annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

pompa di calore con acqua di falda

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • pompa di calore con acqua di falda

    salve a tutti,
    avendo la disponibilità di una falda in un pozzo a media profondità (circa 50 m), come posso sfruttarla con la pompa di calore ? In particolare, devo per forza di cose utilzzare due pozzi (uno di prelievo ed uno di iniezione) ? Posso farne a meno ?

    ciao
    Ultima modifica di riccardo63; 04-04-2013, 14:27.

  • #2
    ho valutato situazione analoga proprio in queste settimane..nella mia Provincia vogliono pozzo di reimmissione..ma in altre (vicenza mi pare) è vietato reimmettere..
    Poi:
    - non mi è chiaro i discorso del costo di concessione
    - se ci sono o ci saranno in futuri costi al litro di emunzione
    - costi di manutenzione pozzo e relativa pompa

    Ma soprattutto..il consumo della pompa..comuqnue tutti mi parlavano di almeno 1.5-2 kw di potenza pompa..che andavano a portare il COP della PDC al livello della aria-acqua fra intervalli di T esterna fra 2 e 7 gradi..ma inferiori alle aria-acqua per T superiori...

    Per cui con un delta costi pozzi di almeno 10.000 euro+iva..ho deciso che non fanno il mio caso.

    Ci sono PDC che garantiscono cop decenti anche a T esterne molto rigide..che di solito durano pochi giorni /anno..quindi impattano poco sui consumi..è piu una questione di potenza della macchina per non restare al freddo..e alcune macchine sono davvero stabili sino a -15..con cop ancora sopra 2..

    A meno che non stai sulle Alpi..non penso convengano..però se hai pazienza fra 1 anno ti dico bene..:-))
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

    Commenta


    • #3
      ciao Marcober, hai poi fatto l'impianto con acqua di falda?

      Commenta


      • #4
        Ciao..no, per le motivazioni sopra esposte, ho optato per una aria-acqua che ho installato ieri (devono ancora collegarla e provarla).
        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

        Commenta


        • #5
          capito,
          io ho due pozzi da 4" ed eventualmente la roggia, ma dato che in inverno e' secca vorrei evitare di fare una pista da bob :-)

          conosci qualcuno che possa farmi un preventivo in zona? ho un progetto della Elco ma non mi convince...

          Commenta


          • #6
            ti mando MP
            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

            Commenta


            • #7
              La pompa di calore è una Elco T14HT.
              La sonda è un brevetto realizzato dei miei idraluci (Diego Bellinello e Paolo Previato) in collaborazione con un geologo.
              Geotermia a circuito chiuso
              Geotermia

              Utilizzo l'impianto per riscaldare casa e produrre ACS.
              Non ho più l'allacciameto al metano.
              Dimenticavo:
              Lavatrice: carico acqua calda e fredda.
              Lavastoviglie Candy di oltre 20 anni: collegata all'acqua calda.
              Piani di cottura: induzione.
              Componenti famiglia: 4
              Consumo energia elettrica x anno ante lavori: 5.000 Kwh
              Consumo gas metano x anno ante lavori: 3.900 mc.
              Consumo legna da ardere x anno ante lavori: 2 bancali e 1/2.

              Consumi globali energia elettrica dopo lavori: circa 11.000 Kwh.

              Temperatura max a metà bollitore da 750 l. Pleion: 51°
              Temperatura min ritorno pompa di calore: 8°
              Temperatura min pozzo a 20 metri con impianto in funzione: 11°
              Temperatura max pozzo a 20 metri con impianto non funzione: 16°.

              Non so se le informazioni fornite sono sufficienti, sono comunque a disposizione.
              Ciao!

              Commenta


              • #8
                per curiosita', la Elco ti ha messo la produzione ACS istantanea con scambiatore?
                hai messo delle sonde di temperatura nei pozzi?

                Commenta


                • #9
                  No non ho messo ACS istantanea, ho un boliler da 750l.
                  Si ho una sonda di temperatura nel pozzo, a riposo 16° C.

                  Volevo condividere la mia esperienza.
                  Casa bifamiliare con un appartamento al 1° piano di circa 200 mq riscaldata sempre. Appartamento al p.t. di 120 mq. circa riscaldato sempre a 16° ed occasionalmente al 20°.
                  Nel 2009 ho speso per energia (elettrica, gas, e legna da ardere) 4.400 €.
                  Dopo varie vicissitudini, finalmente il GSE il 21 giugno mi liquiderà lo scambio sul posto per i primi 2 anni interi di esercizio.
                  Resteranno a mio carico per il 2011 611 € e per il 2012 441 €.
                  Nell'estate del 2010 ho fatto un intervento di riqualificazione energetica.
                  Integrazione dell'isolamento del tetto: aggiunti 10 cm. di Stiferite a 6 di Perlite esistente.
                  Cappotto esterno: 8 cm. di polistirene grafitato.
                  Fotovoltaico: 9,99 Kw, 54 pannelli.
                  Solare termico: 2 pannelli.
                  Geotermia: pompa di calore acqua-acqua; sonda geotermica innovativa con ricircolo a 20 m. a circuito chiuso in pozzo da 40 m. Temperatura acqua di falda 16° C.
                  Ho conservato i miei radiatori in ghisa.
                  Appartamento 1° p. classe A, app. p.t classe B.
                  Un saluto.

                  Commenta


                  • #10
                    Sto valutando anchio la PDC acqua-acqua. E mi sono imbattuto su questa discussione.

                    @marcober
                    mi sa che ti hanno raccontato molte cavolate... probabilmente volevano portarti su una aria-acqua.


                    • una pompa da 0,55 kW ha una portata di 40 / 50 litri al minuto... E' più che sufficiente.
                    • dai dati che ho raccolto non mi sembra che il COP di una acqua-acqua si possa paragonare con quello di una ad aria.
                    • Tieni presente che una PDC ad aria va in crisi anche con temperature elevate, non solo con temperature basse. E molto meglio avere una T costante di ingresso di 10 – 13 C°





                    detto questo, se avete consigli.... ben venga

                    Commenta


                    • #11
                      Io sono più che soddisfatto dell'intervento fatto, come ho evidenziato in precedenza ho abbattuto del 90% in costi approvvigionamento energetico. Sono a disposizione per ulteriori informazioni.

                      Commenta


                      • #12
                        Ti mando scrivo privatamente

                        Commenta


                        • #13
                          O.K. sono qua.

                          Commenta


                          • #14
                            Eddy..sino alla bara sempre si impara..però sicocme gli impinati li deve progettare un termotecnico e pure garantire..a me 2 aziende hanno detto che con 45 metri di pozzo il risulttao lo garantivano con quella potenz adi pompa

                            Comuqnue http://www.energeticambiente.it/risc...eotermico.html qui hai un esempio di uno che l'ha appena messa..0,89 kw di pompa..ha anchje provato a meterla da 0,45 e la RESA sparisce...cioè il COP crolla...per cui occhio a dimensionare bene il tutto..

                            Discorso COP..attento perche la pompa pozzo evaporatore gira sempre e di solito NON è mai sotto inverter..cioè se hai una macchina da 11 kw nominali che sta facendo in quel momento 5 kw con COP teorico 5 (consuma cioè 1 kw) se gli aggiungi la pompa da 0,89..il cop crolla a 2,64.. e 2,64 la mia pdc lo fa con -10/35... (ah..le pdc acqua-acqua di solito sono a scheda tecnica senza il consumo pompa evaporatore, perche ognuno usa la sua soluzione..sonda, pozzo, roggia, etc)

                            Ora domandati..saranno piu le ore/anno in cui la pdc lavorera a -10 oppure quele in cui lavorarera a 5 kw su 11 di nominale?

                            Ma anche se lavora alnominale..diciamo 11 kw..con sop sempre 5...se aggingo 0,89 di pompa il cop crola a 3,43...se leggi questo forum ci sono utenti che hanno cop stagionale di 3,5 con delle aria-acqua..e hanno risaprmiato il costo dei pozzi e/o delle sonde.

                            Poi se cerchi bene...non è difficle in questo forum trovare discussioni di gente che ha bruciato le pompe dei pozzi..una addirittura DIVERSE VOLTE..e anche i prodittori non si capacitano..parlano di correnti galvaniche..acqua acide..insomma non sanno che pesci pigliare.
                            A dun altro si è seccato il pozzo...ad un altro si è "interrato", non so come di dice...

                            Infine..le pdc aria-acqua vanno in crisi alle alte temperature? ma cosa intendi? interne o di mandata? perche io l'ho messa il 5 luglio e da allora ho fatto ACS a 50 gradi con T esterna anche a 32 gradi..

                            MA ammettendo di strappare 1 punto di COP medio annuo in più (da 3 a 4)..su un consumo di (ad esempio) di 15.000 kwh termici..stiamo aprlando di 1250 kwh elettrici in piu...250 euro/anno..10.000 euro di 2 pozzi mi rientravano in 40 anni...
                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                            Commenta


                            • #15
                              Ciao marcober...
                              Allora, in primisi considera il fatto che per me il costo dei pozzi non esiste. CI SONOmpunto e basta.
                              Secondo, la portata e la profondità del pozzo dipende dalla zona dove ti trovi. Nel mio caso se pianto un palo a 4 mt di profondità l'acqua risale naturalmente... non so se mi spiego...
                              Nella mia zona usare una PDC aria aria è un po un'incognita viste le condizioni metereologiche nebbia + freddo.
                              Ho la fortuna di avere padre (ex) e fratello idraulici, ho potuto parlare in prima persona con moltissimi costruttori ed installatori di PDC della zona. Per dirla in due parole, chi installa una PDC ad aria da queste aprti, la usa per il solo riscaldamento a pavimento e prendono un bollitore con pompa di calore per l'ACS. Quindi due dispositivi ecc....

                              Visto le considerazioni fatte sopra, ho deciso che se la mia casa sarà full electric, monterà quasi sicuramente una PDC acqua - acqua. Premetto, devo ancora convicermi a fare il full electric perchè il metano da me passa.

                              Ho dato un'occhiata alla discussione da te postata, e mi sembra ci sia un po di confusione...
                              Comunque per il discorso COP, l'unica cosa da tenere in considerazione in una acqua-acqua rispetto ad una aria-acqua è la pompa di pescaggio acqua.

                              Tu parli di COP molto alti riferiti a PDC aria-acqua, hai ragione, ma dipende dove abiti.
                              Questi sistemi devono essere valutati nel contesto dove vengono installati, per questo nessuno ti dirà mai "questo è la soluzione perfetta"... dipende da vari fattori...

                              Nel mio casa la PDC è più conveninte sia acqua-acqua.

                              Commenta


                              • #16
                                Beh se:
                                - hai gia pozzi
                                - hai gia pompa
                                - hai acqua a 4 metri
                                - hai termosifoni
                                - vivi in zona climatica F

                                Non ho dubbi che l'unica soluzione per te sia una acqua..

                                Io parlo di COP delle aria-acqua in base ai rendimenti tabellati dal produttore, certificati da lab esterno ai fini dell'inserimento fra quelle oggetto di contributo fiscale. Ovvio che pui sei al freddo e meno rende..ma in zona E dove sto io, la T media giornaliera di dicembre-febbraio è 2,5 gradi. La pdc che ìho messo a 2 gradi dichiara 3,55, sbrinamenti inclusi al NOMINALE ..e 3,96 al regime migliore.
                                io mi sono basato però sul nominale pe ri miei conti..anche se essendo un pò sovradimensionata lavora spesso al regime migliore (inferiore al nominale).

                                Siccome la maggior parte delle persone non ha pozzi..vive in zone dove acqua è profonda..non ha posto per fare nemmeno 1 pozzo..figurati 2..o piu (se metti sonde).. è il motivo per cui le aria sono molto piu popolari delle acqua..anche in zone dove magari 1 settimana si scende anche a -7, ma non è 1 settimana che sballa la resa media annua
                                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                Commenta


                                • #17
                                  Tutto corretto ma...

                                  - avrò impianto a pavimento
                                  - abito in zona E

                                  Ottimi COP i tuoi, che PDC aria-acqua hai?
                                  Fai anche ACS con la medesima macchina?

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da Eddy1983 Visualizza il messaggio
                                    Ho dato un'occhiata alla discussione da te postata, e mi sembra ci sia un po di confusione...
                                    Cosa intendi Eddy per confusione?
                                    Impianto da 19.780kWp - Est +90 / Ovest-90 // Angolo di tilt 17° (Pr. Treviso)
                                    - n° 86 Pannelli Conergy Power Plus 230Wp / n° 2 Inverter Kostal Piko 10.1
                                    Entrata in esercizio dell'impianto 03/12/2011
                                    Boiler PDC Templari ATON 300 - Stufa: Edilkamin Nilo
                                    Impianto Geotermico - PDC Acqua Acqua EHW 1810T

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Nelsenso che ci sono troppi numeri...
                                      Esinceramente, opinione del tutto personale, ci sono troppi apparecchiin quel impianto... comunque l'importante è che ti funzioni tuttobene...
                                      Se tu sei soddisfatto tutto il resto è noia..

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Aspetto di conoscere la marca della PDC di marcober...

                                        Commenta


                                        • #21
                                          e quei numeri sono pochi, oggi ho avuto i parametri del costruttore ce da andare via di testa....
                                          In che senso ci sono troppi apparecchi? penso che sia il minimo su un impianto serio....
                                          Impianto da 19.780kWp - Est +90 / Ovest-90 // Angolo di tilt 17° (Pr. Treviso)
                                          - n° 86 Pannelli Conergy Power Plus 230Wp / n° 2 Inverter Kostal Piko 10.1
                                          Entrata in esercizio dell'impianto 03/12/2011
                                          Boiler PDC Templari ATON 300 - Stufa: Edilkamin Nilo
                                          Impianto Geotermico - PDC Acqua Acqua EHW 1810T

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Questa è una mio opinione...
                                            hai:
                                            - una PDC acqua-acqua di gran potenza
                                            - un Boiler PDC per ACS
                                            - una stufa ... che non ho ben capito se è una idrostufa

                                            Come detto sopra, ognuno fa quello che meglio crede.
                                            Per quanto mi riguarda più semplice è un impianto meglio è. (risparmi su costo iniziale, mantenimento ecc..)

                                            Commenta


                                            • #23
                                              La stufa e una stufa ad aria che è stata messa in precedenza per contenere i costi di riscaldamento e per bellezza visto che è in maiolica...
                                              poi per carità ho trovato un acqua acqua a buon prezzo e lo presa...
                                              Poi Boiler ACS d'estate va una cannonata e funziona al 80% in autoconsumo...
                                              comunque il pellet per me a questi prezzi resta sempre competitivo....
                                              Impianto da 19.780kWp - Est +90 / Ovest-90 // Angolo di tilt 17° (Pr. Treviso)
                                              - n° 86 Pannelli Conergy Power Plus 230Wp / n° 2 Inverter Kostal Piko 10.1
                                              Entrata in esercizio dell'impianto 03/12/2011
                                              Boiler PDC Templari ATON 300 - Stufa: Edilkamin Nilo
                                              Impianto Geotermico - PDC Acqua Acqua EHW 1810T

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Mitsubishi Y112monofase.
                                                Faccio ACS con deviatrice su mio vecchio boiler austriaco da 200 lt..
                                                Faccio raffrescamento leggero col radiante..e quando serve condiziono leggermente con split ad incasso che ho messo 10 anni fà quando ho ristrutturato..
                                                CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  La macchina esterna è una Zubadan?
                                                  E' l'unico sistema o è integrato con altro?

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Si Zubadan 112
                                                    Per emergenza (e scaramanzia) ho tenuto la caldaia a gas...perche comunque prima o poi la pdc schiatterà..è solo questione di tempo..ma è certo che schiatta..spero solo che duri un certo numero di anni OLTRE il suo ammortamento.
                                                    Le caldaia invece si cambiano piu che altro per obsolescenza tecnica e economica o di costo manutenzione...ma di solito non ti lasciano mai del tutto a piedi..al massimo 1 giorno..una pdc invece se schiatta, non è che la cambi in 24 ore..ne tantomeno la ripari..
                                                    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Complimenti per la PDC, è l'unica PDC ad aria che ho preso in considerazioni.
                                                      Quanti inverni hai fatto?
                                                      Perché dici che la PDC ha probabilità più alte di rompersi di una caldaia?
                                                      Perché dici che una caldaia è più affidabile di una PDC?

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Inverni? l'ho messa a Luglio... a fatto le prime notti a -3 proprio questa settimana...ancora non ho avuto onore di vedere uno sbrinamento, sarà perche anche a -3 gira a 35 gradi e penso e bassa potenza (ma un lettore della 5 dell'inverter era troppo metterlo?)

                                                        la caldaia è una macchina statica, salvo un ausiliario che è il ventilatore..la pdc è una macchina che ha il suo cuore incentrato sul compressore, cioè l'insieme di 2 macchine dinamiche ..un motore elettrico + un compressore.
                                                        E poi hai una mezza cassetta di valvole, presostati, termocopie..mi sto grattando in tasca.. ma a naso direi che secondo la legge di H.Ford... prima o poi di quel che c'è, qualche cosa si rompe..

                                                        poi se mi sbaglio sono il piu conento..ma per ora la caldaia sta appesa al muro e pago il fisso dell'allaccio...poi si vedrà.
                                                        Nel frattempo cucino ad induzione col sole..a gas di sera o se la padella è quella non adatta... da Luglio ad ora, 5 mcubi circa
                                                        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Che delusione... Vista la tua sicurezza nello snocciolare COP, credevo avessi alle spalle almeno due inverni di test..
                                                          Cosa significa:
                                                          sarà perche anche a -3 gira a 35 gradi
                                                          L'ACS non la stai mica facendo?

                                                          Credo che tu abbia scelto la PDC aria-acqua più adatta alla zona climatica E. Hai pre riscaldo dell'aria in ingresso?

                                                          Per la tua felicità, credo proprio ti stia sbagliando sul conto della PDC.
                                                          ... valvole.... ci sono anche in caldaia
                                                          ... pressostati .... idem
                                                          ... pompe = motore elettrico .... idem

                                                          La caldaia in più però ha il BRUCIATORE .... quello si mi preoccupa ....
                                                          Pensa che per legge una caldaia devi "revisionarla" ogni anno o due mentre la PDC non ha nessun obbligo ....
                                                          Ultima modifica di Eddy1983; 29-11-2013, 21:33.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Anche tu mi sembri molto sicuro dei cop di una PDC che non hai ancora.....Ovvio che quando faccio acs non lavora a 35 gradi.....Non è aria aria ma aria acquaNessun preriscaldo, non potevoIl bruciatore a me preoccupa molto meno del compressore. Ho smontato la mia dopo 10 anni di lavoro, è in una lega particolare, pare nuova... Se mi dici che la PDC dura almeno come una caldaia cioè 20 o 30 anni, sono felice....magari scettico...ma felice
                                                            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR