[alcol] Peugeot 306 GTI 2000cc: Metanolo - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

[alcol] Peugeot 306 GTI 2000cc: Metanolo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • [alcol] Peugeot 306 GTI 2000cc: Metanolo

    Saluti a tutti, scrivo per la prima volta sul forum ma già da tempo ero capitato quà sopra e avevo visto le varie discussioni, ora avrei deciso di provare la soluzione dell'alcool metilico per la mia auto peugeot 306 GTI 2.000 16 v Benzina.

    Ho lavorato anche per qualche tempo con il maggiore esponente delle gare di accelerazione in Italia, nonch famoso elaboratore di auto di questo tipo e anche stradali, e per noi il mendo degli alcooli non era nuovo visto che molti veicoli che corrono nelle gare di accelerazione usano miscele di beninze e metanolo o addiruttura i Top Fuel girano bruciando al 100 % nitrometano, che potrei dire con certezza essere la sostanza combustibile che ha pi resa in un motore a combustione interna...purtroppo rimane molto costosa e pericolosa e quindi inadatta ad un uso stradale...

    Ritornando al discorso metanolo....esistono delle ditte che lo vendono puro per le gare automobilistiche, il problema principale di questo alcool che (come per altro gli altri vari alcooli) altamente igrovoro cio assorbe moltissimo l'acqua, addirittura l'umidità presente nell'aria in grado di intaccare la sua purezza, infatti quello venduto per le corse sigillato in particolari contenitori che si cerca sempre di usare entro una giornata una volta aperti altriementi inizierebbero a assorbire umidità...

    Nessuno di voi sà invece dove trovare del metanolo di scarto dalle produzioni di grappe o alcolici?

    Se ci mettiamo d'accordo per trovare il carburante io sono in grado di risolvere tutti i vostri problemi motoristici...

    Inizio con il dirvi che il rapporto stechiometrico richiesto dall'alcool anche se miscelato con la benzina non assolutamente in grado di essere soddisfatto da iniettori e elettronica originale di una comune auto, questo non vuol dire che le vostre macchine non vadano, possono anche andare ma assolutamente non bene, o senza sfruttare tutte le loro potenzialità...
    Infatti noi per poter carburare una macchina che bruciava alcool eravamo costretti a cambiare centralina, con altre completamente mappabili a un costo nemmeno troppo elevato, la centralina in s costa attorno 700 euro e si tratta di EFI Euro 1 completamente mappabili tramite portatile, perch non basta variare il rapporto aria benzina con l'alcool ma và anche notevolmente alterato l'anticipo originale della macchina...
    Altro lavoro neccessario dipendentemente dalle percentuali di alcool utilizzate la sostituzione degli iniettori con altri di maggiore portata, perch non cos semplice alzare la pressione benizna e avere automaticamente una maggiore quantità di benzina, altrimenti non esiterebber iniettori maggiorati..oltre una certa pressione variabile da iniettore a iniettore questi non flussano pi e anzich aumentare la benizna addirittura la diminuiscono, quindi si deve ricorrere alla sostituzione, nostatnte questa, sarà necessario aumentare la pressione benzina e regolare dalla centralina i corretti duty cicle degli iniettori...anche aumentare la pressione benzina non cos semplice con un regolatore, perch le pompe originali delle macchine non tutte arrivano a certe pressioni, sarà quindi il caso di misurare la pressione massima della vostra pompa e capire se non sia necessario sostitutire anche lei con uan pi performante.....


    Attendo vostre risposte per dove trovare questo maledetto metanolo a basso costo, poi diminuiranno i costi, le emissioni, ma aumenteranno anche le prestazioni!!

  • #2
    Ciao mira mx ,ho letto un articolo che parlava delle modifiche effettuate alle auto brasiliane per adeguarle al metanolo : sulle parti in lega leggera veniva effettuato un riporto elettrolitico per evitare la corrosione inoltre venivano cambiate tutte le guarnizioni a contatto con l'alcool . Ancora , ho visto un documentario sulle gare cart (500miglia indianapolis) nelle quali c'e' l'obbligo dell'uso di questo carburante e faceva il confronto con la benzina :l'alcool in caso d'incendio si puo' spegnere con l'acqua cosa impossibile per la benzina ; il metanolo invece ha un gravissimo handicap , ha una fiamma invisibile , cosa pericolosissima per chi lo maneggia in caso d'incendio . Un consiglio , per l'olio motore guarda cosa usano nelle gare speedway , puoi contattare la GM ditta italiana che produce motori plurititolati da speedway ,magari ti puo'dire anche dove comprare l'alcool . Ultimissima cosa , per ottimizzare il motore dovresti aumentare il R.C. fino a 15-16 :1 e correggere naturalmente l'anticipo per sfruttare gli ottani extra .

    <img src="> :P :blink: ciao

    Edited by snowstorm - 21/4/2006, 23:53

    Commenta


    • #3
      Conosco benissimo la fiamma invisibile del metanolo perch fino alle ore serali le fiamme dei dragster che corrono sulle piste di accelerazione delle nostre gare in italia (esempio areoporto di marzaglia) sono invisibili ma ci sono e lunghe quasi un metro...
      Per il metanolo saprei anche io dove comprarlo il problema che se si compra quello usato nelle competizioni il costo anche pi del doppio di quello dell'attuale benzina, io lo vorrei fare per risparmiare quindi direi che non molto indicato..
      Per il rapporto di compressione si pu alzare anche molto di pi...
      Ma questi sono tutti problemi fittizzi, il problema princiapale dove si pu recuperare questo benedetto alcool metilico a basso costo???

      Commenta


      • #4
        Va bene ,pero' considerando che il consumo del metanolo e' circa il doppio della benzina , per essere conveniente dovrebbe costare massimo 0,30 euro , oltre il fatto che ne devi acquistare ( e stoccare) un discreta quantita' ed ancora , una volta modificato il motore non puoi piu' andare a benzina se non rifacendo tutto . Ho una curiosita' : vuoi effettuare questa modifica per aumentare le prestazioni o per risparmiare ? Ti premetto che anche io ho una certa esperienza di meccanico ai box anche se di moto , i top fuel hanno il cambio automatico ? Sicuramente nel team dove lavoravi usavano additivi per l'olio motore , sono troppo curioso nel chiederti quali ? <img src="> <img src="> :B): :ciao

        Edited by snowstorm - 22/4/2006, 17:17

        Commenta


        • #5
          Il consumo circa il doppio se si utilizza metanolo puro, mentre io intendevo usarlo al massimo con una concentrazione del 50% io intendo usarlo sia per le sue prestazioni decisamente superiori a quelle della benzina, e per il suo costo, io avevo letto proprio su questo forum che qualcuno lo riusciva a recuperare in distillerie dove veniva estratto dai processi di fermentazione e la distilleria doveva pagare per smaltirlo, le coinveniva quindi venderlo, qualcuno (non ricordo chi) sul forum affermava di comprarlo per 20 centesimi al litro e se in grandi quantità anche per meno quindi direi che decisamente conveniente...

          Per quanto riguarda i top fuel utilizzano un cambio pneumatico a 3 marce con ingranaggi a schiena d'asino (si possono innestare a salire ma non pi a scendere operazione quella della scalata che si fà manualmente a veicolo fermo)

          E per quanto riguarda gli olii motore...ho visto personalmente sulla moto alimentata a nitrometano top fuel di Ferretti che potrei definire il massimo esponente italiano della disciplina, utilizzare unicamente addittivo al posto dell'olio motore, addittivi della Lucas oil marca americana che produce olii di elevata qualità, loro li usavano puri e li cambiavano ogni 3 spari...se non ricordo male il motore aveva una capienza di 2 o tre chili...tanto densi che facevano i fili come fossero colla...b ma per una moto da 1.000 cavalli ci vorrà pur qualcosa di strano no?

          Commenta


          • #6
            Ingranaggi a schiena d'asino ?!?! Sii un po' piu' chiaro . Sono un appassionato di tecnica motoristica usa soprattutto nascar <img src="> <img src="> :shifty: :woot:

            Commenta


            • #7
              he he he allora dovevi lavorare con noi...il capo era continuamente in california per prendere accordi e pezzi da turbonetics, holley, paxton, eaton....lasciamo perdere il discorso che te ne dovrei raccontare tante...la mia officina era l'unica importatrice in italia del famoso "nos" (lo ancora solo che non ci lavoro pi io) infatti ci avevano anche intervistao alle iene nel servizion della uno turbo da pi di 600 cavalli...quella macchina l'avevamo preaparata noi...

              gli ingranaggi a schiena d'asino sinceramente non l'ho mai visti dal vivo quindi non ti saprei dire come sono costruiti perch noi non lavoravamo sui dragster...in ogni caso sono conformati in maniera molto pi resistente e il cambio in accelerazione pu cambiare solo aumentando marce, la scalata possibile solo a veicolo fermo...sai com' una bestiola con 3.500 cavalli avrebe dei problemi se per sbaglio si rompesse in cambio in piena accelerata e sfollasse o se per sbaglio venisse mai scalata una marcia..

              Commenta


              • #8
                Un grande vantaggio dei dragster che possono usaare la deformazione delle ruote posteriori come cambio di velocità perch in partenza la forza centrifuga bassa e le ruote hanno un diametro molto piccolo; poi all'aumentere della velocità le ruote aumentano il diametro anche del 30% e funzionano come un rapporto di diametro maggiore

                Commenta


                • #9
                  IL servizio delle iene l'ho visto , peccato che al secondo sparo ha sparato anche il motore . Invece ti volevo chiedere quanto costa il nitrometano . Ho trovato un articolo molto accurato sull'uso in motoristica aeronautica e i vari modi per produrlo anche in piccole quantita' . Sono andaro sul sito lucas oil ha della roba interessante e dei prezzi niente male come tutti i cataloghi motoristici usa
                  <img src="> <img src="> :wacko: ciao

                  Commenta


                  • #10
                    No no no guarda che saltare il motre un'altra cosa...ti spiego purtroppo le iene ci hanno chiamato 3 giorni prima di fare il servizio, era il periodo di febbraio, e il challenge di accelerazione italiano finisce a settembre, dopo l'ultima gara del challenge i piloti e la scuderia del "raptor" cos era denominata la uno non l'avevano pi minimamente toccata nemmeno per un cambio d'olio, presi di fretta e furia in 3 giorni hanno dato un'occhiata a tutta la macchina ma si sono dimenticati una fascetta sul tubetto di depressione della valvola turbo wastegate (quela che regola la pressione massima pompata dalla turbina) con le vibrazioni del primo sparo il tubetto si staccatto dalla valvola, le nostre turbine sono in grado di sparare anche oltre 6 bar di pressione, solo che il motore logicamente non li regge, quando hanno fatto il secondo sparo la macchina girava con una pressione estrema, visto che la wastegate come se non ci fosse stata non si apriva mai...cos alla fine dei 400 si crepata una canna di un cilindro, il danno si limitato solo a quello, sostituita la canna andava di nuovo come un razzo...

                    Per quanto riguarda il nitrometano ora un casino da ordinare anche dalla mia ex ditta perch con el nuove leggi ci vogliono delle partite iva che dimostrino a chi lo si venduto e per cosa, il costo comunque se non ricordo male si aggirava anche sui 10 euro al litro...per ci vogliono dei signori motori....perch l'alcool come una benzina con un'alto numero di ottano, mentre il nitrometano l'esatto opposto, esplode proprio...

                    Commenta


                    • #11
                      10 euro , cosi' poco ? Comunque negli anni 50-60 in formula 1 il carburante era libero e le case piu' competitive hanno messo a punto alcune miscele molto interessanti . L'ing. Alfieri della maserati studio' un eccellente carburante con una percentuale di nitrometano . Puoi parlare usando termini tecnici , sono circa 30anni che lavoro nei motori e ripeto che ho anche lavorato ai box . Penso che NO2 sia molto piu' sicuro e gestibile magari accoppiandolo ad un bell'impianto a metano ad iniezione elettronica e non penso che sia molto inferiore al nitrometano
                      <img src="> <_< -_-

                      Edited by snowstorm - 24/4/2006, 11:32

                      Commenta


                      • #12
                        Io reperivo metanolo di scarto (mediamente era un 95%) da una distilleria, ma purtroppo si trattava solo di piccole quantità in quanto ho una moto e avevo alcuni litri per fare delle prove. Purtroppo c' il registro di carico e scarico da quando c' stato lo scandalo del metilico nel vino, quindi la quantità che si pu prendere ed evadere sul registro UTIF quella che . I controlli sono mensili.

                        Commenta

                        Attendi un attimo...
                        X