annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cappotto (rivestimento) - ESTERNO - QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

Comprimi
Questa una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cappotto (rivestimento) - ESTERNO - QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

    ciao a tutti..<br><br>son nuovo...vi chiedevo un consiglio.<br>devo costruire una casa nuova. bifamigliare (80+80 mq piano terra + primo piano) zona climatica E<br>come mi consigliate la muratura esterna?<br><br>il mi hanno consigliato cappotto.. ma non il materiale e neanche lo spessore.<br><br>io sarei piu&#39; propenso all&#39;intercapedine..<br>(esempio: poroton da 30, fibra di cellulosa 10 cm e poroton da 12) sbaglio?<br>(mi hanno consigliato la fibra di cellulosa Bonded) ma ho il dubbio che ci voglia la barriera al vapore.....<br><br>c&#39; qualcuno che mi puo&#39; aiutare?<br><br>domanda da un milione:<br>Tu come ti costruiresti un muro ben isolato se fosse quello di casa tua??<br><br>spero mi rispondiate in tanti...sono un po in crisi...tra un po inizio i lavori.....spero di non far tanti errori...<br><br>vi ringrazio in anticipo................ciao ciao.

  • #2
    solitamente se la massa per la maggior parte all&#39;interno il problema condensa dovrebbe essere scongiurato, per una verifica va comunque fatta, comunque ti viene un bel muretto...<br><br>Io sarei pi propenso per il cappotto per una questione di ponti termici ridotti al minimo, per quanto riguarda il materiale c&#39; un&#39;ampia gamma, il sughero potrebbe essere un&#39;alternativa migliore dal punto di vista della traspirazione rispetto al classico polistirene, ha anche una massa leggermente maggiore e quindi presenta dei vantaggi a livello di variazioni termiche, in particolare in estate, ma i costi comunque alti.

    Commenta


    • #3
      20 cm di polistirene espanso.<br>Alla fine eviti i ponti termici e ti costa di meno.<br>L&#39;unico problema fissarlo al muro con chiodi di plastica che non so se li trovi.Naturalmente devi fare lo spessorino esterno a cappotto con malta apposita.<br>Immagino che l&#39;intercapedine+muro+intonaco+colore+pontegg i ti costano forse di piu&#39; del solo strato isolante+cappotto+ponteggi ma hai un risultato decisamente piu&#39; scarso e soprattutto ponti termici sui solai.<br>Io lasceri stare il discorso sulle fibre naturali che costano tanto.<br>L&#39;unico (credo perch il cappotto l&#39;ho fatto anni fa) materiale piu&#39; a buon mercato la fibra di vetro ma incoerente e non va bene per cappotti.<br>Sei in zona E e una buona isolazione l&#39;ideale&#33;

      Commenta


      • #4
        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (supertorres @ 27/3/2008, 14:23)</div><div id="quote" align="left">domanda da un milione:<br>Tu come ti costruiresti un muro ben isolato se fosse quello di casa tua??</div></div><br>la sto realizzando (anche se siamo solo agli scavi)<br><br>pareti verso il vicino (il confine la parete) poroton p800 da 25 portante + 20 cm cappotto (xps)<br>parete evrso il mio gardino poroton 800 come sopra + 20 cm xps + poroton da 12<br><br>questo perch non vorrei che il mio eventuale figlio giocando a tennis contro la parete non mi faccia una gruviera..<br><br>

        Commenta


        • #5
          alcuni miei amici hanno fatto poroton da 30, 8 cm di polestirene e poi 12 di poroton, i punti termici sono stati comunque evitati tenendo la soletta apoggiata solo al poroton da 30 ed evitando cosi i ponti termici. I costi a mio avviso fra capotto e il sistema a intercapedine si equivalgonno o giocano a favore della intercapedine.<br>A mio avviso comunque la soluzione con la cellulosa potrebbe essere + ecologica.

          Commenta


          • #6
            certamente anche con la soluzione ad intercapedine se la struttura rimane compresa nel blocco di poroton interno si evitano i ponti termici potendo realizzare l&#39;isolamento come fosse un cappotto e poi andarci a realizzare la controparete.<br><br>A casa mia ho poroton con il polistirolo nella fascia centrale, isolamento, intercapedine e mattone faccia a vista, gli spessori li ignoro.<br><br>La scelta ad intercapedine viene comunque usata molto comunemente anche se i costi, i tempi e il comportamento della parete secondo me sono a favore del cappotto.<br>C&#39; poi chi non vuole il muro che suona di vuoto se ci bussi come un committente con il quale ho avuto a che fare che tra l&#39;altro costruiva per vendere, e con il cappotto di spessori rilevanti ci sono un pochino di problemi se ci devi ancorare le persiane o altro.

            Commenta


            • #7
              ciao ... vi ringrazio molto.<br> bello vedere che le persone si aiutano a vicenda. sono stupito dalla vostra velocit&agrave; e disponibilit&agrave; nelle risposte.<br>grazie di cuore.<br><br>spero mi rispondiate ancora in tanti........<br><br>cmq la lana di cellulosa ecologica e non costosa.<br><br>una domanda?<br><br>come faccio a verificare il discorso della condensa?( o meglio per avere la certezza che non si forma condensa tra l&#39;intercapedine ci sono da fare dai calcoli?)

              Commenta


              • #8
                <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (scu @ 28/3/2008, 00:22)</div><div id="quote" align="left">certamente anche con la soluzione ad intercapedine se la struttura rimane compresa nel blocco di poroton interno si evitano i ponti termici potendo realizzare l&#39;isolamento come fosse un cappotto e poi andarci a realizzare la controparete.<br><br>A casa mia ho poroton con il polistirolo nella fascia centrale, isolamento, intercapedine e mattone faccia a vista, gli spessori li ignoro.<br><br>La scelta ad intercapedine viene comunque usata molto comunemente anche se i costi, i tempi e il comportamento della parete secondo me sono a favore del cappotto.</div></div><br>Mi riallaccio a quanto scrive SCU.<br>Ho adottato la soluzione a intercapedine per la mia casa in via di realizzazione ma mi sono reso conto (forse anche a causa di una particolare architettura della struttura che non aiuta in merito) che e&#39; quasi impossibile ottenere un totale &quot;isolamento&quot; dell&#39;involucro interno rispetto all&#39;esterno.<br><br>Voto comunque per il cappotto perche&#39; sono convinto fermamente della sua efficacia; a casa quasi ultimata (budget permettendo), verifichero&#39; addirittura se si potranno rivestire esternamente le facciate a N / NE / NO (meno esposte al sole e piu&#39; esposte alle correnti d&#39;aria).<br>Ci sarebbe solo da far conciliare il nuovo spessore dei muri con le persiane e le varie soglie. Non e&#39; un problema da poco (esteticamente) ma neppure irrisolvibile.<br><br>Elvio

                Commenta


                • #9
                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (supertorres @ 27/3/2008, 14:23)</div><div id="quote" align="left">ciao a tutti..<br><br>son nuovo...vi chiedevo un consiglio.<br>devo costruire una casa nuova. bifamigliare (80+80 mq piano terra + primo piano) zona climatica E<br>come mi consigliate la muratura esterna?<br><br>il mi hanno consigliato cappotto.. ma non il materiale e neanche lo spessore.<br><br>io sarei piu&#39; propenso all&#39;intercapedine..<br>(esempio: poroton da 30, fibra di cellulosa 10 cm e poroton da 12) sbaglio?<br>(mi hanno consigliato la fibra di cellulosa Bonded) ma ho il dubbio che ci voglia la barriera al vapore.....<br><br>c&#39; qualcuno che mi puo&#39; aiutare?<br><br>domanda da un milione:<br>Tu come ti costruiresti un muro ben isolato se fosse quello di casa tua??<br><br>spero mi rispondiate in tanti...sono un po in crisi...tra un po inizio i lavori.....spero di non far tanti errori...<br><br>vi ringrazio in anticipo................ciao ciao.</div></div><br>ciao<br>ti anno consigliato il cappotto......peccato che non ti abbiano spiegato il motivo,<br>perch diversamente non avresti tutti questi dubbi&#33;<br>Io non voto il cappotto, ma te lo consiglio &quot;caldamente&quot;<br>ciao mandi ciao

                  Commenta


                  • #10
                    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (autostop @ 27/3/2008, 14:49)</div><div id="quote" align="left">L&#39;unico problema fissarlo al muro con chiodi di plastica che non so se li trovi.</div></div><br>Hai ragione da vendere autostop&#33;&#33; Io dopo estenuanti ricerche mi sono arreso e sto fissando del celenit N con viti e rondelle di ferro8/32<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (supertorres @ 28/3/2008, 13:45)</div><div id="quote" align="left">come faccio a verificare il discorso della condensa?( o meglio per avere la certezza che non si forma condensa tra l&#39;intercapedine ci sono da fare dai calcoli?)</div></div><br>Puoi provare con un programma che trovi su <a href="http://www.celenit.it" target="_blank">www.celenit.it</a><br>ciao

                    Commenta


                    • #11
                      La stratigrafia di una muratura DOVREBBE essere il risultato di una procedura di calcolo che il progettista fa ai fini del calcolo del rendimento energetico dell&#39;edificio, in ottemperanza alla normativa vigente.<br><br>Va bene raccogliere idee, consigli, impressioni, umori... ma poi se ne fa un bel pacchetto e si va dal proprio progettista, che verificher&agrave; cosa pu andar bene e cosa no in quella localit&agrave;, con quel rapporto superficie disperdente volume, e far&agrave; le verifiche di glaser per la condensa.<br><br>Questi calcoli non sono opzionali, e non vi devono essere fatti pagare di pi, essendo parte integrante della relazione di &quot;legge 10&quot;, oggi 192/2005 modificato dal 311/2006, di cui vi sar&agrave; capitato di sentir parlare.<br>No legge 10, no inizio lavori.<br><br>Se il vostro progettista/termotecnico non ve ne ha parlato, chiedeteglielo voi.<br><br>Se vi dice che un pro forma... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a5d6a38b622d6e90523ccaa9d0654d64.gif" alt=":shifty:"> ... beh, quel pro forma obbligatorio, lo pagate, tanto vale venga fatto con il cervello attaccato al software.<br>Da quella relazione escono anche le potenze di riscaldamento, mica fuffa&#33;<br><br>A quel punto, e solo a quel punto, stratigrafie verificate alla mano, sceglierete in funzione al vostro borsellino.<br><br>Ma SOLO sulla base di una corretta informazione e calcolo, perch la legge non prevede murature a... &quot;sentito dire&quot;.<br><br>Pretendete tranquillamente, perch quella relazione l la state GIA&#39; pagando.<br><br>In linea di massima, la miglior performance al minimo spessore l&#39;avrete probabilmente con un cappotto esterno, che come correttamente osservato, quello che meglio ovvia ai ponti termici e consente comportamenti omogenei della muratura.<br><br>Oggi per ci sono altre opportunit&agrave;, come l&#39;adozione di blocchi da costruzione coibentati, sul mercato si trova di tutto e di pi, consentono di ottenere murature certificate se posati secondo le schede tecniche (provate a chiedere la certificazione di un muro a intercapedine... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/760ae6bc7e9140eee370dede7cf4b6b3.gif" alt=""> ...), velocit&agrave; di esecuzione, cantiere pulito, l&#39;impiego di manodopera un po&#39; meno specializzata, antisismicit&agrave;...<br><br>Fateci un serio pensierino, sono a prova di tennisti in erba... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/bcc0b7bdc1631258b4afb1491374ec54.gif" alt=":lol:"> ...<br><br>PS: Ricordatevi che avete anche un tetto... coibentare bene e ventilare&#33; Ciau&#33;<br>

                      Commenta


                      • #12
                        Che tutta la documentazione a norma di legge debba essere fornita da un tecnico abilitato mi pare pi che sottointeso, per una stratigrafia di una parete che risponde alla normativa non univoca, si possono rispettare tutte le normative con stratigrafie totalmente differenti, poi il tipo di uso, il gusto personale del tecnico e del committente fanno pendere verso l&#39;una o l&#39;altra.<br>

                        Commenta


                        • #13
                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Che tutta la documentazione a norma di legge debba essere fornita da un tecnico abilitato mi pare pi che sottointeso,</div></div><br>Sottinteso certamente... ma quanti clienti sanno che in quelle carte ci sono scelte che lo riguardano?<br>Quanti clienti sanno che da l derivano le potenze previste per i loro impianti?<br>Molto pochini...<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">per una stratigrafia di una parete che risponde alla normativa non univoca, si possono rispettare tutte le normative con stratigrafie totalmente differenti, poi il tipo di uso, il gusto personale del tecnico e del committente fanno pendere verso l&#39;una o l&#39;altra.</div></div><br>Certamente&#33;<br>Ma onestamente... io tutta questa consapevolezza su cosa sia quella relazione, a cosa serva, e che dati contenga nei committenti non la vedo, onestamente.<br>Per non parlare della corrispondenza... ehm... tra relazione e costruito... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/aa15e39c5f66fa2a0928e17dc941b840.gif" alt=""> ...<br><br>Se un utente si preoccupa del calcolo della condensa interstiziale, non posso che presumere che chi lo assiste non gli ha detto che quella verifica si fa sempre e comunque, in ogni caso, perch prassi obbligatoria farla. Magari gli fa piacere scoprirlo, no? Altrimenti non l&#39;avrebbe chiesto.<br><br>E&#39; scontato che ci sia sempre un tecnico di supporto, meno scontato che ci sia sempre un dialogo adeguato ed esaustivo tra tecnico e committente. Magari non per malafede, magari per fretta, o magari per abitudine a proporre sempre la stessa struttura nella stessa realt&agrave;, sapendola straverificata. Mettici anche a volte il pudore del committente a far troppe domande.<br><br>Se il committente consapevole e informato, pu chiedere, sapere e capire perch gli stato proposto un muro e non un&#39;altro, sapendo che non andr&agrave; incontro ad aggravi per avere queste informazioni che sono sempre disponibili. Tutto qua&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b740450aa5441ed2768c2ad94718e70b.gif" alt=""> &#33;

                          Commenta


                          • #14
                            <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Denew&#39;s back&#33; @ 28/3/2008, 22:14)</div><div id="quote" align="left">.<br><br>Oggi per ci sono altre opportunit&agrave;, come l&#39;adozione di blocchi da costruzione coibentati, sul mercato si trova di tutto e di pi, consentono di ottenere murature certificate se posati secondo le schede tecniche (provate a chiedere la certificazione di un muro a intercapedine... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/0f9fb3de213473604b1cd8e25e6669a0.gif" alt=""> ...), velocit&agrave; di esecuzione, cantiere pulito, l&#39;impiego di manodopera un po&#39; meno specializzata, antisismicit&agrave;...<br><br>Fateci un serio pensierino, sono a prova di tennisti in erba... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/cd60d979df55a62f786919d43c8bfb58.gif" alt=":lol:"> ...</div></div><br>Io ho fatto la scelta del muro ad intercapedine (eliminando ovviamente tutti i ponti termici costruento la struttura all&#39;interno dell&#39;isolazione e con blocchi di vetro cellulare Foamglass dove serve etc..) perch con i blocchi di cui parli non raggiungevo i limiti di trasmittanza che mi ero imposto..<br><br>Per il tetto ci sarebbe da parlarne qualche giorno.. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/7fb3f5023aea313052f9c11371a402b2.gif" alt="">

                            Commenta


                            • #15
                              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Manofthemoon @ 29/3/2008, 08:23)</div><div id="quote" align="left">con i blocchi di cui parli non raggiungevo i limiti di trasmittanza che mi ero imposto..</div></div><br>Certo che un bel modo di progettare, pensa dove manderei il cliente che dopo che faccio il calcolo termotecnico secondo le disposizioni di legge, mi dice &quot;sa io mi sono imposto tale limite&quot;.<br>Siamo proprio alla frutta, Ah la certezza della pena&#33;<br>
                              Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                              Commenta


                              • #16
                                Effettivamente Dot, non hai mica tutti i torti... ma torniamo alla questione dialogo cliente-tecnico... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/961b211fc3750421219aef98ca87748b.gif" alt=""> ...<br>

                                Commenta


                                • #17
                                  Avete ragione, ma il dialogo (io sono un cliente), parte dalle proposte del tecnico, ma non tutti i tecnici purtroppo sono preparati (leggi anche informati), ho chiesto al termotecnico per il porotherm plan plus, non sapeva neanche di cosa si parlava , il legnobloc ne ha sentito parlare male , cosa vi posso dire&#33;&#33;&#33;&#33;<br>La mia questione alla finela devo decidere da solo. Come fare i muri esterni ??<br><br>Grazie

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Tutte queste risposte non fanno che confermare la mia idea che l&#39;Italia lunga e stretta, dove ci sono luoghi in cui si tiene conto della legge ed altri in cui solo un aspetto secondario se non un fastidio collaterale. Paesi in cui esiste la figura del termotecnico ed altri in cui il termotecnico l&#39;idraulico ed il superesperto il rappresentante di zona di quella o quest&#39;altra marca.<br>Per, e questo forum ne l&#39;esempio lampante, ovunque ci sono persone che non si accontentano di semplici risposte e cercano la migliore soluzione per la propria casa.<br><br>A Rippo come a Supertorres non posso che consigliare di leggere a fondo il forum poich questo argomento stato pi volte trattato e da persone estramamente preparate <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/70a2172dd2c3e803869243602763b52e.gif" alt=""><br>Come consiglio quando chiedete informazioni, indicate zona climatica ed i gradi giorno del vostro paese. Li trovate su questo sito <a href="http://www.isolparma.it/calcoloresistenza/calcola.asp" target="_blank">http://www.isolparma.it/calcoloresistenza/calcola.asp</a> dove tra l&#39;altro potete iniziare a controllare i valori isolanti dei vari materiali .<br>su <a href="http://www.tettiventilati.it" target="_blank">http://www.tettiventilati.it</a> si trovano delle informazioni interessanti sui tetti<br>su <a href="http://www.celenit.it" target="_blank">http://www.celenit.it</a> trovate due programmini molto utili per calcolare lo sfasamento ed il rischio di condensa<br>Per inciso queste info le ho trovate leggendo gli interventi dei vari esperti di questo forum <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/70a2172dd2c3e803869243602763b52e.gif" alt=""><br>ciao<br><br>

                                    Commenta


                                    • #19
                                      E&#39; vero, ho avuto pi risposte dal forum che dai tecnici, con la differenza che i tecnici li pago. Per dal forum, ottieni tante notizie , che sono da &quot;filtrare&quot; , perch non sai chi le scrive, ed a parte qualcuno ( esempio dotting ed altri ), che capisci che parla con cognizione di causa, il resto nonuno atendibile.<br>Prima di cominciare (e non dopo vedremo) uno che deve costruire casa vuole sapere cosa andr&agrave; a fare , avendo la possibilita di scelta . Cio il &quot;Progettista&quot; (leggere nel forum la citazione di Dotting) dovrebbe proporre al committente, x soluzioni per il tetto, x soluzioni per il muro, x soluzioni per gli impianti, ecc.<br>Spiegare bene pro e conrodelle varie soluzioni, ovviamente indicare quella che per lui e la migliore, e poi dopo attenta valutazione partire.<br>ciao a tutti

                                      Commenta


                                      • #20
                                        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Avete ragione, ma il dialogo (io sono un cliente), parte dalle proposte del tecnico, ma non tutti i tecnici purtroppo sono preparati (leggi anche informati), ho chiesto al termotecnico per il porotherm plan plus, non sapeva neanche di cosa si parlava , il legnobloc ne ha sentito parlare male , cosa vi posso dire&#33;&#33;&#33;&#33;</div></div><br>... che puoi cambiare tecnico&#33;<br>Scherzo... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c0b17096e2d4864f76a1578a82f23632.gif" alt=""> ... ma le norme non sono letture consigliate, sono requisiti cogenti.<br>Si pu non essere aggiornati sull&#39;ultimo blocco prodotto dalla tal ditta, ma non si pu ignorare una direttiva europea ormai recepita da un paio d&#39;anni... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/69c887f4ed07787eab4cabd9fc488f48.gif" alt=""> ...<br><br>Capita (quanto spesso lo lascio supporre a voi...), prima dell&#39;inizio lavori, che il cliente veda arrivare il progettista con una relazione in mano &quot;Ah, s... ci sarebbe ANCHE la legge 10, comunque tutto fatto e tutto a posto, lei non si preoccupi... sa PURTROPPO un ONERE obbligatorio&#33;&quot;... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/9deef53ed247b9b49a89b9303103a180.gif" alt=":blink:"> ... Se qualcuno se l&#39; sentita presentare come una RISORSA, un&#39;ANALISI di progetto vera e propria... alzi la mano&#33;<br><br>Questo non significa che, preso atto del valore di tale documento, non si possa pretendere di discuterlo, anzi&#33;<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">La mia questione alla finela devo decidere da solo. Come fare i muri esterni??</div></div><br>Tra decidere da solo la natura di un componente che, una volta fatto, se ha un difetto o una prestazione inadeguata difficilmente correggibile a meno di interventi onerosi, e che dovrebbe star l per l&#39;intera vita della casa... e prendere il mio tecnico di petto chiedendogli di verificare un paio di possibilit&agrave; in pi, di informarsi sul prodotto x, di vedere con lui la relazione di legge 10 &quot;di cui hai sentito parlare&quot; ecc. ecc... non avrei molti dubbi.<br><br>Nel primo caso, se sbagli o non sei a norma, sei passibile di sanzioni e la tua casa consumer&agrave; di pi (e saranno soldi tuoi, non del tecnico&#33 o peggio potresti avere problemi di umidit&agrave; interstiziale (e se il muro l&#39;hai scelto TU, non il tuo tecnico o l&#39;impresa... su chi ti rivali?)<br>Pu anche filare tutto liscio, ma lo scoprirai abitando casa. E se cos non sar&agrave;, saranno migliaia di euro di lacrime amare per porre rimedio.<br><br>Se scuoti un po&#39; il tuo tecnico, male che vada mugugna, malissimo che vada ti chiede qualche cento euro in pi di lavoro. Spesi bene per un componente d&#39;involucro che star&agrave; l invariato per tutta la vita della casa.<br>Ma sei pi tranquillo, e in caso di pasticci la responsabilit&agrave; di chi ti ha fatto il calcolo, con ci che ne consegue.<br><br>

                                        Commenta


                                        • #21
                                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">CITAZIONE (autostop @ 27/3/2008, 14:49)L&#39;unico problema fissarlo al muro con chiodi di plastica che non so se li trovi.<br><br>Hai ragione da vendere autostop&#33;&#33; Io dopo estenuanti ricerche mi sono arreso e sto fissando del celenit N con viti e rondelle di ferro8/32<br><br><br>CITAZIONE (supertorres @ 28/3/2008, 13:45)come faccio a verificare il discorso della condensa?( o meglio per avere la certezza che non si forma condensa tra l&#39;intercapedine ci sono da fare dai calcoli?)<br><br>Puoi provare con un programma che trovi su <a href="http://www.celenit.it" target="_blank">www.celenit.it</a><br>ciao</div></div><br>OCCHIO CHE A FISSARE CON CHIODI IN FERRO SI FANNO UN SACCO DI PICCOLI PONTI TERMICI&#33;.<br>A quel punto credo che sia meglio affidarsi alla colla e prendere dei bei pannelli da 2m *1m*spessore a richiesta, come me li son fatti fare io.<br> Il problema delle palline da tennis non esiste perch se avete visto un cappotto, vero che suona a vuoto, ma ha una certa resistenza, e rinforzato con una rete di fibra di vetro.<br>Perch non consideri anche l&#39;eventualit&agrave; di un&#39;areo che va a sbattere contro la casa?Potrebbe rovinarti il cappotto, scherzi a parte, non vedo perch uno dovrebbe giocare a tennis contro la casa, e se proprio ci fosse questa eventualit&agrave;, basterebbe rinforzare ulteriormente lo strato superficiale nella parete interessata.

                                          Commenta


                                          • #22
                                            <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (autostop @ 31/3/2008, 10:39)</div><div id="quote" align="left">non vedo perch uno dovrebbe giocare a tennis contro la casa</div></div><br>Sei mai stato bambino&#33;<br>
                                            Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (autostop @ 31/3/2008, 10:39)</div><div id="quote" align="left">OCCHIO CHE A FISSARE CON CHIODI IN FERRO SI FANNO UN SACCO DI PICCOLI PONTI TERMICI&#33;.<br>A quel punto credo che sia meglio affidarsi alla colla e prendere dei bei pannelli da 2m *1m*spessore a richiesta, come me li son fatti fare io.</div></div><br>I pannelli sono 2x1mt da 3cm di spessore, due strati incrociati. Fanno parte della coibentazione interna, sono poggiati,in ordine, su un freno vapore poi fibra di legno densit&agrave; 230kg/mc infine su telaio d&#39;abete 51x74mm dopo i 74mm si arriva alla parete esterna.<br>E&#39; un problema che mi sono posto prima di fissare il celenit. Se hai un&#39;alternativa alle viti e rondelle te ne sarei MOLTO grato, io non l&#39;ho trovata ma penso che la colla non abbia una buona presa sul freno vapore.<br>Grazie

                                              Commenta


                                              • #24
                                                <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (dotting @ 29/3/2008, 10:35)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Manofthemoon @ 29/3/2008, 08:23)</div><div id="quote" align="left">con i blocchi di cui parli non raggiungevo i limiti di trasmittanza che mi ero imposto..</div></div><br>Certo che un bel modo di progettare, pensa dove manderei il cliente che dopo che faccio il calcolo termotecnico secondo le disposizioni di legge, mi dice &quot;sa io mi sono imposto tale limite&quot;.<br>Siamo proprio alla frutta, Ah la certezza della pena&#33;</div></div><br>Scusa ma non capisco questa tua ironia.<br><br>Io volevo una casa in classe A e con quei blocchi non raggiugevo i limiti di trasmittanza che mi servivano, c&#39; qualche problema in questo?<br><br><br><br>Per gli altri, guardate che i bambini giocano a tennis contro i muri, e fanno anche di peggio...<br>Io ho fatto un muro di protezione, anche per eventuali dimenticanze e per problemi tecnici, es: dimentichi un&#39;illuminazione esterna, come ti colleghi al cappotto ? dove fai passare la tubazione di adduzione della linea elettrica, e molti altri esempi..<br><br><span class="edit">Edited by Manofthemoon - 31/3/2008, 11:38</span>

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  certo che i problemi che ponete sono insormontabili.<br>Me l&#39;immagino gi&agrave; un palazzo di dieci piani, tutti blindati con mattoni per evitare che qualcuno giochi a tennis fino all&#39;ultimo piano&#33;<br>Magari sotto passa la strada e il bambino incoscente gioca in strada dove passano le auto&#33;<br>I bambini vanno educati, ma se uno gioca a tennis probabilmente ha qualche anno in piu&#39;, se uno ha la casa singola, magari ha anche i soldi per mandare il ragazzo al campetto di tennis dove giocare con l&#39;amico, per far passare un filo fuori dalle muro si fa un buco come si fa con il muro di mattoni.<br>Certo che sono problemi insormontabili, direi che se uno non in grado di affrontarli meglio che si tenga il muro che gronda di umidit&agrave; a causa degli sbalzi termici e dei ponti termici.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Io volevo una casa in classe A e con quei blocchi non raggiugevo i limiti di trasmittanza che mi servivano, c&#39; qualche problema in questo?</div></div><br>Se posso dir la mia, nessun problema, ci mancherebbe.<br>Solo una curiosit&agrave;, le verifiche di norma sono state fatte sulla muratura che hai scelto tu in accordo con il tecnico, ottimizzando la perfornance in funzione della classe che ti prefiggevi...<br><br>...o il tecnico ha fatto i suoi calcoli a norma di legge e punto, non sapendo che obiettivi ti eri posto e poi tu hai autonomamente scelto di adottare un&#39;altra stratigrafia?<br><br>La differenza tra i due scenari se per te non cambia niente (e ho gi&agrave; spiegato che proprio cos non ...) parecchia, in termini di responsabilit&agrave;, rispondenza calcolato/costruito ad esempio, al di l&agrave; della presenza/assenza di problemi, per il tecnico.<br><br>Da qui l&#39;ironia di Dot e in generale di quei tecnici che si ritrovano a depositare firme e assumersi responsabilit&agrave; cercando di lavorare seriamente per poi trovarsi, pur in buona fede e ignari, ad aver sottoscritto documenti diventati difformi dal realizzato per variazioni, intenzioni ecc. ecc. di cui non viene informato ma di cui E&#39; RESPONSABILE in prima persona.<br><br>Perch che ci siano tecnici che tirano troppo frettolosamente dritto su certi temi non c&#39; dubbio ed facile trovarsi d&#39;accordo, ma vogliamo dirci che anche i clienti non sempre hanno sempre ragione quando celano delle informazioni, obiettivi, scelte che intendono fare e che dovrebbero esprimere? Peraltro per la PROPRIA MAGGIOR tutela, prima di tutto...<br>Ovvio che uno decide che casa vuole avere, va benissimo, ma come ottenerla dovrebbe discuterla con chi ha SCELTO come proprio tecnico, perch non gliel&#39;ha passato d&#39;ufficio la mutua.... se l&#39; cercato. Se non adeguato, poteva cercare meglio&#33;<br>Se non soddisfatto di come seguito, o pretende un servizio diverso o cambia tecnico.<br>Ma far calcolare una cosa, e costruirne un&#39;altra non un modus operandi adeguato.<br><br>Considerate poi che se ognuno fa da s, il mondo della progettazione non stimolato a migliorare, ma pu rimanere indifferente a certe esigenze, e i clienti continueranno a lamentarsi, ma a questo punto chi causa del proprio mal pianga se stesso.<br>Non cambier&agrave; un fico secco, con corresponsabilit&agrave; del tecnico che non si sbatte e del cliente che non chiede.<br><br>Il miglior modo per stimolare un aumento di competenze ... un drastico aumento della DOMANDA di quelle competenze... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/24f034f82f7f88514e26cc8b3b8cb073.gif" alt=""> &#33;<br><br>Autostop... ehm... il problema della resistenza meccanica di un cappotto secondo te una fisima, ma poi ti poni quello dei microponti termici da chiodi... beh, ognuno n ha le proprie preoccupazioni certo...<br>Io onestamente trovo quella dei chiodi, non me ne volere, meno ragionevole che non quello della resistenza meccanica.<br>Parliamo di connessioni puntuali di pochi mm di diametro, e non di 30 punti per pannello eh?<br>E volendo fare i sofistici, i fissaggi per cappotti sono tasselli ad espansione appositi, con testa ancorante a muro in materiale plastico e &quot;ombrellino&quot; finale di tenuta (lato esterno) sempre in plastica. Quindi si pu anche ipotizzare un microtaglio termico delle dispersioni per conduzione... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/de3de8c5b9fb5a247693bc7a355c14bc.gif" alt=""> ....<br><br>Il cappotto armato per gestire le PROPRIE tensioni interne, dovute ai micromovimenti indotti dalle variazioni di temperatura.<br>Perch comunque un materiale diverso dal supporto e si muover&agrave; per forza in modo diverso dal proprio supporto.<br><br>Non testato per reggere l&#39;impatto puntuale e perpendicolare al piano di una palla da tennis o di un pallone da calcio scagliato con forza.<br>Non chiediamo miracoli a una rete in fibra di vetro, nata per far dell&#39;altro....<br><br>Poi certo, i ragazzi si educano... ma i ragazzi sono ragazzi, non adulti in miniatura.<br>Certo, si pu sempre pregare la moglie di sfornare una femmina... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f5d1b2b78461da499513e4f11be82bd8.gif" alt="^_^"> ...<br><br>

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      la progettazione della mia casa l&#39;ho firmata io..<br> stata tutta (o quasi) studiata a tavolino prima dell&#39;inizio dei lavori, e c&#39; totale risposndenza tra il progetto presentato (legge 10, 192, 311) e quello che verr&agrave; realizzato.<br>In pi sto predentando proprio in questi giorni la certificazione energetica presso casaclima, quindi devo esser mo,to preciso nella definizione dell&#39;involucro.<br><br>Per il tennis.. credo che ognuno a casa sua possa fare quelo che vuole, io mi cautelo facendo il muro di protezione (con notevoli problemi di ancoraggio della struttura esterna senza ponti termici etc..) ma qui si chiedeva come realzzereste casa propria ed io ho portato il mio esempio.<br>A me non piace il muro che suona, od il muro che pu venir degradato facilmente, c&#39; chi invec non si fa questi problemi e ben venga il capotto.<br><br>ciao &#33;<br><br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e399bb84cd5147db757056ff4c6cd49f.gif" alt="">

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        per donew:<br>guarda che il tecnico deve fare in modo da rispettare i MINNIMI di legge, se uno fa una casa migliore meglio per se, insomma se mette uno strato piu&#39; grosso di isolante non fa che migliorare il confort della casa.<br><br>Il metallo dei chiodi conduce il calore migliaia di volte piu&#39; del polistirolo.<br>Non so se un ponte termico, fatto sta che la conducibilit&agrave; del pannello diversa e non piu&#39; riconducibile alla conducibilt&agrave; della plastica.<br>Quando ho fatto il cappotto ho dovuto ordinarli apposta, i tasselli in plastica, e non credo sia stata una spesa innutile.dimostrami il contrario.<br>Il fatto poi che lasci giocare a tennis sulla parete daccordo, hai mai pensato se magari giocano a fare i muratori con le mazze contro le pareti in mattoni?magari all&#39;ultimo piano?<br>Siamo realisti, se giocano a tennis, potrebbe essere su una parete su cui si potrebbe intervenire rinforzandola magari con uno strato aggiuntivo di malta, non vedo invece il problema per il gioco del calcio, il cui pallone ofre decisamente una superficie di contatto decisamente maggiore.<br>Perch non fai una prova su una parete rinforzata? e perch no su un cappotto esistente? non mi pare che ci siano problemi, oltrettutto si parla di bambini con una forza limitata, non di campioni con velocit&agrave; elevate di schiacciata.(i quali non si sognerebbero di farlo, come non si sognerebbero di susare la mazza)...........

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (autostop @ 31/3/2008, 13:48)</div><div id="quote" align="left">Il fatto poi che lasci giocare a tennis sulla parete daccordo, hai mai pensato se magari giocano a fare i muratori con le mazze contro le pareti in mattoni?magari all&#39;ultimo piano?<br>Siamo realisti, se giocano a tennis, potrebbe essere su una parete su cui si potrebbe intervenire rinforzandola magari con uno strato aggiuntivo di malta, non vedo invece il problema per il gioco del calcio, il cui pallone ofre decisamente una superficie di contatto decisamente maggiore.<br>Perch non fai una prova su una parete rinforzata? e perch no su un cappotto esistente? non mi pare che ci siano problemi, oltrettutto si parla di bambini con una forza limitata, non di campioni con velocit&agrave; elevate di schiacciata.(i quali non si sognerebbero di farlo, come non si sognerebbero di susare la mazza)...........</div></div><br>mha mi sembra che vuoi per forza avere ragione...<br><br>comunque.. lasciamo perdere il tennis..<br><br>io da piccolo giocavo a basket.. se vuoi facciamo una prova.. proviamo a tirare un pallone da basket (con i piedi perch si sa che i bambini fanno di tutto) sul tuo cappotto e poi vediamo che effetto fa..<br><br><br><br>in pi, e mi ripeto, la parete di protezione aiuta a fissare l&#39;illuminazione esterna, eventuali lavandini esterni etc..<br><br><br>

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">guarda che il tecnico deve fare in modo da rispettare i MINNIMI di legge, se uno fa una casa migliore meglio per se, insomma se mette uno strato piu&#39; grosso di isolante non fa che migliorare il confort della casa.</div></div><br>Credo di avere un idea sufficientemente precisa di che cosa deve fare un tecnico... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b129dc90b006a0410f9ffe02f1856ec8.gif" alt=""> ...<br><br>Non deve far rispettare i minimi di legge, si d&agrave; per scontato che lavori a norma, altrimenti inadempiente NON SOLO verso il cliente.<br>DOVREBBE soddisfare al meglio dello stato dell&#39;arte le esigenze del suo cliente, entro i limiti di budget e tempi e esigenze funzionali contingenti che questo gli pone.<br><br>Se il cliente non le esprime, non pu pretendere di lamentarsi liberamente del servizio che non ha ricevuto perch non lo ha richiesto, se ha un&#39;idea di quello che vuole.<br>Se un&#39;idea il cliente non ce l&#39;ha, che chieda &quot;faccia il possibile e non il minimo, entro x di spesa&quot;... e allora, semmai, ci potr&agrave; essere di che lamentarsi se gli viene rifilata la &quot;trasmittanza della mutua&quot; quando scopre che poteva avere di meglio entro il proprio budget... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/79c6d600d980284094ead3252858b1db.gif" alt="^_^"> ...<br><br>Puoi pagare un tecnico per fare il minimo, puoi per lo STESSO prezzo chiedergli DA SUBITO di andare oltre quel minimo.<br>Basta che glielo dici e non che pretendi che lo percepisca telepaticamente... un tecnico, non un jedi&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/79c6d600d980284094ead3252858b1db.gif" alt="^_^"> &#33;<br>Se sai cosa vuoi ma non glielo dici... il povero diavolo che ne pu?<br><br>Se non glielo chiedi e ti arrangi dopo, puoi leggerla come una tua forma di intraprendenza, certo, o puoi leggerla come un&#39;occasione sprecata di farsi fare un buon lavoro al posto di un minimo sindacale.<br><br>Io la leggo alla seconda maniera, tu sei libero di leggerlo diversamente, per carit&agrave;&#33; Il mondo bello perch vario.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Quando ho fatto il cappotto ho dovuto ordinarli apposta, i tasselli in plastica, e non credo sia stata una spesa innutile.dimostrami il contrario.</div></div><br>E allora scusa... perch parli di ponti termici con sistemi di connessione meccanica? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3ee570a7e1e8619f6eb0b6d83882a2bd.gif" alt=""> &#33;<br>Direi che la dimostrazione che non sono da scartare te la sei data da solo... ordinandoli...<br><br>Poi per carit&agrave;, per il resto ognuno pensa quello che vuole.<br>Se credi che sul tuo muro puoi giocare a calcio, fai pure (sul TUO... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/79c6d600d980284094ead3252858b1db.gif" alt="^_^"> ...), ma se qualcun&#39;altro perplesso come me o qualcun&#39;altro ancora dalla perplessit&agrave; passa al &quot;voglio campare tranquillo&quot; e aggiunge uno strato... direi che sono posizioni altrettanto lecite.<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">la progettazione della mia casa l&#39;ho firmata io..<br> stata tutta (o quasi) studiata a tavolino prima dell&#39;inizio dei lavori, e c&#39; totale risposndenza tra il progetto presentato (legge 10, 192, 311) e quello che verr&agrave; realizzato.<br>In pi sto predentando proprio in questi giorni la certificazione energetica presso casaclima, quindi devo esser mo,to preciso nella definizione dell&#39;involucro.</div></div><br>Aaah... ma allora diiiiillo che bari... eh&#33; eh&#33; eh&#33;<img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3ee570a7e1e8619f6eb0b6d83882a2bd.gif" alt=""> &#33;<br>Ovvio che un tecnico in casa propria fa le scelte che fa con tutte le competenze del caso e quanto finora esposto nell&#39;eccezione non vale pi&#33;<br>Se il committente E&#39; un tecnico, se la suona e se la canta... sapendo come leggere lo spartito. Ovvio&#33;<br><br>Sarai d&#39;accordo con me per che quando lo studio che hai fatto per te lo fai per un cliente, i &quot;ma veramente io&quot; a posteriori per non essersi sentiti dire prima &quot;io vorrei&quot; non sono n rari n il massimo della vita... n per il tecnico n per il cliente... girano a lui che crede che tu non hai capito che gli serve (a dirtelo magari...), girano a te che devi buttare il lavoro con un sorriso... e torniamo dritti dritti all&#39;ironia di Dot&#33;<br><br>Ciao&#33;<br><br>

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR