso, è vero - ma insomma siamo in una notte d'inverno. Poi posso controllare praticamente senza limiti la temperatura di ritorno del MEG ai collettori; sarà una questione di gestione del consumo elettrico (sto parlando del rendimento termico del FV) in funzione di quello termico, o viceversa. Questo è gestibile con dei PLC che costano una stupidata (se li sai programmare).

  21. RAD
Pagina 1 di 4 1234 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. creazione impianto termofotovoltaico, i cosidetti pannelli " ibridi "
    Da gioppino61 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 55
    Ultimo messaggio: 14-04-2011, 23:43
  2. Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 23-01-2010, 12:04
  3. Finalmente le centrali eoliche "volanti"
    Da Vestas nel forum EOLICO
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 15-03-2008, 15:42

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •