PDA

Visualizza la versione completa : Un desolfatatore che promette molto bene



Pagine : [1] 2

DOLOMITICO
19-02-2008, 19:53
Per rendere piu facile la discussione ne apro una nuova per questo particolare oggettino che sto provando<br>con esiti positivi per essere ai primi test.<br><br>RISULTATI OTTENUTI:<br><br>Batteria da 45 ah N1° (2 in tot) solfatata con voltaggio max in volt pari a 12.50 circa,la corrente era di circa 300ma in carica.<br>Dopo 4 giorni ha raggiunto di nuovo i 12.9 volt.<br><br>LE FOTO:<br><br><br><a href="http://image.forumcommunity.it/1/9/8/4/7/7/0/1203428022.jpg" target="_blank"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/9028456c017ec0da9176848ffc4ece46.jpg" alt="image"></a><br><br>Questo sono le piastre ingrandite con una batteria nuova:<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4d231524953152f0d066ebf4feb17de8.jpg" alt="image"><br><br> Questa con una batteria di 6 mesi<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ce435083fbd172ce6064ae1372a88773.jpg" alt="image"><br><br>Questa con batteria usata 24 mesi<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e04586a07777edbb5cbb19335ac90202.jpg" alt="image"><br><br>Questa dopo il trattamento con il MEGAPULSE:<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/97f18b6ba785360f8d7384e5a2e48a97.jpg" alt="image"><br><br>LE FOTO SONO TRATTE DAL SITO <a href="http://WWW.MEGAPULSE.DE" target="_blank">WWW.MEGAPULSE.DE</a><br><br><br>Maggiori info: <a href="http://www.megapulse.no/wien.pdf" target="_blank">http://www.megapulse.no/wien.pdf</a><br><br><br>PS:UN RINGRAZZIAMENTO AL MIO AMICO CHE MI HA FATTO CONOSCERE QUESTO APPARECCHIO E A CUI VA IL MERITO ciao UDOS3

eneo
20-02-2008, 10:17
ciao dolomite ma questo apparecchio che citi quanto costa? e dove reperirlo. grazie

DOLOMITICO
20-02-2008, 16:15
Ciao eneo io l&#39;ho trovato qui:<br><br><br><a href="http://www.conrad.de" target="_blank">www.conrad.de</a> nel serch scrivi megapulse<br><br><br>costa 59€piu spese di spedizione,(ho pagato circa 81 €)<br><br><br>Giusto per la cronaca :<br><br>la batteria che ho collegato ieri sera ha recuperato ancora un paio di tacche<br>da 12.25 di ieri sera a 12.50 di oggi e continua a salire.(è la seconda da 45ah9<br><br><span class="edit">Edited by DOLOMITICO - 27/2/2008, 09:21</span>

eneo
20-02-2008, 18:18
ciao dolomite e grazie per le info. non vorrei uscire dal discorso ma ieri ho cambiato la batteria auto era del tipo senza manutenzione perche&#39; era finito l&#39;acqua e non manteneva piu&#39; la carica, secondo te si puo&#39; fare qualcosa o la devo buttare?

DOLOMITICO
20-02-2008, 18:38
Io ne ho 4 per i pannelli solari di quel tipo,<br>In realta se togli gli adesivi vedi che ci sono i 4 tappi sigillati,io ne ho trapanato uno e puoi mettere nuova acqua,io lo devo fare perche il pannello spara 14.4volt per la ricarica e questo fa si che una parte dell&#39;acqua si eletttrolizza.<br>Se la tua batteria segna piu di 11.40 volt(multimetro digitale)meglio se è sopra i 12volt<br>prova a caricarla tenendo d&#39;occhio l&#39;amperometro,se dopo poco gli amper calano<br>es:<br>dopo 2/3 ore a 5 ah cala subito l&#39;assorbimento a 1/2 ah o meno è solfatata.<br><br>Se invece non accetta proprio piu carica la vedo grigia.Fammi sapere. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/d4d667292f3d2b883bba54fa105ce2aa.gif" alt=";)"><br><br>IMPORTANTE:<br>Il megapulse non funziona in caso di elementi rotti,di ossido di piombo presente sul fondo della batteria che cortocircuita le piastre<br><br><br>Ti ho aggiornato il link per il sito tedesco.

eneo
21-02-2008, 17:55
sulla batteria c&#39;e&#39; scritto senza manutenzione pero&#39; sopra ci sono i sei classici viti per inserire l&#39;acqua, ho aggiunto la demineralizzata e lo messa sotto carica, ieri sera dopo la carica stava sui 13.2 questa mattina lo trovata sui 11.9. non ho potuto controllare gli ampere purtroppo il carica batteria non ne e&#39; dotato.<br>chissa&#39; se gli elettrauti hanno questo dispositivo, devo chiedere. ciao

DOLOMITICO
21-02-2008, 18:07
Non so,ma gli 11.9 erano a batteria scollegata immagino.<br>Potenzialmente è ancora valida,pero per misurare di basta anche un tester digitale misura la corrente di carica <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/124fd7f2733f882f296e5d9863cf2883.gif" alt=";)"><br><br>Per la cronaca del desolfatatore:<br><br>Oggi l&#39;acido si è alzato di un millimetro rispetto a ieri sull acidometro,<br>siamo a mete della scritta 12.50.<br>Ho fatto un test veloce sulla batteria gemella in stand-by con l&#39;effetto scintilla (il classico corto per vedere se fa scintille)e per poco non si è fuso il filo sul polo,dire molto di piu di quello che era prima.<br>Ma non cè nessuno che interessa sta storia del recupero? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/62408924817b568eec8ef9857eef184c.gif" alt=":huh:"><br>Pensavo di essere invaso di domande invece vedo che cè il deserto qui in giro <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/8bd752cf3872404814da13f6cab331cf.gif" alt="&lt;_&lt;">

udos3
21-02-2008, 18:54
ciao<br>devi linkarlo su fai da te eolico e idroelettrico, magari lo leggono in tanti<br>anchio non ci ho pensato di guardare qui<br>comunque va misurata la resistenza interna della batteria per sapere circa la capacita&#39; disponibile<br><br><br>

Eddy79
21-02-2008, 20:39
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (eneo @ 21/2/2008, 17:55)</div><div id="quote" align="left">sulla batteria c&#39;e&#39; scritto senza manutenzione pero&#39; sopra ci sono i sei classici viti per inserire l&#39;acqua, ...</div></div><br>Ciao<br>Sono batterie al piombo in cui le piastre sono state trattate per inibire l&#39;elettrolisi dell&#39;acqua in modo da non doverle rabboccare.<br>Sono definite senza manutenzione perche&#39; per un lungo periodo te le dimentichi; ciò non toglie però che alla lunga l&#39;acqua finisca e la batteria non vada più.<br>Aggiungi pure acqua e prova a caricare.<br><br>Ben diverse sono le batterie &quot;a secco&quot; in cui non va aggiunta acqua, hanno dei tappini in genere di gomma coperti da un foglio di plastica incollato. (in genere non sono batterie da avviamento)<br><br>Eddy

eneo
22-02-2008, 08:45
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (DOLOMITICO @ 21/2/2008, 18:07)</div><div id="quote" align="left">Non so,ma gli 11.9 erano a batteria scollegata immagino.<br>Potenzialmente è ancora valida,pero per misurare di basta anche un tester digitale misura la corrente di carica <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c9cffc2cf4a6da7a308957e7b50be0db.gif" alt=";)"><br><br>Per la cronaca del desolfatatore:<br><br>Oggi l&#39;acido si è alzato di un millimetro rispetto a ieri sull acidometro,<br>siamo a mete della scritta 12.50.<br>Ho fatto un test veloce sulla batteria gemella in stand-by con l&#39;effetto scintilla (il classico corto per vedere se fa scintille)e per poco non si è fuso il filo sul polo,dire molto di piu di quello che era prima.<br>Ma non cè nessuno che interessa sta storia del recupero? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e70c17e68efbbecef06c24f13d0bcab6.gif" alt=":huh:"><br>Pensavo di essere invaso di domande invece vedo che cè il deserto qui in giro <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f1d034b07b5abfcaaaa0be586aa9db17.gif" alt="&lt;_&lt;"></div></div><br>ciao dolomitico e&#39; interessantissimo questo argomento, come detto da udos puoi inserire l&#39;argomento in altre sezioni, vedrai a quante persone interessa.<br>si la batteria dava 11.9 v ed era scollegata da tutto.

eneo
22-02-2008, 11:59
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Eddy79 @ 21/2/2008, 20:39)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (eneo @ 21/2/2008, 17:55)</div><div id="quote" align="left">sulla batteria c&#39;e&#39; scritto senza manutenzione pero&#39; sopra ci sono i sei classici viti per inserire l&#39;acqua, ...</div></div><br>Ciao<br>Sono batterie al piombo in cui le piastre sono state trattate per inibire l&#39;elettrolisi dell&#39;acqua in modo da non doverle rabboccare.<br>Sono definite senza manutenzione perche&#39; per un lungo periodo te le dimentichi; ciò non toglie però che alla lunga l&#39;acqua finisca e la batteria non vada più.<br>Aggiungi pure acqua e prova a caricare.<br><br>Ben diverse sono le batterie &quot;a secco&quot; in cui non va aggiunta acqua, hanno dei tappini in genere di gomma coperti da un foglio di plastica incollato. (in genere non sono batterie da avviamento)<br><br>Eddy</div></div><br>ok grazie eddy.<br><br>ps. mi son scordato di dire che dopo 24 ore la batteria segna 11.89V, penso che si possa recuperare.<br><br><span class="edit">Edited by eneo - 22/2/2008, 12:22</span>

DOLOMITICO
23-02-2008, 11:53
Oh eppur si muove diceva qualcono,. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/494653d7d5342c49eb46e4f1a0ceb4cc.gif" alt=":D"><br>Ma la resistenza si misura come una banale resistenza elettrica?<br>Esiste una scala?<br>Da quello che vedo come risultati l&#39;acido e sui 12.50 ma vedo che piano piano si alza (sono al 4 giorno e i test li fanni su una 15ina di giorni circa.<br>Ho provato a fare una misura sommaria col tester in ohm ma piu o meno so 3 batterie mi da 300 ohm,calcolando che son 3 di capacita/carica/marca diverse qualcosa non quadra.<br><br>La prima batteria che ho provato col megapulse per 4 giorni che per la cronaca non andava oltre i 12.55 volt dopo una settimana è fiisa sui 12.87volt.<br><br>Qui una foto del mio test center è un po scarsa ma i telefonini fanno quel che possono.<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c25f930e874db1b2d6e2c3aeb3ba4be6.jpg" alt="image">

udos3
23-02-2008, 12:44
diao Dolomitico<br>la resistenza interna di una batteria ,non puoi farla con un semlice tester , ma va usato lo strumento approppriato che scarica impulsivamente una data corrente e misura i volt durante questo impulso di scarica ed elabora il prodotto di U/I = R

DOLOMITICO
23-02-2008, 12:58
A ecco mi pareva stano.quello che mi dicevi tu.Grazie

udos3
23-02-2008, 16:11
Der Innenwiderstand eines Akkus oder einer Batterie ist neben der tatsächlichen Kapazität ein wichtiges Bewertungskriterium. DasRIM 1000 führt in Sekundenschnelle eine genaue Innenwiderstandsmessung von Akkus und Akkupacks durch. Besonders bei Hochstromanwendungen macht sich der Spannungsabfall am Innenwiderstand negativ bemerkbar. Die Alterung eines Akkus ist am Anstieg des Innenwiderstandesam besten zu erkennen. Mit dem RIM 1000 ist der Innenwiderstand von Einzelzellen oder Akkupacks in wenigen Sekunden zu ermitteln, wobei Entladestrom-Impulse von bis zu 20 A für realistische Testbedingungen sorgen. Die Messwerterfassung wird als 4-Leitermessung durchgeführt, federnde Messspitzen gewährleisten eine sichere Kontaktierung.<br><br> Artikel-Nr.: 121785 - 62<br>81,56 EUR<br><br>Inkl. gesetzl. MwSt. zzgl. Versand<br><br> Stück<br><br> Produkt vergleichen<br><br><br><br>Mengenrabatt<br>Menge in Stück Preis in EUR Ersparnis in EUR<br>1 81,56 --<br>5 77,91 4% = 3,65<br><br><br><br><br>Highlights<br>Schnelle Qualitätsbewertung eines Akkus über Innenwiderstandsmessung<br><br>

DOLOMITICO
23-02-2008, 19:10
Sicoome non tutti capiscono il tedesco provo io a tradurre spero capiate. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/522ef4a1f7ea87a7d7582805e8f95b75.gif" alt=":B):"><br><br>TRADUZIONE:<br>La resistenza interna di una batteria è prossima alla reale capacit&agrave; è un importante criterio di valutazione. Il RIM 1000 conduce in pochi secondi una dettagliata misurazione della resistenza interna di pile e batterie. Specialmente per applicazioni ad alta corrente rende la caduta di tensione sulla resistenza interna negativamente notevole. L&#39;invecchiamento di una batteria è un aumento della resistenza interna. Con il RIM 1000 è la resistenza interna delle singole celle o batterie ricaricabili in pochi secondi per determinare dove il discarico di impulsi fino a 20 A per realistiche condizioni di prova. L&#39;acquisizione dei dati è una misura a 4 scale, la connessione è fatta per garantire un collegamento sicuro<br><br><br>Articolo-Nr.: 121785 - 62<br>81,56 EUR<br><br>Incl. iva. spese aggiuntive<br><br><br>pezzo<br><br>comparazione prezzo<br><br><br><br>Mengenrabatt<br>merce in pezzi Prezzo in EUR risparmio(???)in EUR<br>1 81,56 --<br>5 77,91 4% = 3,65<br><br>Spero sia stato utile

DOLOMITICO
24-02-2008, 12:05
<img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ac3574207fcdda9e07be338806f2bdb7.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ac3574207fcdda9e07be338806f2bdb7.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ac3574207fcdda9e07be338806f2bdb7.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ac3574207fcdda9e07be338806f2bdb7.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ac3574207fcdda9e07be338806f2bdb7.gif" alt=":D"> MI SA CHE FUNZIONA MOLTO BENE&#33;&#33;&#33;&#33;<br><br>Stamattina ho fatto un test generale su tutte e 6 le celle,(i rilevamenti li facevo sulla prima piastra vicino al positivo che era la piu solfatata).<br>Su questa piastra ieri il livello dell&#39;acidometro era a meta della scritta 12.50 e oggi è gia alla base(1mm di guadagno).<br>Mentre sulle 4 piastre centrali il livello è addirittura superiore siamo vicini ai 12.75.<br>L&#39;ultima piastra del negativo ritrovo la stessa situazione della prima positiva.<br><br>Nell&#39;insieme direi che i risultati ci sono,con il sistema suggeritomi da EDDY79 di mettere le batt.con una corrente minima per equalizzare le piastre ero arrivato si a dei miglioramenti ma ero appena arrivato fuori della zona rossa dell&#39;acidometro sui 12.00.<br>Con questo megapulse in 5 gg ormai sembra che, dai risultati un beneficio ci sia.<br><br>Una domandina:<br>la batteria da 250 ah dopo averla scaricata e ricaricata e lasciata riposare un paio di gg, lentamente si scaricada 12.65volt sta scendendo in 4gg fino a12.48v.<br>é da rottamare?su un test con carico di 15 ah dura 25 min quindi la capacita restante è di 6/7/8ah.<br>Dite sia morta? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/946f8a4caeb52d27084bb3b03d62e11a.gif" alt=":huh:">

udos3
24-02-2008, 12:40
l hai caricata fino a 14,4 volt?

DOLOMITICO
24-02-2008, 12:59
Si,in pratica l&#39;ho caricata con un alimentatore regolabile in volt e amper fino all assorbimento max(assorbiva neanche 1ah),dopodiche ho attaccato un trasformatore che mi carica un pacco batteria(sempre al piombo)che raggiunge i 14.4volt 500ma,mi serve solo per tenere alta la tensione in carica,ma alla fine del test devo scaricarla e ricaricarla o basta lasciarla cosi?<br><br>ma perche alcuni dicono che va caricata a 13.8v e altri a 14.4?non è un po troppo?anche il mio pannello fotovoltaico carica a 14.4

udos3
24-02-2008, 13:05
2,4 volt per elemento , visto che sei in montagna , va bene se guardi le specifiche delle Pb<br>per equalizzarle , puoi salire fino a 15 V .

Eddy79
24-02-2008, 18:35
Ciao<br>Nel campo della trazione elettrica le piombo acido si caricano con un semplice trasformatore e un ponte diodi ; la corrente iniziale di carica puo&#39; essere anche 1/6 di C fino al raggiungimento della tensione di 2,4 volt per cella. A questo punto interviene un temporizzatore che prosegue la carica ancora per un tempo stabilito (dalle 2 alle 4 ore ) in cui la batteria &quot;gassifica&quot;.<br>Alla fine la tensione puo&#39; arrivare anche a 2,6 V per cella sotto carica che deve corrispondere ad una densit&agrave; dell&#39;acido almeno di 1,26 Kg/dm<sup>3</sup>.A questo punto la batteria si considera carica e viene messa in mantenimento con una corrente irrisoria oppure con delle brevi cariche cicliche.<br><br>Non ti spaventare se la tensione sale a quei livelli, e&#39; abbastanza normale; sarebbe pero&#39; opportuno utilizzare possibilmente un trasformatore per realizzare la carica &quot;a corrente decrescente&quot;<br><br>Eddy

DOLOMITICO
24-02-2008, 18:46
Lo so,ma ho un alimentatore professionale a cui puoi regolare sia i volt che gli amper in maniera molto fine,io ho messo in carica le batterie col primo alimentatore e,quando ho visto che l&#39;assorbimento era al di sotto del mezzo ampere ho attaccato un piccolo alimentatore per batterie al piombo.Misurando indicava appunto 14.4 ovviamente non piu di mazzo ah la corrente,ma mi serve solo per tenere la tensione alta per far funzionare il megapulse.<br>In pratica è una corrente di mantenimento in leggera carica.<br>Sai EDDY che sto attrezzo si fa interessante?<br>Ho letto un po di forum tedeschi e anche se trovi di tutto come pareri cè gente che nell&#39;arco di un paio di anni ha mantenuto o recuperato le batterie che aveva,a patto che non fossero rotte.<br><br>PSquando una batt si scarica lentamente che vuol dire?

DOLOMITICO
25-02-2008, 09:04
Sta mattina la piastra test da 12.50 di cui ieri il livello era alla base della scritta oggi era gia progredito di un altro mm.<br>Adesso il livello si sta avvicinando verso i 12.70.<br>Ricordo che le piastre centrali sono gia in questa zona. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/55627945022b453dd166fe4cb81e881a.gif" alt=":B):">

DOLOMITICO
27-02-2008, 09:45
Oggi ho fatto l&#39;ultimo rilevamento,e il livello si è ulteriormente alzato ormai la scritta 12.50<br>è dai 2 ai 3 mm sopra il livello con l&#39;acidometro.<br>Un buon andamento

DOLOMITICO
29-02-2008, 12:02
Oggi anche ho rilevato un ulteriore miglioramento,ormai sono vicino alla zona verde,a meta fra 12.50 e 12.75,ricordo che sono trascorsi 10 giorni dall&#39;inizio del test

Eddy79
29-02-2008, 21:01
ciao<br>Non riesco ad interpretare i 12,50 12,75 ; dove li leggi ??<br><br>Eddy

DOLOMITICO
01-03-2008, 09:46
Sull&#39;acidometro c&#39;è scritto cosi 12.50-12.75 ecc.<br>Cmq levi uno zero da quello che ho capito e va letto 12.5-12.7<br>I valori sono 11.00 completamente scarico,13.00 completamente carico.<br><br>ho trovato questa scala e da quanto ho visto basta spostare la virgola verso sinistra di una unita.Forse sbaglio io cmq i valori son quelli<br><br>Densit&agrave;_________ 1,300_____ 1,275 ______1,245 ________1,215 _________1,180 _________1,120<br><br><br>Stato di carica:___ Massima___ Alta _______3/4 di carica ____1/2 di carica ____1/4 di carica ___Scarica Completa<br><br> spero sia comprensibile <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b2a463defa481c3342fc36dcf3064186.gif" alt=":huh:">

DOLOMITICO
01-03-2008, 12:22
Anche un altra batteria da 95 ah che ho collegato in parallelo alla batteria del test e al megapulse da segni di ripresa.(questa è presa in discarica e presentava una tensione di 12.40volte la carica di 300ma.

DOLOMITICO
02-03-2008, 09:38
<img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4a40c7dec2897422dcc8c3651a5a0f35.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4a40c7dec2897422dcc8c3651a5a0f35.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4a40c7dec2897422dcc8c3651a5a0f35.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4a40c7dec2897422dcc8c3651a5a0f35.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4a40c7dec2897422dcc8c3651a5a0f35.gif" alt=":D"><br>Ebbene si,oggi a 3 giorni alla fine dei 15 del test devo dire che ho misurato tutte e 6 le piastre con risultati soddisfacenti:<br>Tutte e 6 sono nella zona verde circa a 1.265,quindi una presunta carica alta.<br>Questo per quel che riguarda la batt da 45 ah.<br>L&#39;altra da 95ah non avendo i tappi,(o meglio ci sono ma bisogna trapanarli)<br>non mi è possibile effettuare misure di riferimento precise.<br>Cè solo un led che indica lo stato.<br><br>Le mie prime conclusioni sono:<br><br>Con batterie nuove o parzialmente solfatate diciamo un 50%<br>di sicuro un risultato cè. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4af72adb63fabcff227700abe0d25234.gif" alt=":B):"><br><br><br><br><br>Non so perchè un simile attrezzo qui in italia non si trovi e nessuno sa niente. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/8922bbe4605be156d01c9991f517db87.gif" alt=":huh:"><br><br><br>PS;Cè qualcuno che sa come fa la lettura questo led?Se sulla carica effettiva,sulla tensione ,se cè un mini galleggiante nell&#39;acido.qualcuno sa?

Eddy79
02-03-2008, 17:45
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (DOLOMITICO @ 2/3/2008, 09:38)</div><div id="quote" align="left">...<br>PS;Cè qualcuno che sa come fa la lettura questo led?Se sulla carica effettiva,sulla tensione ,se cè un mini galleggiante nell&#39;acido.qualcuno sa?</div></div><br>Dovrebbe essere a galleggiante<br><br>Eddy

DOLOMITICO
03-03-2008, 16:41
Grazie,pensavo fosse cosi perche al variare della tensione di carica è ancora spento,e in base ai calcoli ci vorranno 2 settimane per vedere gli effetti.<br>Sai se e come inserire acqua demineralizzata nelle batt senza manutenzione?<br>Se come penso basta forarle un pochino nei posti giusti quanta acqua ci va di preciso?impossibile vedere attraverso il contenitore.

tonini_mingoni
03-03-2008, 18:57
Potresti tradurre questo?<br><br>Megapulse 12 V Batterie-Regenerator<br><br>Zur Batterieregeneration von Kfz- und Caddybatterien. Der Batteriepulser ist patentiert und wird idealerweise vorbeugend an die Fahrzeugbatterie angeklemmt. Die Impulse, die bei anliegender Ladung der Lichtmaschine abgegeben werden, verhindern bzw. bauen die altersübliche Sulfatierung der Batterie (Ausfallgrund für 80%) ab. So kann das Batterieleben bis um das 5fache gesteigert werden. Megapulse ist auch zur Batteriepflege in Verbindung mit einem Batterielade- oder Erhaltungsgerät einsetzbar. Auch alte Batterien können bei einer solchen &quot;Behandlung&quot; wieder deutlich an Startkraft und Kapazität gewinnen und wieder erstarkt im Fahrzeug eingesetzt werden. Einschränkungen der Wirkung gibt es bei Batterien, die einen mechanischen Defekt oder einen Zellschluss vorweisen.<br><br><br>Ciao<br><br>Fox

Eddy79
03-03-2008, 22:06
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (DOLOMITICO @ 3/3/2008, 16:41)</div><div id="quote" align="left">...<br>Sai se e come inserire acqua demineralizzata nelle batt senza manutenzione?<br>Se come penso basta forarle un pochino nei posti giusti quanta acqua ci va di preciso?impossibile vedere attraverso il contenitore.</div></div><br>Io ci faccio dei buchini piccoli tanto che ci passa il densimentro poi lo riempio di acqua e li siringo uno per uno...<br>A ogni siringata provo a tirar su dell&#39;acqua e se non viene vuol dire che l&#39;elemento e&#39; ancora asciutto ...<br>Occhio a non centrare il ponte in piombo della batteria quando buchi <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/07a425e4dfc2850008392f73dc11c205.gif" alt=":)"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/07a425e4dfc2850008392f73dc11c205.gif" alt=":)"><br><br>Alcune batterie hanno comunque i tappi ma sono incollati; se insisti un pò si riescono ad aprire<br><br>Eddy

DOLOMITICO
04-03-2008, 15:28
So che si vedono i rilievi o tappi dove forare.<br>Ok ci provo appena arrivo.<br><br><br>TRADUZIONE:<br><br>Mega Pulse 12 V-batteria rigeneratore<br><br>Per la rigenerazione della batteria motore e batterie Caddy(????). Il pulser è brevettato ed è idealmente un modo attivo di protezzione della batteria del veicolo. Gli impulsi avvengono durante il funzionamento dell&#39;alternatore e aiutano a impedire la costruzione di cristalli di solfato della batteria (motivo per la rottamazzione dell&#39; 80%delle batterie). Così, la durata della batteria fino a 5 volte più. Mega Pulse è anche per la cura della batteria, in combinato disposto con un caricabatteria o conservazione dispositivo applicazioni. Anche per le vecchie batterie possono essere una sorta di &quot;trattamento&quot; di recupero potenza e la capacit&agrave; di carica. Limitazioni degli effetti c&#39;è,in pile, un difetto meccanico o una cella finale cin cortocircuito.

DOLOMITICO
04-03-2008, 16:42
TEST CONCLUSO. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/099e481f9e6c2093c246c66efa6cfaee.gif" alt=";)"><br><br>Sono Passate 2 settimane esatte dall&#39;inizio del test e queste sono le conclusioni: <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a7826f6d95f4db2d54135596174e745f.gif" alt="-_-"><br><br>Livello acido in partenza: 1.225<br>Livello acido dopo 14 gg : 1.265<br><br>Un miglioramento cè stato di netto.ricordo che la batteria in questione non assorbiva piu di 300ma e il voltaggio max era di 12.50v circa.<br>In questo primo test su una batteria da 12volt 45 ah mediamente solfatata il megapulse ha dato degli ottimi risultati.<br><br>Adesso al posto di questa batteria ne ho messe 2,una da 95ah e una da 45ah.<br>Ho collegato il MEGAPULSE direttamente sulla batt da 95 e con un cavo fusibilettato ho collegato in parallelo l&#39;altra da 45ah,<br>cosi da poter misurare la densita dell&#39;acido a distanza per vedere se funziona anche in questa configurazzione.<br>La portata max del megapulse sono batt da 300 ah,io cosi facendo sono circa a 140ah(95+45)<br><br>Ripartiamo con altre 2 settimane di test----------------&#62;Via

tonini_mingoni
04-03-2008, 21:46
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (DOLOMITICO @ 4/3/2008, 16:42)</div><div id="quote" align="left">TEST CONCLUSO. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/d8e741c4441e05b03ec42f4e5478d917.gif" alt=";)"><br><br>Sono Passate 2 settimane esatte dall&#39;inizio del test e queste sono le conclusioni: <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/bfa875c629d4defd3912bcdab6ad227c.gif" alt="-_-"><br><br>Livello acido in partenza: 1.225<br>Livello acido dopo 14 gg : 1.265<br><br>Un miglioramento cè stato di netto.ricordo che la batteria in questione non assorbiva piu di 300ma e il voltaggio max era di 12.50v circa.<br>In questo primo test su una batteria da 12volt 45 ah mediamente solfatata il megapulse ha dato degli ottimi risultati.<br><br>Adesso al posto di questa batteria ne ho messe 2,una da 95ah e una da 45ah.<br>Ho collegato il MEGAPULSE direttamente sulla batt da 95 e con un cavo fusibilettato ho collegato in parallelo l&#39;altra da 45ah,<br>cosi da poter misurare la densita dell&#39;acido a distanza per vedere se funziona anche in questa configurazzione.<br>La portata max del megapulse sono batt da 300 ah,io cosi facendo sono circa a 140ah(95+45)<br><br>Ripartiamo con altre 2 settimane di test----------------&#62;Via</div></div><br>....ciao attalmente sono in Germania e dopo quello che hai detto sono andato direttamente alla conrad , e quetsa sera ne avevano solo uno in casa....è effettivamente un&#39;oggetto moooolto piccolo , dalle foto mi sembrava che fosse un piccolo amplificatore...ok...<br><br><br>Quindi pensi che sia veramente un&#39;oggetto che migliora e permette di sfruttare le batterie più a lungo????<br><br><br>Ciao<br><br><br>Fox

DOLOMITICO
05-03-2008, 16:27
In effetti intendevo la forma che ricorda un amplificatore,però ho dimenticato di dire che è piccolino.<br>In pratica deve generare una frequenza al di sopra dei 13.40volt e assorbe pochissimo quindi non serve niente di particolarmente grande.<br>Io ero un po scettico all&#39;inizio pero mi sono ricreduto.Sono proprio curioso di sperimentare la mia esperienza con qualcuno.<br>Ricorda che la batt deve essere solo solfatata.Niente piastre rotte o in corto.<br>Il primo effetto è che la tensione ritorna dopo pochi giorni a 12.9 e dopo recupera la capacita.<br>Beviti una birra da parte mia.Ciao

DOLOMITICO
05-03-2008, 17:43
<img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/d9155fb116e0055a0df2185b2fd2f71e.jpg" alt="image"><br><br>Il mio megapulse rispetto ad un fusibile da automobile.<br><br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2e3337874c74a9918e613779cadb2f6d.jpg" alt="image"><br><br>Il mio laboratorio test.Non prendere paura <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/bd72fbe0e0cd68dc99903d1f40a571d0.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/960987875eed8e90b0e1c4fce8c6c4a0.gif" alt=":rolleyes:"><br><br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b70e3bf5a7583b8eccd20cb129106589.jpg" alt="image"><br><br>Ho cercato di fotografare il livello cosi da rendere un po piu visibile la storia,non si vede benissimo ma si capisce.<br>Oggi il livello è gia salito di 1 mm rispetto a ieri.<br>Ricordo che questa batteria è la prima testata con aggiunta di acqua distillata.Quindi era gia pretrattata anche se appena un paio di giorni di impulsi.<br><br>Invece la batteria grande da 95 ah ho solo un led per valutare e per quel che vale mi baso sulla batt piu piccola per un riferimento.Da quel che vedo si possono trattare piu batterie contemporaneamente.Il limite max 300ah di capacita.<br><br><br><br><br>

udos3
05-03-2008, 20:29
complimenti per il grande impegno , che sia un buon aiuto per tutti i lettori del forum.<br>..e sempre con cautela , l&#39;idrogeno e l&#39; acido solforico non perdonano &#33;&#33;&#33;

tonini_mingoni
05-03-2008, 20:46
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (udos3 @ 5/3/2008, 20:29)</div><div id="quote" align="left">complimenti per il grande impegno , che sia un buon aiuto per tutti i lettori del forum.<br>..e sempre con cautela , l&#39;idrogeno e l&#39; acido solforico non perdonano &#33;&#33;&#33;</div></div><br>...si effettivamente grazie per il test che fai....se qualcuno lo vuole il desolfatatore glielo prendo , ma al max entro venerdì mattian che rientro&#33;&#33;&#33;&#33;<br><br><br>Fox

DOLOMITICO
07-03-2008, 15:58
Grazie 1000 per i complimenti. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/5218e1f94babdfa0792ae1619fb94f93.gif" alt=":P"><br>In realta il merito è in gran parte tuo udos che me l&#39;hai fatto conoscere,bisogna dare a cesare quel che è di cesare.<br>Su questo forum ho imparato moltissime cose,e se posso aiutare un pochino e rendermi utile sono ben felice di farlo.<br><br>Ritornando al nostro test ho fatto una foto un po più decente anche perche, io per primo se sento credo se vedo credo il doppio <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4c5ef05b042838ed6cc58dfbe2def56b.gif" alt=":D"><br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2d0f9637ca5d4b0a226b508cfdfe31f6.jpg" alt="image"><br><br>Si vede la differenza fra il nokia e la macchina fotografica?<br>Anche se l&#39;altra è uno sgorbio,si nota gia la risalita del galleggiante.<br>Sono proprio curioso di vedere i risultati di tonini_mingoni e paragonarli con i miei.<br>Ciao<br><br><br>

DOLOMITICO
07-03-2008, 18:53
Appena riesco faccio un test di scarica cosi da capire l&#39;effettiva capacita della batteria appena trattata,quella che ho appena concluso il test per intenderci.<br><br>Per quel che vale la batteria da 230ah che ho in aspettativa di trattamento la sto cercando di caricare (senza il megapulse)xo non ho visto il minimo miglioramento.<br>Non è un termine di paragone pero in base a quello che ho sperimentato io con sto aggeggino si vede subito che qualcosa si muove.<br>All&#39;inizio su questa batteria assorbiva al max 0.8 ah dopo 8 ore di trattamento complessive adesso assorbe 1.7ah.<br>I volt sono rimasti invariati sui 12.60 anche se in pratica la carica residua è di circa 7 ah.<br>Ne ho fatto un test con 15ah di assorbimento e la durata era di 25 min poi l&#39;inverter si è staccato.<br>Voglio proprio vedere se riesco a recuperare sto mostro.<br><br><br><br><span class="edit">Edited by DOLOMITICO - 8/3/2008, 13:37</span>

DOLOMITICO
08-03-2008, 18:55
Questa l&#39;ho fatta oggi.<br>I miglioramenti sono lenti,ma ci sono.<br>Ricordo che in 15 gg si ha un miglioramento parziale,i test del TUV Austriaco riportavano un miglioramento del 50% della capacita persa.<br><br>Es:Una batteria con capacita restante del 50%(50%­presente-50%assente) rispetto ad una nuova in 15 gg di trattamento recuperer&agrave; il 25%.<br>50%+25%=75%<br>Il 25% equivale al 50%della capacita mancante.<br><br>Un sistema un po incasinato da capire forse ma rispecchia il ragionamento.<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/df90a04544c1c45174a2d2b0bc3f6e42.jpg" alt="image"><br><br>Secondo me un megapulse da il meglio di se in impianti fotovoltaici o alimentatori attaccati alla rete.<br>Funziona di sicuro anche in automobile ma il suo effetto è vincolato dalla quantita di km percorsi(sempre che non si abbia qualche<br>aggeggio per tenere in carica la batt anche a macchina ferma.)<br><br><br>

udos3
08-03-2008, 22:14
il megapulse lavora anche con batteria senza carica , in quanto preleva una corrente di 10 mA per alcuni secondi e poi la ributta in un impulso di pochi microsecondi , ma ad alta energia , indipendentemente dalla FEM della batteria<br>

DOLOMITICO
09-03-2008, 09:12
<img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4482422b8a839671b522948cea9fe5eb.gif" alt=":huh:"> ???? ma come se il led si attiva solo al di sopra dei 13.4volt.<br>Quando si attiva si sente un fischio debole e acuto ma quando siscende sotto questo livello io non sento piu fischi.<br>Dici sia una specie di modalita a basso consumo?<br>Io tengo l&#39;impianto in tensione con un alimentatore da 12volt 500ma.<br>Prima ho caricato la batteria finche assorbiva meno di 500ma di corrente e dopo sia per risparmiare sia per praticita ho collegato questo piccolo adattatore da parete.<br>Mi sembrava assurdo lasciare un caricabatterie da 100w per giorni collegato quando l&#39;assorbimento è cosi basso.<br>Quello che non ho ben capito è se devo fare un paio di cicli carica scarica completa dopo il trattamento.<br>Dai forum tedechi che ho letto c&#39;era chi lo faceva per almeno 3 volte.

DOLOMITICO
12-03-2008, 09:55
Ciao,sono passati 2 o 3 giorni,e sono ripassato a fare un piccolo test,questa è la foto di oggi <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/5731e2ff3c8ffe1c3e5da8e3855e8fb0.gif" alt=";)"><br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/24f8a0eadf7eb95351485c6c4ad2a830.jpg" alt="image"><br><br>Come si vede migliora piano piano. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/273e18cf0f6edbbec670bd9cd9438e2e.gif" alt=":rolleyes:"><br>Non vorrei fare una stima azzardata xo mi sembra che la batteria da 95ah che non ha i tappi ma solo una spia a led sembra che dia segni di riaccendersi.<br>Per avere la certezza totale bisognera aspettare qualche giorno.<br>Ho riletto il test dell TUV austriaco e diceva chiaramente che con batterie leggermente solfatate bastava una settimana di test<br>per raggiungere un buon risultato.<br>Invece le betterie pesantemente solfatate ci vogliono 15 giorni o forse piu solo per eliminare lo spesso strato di cristalli formatisi sulle piastre.<br>Solo per la cronaca ieri ho attaccato ad un secondo megapulse la batteria da 230/250ah(non so di preciso)<br>Qui la vedo grigia grigia,ho calcolato che con un carico di 15ah dura a malapena 25min.<br>Pero si puo tentare un test di un paio di settimane all estremo giusto per vedere che risultati si ottengono.<br><br>PS:Visto che questa batteria anche se ha il 2%forse di carica residua perche l&#39;acido mi da 12.5 che equivale a meta carica se poi è cosi scarica? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/969d432f79f9543082be3c978287725b.gif" alt=":huh:">

DOLOMITICO
13-03-2008, 12:24
<img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/7824e5dcd541d3bd7ff3066a7b318786.gif" alt=":P"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/7824e5dcd541d3bd7ff3066a7b318786.gif" alt=":P"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/7824e5dcd541d3bd7ff3066a7b318786.gif" alt=":P"><br>Oggi giovedi ho dato un&#39;occhiata alla batteria grossa da 230/250ah (di preciso non lo so)<br>Che ho recuperato nelle robe vecchie.<br>Dopo un test di scarica(lampadina da 21w collegata fino ad arrivare sotto i 12.7 volt di tensione)x alcuni minuti sorprendentemente la tensione è risalita a 12.9 volt.<br>Questa batteria l&#39;ho caricata insistentemente senza megapulse e mai ho visto guadagni.<br>Adesso dopo 3 giorni di pulsazzioni gia si vedono dei miglioramenti.<br>Se la recupero ho gia risparmiato i pochi soldi di corrente del test.<br>Ah,dimenticavo.Questo test è fatto con un secondo megapulse.Adesso ne ho 2.

DOLOMITICO
14-03-2008, 10:10
<img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/1e470492ab9133274ff5ea91647eda4c.gif" alt=":("> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/1e470492ab9133274ff5ea91647eda4c.gif" alt=":("> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/1e470492ab9133274ff5ea91647eda4c.gif" alt=":("><br>Oggi per curiosita ho osato aprire la batteria da 95 ah<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/1d0c2a8ba150f398f22e56845d4f630a.jpg" alt="image"><br><br>E dopo aver scoperto che era un semplice tappo semi sigillato<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/115a7abcdc7e2add5cf864dff806751a.jpg" alt="image"><br><br>Sono passato a misurare i vari livelli delle piastre<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/453bf475a310ee60963081a3a8f618f5.jpg" alt="image"><br><br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/5e0b92d52cc1caa4d8d0291015886adb.gif" alt=":D"> prima piastra era perfette non pensavo di meglio<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ea7f2fceb97bdd89a6746a40e0bf0c6f.jpg" alt="image"><br><br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/5e0b92d52cc1caa4d8d0291015886adb.gif" alt=":D"> seconda piastra gia sentivo il gusto di batteria recuperata<br><br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/13205616465359fecc65eb1bbbafd954.jpg" alt="image"><br><br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/1e470492ab9133274ff5ea91647eda4c.gif" alt=":("> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/1e470492ab9133274ff5ea91647eda4c.gif" alt=":("> la terza è stata fatale&#33;<br>Le altre 3 piastre sono come la prima e la seconda perfette,<br>Ma la terza è il tipico caso in cui il MEGAPULSE niente non puo fare.<br>Se una piastra è rotta, in cortocircuito o danneggiata non cè desolfatatore che faccia niente.<br><br>La batteria da 45 ah è quasi in zona verde circa a 1.26.Causa questo intoppo ho interrotto questo test.<br>Ora sto portando avanti quello sulla batteria grossa che almeno li il livello dell&#39;acido è uniforme.<br>Ieri sul test veloce che ho fatto ho notato un aumento di tensione ma mancano ancora 10gg alla fine del test.<br><br><br>Resoconto:<br>Fin qui posso dire che ho recuperato tutte 2 le batterie da 45 ah semisolfatate.<br>Anche la batt da 95ah era perfetta peccato essermi accorto tardi del danno pero i volt erano corretti.<br>Anche la batteria da 230ah sta dando segni di recupero.<br><br>In pratica posso dire questo:<br>1)Il megapulse di sicuro ha un effetto benefico su batterie nuove o semi solfatate prive di difetti meccanici.<br>2)Funziona perfettamente con impianti solari,anzi mi permetterei anche di dire che da il meglio di se in questo campo.<br>

DOLOMITICO
15-03-2008, 09:02
Oggi ho provato a scaricare e ricaricare questa batteria.<br>Con un carico di 15 ah ha resistito per 1 ora e 10 min.<br>Adesso la ricarico voglio vedere se la cella con l&#39;acido basso si stabilizza.<br>Pero è strano si comporta come se non vi siano problemi su una cella.<br>Voi mi consigliate di aggiungere acqua distillata su questa cella o addirittura un po di acido?<br><br>Ho finito adesso di ricaricarla.ha caricato 9ah facendo i dovuti calcoli con una resa del 75%.<br>Adesso si è acceso anche il led che prima stava spento.<br>Visto che tanto vale l&#39;ho collegata in parallelo alla batteria da 230ah col desolfatatore.<br>Forse l ho lasciata troppo poco tempo collegata.<br>Per fare un buon lavoro di recupero di una batteria ci vuole almeno un mese filato di pulsamenti.<br>Cmq anche se la capacita che stimo è almeno 15ah perche l&#39;ho staccata appena l&#39;inverter ha cominciato a fischiare,<br>devo dire che lo spunto c&#39;era.<br>Per tutto il periodo di scarica i volt sono decresciuti in maniera lineare.<br>Adesso vediamo cosa succede. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b6c6a0ba0e72f5b78f42412c7482d17b.gif" alt=";)"><br><br><br><span class="edit">Edited by DOLOMITICO - 15/3/2008, 11:19</span>

eneo
15-03-2008, 12:38
ciao dolomitico e grazie per gli aggiornamenti, prima o poi ne comprero&#39; uno.

YESWEEKEND
15-03-2008, 16:06
Ciao a tutti.<br><br>Ho deciso di iscrivermi a questo forum come ringraziamento per gli spunti di ingegno che ho potuto raccogliere dai suoi componenti .<br><br>In particolare intendo intromettermi in questa discussione aperta da DOLOMITICO poiché anche io sono alle prese con una batteria mooolto trascurata negli ultimi anni , ed assendo questa una Varta da 62A , e poiche le batterie sulle mie auto mi sono durate almeno 8-10 anni , epoichè per me è difficile trovare batterie per auto a prezzi abbordabili senza che siano cineserie …. Ho deciso di desolfatizzarla e di comperarmi un caribatteria mantenitore anche per preservare la eventuale batteria nuova , nel caso fossi costretto a comperarmela .<br>Per farla breve la mia auto non parte oramai da mesi senza l’utilizzo di un avviatore esterno , ho comperato un carica della Ctek . Ma più di tanto non poteva fare , perché va in mantenimento quando l’assorbimento scende sotto i 400mA.<br>Allora ho aggiunto un desolfatatore , il modello Solver , e con il densimetro ( uguale a quello di DOLOMITICO ) ho fatto le rilevazioni , partendo dalla cella 1(-) alla 6 (+). Tutte erano tra 1,200-1,225 tranne la 1 e la 5 che stavano sui 1,150 e 1,175. All’inizio la cosa progrediva lentamente , anche poiché penso le due celle erano a polarit&agrave; invertita. Se applicavo un carico alto ( fari, antinebbia , lunotto,abbaglianti ,etc.) la 1 e la 5 friggevano , mentre lo facevano le altre 4 sotto carica . Il mantenitore di carica forse non è il più indicato per iniziare la cosa poiché in questa fase va presto in stand-by , la tensione scende ed il desolfatatore si disattiva e così fa un su e giù che non agevola certo il filmato , tanto più che continuo ad usare l’auto e di notte ha l’antifuro inserito.<br>Quando le celle messe meglio sono arrivate intorno a +1,225 ho incominciato a fare alcuni cicli di scarica profonda e veloce lasciando i fari accesi anche una mezza giornata , (con grande gioia dell’antifurto e dell’orologio della radio ).<br>La cella numero 4 si è così risvegliata ed ha incominciato ad arrivare alla zona bianca del densimetro , ed incominciava anch’essa a fare delle bollicine quando sotto carica .<br>Sono passato così alla modalit&agrave; di carica per le temperature rigide. Il carica arriva gradualmente a portare la tensione a 14,7V invece che 14,4 . Per farla breve dopo 20 giorni di questo trattamento ( forse sbagliato ) la batteria ha incominciato ad accettare la carica , sono 10 ore che il carica non è in mantenimento e le celle dalla 2 alla 6 sono quasi in zona verde , friggono che è una bellezza e perciò sono tornato alla modalit&agrave; di carica normale , vedo anche che la tensione di carica non è ancora ai valori massimi ed il carica è ragionevolmente caldo, segno ,penso , che la batteria stia ancora assorbendo bene .<br>Nell’ultima settimana non ho fatto molto caso ai valori di tensione della carica residua , se non dopo le scariche profonde , poiché le celle non hanno raggiunto la loro condizione chimico fisica definitiva infatti andava dai 10,4 ai 12,8e poi , se ce n’è una rotta non lo posso vedere , meglio prima pulirle e raddrizzarle più che si può con il desolfatatore e poi trarre le conclusioni.<br><br>La cella 1 è quella che mi preoccupa di più, sotto un carico elevato il suo elettrolita diventava sul marrone (piombo perso dalle piastre ? ho paura che sia così ,capacit&agrave; persa ) . era arrivata a 1,175 ma attualmente è ferma a circa 1,150 , anche se incomincia a fare delle bollicine sotto carica meglio aspettare i risultati delle altre 5 celle , spero che riprenda quando , se , saranno completamente cariche le altre sperando di non survoltarle .<br>Attualmente le 5 celle ipoteticamente valide hanno l’elettrolita che si presenta opaco , ma in realt&agrave; è il gas della elettrolisi ed ha aumentato di volume .<br>La prima è limpida , ma essendo latente la poltiglia si è di nuovo depositata , sperèm &#33;<br><br>Il mio desolfatatore lavora sulla stessa frequenza del megapulse ma si attiva sopra i 12,8V ( verificato con due tester ) , questo mi permette di metterlo insieme al mio carica che passa in modalit&agrave; carica sotto i 12,8-12,9V.<br><br>Faccio qualche piccola mia personale cosiderazione dopo 20 giorni di scariche / cariche ed utilizzo con il desolfatatore .<br><br>Una cella in condizioni disperate ( 1,150 al densimetro ,non si caricava , friggeva sotto scarica ) sembra risvegliata e sia avvia alla zona verde.<br>Altre quattro sono quasi al verde.<br>Quando una cella fortemente solfatata riprende a caricarsi , le misurazioni con il densimetro delle due celle attigue sembrano rallentare o anche regredire nei valori .<br>Quando il valore di densit&agrave; della stessa cella si stabilizza allora riprendono a salire le due attigue.<br>Quando una cella sembra non aumentare di densit&agrave; tengo sotto osservazione le altre due , se salgono continuo così , se dopo 24h non cambia niente faccio una scarica veloce anche solo parziale tenendo sotto controllo i valori del densimentro ed interrompendola quando vedo che la densit&agrave; delle celle non scende più velocemente .<br>Riprendo poi subito la carica e così via .<br><br>A differenza di DOLOMITICO la tensione di carica per la maggior parte del tempo è superiore ai 14,3V.<br><br>Penso DOLOMITICO tu faccia bene ad insistere con la batteria da 95A magari prova a capire se l’elettrolita è in buono stato , giusto per avere un elemento in più di considerazione .<br><br>Se fossi in te non aggiungerei niente all’ elettrolita , l’importante è che gli elementi siano coperti , tanto più che non sai se il precedente proprietario abbia gi&agrave; aggiunto dell’acqua del rubinetto quando ha incominciato a dare problemi ( perché lo aveva visto fare dal benzinaio ).<br>Secondo me è meglio aspettare la desolfatazione più completa possibile che credo richieda anche alcuni mesi .<br><br>Credo che in questa fase i valori di tensione siano solo indicativi , poiché credo che ci possa essere acido in soluzione ma le piastre possano essere senza piombo od ancora solfatate , potrebbe anche essere stato aggiunto precedentemente ,come soluzione estrema ma sicuramente dannosa ,di certo la tensione può indicare la probabile presenza di celle in corto .<br><br>Credo comunque che per solfatazioni accentuate un qualche cosa di più di un semplice mantenimento non aiuti molto .<br>Forse il fatto che per mia necessit&agrave; uso un caricabatterie mantenitore che incomincia con alto amperaggio per poi invertire la curva con una alta tensione, aiuti il desolfatatore a raggiungere i cristalli si solfato più interni alle piastre .<br><br>Nei prossimi giorni mi rifarò vivo se avrò dei significativi progressi utili al forum o consigli da chiedere , non vorrei sovrappormi al test di DOLOMITICO e poi chi legge si trova un bel minestrone .<br><br>Spero di non aver fatto dormire nessuno , nel caso sogni d’oro &#33;<br><br>Marco

DOLOMITICO
16-03-2008, 10:08
Ciao YESWEEKEND.<br>Figurati anzi mi sentivo un po solo.<br>Vedere che hai 30-40 visite al giorno aiuta,ma poter confrontare le esperienze di sicuro è un&#39;altra storia.<br>Ho letto con molto interesse la tua esperienza,e in quanto a minestrone anch&#39;io ho fatto la mia parte.<br>Cmq hai ragione che ci vogliono dei mesi.<br>Se guardi il pdf all&#39;inizio della discussione(pag1)il test era calcolato in 15 gg ma non recuperavi completamente la capacita.<br>In media su un 100% di capacita totale recuperi un 25-30%­in 15gg,poi le variabili sono moltissime.<br>La batt da 95 era senza manutenzione quindi sigillata,come vedi dalle foto l&#39;ho aperta io.<br>Ieri ho guardato il liquido e su tutte le celle risulta trasparente mentre caricava e bolliva su tutte la altre 5 celle e appena un po su quella con l&#39;acido basso.<br>Mi sono ricordato di uno che mi diceva di fare un piccolo corto fra i 2 poli per vedere se faceva le bollicine in scarica (indice di malfunzionamento credo)ma per poco non ho fuso il cavo.<br>Il fatto è che energia cè nè.quindi vale la pena tentare. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4b425d35f3951ea84777ac62a662b7a3.gif" alt=":P"><br><br>PS:Quello che non mi torna è come mai con una cella cosi bassa lo spunto sia ottimo,ok la capacita sara di una 15ina di ah<br>ma quali sono i sintomi in caso di una cella rotta?Io sapevo della tensione sui 10 volt(12.8 meno una cella)<br>Ma i sintomi possono essere altri?<br><br><span class="edit">Edited by DOLOMITICO - 16/3/2008, 13:11</span>

YESWEEKEND
16-03-2008, 14:42
Ciao DOLOMITICO<br><br>Penso che un valore di tensione corretto indica che si possa escludere una cella in corto o rotta nel senso di isolata , forse ameno che le altre non siano eccessivamente survoltate , ma all&#39;ora è da ragionare sui valori di denst&agrave; che hanno.<br><br>Se gli elementi della cella sono integri te lo dice solo la capacit&agrave; residua durante la scarica , il densimetro ti dice se tutto l&#39;acido è in soluzione oppure se si trova ancora sulle piastre o peggio sul fondo della batteria assieme a qualche pezzo delle lamine .<br>Questo è quello che ho capito dalla letteratura che si trova in internet.<br>Per questo è importante capire qundo il desolfatatore non ha più solfato su cui agire .<br>Se la batteria ha gli elementi fortemaente incrostati è possibile che i cristalli , ingrossandosi , si siano staccati portandosi magari un po&#39; di piombo e andosi sul fondo abbiano cortocircuitato tutti gli elementi.<br><br>Per aggiornarti sul mio esperimento .<br><br>Ieri sera ho portato la carica in modalit&agrave; &quot;moto&quot; , che fornisce al max 800mA , poichè friggeva parecchio e volevo dormire tranquillo.<br>Questa mattina era ancora in carica , poi però è passato in modatit&agrave; mantenimento.<br>Le cella 5 aveva una densit&agrave; di 1,285 , le 3-4-6 di 1,265 , la 1 era vicino a 1,175 e la due ( l&#39;unica attigua ) di 1,225 , quindi era scesa come mi aspettavo.<br>Ho provato a vedere come manteneva la carica , ma scendeva velocemente e si fermava a 11,50 circa .<br>Come vedi non ho del tutto la certezza che la 1 sia in corto , sicuramente è solfatata .<br>Vedevo che non cambiava più niente per quanto riguarda la carica .<br>Ho scaricato la batteria finchè le celle sonoscese a 1,250 per la densit&agrave; , la 1 e arrivata a 1,120 e poi sono ripartito.<br><br>Come è sempre accaduto la 1 incomincia a bollire durante la fare iniziale di carica , per poi fermarsi dopo poco , come la carica riuscisse a riportare in soluzione una parte di acido e poi non ce la facesse più.<br>E&#39; lo stasso comportamente che faceva la 5 , che poi è risultata essere la cella più attiva .<br>Penso che non sia in corto , ma fortemente solfatata , così come le altre piastre che per ora devono ancora riberarsi di un bel po&#39; di solfato , forse quello più in basso e più vecchio.<br>Ho letto che ci sono tre fasi di stato dei cristalli , ad ogni passaggi il desolfatatore deve portarli allo stato più cedevole prima che questi ritornino parte attiva della soluzione.<br>Per ora la batteria è in carica con una tensione di circa 13,2V , perciò è ancora nella fase iniziale.<br>Sono curioso di vedere se la 1 arriver&agrave; a 1,225 e poi da lì inizier&agrave; a bollire come ha fatto la numero 5 , cosa che mia aspetto e spero.<br><br>Ma a proposite delle tue due ursus da 45AH , come stanno ? ha provato a vedere se tengono la carica e a fare un po&#39; di cicli o per ora ti concentri su quella grossa ?<br><br><br>

DOLOMITICO
16-03-2008, 16:47
Le mie ursus per quanto riguarda acido e stato di carica sono perfette,pero non ho fatto test di scarica.<br>Il mio problema è che ho poca autonomia con le vecchie batterie del pannello(4x45ah in parallelo.)<br>Quindi visto che le ursus stanno di sicuro meglio di prima e sono fuori pericolo le ho lasciate temporaneament in stand-by.<br>Prima stavo sperimentando quella da 95ah in parallelo con una ursus da 45,e la ursus di sicuro si è desolfatata.<br>Quella da 95ah prima volevo sospenderla poi facendo un test di scarica,(è il la prova del nove)mi sono accorto che,non solo una batteria da sola rende meglio (scoperta dell&#39;acqua calda <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/c16bc9899befdbd87d8a3ec8573fd089.gif" alt=":D"> )ma che anche se la capacita era di un&#39;ora e 10min con carico di 15ah (una lampada alogena con un inverter)la tensione calava in maniera omogenea.<br>Parlando via messenger con udos3 mi diceva che se una cella è rotta ti ritovi una tensione di 10 volt.<br>Che appunto sono i volt mancanti della cella rotta.<br>Io ho usato sia un caricabatterie da macchina,sia un alimentatore regolabile in volt che in ah,sia un banale alimentatore da 500ma per tenere il megapulse in tensione.<br>In pratica:<br>1)Caricavo con l&#39;alimentatore (o caricabatterie)finche l&#39;assorbimento era inferiore a 500ma<br>2)Collegavo l&#39;alimentatore piccolo(ere piu che sufficente)per tenere la tensione sopra i 13.4.<br><br>Col beneficio del dubbio so che puoi alzare i volt fino a 15 per brevi periodi per dare una scaldatina alle piastre,ma su questo non ho esperienza quindi tienilo come info da approfondire.<br><br>EDDY 79 mi diceva che per equalizzare le piastre devi tenere la batteria in carica a 1/50 di corrente (nel tuo caso poco piu di un ah,1.2ah)per 4/5giorni mi pare che anche tu hai le piastre un po altalenanti.<br>Le mie ursus all&#39;inizio erano cosi sbilanciate che la vedevo grigia,ma con sta tecnica si sono livellate,ma solo livellate non avvanzavano un mm da li,poi col megapulse in 2 settimane sono tornate dal mondo del solfato.<br>Adesso l&#39;osso duro sono questa da 230ah che la vedo veramente dura,adesso sono 5 giorni che pulsa e fin qua ho visto le piastre centrali migliorare un po,ma quelle vicino ai poli sono statiche.<br>Chissa come l&#39;hanno trattata,pero tutte e 6 bollono allegramente.<br>La tua batt non credo sia rotta se la lasci stare e dici si ferma a 11.50 è indice di solfato(credo).<br>Perche 12.9/6=2.15<br>Quindi 12.9(carica)-2.15(cella rotta)=10.75 (batteria con una cella rotta)

YESWEEKEND
16-03-2008, 17:37
Si DOLOMITICO , mi ricordo bene che metodo usi per mantenere la carica .<br>Credo anche io di non avere una cella in corto , il colore marrone dell&#39;elettrolita mi fa però pensare che le piastre siano rosicchiate .<br>Per ora hanno ricominciano a bollire tutte ... tranne la solita , ma la sua densit&agrave; sale .<br>I fatto che sia quella della polarit&agrave; negativa mi fa pensare anche che si ricaricher&agrave; quando tutte le altre si saranno completamente desolfatizzate .<br><br>All&#39;inizio volevo fare anche io come te , cioè utilizzare un alimentatore regolabile , ma poi ho preferito utilizzare un carica/mantenitore di buona qualit&agrave; che sicuramente avrei utilizzato in futuro, sai com&#39; è ,la batteria è operativa nell&#39;auto.<br>Come vedi parto da una esigenza tipicamente &quot;automobilistica&quot; con una piattaforma di test in attivit&agrave;, mentre tu sei un po&#39; piu attrezzato per le tue esigenze ed hai una piattaforma dedicata.<br>Comunque sono due test interessanti , soprattutto perchè utilizziamo strumenti e desolfatatori di marche diverse e ci scambiamo i risultati ed errori su di un terreno indipendente .<br>Di sicuro i desolfatatori valgono i soldi spesi , speriamo anche che durino un po&#39; più della garanzia &#33;<br><br>Adesso mi interessa sempre di più sapere quale sar&agrave; lo stato finale delle celle che faticano a caricarsi , mi sa che dobbiamo solo avere pazienza .<br><br>Ciao

YESWEEKEND
16-03-2008, 18:08
Dimenticavo<br><br>Riguardo la carica a 15Volt , che viene anch&#39;essa indicata come metodo di desolfatazione , ho letto un po&#39; di cose , è importantissimo avere dei valori molto precisi di corrente e tensione , questa carica è sopportata da batterie in ottimo stato , ma più sono solfatate più tende a diventare dannosa se non distruttiva.<br>Il pincipiò è di fornire tanta energia quanto serve a staccare e sciogliere i cristalli , ma è un po&#39; come dare una spallata , un po&#39; si dissolvono , un po&#39; restano in sospensione ed un po&#39; si portano via anche il piombo delle piastre solfatate.<br>Inoltre , specie per l&#39;uso automobilistico , le piastre sono il più possibile ravvicinate , se la solfatazione è avanzata le bolle restano intrappolate ed aumentano di volume restando in loco , alla fine vi è un eccessivo stress meccanico che non solo deforma la piastra , ma mina anche il suo collegamento con la struttura di sostegno.<br>Questo ho letto , e credo sia vero , infatti il meccanico mette sotto carica la batteria per una mattina intera e poi di solito scuote il capo e ti dice di cambiarla .<br>Il mio carica arriva al massimo a 14,7V , ti assicuro che che la batteria frigge gi&agrave; parecchio , sembra l&#39;acqua della pasta .<br><br>Ciao<br>

tonini_mingoni
16-03-2008, 19:32
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (eneo @ 15/3/2008, 12:38)</div><div id="quote" align="left">ciao dolomitico e grazie per gli aggiornamenti, prima o poi ne comprero&#39; uno.</div></div><br>...comperato ieri..... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/40b77d2f46523823f4700f7708ec1aaa.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/40b77d2f46523823f4700f7708ec1aaa.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/40b77d2f46523823f4700f7708ec1aaa.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/40b77d2f46523823f4700f7708ec1aaa.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/40b77d2f46523823f4700f7708ec1aaa.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/40b77d2f46523823f4700f7708ec1aaa.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/40b77d2f46523823f4700f7708ec1aaa.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/40b77d2f46523823f4700f7708ec1aaa.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/40b77d2f46523823f4700f7708ec1aaa.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/40b77d2f46523823f4700f7708ec1aaa.gif" alt=":D"><br><br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3a21975f7b52ef226f9b17be8cc83201.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3a21975f7b52ef226f9b17be8cc83201.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3a21975f7b52ef226f9b17be8cc83201.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3a21975f7b52ef226f9b17be8cc83201.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3a21975f7b52ef226f9b17be8cc83201.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3a21975f7b52ef226f9b17be8cc83201.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3a21975f7b52ef226f9b17be8cc83201.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3a21975f7b52ef226f9b17be8cc83201.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3a21975f7b52ef226f9b17be8cc83201.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3a21975f7b52ef226f9b17be8cc83201.gif" alt="&lt;_&lt;"><br><br><br>Fox

DOLOMITICO
17-03-2008, 18:01
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (tonini&#95;mingoni @ 16/3/2008, 19:32)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (eneo @ 15/3/2008, 12:38)</div><div id="quote" align="left">ciao dolomitico e grazie per gli aggiornamenti, prima o poi ne comprero&#39; uno.</div></div><br>...comperato ieri..... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/531a4a0d7d3d6554828410261af9fe95.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/531a4a0d7d3d6554828410261af9fe95.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/531a4a0d7d3d6554828410261af9fe95.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/531a4a0d7d3d6554828410261af9fe95.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/531a4a0d7d3d6554828410261af9fe95.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/531a4a0d7d3d6554828410261af9fe95.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/531a4a0d7d3d6554828410261af9fe95.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/531a4a0d7d3d6554828410261af9fe95.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/531a4a0d7d3d6554828410261af9fe95.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/531a4a0d7d3d6554828410261af9fe95.gif" alt=":D"><br><br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/78b4404cdb4297ceca1f4a6dad6318a4.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/78b4404cdb4297ceca1f4a6dad6318a4.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/78b4404cdb4297ceca1f4a6dad6318a4.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/78b4404cdb4297ceca1f4a6dad6318a4.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/78b4404cdb4297ceca1f4a6dad6318a4.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/78b4404cdb4297ceca1f4a6dad6318a4.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/78b4404cdb4297ceca1f4a6dad6318a4.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/78b4404cdb4297ceca1f4a6dad6318a4.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/78b4404cdb4297ceca1f4a6dad6318a4.gif" alt="&lt;_&lt;"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/78b4404cdb4297ceca1f4a6dad6318a4.gif" alt="&lt;_&lt;"><br><br><br>Fox</div></div><br>Ma come?<br>Ero rimasto che eri andato in Germania a prenderlo,oppure ho capito male io.<br>L&#39;hai gia messo in funzione?<br><br>

DOLOMITICO
17-03-2008, 19:04
Oggi ho fatto un test di scarica sulla batteria da 230ah.<br>15min di scarica e batteria finita.<br>Al primo test aveva resistito per 25 min.L&#39;ho riportata da dove l&#39;ho presa.<br>A dire il vero con le batterie recuperate in discarica non ho avuto molta fortuna,<br>anche se devo dire che questa era compromessa forte.15ah di carico vuol dire che la scarica residua era da ridere.<br>Bisogna vedere quella da 95ah,qui il desolfatatore si è fatto sentire,le piastre avanzano ma mi rimane sempre la n°3 dal + che risulta sempre come sulla foto in alto alla pagina(rosso totale)ma non capisco se è l&#39;acido a mancare o semplicemente è parzialmente danneggiata,<br>Ho provato a fare un bel corto fra i poli ma fa di quelle pacche da far quasi paura.<br>Sarei quasi tentato di andare a prendere una batteria da recupero da uno scassamacchine di grosse dimensioni e pulsarla.ma vedro piu avanti.<br>Sono certo dei risultati fin qui ottenuti e pretendere di recuperare anche le batterie piu scassate era un po pretendere tanto.<br>Adesso mi sto desolfatando le batterie del pannello,peccato che sti giorni sole ce nè poco,voglio proprio vedere i risultati <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f0cfe5c1fd1f5711c48f126f721f1e55.gif" alt=":D">

DOLOMITICO
19-03-2008, 16:49
Oggi ho perfezionato la mia stazione prova.<br>Ho trovato un caricabatterie da 600ma 12v per moto (quelli tipo alimentatore)con 2 morsetti cosi ho una situazione meno precaria.<br>Anche perche vista la lunga durata preferisco avere meno cavi volanti a coccodrillo possibile.<br>La batterie da 90 sulla cella n°3 l&#39;acido sembra alzato fino a 1.130 ma col beneficio del dubbio che sia risalito (anche perche ricordo solo che era intorno alla tacchetta dell1.125).<br>Il tempo dar&agrave; ragione.<br>In compenso ho recuperato una batteria da 80 ah da un meccanico.<br>Le piastre friggono bene bene e non ci sono piastre sballate.Anzi sembrano le bollicine della minerale,penso sia questa la norma visto che le altre batterie facevano una bollicina ogni tanto,Ho dovuto solo aggiungere acqua visto che era molto a secco,tutto ancora coperto dal liquido ma poco assai.<br>Con oggi ho messo in trattamento anche questa.<br>Adesso in trattamento sono questa da 80 piu quella da 95 assieme.<br>E le 4 batt del pannello solare da 45 con l&#39;altro megapulse.<br>Adesso per i risultati cè solo da aspettare 2 settimane.<br>E voi che fate?<br>Cè qualcuno che testa a parte YESWEEKEND?<br>Che fanno le tue piastre? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3d94f0126bbd2548bff6205172455851.gif" alt=";)"><br><br><span class="edit">Edited by DOLOMITICO - 19/3/2008, 19:29</span>

YESWEEKEND
20-03-2008, 00:49
Ciao DOLOMITICO.<br>Mi fa piacere che ti interessi al mio test, ho solo astpettato un po&#39; per non ingolfare il tread.<br>Dall&#39;ultimo mio messaggio sono riuscito a far ripartire la carica anche sulla cella numero 1 , quella che non si schiodava da 1,150 .<br>Ho fatto delle scariche intense ma per breve tempo , senza far abbassare troppo la densit&agrave;.<br>Lo scopo era , secondo la mia convinzione, di far ripartire in caricabatterie con una intensit&agrave; di carica alta dal momento che vedevo che per i primi minuti quella cella faceve delle piccole bollicine e poi si fermava . Alla fine ha fatto come la numero 5 , ha incominciato con più vivacit&agrave; ed adesso continua a sviluppare una attivit&agrave; costante .<br>Penso che così facendo si inizi arompere un ponte creatosi tra i cristalli di piastre attigue , ponte che crea in realt&agrave; un corto temporaneo , si incomincia a liberare della superficie che innesca l&#39;elettrolisi , via via più attiva quando il desolfatore inizia a dissolvere il solfato.<br>A ttualmente ho la cella numero 5 a 1,300 , le numero 6-4-3 a 1,850 e la numero 2 a 1,250/275 ( ma è quella attigua alla 1 ) e la 1 a 1,200+.<br>Il caricabatterie non va in modalit&agrave; mantenimento , tutte le celle friggono , questo mi fa pensare che ci vorranno ancore alcuni giorni per vedere se la 1 torner&agrave; a ricaricarsi completamente.<br><br>Comunque di notte riporto il carica in modalit&agrave; moto , poichè ho visto che la batteria si scalda e non vorrei stressare per troppo tempo le piastre dal momento che per il momento la desolfatazione si è rallentata .<br><br>Per DOLOMITICO ho una nota riguardo al densimetro .<br>Ho un densimetro identico al tuo , ieri però , sono andato a fare l&#39;ultima misurazione serale , quando ho aspirato è rimasta sul fondo la parte inferiore dell&#39;ampolla del galleggiante, rotta all&#39; altezza delle resina che sigilla la zavorra .<br>Sono sicuro di averlo trattato con cura , poi mi è venuto in mente che l&#39;ultima misurazione è stata effettuata con l&#39;elettrolita caldo , infatti avevo il carica in modalit&agrave; inverno ed infatti sentivo il tubo del densimetro caldo. Tenendo conto che in garage ci sono dai 9 ai 11 gradi penso proprio che sia stato uno shock termico al momento del raffreddamento , perciò fai attenzione &#33;<br>Fortunatamente avevo misurato la cella a 1,300 e quella a 1,150 che erano ferme , perciò ho recuperato la scala di riferimento dal galleggiante , ne ho riprodotta una su carta tenendo l&#39;originare di scorta , poi saldando una siringa da 5cc con il corpo di una biro ,quarnizioni varie e piombini mi sono fatto un galleggiante che funziona a meraviglia e soprattutto è antiurto. Non sar&agrave; precisissimo , ma ho stimato la tolleranza in * o - una 0.005 , una lineetta appunto , scarto più che trascurabile.<br>

stranger
20-03-2008, 08:15
Discussione interessante.<br>Sicuramente è possibile fabbricare batterie ricaricabili che potrebbero durare un milione di anni, ma ovviamante per fini commerciale non c&#39;è interesse a farlo.<br>

DOLOMITICO
20-03-2008, 19:29
Ciao YESWEEKEND,<br>afigurati,anzi mi fa molto piacere che tu stia testando una cosa simile alla mia cosi da confrontare 2 esperienze diverse.<br>Anche perche facendo un monologo qualcuno potrebbe pensare che non sia attendibile questa cosa dei desolfatatori.<br>Oggi ho avuto poco tempo per i test,appena 5 min per misurare la piastra n°3 e devo dire che si muove per davvero.<br>Ho misurato 1.140.<br>Rispetto a ieri è gia salita forse piano piano ce la fa.<br>Fra il megapulse che pulsa e l&#39;alimentatore che la tiene parzialmente in carica sembra che funzioni.<br>Anche tu mi sembra che i tuoi test funzionino,l&#39;idea di variare la corrente di carica e poi scaricarla a momenti mi sembra funzioni.<br>Ricordo che quando presi le 4 batterie da 45ah dell VARTA ho dovuto fargli fare una serie di cariche scariche per rimetterle in funzione al 100%.<br>Arrivavano lentamente a 12.6 volt e poi saltavano subito a piena carica,col tempo si sono ammorbidite e ripreso la capacita mancante,adesso sono in&quot;terapia&quot;col megapulse per il secondo risveglio. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3019f23d75d719f018be6a4886ea9f81.gif" alt=":)">

DOLOMITICO
21-03-2008, 18:02
Ciao a tutti,<br>Anche oggi la piastra n°3 della batt da 95ah si è alzata,ormai la scritta 1.150 e quasi tutta emersa,è ancora totalmente in zona rossa ma lentamente risale la china. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/33463249b9a8bfd015550f98f088841f.gif" alt=":P"><br>Allora diduco che non di rottura ma solo di solfatazzione di una piastra visto che le altre sono tutte belle vispe.<br><br>INFO:<br>Che voi sapiate se io ho una batteria in qui l&#39;acqua è in buona parte evaporata,io penso che la concentrazzione dell&#39;acido sale e mi da un valore piu alto.<br>Se invece aggiungo demineralizzata la concentrazzione scende e mi da valori inferiori.<br>Ho dedotto bene? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/b03d4097181989b12350446a2d7a40de.gif" alt=":huh:"><br><br>

YESWEEKEND
21-03-2008, 20:56
Ciao Dolomitico.<br><br>Sì è così , ma con le dovute proporzioni<br>Ho fatto un calcolo spannometrico in base alle caratteristiche di varie batterie .<br>Ho visto che in genete contengono 63 / 65 cc di soluzione per Ampère,<br>La mia da 62A dovrebbe contenere un po&#39; meno di 4litri , divisa 6 celle fa circa 650cc di liquido.<br>Di questo circa un terzo è acido.<br>Penso che se rabbocchi max un cm di acqua sopra la sommit&agrave; delle piastre , anche se non si dovrebbero superare i 5mm non ottieni un valore tanto sballato per le misurazioni che ci servono, ovviamente presupponendo che sia avaporata solo l&#39;acqua e l&#39;acido sia rimasto in soluzione e depositato.<br>Tieni conto che il peso specifico dell licquido è di 1,270Kg./Litro , quindi puoi farti la proporzione di quanto possa variare la concentrazione .<br><br>Per aggiornarti sulla mia ricarica<br><br>La cella numero uno no si schiodava da 1,200.<br><br>Oggi , ho avuto modo di fare una scarica profonda della batteria, ho riportato le celle a 1,150 /1,200 e poi ho iniziato la carica .<br>Come mi aspettavo con tutte le celle profondamente scariche ora la numero 1 fa le bollicine , come la vicina numero 2, le altre sono quiete , la tensione di carica è ancora di circa 10,50V, la carica è ancora all&#39;inizio quindi.<br>Penso di avere raggiunto lo scopo di far si che , per la resistenza interna acquilibrata delle piastre , la 1 possa avete la corrente sufficiente per la carica .<br>Non mi resta che aspettare domani e vedere dove si femer&agrave;.<br><br>Ciao<br><br><br><br>ho scritto liquido con la cì e la cù

DOLOMITICO
24-03-2008, 09:19
Io sono andato oggi a rimisurare la piastra n°3 ma è ancora ferma sull&#39;1.150.<br>Mi sembra che non si sia un gran che spostata.<br>Voglio insistere perche il voltaggio è ok ma non capisco perche sia cosi basso il livello dell&#39;elettrolita,si saranno formati cristalli grandi come patate?<br>In compenso le batterie del pannello danno segni di ripresa anche se fanno cicli di desolfatazzione solo quando cè il sole(sto periodo non tantissimo).<br>Anche la batteria presa dal meccanico sta desolfatando ma non ho ancora dati al riguardo.<br>Sto arrivando alla conclusione che:<br>1)Carica la batteria con un carica batterie normale finche assorbe pochissimo<br>2)Attaccha un alimentatore che tiene in tensione il megapulse<br>3)Torna fra 15gg o una mese per vedere gli effetti

DOLOMITICO
25-03-2008, 09:12
Oggi ho controllato le 2 batterie da 80/95ah.<br><br>Quella da 80 che era quasi senza acqua,dopo il rabbocco oggi ho misurato che le piastre centrali sono tutte in zona verde mentre quelle sotto ai poli (la prima e l&#39;ultima)<br>sono un po indietro,entrambe in zona rossa sui 1.200 se non ricordo male.<br><br>Invece quella da 95 è ferma li non si sposta tanto,però dando un&#39;occhiata alle varie piastre mi è venuta in mente una cosa che mi diceva UDOS:<br>&quot;<b>controlla le piastre,se sono nere non cè tanto da fare,ma se sono bianche è solfatata</b>&quot;<br>Questo era inteso per le batterie che si recuperano dal ferrovecchio o dal meccanico,<br>in effetti ripensando alla batteria da 230h le piastre non erano macchiate di bianco(solfato) bensi nera nera con tensione bassa = era finita.<br><br>Tornando a questa batteria da 95ah ho notato che:<br><br>Le piastre 1-2-4-5-6 avevano le griglie nere nere e con l&#39;acido in perfetta forma.<br>La n°3 aveva le griglie macchiate di bianco,indice di solfatazione,e da quanto ci mette a tornare su deve essere tosta.<br><br>Questo per dire che se recuperate batterie anche senza strumenti ma anche solo con un&#39;occhiata alle piastre potete stimare un eventuale tentativo di recupero se le vedete con una specie di muffa bianca.<br><br>Per YESWEEKEND occhio alle scariche troppo profonde non scendere mai sotto i 10.5volt con carico o 11.4 volt senza carico.<br>Ma ricorda che questi sono proprio gli estremi,io personalmente a 12.00 mi fermo.<br><br>

udos3
25-03-2008, 09:21
ho parlato di tappi neri , non di piastre<br>comunque prova a collegarre due mega pulse in parallelo ,visto che li hai<br>buon lavoro<br><br>udos

DOLOMITICO
25-03-2008, 11:22
O scusa allora,con tutti sti dettagli ogni tanto mi perdo.<br>Cmq dare un occhio direttamente alle piastre per sapere in che stato sono non mi pare una cattiva idea. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/12e9d15acbf521137b562cc44e557109.gif" alt=":)">

DOLOMITICO
26-03-2008, 11:11
oggi la batteria del meccanico da 80ah si è alzata un po la piastra 1 +sege 6-<br>segnano rispettivamente 1.200 e 1.225,si alzano piano piano. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4c3ab3497a528beab2b74387d425d328.gif" alt=":B):"><br>Invece quella da 95ah è ferma li,non fa una piega. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/6f8ad5777314b29052fdace749659879.gif" alt=":unsure:"><br>Attendiamo <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/909f3c1d24afe6e481edf14149cd64bc.gif" alt=":shifty:"><br>

DOLOMITICO
27-03-2008, 09:54
Ciao a tutti,<br>oggi le misure danno buoni esiti,<br>La batteria da 80ah segala miglioramenti.<br>L&#39;acido sulla piastra n°1 positiva si è spostato nella zona bianca appena 1mm sotto i 1.225.<br>La n°6 negativa invece è appena sopra l&#39;1.225.<br>Per capirci il livello è su una cella alla base della scritta e l&#39;altro in cima,l&#39;importante è che da ieri si è gia alzato.<br>L&#39;altra batteria ha fatto un piccolo passo avanti,ma sono passi cosi piccoli che è difficile stimarli con precisione.<br>Chissa quanto tempo era in quello stato.<br>Invece la batteria del meccanico era fresca fresca appena smontata,e in effetti ha reagito subito agli &quot;stimoli&quot;.<br>Voi che fate la fuori?<br>Mi sa strano vedere tutta sta gente che viene a leggere i miei post e cosi pochi che scrivono. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/5351be15313a7caeac0ab5fae7b7ea3d.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/5351be15313a7caeac0ab5fae7b7ea3d.gif" alt=":D"><br>

DOLOMITICO
28-03-2008, 11:26
Oggi la batteria da 80ah ha superato con tutte e due le piastre (la prima e l&#39;ultima) i 1.225.<br>Sono entrambe in zona bianca,e avanzano circa di 1,5 mm al giorno.<br>Anche la batteria da 95ah oggi ha fatto un passo avanti.<br>Ormai la scritta 1.150 è completamente emersa.<br>Per la cronaca era una settimana che era bloccata qui. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/40deb838fc8d07536e0839531b86b198.gif" alt=";)">

DOLOMITICO
02-04-2008, 16:15
Dopo tre giorni di sosta forzata sono tornato on line.<br>Pero con una domanda.<br>La batteria da 95ah ha continuamente la piastra ferma a 1.150,non si sposta da li,pero la tensione è corretta e l&#39;effetto scintilla è bello potente.<br>L&#39;ho collegata al pannello per vedere come va e devo dire che anche con carico collegato non si siede affatto,<br>Si parla di almeno 7ah per un ora e la risposta è perfetta.<br>Il quesito è:<br>ma se funziona(o cosi sembra)perche l&#39;acido è cosi basso?<br><br>Comunque sia sto attrezzo mi sta dando soddisfazioni,salvo casi limite su ogni batteria fin qui testata si vedono subito dei miglioramenti nell&#39;arco di 5 giorni. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/7cd637d5cc7e3b17824aada73d6230a2.gif" alt=":P"><br>E voi che fate? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e92c815417b3f373cbf705bed0977e3f.gif" alt=":huh:"><br><br><span class="edit">Edited by DOLOMITICO - 2/4/2008, 17:36</span>

YESWEEKEND
02-04-2008, 17:41
Ciao DOLOMITICO<br><br>Il densimetro non mente.<br>Prova a lasciarla senza niente collegato per almeno mezza giornata e poi quarda la tensione .<br>La capacit&agrave; reale o almeno potenziale te la dice il densimetro appunto.<br><br>Anche la mia batteria ha la solita piastra che non si muove ancora da 1.200.<br>Per ora ho trovato il modo di fornirle una tensione di carica di 14,65 Volt , ma con un amperaggio appena sufficiente per il desolfatatore , sembra comunque che qualche cosa si muova.<br>Comunque insisto ancora un po&#39; per curiosit&agrave; , da quello che posso vedere lo stato della cella è pessimo , sembra un wafer fatto da piastra-solfato-isolatore-pistra-solfato-......ma lo era anche la numero 5 che poi si è ripresa alla grande.<br>Penso che un aiutino con un po&#39; più di corrente non faccia più danni di quanti ne abbia gi&agrave; subiti a causa della solfatazione.<br>Vorrei fare una ricarica di quelle comunemente dette di desolfatizzazione/rigenerazioe/equalizzazione ,ma mio meccanico non ha mai tempo o l&#39;officina occupata.<br><br>A questo punto vorrei un chiedo ed un insegnamento da chi ne sa più di me.<br><br>Ho un alimentatore stabilizzato che da indicazioni fornisce 13,2V a 2,5A .<br>Penso che se lo utilizzassi così com&#39;è per ricaricare per un brevissimo tempo la batteria farei un bel danno se non alla batteria sicuramente all&#39;alimentatore , giusto ?<br><br>Non vorrei prendere unaltro caricabatterie anche perchè se dovessi fare una ulteriore spesa sarebbe una buona batteria da lasciate collegata al menutentore + il desolfatatore.<br>Che cosa si può utilizzare per ricaricare una batteria al piombo-acido da 60Ah ?<br>Questo dubbio mi viene poiché spesso leggo di trasformatori, switches, alimentatori,caricatori,etc.. ma mi viene il dubbio che non sempre chi ne parla sappia di cosa parla ( NON mi riferisco aquesto sito &#33;).<br>Qualcuno mi può dire brevemente quali sono effettivamente le differenze tra quasti dispositivi ?<br>Penso di saperlo a grandi linee ma a sto&#39; pundo ho anche dei dubbi sulla descrizione da etichetta degli stessi.<br><br>Ciao.<br><br><br><br>

DOLOMITICO
03-04-2008, 15:14
Ieri sera ho visto che infatti non mente,l&#39;ho messa sotto torchio un po e in effetti la piastra mancante si faceva sentire.<br>Per il tuo alimentatore io dico la mia visto che prima di usare un caricabatterie ufficiale ho usato quasi di tutto.<br>In teoria puoi usare anche un banale alimentatore da parete basta che i voltaggi siano giusti.<br>Pero se è troppo piccolo (es:500ma)e la batt assorbe 10ah lo puoi bruciare.<br>Il tuo alimentatore penso lo puoi usare pero non la caricarai a fondo,infatti in fase di carica servono 14.4volt e in mantenimento 13.8volt.<br>Tu con 13.2 non credo riesci a caricare sto granchè.<br>Prova a cercare se hai qualche alimentatore da parete che puoi adattare,misura quanto assorbe la tua batteria in ah e se i valori bassi (2-3ah circa di assorbimento)lo puoi collegare,occhio ai poli.<br>Io avevo caricato 1 batt da 45ah con un alimentatore variabile,e poi quando la corrente era calata quasi a 500ma ho collegato il megapulse a un banale alimentatore da parete a 13.5v.<br>Ps:Io ti consiglio di collegare il tuo alimentatore alla batt e dopo qualche ora o piu controlla i volt,ora che ricordo il mio da 13.5 dopo 2gg mi segnava addirittura 14 e passa volt magari a te fa la stessa cosa

gattmes
03-04-2008, 17:13
Dolomitico stai facendo un gran cas... ehm confusione tra ampere e apere-ora&#33;&#33;&#33;<br>Dai un occhio alla sezione manualistica (elettronica, unit&agrave; misura, ecc.) e/o alle FAQ sulle bat e poi correggi... altrimenti chi non avezzo non ci capisce + una mazza.<br>Ciao <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/61dffb94082077e24718f541ae2136cc.gif" alt=":)">

DOLOMITICO
04-04-2008, 11:12
<img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e6c842d36a767fbc8eca11252cc6564a.gif" alt=":P"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e6c842d36a767fbc8eca11252cc6564a.gif" alt=":P"><br>Forse non ho scritto in maniera molto chiara,forse sta nozione mi manca un po,<br>ma amper o amper ora non sono la stessa cosa? <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/d844e6eba0442d260d39acc09f835d8f.gif" alt=":huh:"><br>Evidentemente no.<br>Vado a ripassare.<br>Il mio concetto era che l&#39;importante era rispettare i volt e gli amper e dopo puoi usare anche una dinamo a pedali.<br>Scusate la confusione. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/d9ac49e35ea35ff1e86d4d6f39c69b0b.gif" alt=":rolleyes:"><br><br><br>PS:Sto facendo un nuovo test su una batteria gentilmente concessa da ALZAIMERO da 120ah,pero invece che fare una valanga di post(oggi sale-domani scende ecc)volevo realizzare un grafico riassuntivo per meglio dare un idea sull&#39;andamento delle singole celle.Quindi portate un po di pazienza se siete interessati.

nll
04-04-2008, 16:28
<b>ampere (A)</b> è l&#39;unit&agrave; base SI usata per misurare l&#39;intensit&agrave; della corrente elettrica<br><br><b>amperora (Ah)</b>, è la quantit&agrave; totale di carica che scorre, con l&#39;intesit&agrave; di un ampere, in un conduttore in un ora.<br><br><br><b>amper</b> è sbagliato (il nome deriva dallo scienziato francese André-Marie Ampère.)

YESWEEKEND
04-04-2008, 22:06
Ciao a tutti.<br><br>Per conto mio per ora mi fermo qui.<br><br>La famigerata cella numero 1 non si schioda da 1.200 ho provato e riprovato , anche con soltanto il caricabatterie come suggeritomi da Ctek stessa poichè mi dicono che questo carica viene influenzato dal desolfatatore poiche sente la tensione più alta e non si attiva correttamente il programma di desolfatazione .<br>Comunque niente lo stesso , d&#39;altra parte come avevo gi&agrave; detto sapevo ormai che più di tanto non si poteva cavare da una cella che presenta in superficie anche dei frammenti di isolatore .<br>Ho sostituito la batteria con un&#39;altra Varta messa gi&agrave; in carica di mantenimento con il desolfatatore , purtroppo non ha i tappi ma non è detto che tra un po&#39; di anni non ci dia una misurata col densimentro.<br>Adesso lascio quella dismessa in un angolo , fra una settimana decido se perderci ancora tempo o portarla allo smaltimento.<br>di sicuro con la batteria in buno stato risparmierò un po&#39; di benzina e di alternatore .<br><br>Tirando le somme però dopo più di due mesi di &quot;esperimentazionen&quot; sono convinto che senza desolfatatore non serei riuscito a recupere le altre 5 celle di una batteria oramai allo stremo.<br>Anche alla luce dell&#39;ultima ricarica partendo dalle celle con 1,225 con solo il carica collegato , dopo 24 ore ero soltanto a 1,150, solodopo aver ricollegato il desolfatatore si sono caricate dopo altre 5 ore circa.<br>Se avrò novit&agrave; vi faro&#39; sapere.<br><br>Intanto seguo il serial di DOLOMITICO.<br><br><br>Ciao<br><br><br>

DOLOMITICO
05-04-2008, 18:30
Come ti capisco,anch&#39;io ho la batteria da 95ah di cui 5 celle sono agili e scattanti con livelli acido perfetti e la famigerata 3a cella che non si sposta da quell&#39;1.150.<br>Quasi quasi sego in 2 la batteria e temgo solo le celle in buono stato. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/68ce3a1437612074c046b32e74f0bb3e.gif" alt=":D"><br>Invece la batteria datami da alzaimerofa progressi a vista d&#39;occhio,oggi tutti i livelli erano in zona bianca,al di sotto dei 1.220. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/aea4f940d67a8b99db1ed7a774665acb.gif" alt=";)"><br>Il fatto è che il desolfatatore desolfata e lo fa anche bene,però se ci sono problemi sulle celle li non si va oltre. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/73b3f21ad7b9836b59cd12bd2e51ba91.gif" alt=":("><br><br>Per YESWEEKEND:<br>Se conosci qualche meccanico,basta che gli chiedi se ha qualche batteria che ha sostituito da poco della capacita che ti serve.<br>Loro in genere le buttano via e se hai fortuna non ti chiedono niente in cambio,e la maggior parte è appunto solo solfatata dal tempo. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/aea4f940d67a8b99db1ed7a774665acb.gif" alt=";)"><br>Fra tutte le batterie che ho provato quelle dai campi recupero,dai meccanici,sono valide.<br>Quelle che gettano nelle immondizie sono in genere finite o rotte <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3dfc1d050dd2fa23056a1c9bcdea7008.gif" alt="&lt;_&lt;">

DOLOMITICO
06-04-2008, 15:22
Vi ho promesso un grafico,anche se artigianale eccolo qui:<br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3288865d8ed4d4412d9545544d011164.jpg" alt="image"><br><br>é un po casereccio,ma senza tanti programmoni faccio un po come posso.<br>Anche perchè un grafico è piu che tante parole.<br>Questo test è quello partito all&#39;inizio di aprile con la batt da 120 ah di ALZAIMERO <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/633e3d394c44075cc4a2b2c78f60677a.gif" alt=":P">

DOLOMITICO
12-04-2008, 16:44
Ciao a tutti,sto periodo è un po folto di impegni,<br>Il mio test iniziale ormai si è trasformato in una catena di montaggio di recupero batterie.<br>Anche i parenti mi danno batterie da recuperare.<br>La parte piu interessante riguarda una batteria da scooter da pochi ah,<br>era rimasta ferma per un anno vuota,con pochissimo liquido nelle celle e un voltaggio di 8 volt.<br>L&#39;ho riempita di acqua,ho visto che assorbiva ancora 200ma,l&#39;ho collegata al megapulse e dopo una settimana fa scintille che è una bellezza.<br>Ormai ho collegato una batt da 120ah,una da 80ah,una da 50ah,una da 55ah,e per ultima questa da motorino.sono circa 300ah totali,il MEGAPULSE è dichiarato per 300 ah max di capacita e quindi lascio il tutto in trattamento.<br>Probabilmente con cosi tante batterie l&#39;effetto cala un po,ma a vedere le piastre stanno tornando belle nere (sulla batt da 120ah)e le maccchie di solfato calano piano piano.<br>Ormai arrivati a questo punto con tutti i test che ho fatto mi sembra quasi ripetitivo dire sempre le stesse cose.<br>Tanto a chi interessa si fa un giro sui siti tedeschi o inglesi e trova parecchie info su questo apparecchio cosi per avere dei pareri diversi.<br>Il mio scopo era diffondere questa novita,<br>speravo un po piu di partecipazione,ma probabilmente molti non conoscono la materia o semplicemente leggono e basta.<br>Comunque sia questa è stata una bella scoperta e mi ha risolto un grosso grattacapo.<br>

DOLOMITICO
15-04-2008, 17:46
Qui un aggiornamento,si va piano piano.<br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4843bd1f79c4c52a4313bb073cb9ef6b.jpg" alt="image"><br><br>Cè qualcuno che ha provato questi desolfatatori oltre a JESWEEKEND?

DOLOMITICO
21-04-2008, 11:36
Dopo tanto tempo si è tornati,penso che ci siano dei miglioramenti in corso perche le foto sono sparite,per il resto bene,desolfato batterie a destra e sinistra,tutte e 3 le batterie sono quasi in zona verde,3/4 di carica,e alla fine di questo mese vedro che capacita avrò raggiunto,voi che fate di bello?

udos3
21-04-2008, 21:29
[MODERAZIONE: Non si cita un messaggio per intero. nll]


complimenti per la tua costanza nelle prove e per i 1500 lettori dei tuoi articoli

udos3

DOLOMITICO
24-04-2008, 12:34
Grazie udos,sono contento di questo,è una bella cifra,
l'unica cosa che mi spiace è che molta gente (parlo della vita mia reale)non capisce le potenzialita di questo apparecchio,ne ho parlato con 2 persone qualificate,elettricisti di professione 1,e ex riparatore elettrodomestici l'altro,e anche se erano partiti interessatissimi si sono dissolti come neve al sole.
Ormai ho fatto prove su parecchi tipi di batterie,da recupero,rottamate,vuote e senza acido da 1 anno,da discarica,e anche se su molte di esse devo ancora verificare i risultati perche le sto desolfatando posso dire che un po di esperienza ce l'ho.
Certo non vorrei passare per una specie di rappresentante della novitec,pero hanno fatto un bel prodotto,peccato che il grande pubblico non lo conosce.

In quanto agli esperimenti ho sostituito l'alimentatore che teneva in carica le batterie da 1 mese perche anche se era venduto come caricabatterie per ciclomotori non arrivava oltre i 13.4 volt.
Da ieri il tutto funziona con un alimentatore un po piu forte che arriva a 14.4 e difatti l'acido è salito subito.
Penso che con il vecchio alim.desolfatava lo stesso ma oltre un certo limite non caricava,con questo recupero la fetta mancante.
A occhio nudo si vedono le piastre nere negative pulite pulite,non si vede piu nessuna macchiolina di solfato,sembra nuova nuova.
Alla fine di questo mese eseguiro dei test di capacita per determinare la capacita reale.

PS:per il grafico che non ho aggiornato la batteria da 120ah tutte le piastre hanno raggiunto quota 1.260,giusto sul confine fra la zona bianca e verde.

Saluti

DOLOMITICO
05-05-2008, 09:14
Ciao,dopo un po di tempo ho potuto fare un test su una batteria da me trattata.
Era una tudor da 50ah,scaricata a 12.00volt,non accendeva piu la macchina,dopo un mese di trattamento,1 settimana di fermo ieri l'ho installata su una macchina per la prova di partenza e....si è accesa come un missile,sembrava nuova,avete presente quando installate una batteria nuova che sentite proprio la piena potenza di spunto?
Per il resto anche la batteria da 7 ah continua a mantenere la carica,questa non l'ho potuta sperimentare su un motorino,ma dopo una settimana di riposo ha acceso una lampadina da 55w a piena luce.
Questo è il tutto.
Le altre batterie sono ancora in trattamento,forse ho esagerato a collegare un tot di 300ah di batterie in parallelo,cmq anche cui i risultati sembrano ottimi.
Ciao al prossimo aggiornamento.

DOLOMITICO
06-05-2008, 08:49
Anche la mia prima ursus ieri l'ho misurata,e è tornata con tutte le celle a 1.300.
piu di cosi non si sale.
Per avere un buon recupero le lascio un mese tranquillo in desolfatazione.

carest
09-05-2008, 12:09
ciao dolomitico
secondo te lo schema elettrico del desolfaratore potrebbe essere simile a questo:
http://www.electronics-lab.com/projects/power/036/index.html

saluti
carest

DOLOMITICO
10-05-2008, 19:36
Sinceramente una persona che potrebbe risponderti è UDOS3.
Io so che il desolfatatore che ho preso io si basa su di una frequenza di 8mhz,e che facendo entrare in risonanza i cristalli di solfato li disfa per una sorta di "cedimento strutturale".

Io ti posso assicurare che l'effetto che si vede da prima a dopo è che:
PRIMA:
le piastre sono visivamente (dai tappi)coperte da macchie di solfato.
DOPO:
tornano ad uno stato quasi nuovo,cioe non vedi piu traccia di queste macchie.

Tornando alla frequenza,non credo sia una sola ma (questa è una mia deduzzione)
non sia una singola,ma credo oscilli da un min a un max sui 8000hz,in modo da accordarsi su piu grandezze di cristalli di solfato.

Lo schema sembre sia valido,anche se non ho le necessarie competenze per valutarlo,
io prima di comprare il mio megapulse ho girato tanto su siti sia italiani che esteri,e i commenti di questi desolfatatori auto costruiti sembravano tutti negativi nel senso che si funzionavano ma non portavano vantaggi di nessun genere.
Un idea sarebbe quella di esaminare con un oscilloscopio o la dovuta apparecchiatura un desolfatatore funzionante e poi cercare di replicare le caratteristiche.
Ho trovato anche dei desolfatatori che invece di lavorare in frequenza lavorano a impulsi,francamente su questi non so pronunciarmi.
Ma a parte me e YESWEEKEND non cè nessuno che ha provato questi gingilli?

Se puoi costruirlo fai presto per testarlo,prendi una batteria di cui il voltaggio non carica oltre un tot volt es 12.25volt,se dopo una caricata con il caricabatterie continua a indicare questo voltaggio significa che è solfatata.
Attacchi il tuo circuito per 24 ore,se dopo di questo vedi che i volt cominciano a salire es 12.50,vuol dire che qualche cosa si muove e che sta lavorando.
Io uso questa tecnica e fin qui funziona,pero mi sa strano che un semplice circuito autocostruito possa fare qualcosa,ce ne sarebbero molti di piu in giro a quest'ora.
Comunque insistere non va mai male.

ps: il megapulse è chiuso ermeticamente,per aprirlo lo devi rompere,quindi è difficile sapere come è fatto il suo circuito interno.

udos3
11-05-2008, 13:13
Ciao
lo schema postato, e' basato sul brevetto anni 60 della Westinghaus ,che all epoca aveva un integrato che dava un forte impulso positivo alla batteria, seguito da un piccolo impulso negativo
Questo comporta che le bolle di idrogeno che si formano durante la carica, vengono ridotte di volume prima che scoppino, appunto invertendo la polarita ' durante la carica

non so se attualmente ci sono ancora in commercio questi IC e se la soluzione per una carica ideale delle Pb sia la migliore..
non serve per desolfatare , in quanto ci vuole la tecnologia RF per rompere i cristalli di solfato, ma solo per ottenere una buona carica

oltre al desolfatore elettronico, esiste un altro circuito survoltore ottimizzatore , che assorbe energia costante (10 mA ) in un condensatore gold e lo scarica in pochi microsecondi ( impulsi di oltre 200A )

carest
12-05-2008, 23:44
grazie dolomitico e udos3 per i commenti.
Lo schema del desolfaratore è certamente diverso da quello che ho trovato io, era più che altro una curiosità che avevo e non voglio certamente che apri il tuo per vedere come è fatto dentro.

vorrei fare i complimenti a dolomitico per il lavoro che sta portando avanti... non ti scoraggiare se altri non stanno facendo le stesse prove; io ad esempio, oltre al poco tempo che avrei per farle, non utilizzo normalmente le batterie fuori dall'automobile, però mi interessa l'argomento e leggo sempre volentieri i tuoi resoconti delle prove che stai portando avanti.

saluti
carest

DOLOMITICO
14-05-2008, 14:32
Grazie a te per l'iniezione di fiducia,anch'io sto periodo fatico a continuare i test,o meglio,i test proseguono da soli è che sono io che non ho tempo per fare rilevamenti.
Ogni tanto vado a fare qualche misuratina,vedo che su tutte ci sono miglioramenti,anche la batteria che mi ha dato alzaimero da 120ah ha raggiunto quasi quota 1.300,calcolate che ormai è dal 1 aprile che è li che si sta facendo trattare.
L'altra da 85ah ci sono ancora 2 celle che sono un po in ritardo ma non manca molto.
Poi cè un'altra batteria della bosch da 50ah ermetica e li non si sa che succede,ma l'ho trovata e quindi vediamo che sara.
Proprio ieri sera ho trovato una piccola batteria da 8ah al gel,che credo sia un altro campo interessante.
Da ricerche effettuate sul web ho letto che possono essere solfatate o "assetate"
nel senso che il livello di acqua tende a evaporare e in casi estremi bisogna rabboccare.
L'ho collegata ieri sera e assorbiva circa 80ma, a 11.55 volt.
Oggi i volt erano risaliti gia a 12.00v,ci vorra un altro mese per vedere gli effetti.
E poi ci sono le 4 batt del pannello in parallelo che sembrano rinate,a occhio ho recuperato gia il doppio di sicuro in capacita,e anche in tenuta come volt sotto carico.
Non vi dico che faccie che fanno i vari meccanici/demolitori quando chiedo batterie di grossa capacita anche vecchie e solfatate,si legge chiaro in faccia che stanno pensando a che diavolo possa servirmi una simile cosa.
Per chi possa interessare le batterie da camion sono quasi da escludere,troppo sollecitate e sfruttate,ottime le batterie da trattori o veicoli usati stagionalmente che hanno modo di solfatarsi un po in inverno:) i camion invece le sfruttano a manetta e le tengono in molti casi a meta carica causa i bassi giri(sempre fonti lette su internet e mio suocero che è camionista).
Un ramo da approfondire sono le batterie al gel,ma devo ancora farmi le ossa con questo tipo.

areand
14-05-2008, 16:38
Caro Dolomitico,se ci fai avere il codice del megapulse.Grazie "areand"

DOLOMITICO
14-05-2008, 18:27
che intendi per codice del megapulse?

carest
14-05-2008, 23:15
ciao dolomitico
se vuoi leggere l'esperienza di recupero sulle batterie al gel che ho trovato in rete...:
www.arigenzano.it/Tecnica/Il%20ciclatore.pdf

saluti
carest

DOLOMITICO
15-05-2008, 13:25
:):)
Era proprio li che ho letto quelle notizie che ho riportato,anche su internet è piccolo il mondo.
Ho pensato questo:
a meno che non siano state maltrattate,si solfata di sicuro ma penso di meno di una a bagno d'acido e quindi anche le pastiglie di ossido delle piastre positive non riescono a impregnarsi di cristalli di solfato.
Se qualcuno sa di piu puo smentirmi.
Ho un paio di piastre di una batteria che avevo aperto ma sono solo quelle negative,servirebbero le positive per dargli un occhio e vedere di capirne di piu.

areand
15-05-2008, 17:09
Caro Dolomitico, intendo il codice prodotto come hai dato per il Volmetro,
perchè scrivendo solo megapulse non trova nulla.OK!

udos3
15-05-2008, 19:19
Megapulse First Aid Solutions (http://www.megapulse.com.au/)

DOLOMITICO
15-05-2008, 19:27
Ah ok,in effetti per cercare informazzioni devi scrivere "megapulse novitec"
prova cosi:
su google scrivi "conrad.de" è in germania
dopo essere entrato nel sito conrad sulla sinistra cè una casellina con un cerca,scrivi semplicemente"MEGAPULS" senza e finale.
Questo è dove l'ho comprato io,comprarne uno idall' italia ti costa 80€ con le spese di spedizione.

ps:la batteria al piombo gel da 7ah è arrivata a 12.85 volt e fa delle scintille niente male.
L'ho collegata a un motorino che mi serviva da fare un test di sforzo e andava spedita senza cali,logicamente la capacita non la so,cmq dopo 2 giorni si vede subito l'aumento in termini di volt.
:):) sarei curioso da matti poter valutare i miei risultati con quelli di altra gente,perche non riesco a capire se molti sono scettici o se semplicemente aspettano e valutano la situazione

DOLOMITICO
21-05-2008, 12:22
La batteria da 120ah l'ho staccata anche se l'acido non era arrivato a 1.300,
segna 12.75 volt dopo 5 ore a riposo.la batteria al gel e ancora collegata con una bosch anch'essa recuperata.
Devo dire che ormai ho quasi finito le batterie da sperimentare.
Voi avete provato niente?

udos3
21-05-2008, 12:56
ciao Dolomitico
non hai la possibilita di provarlo su altri tipi di batterie?
tipo Ni Cd ,Ni Fe,Zn Ag?
se trovi dal tuo fornitore di batterie usate , quelle versioni militari o aereo, possono essere zinco - argento ,mentre vecchi gruppi di continuita' possono essere NIkel -ferro (NIFE)
sarebbe interessante anche su questi tipi, in quanto avevo contattato la ditta , ma non hanno mai risposto in merito

DOLOMITICO
22-05-2008, 08:14
:):):)
Ciao udos,
non ho mai visto niente di queste cose.
Immagino che non intendi le NI CD stilo ma quelle con l'acido,
Purtroppo qui da me non cè molta scelta,quel che riguarda le piombo ne trovi ovviamente a kg ma quando vai su altri generi,persino le piombo gel da recupero si trovano a stento.
Parlo di roba grossa non le classiche 7/8ah.
Anche i demolitori quelli che conoscevo li ho passati tutti,non mi resta che attendere.
Che ti sai gli ups dei pc hanno una corrente di carica max proporzionata alla capacita delle batt che colleghi?
es:2 batt in serie da 12 ah =1ah di carica a 24volt

Perche collegando 2 batt da 45 ah segna ancora 0.8 ah di carica,che si possa aumentare eventualmente?

DOLOMITICO
22-05-2008, 10:56
purtroppo oggi facendo un test di capacita sulla batteria da 120ah datani da ALZAIMERO ho constatato che era senza capacita,facendo un test di corto circuito ho notato subito una cella che friggeva,se l'avessi scoperto subito avrei risparmiato un po di tempo per niente.
morale della favola sia la batt da 95 che questa da 120 sono ko gia da prima di cominciare i test.
La batteria presa dal mecchanico da 80ah invece promette benissimo anche sotto carico non va in crisi.
Ricordo a tutti che era una batteria sostituita da una macchina e quindi presumibilmente in buono stato(per sperimentare)

tonini_mingoni
23-05-2008, 12:56
Ciao ragazzi la prossima settimana sarò in germania se qualcuno lo vuole il megapulse se vuole glielo prendo ....verificate il prezzo sul sito.

Ciao


Fox

tonini_mingoni
26-05-2008, 19:19
...sono appena arrivato e sono andato subito alla conrad a vedere , ne hanno e il prezzo è 59,50€....

Se qualcuno lo vuole....no problem...

Ciao


Fox

DOLOMITICO
27-05-2008, 17:37
ciao mingoni,sono curioso di vedere come ti va a te.
Per la cronaca ieri ho collegato la batteria da scooter che per non farvi rileggere gli avvenimenti era quella ferma da 1/2 anni in garage con meta liquidi nelle celle e un voltaggio da 8 volt,dopo 1 mese sotto desolfatatore segnava 12.6 volt,dopo un altro mese in garage da mio papà in stand by ieri è stato il momento decisivo,faccio una prova con una lampadina
dei fanali da automobile e si accende,"wow"ho pensato,e la collego allo scooter.
Le spie si accendono e lo scooter parte senza inceppamenti.
L'unica cosa sembrava un po "rilassata" come input,(ma potrebbe dipendere anche dal tipo di motorino di avviamento)nel senso che non era al 100%,ma non dava neanche segni di cedimento,a dir la verita non posso fare un paragone rispetto a un a batteria perfettamente carica.
Di certo è che dopo ripetute prove andava normalmente.
Lo scooter era un 50cc a 2 tempi.

ps:qualcuno sa dirmi perche quando una batteria ha una cella rotta quando si mette in corto per testarla comincia a bollire?

tonini_mingoni
27-05-2008, 18:13
Ciao , guarda non ho ancora avuto tempo per fare qualche prova...sono impegnato tra il lavoro e il restauro della 600 elettra....Però...una cosa ...il desolfatatore le colleghi in parallelo alla batteria , ma anche un alimentatore per tenere la tensione sui 13 v altrimenti il desolfatatore potrebbe non funzionare...giusto?


Inoltre , se lo tenessi sempre collegato in parallelo alla batteria della macchina l'elettronica potrebbe avere dei problemi?


Fox

triac60
27-05-2008, 21:31
Avevo una batteria da 5 anni in auto e qualche mesetto fà è deceduta, anche col caricabatteria non saliva oltre 11,5V.
Poi collegata ad un piccolo generatore eolico, fatto con un motorino 24Vcc e 4A, dopo una quindicina di giorni rimane a 12,9V(anche quando cessa il vento e dopo diverse ore).
Come è possibile che si sia desolfatata in questo modo e così velocemente?

gattmes
28-05-2008, 10:44
ps:qualcuno sa dirmi perche quando una batteria ha una cella rotta quando si mette in corto per testarla comincia a bollire?

perchè non è questo il sistema giusto per testarla!
Infatti se una cella è scarica (o altro).. di norma presenta l'impedenza più alta. Di coseguenza facendo un corto ottieni che su quella cella ti ritrovi forzata la somma delle tensioni di tutte le altre celle alla corrente del corto, eccenzion fatta per le cadute resistive sul "corto" e/o collegamenti vari (compresi intercella).. ed è una tensione a rovescio!
A titolo di esempio se su una bat a 12Vpb (6 celle) fai quella prova.. e con la corrente risultante le 5 celle buone non scendono sotto 1,5 (è un esempio... supponiamo anche le tensioni identiche su ogni cella) ti ritrovi sulla cella "moffa" -5x1,5V= -7,5V (trascurando altre cadute)... e questo con la corrente del "corto" (non proprio piccola!)

DOLOMITICO
29-05-2008, 13:31
Ciao , guarda non ho ancora avuto tempo per fare qualche prova...sono impegnato tra il lavoro e il restauro della 600 elettra....Però...una cosa ...il desolfatatore le colleghi in parallelo alla batteria , ma anche un alimentatore per tenere la tensione sui 13 v altrimenti il desolfatatore potrebbe non funzionare...giusto?


Inoltre , se lo tenessi sempre collegato in parallelo alla batteria della macchina l'elettronica potrebbe avere dei problemi?


Fox

Ciao,i produttori dicono che non da problemi con l'elettronica,da quello che so io se va sotto i 13.4 volt si spegne,io per ovviare a questo carico la batt fino al max possibile e poi la lascio con un piccolo alimentatore collegato sui 13.5-6volt.
In macchina non ci sono questi problemi perche quando è accesa ci pensa l'alternatore a dare tensione.
Se invece hai pannelli fotovoltaici idem come la macchina,quando cè sole funziona quando non cè si spegne.
Quando è acceso oltre al led dovresti sentire un fischio acutissimo.
Fammi sapere.

DOLOMITICO
29-05-2008, 13:37
Avevo una batteria da 5 anni in auto e qualche mesetto fà è deceduta, anche col caricabatteria non saliva oltre 11,5V.
Poi collegata ad un piccolo generatore eolico, fatto con un motorino 24Vcc e 4A, dopo una quindicina di giorni rimane a 12,9V(anche quando cessa il vento e dopo diverse ore).
Come è possibile che si sia desolfatata in questo modo e così velocemente?

Quando ho comperato le batt dallo sfasciacarrozze mi facevano anche a me dei salti strani,
è possibile che il generatore ha rimesso in funzione la chimica interna,non si tratta di desolfatazione ma di una sorta di risveglio dal letargo.
Per dirti le mie si caricavano lentamente fino a 12.6volt e poi saltavano a piena carica,in pratica c'era un buco di 0.3volt,caricando e scaricando un po di volte questo fenomeno è sparito ma col tempo mi sono accorto che la capacita stava riducendosi,
Dopo aver collegato il megapulse ho ri-recuperato la situazione.
Dovresti fare un test di capacita collegando un dato carico per un ora e poi misurare la differenza fra prima e dopo per avere un dato in piu come paragone.

DOLOMITICO
29-05-2008, 13:40
perchè non è questo il sistema giusto per testarla!
Infatti se una cella è scarica (o altro).. di norma presenta l'impedenza più alta. Di coseguenza facendo un corto ottieni che su quella cella ti ritrovi forzata la somma delle tensioni di tutte le altre celle alla corrente del corto, eccenzion fatta per le cadute resistive sul "corto" e/o collegamenti vari (compresi intercella).. ed è una tensione a rovescio!
A titolo di esempio se su una bat a 12Vpb (6 celle) fai quella prova.. e con la corrente risultante le 5 celle buone non scendono sotto 1,5 (è un esempio... supponiamo anche le tensioni identiche su ogni cella) ti ritrovi sulla cella "moffa" -5x1,5V= -7,5V (trascurando altre cadute)... e questo con la corrente del "corto" (non proprio piccola!)

come si calcola l'impedienza?
ho visto in vendita un aggeggio con una molla gigante per testare la potenza della batteria,c'entra qualcosa?
All'ora intendi che la batteria non è da buttare?

tonini_mingoni
29-05-2008, 19:02
come si calcola l'impedienza?
ho visto in vendita un aggeggio con una molla gigante per testare la potenza della batteria,c'entra qualcosa?
All'ora intendi che la batteria non è da buttare?



...impedenza...
la molla grossa è solo una resistenz di potenza!!!la usano i "vecchi" elettrauti pr testare la capacità della batteria , cioè con un voltmetro collegato alla batteria attaccano la molla e vedono fino a che punto scende tensione per poi rimanere stabile e tornare leggermente su...nel giro di 30 secondi se la tensione scende drasticamente la batteria non ha più capacità ed occorre sostituirla , mentre se tende a stabilizzarsi e risalire è ancora buona...


Ciao

Fox

DOLOMITICO
30-05-2008, 18:07
Ma vale la pena comperarlo o è meglio lasciar perdere?

tonini_mingoni
03-06-2008, 16:23
Ma vale la pena comperarlo o è meglio lasciar perdere?

..occorrerebbe sapere il valore in ohm e la potenza che deve dissipare ... ma di sicuro non costa molto...si potrebbe optare per un motorino d'avviamento recuperato dal rottamaio , ed utilizzarlo come carico...

Poi si potrebbero fare delle prove con una batteria buona vedere cosa succede scaricandola più volte e poi con una non buona , e poi la stessa batteria desolfatata e vedere cosa succede....

Fox

DOLOMITICO
03-06-2008, 21:42
Insomma la stessa cosa che facevo io piu o meno con l'inverter e un carico da 150 watt,
guardavo quanto stava a scendere la tensione e in base a quello stabilivo la potenza eventuale.
Mi è successo che la famosa batteria tudor da 95 ah con una piastra con l'acido a zero tenesse mi pare per un ora,e invece con lo stesso carico la batteria datami da ALZAIMERO da 120ah non reggeva proprio.
Hai comprato\provato il megapulse?

tonini_mingoni
04-06-2008, 07:01
....
Hai comprato\provato il megapulse?

Si l'ho preso e l'ho collegato d una batteria al gel che ho recuperato da un gruppo di continuità.
Ho provato con un caricabatteria della LIDL e ho visto che appena finisce di caricare diminuisce tensione e il megapulse si spegne...devo organizzarmi come hai fatto tu con un'alimentatore >di 12Vdc.

Ciao

Fox

DOLOMITICO
04-06-2008, 08:34
Sono curioso per gli esiti,
usa pure un alimentatore,io uso un caricabatterie da scooter (600ma)per tenerlo in tensione ma prima (quando la batteria assorbe piu di qualche ah)la carico con un caricabatterie standard e quando è "carica"metto quello piccolo e il megapulse.
La batteria al gel è un buon test,l'unica che ho provato da buoni esiti.
Hai misurato la tensione a riposo?
Dopo 1/2giorni col megapulse dovresti gia vedere dei miglioramenti sulla tensione,e ci servono 15 gg per avere guadagni sulla capacita.
Io la lascio un mese tanto male non fa.

PS:usando un alimentatore esterno controlla che la tensione non salga troppo in su,tempo fa su una batteria piccola un alimentatore da 13.5volt causa la batteria che non assorbiva me la teneva al caldo a 15 volt(un po tropppi)

triac60
05-06-2008, 17:29
Ciao a tutti
Vorrei provare a costruirmi un desolfatatore, qualcuno ha lo schema elettrico?
Mi basterebbe anche solo sapere la forma d'onda, tensione e corrente.
Un mese mi sembra troppo, e vorrei cambiare qualche parametro per velocizzare la cosa, di batterie defunte ne ho diverse, e male che vada rimangono tali.
Vi ringrazio in anticipo:innamorato:

tonini_mingoni
06-06-2008, 17:23
Ciao a tutti
Vorrei provare a costruirmi un desolfatatore, qualcuno ha lo schema elettrico?
Mi basterebbe anche solo sapere la forma d'onda, tensione e corrente.
Un mese mi sembra troppo, e vorrei cambiare qualche parametro per velocizzare la cosa, di batterie defunte ne ho diverse, e male che vada rimangono tali.
Vi ringrazio in anticipo:innamorato:


se ho tempo e voglia collego l'oscillo e vedo....


Fox

DOLOMITICO
07-06-2008, 08:35
Tecnicamente è possibile,pero mi sembra fin troppo facile,tantè che chi li ha costruiti in proprio non ha ottenuto granche.
Cmq tentare va sempre bene,secondo la mia ipotesi non si tratta di una frequenza fissa ma una sorta di scanner da una frequenza a un altra.
Anche perche ragionando i cristalli non hanno grandezza tutta uguale,e quindi per accordarsi con tutte le varieta di"misure"bisogna avere uno spettro di frequenze.

triac60
07-06-2008, 11:19
Da quello che ho visto in rete spulciando quà e là, credo che siano degli impulsi a onda quadra molto brevi, e a una tensione molto più alta della batteria.
Comunque se vedo la traccia sull'oscilloscopio e la riproduco identica non vedo perchè non dovrebbe funzionare, anche l'elettronica(come la matematica) non è una opinione.
Ciao

DOLOMITICO
08-06-2008, 11:11
Su questo ti do ragione,il mio ragionamento era che non credo vi sia una sola frequenza fondamentale,cmq avendo un oscilloscopio basterebbe vedere.
Il problema è...l'oscilloscopio.

ps:Anche la batteria al gel da 7ah è tornata sui 12.86 volt di tensione.per la capacita devo vedere.

DOLOMITICO
08-06-2008, 21:05
La batteria da 7 ah l'ho collaudata oggi,dopo 1 ora con una lampadina da 0.8ah aveva perso solo il 10%di carica passando da 12.83 a 12.66 volt.
Questo dimostra che sulle piombo gel in 20 giorni la capacita è stata quasi ristabilita.
Questa batteria quando l'ho trovata misurava 11.6 volt circa e assorbiva 80/90 ma al max.
Dopo la batteria dello scooter,le batterie del mio impianto fotovoltaico questo è un'altro successo.

tonini_mingoni
09-06-2008, 07:41
Ecco cosa fa il desolfatatore....


Ciao



Fox

Ch 1
Measure Mode Min/Max
Period n/a
Frequency n/a
Pos. Pulse Width 35.5 ns
Neg. Pulse Width n/a
Rise Time 32.8 ns
Fall Time 23.3 ns
Pos. Duty Cycle n/a
Neg. Duty Cycle n/a
Pos. Overshoot 0.00%
Neg. Overshoot 0.00%
Peak to Peak 3.76 V
Amplitude 3.76 V
High 16.7 V
Low 13 V
Maximum 16.7 V
Minimum 13 V
Mean 13.2 V
Cycle Mean n/a
RMS 13.2 V
AC RMS 266 mV
Cycle RMS n/a
Cycle AC RMS n/a
Burst Width 35.5 ns

triac60
09-06-2008, 09:51
Grazie per i dati tonini_mingoni
Sembra che la tensione massima sia di 16.7V e la durata dell'impulso di 35.5 ns.
Non si vede un secondo impulso per valutare l'intervallo di tempo tra un impulso e l'altro, ma va bene anche così.
Mi sembra piuttosto semplice da riprodurre.
Non appena avrò dei risultati posterò lo schema elettrico ed eventualmente il disegno del circuito stampato.
Ciao a tutti

DOLOMITICO
09-06-2008, 13:31
Concordo in pieno sulla sperimentazione,pero mi sa strano che frequenza non vi sia nulla "Frequency n/a".
Io col mio tester mi segnava una frequenza di circa 8mhz,e l'oscilloscopio non dice nulla?
Questa è una pagina che ho trovato in rete:
Resonant Battery Desulfator (http://www.theworkshop.ca/energy/desulf/desulf.htm)

tonini_mingoni
09-06-2008, 14:29
...ciao l'ho aperto e questa è la foto ho provato a togliere la resina per legere il tipo di chip , ma non ce l'ho fatta...

L'oscillo dice n/a perchè ha solo un fronte nello schermo , se ne prendo di + la frequenza non è costante ; ho dovuto ridurre la base dei tempi a questo valore per vedere cosa produce il megapulser...

se volete che esegua qualche altra prova ditemelo che appena possibile lo faccio...


n.b. la misura l'ho fatta con una batteria da 7Ah...

Ciao

Fox

triac60
09-06-2008, 16:22
...ciao l'ho aperto e questa è la foto ho provato a togliere la resina per legere il tipo di chip , ma non ce l'ho fatta...

L'oscillo dice n/a perchè ha solo un fronte nello schermo , se ne prendo di + la frequenza non è costante ; ho dovuto ridurre la base dei tempi a questo valore per vedere cosa produce il megapulser...

Grazie per le informazioni
Come sospettavo i componenti sono affogati nella resina.
Per il chip non c'è problema, dovrebbe essere un comunissimo 555.
Ho visto diversi schemi in rete che ne fanno uso.
Ciao

tonini_mingoni
09-06-2008, 16:33
Grazie per le informazioni
Come sospettavo i componenti sono affogati nella resina.
Per il chip non c'è problema, dovrebbe essere un comunissimo 555.
Ho visto diversi schemi in rete che ne fanno uso.
Ciao

no non è un 555 in contenitore 8 pin , ma 16pin....però....

triac60
09-06-2008, 17:50
no non è un 555 in contenitore 8 pin , ma 16pin....però....
Potrebbe essere doppio, un 556, uno stadio genera il picco, e l'altro temporizza l'intervallo tra un picco e l'altro.

DOLOMITICO
10-06-2008, 15:40
Ma l'hanno fatto apposta di nascondere tutto sotto una colata di resina?Non sembra poi tanto complicato a vedersi.
ma oltre a smontarlo:) l'hai anche provato?

DOLOMITICO
10-06-2008, 15:42
IO so che la resina si scioglieva applicandogli dello sverniciatore,dopo qualche ora o poco piu si staccava.
Io non lo farei,ma se qualcuno è cosi temerario da provare.

eddireggio
11-06-2008, 00:37
Un saluto a tutti i frequentatori del forum , ho acquistato anche io un desolfatore avendo un camper , 2 bici elettriche ed un piccolo impianto fotovoltaico in costruzione tutti con le loro brave batterie al piombo , mi è sembrata una buona idea almeno per mantenerle in buona efficenza e perchè no ,recuperarne alcune ; cosa che facevo già con la 2^ servizi del camper.
avrei però alcune domande da porre a dolomitico sul funzionamento visto che le istruzioni sono solo in tedesco
1° funziona solo con la batteria sotto carica? perchè nonostante il tester mi indichi una tensione maggiore di 14v il led non si accende , mentre quando il pann.foto funziona e quindi carica ,si accende.
2°dalle istruzioni mi pare di capire che il led dovrebbe lampeggiare a seconda dello stato della batteria
3°per le tue prove hai semplicemente messo in parellelo le batterie per effettuare la desolfatazione su + batterie?
ringrazio anticipatamente per la risposta e non mancherò di tenervi aggiornati sugli esiti delle prove .
p.s. ma se ne trovano ancora in giro di 600 elettriche? delle bici sono entusiasta

un saluto a tutti eddy

tonini_mingoni
11-06-2008, 07:01
Un saluto a tutti i frequentatori del forum , ho acquistato anche io un desolfatore avendo un camper , 2 bici elettriche ed un piccolo impianto fotovoltaico in costruzione tutti con le loro brave batterie al piombo , mi è sembrata una buona idea almeno per mantenerle in buona efficenza e perchè no ,recuperarne alcune ; cosa che facevo già con la 2^ servizi del camper.
avrei però alcune domande da porre a dolomitico sul funzionamento visto che le istruzioni sono solo in tedesco
1° funziona solo con la batteria sotto carica? perchè nonostante il tester mi indichi una tensione maggiore di 14v il led non si accende , mentre quando il pann.foto funziona e quindi carica ,si accende.
2°dalle istruzioni mi pare di capire che il led dovrebbe lampeggiare a seconda dello stato della batteria
3°per le tue prove hai semplicemente messo in parellelo le batterie per effettuare la desolfatazione su + batterie?
ringrazio anticipatamente per la risposta e non mancherò di tenervi aggiornati sugli esiti delle prove .
p.s. ma se ne trovano ancora in giro di 600 elettriche? delle bici sono entusiasta

un saluto a tutti eddy

Ciao , come vedi sopra al desolfatatore , funziona oltre con tensione >12,9Vdc e genera quel picchettino dall'immagine dell'oscilloscopio...quindi rispondendo al tuo punto nr 1 i 14Vdc letti dal tuo strumento non sembrano reali....

2)ho notato anche io che se la tensione della batteria è intorno ai 12,9Vdc tende a lampeggiare molt velocemente il led...mi da l'impressione di una situazione non stabile....

...per le 600 come dicevo nel thread apposito , ti posso dare il nr. di cellulare del carrozzaio di Anzola Emilia e sentire , o sentire da chi già lo ha contattato.

...leggi il trerd della 600 c'è anche chi ha parenti in Sicilia e potrebbe verificare se ce ne sono ancora....


Ciao


Fox

tonini_mingoni
11-06-2008, 07:02
Ma l'hanno fatto apposta di nascondere tutto sotto una colata di resina?Non sembra poi tanto complicato a vedersi.
ma oltre a smontarlo:) l'hai anche provato?

...lascia stare lo sverniciatore che si s******* tuttoo....non ho provato solo perchè....non ho batterie da recuperare...e anche poco tempo...


Fox

DOLOMITICO
11-06-2008, 16:54
Un saluto a tutti i frequentatori del forum , ho acquistato anche io un desolfatore avendo un camper , 2 bici elettriche ed un piccolo impianto fotovoltaico in costruzione tutti con le loro brave batterie al piombo , mi è sembrata una buona idea almeno per mantenerle in buona efficenza e perchè no ,recuperarne alcune ; cosa che facevo già con la 2^ servizi del camper.
avrei però alcune domande da porre a dolomitico sul funzionamento visto che le istruzioni sono solo in tedesco
1° funziona solo con la batteria sotto carica? perchè nonostante il tester mi indichi una tensione maggiore di 14v il led non si accende , mentre quando il pann.foto funziona e quindi carica ,si accende.
2°dalle istruzioni mi pare di capire che il led dovrebbe lampeggiare a seconda dello stato della batteria
3°per le tue prove hai semplicemente messo in parellelo le batterie per effettuare la desolfatazione su + batterie?
ringrazio anticipatamente per la risposta e non mancherò di tenervi aggiornati sugli esiti delle prove .
p.s. ma se ne trovano ancora in giro di 600 elettriche? delle bici sono entusiasta

un saluto a tutti eddy

Benvenuto eddireggio,
dunque vediamo un po di rispondere:

1°Il mio si accende quando raggiunge i 13.4volt,con il caricabatterie si accende e si spegne,con il pannello mi succede anche a me quell'lampeggio,si tratta credo anch'io di instabilita,se senti a orecchio dovrebbe fare un fischio instabile.poi quando la tensione sale rimane acceso.


2°Non mi risulta che lampeggi in base allo stato della batteria,alcuni sui forum tedeschi dicono che fino ad un certo livello di scarica (mi pare 12.6volt)continua a lavorare in modalita risparmio energia,ma leggendo le istruzioni sul sito della casa madre non riportava nulla,anzi specificava che l'utilizzo in auto e i rispettivi benefici erano proporzionati all'uso del veicolo.


3°Si,ho tenuto a mente i consigli di gattmess sulle batterie in parallelo,ma non essendo un parallelo passivo(nel senso che vi è un alimentatore che tiene"calme"le batterie dallo scaricarsi l'una sull'altra)le ho collegate in parallelo con i suoi bei fusibili.
Prima di fare questo le caricavocon un caricabatterie poi misuravo col tester il voltaggio(specie con batterie solfatate non arrivi a 12.9V ma si stabilizzano che so,a 12.5/12.7)
Poi collego tutti i poli negativi,e prima di attaccari i poli positivi misuro per sicurezza quanti AH scorrono da un polo all'altro.

Ricorda i fusibili.

Collegavo sia batterie da 120 che da 45 che da 7ah.

A spiegarlo è un po macchinoso,ma a farlo è facile.
Ma hai comprato anche tu il megapulse o è un altro tipo?Non scrivi che desolfatatore sia.
Ciao

DOLOMITICO
11-06-2008, 16:58
...lascia stare lo sverniciatore che si s******* tuttoo....non ho provato solo perchè....non ho batterie da recuperare...e anche poco tempo...


Fox
Ok,Sono solo curioso di sapere un parere altrui.
Allo sverniciatore non ci penso proprio,oggi parlando con un amico mi diceva che riscaldando quella"resina/gonna"dovrebbe scollarsi,ma di stare attenti perche possono staccarsi i componenti.Sono furbi i tedesconi.

eddireggio
11-06-2008, 22:58
Prima di tutto grazie per le risposte , il desolfatore è un megapulse della novitec 69€ su ebay con la spedizione uguale a quello in foto , ora sono più tranquillo sicuramente sbaglio qualcosa nelle misure con il tester , in effetti appena il pannello smette di caricare va avanti per un pò poi comincia a lampeggiare e si spegne.
Ora non mi resta che metterlo al lavoro , non mancherò di comunicarvi i risultati ,in particolare ho intenzione di provarlo su di un singolo pacco di una ebike e confrontarlo con l'altro non trattato

DOLOMITICO
12-06-2008, 13:48
Prima di tutto grazie per le risposte , il desolfatore è un megapulse della novitec 69€ su ebay con la spedizione uguale a quello in foto , ora sono più tranquillo sicuramente sbaglio qualcosa nelle misure con il tester , in effetti appena il pannello smette di caricare va avanti per un pò poi comincia a lampeggiare e si spegne.
Ora non mi resta che metterlo al lavoro , non mancherò di comunicarvi i risultati ,in particolare ho intenzione di provarlo su di un singolo pacco di una ebike e confrontarlo con l'altro non trattato

Figurati,è normale che quando il pannello non carica piu rimanga acceso per un po,se misuri le batterie non hanno una risposta netta,nel senso che se attacchi subito un carico i volt scendono subito fino a stabilizzarsi su un valore preciso,se poi stacchi il carico e sempre con un voltmetro collegato osservi il voltaggio ti accorgi che risale piano piano,ci vuole anche mezzora in certi casi per darti il voltaggio finale.

Perche ti dico questo:
Quando il pannello carica la/le batteria/e porta la tensione anche a 14.4 volt,quando lui smette di caricare le batterie non scendono subito di tensione ma lo fanno piano piano.
Quando arrivano al limite di accensione del megapulse lui comincia a lampeggiare per poi spegnersi.
Se mentre lampeggia attacchi un carico vedi che si spegne subito.
Ottima idea il tuo test,cosi puoi fati subito un idea se sia efficace oppure no.
Mi raccomando un voltmetro digitale e fai le dovute misure prima di cominciare.Ciao

DOLOMITICO
23-06-2008, 15:14
Ciao gente,sono appena tornato dalle ferie,lavori sospesi intanto il mio impianto si desolfatava.
Ho ripreso il test sulla batteria da 120 ah,perche sono curioso di lasciarla un bel po da sola senza altre batterie in parallelo per vedere se migliora.
Le altre batterie sono rimaste praticamente allo stesso voltaggio.
Voi avete fatto delle prove?

DOLOMITICO
27-06-2008, 18:04
Ci sono novita con il tentativo di carpire i segreti del megapulse?
Io sto provando una batteria disperata,fin qui ho visto che le batterie tipo camion con le celle larghe con i separatori di plastica sono difficili da recuperare,sara per il fatto che sono state bistrattate tanto che agitando l'elettrolita sale in superfice con scie color marrone,penso sia probabile distaccamento di ossido di piombo.
Anche la plastica di rivestimento è parecchio ondulata,e le piastre interne sono un po storte,stecialmente le griglie positive.
Stammo a vedè............

DOLOMITICO
04-07-2008, 08:47
Dunque dunque:
tornando alla batteria da 120ah,ho rabboccato con acqua distillata in modo da arrivare alle tacche di max.
A dirla tutta non l'avevo fatto perche volevo prima vedere se valeva la pena "investire" un po di acqua.Poi l'ho dimenticata proprio.
L'altro giorno riesumando il tutto ho pensato"tanto vale tentarle tutte" l'ho rabboccatafino al max e l'ho rimessa col megapulse,dopo 4 giorni di stand-by oggi ho rilevato che la densita dell acido nell'elettrolita ha ricominciato a salire.
Sono appena sotto il valore 1.200.
Speriamo bene.
Che sappiate voi il cambio di elettrolita porta dei benefici?
Intendo svuotare il vecchio acido e riempirla con quello nuovo.

tonini_mingoni
04-07-2008, 11:05
Ciao ragazzi non escludendo le ottime qualità del desolfatatore , ma mi chiedevo visto che ho anche un caricabatteria ctek xs-7000 dotato di ciclo recond ... che a leggere dal suo manuale mi sembra che faccia ciò che fa il megapulse.....

Cosa ne pensate?


Fox

DOLOMITICO
05-07-2008, 11:34
Vero,pero costa 189€,quindi ti compri 3 megapulse oppure un megapulse un caricabatteria e la batteria.:)
Scerzi a parte quelli che costano poco sono per una leggera desolfatazione e quello che dici è regolare,il bello è che carichi batterie da 225ah,che non è poco.
Sarebbe da fare un equiparazione.
Tu l'hai provato il megapulse?

tonini_mingoni
10-07-2008, 06:49
Ciao Dolomiticio scusa il ritardo ma non ho proprio tempo...spero a breve di fare due prove con una vecchia batteria da 40Amp/h .... quella di avviamento dell a 600elettra che ormai è quasi a posto , ma non la batteria...


Ciao


Fox

DOLOMITICO
12-07-2008, 09:50
Fai con camlma:)
io sto aspettando gli esiti della batteria da 120,adesso gli sto dando una caricata intensa con un caricabatterie.
Per quel che riguarda le batterie del pannello ho cambiato il regolatore a led con uno a display,e quindi potendo vedere gli ah che vanno e vengono ho potuto constatare che le 4 batterie in parallelo hanno una bella capacita.
L'ho stimata sui 120-130 ah di capacita(ripeto è una stima calcolata sul fatto che con l'indicatore in percentuale mi dice che in un giorno ha caricato 22ah,con un efficenza del 75%mi da 15ah effettivi,15ah diviso 10 moltiplicato 100 mi da 150ah.Tenendomi un po piu basso per qualche consumo intermedio stimo 120-130)
é un calcolo a spanne lo so pero calcolate che sono batterie da avviamento recuperate da uno sfaciacarrozze (quindi vecchie di 6-7 anni)e poi dopo qualche mese collegate al desolfatatore.
Invece con le batterie che gettano via continuo a non cavare un ragno dal buco salvo rari casi.
Le migliori da recuperare sono quelle delle moto,da 4-8-12ah,sono solo solfatate e quindi ben recuperabili.
Le peggiori sono quelle di grossa taglia,80-100-120ah.
Sono consumate all'osso,le celle sono rotte o talmente incasinate che non si vede luce.
In totale fin qui ho recuperato:

2 ursus da 45ah (mie comperate)
1 bosch da 55 ah (gettata via)
1 sconoscita da 88 ah (presa da un meccanico)
2 batterie da scooter da 7ah (una di mio papa,l'altra gettata via)
4 varta da 45 del mio impianto (campo recuperi)

questo in 5-6 mesi.
Dite che me l'ho pagato il megapulse?:)

shsjk59456
13-07-2008, 18:50
Ma io ho comprato anni fa una piccola scatoletta che penso faccia la stessa cosa, da degli impulsi molto stretti non ho capito bene se in corrente o in tensione ai capi della batteria per evitare la solfatazione. La uso su una batteria auto in casa collegata ad un impianto fotovoltaico in isola.
Da come avevo letto le batterie auto non sono indicate per un uso stazionario, cioè dovrebbero essere mosse specialmente durante la carica, cosa che in macchina succede, confermate questo ?
Il mio dispositivo l'ho comperato al BENNET e pagato credo 15 euro circa, non so se l'hanno ancora disponibile. Si attiva automaticamente quando la tensione supera un certo livello, praticamente quando è in carica accende un led.
Ciao

DOLOMITICO
15-07-2008, 10:46
[/QUOTE]Da come avevo letto le batterie auto non sono indicate per un uso stazionario, cioè dovrebbero essere mosse specialmente durante la carica, cosa che in macchina succede, confermate questo ?[/QUOTE]

Questo è vero,perche si stratifica a lungo andare l'acido in basso mi sembra e l'acqua in alto,ogni tanto basterebbe dargli un "agitatona"
IO ho risolto sostituendo il regolatore di carica con uno un po piu serio che una volta al mese "equalizza" le celle con una tensione di 14.4 volt per 2 ore.
Guarda se sulle caratteristiche del tuo regolatore c'e la funzione GASING REGULATION,che corrisponde a mescolare un po l'elettrolita della batteria.

[/QUOTE]Il mio dispositivo l'ho comperato al BENNET e pagato credo 15 euro circa, non so se l'hanno ancora disponibile. Si attiva automaticamente quando la tensione supera un certo livello, praticamente quando è in carica accende un led.
Ciao[/QUOTE]

Sembra che corrisponde al mio come funzionamento.Hai notato miglioramenti nel suo utilizzo?

shsjk59456
19-07-2008, 18:48
Io uso un regolatore di carica autocostruito che sembra vada abbastanza bene, ma volevo qualcosa di + sofisticato. Siccome mi piacerebbe costruirmelo volevo avere qualcosa da prendere spunto, leggo di molti regolatori in PWM sono + efficienti conosci qualche progetto o anche solo parte teorica? tu che regolatore hai ?
nel mio caso deve reggere almeno 15A continui, meglio se di + per ulteriori pannelli.
Il desolfatatore mi pare vada bene, finora non ho avuto problemi ma devo confidarti che non ho fatto molte prove, dopo aver letto tutti i tuoi post penso che farò un po di prove con il densimetro che ho da qualche parte.
Si possono vedere a occhio le piastre se sono solfatate ? da come la vedo io l'unico vero problema che da una batteria da macchina per uso fotovoltaico è la solfatazione e dicono l'alta autoscarica, visto che problemi di scariche violente con conseguente riscaldamento e deformazione interne non ci dovrebbero essere.

DOLOMITICO
19-07-2008, 20:35
Ho visto schemi vari ma su un componente cosi importante ho deciso di "investire"posso in seguito risparmiare sulle batterie.
Se vuoi costruirtelo guarda nella sezione fotovoltaico sotto la voce regolatori di carica.
Io uso uno steca 2020,che come dice il nome arriva a 20 ampere di carico,
Oltre alle altre funzioni:volt di carica amper di carica,amper di scarica conteggio totale amper prodotti dal/i pannelli e fra altre cose ma non da meno una volta al mese fa un test delle batterie con un'equalizzazione delle celle e rimescola l'elettrolito.
Pero costa un po,esiste sia da 10/15/20/30 ampere.
Per vedere a occhio nudo la solfatazione si puo,se hai una vecchia batteria apri i tappi e guarda con una pila le celle all'interno.
Vedrai che i vari strati che compongono la cella sono ricoperti da macchioline bianche,o peggio uno strato bianco,quello è il solfato.
Se il tuo atrezzo funziona le tue batterie dovrebbero essere prive di queste macchie o strato di solfato,e misurando l'acido quando sono cariche deve arrivare al max della zona verde.
Io ti dico che è un anno che uso 4 batterie da recupero da macchina (pero non le scarico mai oltre il 50%)e quando non avevo il desolfatatori mi ero accorto di un calo di capacita,cosa che è gradualmente sparita da quando l'ho collegato.
Mi raccomando usa cavi di sezione adatta e dei fusibili.Anche i cali di tensione oltre i 10amper mi hanno dato qualche noia.
Le scariche violente non credo proprio,

DOLOMITICO
20-07-2008, 12:13
Oggi ho fatto un tagliando alle 4 batterie del pannello(4 varta da 45ah)
Ho trapanato i fori in prossimita dei tappi,essendo sigillate non hanno i tappi ma scollando l'etichetta si vede subito la loro eventuale posizione.
Non erano in zona cesarini come elettrolita ma non mancava tanto,e anzi ho visto che la piastra negativa su tutte e 4 è piu solfatata delle altre,cosa che ho dedotto dal basso contenuto di acido nell'elettrolita.
Le altre celle sono nella norma anche se avrebbero bisogno tutte di un mesetto filato di desolfatazione.
Premetto che quest'anno il tempo non aiuta causa frequenti pioggie le giornate di sole sono piuttosto scarse,quindi la desolfatazione era andata avanti a singhiozzo,e nonostante tutto la situazione era migliorata,adesso ho aggiunto acqua a tutte e 4 aspetto che il pannello le carichi tutte 4 al max e rimisuro e fra qualche settimana vado a vedere se migliorera ulteriormente.

DOLOMITICO
22-07-2008, 15:23
Der Megapulse 12 V entnimmt im Pulsbetrieb der Batterie 50 - 150 mA. Er macht daraus eine Spannungspulsation mit einem Stromstoß von ca. 1,5 A, ca. 8000 mal pro Sekunde. Dies bewirkt Verbesserung der Ladeaufnahme und Umwandlung von Sulfatation (kristallinem Bleisulfat) in wieder aktives, amorphes Bleisulfat am Ort. Stellt also Kapazität und Startvermögen wieder her.

Qui in pratica dice che lui crea un impulso in corrente di ca 1,5ah per 8000 volte al secondo,questo fa si che nel tempo riesce a rompere i cristalli di solfato che sono causa della solfatazione.(fonte sito novitec.de).
Resta da capire come fa assorbendo dai 50 ai 150ma a sparare 1,5A per 8000 volte al secondo,ma se lo fa e io so che lo fa perche si sente un leggero fischio tanto meglio.
Se qualcuno vuole provare a costruire un circuito con queste caratteristiche magari puo servire questi dati.

DOLOMITICO
26-07-2008, 09:01
Dunque dunque,passano le settimane,si avvicinano le ferie,
ho misurato l'acido della batteria da 120ah e le celle sono tutte fra il 1.250 e il 1.275 sul densimetro,circa a meta ,ho scoperto che mantenendole in carica con un alimentatore di piccole dimensioni,ogni tanto (ogni settimana)conviene dargli una caricata con un caricabatterie che spara qualche ah,l'elettrolita è diventato limpidissimo,sembra acqua di fonte.

Le altre 4 in parallelo anche si vedono dei miglioramenti, dopo 3 gg da quando ho fatto i fori per aggiungere l'acqua.
Il livello anche qui è risalito,le piastre negative che erano messe in peggio condizioni sono risalite al limite della zona rossa,sui 1.225 mi pare.
Qualcuno di voi ha provato qualcosa?

Mi chiedevo una cosa folle:
ho trovato una batteria trasparente e sotto si vede chiaramente il fango che vi si forma,
e mi è balenata un idea,se in alcune batterie la tensione arriva a 12volt,pero una cella è scarica totale ma non rotta(perche altrimenti i volt sarebbero 10)è probabile che il fango abbia mandato in corto il fondo della batteria.
E qui arriva l'idea malsana:
Se si bucasse il fondo della batteria,e dopo un bel lavaggio e conseguente fuoriuscita del fango si ritappa il foro e si riempie di acqua (perche presumo l'acido sia impregnato sulle piastre dato il livello cosi basso di densita) cè qualche speranza di recuperare il tutto?

udos3
26-07-2008, 12:08
ciao
il deposito e' ossido di piombo staccatosi dalle placche , non fa corto ma hai perso una buona parte della capacita' della batteria
Senza forare , puoi togliere l'acido e filtrarlo , risciaquando bene la batteria con acqua distillata ma la capacita iniziale non la recuperi piu
il solfato si forma ogni volta che scarichi la batteria, e si riconverte in ossido di piombo ,nella carica

DOLOMITICO
29-07-2008, 10:19
Chiaro,e il megapulse aiuta il processo ovviamente.Ho letto sul sito della novitec che partendo da unabuona batteria e trattandola bene si puo arrivare anche a 20 anni di durata,mi sembrano veramente tanti.
Le mie 4 batterie in "revisione"hanno cominciato a risvegliarsi,l'amperometro del caricabatterie dopo 5-6 giorni di carica è passato da uno zero assoluto i primi 2-3gg poi ho notato che andava a impulsi,cioe ogni tanto saliva fino a 2 amper e poi tornava a zero e cosi ciclicamente, e adesso assorbe costantemente 2ah,l'acido nelle celle è cominciato a risalire.
La bellezza di questo attrezzo è che l'ossido dopo un po si vede proprio che sparisce.
Domandina:
Ma in pratica se una batteria da avviamento non va bene in campo fotovoltaico/eolico/ecc perche dopo 2 anni si rovina,(e penso appunto come diceva shsik..... che è a causa della solfatazione e non delle piastre che si deformano) deduco che con le dovute cure (acqua distillata,rimescolamento dell'acido tramite agitazione e/o ebollizione,desolfatazione)la suddetta batteria dovrebbe campare finche non arriva veramente alla frutta.

In pratica ho capito che una batteria in genere lavora gia male durante la sua vita con cariche parziali forti sollecitazioni e infine la solfatazione che aumentando via via porta la batteria ad avere un superfice sempre minore al suo interno e questo causa un ulteriore sollecitazione della superfice rimanente finche si arriva alla rottura.
Se cio che ho scritto corrisponde a realta si potrebbe partire dall'inizio con le dovute precauzioni per allungare la vita delle nostre batterie.

Furio57
29-07-2008, 15:55
Ciao a tutti :bye1:

...volevo qualcosa di + sofisticato...leggo di molti regolatori in PWM sono + efficienti conosci qualche progetto...
Ciao shsjk...bentrovato! Si gli Steca sono fra i migliori, ho un 2030 che mi da continue soddisfazioni (ma quanto costa!). Un ottimo regolatore lo puoi anche acquistare in kit di montaggio, è in PWM da 15 Ampere, codice:7100-FT184 alla:
Futura Elettronica - Home Page Prodotti (http://www.futurashop.it/index.html)

Salutoni
Furio57 :D

DOLOMITICO
01-08-2008, 11:47
Oggi ho misurato l'acido delle 4 batterie,e la situazione sta migliorando,3 batterie su 4 hanno la piastra negativa a 1.250, l'ultima rimanente è a 1.225.

Un bel recupero visto che queste celle erano scariche.Adesso ho levato il caricabatterie e ricollegato l'impianto solare.
Ho aggiunto un secondo pannello cosi da arrivare sui 8.4 ampere di carica che di sicuro con 4 batterie riesce meglio a ricaricarle livellarle e inoltre fa lavorare il megapulse per piu ore al giorno.

DOLOMITICO
07-08-2008, 14:57
Ho trovato qualche tempo fa una batteria trasparente da 4 ah,e mi sono detto:"Ottima per un test visivo"
Oggi ho cominciato ho fatto le foto e via via aggiungo le variazioni.
Cosi potete vedere anche voi cosa succede man mano.
La batteria era da rabboccare di acqua e con una tensione di 8 volt circa.
Si vedono ovviamente i vari lati da esaminare e si nota bene il solfato che ricopre le piastre di bianco,
Nell'ultima foto si vede bene anche l'ossido che si è staccato e si è depositato sul fondo.

DOLOMITICO
08-08-2008, 08:54
Qui dopo 12 ore si vede gia che un connettore (nero al centro) comincia a perdere un po di solfato,intendo quelle parti che collegano le varie piastre da una cella all'altra.Specie quelle nere al centro si vede un po di differenza.
Calcolate che ci vogliono giorni per le grosse differenze,io volevo far conoscere il processo man mano che si forma quindi aspettate prima di tirare le conclusioni.
Spero vi sia utile questo test.:)

areand
08-08-2008, 09:19
Su internet hò trovato questo:un polimero naturale che rigenera le batterie
al piombo,presto ne saprò di più.Saluti da "http://www.energeticambiente.it/attachment.php?attachmentid=1160&stc=1&d=1218183496areand".

Gianfranco
08-08-2008, 14:00
Ma guardate che misera induttanza che ha il megapulse(la foto nella pagina precedente)!!!!!!se funziona quello,il circuito che sto per assemblare con 3 induttanze lavorerà alla grande(lo spero).Le induttanze servono per generare il picco di tensione di min 80v.....in pratica sfrutta il picco di Lenz ai capi di due induttanze....di solito da 1000 e 220 microH,poi tramite un diodo ultra o meglio hiper Fast si manda alla batteria.....poi la cosa importante é usare un condensatore con bassa ESR .......Nel mio circuito uso anche una terza induttanza che impedisce al picco di andare al circuito di comando(tipo 555)o al caricabatteria.Appena finisco il prototipo lo provo e farò un report :)
Ciao

DOLOMITICO
08-08-2008, 16:44
beh in effetti non sembrano componenti particolari,pero bisogna vedere se si riescono a replicare le sue caratteristiche.
Ho letto di molti desolfatatori fai da te ma come efficenza non sembravano brillare,cmq avendo dei dati tecnici come paragone nulla toglie che si possa provare anche cosi da permettere a chi ne è capace di replicarselo:)

DOLOMITICO
09-08-2008, 08:32
Posto le foto dopo un giorno e mezzo dall'inizio dell'esperimento
Riuscite a notare niente?:)

DOLOMITICO
09-08-2008, 08:42
Qui un esempio al volo dei particolari che si notano maggiormente(scusate i riflessi ma con il tempo migliorero come fotografo):

DOLOMITICO
10-08-2008, 09:01
Questo dopo 2 gg e mezzo.
Notare come i connettori delle celle siano quasi puliti.

Gianfranco
10-08-2008, 14:01
Bella la batteria trasparente!!!! l'hai rimediata dai rottamaiiii????quanto si fanno pagare per batterie di recupero??

DOLOMITICO
10-08-2008, 15:09
L'ho trovata in discarica e gratis,con i suoi 4 ah non è un mostro pero ho pensato che mi tornava utile per rendere piu "visibile"cosa succede con il megapulse.
Anche perche mi sembra che molti o non ci credono o sono scettici.
Le batterie dei rottamai ne ho trovate ndi vari prezzi.
Per le classiche 45ah mi hanno chiesto 15€ per una o 20€ per due o piu di 2.
Quelle grosse ne ho recuperata una da 80ah gratis da un meccanico mio amico che peraltro funziona da dio dopo averla "pulsata".
Hai piu sperimentato niente con le tue induttanze?:)

Gianfranco
10-08-2008, 18:52
Hai piu sperimentato niente con le tue induttanze?
mi deve arrivare un'induttanza da 220 microH..... ...aspetto l'induttanza.......se tarda mi avvolgo un pò di bobine :) e faccio qualche prova..Ciao

DOLOMITICO
11-08-2008, 11:49
La situazione a oggi:

tonini_mingoni
11-08-2008, 12:58
mi deve arrivare un'induttanza da 220 microH..... ...aspetto l'induttanza.......se tarda mi avvolgo un pò di bobine :) e faccio qualche prova..Ciao

...di quelle da alimentatore switching????
....dove te le mando????


Fox

Gianfranco
12-08-2008, 14:45
...di quelle da alimentatore switching????
....dove te le mando????


quelle da switch...sono perfette!!! :)
Le mie le ho ordinate da Fernel......le ho pagate un bel pò circa 3-4 euro l'una(ma per un prototipo va bene) 1000, 220 e 470 micro H,sono quelle tipo a cilindretto avvolto...come un rocchetto di filo...penso che le migliori siano quelle toroidali....
Mi deve arrivare quella da 220 1,5 Amper...

Lavori nello swiching???

ciao e buone feste!!!

tonini_mingoni
13-08-2008, 08:34
quelle da switch...sono perfette!!! :)
Le mie le ho ordinate da Fernel......le ho pagate un bel pò circa 3-4 euro l'una(ma per un prototipo va bene) 1000, 220 e 470 micro H,sono quelle tipo a cilindretto avvolto...come un rocchetto di filo...penso che le migliori siano quelle toroidali....
Mi deve arrivare quella da 220 1,5 Amper...

Lavori nello swiching???

ciao e buone feste!!!

....ciao non direttamente nello switching...però li utilizziamo per le schede elettroniche negli alimentatori dei vari 5Vdc , 15Vdc , 24Vdc etcc.......

...ma qual'è la tua idea , cosa vorresti fare?

Ciao

Fox

DOLOMITICO
14-08-2008, 16:11
rieccomi con i progressi ottenuti fin qui:

Gianfranco
14-08-2008, 17:00
...ma qual'è la tua idea , cosa vorresti fare?
La mia idea .....direi il mio progetto è questo:
Finalmente ieri .......è arrivata!!!! l'impedenza da 220 :)
http://img239.imageshack.us/img239/733/imgp1986in0.th.jpg (http://img239.imageshack.us/my.php?image=imgp1986in0.jpg)
http://img299.imageshack.us/img299/903/imgp1987zm2.th.jpg (http://img299.imageshack.us/my.php?image=imgp1987zm2.jpg)
Circuito sotto test con una batteria vecchia......
http://img206.imageshack.us/img206/679/imgp1988vb8.th.jpg (http://img206.imageshack.us/my.php?image=imgp1988vb8.jpg)

Il circuito in uscita ha un segnale di 1khz con picchi da 49 - 50 micro secondi
di 60 V,ho misurato anche la corrente"dei picchi" e arriva fino a 15 A....
Devo rimediare una batteria come quella di Dolomitico"trasparente"

tonini_mingoni
16-08-2008, 09:57
La mia idea .....direi il mio progetto è questo:
Finalmente ieri .......è arrivata!!!! l'impedenza da 220 :)
http://img239.imageshack.us/img239/733/imgp1986in0.th.jpg (http://img239.imageshack.us/my.php?image=imgp1986in0.jpg)
http://img299.imageshack.us/img299/903/imgp1987zm2.th.jpg (http://img299.imageshack.us/my.php?image=imgp1987zm2.jpg)
Circuito sotto test con una batteria vecchia......
http://img206.imageshack.us/img206/679/imgp1988vb8.th.jpg (http://img206.imageshack.us/my.php?image=imgp1988vb8.jpg)

Il circuito in uscita ha un segnale di 1khz con picchi da 49 - 50 micro secondi
di 60 V,ho misurato anche la corrente"dei picchi" e arriva fino a 15 A....
Devo rimediare una batteria come quella di Dolomitico"trasparente"


....posti lo schema????

Ciao


Fox

DOLOMITICO
16-08-2008, 11:13
Purtroppo dopo mesi di intensa pulsazione la batteria da 120ah si è si desolfatata,di solfato proprio niente,pero la capacita è scarsa ,saranno si e no 10-12ah di capacita.
Qualcuno sa da cosa potrebbe dipendere?sarei quasi tentato di aprire una cella per vedere cosa possa essere che non permette l'accumulo.
L'acido è fermo a 1.225,la tensione era a 12.75volt ma capacita scarsa,probabilmente era stata sfruttata al max.
Qualcuno ha qualche ipotesi?

Gianfranco
16-08-2008, 12:35
....posti lo schema????
Appena torno al lavoro posto lo schema...ora sono in vacanza....ciao

tonini_mingoni
21-08-2008, 06:50
Ecco il mio set di misure....

Ciaoooo


Fox

davidefa
21-08-2008, 10:16
Allego lo schema del desolfatatore che ho utilizzato ( e mi sembra molto simile a quello proposto da gianfranco ), è uno schema che ho trovato in rete.
La doppia alimentazione separata non è necessaria, serve solo a dare una piccola corrente per ricaricare la batteria e permette di utilizzare il circuito su più batterie collegate in serie ( max 4 ).
Eliminando la doppia alimentazione si deve alimentare l'integrato 555 con la tensione di batteria.
Il funzionamento è il solito: fornisce uno stretto impulso di corrente alla frequenza di circa 1KHz

P.S. come mosfet e diodo fast ho utilizzato quello che avevo disponibile, va bene un componente 'qualsiasi' di tensione e corrente adeguata

gattmes
21-08-2008, 12:23
Attenzione c'è almeno un errore nello schema!!!
il collegamento tra il pin 2 dell'induttanza L2 e l'anodo del diodo D5 non deve esserci!..
Altrimenti si fa un corto degli impulsi generati... .. inoltre in caso di collegamento errato in uscita (polarità) si vanifica la protezione offerta da D5.. e si fuma la catena mos (che è un diodo S-D in inversa) -induttanze...
Il varistore in uscita serve (anche) per clampare gli impulsi a vuoto (quando per qualsiasi ragione l'uscita non è collegata alla bat e al carico)
Se si omette si potrebbe sfondare (in pochi millisecondi...) il mos...
Se non si trova forse una catena di zener (per tenere la potenza) di tensione suff. elevata per permettere il funzionamento... ma distante dai 100V (facciamo 80) max del mos..
meglio con un diodo anti inversione (vedi probl. polarità invertite)

Ciao

Gianfranco
21-08-2008, 13:40
il mio circuito è quasi uguale......nel mio ho aggiunto l'induttanza da 470....per caricare la batteria evitando di mandare i picchi sul caricabatteria....c6 è da 220 però a bassa esr.....costano un botto :)....


Attenzione c'è almeno un errore nello schema!!!
il collegamento tra il pin 2 dell'induttanza L2 e l'anodo del diodo D5 non deve esserci!..
il mio funziona bene, se nn metti tale collegamento come alimenti il 555....?il circuito deve funzionare senza alimentazione esterna."ecco perche si usano due impedenze.(o mi sbaglio?)"

Pensavo:forse è meglio includere nel circuito un'alimentazione esterna così si ricarica la batteria, si alimenta il circuito e si evita il corto di picco "detto da gattames" e forse basta solo un'impedenza!!!?????
Gattames nn uccidermi ! :)

gattmes
22-08-2008, 08:16
Non si è capito 'na mazza... forse con un disegno ma ora non ho tempo..
Io non ho scritto di togliere nessuna alimentazione:
il CC che non va fatto è tra il pin due/2 (del pdf di questo messaggio: http://www.energeticambiente.it/pile-e-batterie/13040952-un-desolfatatore-che-promette-molto-bene-8.html#post118865668 ) della induttanza L2, cioè quella collegata al positivo/R7 e che li va lasciata collegata.. e l'anodo del diodo D5 MURxxx.... (collegato tra drain mos e uscita) e che va lasciato collegato all'uscita... semplicemente si DEVE eliminare il CC tra l'uscita e l'ingresso.. ovvero quel filo orrizzontale (se ruotate il pdf in modo da leggerlo "umanamente") in alto tra L2 e D5..
È + chiaro ora?

DOLOMITICO
22-08-2008, 09:04
Finisco il mio test di 15 circa sulla batteria trasparente.
Dopo 15 gg non si raggiunge un livello del 100%di trattamento ma circa un 40-50%.
Cmq i risultati sono buoni.
La lampadina è un 12volt 55watt per abbaglianti su un filamento.

DOLOMITICO
22-08-2008, 09:20
qui un piccolo paragone fre l'inizio e la fine,cosi da vedere i cambiamenti ottenuti sulle piastre

tonini_mingoni
22-08-2008, 09:56
Finisco il mio test di 15 circa sulla batteria trasparente.
Dopo 15 gg non si raggiunge un livello del 100%di trattamento ma circa un 40-50%.
Cmq i risultati sono buoni.
La lampadina è un 12volt 55watt per abbaglianti su un filamento.

...si perfetto , ma per quanto tempo rimane accesa????


Fox

DOLOMITICO
22-08-2008, 11:08
boh,non ho fatto questo test,la lascio riposare poi guardo che voltaggio ha.
Lo scopo era piu che altro vedere il solfato che va via,e mi pare il risultato sia visibile.
Per un test capacita appena ho tempo lo provo

tonini_mingoni
22-08-2008, 12:48
boh,non ho fatto questo test,la lascio riposare poi guardo che voltaggio ha.
Lo scopo era piu che altro vedere il solfato che va via,e mi pare il risultato sia visibile.
Per un test capacita appena ho tempo lo provo

...si perchè altrimenti non avrebeb senso fare sparire il solfato e non recuperare la batteria....


Ciao

Fox

Gianfranco
22-08-2008, 15:12
in alto tra L2 e D5..
chiarissimo....questo collegamento esiste in tutti gli schemi che si trovano in rete,in pratica sono tutti uguali :) il picco nn ritorna sul mos,l'impedenza da 1000 lo attenua .

DOLOMITICO
22-08-2008, 18:06
...si perchè altrimenti non avrebeb senso fare sparire il solfato e non recuperare la batteria....


Ciao

Fox

Hai ragione,cmq la tensione è sui 12.75 volt magari domani faccio un test di un ora e pio lo scrivo,quello che volevo rendere visibile era che il desolfatatore desolfata,poi la capacita dovrebbe essere correlata.cmq richiesta lecita cosi da finire il test correttamente.
Ricordo che era a 8 volt mi pare quando l'ho trovata e assorbiva pochissimo.

Gianfranco
22-08-2008, 18:56
ottimo risultato !!!

DOLOMITICO
22-08-2008, 19:38
ottimo risultato !!!

Se si riesce a raggiungere lo stesso risultato con i vostri circuiti è un risultato ancora migliore,la bellezza dei forum è che anche stando lontani si puo condividere le scoperte individuali e migliorarsi a vicenda con consigli costruttivi e senza preconcetti.

gattmes
23-08-2008, 09:06
...allora...con riferimento al circuito postato..non parlo di nessun ritorno sul mos... (leggete bene!)

Facciamo 2 ragionamenti insieme...

Funzionamento base:

In una prima fase il mos è pilotato...tralasciando momentaneamente glie fetti della rete con il condesatore connessa al centro tra le due "L"..e la resistenza R7...dicevo in questa fase la corrente (al 1o ciclo/accensione del circuito) sale praticamente linearmente (tranne variaz. dell'induttanza, saturaz. ecc... considero il circ. ben progettato almeno su questo)... una rampa insomma.

In una seconda fase il mos viene interdetto. La corrente NON può interrompersi bruscamente nelle induttanze.. o, almeno, loro si oppongono a ciò (x maggiore comprensione..vedere discorsi "reciprocità" con i condensatori nella sez. manualistica/elettronica). Di conseguenza le "L", che durante la fase 1 avevano polarità con + verso R7 e - verso il Drain del mos, nella fase 2 presentano (loro) ai capi una tensione di polarità opposta, ovvero - verso R7 e + verso D del mos.

In pratica in questo punto (D del mos) si vede questa tensione in serie alla alimentazione su R7... essendo - con +.. tipo le pile della "radiolina"... ovvero la tensione sul D supera quella di alimentazione (circ. boost). Che valore assume questa extratensione? Dipende ...principalmente le "L" pompano tensione fino a quando la corrente (che passava) non riesce ad avere uno sfogo...

Nel circ. proposto tale sfogo avviene via D5 (MURxxx) che si ritrova polarizzato direttamente in questa fase, avendo il suo catodo alla... extratensione + tensione su R7... e l'anodo...vediamo:
-Senza il CC)...alla tensione in uscita, tipicamente + bassa (o perche c'è la bat... o perchè interviene il SIOV, ecc.).. in tal caso la corrente fluisce verso la bat...le "L" possono scaricarsi (altra rampa..ma in discesa..tralasciamo fino a che punto)
-Con il CC).. come da schema: alla tensione del CC... che è si quella di uscita, ma anche di ingresso... In pratica D5 in questa fase cortocircuita le due induttanze.. infatti la serie presenta un capo all'anodo e l'altro a catodo di D5...ergo nessuna corrente può transitare verso la bat!

Possibile funzionamento con il CC:
Vediamo ora cosa potrebbe comportare la rete tra le due "L"..il C potrebbe freddare questo punto con particolari effetti.
L'unico modo (secondo me) che ha la tensione in uscita di elevarsi (e per via di R7 e L2) è quello della sola extratensione su L1... allora L2 diventa una specie di filtraggio verso l'alimentazione ed è la sola L1 che pompa corrente (cioè sulla quale si "rampa" in funzione dello stato del mos!) verso il diodo... la tensione in uscita può salire perche la -tensione che alimenta il tutto/riferimento- diventa....C6//C7!!!..Quindi una alimentazione "fittizia".....
In tal caso R7 "separa" rispetto alla vera alimentazione e L2 separa gli impulsi verso il C6//C7 (con cui fa filtro tra uscita e alimentazione fittizia!)

Quindi ricapitolando:
La "fonte" di alimentazione x il circuito d'uscita è C6//C7:
Il circuito che genera gli impulsi è L1 (+mos) e D5
...Tuttavia allora non capisco ancora la necessità di questo groviglio ... si poteva fare anche più semplice/lineare.. mahhh.. magari salta fuori.
Fatto così in pratica la bat viene caricata o mantenuta in tampone via C1-C2 e R7 (andrebbe stabilizzata ad un valore ben preciso, però...) e L1& C generano impulsi molto piccoli.. che in parte si esauriscono sulla bat (se collegata in prossimità!!!!!) in parte sulla alimentazione stessa...

DOLOMITICO
15-09-2008, 17:36
Per la cronaca,visto che la famosa batteria da 120ah non si caricava oltre un certo limite ho provveduto per curiosita e anche per recuperare il piombo ad aprirla.
Dopo averla accuratamente smontata,(operazione tutto sommato relativamente semplice)
Ho levato le celle con le piastre.E finalmente ho capito perche il megapulse non migliorava niente.
Semplicemente le griglie positive non erano in condizioni tali da essere recuperate,quindi da valutare anche questa ipotesi se si vede che il trattamento non funziona è possibile che la batteria sia distrutta nel senso vero del termine.Guardate per credere,quel mucchio e quello che è uscito dalla separazione dei blocchi.

Gpl
16-09-2008, 12:35
OT: Allora non sono l'unico Bellunese del forum :P Ciao Dolomitico

DOLOMITICO
16-09-2008, 19:55
Pare di no,credevi di avere l'esclusiva;)

DOLOMITICO
20-10-2008, 09:21
Discussione animata qui, :)
Cè piu nessuno che ha provato sto gingillo?io ho recuperato anche 2 gal da 6 ah l'una,
fra di voi ci sono segnali di novita?

areand
20-10-2008, 16:58
Caro Dolomitico, anchio lò provato e ti garantisco che funziona egregiamente.
Hò messo sotto una batteria da 65 Ah e due da 45 Ah;Però una da 45 Ah
l'hò dovuta buttare.Perchè io oltre al Megapulse hò anche lo strumento
che le controlla dandogli una forte scarica di oltre 100 Amp.Inoltre le
scarico con una candeletta per il riscaldo della nafta che equivale ad un motorino d'avviamento.Come vedi ne hò salvate due ed ora sono in perfetta forma.Invece una da 45 Ah non hà retto e così lo dovuta portare all'oasi
ecologica.Ora ne hò due gratuite per i miei esperimenti.Un saluto da "areand"

DOLOMITICO
21-10-2008, 09:30
Ciao areand,
Finalmente qualcuno che mi da un parere alternativo,altrimenti mi semprava di consigliare fumo.
Sono contento che ti funziona cosi quelli che leggono capiscono non è una bufala,Se lo dico solo io sembra una montatura,ma se lo prova qualcun altro e ha risultati buoni è tutto di guadagnato per tutti.

Oggi dopo 2/3 mesi che non le ho piu toccate sono tornato a misurare le 2 ursus con cui ho iniziato questa storia,quelle da 45 ah solfatate,ho misurato l'elettrolita e sorpresa era su tutte le celle al di sopra del 1.275,senza mai ricaricarle in tutto questo tempo.

Tu hai misurato anche il livello dell'elettrolita?

areand
21-10-2008, 15:38
Sì sempre misurato col densimetro,ma ora ne dovrò comprare un altro,
perchè purtroppo mi è caduto e si è rotta l'ampolla .Quelle che hò
rigenerato, dalla zona bianca(bassa densità) ora sono nella zona verde
(alta densità).Una delle batterie che hò recuperato,ora la monto
sul banco prova,dove hò allestito un motore da 4HP americano per prove
con l'idrogeno.Un saluto "areand"

DOLOMITICO
24-10-2008, 10:50
Oggi ho collegato un megapulse alla macchina,visto che mi sono accorto in questi giorni che una cella era un po in crisi,mi pare a 1.200 l'ho collegato per vedere come si comporta su un veicolo,preciso che è stato concepito per tale scopo,ci vorra forse del tempo visto che l'auto non la uso proprio sempre,attendiamo....

peppe0306
31-10-2008, 21:13
ciao a tutti molto interessanti i risultati...non ho neanche finito di leggere il tutto che ho già ordinato l'aggeggino tedesco,e un paio di densimetri,poi cercherò di far risucitare il piu possibile batterie (visto che di mestiere faccio anche manutensione ad impianti ad isola), l'unico problema e che alcuni impianti sono a 48, ma forse esistono anche a tensioni piu alte...
grazie a tutti dei test e le prove fatte.
tra qualche giorno posto anche i miei risultati.
Oltre a questo ho anchio un piccolo impianto misto eolico fotovoltaico,a 12volt per le luci in basa tensione e solo fotovoltaico(per adesso) a 48 volt solo per le prese anche un po troppo che non controllo le batterie.Per adesso tengono.
Ma voglio raccontarvi l'assurdo...
batteria bosh nuva comprata a bricofer per la macchina (ford focus) montata tempo 3 mesi mi hA LASCIATO A PIEDI, controllata non tiene la carica dopo 4-5 giorni che la tengo ferma non fapiu partire la vettura.(ho perso anche lo scontrino.....:bored:
Invece la batteria della mia moto R1 1000 tra 2 mesi a 10 anni e usata massimo 30-40 volte l'anno mai smontata è quella originale.......qualcuno sa spiegarmi il perche..?volevo aggiungere anche un consiglio per gli impianti ad isola, investite di piu nei regolatori di carica, allunga di molto la vita della batteria,qualunque essa sia,(i regolatori moderni (steca, conergy, helios,xantrex) si può selezionare batteria gel o acido piombo staccano il carico e lo riattaccano in modo da non stressare troppo la batt.e periodicamente rimescolano l'acido mandandola in ebollizione periodicamente...quelli piu costosi hanno anche dei bei display che indicano correnti in in entrata in uscita disponibile dai pannelli, voltmetro, percentuale di carica..non entro nei particolari, ma evitano pericolose giunte, schunt, cadute di tensione,ecc.
non vedo l'ora di provare il megapulse...(fate il conto che di media butto 3-4 batterie da 80-120 amper al mese per gli impianti ad isola..sarebbe un bel risparmio risvegliarle di un 50/60 % .
grazie di nuovo DOLOMITICO, del tuo tempo perso, ti faccio vedere il mio pacco batterie e il mio impiantino ad isola che adesso putroppo si e rotto l'inverter 48-220, ed è mezzo smontato.ma non ho il tempo di montare quello nuovo.
le foto hanno qualche mese adesso ho raddoppiato le batterie e anche i pannelli sono riuscito ad essere indipendente quasi al 100% con tante piccole migliorie putroppo non 12 mesi l'anno...ma piano piano ce la farò.

raffaele75
01-11-2008, 12:04
ciao, peppe... scusa se ti faccio qualche domanda, ma con il tuo impianto ad isola cosa ci mandi? dato che hai detto che sei quasi diventato indipendente... è molto interssante... e quanti pannelli hai e di che potenza? ....

peppe0306
01-11-2008, 13:10
ci alimento una baitina del fine settimana in media 3 giorni a settimana, ma a volte, quando ho ferie o la sera ci vado...ci alimento...fammi pensare un pc con 2 schermi fa 19 pollici, frigo classe A grande,forno elettrico, microonde,
qualche luce 20-30watt( poi ti spiegherò perchè), una tv grande 42 pollici,qunado occorre un phon da 1600 watt, e i classici caribatterie da cell alimentatore antenna decoder, non penso altro.
Le luci.. per le luci nella baita tutto l'impianto di illuminazione interno ed ext è a 12volt formato da 2 batterie da 120amper stazionarie 250watt di pannelli solari regolatore di caria eolico da 450 watt max,il totale delle luci e di neon a 12 è di 150watt piu qualche faretto autocostruito per ext a led ma conusumano veramente poco,ma tutte le luci tutte accese ma non lo sono mai...
nelle foto che ho messo la parte sinistra è la parte a 12 volt.
nella parte a sinistra invece è tutto a 48volt trasformata in 220 da un inverter le batterie sono da 170 amperx48 volt 8160watt piu una serie di 4 batterie da 27 amper 12 volt che uso di emergenza, l'inverter è un 1500watt, 2500massimi appena acquistato perche il precedente si è rotto...(ma era un ups modificato comprato a 2 soldi su ebay...).
ti posso garantire che la parte a 12 volt per le luci è 3 anni che funziona senza nessun problema... invece la parte a 48 la parte delicata è l'inverter....
ma adesso avendo spedo 700 euro spero che funzioni per bene..
ovviamente i regolatori di carica sia della parte a 12 che 48 sono sovradimensionati (i cavi e i regolatori)per un eventuale implemento dei pannelli e delle batterie, i pannelli dalla parte a 48 volt sono formari da 4 pannelli da 80 watt per 3 stringhe un tot di 960watt.
il quadro che commuta la 220 dalla rete a quella dell'inverter funziona in modo manuale, ma è quasi sempre in modalità inverter,Spero di avere risposto alla tua domanda se vuoi delle precisazioni fammi una domanda piu mirata, o guarda le mie vecchie discussioni, questo ergomanto l'ho già affrontato piu volte....allego delle foto,dimenticavo per l'acqua calda.... ho un pannello solare 150 litri sottovuoto a caduta...l'acqua mi arriva da una sorgente:spettacolo:perciò non la pago, in media il riscaldamento....controlla nei miei vecchi inteventi,"costruito pannello solare ad aria".

peppe0306
01-11-2008, 13:24
dimanticavo le uniche cose che non ho potuto alimentare con l'inverter il condizionatore, la lavatrice e lo scaldabagno di riserva...per adesso,ma l'utilizzo è molto saltuario eccetto casi eccezionali.....foto del quadro di scambio

raffaele75
01-11-2008, 16:31
grande... io volevo fare un piccolo kit tipo ad isola che normalmente quando non ci sono mi sopperisce alle cose in standby e magari a qualche altro piccolo assorbimento.. però mi piacierebbe farlo che quando le batterie sono scariche riesca a passare automaticamente alla rete enel... un pò tipo un ups del computer anche se all'incontrario... mi potresti dare un cosiglio, dato che hai fatto un bellissiomo impianto? grazie...

udos3
01-11-2008, 17:44
ciao
complimenti a Peppe ma non vedo niente di turbine acqua ....
non ne hai un po a disposizione? anche pochi watt, ma in continuazione , son troppo belli..
Raffaele:
qui da noi e obbligatorio un doppio rele con bobine separate e sicurezza meccanica che se tira uno , l altro anche se ecciti la bobina , non tira assolutamente
inoltre un temporizzatore economico che dia la possibilita di reinserire la tua energia , ma con un certo ritardo
dolo- mitico
vedi che cominciano a interessarsi?

peppe0306
01-11-2008, 18:37
Allora Raffaele non so se sia la cosa piu giusta ma io ho fatto cosi hai visto il guadro elettrico che ha il commutatore enel/peppe io ho messo in parallelo sopra i termici sia enel che peppe (inverter) ho escluso dal parallelo solo i carichi piu grandi scaldabagno,condizionatore,lavatrice, che possono essere solo collegati all'enel, infatto se guardi nella foto le linee nere e rosse non fanno il parallelo su quei termici, perciò il mio consumo dall'inverter non può essere cosi elevato....
ma esistono dei quadretti che fanno quello che dici te cioè alimentano principalmente con inverter, poi quando le batterie scendono sotto un livello di tensione passa in modalità enel,quando sono ricaricate ripassa a inverter, ma secondo me per certi aspetti se non sovradimensioni le batterie le butti dopo poco, perche se per ipotesi una batteria da 100amper prelevi 30-40 amper che alla fine sono 360/480 watt dopo poche ricariche la butti..o la sciupi in modo irreparabile... per questo ho anche scelto di fare la parte della 220 a 48v in vece le luci tutte a 12 o eliminato anche un passaggio e diminuito le perdite(nel senzo che è inutile pasare da 12 a 220 se si può utilizzare la 12..).
per il tuo scambiatore se te lo vuoi costruire potresti utlizzare un regolatore di carica a 12 volt che ha una funzione che scancia il carico(la bobina del relè) e riattacca il carico(la bobina del relè) che alimenta una bobina di un relè a piu contatti, ma meglio prima fare dei test..prima di rompere l'inverter, altrimenti in commercio esistono su ebay da un certo nicola a circa 200 euro,ma anche in dei siti li ho visti....
un altra soluzione è fare una linea dedicata dall'inverter a una o piu prese magari da 10 amper...e li colleghi solo delle cose a basso consmo..proteggila con dei fusibili piccolial massimo si rompono...

peppe0306
01-11-2008, 19:42
ti allego delle foto e delle prove che ho fatto funziona bene ma per il poco tempo è rimasto solo sopra una tavolette.....

peppe0306
01-11-2008, 19:47
allego alcune foto se hai voglia e tempo puoi provare a rifarlo...ma alla fine non so quanto ne valga la pena io non ho avuto voglia e tempo di rismontare il quadro per l'ennesima volta e funziona in manuale

peppe0306
01-11-2008, 19:51
purtroppo ha un cannuccia di acqua perciò è gia un bel vantaggio che non la pago.. ma con 8-9 metri e 1 litro ogni 30/40 secondi al massino ci tiro fuori 3/4 watt in compenso va in una vasca di 4x4 alta 1,5metri dove ci sono dei bei pescioli e delle carpe rossi che gironsolano e mangiano le fastidiose zanzare...

DOLOMITICO
02-11-2008, 15:10
Ciao a tutti,ormai pensavo che fosse una discussione spenta e invece guarda guarda quanti post,
Bel lavoro pepe,si vede che è una cosa piu sofisticata della mia a colpo d'occhio.
Una domanda,l'inverter delle prime foto è recuperato da un ups per computer o cosa?dalla forma mi sembrava tale.
Spero che il megapulse ti dia le soddisfazioni che ha dato anche a me.
Specialmente su impianti fotovoltaici va una bomba con la scusa che il sole lo fa funzionare molte ore al giorno.
Concordo in pieno sui regolatori di carica,io ho uno steca 2020,e è come avere un piccolo computer che tiene tutto sotto controllo.
Facci sapere quando ti arriva...


Oggi ho misurato la cella della batteria della mia auto che accennavo in cima alla pagina.
Dopo 1 settimana di utilizzo l'elettrolita è salito di 2 mm,uscendo dalla zona rossa e adesso è sul limite a quota 1.225.
Forse nell'arco di un altro mese attraversera la zona bianca del densimetro.
Su una macchina è la prima volta che lo provo,e pensavo procedesse piu lentamente

beerladen!
02-11-2008, 17:05
ma il circuito simil megapulse faTTO IN CASA, postato qui tempo fa funziona bene?

peppe0306
02-11-2008, 20:54
Ciao a tutti,ormai pensavo che fosse una discussione spenta e invece guarda guarda quanti post,
Bel lavoro pepe,si vede che è una cosa piu sofisticata della mia a colpo d'occhio.
Una domanda,l'inverter delle prime foto è recuperato da un ups per computer o cosa?dalla forma mi sembrava tale.
Spero che il megapulse ti dia le soddisfazioni che ha dato anche a me.
Specialmente su impianti fotovoltaici va una bomba con la scusa che il sole lo fa funzionare molte ore al giorno.
Concordo in pieno sui regolatori di carica,io ho uno steca 2020,e è come avere un piccolo computer che tiene tutto sotto controllo.
Facci sapere quando ti arriva...


Oggi ho misurato la cella della batteria della mia auto che accennavo in cima alla pagina.
Dopo 1 settimana di utilizzo l'elettrolita è salito di 2 mm,uscendo dalla zona rossa e adesso è sul limite a quota 1.225.
Forse nell'arco di un altro mese attraversera la zona bianca del densimetro.
Su una macchina è la prima volta che lo provo,e pensavo procedesse piu lentamente

Ciao dolomitico hai proprio indovinato quello della foto è un ups onda sinusoidale pura di un pc 3000 va smontato perche era gigantesco io l'ho preso ad un prezzo di 60/70 euro senza batterie e l'ho fatto funzionare senza 220 cioè funziona solo con le batterie...ma dopo qualche mese si è rotto..non vale la pena ripararlo ha funzionato bene ma se devo essere sincero a vuoto consumava parecchio se non ricordo male 2-3 amper a 50voltèe ciò 100/150 a vuoto capisci bene che è un esagerazione senza nessun carico.Proprio oggi ho montato dentro il quadro 2 nuovi inverter uno a 48/220 sinusoidale pura 1500 watt continui e uno 1000watt continui a 12 volt, e li voglio usare in questo modo. quando non ci sono lascio attaccato quello a 12 volt che deve mandare solo il frigo luce emrgenza alimentatore dell'antenna,non è altro l'impianto a 12 volt che mi mandava le luci con lampade e neon a 12volt che prima citavo,l'impianto e composto da un regolatore conegy da 40 amper 250watt di pannelli eolico da 450 watt e due batterie da 105 o 120 amper non ricordo ...:bored:
che è sprecato solo per qualche luce....dovrebbe reggere abbastanza bene, al massimo butto tutto il contenuto del frigo:wub2:, ma consuma veramente poco in modalità risparmio energentico 2/3 watt.....anche quando è nuvoloso i pannelli lo tirano fuori...

Invece quado ci abito per qualche finesettimana commuto l'inverter a 48 volt spengo quello a 12 che è molto piu superiore 960 watt di pannelli e 4 batt da 105 amper + 4 da 65amper sigillate elgekson commutabili comn unu commutatore da barca manuale dovrebbero supperire hai consumi,che non sono poi cosi alti, in ogni caso anche questo inverter ha una modalità a risparmio energetico,poi metto le foto.... Oggi ho preso una ventolata per montarlo ho dovuto fare tutto di furia, e non fatto in tempo a mettere gli strumenti quando ho tempo lo comleto in ogni caso funziona...devo solo completare la parte del deviatore dalla parte della 220.

peppe0306
02-11-2008, 20:56
forse domani o dopodomani miarriva il megapulse, il problema non è la posta tedesca che me lo ha spedito sono le poste italiane....forse mercoledi o giovedi.. arriverà.....spero...

DOLOMITICO
03-11-2008, 09:28
Se vuoi un consiglio passa in posta per vedere,io con tutti e 2 i pacchi non mi è arrivata la segnalazione a casa,non so perche,io l'ho ordinato un lunedi e mi pare che giovedi o venerdi era gia a casa.
Anch'io ho un ups da 600watt circa a 24 volt,e volevo usarlo nei casi di emergenza per sopperire a carichi pesanti,quindi usi saltuari,secondo te funziona bene o conviene comperare un inverter apposito?
Per i desolfatatori fatti in casa vi ripeto che non ho sentito di UNO che funziona,magari,sarebbe una manna dal cielo,cmq anche se costa i suoi soldi si ripaga presto,se calcolate che costa una batteria,io ne ho presa una da 200ah per i pannelli,e spero che duri almeno 10 anni.
Poi la novitec dice che allunga la vita fino a 5 volte con un utilizzo costante.
Sono curioso di vedere i tuoi risultati pepe quando ti arriva.
Ottima l'idea di commutazione rete/batterie,anche perche è un casino avere batterie a sufficenza per periodi prolungati di maltempo,almeno cosi hai una fornitura costante e non a singhiozzo,ci devo pensare anch'io a un sistema cosi,riesci di sicuro a sfuttare meglio il tutto.

peppe0306
03-11-2008, 11:48
Se vuoi un consiglio passa in posta per vedere,io con tutti e 2 i pacchi non mi è arrivata la segnalazione a casa,non so perche,io l'ho ordinato un lunedi e mi pare che giovedi o venerdi era gia a casa.
Anch'io ho un ups da 600watt circa a 24 volt,e volevo usarlo nei casi di emergenza per sopperire a carichi pesanti,quindi usi saltuari,secondo te funziona bene o conviene comperare un inverter apposito?
Per i desolfatatori fatti in casa vi ripeto che non ho sentito di UNO che funziona,magari,sarebbe una manna dal cielo,cmq anche se costa i suoi soldi si ripaga presto,se calcolate che costa una batteria,io ne ho presa una da 200ah per i pannelli,e spero che duri almeno 10 anni.
Poi la novitec dice che allunga la vita fino a 5 volte con un utilizzo costante.
Sono curioso di vedere i tuoi risultati pepe quando ti arriva.
Ottima l'idea di commutazione rete/batterie,anche perche è un casino avere batterie a sufficenza per periodi prolungati di maltempo,almeno cosi hai una fornitura costante e non a singhiozzo,ci devo pensare anch'io a un sistema cosi,riesci di sicuro a sfuttare meglio il tutto.

Ciao dolomitico, gli ups sono di certo convenienti, costano poco ma quelli che ho provato io hanno un rendimento non troppo alto, nel senzo che conumano parecchio solo per stare accesi, e molti per funzionare devono vedere la 220 della rete attaccata, poi scanciandola genereano 220 anche sinusiodale perfetta, ma io ho avuto sfortuna.... e non sono suciro che l'elettronica interna è calcolata per funzionare interrottamente molto piu tempo di quello per cui è stato costruito, forse agguingento alette di raffreddamento e qualche ventola ce la può fare, chiaramente cambiando il pacco batterie, un inverter aposito 1000watt consinui 1650w massimi per 1 secondo costa sui 400-500 euro sinusoidale pura tuto elettronico dimnsioni ridottissime funzione risparmioenergia con potenza selazionabile da 30 a 200 watt circa....sottol a la soglia selazionata consuma 2-3 watt, che non è cosa di poco conto....ma confronato a in usp che consuma 20-30 watt solo per stare acceso----in fondo alle 24 ore vuol dire senza sole aver scaricato completamente la batteria senza aver alimentato nulla.... cè la possibilità di agguingere un telecomando remoto per accender spengere e per vedere lo stato della batteria e l'assorbimento e di meterlo in parallelo con un altro inverter dello stesso tipo raddoppiando lapotenza, di configurarlo con un pc....ed altro....ma io non vendo inverter....anzi ho buttato soldi intuli per risparmiare.....prima ups...poi piccoli a onda quadra... poi ssono passato a quelli sinusiodale pura ma economici e sottodimensiionati ....adesso dopo tanti sbagli ad inverter un pò piu seri ...ma non è che sono il top della gamma (speriamo che duri).ma se vuoi fare delle prove va piu che bene... mi raccomando fai delleprove serie misura corrente e tensione dalla parte c.c. e dalla parte a.c. un buon investimento è uuna pinza amperometrica in continua e alternata...fa capire tante cose senza troppe complicazioni.........e i prezzi sono abbordabilissimi....se vuoi altri consigli su dove comprare inverter strumenti chiedi pure.

DOLOMITICO
03-11-2008, 12:02
Ciao dolomitico, gli ups sono di certo convenienti, costano poco ma quelli che ho provato io hanno un rendimento non troppo alto, nel senzo che conumano parecchio solo per stare accesi, e molti per funzionare devono vedere la 220 della rete attaccata, poi scanciandola genereano 220 anche sinusiodale perfetta, ma io ho avuto sfortuna.... e non sono suciro che l'elettronica interna è calcolata per funzionare interrottamente molto piu tempo di quello per cui è stato costruito, forse agguingento alette di raffreddamento e qualche ventola ce la può fare, chiaramente cambiando il pacco batterie, un inverter aposito 1000watt consinui 1650w massimi per 1 secondo costa sui 400-500 euro sinusoidale pura tuto elettronico dimnsioni ridottissime funzione risparmioenergia con potenza selazionabile da 30 a 200 watt circa....sottol a la soglia selazionata consuma 2-3 watt, che non è cosa di poco conto....ma confronato a in usp che consuma 20-30 watt solo per stare acceso----in fondo alle 24 ore vuol dire senza sole aver scaricato completamente la batteria senza aver alimentato nulla.... cè la possibilità di agguingere un telecomando remoto per accender spengere e per vedere lo stato della batteria e l'assorbimento e di meterlo in parallelo con un altro inverter dello stesso tipo raddoppiando lapotenza, di configurarlo con un pc....ed altro....ma io non vendo inverter....anzi ho buttato soldi intuli per risparmiare.....prima ups...poi piccoli a onda quadra... poi ssono passato a quelli sinusiodale pura ma economici e sottodimensiionati ....adesso dopo tanti sbagli ad inverter un pò piu seri ...ma non è che sono il top della gamma (speriamo che duri).ma se vuoi fare delle prove va piu che bene... mi raccomando fai delleprove serie misura corrente e tensione dalla parte c.c. e dalla parte a.c. un buon investimento è uuna pinza amperometrica in continua e alternata...fa capire tante cose senza troppe complicazioni.........e i prezzi sono abbordabilissimi....se vuoi altri consigli su dove comprare inverter strumenti chiedi pure.

Ciao pepe,io gia ne ho uno della AJ da 275 watt,onda pura a 12 volt,questo è collegato 24ore al giorno,visto che tempo fa ho trovatu un ups nel ferrovecchio con le batterie rotte,ma l'elettronica funziona,l'onda è sin pura,ha anche la ventola di raffreddamento e funziona anche senza rete collegata,mi chiedevo appunto se poteva funzionare solo come inverter,magari non un mese di fila,ma nanche solo 10min,almeno 6/7 ore si pero.
Di pize amperometriche ne ho una,ma solo in alternata,cmq il mio da fermo consuma si,ma l'obbiettivo era appunto usarlo in casi estremi come riserva di potenza.
Il mio impianto è appunto a 12 volt,e non so per il futuro se mi conviene farne un'altro a 24,oppure fare un sistema che inietta la corrente prodotta direttamente nella rete di casa,(no scambio enel)quindi senza batterie o altro.
Vedro il budget.

peppe0306
03-11-2008, 17:51
gli studer sono molto buoni e piccoli di dimensioni, ma per potenze da 1kw in su costano piu del doppio di quelli che ho preso io, puoi provare a collegarlo alle batterie e vedere che succede, secondo me funzionerà, ma ti scarica la batteria dopo poche ore senza carico, specialmente se ha un trasformatore, se invece ha il toroide è di qualità migliore,e consumano meno se hai un regolatore che ha l'uscita per il carico(mi sembra di aver capito che hai uno steca e ce l'ha) è la corrente dalla parte della continua dove colleghi l'inverter non superra quella che regge il lo steca almeno ti stacca il carico alla soglia che imposti te, eviti di stressare la batteria...se devi far eun impianto piu grande usa tensioni piu alte 24 o 48 volt, ti spiego alcuni vantaggi correnti piu basse meno perdite per effetto jaul nei cavi, puoi utlizzare materiale elettrico poco costoso(portafusibili, capicorda amperometri ecc, gli inverter rendono di piu in %. e le batterie tra il parallelo e la serie stanno meglio in serie....l'unica cosa devi prendere un megapulse a tensione piu alta....
Oggi ho finito di montare gli inverter e ne ho messo uno in funzione quello a 48volt, ci ho attaccato un faretto da 500 watt per un oretta per vedere come si comportavano le batterie, sono scese dopo poco da 54 a 51poi si è stabilizzato su 49/49,4. dopo sono dovuto scappare....il desolfasatore tedesco oggi non è ancora arrivato.....arriverà, e anche il densimetro ancora nulla ......

DOLOMITICO
03-11-2008, 18:18
E lo so che costano gli studer,pero sulla sicurezza non risparmio,e poi è sempre acceso e quindi,il rendimento sulle carte è alto,mi pare al 95%,poi calcola che al max per adesso tiro 100watt,l'impianto è concepito per alimentare gli aparecchi che ho in stand by a casa,quindi bassi consumi ma costanti nel tempo,poi il fatto dei 12volt è che molte cose in casa vanno abassa tensione,e va da se che essendo gia tutto a 12 volt non devi convertire nulla.
In effetti l'effetto juole si sente quando cominci a tirare 10/15ah,anche se ho cavi da 4mmq li dovro raddoppiare a 8mmq.
Fare un impianto a 24 o 48 volt è piu corretto per le cose di potenza,ma questo lo fai quando hai le idee chiare su cosa vuoi,io sono partito con un pannellino da 10watt e una batteria da 7ah,(e credevo di essere figo :) )
Adesso ho 2 pannelli uno da 60wp e uno da 80 wp una batteria da 200ah e un impiantino carino,peccato che sti giorni niente sole.
L'ups ha si un trasformatore.
Il parallelo a me ha dato solo grane,solfatazione assicurata in poco tempo delle celle,preferisco evitarlo,e in quanto a megapulse ne ho 2,ma non è escluso che me ne servano ancora visto che uno è sulla batteria stazionaria,e uno è sull'auto me ne mancherebbe uno per recuperare quelle che trovo.Ma la moglie mi presenta il conto delle spese poi.
Una domandina,hai mai provato impianti isola con batterie da avviamento?
Cè chi dice che durano di meno a causa del minore spessore delle griglie 2 anni circa,invece un mio amico che anche lui ha un impianto molto piu grosso del mio usa le stazionarie,ma mi diceva che non va oltre i 4 anni.
Ovviamente senza megapulse ;)

peppe0306
03-11-2008, 22:12
riguardo la cadura di tensione per non sbagliare Oppo - Impiantistica idraulica. Impianti Fontane, tubi, raccordi, flange, valvole, ghisa, acciaio, polietilene, PVC. (http://www.oppo.it) ma prima ne avevo un altro per la continua che non trovo, ma devi arrotondare alle sezioni dei cavi che trovi.
Per le batterie......è un mondo tutto da scoprire:spettacolo:, però ti posso dire che io per lavoro installo e faccio manutensione ad impianti ad isola sulle centraline pontiradio e strumenti di piu di 60 impianti all'isola d'elba di questi tutti hanno batterie tempone a 12 o 24 e molti sono con pannelli fotovoltaici, e le batterie sono da macchina....monto quelle che mi danno...ti posso dire che ultimamente ho sostiuito i vecchi regolatori e la batterie reggono meglio,chiaramente sono molto sopradimensionate.....e poi non hanno ancora visto l'aggeggino tedesco...!!!:spettacolo:

io nel mio impianto adesso ho 4 batterie da trazione leggera da 105 amper...a 48volt marca sma se lo trovo allego la scheda ma l'ho pagate abbastanza poco se non erro 2 anni fa 65-70 euro l'una piu spedizione ancora vive e vegete,posso selezionare manualemente con un commutatore da barca 1-2-0 1+2 al 2 cè un altra serie di batterie (trovate mentre buttavo via le batteire esurire dell'impianti degli acquedotti) 4 batterie sigillate luccicanti elegekson 65amper non ho potuto fare a meno di metterle in corto e scuagliare un filo da 2,5, e misurare la tensione 12.8---risultato ne ho buttate 2 ne ho recuperate 4 buone.
invece per l'impianto a12 2 batterie deta inparallelo apposite per impianti eolici solari allego 2 dati
commutabile

peppe0306
03-11-2008, 23:04
qui non avevo ancora messo le spine scuko e nopn ho avuto il tempo di mettere troppi strumenti ....ma il taron gerstisce e fa visualizzare tutto meno che la 220 dalla parte a 12 cioè sinistra cè 2 amperometri e 2 voltmetri uno che vede la cottenre di carica o di scarica quando cè la lampade accese a 12 con segno meno e piu quando l'eolico l'eolico o i pannelli sono in funzione l'amperometro sopra invece che è anche un voltmetro misura la d.d.p hai capi dell'inverter la corrente che circola dalle batterie al inverter e ha dei fusibili da 70 amperi cavo sono da 16mm non è molto ma si parla di 50 cm di lughezza (è un attrezzo da amplificatore audio preso a 2 soldi su ebay). domani se riesco faccio delle prove serie pe rvedere come si comportano le batterie con un carico medio.

DOLOMITICO
04-11-2008, 11:12
Ma le batterie da macchina quanto durano in media?cosi per sapere,immagino che puoi recuperare molto materiale lavorando in quel settore,anche perche con la scusa che cè scritto "solare"o "fotovoltaico" mi sa che aumentano i prezzi di proposito.
Ho visto qui da me con le batterie,ci sono anche 100€ di differenza tra un negozio di elettronica e uno che vende solo batterie,ne aprofittano di brutto.
Non ho capito che inverter usi di preciso...

peppe0306
04-11-2008, 18:13
Ma le batterie da macchina quanto durano in media?cosi per sapere,immagino che puoi recuperare molto materiale lavorando in quel settore,anche perche con la scusa che cè scritto "solare"o "fotovoltaico" mi sa che aumentano i prezzi di proposito.
Ho visto qui da me con le batterie,ci sono anche 100€ di differenza tra un negozio di elettronica e uno che vende solo batterie,ne aprofittano di brutto.
Non ho capito che inverter usi di preciso...

non so rospondere di preciso alla domanda, ti faccio alcuni esempi,4 mesi fa ho comprato una batteria bosh alla mia macchina ford focus che uso solo il finesettimana, dopo 3 mesi hi ha lasciato a piedi ho meglio se la lasciavo piu di 3-4 giorni ferma dovevo partire a spinta, ho provato a caricarla ma nulla si scarica da sola....ASPETTO IL MACCHINGEGNO TEDESCO.. in vece la batteria della moto R1 ha a quasi 10 anni... per il resto uso per gli impianti batterie economiche che stanno sempre sotto carica negli impianti normali con uno swiccing da 20 amper a 24 volt e per i fotovoltaici o batterie ursus o fiamm, qui portroppo si trovano solo queste, spesso mi è successo di rabboccarle con h2o distillata è la durata media è dai 4-5 anni per quelle ad impianti ad isola a 7-8 per quelle utilizzata come tampone, ma succede anche casi eccezzionali in inpianti a 24 pe esempio di 2 batterie montato 6-7 anni fa una è distrutta e una e ancora buona..spesso le trovo aperte perche ci ha picchiato un fulmine...Ti posso dire che se sovradimensionate le batterie durano di piu rispetto ad una carica e scarica pesante.
nell'impianto che ho io al contario di come si può pensare le ho comprate, per adesso le 2 deta da 105amper in parallelo,che non costano molto circa un euro ad amper di listino (poi uno scontino del 25/30% melo fanno)male spedizioni purtroppo incidono dipende anche con che corriere te le mandano.
misurate anche oggi con densimetro sono perfette dopo 2 anni di utlizzo il fine settimana ma giornaliero pechè alimentano anche 2 lampade da 15 watt a risparmio enegetico a 12 volt tutte le sere oramai da piu di 750 giorni.
NOn posso negare che magari che se mi serve un portafusibile o 2 metri di cavo riesco a recupararlo in dei quadri eletrici dimessi o da materiale di avanzo,ma putroppo il materiale del settore forvoltaico costa molto,spesso per ottenere dei risultati è solo piu dispendioso comprare cose economiche e non serie e professionali...alla fine si spendono i soldi 2 volte, me compreso...
gli inverter li uso tutti e due un cotek48/220 da 1500watt e un fv energy12/220 da 1000watt chiaramente alternati quando non ci sono il 1000 per frigo quando ci sono il 1500 per tutto il fine settimana spesso di piu.

DOLOMITICO
05-11-2008, 10:42
Se si scarica da sola è sicuro un problema tecnico,magari un corto della batteria,il megapulse desolfata,non ripara i corti,CMQ prova.
Era una curiosita visto che dicono che le batt da macchina durano 2 anni,3/4 anni è gia un po,e magari col megapulse durano ancora di piu.
Sono curioso di vedere gli esiti,sulla bosch immagino che sia sigillata e che non puoi misurare l'elettrolita,cosi vedresti quale è la cella incriminata.

peppe0306
06-11-2008, 18:42
il magapulse non è ancora arrivato....mm... non è la prima volta che prendo fregature su ebay.... poi reclamare in tedesco non è facile....tornando al discorso dell'altra volta tra gli accumulatori 12volt economici se devo dare un consiglio tra una decine di batterie che conosco ed ho provato el tempo per adesso il consiglio è deta sono tentato a comprarne 4 da 250 amper per l'impianto a 48volt.

DOLOMITICO
07-11-2008, 08:45
Ma ti conviene su ebay?io gli ho presi alla conrad in germania senza alcun problema,dopo 3/4 gg erano gia a casa,se non ti arriva ritenta.Mi spiace per il ritardo,il feedback del tipo era affidabile?
Per le batterie è si meglio averne di grosse dimensioni,pero cè chi sostiene che se sono troppo grosse non si caricano bene,tipo un pannello da 1 ah con una batteira da 100ah,ci mettera una vita,ma non so,io ho proporzionato una batteria da 200 con 2 pannelli che sparano 8ah,poi il regolatore mi tiene fino a 20ah e quindi posso espandere ancora 2 pannelli.

peppe0306
07-11-2008, 13:35
Ma ti conviene su ebay?io gli ho presi alla conrad in germania senza alcun problema,dopo 3/4 gg erano gia a casa,se non ti arriva ritenta.Mi spiace per il ritardo,il feedback del tipo era affidabile?
Per le batterie è si meglio averne di grosse dimensioni,pero cè chi sostiene che se sono troppo grosse non si caricano bene,tipo un pannello da 1 ah con una batteira da 100ah,ci mettera una vita,ma non so,io ho proporzionato una batteria da 200 con 2 pannelli che sparano 8ah,poi il regolatore mi tiene fino a 20ah e quindi posso espandere ancora 2 pannelli.

ma il prezzo è quello...ma i tempi...dall'estero sono sempre stati lugni specialemte per le isole, 2 settimane fa una statiera per il mio portatile ci ha messo 10 giorni ed era raccomandata aerea...:preoccupato:,ma il negozio era affidabile 100% migliaia di giudizi.
Sono daccordo con te che le batterie vanno caricate con correnti adeguate,poi cè da calcolare che non tutti i giorni cè il sole di ferragtosto, e che l'inclinazione del sole cambia...le ombre...e che non sempre i pannelli danno la sua potenza massima,non 365 giorni l'anno un pannallo da 100watt da 8,3 amper e se li da non per 8 ore al giorno....perciò e sempre meglio calcolare un 30-40 %in piu di pannelli per essere sicuri, poi va calcolato anche quanto si scarica ala batteria, anchio ho esagerato con il regolatore..io ho un0 da 40 amper per la 12 e uno da 40 amper per la 48...un domani volessi ampliare....non si sa mai...penso che teoricamente un batteria va caricata con circa 1/10 della sua capacità ma anche un 1/5 dovrebbe andare bene,con 1%50 già lo vedo difficile....cè qualcuno che ha fatto dei test seri??

DOLOMITICO
08-11-2008, 09:33
Su questo no,io so che 1/50 serve per bilanciare "ecqualizzare"le celle,niente di piu.
Io per adesso mi limito a questo,il prox anno magari ancora 2 pannelli e arrivo a 16/17 ah,
anche per compensare i giorni di brutto tempo.
Se il negozio è serio non ti resta che aspettare.
Speriamo faccia presto

peppe0306
10-11-2008, 19:52
ciao dolomitico, delusione...ancora non è arrivato nulla ho contattato il negozio tedesco, per emai, meno male che ci sono traduttori online...mi hanno detto di aspettare qualche altro giorno,e che non hanno trovato riscontro nella tracciatura del pacco....vedo che non arriva lo compro da un altra parte ma in italia non lo vendono, ne ho trovato simili,ma non mi fido leggendo tutto il forum parli talmente bene del magapulse che penso che sià l'unico veramente funzionante, oramai ho coprato tante di quelle batterie (2 data da 105 amper, 4 recuperate braga moro da 65amper, 4 105 aper trazione leggera smi, e 4 piccole da 26 amper)che anche se riesco a farle durare qualche anno in piu...e un guadagno sicuro senza considerare che potrei farne comprare qualcuno dalla mia azienda per metterlo negli impianti, ma ce ne vorrebbe una trentina, o magari 5-6 a rotazione......

tonini_mingoni
11-11-2008, 12:51
ciao dolomitico, delusione...ancora non è arrivato nulla ho contattato il negozio tedesco, per emai, meno male che ci sono traduttori online...mi hanno detto di aspettare qualche altro giorno,e che non hanno trovato riscontro nella tracciatura del pacco....vedo che non arriva lo compro da un altra parte ma in italia non lo vendono, ne ho trovato simili,ma non mi fido leggendo tutto il forum parli talmente bene del magapulse che penso che sià l'unico veramente funzionante, oramai ho coprato tante di quelle batterie (2 data da 105 amper, 4 recuperate braga moro da 65amper, 4 105 aper trazione leggera smi, e 4 piccole da 26 amper)che anche se riesco a farle durare qualche anno in piu...e un guadagno sicuro senza considerare che potrei farne comprare qualcuno dalla mia azienda per metterlo negli impianti, ma ce ne vorrebbe una trentina, o magari 5-6 a rotazione......

peppe tranquillo sono tedeschi affidabilissimi...siamo noi che siamo dei quaquaraqua....

Vedrai che arriva...

Fox

DOLOMITICO
11-11-2008, 17:24
Ciao pepe,io ho provato il megapulse,e dopo vari test lo classifico fondamentale,per dirti che ne ho uno sull'impianto fotovoltaico e uno sulla macchina,me ne servirebbe ancora 1,ma per intanto me lo faccio bastare,ti posso assicurare che se la batteria è fisicamente integra i miglioramenti ci sono,mi piacerebbe sentire anche altri pareri di persone che l'hanno provato,ma nessuno altre ahred si fa sentire.
Se il pacco l'hanno spedito di sicuro arrivera,chissa quando,spero presto per te.
Riguardo ad altri,ho trovato un sito tedesco che faceva un test su 4 tipi diversi fra qui un megapulse ma il test era lasciato a chi lo provava se volete vi potete tradurre i post del forum
qui il link:
Pulsertest bei promobil.de - Batterie-Pulser im Praxis-Check (http://www.promobil.de/test/zubehoer/vier-batterie-pulser-im-praxis-check.204589.7.htm?skip=2)
poi cè il caricabatterie CTEK che anche implementa un desolfatatore su alcuni modelli,sarebbe da confrontare.
Io rimango fedele al mio gingillo blu.
In Italia non si trova......CHISSA...........voi che pensate?Si saranno dimenticati di ordinarlo,magari su mediashopping :)
Su quanti ordinarli non so,si puo usare a salti,ma ovviamente l'uso migliore è continuo.
Dipende dal grado di importanza che dai a quella batteria,se è da auto io l'userei saltuariamente,per impianto fotovoltaico invece lo lascierei fisso.
Per la storia dei tedeschi non posso che allinearmi con tonini mingoni,sono stato 8 anni in germania,e in quanto a tecnica cè solo da imparare,e la serieta è molto alta.
come vanno i tuoi test Tonini mingoni?
Ti funziona?

tonini_mingoni
11-11-2008, 19:12
Ciao , ma per il momento direi che ha fatto un discreto lavoro il megapulse , la batteria che volevo recuperare sembra buona il livello di tensione è 12,4 a vuoto...non ho provato ancora a carico...

Ciao

Fox

peppe0306
11-11-2008, 19:21
DOLOMITICO, secondo te se si usa il megapulse su una batteria nuova appena comprata? può diminuire la vite della batteria,o conviene usarlo solo dopo se si presenta la solfatazione? un altra domanda se per esempio viene messo su 2 batterie da 100 amper in parallelo da gli stessi risultati come se fosse una da 100 amper o i benefici sono gli stessi? ci vuole piu tempo?

DOLOMITICO
12-11-2008, 15:14
Ciao a tutti,sono contento che riscontri dei miglioramenti tonini.
Per pepe,lo puoi collegare tranquillamente sia con batterie nuove che in fase di utilizzo,
puoi anche collegare piu batterie in parallelo per il trattamento,fino a una capacita max di 300 ah per ogni megapulse,piu in su non so se funziona o cosa succede.
Stai attento ai paralleli,che non colleghi batterie cariche con batterie mezze scariche rischi anche un esplosione nei peggiori dei casi.
Io lo facevo caricando prima tutte le batterie al max,e poi quando l'assorbimento era basso passavo al parallelo collegando il tutto ad un alimentatore che teneva in tensione il tutto,in questo caso collegavo batterie anche di capacitadiverse,pero se pensi di collegare due batterie uguali ad un pannello fotovoltaico va bene,ma non con capacita diverse,ma se sei del mestiere saprai bene i rischi al primo collegamento,

peppe0306
13-11-2008, 21:00
Si so benisssimo i rischi che corro tra batterie di diversa quantità di energia interna, ma nel caso mio le batterie che ho in parallelo sono nate insieme ho messo l'acido dentro io personalmente (quelle delle deta che citavo sopra e che ho messo la scheda tecnica). Ieri è arrivato il tanto atteso megapulse, l'ho già collegato alle 2 batterie in parallelo, appena le tolgo dal cellulare le allego nel forum,alcune inpressioni a istinto...leggero piccolo fili di alimentazione ben isolati con scritte in cinese o taiwan, la scocca sembra quella di un amplificatore in alluminio ma è in plastica, con questo non voglio dire niente di negativo, ho piena fiducia in dolomitico e sicuramente darà ottimi risultati, tra qualche giorno lo metto in batterie da buttare perche vecchie e posterò i risultati.....

DOLOMITICO
14-11-2008, 16:04
:) ora mi hai caricato di responsabilita...
Si in effetti quando te lo trovi fra le mani rimani un po interdetto;io me lo aspettavo piu grande,ma se ci pensi è una sorta di generatore di frequenza variabile,quindi niente di potenza,non scalda,lui si accende sopra i 13.4volt e si spegne sotto questa soglia.

Se fai una prova ti consiglio di fare cosi:
1)carica la batt finche non assorbe piu AH
2)misura 1 o piu celle e scriviti i valori (se hai il densimetro)
3)collega il megapulse con un caricabatteria o alimentatore.

Se sono batterie fino a 80ah puoi usare alimentatori anche piccoli,se hai batterie piu grosse devi usare il caricabatterie perche un alimentatore piccolo non ce la fa a tenere alta la tensione.

Sono contento che ti è arrivato finalmente,attendo risultati.

peppe0306
14-11-2008, 18:22
ciao dolomitico e a tutti per adesso l'ho collegato alle mie batterie da 105 amper in parallelo anche se misurate con densimetro dopo piu di un anno sono sempre al masssimo... putroppo ho un densimetro a 4 palline a seconda quante non galleggino significa che la batteria e carica quasi carica scarica da buttare...non vedo i valori ma le palline galleggiano tutte e 4 in tutti gli elementi delle 2 batterie.
parlando del megapulse non sono sicuro che il mio intervenga a alla soglia che dici te 13,4 allego delle foto dalla foto parla di 12,8-12,9, ma non ho ancora letto le istruzioni chiarament ein tedesco....ammenoche non ho comprato una cosa per un altra, dolomitico aiutami te.allego le foto

DOLOMITICO
14-11-2008, 19:42
Si,stai tranquillo,è lui,anche il mio cè scritto uguale,pero io misurando la tensione si accende a 13.4 volt,ma sono sottigliezze,quando si accende è sufficente,se accosti l'orecchio dovresti sentire un fischio acuto e sottile,è un ulteriore conferma che sta lavorando,ricorda che per avere un buon miglioramento ci vuole tempo,dipende dal grado di solfatazione.
Per quello ti consigliavo di misurare man mano l'acido che alla fine è il vero indice di effettivo miglioramento della situazione in quanto il solfato è l'acido depositato come solfato,il megapulse lo ritrasforma in acido.
Benvenuto nel club

peppe0306
14-11-2008, 19:48
Grazie mi hai tranquillizzato...Adesso lo faccio lavorare qualche giorno in quelle batterie(ma anche quelle che ho pagato piu care), dopo lo provo sulla batteria della mia moto che si è vero che funziona ancora ma a 10 anni....perciò fa partire la moto ma non troppe volte consegutive....:bored:perciò dopo il test lo faccio li , dopo tocca alla batteria bosh...che mi ha lasciato a piedi dopo 3 mesi...accidenti a me ho persolo scontrino del brico...poi passiamo a quelle ususrate con tensione bassa durate 4-5 anni degli impianti ad isola dove lavoro...poi vi faccio sapere.

DOLOMITICO
14-11-2008, 19:54
Solo......beh,ti conviene allestire una postazione apposita e collegarne tante in parallelo,finche sono collegate ad un caricabatteria o alimentatore che le tiene in tensione non cè pericolo che si rovinino a vicenda.
Io avevo collegato un po di tutto fino ad un max di 300 ah,da batt da 45 ah a batterie da 80 a batteria da 7,e tutte con un megapulse.
Cmq vai per gradi e fatti un po di esperienza,quando capisci il meccanismo vedrai come ti diverti.Ciao

DOLOMITICO
18-11-2008, 09:58
Ciao a tutti,pepe hai novita da raccontare?che fine hai fatto?

peppe0306
19-11-2008, 12:07
Ciao a tutti,pepe hai novita da raccontare?che fine hai fatto?

Nulla il lavoro quando ci sono i temporali le centraline con i sensori si rompono, e fra tarature sostiruire cpu alimentatori schede di acquisiszione analogiche e digitali,radio ecc...il lavoro mi si incasina e ho poco tempo, in piu la sera sono in pizzeria....il tempo è molto poco.In piu mi sono accorto che in 2 pannelli è entrata umidità nell parte alta, non è nenache un anno che li ho presi stò cercando di farmeli cambiare.....Ma il megapulse è in funzione...spero il prima possibile di collegarlo in delle batterie messe male davvero è vedremo i risultati....

peppe0306
19-11-2008, 22:35
questa sera in un attimo ho attrezzato un pannello antico da 80 watt montato su un regolatore di carica collegato ad una batteria con il megapulse in parallello la batteria era 2 anni che era li inutilizzata ci ho messo dentro piu di un litro di acqua disitillata le piastre non sembrano in corto la tensione è 7,5 volt il densimetro (il mio va a palline) dicono che sono tutte scarichi i 6 elementi molto bianchi e pieni di incrostazioni....speriamo che domani ci sia il sole, si loso che non fa miracoli il magapulse ma qualche esperimento devo farlo anchio:spettacolo:devo giorcarci un pochino prima....poi passimo hai test piu seri...... in ogni caso giorno per giono aggiono il foglietto della batteria e guardiamo i risultati elemento per elemento.

DOLOMITICO
20-11-2008, 09:04
quoto,sperimenta,io ho recuperato diverse batterie da moto che erano schariche forti,non arriverai al ripristino totale però,l'ultima che ho trovato era da 115ah,il bello è che l'ho aperta,e quando ho tolto il tappo superiore mi sono accorto che era nuova di balla,solo senza acqua,era evaporata tutta lasciando l'acido sulle piastre,non l'ho ancora trattata perche non ho megapulse liberi,appena uno si libera la "opero".

peppe0306
20-11-2008, 17:59
ciao dolomitico vorrei sapere se una batteria è fortemente solfatata e il megapulse riesce a togliere tutte le incrostazioni se uno poi lo toglie la batteria ha una durata lunga o dopo pochi mesi si risolfata un altra volta, e va rifatto altri cicli di desolfatazione...???

DOLOMITICO
21-11-2008, 09:02
Dunque,la domanda è intelligente,cominciamo:

PREFAZIONE:
Il solfato si forma a causa della bassa carica della batteria,l'acido dell'elettrolita si deposita sulle piastre che sono formate da una pasta spalmata su una griglia,è molto porosa,se non viene rimosso si instaura un circolo vizioso,la batteria comincera man mano a perdere capacita man mano che il solfato ricoprira le superfici interne,si piu farsi un idea caricando la batteria in questione al max e poi misurare la densita,IPOTESI il densimetro misura 1.200,questo non significa ASSOLUTAMENTE che manca acido,bensi che si è depositato sulle griglie interne.
Sulle batterie da avviamento (piu di altre)succede che diminuendo la capacita la superfice rimanente sia sempre piu sollecitata,potendo arrivare fino alla deformazione delle griglie.
Piu cè il fenomeno del distacco della pasta,e aimè quel che cade è perso per sempre,questo succede oltre ad eventuali urti anche per il formarsi di cristalli piu grossi di solfato che innescano il distacco della pasta.
Oltretutto la batteria comincia a diventare dura e non assorba piu di tanto corrente.

DESOLFATAZIONE:
Il funzionamento del desolfatatore l'ho ormai scritto in tutte le salse,cmq se una batteria non è fisicamente rotta,e per rotta posso intendere anche i reggigriglia interni rotti,è recuperabile,il 70/80%delle batterie scrivono i tedeschi del TUV dicono siano recuperabili.
Una volta rimosso il solfato (e lo vedrai quando l'elettrolita ritorna a livelli normali)ti accorgerai che il solfato è calato la capacita aumentata e il voltaggio pure.
In teoria hai una batteria semi nuova,dico in teoria perche dipende che vitaccia ha passato quella batt in passato,se l'hanno maltrattata è recuperabile ma non piu a piena capacita a causa della pasta persa.

DURATA:
Se sono buone le puoi riutilizzare tranquillamente come le altre,il fatto di essere state solfatate non implica che si risolfatano piu velocemente,dipende da come vengono utilizzate.
Io quelle che ho recuperato anche dopo mesi sono ancora perfette,le 2 ursus hanno l'elettrolita sul verde,e le altre pure,pero se non le usi le devi caricare ogni tanto senno il ciclo di solfatazione riprende.
Non so dirti la durata su battarie che sono scese sotto gli 8 volt,ne ho recuperate 2,una è ancora in campana,è quella trasparente che ho usato per il test pero non l'ho mai messa sotto torchio,l'altra era dello scooter di mio papa,ha funzionato tutta l'estate ma adesso è scarica,pero in questo caso è piu scarsita di manutenzione che altro.

RIEPILOGO:

Una volta recuperata una batteria che sembra in buono stato non serve fare altro,l'ideale è vedere nel tempo come si comporta,chiaro che se hai un impianto fotovoltaico con batterie che vengono continuamente scaricate e caricate il mio consiglio è di lasciarlo perennemente collegato.
Se sono batterie di altro genere puoi fare dei trattamenti saltuari,tipo la moto,la usi in estate e poi l'inverno smonti la batt e gli fai un ciclo di resurrezione.
Per mia esperienza le batt da moto sono solo solfatate,e quelle che recuperi con maggiore successo.

CURIOSITA:
molti credono che le batterie nuove siano al 100%,questo posso confermarlo su batterie da avviamento,ma diffidate dalle batterie stazionarie,per quanto in buono stato ve le vendono hanno gia una percentuale di solfatazione del 10/20%,a meno che non carichiate voi l'elettrolita fatevi misurare la densita e il voltaggio prima di acquistarle.

Ps:Prima di fare un test col desolfatatore caricate l'acqua demineralizzata fino a livello,MAI ACIDO,cosi avrete un termine di paragone sul miglioramento ottenuto.
Se il livello sale e poi per un periodo lungo si ferma senza progredire significa che la batt ha probabilmente delle rotture sui reggi griglia.Sono elettricamente scollegate.

peppe0306
21-11-2008, 11:34
Grazie dolomitico del tempo perso sei stato chiarissimo e hai risposto a tutte le mie domande,poi te ne farò un altra,Perciò significa che tutte le batterie da automobile che uso negli impianti , non essendo solecitate perchè non devono far giare potenti motorini di avviamento,(correnti altissime), ma devono solo tenere accese radio e delle piccole periferiche cpu , sensori ,ecc, ma si parla di 1-2-3 amper per batterie da 100 amper sono quasi tutte recuperabili, spesso con dei rabbocchi sono andate avanti altri 1-2 anni... adesso parecchie le ho buttate, ma altre quelle che mi sembravano mezze andate le ho tenute da parte....devo attrezzare un angolo per il ripristino di batterie...:spettacolo:.
Passiamo alla domanda spero l'ultima Nel mio impiatino per le luci a 12 volt ho 2 batterie deta in parallelo da 105 amper tot 210amper l'una oramai da quasi 3 anni,250 watt di pannelli un eolico da 450 watt ed un regolatore conergy da 40 amper il carico è collegato nel regolatore e scollega i carichi 5-6 lampade a basso consumo da 15-watt.
Avendo sempre collegato un amperometro in serie e un voltmetro in parallelo,pannelli e regolarore mi sono accorto che mentre prima a batterie cariche la corrente era di 0,1- 0,2 amper....ultimamente anche quando le batterie sono cariche la corrente dei pannelli non scende sotto gli 0,4-0,9 amper significa che adesso la batterie assorbono sempre quasi 12 watt... mentre da nuove a quasi 3 anni consumavano circa 2,5 watt....la domanda questa corrente di mantenimento delle batterie è normale che ne gli anni aumenta....significa che le batterie stanno invecchiando....ci ho collegato il mega pulse per 3-4 giorni ma non ho visto miglioramenti, o forse è solo perche in queste settimane cè stato poco sole e la batterie non sono riusctite a fare un completo ciclo di carica come dovrebbe.....
allego una foto

DOLOMITICO
21-11-2008, 12:40
Ti rispondo in velocita,piu ti faro una spiegazione migliore,col tempo la batteria invecchia quindi ci vuole piu corrente.
Per il megapulse calcola sempre 15 gg per significativi miglioramenti,attaccarlo 2gg qua e 3gg la non ha molto senso,e rintend 15gg 24h su 24,
se lo fai andare col sole e basta ci vuole molto di piu.
Lui fa bene il suo lavoro,ma ci vuole il suo tempo.
ciao