Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 3 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 41 a 60 su 118

Discussione: Thermorossi Bosky F30

  1. #41
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    ti consiglio di usare il tasto cerca... ci sono un sacco di discussioni su questo tema e l'argomento di questa discussione non è come realizzare un collegamento termocucina,puffer,caldaia,radiatori.
    Poi si va OT e non si capisce più nulla.
    Semmai apri una nuova discussione

  2. #42
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ragazzi ho trovato qui in zona un Bosky f30 usata dal 2007 (ha lavorato per 5 anni in pratica) vetrificata. Secondo voi vale la pena acquistarla visto che il prezzo è buono (sui 1100 euro) completa anche di scambiatore per utilizzarla a circuito chiuso.

    Queste termocucine ha problemi negli anni? O mi conviene prenderla nuova con detrazione del 50%.

    Grazie

  3. #43
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho trovato una bosky f30 nuova è un fondo di magazzino (è stata prodotta del 2005 e mai utilizzata) è vetrificata. Dal 2005 ad oggi è stato modificato il modello o posso andare tranquillo? La pagherei molto meno e ci sto pensando. Grazie.

  4. #44
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito termocucina con puffer

    Salve a tutti,
    mi sono letto più volte i vostri forum su questa termocucina e alla fine l'ho acquistata. Ho fatto un impianto con puffer da 800l, casa di 170mq con 14 radiatori, 400m slm.
    Ancora non è arrivato il freddo, ma visto che il puffer mi fa anche l'ACS la sera accendo la termocucina, e così qualche sera ho fatto partire anche la pompa dei radiatori.
    Veniamo ai problemi. Ho notato che quando parte la pompa dei radiatori la temperatura del puffer scende rapidamente (dai circa 65°C a metà altezza) nonostante la termocucina sia con l'aria aperta al massimo (col termometro che segna 90°C). In effetti la VA montata sul ritorno blocca la circolazione dell'acqua tra termocucina e puffer, pertanto non riesco a trasferire il calore.
    Inoltre ho notato che, anche se il termometro della termocucina segna 90°C, in mandata la temperatura dell'acqua è di 74°C circa. Quindi, considerando che la distanza tra termocucina e puffer è di oltre dieci metri (e l'idraulico mi ha montato un tubo di rame da 3/4 di pollice, mannaggia!), è normale che abbia una temperatura di ritorno troppo bassa per la VA.
    Ho provato a impostare la pompa di ricircolo a 3 e quella dei radiatori ad 1, e così riesco a mantenere la temperatura del puffer, ma la casa si scalda poco.
    Inoltre ho ordinato il bulbo tarato a 45°C per la VA.
    Voi avreste altri consigli da darmi?
    Grazie, Massimo.

  5. #45
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ah, scusate, adesso la VA è tarata a 55°C e dalle specifiche tecniche chiude il by-pass a 65°C.

  6. #46
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da massimo972 Visualizza il messaggio
    In effetti la VA montata sul ritorno blocca la circolazione dell'acqua tra termocucina e puffer, pertanto non riesco a trasferire il calore.
    ed è quello che deve fare !!!!
    se non lo facesse, nella termocucina la T° si abbaterebbe di brutto creandoti notevoli problemi.

    domanda banale: come mai nel puffer hai 65° e in termocucina 90°? qualcosa non è corretto...
    http://www.erregisas.org/wp-content/...2044703798.jpg
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  7. #47
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    massimo,in presenza di puffer la valvola a 55 va bene,io vorrei solo sapere la temperatura che hai nella parte bassa del puffer quando parte il generatore e nella parte alta,inoltre ti chiedo se hai valvole miscelatrici dopo il puffer,presumo di no.Sicuramente i 90° sono falsi,non ti fidare di quella temperatura,La pompa della termo a che temperatura ti parte? 3/4? no comment

  8. #48
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Non è che il puffer sia un po' piccino per quella metratura..? Di quanto ti si abbatte quando fai partire l'impianto? Che tipo di scambio hai tra caldaia-puffer e puffer-impianto? Tutto diretto? Scambiatore esterno? Interno?

  9. #49
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    dunque:
    -come avevo scritto la temperatura reale di mandata è circa 75°C a fronte dei 90°C indicati dal termometro della termostufa. Quindi capisco il problema condensa, ma se ho una VA che chiude sopra i 65°C non chiuderà mai con una tale mandata!
    -nella parte bassa del puffer ho acqua fredda, per portarlo in temperatura anche in basso, senza far girare la pompa dei radiatori, ci vogliono sette-otto ore di termocucina accesa. Nella parte alta non ho misurato, ma sui raccordi ci si tiene la mano per qualche istante, per cui presumo sia intorno ai 70°C.
    Per esempio adesso, con la pompa radiatori avviata ho un ritorno a 35°C, pertanto la VA è chiusa e il puffer si fredda subito.
    -anche secondo me il puffer è piccolo, ma secondo chi me lo ha venduto e secondo l'idraulico va bene, e comunque non ci sarebbe stato spazio sufficente per metterlo più grande. E' un Cordixxxx Ecocombi3, quindi l'acqua che gira nei radiatori e termocucina è sempre la stessa. E non c'è nessuna valvola miscelatrice.
    -la pompa della termocucina parte quando il termometro segna circa 60°C.

    Io vengo da un'esperienza di dieci anni con termostufa a legna, senza puffer, senza VA ma con scambiatore a piastre tra stufa e radiatori. Con legna asciutta andava tutto alla grande. Con questo impianto spererei di migliorare!!!

  10. #50
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    massimo,fino a quando non si conosce il funzionamento della valvola,questi sono i problemi che vi si presentano.Allora la grandezza del puffer è più che sufficente.La valvola tarata a 55 lavora nella pienezza quando abbiamo almeno 70 di mandata e 60 di ritorno,a quel punto il bypass chiude ed inizia la circolazione al 100x 100.Quindi i risultati comincerai vederli quando userai il riscaldamento tutti i giorni ed il puffer nella parte bassa si troverà almeno a 40/50°.Considerato che hai la valvola a 55 fai partire la pompa a 50,in questo modo avviene una circolazione solo sulla termo,in questo modo porti tutta l'acqua contenuta in caldaia alla stessa temperatura,,,parte alta parte bassa.

  11. #51
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Il problema è che non ho mai un ritorno a 60°C, ma sempre intorno ai 40°C. La stufa la sto accendendo tutti i giorni almeno quattro ore, sia per scaldare il puffer, e fare acs, sia per cucinare. Da quello che dici dovrei risolvere il problema quando la stufa lavorerà 12/15 ore al giorno, ma adesso che ancora non è freddo non posso tenerla accesa così tanto!
    Secondo me la pompa parte già sui 50°C reali (a fronte dei 60°C segnati), domani proverò a misurare la temperatura.
    Ma a questo punto: lo metto il bulbo della VA a 45°C?
    Inoltre, il problema dello scambio termico può dipendere anche dal tubo da 3/4?
    Secondo l'idraulico va tutto bene così, bisogna solo togliere la VA e mettere uno scambiatore a piastre (anche per far lavorare i radiatori a vaso chiuso), ma non sono molto convinto...

  12. #52
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    domanda banale: quanto kw rende la stufa all'acqua e quanti kw consuma la tua abitazione?
    nelle 4 ore di funzionamento, quanta legna bruci?
    http://www.erregisas.org/wp-content/...2044703798.jpg
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  13. #53
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ritengo che 800 litri non sono sufficienti e mi spiego. Ammesso che sia un impianto normale, perché se fosse vecchio con tubi grossi, avremmo una situazione peggiore di quella che sto per descrivere.Mettiamo quindi di avere 300 litri di acqua nell'impianto, tra radiatori e tubazione e quando accendiamo l'impianto, quest'acqua sia a 15 gradi. Mettiamo poi di avere gli 800 litri del puffer a 70 gradi, TUTTI (cosa che finora, a quanto pare, non siamo riusciti a fare). Sai cosa succede quando accendiamo i radiatori? Che i 1100 litri d'acqua precipitano a 56 gradi. E li avviene il dramma: il momento in cui abbiamo bisogno di tutta la potenza della stufa perché il puffer non è stato sufficiente a coprire il ruolo per cui serve (volano), la VA si mette a fare il suo lavoro, la termocucina gira su sé stessa e sonnecchia e intanto il puffer si scarica. E questa è un'ipotetica valutazione ottimistica.Il puffer, ripeto, è troppo piccolo.Vuoi fare una bella prova? Togli la VA.Con questo passo e chiudo.

  14. #54
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    indubbiamente con lo scambiatore risolvi tutti i problemi,purtroppo le valvole AC ti condizionano a tenere certe temperature.Quindi stai lavorando a vaso aperto? con la valvola a 45 devi assicurare un ritorno di 50

  15. #55
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da EBK Visualizza il messaggio
    Sai cosa succede quando accendiamo i radiatori? Che i 1100 litri d'acqua precipitano a 56 gradi. E li avviene il dramma: il momento in cui abbiamo bisogno di tutta la potenza della stufa perché il puffer non è stato sufficiente a coprire il ruolo per cui serve (volano), la VA si mette a fare il suo lavoro, la termocucina gira su sé stessa e sonnecchia e intanto il puffer si scarica. E questa è un'ipotetica valutazione ottimistica.Il puffer, ripeto, è troppo piccolo.Vuoi fare una bella prova? Togli la VA.
    esatto, come moltissime altre volte, non ci si rende conto che la VA questo deve fare: PRESERVARE IL RITORNO IN CALDAIA, CHE NON SCENDA MAI SOTTO UNA CERTA T°.

    invece si vorrebbe che tutto fosse veloce, istantaneo, che la caldaia rimanesse calda, che il riscaldamento fosse sempre caldo, ecc ecc... meglio ancora usando poca legna e accendendo poche ore....

    purtroppo non si tiene mai presente che la fisica, come la matematica, non è un'opinione.... e gli errori di gestione o di dimensionamento, con la biomassa, si pagano.

    massimo, per cortesia potresti dare i dati che ti ho chiesto prima?
    - potenza all'acqua della termostufa
    - fabbisogno della casa
    - legna consumata nelle ore di funzionamento (e quante ore) al giorno
    Ultima modifica di Dott Nord Est; 22-10-2013 a 21:48
    http://www.erregisas.org/wp-content/...2044703798.jpg
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  16. #56
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    ebek,tu dici che è piccolo,ok,questa è una tua opinione.Dal momento che si sta parlando di una termocucima e non di una fiamma rovescia,per quanto mi riguarda 800 lt sono anche troppi.Vogliamo provare a mandare la caldaia diretta all'impianto con delle miscelatrici ed il ritorno non lo facciamo passare per il puffer? vediamo se è piccolo

    massimo scusa,ma il puffer è un pipe tank?
    Ultima modifica di nll; 15-11-2013 a 18:39 Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

  17. #57
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Dunque, ad occhio e croce brucerò 40kg di legna, la stufa è una BoskyF30, quindi circa 19kW all'acqua se non sbaglio. La casa è una bifamiliare a due piani degli anni 70, 460 mc, finestre con vetri camera ma dell'epoca.
    So che la legna è poca per scaldare la casa, ma si tratta solo di portare la temperatura dai 18 ai 20°C in questo periodo.
    Ho provato a scaldare meglio il puffer e riesco a tenere caldi i radiatori per un'oretta, però scesi sotto una certa soglia entra in funzione la VA. Ho pensato anche di mettere un termostato in serie alla pompa dei radiatori per farla staccare quando la temperatura scende troppo, ma ho i radiatori in alluminio, per cui ho poco volano termico.
    Riguardo al puffer, l'unica cosa che potrei fare, è affiancarne un secondo in parallelo.

  18. #58
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    40 kg in quanto tempo?
    inutile affiancare un secondo puffer se prima non capisci il primo.....

    esempio: approssimativamente, la tua casa abbisogna di circa 15/18 kw, quindi praticamente tutta la potenza della termocucina, ma non per scaldarla da zero ogni volta, ma per scaldarla normlamente
    tu invece parti da zero praticamente ogni giorno
    poi magari hai pure la pompa del lato riscaldamento con portata maggiore di quella lato caldaia....
    quindi inutile mettere secondo puffer se manco il primo riesci a scaldare....
    Ultima modifica di Dott Nord Est; 22-10-2013 a 22:18
    http://www.erregisas.org/wp-content/...2044703798.jpg
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  19. #59
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    no, è un termoaccumulatore con all'interno un serpentino inox per fare l'acs ed altri due serpentini, uno collegato alla vecchia caldaia a metano per l'estate e l'altro, forse in futuro, collegato ai pannelli solari-

    In tre, quattro ore.
    Ultima modifica di nll; 15-11-2013 a 18:40 Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

  20. #60
    Amante storico del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    massimo, scusa eh, ma i conti non tornano....
    40 kg di legna sono circa 160 kw, che diviso 3/4 ore sono circa 45 kw/ora
    ma la tua termocucina non ne produce 19 + qualcosa all'aria?
    calcola anche la resa e altro.... sempre non tornano i conti
    http://www.erregisas.org/wp-content/...2044703798.jpg
    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140


  21. RAD
Pagina 3 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Thermorossi Bosky 30 (era: quale termocucina?)
    Da faladen nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 589
    Ultimo messaggio: 05-05-2019, 08:08
  2. Riuscirà la Bosky 30 a riscaldare la mia casa di circa 130mq?
    Da Xelior nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 02-03-2010, 20:55
  3. Problema Thermorossi Bosky F30
    Da kawabanga nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 15-01-2010, 09:11
  4. Thermorossi o Palazzetti?
    Da fabrizio1985 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 12
    Ultimo messaggio: 26-10-2009, 22:22

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •