Benvenuto in EnergeticAmbiente.it.
+ Rispondi
Pagina 6 di 7 primaprima 1 2 3 4 5 6 7 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 101 a 120 su 128
Like Tree43Mi piace!

Discussione: CREARE Ricchezza

  1. #101
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,971

    Predefinito



    Bene, abbaimo visto la differenza con l'Irlanda.... allora, la colpa è dell'euro o dell'Italia?
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  2. #102
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,134

    Predefinito

    Ho già detto che lo Stato è forte con i deboli e debole con i forti e questo riassume tutto .

    L'agenzia delle entrate e con essa lo stato italiano, hanno dato nelle mani di personaggi a dir poco raccomandabili è poco , il compito del recupero crediti .

    Questo avviene in maniera vessatoria , sistematicamente , con cifre del 30% annuo sul recupero del credito , da versare a questi mafiosi incaricati del recupero, che si arricchiscono coi nostri soldi .

    Però la magistratura non fa niente , siccome è tutto legale e scritto cosi , la colpa è senz'altro dello Stato Italiano, pardon del cittadino .


    L'euro è un altro discorso a parte ed anche in quel caso la colpa di chi può essere ?
    Non certo mia , di chi lo introdotto e come lo gestisce , vuol dire che vi è almeno una cattiva gestione .

    Se per recuperare i crediti dobbiamo ridurre la gente sul lastrico o al suicidio , non sono d'accordo .
    Poi quando dai una penale troppo alta , il debitore ha difficoltà a pagare e quindi il debito diventa inesigibile , e questa è colpa delle leggi vessatorie dello stato italiano .
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  3. #103
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Aug 2008
    residenza
    Sardegna
    Messaggi
    5,060

    Predefinito

    Se in Italia avessimo avuto lo stesso sistema fiscale irlandese gli imprenditori, anzichè pagare per lavorare, starebbero benissimo.
    Certo ci sarebbero meno "pensionati facili", ma anche per loro sarebbe più agevole intraprendere la strada imprenditoriale con profitti di tutto rispetto è in grado di garantirsi una vita agiata: LAVORANDO.

    Saluti
    a BrightingEyes, livingreen e Darwin Piace questo messaggio
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  4. #104
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,971

    Predefinito

    perfetto, ci siamo capiti
    renatomeloni e Darwin piace questo messaggio
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  5. #105
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,373

    Predefinito

    La pressione fiscale italiana ufficiale, cioè quella propriamente detta prodotta da tassazione degli utili e Irap non è poi così abnorme rispetto ad altri paesi europei. Certo, noi adottiamo una tassazione che adottano paesi molto stabili, senza grossi problemi di occupazione (Francia, Svezia) e con forte attenzione alla redistribuzione sociale. Però abbiamo una situazione occupazionale e sociale molto più simile a paesi come l'Irlanda o la stessa Inghilterra che invece adottano politiche di tassazione molto più bassa per attirare le aziende. Questo è un primo problema.
    Il secondo è il motivo per cui teniamo la tassazione altissima. I paesi che lo fanno hanno poi un forte supporto sociale, con protezione della disoccupazione e supporto alla povertà
    Noi invece siamo costretti a dirottare ogni anno 50 miliardi dal fisco alla previdenza per sostenere la spesa previdenziale più elevata al mondo. Questa spesa è stata colpevolmente lasciata correre fuori controllo per DECENNI, per evitare il costo elettorale delle riforme alla Fornero, tanto era facile arrrivare alle coperture col ricorso al debito. Debito che invece di essere usato per investimenti produttivi è stato di fatto usato per le rendite parassitarie.
    Ora è facilissimo per tutti dire "abbassiamo le tasse". Ma sul come farlo senza potare generosamente qualche privilegio non mi pare di avere letto moltissimo!
    E stiamo parlando SOLO di pressione fiscale p.d.! C'è poi da considerare il secondo, gigantesco, carico "scaricato" sulle spalle (una volta capienti...) delle imprese! E cioè i ridicoli contributi previdenziali che sono il vero scandalo italiano. A partire dalla effettiva denominazione!
    Cosa sono in realtà???
    Secondo la definizione originaria e secondo quel che accade in USA, GB e altri paesi, sono una forma di retribuzione accessoria, all'interno di un libero contratto lavorativo, quindi teoricamente contrattabile. Se l'azienda non versa i contributi che ha contrattato può essere citata in giudizio civilmente, come qualsiasi azienda che non rispetta un contratto. In Italia però la magistratura ha da tempo cambiato le cose, rendendola di fatto un carico parafiscale, con le stesse pene e sanzioni dell'evasione fiscale. Lo si è fatto ovviamente per proteggere i dipendenti, ma il risultato è di fatto una pressione fiscale abnorme sul costo del lavoro. Questo in Italia è ormai per diverse categorie ben superiore al doppio del netto. Ma resta il pilastro base su cui si fonda OGNI calcolo di costo e produttività! Se un operaio produce 10 unità di prodotto al giorno e costa all'azienda 100€ al giorno ogni unità costerà 10€ e poco importa se poi in realtà in tasca all'operaio restano solo 40€!
    I contributi italiani valgono ora circa il 26% per l'impresa calcolato sul lordo (più un 8% circa a carico del lavoratore). E' evidente a un bambino che la competitività con chi ha carichi contributivi del 6%-8% non è nemmeno proponibile e quindi, per mantenere il costo totale del lavoro a livelli competitivi... si comprime il resto della componente, cioè lo stipendio lordo! Che a sua volta viene poi "tosato" dalla tassazione personale!
    Chi vagola di politiche espansive sperando in un "adeguamento" degli stipendi netti italiani a quelli del resto d'Europa dovrebbe prima capire questo punto fondamentale! Ogni stipendio netto italiano parte con un "malus" a prescindere di svantaggio che vale circa il 15%-20% del lordo, indipendentemente dalla buona volontà e generosità del datore di lavoro. Una specie di "pizzo" occulto alle generazioni del passato che NON può essere appaltato alle aziende come molti credevano negli anni ruggenti. Non più!

    Non è vero che l'Italia non produce più ricchezza! Anzi... ne produce tantissima (fortunatamente), ma è vero che questa è stata indirizzata verso utilizzi molto meno intelligenti (anche se sicuramente "furbi"). Quindi temo che il titolo sia adattissimo a una vera discussione da bar, ma poco concreto per la realtà italiana.
    livingreen e Darwin piace questo messaggio

  6. #106
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,134

    Predefinito

    Si lo abbiamo capito già , non c'è bisogno che lo ripeti 100 volte , sembra che conosci solo quello e di quello parli .

    Digli al tuo eroe politico di cambiare le cose , a me non frega niente , ti sembra che io campo di miseria ?
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  7. #107
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,373

    Predefinito

    Zagami, nessuno ti ha chiamato in causa. Qui si parla di come "creare ricchezza" ed io ho semplicemente fatto notare che gli imprenditori in Italia sono decenni che creano ricchezza! E lo fanno tuttora, visto che manteniamo una capacità produttiva seconda solo alla Germania e molto superiore ai tuoi eroi inglesi, che senza finanza e commonwealth sarebbero a fare birra, maglioni di lana e accordi fiscali sottobanco con chiunque come gli irlandesi!
    So che ti scoccia e capisco perchè, ma se DAVVERO vuoi abbassare le tasse come in altri post dici... devi dire da DOVE tagli. E per pietà evita le panzane sulla "sovranità monetaria"...
    Comunque non è che parlo "solo" di quello. E' SOLO quello il problema primario! L'unico su cui si può e si deve intervenire. E su cui si interverrà.
    Lo dice l'Istat eh! Non io!
    Prendi le percentuali di spesa pubblica italiane, rapportale con gli altri paesi e prova a segnalare quali voci sono AMPIAMENTE superiori alla media europea. Anzi mondiale. Ne troverai una soltanto...
    Non pretendo che si debba intervenire per forza lì... mi limito a fare il Nostradamus de borgata! Occorre diminuire la tassazione... non si può più ricorrere al debito... occorre trovare dove tagliare! Semplice no? E dove tagli? Dove sei già ampiamente sotto la media di spesa pubblica? (scuola, sanità, ecc)?? Mmmm non saprei! Ma mi sa che si agirà prima sulle voci (diciamo pure LA VOCE...) dove siamo abbondantisssssssimamente SOPRA la media!
    Ma ripeto... sono previsioni di un signor nessuno eh! Magari vi salveranno le stampanti della zecca... hai visto mai?
    Ultima modifica di BrightingEyes; 02-09-2016 a 17:00

  8. #108
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,134

    Predefinito

    Per BE.


    Quote Originariamente inviata da Franco52 Visualizza il messaggio
    Conoscete qualche sistema per CREARE ricchezza, con metodi possibilmente morali ?

    Certo non intendo investire in un quintale di cocaina per fare miliardi!

    Certo è necessario un finanziamento iniziale, ma poi cosa ci fareste per decuplicarlo?

    Per esempio si potrebbe investire in ricerca innovativa per oggetti non futili,
    ma utili a innescare un processo economico espansivo...

    Avete qualche idea?

    Ma il quesito che aveva posto il propositore di questo 3D , non era quello da te citato .
    A rigor di termini discussioni sulle tasse o sullo stato Italiano poco ci azzeccano sul quesito iniziale .

    L'unica escamotage relativa allo Stato Italiano è dire può uno stato sovrano creare ricchezza ?
    Al pari di qualsiasi cittadino e per somiglianza può un cittadino creare ricchezza ?

    Uno Stato sovrano nella nostra situazione con l'euro che non è di nostra proprietà ma della BCE, leggi bene la dicitura sulle banconote , può solo attaccarsi al tram e tassare i cittadini .

    Conosci tu altre vie ?

    Per il singolo cittadino produrre ricchezza con poco sforzo mi pare impossibile , ma c'è chi ci riesce sfruttando il lavoro degli altri , ed ha risolto molti dei suoi problemi , ma altri 1000 resteranno a bocca asciutta .

    Ora parlare di argomenti di politica o tassazione mi pare OT , non vedo attinenza , se qualcuno è di parere diverso si faccia avanti...
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  9. #109
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,373

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Allora meglio andare a rubare ...
    Ma sui pensionati ... credo potresti avere qualche incentivo statale , se al governo continuano a esserci i soliti non eletti degli ultimi 5 anni ...

    E poi possono anche dirlo che ci pensano negli ospedali, vista la spendig review che già è rivolta ...
    Questo è un estratto qualificato di uno dei tuoi primi ""apporti"" alla discussione...
    Serve altro per negarti qualsiasi credibilità relativamente alle tue definizioni di cosa è in tema o meno? Non credo sai...
    Dà retta a me, lascia perdere il moderatore faidate e torna a surfare youtube che qualche caciottaro che si immagina macroeconomo t'è sfuggito senz'altro!

  10. #110
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,134

    Predefinito

    Ma cosi siamo sempre OT , prendo atto che non sai nemmeno come lo stato possa arricchirsi , forse con la spending review ?

    Ma vedo che non capisci il senso della frase o fai finta per darti ragione pur avendo torto e mi corre obbligo risponderti in OT .

    Si parlava che Innominato voleva aprire un bordello o pompe funebri , tanto per cominciare soft , e per scherzare ...

    Quote Originariamente inviata da livingreen Visualizza il messaggio
    O entrambi, almeno chi "durante" ci lascia le penne, trova subitoaccoglienza dall'altra parte.
    Dalla pace dei sensi alla pace eterna.

    Quote Originariamente inviata da innominato Visualizza il messaggio
    pensandoci bene , magari lo stato ci aiuta ,nel senso che...per ogni pensionatoche passa alla pace eterna, si potrebbe patteggiare uno sgravio fiscale,ovviamente ogni neopensionato vale molto di +

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    Allora meglio andare a rubare ...
    Ma sui pensionati ... credo potresti avere qualche incentivo statale , se algoverno continuano a esserci i soliti non eletti degli ultimi 5 anni ...
    E poi possono anche dirlo che ci pensano negli ospedali, vista la spendig review che già è rivolta ...
    ...
    La spending review in poche parole è rivolta a mettere in difficoltà ancora di più chi è emarginato , quindi poveri e pensionati , non dando fondi adeguati per le cure del caso in lunga decenza e mettendo in difficoltà gli stessi ospedali ed operatori sanitari.

    Se hai soldi, ti curi con i tuoi soldi , se non ce l'hai ti accontenti di quello che passa il convento , pardon ospedale sottoposto a spending review , in poche parole con pochi soldi , con materiale scadente .

    Ora vorrei la soluzione con la bacchetta magica come fa uno stato ad arricchirsi se non tassando i cittadini , escludiamo per il momento la spending review , visti i danni che sono stati fatti .











    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  11. #111
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,373

    Predefinito

    Guarda che "spending review" significa revisiine delle spese! Non per forza taglio degli ospedali!
    La spesa pubblica si divide in tante voci. Quella sanitaria è una delle tante che in Italia sono SOTTO la media europea, come ho già scritto. Quindi è ovvio anche ai bambini che non c'è molto spazio di "review" lì! Ci siamo fin qui?
    In un paese civile se si decide che la eccessiva pressione fiscale sta creando danni (lo scrivevi anche tu poco fa, no?) e non si vogliono tagliare gli ospedali si vanno a scegliere altre spese da tagliare. Magari dove la spesa è platealmente esagerata rispetto alla media, ok?
    Io non ho bacchette magiche. Dico solo che in Italia la spesa pubblica totale non è molto superiore alla media di altri paesi, ma TUTTE le voci sono più basse della media tranne due! Una è la spesa per i dipendenti pubblici, ma è di pochissimo superiore alla media. L'altra è una spesa previdenziale che è di VARI punti percentuali sopra la media e doppia rispetto ad alcuni paesi.
    Poi le ricette veditele tu! Io non consiglio, voglio, pretendo alcunchè! Mi limito a ipotizzare quello che si farà!
    E temo di non essere l'unico. Spiace...
    livingreen e Darwin piace questo messaggio

  12. #112
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Sep 2007
    Messaggi
    4,971

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da zagami Visualizza il messaggio
    ....Si parlava che Innominato voleva aprire un bordello o pompe funebri , tanto per cominciare soft , e per scherzare ...
    ma noi lo sapevamo già, che questa discussione finiva in delirio
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)

  13. #113
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,134

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    Guarda che "spending review" significa revisiine delle spese! Non per forza taglio degli ospedali!
    La spesa pubblica si divide in tante voci. Quella sanitaria è una delle tante che in Italia sono SOTTO la media europea, come ho già scritto. ..
    Purtroppo qui al sud si fanno tagli lineari anche negli Ospedali , specialmente quelli di periferia ; tagli di personale che non viene sostituito e tagli di risorse .
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  14. #114
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jul 2008
    residenza
    Sinistra Destra del Po Veneto/Emilia-Romagna
    Messaggi
    1,711

    Predefinito

    A proposito di ricchezza, amarcord quando i numeri erano numeri e soprattutto si leggevano come tali, ora "l'emancipazione" da una versione diversa, adesso si interpretano.
    Non ci vuole poi molto accertarsene basta leggere certe elucubrazioni mentali dei vari pennuti, ora questi saltimbanco della ciacola sono capaci di darti dell'ignorante perché chiami un furto un furto e non una distrazione, belin che fighi che sono.
    Questa premessa perché sarà difficile che questi geni della contabilità scrivano la verità, loro sono l'ultima linea di difesa, poi c'è Lui.
    Per tanto, sarei curioso di sapere la loro perché, forse leggo male i giornali, nella TV di stato non se ne parla... ma sembra che siano circa +70.000 i dipendenti licenziati al confronto degli assunti, insomma il Jobs act è alla fine dei suoi giorni...
    Tre cose mi dispiacciono veramente... il fallimenti di questi quarantenni, li facevo più intelligenti, l'amarezza per chi non trova lavoro, e la rabbia per chi ha creduto e crede ancora in questo Davy Crockett, che non morirà nel forte come il citato, ma farà la sua fine vera, si è arreso.
    Sono molto curioso di leggere come lo chiamerete ora il Jobs act, tanto non riuscirete mai a chiamarlo Flop act, Hasta la victoria siempre.
    Da quando ho il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo.
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Vengo anch'io... no tu no!, ma perché? perché il mondo è settoriale, qui ci puoi andare nell'altro no!

  15. #115
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Nov 2012
    residenza
    Sicilia .
    Messaggi
    3,134

    Predefinito

    Interessante il vertice anti austerità in grecia lo posto su brexit.

    [h=1]Ue: Renzi, sia sociale basta solo regole. Berlino attacca leader anti austerity[/h][h=2]Il premier: "La dichiarazione di Atene è importante perché offre una visione diversa di Europa da quella vista fino a oggi"[/h]
    Dante: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza ".

  16. #116
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jul 2008
    residenza
    Sinistra Destra del Po Veneto/Emilia-Romagna
    Messaggi
    1,711

    Predefinito

    Non meno la dichiarazione del ministro Wolfgang Schäuble, quasi certamente prossimo cancelliere tedesco, dopo sono azzi nostri, riguardo questa riunione di omissis.
    Per la cronaca: raramente dai summit socialisti esce qualcosa di intelligente... se questa è la premessa.
    Da quando ho il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo.
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Vengo anch'io... no tu no!, ma perché? perché il mondo è settoriale, qui ci puoi andare nell'altro no!

  17. #117
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,373

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da vince1948 Visualizza il messaggio
    Per tanto, sarei curioso di sapere la loro perché, forse leggo male i giornali, nella TV di stato non se ne parla... ma sembra che siano circa +70.000 i dipendenti licenziati al confronto degli assunti, insomma il Jobs act è alla fine dei suoi giorni...
    Non t'amareggiare per i quarantenni. Pensa per te che ne avrai maggior ragione.
    Il job act è una legge "per dare lavoro" solo nel fatato e dorato mondo degli allocchi fluviali. Nella realtà è stata la (DEFINITIVA, puoi pure scommetterci!) fine di quel furbastro coacervo di norme e normette inventate dai fedeli cagnolini togati al guinzaglio sindacale per espandere a dismisura gli effetti di una norma di per sè non drammatica, ma fatta diventare in Italia un bubbone che bloccava il mercato del lavoro.
    Il job act è una legge che LIBERALIZZA il mercato del lavoro. Rendendo più facili le assunzioni... ed i LICENZIAMENTI. Che questi crescano non è una sorpresa, novità o sconfitta di qualcuno. Per oltre l'80% tra l'altro sono semplicemente cessazioni di rapporto a tempo determinato che non viene rinnovato. Per un'altra parte è, finalmente, la libertà di togliersi dalle scatole il fanca..ista professionista.
    D'altronde che il mercato del lavoro sia in forte evoluzione e certo non negativa per le aziende lo dimostrano i dati sui contratti di apprendistato, finalmente in crescita sostenuta. Che dovrebbero essere la vera via di entrata per i giovani nel mercato del lavoro.
    Che il job act sia una mezza sciagura per la generazione di mezzo degli illusi dai summit sindacali (da cui è CERTO che non è mai uscito nulla di buono...) non lo scopriamo ora. Spiace, ma a credere alle panzane dei colleghi della schnautzer mannara col ciuffo qualche rischio lo si correva...

    Lo scopo del job act NON era quello di fare il bene del lavoratore! Ma di fare il bene dell'economia italiana! Se una mandria di anzianotti ignoranti delle Midlands ha deciso di fare un pò di recessione con l'intelligentissimo voto di giugno... dovrebbero pagarne i costi le sole aziende? Scordatelo! Quei tempi sono passati e NON torneranno! Ogni crescita di competitività e produttività si tradurrrà in posti di lavoro serii. Ogni perdita di mercato e recessione in disoccupazione.
    Abituatevi perchè sarà cosa molto più diretta che nel passato! E occhio a cosa votate se davvero vi sta a cuore il posto! Per i pensionati a reddito garantito (finora) è facile sproloquiare di rivoluzioni e rinascite. Per chi fonda il proprio benessere sulla salute dell'azienda che lo ha assunto... conta molto più il lavorare con coscienza e la stabilità del mercato che le bubbole youtubere o le illusioni post68ine di finanziamento a fondo perduto da parte del "ricco padrone" di situazioni in perdita irreparabile! La lezione è questa!

    Se le cose vanno bene il job act permette di avere più assunzioni. Se vanno male permette ALLE AZIENDE di scaricare gran parte dei "pesi" diventati inutili senza che qualche scimpanzè in toga possa mettersi di traverso. Permettendo così una riduzione di costi per adeguarsi elasticamente alle crisi di mercato! A differenza di quanto successo quando hastavate la vista... si salvano LE AZIENDE, non i posti parassitari!
    Non è il job act che non funziona. E' la comprensione senile che stenta...
    Ultima modifica di BrightingEyes; 10-09-2016 a 21:32

  18. #118
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jul 2008
    residenza
    Sinistra Destra del Po Veneto/Emilia-Romagna
    Messaggi
    1,711

    Predefinito

    Questa risposta è proprio una g..a.a pazzesca, dove come al solito vaneggi dando attribuzioni di buona legge, ad una legge solo zeppa di probabilità, per di più fatta ad oc per togliere qualsiasi possibilità di difesa al lavoratore, dove con grande gioia, e tu lo confermi, si dice che se una impresa non ha più bisogno ora può mandare chiunque fuori dalle balle, naturalmente tutto a pro dell'economia.
    Perfetto, e che cavolo, meglio di cosi non si poteva fare per ingrassare i padroni a discapito come sempre dei lavoratori, a già lo si fa per la crescita... che emerita strunzata.
    Indi per fare una ipotesi, ho cinquanta operai mi sveglio al mattino e ne lascio a casa venti, con la scusa che mi è calato il lavoro, per subito dopo sostituirli con lavoratori "disperati" che accettano anche i Voucher pur di vivere, bellissimo complimenti se questa è la tua idea di democrazia, io credo che di poterla chiamare in un altro modo, storico.
    Però come sei umano, giochi con la vita degli altri standotene seduto sui .aroni in poltrona... bè d'altronde da chi non ha mai lavorato cosa si può pretendere, solo quel che da troppo ti dico, vai in mezzo alla gente fatti assumere in fabbrica dove capirai con umiliazioni comprese cosa vuol dire davvero lavoro, omissis che non sei altro.
    Dovevano arrivare investimenti da tutto il mondo... dove sono? te lo dico io svegliati se la sono svignata, la bontà di questo Flop act è solo nella testa come la tua.
    Almeno quando comandavano gli ora prostatici il tutto era regolamentato democraticamente, magari non era tutto perfetto, è sempre facile "dopo" giudicare e tu lo sai bene è uno dei tuoi cavalli di battaglia prendertela con i posteri, ora che con questa trovata si doveva snellire il tutto, e anche se non lo dici doveva scatenarsi una miriade di assunzioni, te lo sei dimenticato lo ha detto mille volte il tuo guru, naturalmente a spese dei lavoratori, si sempre quelli, invece guarda i risultati, operai a casa padroni sempre più ricchi, ma d'altronde a te va bene cosi, sono poi quelli che ti fanno lavorare.
    Ecco come sta finendo il tuo mondo, siete partiti con la massima liberalizzazione basta stato e bla bla bla, ora piangete elemosina da esso gridate alla mancanza di lavori pubblici, ma non ci dovevate pensare voi? Bè pare di no perché alla fin fine quei lavoratori che lasciate a casa in qualche modo devono pur vivere, indi nero a volontà, chi ci riesce, oppure assistenza e chi la paga... come scrive il premio Nobel Milton Friedman, la fiscalità generale ossia i contribuenti, i quali continuano a vedere le tasse e le imposte aumentare, senza soluzione di continuità.
    Di conseguenza aimè, L’Italia è una grande madre di homo assistitus che aspetta tutti i giorni il latte dalle mammelle potenti dello Stato.
    Certo non dico che un po' di colpe le abbiano anche il lavoratori, ci mancherebbe, ma se FCA dopo aver illuso e spaccato il sindacato, dopo che i lavoratori per vivere hanno dovuto accettare anche la riduzione delle pause e quant'altro di disumano, ora dato che la fabbrica che tanto hanno osannato chiude, non è certo colpa dei lavoratori... e vai con l'assistenza, della serie vengo sfrutto e me ne vado senza nulla ferire, anche anzi soprattutto grazie al Flop act, belin che minchiata, guarda io farei una legge che obbliga tutti quelli che l'hanno osannata e voluta a sborsare 500€ mese fondo cassa integrazione.

    ----------------
    Preciso che nessuno a mai pensato o scritto che il Flop act fosse una stampella per i lavoratori... vedi modifichi la domanda a piacimento per poi rispondere con una tiritera ormai ammuffita, è per questo fastidioso e odioso modo di rispondere che ho deciso di mollarti, seguirti è deleterio.
    Lo so che la tua boria ne soffrirà, ma belin questo è delirio, ti ritieni incommensurabile.
    Ah! tanto perché non pensi che non abbia capito, molto sinteticamente il Flop act è tutto quello i padroni, si i padroni perché ci sono ancora, volevano fosse fatto, per sfruttare meglio la situazione.
    Faccio senza salutarti, anzi visto lo scritto ultimo, non solo non ti rispondo più, non ti leggo più, e vedrai che qualcun altro seguirà questa decisione, tanto meno ti dico cosa mi scrivono di te fuori forum, perché non vogliono avere a che fare con te, bè io mi nasconderei... comunque ti mando li proprio li, nell'oblio, fora dai bal.
    a zagami piace questo messaggio.
    Da quando ho il fotovoltaico e l'Osmosi inversa, sono costretto a risolvere problemi che prima non avevo.
    Impianto da 4 kWp - 16 Pannelli Futura 250 Wp - 1 Inverter Bluenergy 4,4 kW.
    Vengo anch'io... no tu no!, ma perché? perché il mondo è settoriale, qui ci puoi andare nell'altro no!

  19. #119
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,373

    Predefinito

    Azzz.. presa bene eh?
    Fai come credi! Chi distorce le discussioni a fini politici rischia di restare "amareggiato".
    Vedo che finite le battute sarcastiche anche le pretese di "sintesi" sotto le 500 parole... sfumano! Evabbè!
    Che l'occupazione cali e calerà ancora è nozione comune. Così come che le aziende cambieranno. Il job act e quello che ne seguirà (perchè non finirà certo qui, tranquilli!) sono semplicemente l'adeguarsi della società. Adeguamento che in GB hanno fatto negli anni 80. Mentre qui i vostri amici "difendevano" il nulla, facendo chiudere piuttosto le aziende pur di non far passare il principio del licenziamento!
    Si, esatto! Se il mercato cambia e per restare competitivo ne devo mandare a spasso 20 LI LICENZIO! È così che si deve fare! La pietosa pantomima del "tengo famiglia" si DEVE risolvere per via statale! Siamo TUTTI NOI, a cominciare dai pensionati in retributiva non contribuita, a dover versare i 500€! O anche più, ma non per una cassa integrazione riservata a pochi, ma un sussidio per tutti. Come succede in ogni paese civile e come i TUOI eroi della triplice hanno SEMPRE rifiutato! Preferendo ostacolare con ogni mezzo le aziende per ottenere alla fine solo l'intervento dei contribuenti per garantire succosi "prepensionamenti" a carico dei giovani che ora le facce di... vabbè diciamo toste, pretendono di "difendere" dai nefandi legislatori di Sinistra. Quella vera, non quella massimalista, da piazza che ha ridotto l'industria italiana come è e che ne ha pagato il costo elettorale riducendosi a percentuali da prefisso telefonico e sparendo, di fatto. (Se mi affido solo ai voti di chi piazzo nelle aziende e contemporaneamente faccio strage di aziende e occupazione... mi ritroverò con il "nocciolo duro" del mio elettorato formato dalle pantere grigie nostalgiche. Col grosso rischio di vedermele deviare su panzanari ruspanti più "alla moda" quando si parla di immigrazione e difesa dai perfidi zingarirumenislavi... era da pensarci eh!!!)
    Ora l'avanzata dei partiti populistici, ribellistici, forcaioli capisco che dà qualche speranza ai nostalgici stufi di ingoiare fango dalla marcia dei 40.000. E da qui si spiega l'accettazione totale ed acritica di ogni panzana youtubera, purchè "antagonista". Ma questi movimenti NON sono nè saranno mai la riedizione del 68! Il vero collante di queste rivoluzioni mediatiche è l'egoismo! Io non voglio le olimpiadi non perchè me ne freghi qualcosa della corruzione o dell'ambiente! Ma semplicemente perchè se non spendi 10 miliardi in ste str..ate magari poi non sei costretto ad aumentarmi il bollo auto!
    Hasta un pò cosa credi e rispondi a chi credi. Tanto l'unica cosa certa è che un certo passato non tornerà e a me basta quello.

    P.S. a beneficio della comprensione, il dato NON significa che le aziende stiano aumentando la disoccupazione. Tantomeno per passare ai voucher!
    Anzi il dato ufficiale (http://www.ansa.it/sito/notizie/econ...8e606ee15.html) evidenzia nel trimestre 2,45 milioni di contratti attivati contro 2,19 di contratti cessati.
    Aumenta sicuramente la flessibilità. Cioè anche più licenziamenti, che era uno degli obbiettivi della riforma, certo. Ma non 3siste una legge "furba" che possa impedire il crollo dell'occupazione se il sistema va in crisi. E lo dimostra il fatto, credo innegabile anche dagli allocchi nostalgici, che il 99% della perdita di posti in Italia si è avuto dal 2008 fino al 2014. Quando cioè il job act non esisteva. E anche prima della revisione dell'art. 18 fatta dalla Fornero.
    Ultima modifica di BrightingEyes; 11-09-2016 a 14:42
    Darwin e serman piace questo messaggio

  20. #120
    Moderatore
    Registrato dal
    Aug 2005
    Messaggi
    6,373


 

Discussioni simili

  1. Vorrei creare un bioreattore.
    Da tony995 nel forum BioCarburanti dalle microalghe
    Risposte: 21
    Ultimo messaggio: 26-02-2015, 06:45
  2. creare inverter con accendigas?
    Da francoilfranco nel forum Ai Confini della Scienza
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 21-05-2010, 15:07
  3. Creare un pannello solare per il mio PC
    Da max984 nel forum Fai Da Te
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 23-06-2009, 19:18
  4. Creare generatore
    Da CORRENTE nel forum Fai Da Te
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 11-05-2009, 20:29
  5. Creare Occupazione con l'IDROGENO
    Da FernandoFast nel forum [CHIUSA]DIALOGHI e NEWS sull'energia solare
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 02-03-2006, 13:46

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi