PDA

Visualizza la versione completa : Valorizzazione del digestato



Solar
13-02-2009, 15:44
Ciao a tutti,
sto facendo un progettino sul digestato, con l'obbiettivo di capire il valore come ammendante agricolo, il problema è che non riesco a trovare i prezzi neanche dei concimi chimici. Inoltre se lo uso posso considerare le colture come biologiche??
La questione fondamentale comunque è il valore che assume il digestato se lo disidrato fino ad ottenere una percentuale di sostanza secca al 50-60%, per diminuire i costi di trasporto e migliorarlo come ammendante.
qualcuno sa darmi delle dritte?
Grazie e ciao

WTR
13-02-2009, 16:28
i prezzi dei concimi li puoi ottenere rivolgendoti ad un Consorzio Agrario (presente in quasi ogni provincia)
non puoi considerare biologica una coltura solo perchè la innaffi con liquame...
ridurre l'umidità nel digestato? metodi ce ne sono, ma non sono nè economici nè semplici da realizzare, ergo al limite puoi fare la separazione liquido/solido e la parte liquida devi provvedere a smaltirla nelle vicinanze.
spero di esserti stato utile.

Solar
13-02-2009, 18:17
Se utilizzo il digestato come concimante quindi la patata o quel che sia non è biologica?
Per la disidratazione hai ragione è molto costosa, il problema della separazione però è che l'azoto essendo solubile ti rimane per quasi l'80% nella fase liquida, e quindi la fase secca diminuisce drasticamente il suo valore.
Ho visto un essiccatore a nastro che non sembra male costa relativamente poco e ottiene risultati positivi, dicono che lo utilizzavano sulla pollina, quindi è anche resistente alla corrosione e non necessita di separazione prima del trattamento.
Secondo te vale la pena essiccare per aumentare il valore del digestato?

WTR
14-02-2009, 17:24
Non posso darti una risposta in termini assoluti. Dipende da molti fattori: dimensione dell'impianto, vicinanza dei terreni adibiti a spandimento, costo delle apparecchiature loro mantenimento e costi di manutenzione, hai un macchinario in più da controllare.
In definitiva si tratta di fare una depurazione, e non è che ti inventi di mettere su un depuratore dalla sera alla mattina, ci vogliono ulteriori permessi la possibilità di avere acque superficiali di scolo. Se accenni ad un essicatore hai il controllo dei fumi in atmosfera, forse è anche peggio.
Insomma devi capire effettivamente quanto costa essiccare. Tu dici che il valore del digestato aumenta, lo vorresti vendere?
Quanto dovrebbe valere il digestato essiccato?

Solar
15-02-2009, 17:14
Oltre a diminuire i costi di trasporto, con il digestato essiccato mediante insuflazione di aria su di un nastro avvio un processo di compostaggio che ritrasforma l'azoto da ammoniacale a organico, diminuendone la solubilità(meno inquinamento delle falede, meno inquinamento atmosferico perchè non evapora) e prolungando l'effetto concimante). Naturalmente il processo di compostaggio non è trminato ma comunque inizia, portando dei vantaggi.
Ma penso che alla fine abbia ragione te, separazione la fase liquida sui campi più vicini mediante fertirrigazione la fase solida via con il trattore sui campi più lontani.
Ciao