annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cappotto (rivestimento) - ESTERNO - QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

Comprimi
Questa una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cappotto (rivestimento) - ESTERNO - QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

    ciao a tutti..<br><br>son nuovo...vi chiedevo un consiglio.<br>devo costruire una casa nuova. bifamigliare (80+80 mq piano terra + primo piano) zona climatica E<br>come mi consigliate la muratura esterna?<br><br>il mi hanno consigliato cappotto.. ma non il materiale e neanche lo spessore.<br><br>io sarei piu&#39; propenso all&#39;intercapedine..<br>(esempio: poroton da 30, fibra di cellulosa 10 cm e poroton da 12) sbaglio?<br>(mi hanno consigliato la fibra di cellulosa Bonded) ma ho il dubbio che ci voglia la barriera al vapore.....<br><br>c&#39; qualcuno che mi puo&#39; aiutare?<br><br>domanda da un milione:<br>Tu come ti costruiresti un muro ben isolato se fosse quello di casa tua??<br><br>spero mi rispondiate in tanti...sono un po in crisi...tra un po inizio i lavori.....spero di non far tanti errori...<br><br>vi ringrazio in anticipo................ciao ciao.

  • #2
    solitamente se la massa per la maggior parte all&#39;interno il problema condensa dovrebbe essere scongiurato, per una verifica va comunque fatta, comunque ti viene un bel muretto...<br><br>Io sarei pi propenso per il cappotto per una questione di ponti termici ridotti al minimo, per quanto riguarda il materiale c&#39; un&#39;ampia gamma, il sughero potrebbe essere un&#39;alternativa migliore dal punto di vista della traspirazione rispetto al classico polistirene, ha anche una massa leggermente maggiore e quindi presenta dei vantaggi a livello di variazioni termiche, in particolare in estate, ma i costi comunque alti.

    Commenta


    • #3
      20 cm di polistirene espanso.<br>Alla fine eviti i ponti termici e ti costa di meno.<br>L&#39;unico problema fissarlo al muro con chiodi di plastica che non so se li trovi.Naturalmente devi fare lo spessorino esterno a cappotto con malta apposita.<br>Immagino che l&#39;intercapedine+muro+intonaco+colore+pontegg i ti costano forse di piu&#39; del solo strato isolante+cappotto+ponteggi ma hai un risultato decisamente piu&#39; scarso e soprattutto ponti termici sui solai.<br>Io lasceri stare il discorso sulle fibre naturali che costano tanto.<br>L&#39;unico (credo perch il cappotto l&#39;ho fatto anni fa) materiale piu&#39; a buon mercato la fibra di vetro ma incoerente e non va bene per cappotti.<br>Sei in zona E e una buona isolazione l&#39;ideale&#33;

      Commenta


      • #4
        <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (supertorres @ 27/3/2008, 14:23)</div><div id="quote" align="left">domanda da un milione:<br>Tu come ti costruiresti un muro ben isolato se fosse quello di casa tua??</div></div><br>la sto realizzando (anche se siamo solo agli scavi)<br><br>pareti verso il vicino (il confine la parete) poroton p800 da 25 portante + 20 cm cappotto (xps)<br>parete evrso il mio gardino poroton 800 come sopra + 20 cm xps + poroton da 12<br><br>questo perch non vorrei che il mio eventuale figlio giocando a tennis contro la parete non mi faccia una gruviera..<br><br>

        Commenta


        • #5
          alcuni miei amici hanno fatto poroton da 30, 8 cm di polestirene e poi 12 di poroton, i punti termici sono stati comunque evitati tenendo la soletta apoggiata solo al poroton da 30 ed evitando cosi i ponti termici. I costi a mio avviso fra capotto e il sistema a intercapedine si equivalgonno o giocano a favore della intercapedine.<br>A mio avviso comunque la soluzione con la cellulosa potrebbe essere + ecologica.

          Commenta


          • #6
            certamente anche con la soluzione ad intercapedine se la struttura rimane compresa nel blocco di poroton interno si evitano i ponti termici potendo realizzare l&#39;isolamento come fosse un cappotto e poi andarci a realizzare la controparete.<br><br>A casa mia ho poroton con il polistirolo nella fascia centrale, isolamento, intercapedine e mattone faccia a vista, gli spessori li ignoro.<br><br>La scelta ad intercapedine viene comunque usata molto comunemente anche se i costi, i tempi e il comportamento della parete secondo me sono a favore del cappotto.<br>C&#39; poi chi non vuole il muro che suona di vuoto se ci bussi come un committente con il quale ho avuto a che fare che tra l&#39;altro costruiva per vendere, e con il cappotto di spessori rilevanti ci sono un pochino di problemi se ci devi ancorare le persiane o altro.

            Commenta


            • #7
              ciao ... vi ringrazio molto.<br> bello vedere che le persone si aiutano a vicenda. sono stupito dalla vostra velocit&agrave; e disponibilit&agrave; nelle risposte.<br>grazie di cuore.<br><br>spero mi rispondiate ancora in tanti........<br><br>cmq la lana di cellulosa ecologica e non costosa.<br><br>una domanda?<br><br>come faccio a verificare il discorso della condensa?( o meglio per avere la certezza che non si forma condensa tra l&#39;intercapedine ci sono da fare dai calcoli?)

              Commenta


              • #8
                <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (scu @ 28/3/2008, 00:22)</div><div id="quote" align="left">certamente anche con la soluzione ad intercapedine se la struttura rimane compresa nel blocco di poroton interno si evitano i ponti termici potendo realizzare l&#39;isolamento come fosse un cappotto e poi andarci a realizzare la controparete.<br><br>A casa mia ho poroton con il polistirolo nella fascia centrale, isolamento, intercapedine e mattone faccia a vista, gli spessori li ignoro.<br><br>La scelta ad intercapedine viene comunque usata molto comunemente anche se i costi, i tempi e il comportamento della parete secondo me sono a favore del cappotto.</div></div><br>Mi riallaccio a quanto scrive SCU.<br>Ho adottato la soluzione a intercapedine per la mia casa in via di realizzazione ma mi sono reso conto (forse anche a causa di una particolare architettura della struttura che non aiuta in merito) che e&#39; quasi impossibile ottenere un totale &quot;isolamento&quot; dell&#39;involucro interno rispetto all&#39;esterno.<br><br>Voto comunque per il cappotto perche&#39; sono convinto fermamente della sua efficacia; a casa quasi ultimata (budget permettendo), verifichero&#39; addirittura se si potranno rivestire esternamente le facciate a N / NE / NO (meno esposte al sole e piu&#39; esposte alle correnti d&#39;aria).<br>Ci sarebbe solo da far conciliare il nuovo spessore dei muri con le persiane e le varie soglie. Non e&#39; un problema da poco (esteticamente) ma neppure irrisolvibile.<br><br>Elvio

                Commenta


                • #9
                  <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (supertorres @ 27/3/2008, 14:23)</div><div id="quote" align="left">ciao a tutti..<br><br>son nuovo...vi chiedevo un consiglio.<br>devo costruire una casa nuova. bifamigliare (80+80 mq piano terra + primo piano) zona climatica E<br>come mi consigliate la muratura esterna?<br><br>il mi hanno consigliato cappotto.. ma non il materiale e neanche lo spessore.<br><br>io sarei piu&#39; propenso all&#39;intercapedine..<br>(esempio: poroton da 30, fibra di cellulosa 10 cm e poroton da 12) sbaglio?<br>(mi hanno consigliato la fibra di cellulosa Bonded) ma ho il dubbio che ci voglia la barriera al vapore.....<br><br>c&#39; qualcuno che mi puo&#39; aiutare?<br><br>domanda da un milione:<br>Tu come ti costruiresti un muro ben isolato se fosse quello di casa tua??<br><br>spero mi rispondiate in tanti...sono un po in crisi...tra un po inizio i lavori.....spero di non far tanti errori...<br><br>vi ringrazio in anticipo................ciao ciao.</div></div><br>ciao<br>ti anno consigliato il cappotto......peccato che non ti abbiano spiegato il motivo,<br>perch diversamente non avresti tutti questi dubbi&#33;<br>Io non voto il cappotto, ma te lo consiglio &quot;caldamente&quot;<br>ciao mandi ciao

                  Commenta


                  • #10
                    <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (autostop @ 27/3/2008, 14:49)</div><div id="quote" align="left">L&#39;unico problema fissarlo al muro con chiodi di plastica che non so se li trovi.</div></div><br>Hai ragione da vendere autostop&#33;&#33; Io dopo estenuanti ricerche mi sono arreso e sto fissando del celenit N con viti e rondelle di ferro8/32<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (supertorres @ 28/3/2008, 13:45)</div><div id="quote" align="left">come faccio a verificare il discorso della condensa?( o meglio per avere la certezza che non si forma condensa tra l&#39;intercapedine ci sono da fare dai calcoli?)</div></div><br>Puoi provare con un programma che trovi su <a href="http://www.celenit.it" target="_blank">www.celenit.it</a><br>ciao

                    Commenta


                    • #11
                      La stratigrafia di una muratura DOVREBBE essere il risultato di una procedura di calcolo che il progettista fa ai fini del calcolo del rendimento energetico dell&#39;edificio, in ottemperanza alla normativa vigente.<br><br>Va bene raccogliere idee, consigli, impressioni, umori... ma poi se ne fa un bel pacchetto e si va dal proprio progettista, che verificher&agrave; cosa pu andar bene e cosa no in quella localit&agrave;, con quel rapporto superficie disperdente volume, e far&agrave; le verifiche di glaser per la condensa.<br><br>Questi calcoli non sono opzionali, e non vi devono essere fatti pagare di pi, essendo parte integrante della relazione di &quot;legge 10&quot;, oggi 192/2005 modificato dal 311/2006, di cui vi sar&agrave; capitato di sentir parlare.<br>No legge 10, no inizio lavori.<br><br>Se il vostro progettista/termotecnico non ve ne ha parlato, chiedeteglielo voi.<br><br>Se vi dice che un pro forma... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a5d6a38b622d6e90523ccaa9d0654d64.gif" alt=":shifty:"> ... beh, quel pro forma obbligatorio, lo pagate, tanto vale venga fatto con il cervello attaccato al software.<br>Da quella relazione escono anche le potenze di riscaldamento, mica fuffa&#33;<br><br>A quel punto, e solo a quel punto, stratigrafie verificate alla mano, sceglierete in funzione al vostro borsellino.<br><br>Ma SOLO sulla base di una corretta informazione e calcolo, perch la legge non prevede murature a... &quot;sentito dire&quot;.<br><br>Pretendete tranquillamente, perch quella relazione l la state GIA&#39; pagando.<br><br>In linea di massima, la miglior performance al minimo spessore l&#39;avrete probabilmente con un cappotto esterno, che come correttamente osservato, quello che meglio ovvia ai ponti termici e consente comportamenti omogenei della muratura.<br><br>Oggi per ci sono altre opportunit&agrave;, come l&#39;adozione di blocchi da costruzione coibentati, sul mercato si trova di tutto e di pi, consentono di ottenere murature certificate se posati secondo le schede tecniche (provate a chiedere la certificazione di un muro a intercapedine... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/760ae6bc7e9140eee370dede7cf4b6b3.gif" alt=""> ...), velocit&agrave; di esecuzione, cantiere pulito, l&#39;impiego di manodopera un po&#39; meno specializzata, antisismicit&agrave;...<br><br>Fateci un serio pensierino, sono a prova di tennisti in erba... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/bcc0b7bdc1631258b4afb1491374ec54.gif" alt=":lol:"> ...<br><br>PS: Ricordatevi che avete anche un tetto... coibentare bene e ventilare&#33; Ciau&#33;<br>

                      Commenta


                      • #12
                        Che tutta la documentazione a norma di legge debba essere fornita da un tecnico abilitato mi pare pi che sottointeso, per una stratigrafia di una parete che risponde alla normativa non univoca, si possono rispettare tutte le normative con stratigrafie totalmente differenti, poi il tipo di uso, il gusto personale del tecnico e del committente fanno pendere verso l&#39;una o l&#39;altra.<br>

                        Commenta


                        • #13
                          <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Che tutta la documentazione a norma di legge debba essere fornita da un tecnico abilitato mi pare pi che sottointeso,</div></div><br>Sottinteso certamente... ma quanti clienti sanno che in quelle carte ci sono scelte che lo riguardano?<br>Quanti clienti sanno che da l derivano le potenze previste per i loro impianti?<br>Molto pochini...<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">per una stratigrafia di una parete che risponde alla normativa non univoca, si possono rispettare tutte le normative con stratigrafie totalmente differenti, poi il tipo di uso, il gusto personale del tecnico e del committente fanno pendere verso l&#39;una o l&#39;altra.</div></div><br>Certamente&#33;<br>Ma onestamente... io tutta questa consapevolezza su cosa sia quella relazione, a cosa serva, e che dati contenga nei committenti non la vedo, onestamente.<br>Per non parlare della corrispondenza... ehm... tra relazione e costruito... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/aa15e39c5f66fa2a0928e17dc941b840.gif" alt=""> ...<br><br>Se un utente si preoccupa del calcolo della condensa interstiziale, non posso che presumere che chi lo assiste non gli ha detto che quella verifica si fa sempre e comunque, in ogni caso, perch prassi obbligatoria farla. Magari gli fa piacere scoprirlo, no? Altrimenti non l&#39;avrebbe chiesto.<br><br>E&#39; scontato che ci sia sempre un tecnico di supporto, meno scontato che ci sia sempre un dialogo adeguato ed esaustivo tra tecnico e committente. Magari non per malafede, magari per fretta, o magari per abitudine a proporre sempre la stessa struttura nella stessa realt&agrave;, sapendola straverificata. Mettici anche a volte il pudore del committente a far troppe domande.<br><br>Se il committente consapevole e informato, pu chiedere, sapere e capire perch gli stato proposto un muro e non un&#39;altro, sapendo che non andr&agrave; incontro ad aggravi per avere queste informazioni che sono sempre disponibili. Tutto qua&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b740450aa5441ed2768c2ad94718e70b.gif" alt=""> &#33;

                          Commenta


                          • #14
                            <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Denew&#39;s back&#33; @ 28/3/2008, 22:14)</div><div id="quote" align="left">.<br><br>Oggi per ci sono altre opportunit&agrave;, come l&#39;adozione di blocchi da costruzione coibentati, sul mercato si trova di tutto e di pi, consentono di ottenere murature certificate se posati secondo le schede tecniche (provate a chiedere la certificazione di un muro a intercapedine... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/0f9fb3de213473604b1cd8e25e6669a0.gif" alt=""> ...), velocit&agrave; di esecuzione, cantiere pulito, l&#39;impiego di manodopera un po&#39; meno specializzata, antisismicit&agrave;...<br><br>Fateci un serio pensierino, sono a prova di tennisti in erba... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/cd60d979df55a62f786919d43c8bfb58.gif" alt=":lol:"> ...</div></div><br>Io ho fatto la scelta del muro ad intercapedine (eliminando ovviamente tutti i ponti termici costruento la struttura all&#39;interno dell&#39;isolazione e con blocchi di vetro cellulare Foamglass dove serve etc..) perch con i blocchi di cui parli non raggiungevo i limiti di trasmittanza che mi ero imposto..<br><br>Per il tetto ci sarebbe da parlarne qualche giorno.. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/7fb3f5023aea313052f9c11371a402b2.gif" alt="">

                            Commenta


                            • #15
                              <div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Manofthemoon @ 29/3/2008, 08:23)</div><div id="quote" align="left">con i blocchi di cui parli non raggiungevo i limiti di trasmittanza che mi ero imposto..</div></div><br>Certo che un bel modo di progettare, pensa dove manderei il cliente che dopo che faccio il calcolo termotecnico secondo le disposizioni di legge, mi dice &quot;sa io mi sono imposto tale limite&quot;.<br>Siamo proprio alla frutta, Ah la certezza della pena&#33;<br>
                              Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X
                              TOP100-SOLAR